Marracash, cioè il nulla, però “di strada”: la teoria della cultura cava

gli idoli del Marra: Annibale e DostoevskijLo so io che uno come Marracash [1] altrimenti non ci arriva, allora glielo spiego in termini facili facili così magari chissà gli viene qualche dubbio, ci ripensa e torna a spacciare i biscotti porta a porta con le coccinelle scout: se risulta che tutto quello che fai, tutto quello che dici e come lo dici, tu stesso tutto intero – per esempio quando spieghi del tuo ultimo video: “una roba ispirata a 300, cioè quindi Annibale che arriva sull’elefante e l’esercito” – se risulta che ti si potrebbe prender su di peso, uguale uguale senza neppure un piccolo aggiustamento di copione (a parte ok un po’ di risate pilotate del pubblico qua e là – per esempio in coda a versi rap che sembrano fatti apposta per suscitare ilarità tipo “sono così il capo che dovrei stare a Città del Capo zio!”) e ficcarti nel cast di un qualsiasi programma comico-satirico e davvero non ci sarebbe modo di distinguerti da un qualsiasi fittizio personaggio coglioncione da sfottere allegramente, ecco, allora non è che serva a granché citare nelle interviste un paio di titoletti della biblioteca del Buon Quindicenne (John Fante, nientemeno! e gli aforismetti “Mi sveglio sempre dopo mezzogiorno come diceva Bukowski”, robetta da enfasi trasandata usa-e-getta per disgraziatissime Melisse Pì [2]) citazionismo da quarta di copertina così per il gusto speciale di farsi vedere borgatari sì ma anche finemente self-acculturati (una trovata parecchio comica del resto: non ne sai un’acca, non ne hai mai letta una pagina e la butti in caciara, immedesimandoti ad esempio nel ritrattino del Raskolnikov dostoevskiano [3], “un po’ come ero io, rubavo gli zainetti in discoteca e pensavo che se lo meritavano perché erano stati disattenti”), non c’è niente da fare allora, perché sei peggio di un coglioncione fittizio da palcoscenico, tu sei un coglioncione per davvero.

Ogni tanto sulla scia di qualche herpes-tormentone da classifica compaiono in giro i faccioni inebetiti di questo genere di cazzari hip hop – e adesso è il suo turno, del cosiddetto “Marra” (sito) – poveri sempliciotti egomaniaci a cui vengono rivolte in varie salse le solite domandine facili e carine suscita-scandaletto-ma-daaaai (“Era così terribile la scuola che frequentavi?”, “E’ vero che rubavi”, “Cosa rubavi? E daaaaaai, diccelo, muoio dalla curiosità!”) che ruotano tutte intorno allo stesso domandone da un milione di dollari “Perché i giovani sono così stronzi? E perché quelli squattrinati di periferia sono ancora più stronzi?”, domandone a cui i cazzari hip hop sono ben felici di rispondere, prontissimi!, essendo maestri indiscussi di verità moraleggianti formato mignon (per dire, “Io possiedo i soldi non sono posseduto da loro” oppure “Io non credo che la cultura istituzionalizzata possieda un predominio rispetto alla istintività o alla ignoranza che trovi in strada” [4] oppure “La gente cerca certezze e con le certezze trova l’omologazione che è una specie di morte in vita”) ed essendo espertoni di gioventù bruciata on the road (nel senso che cazzeggiano tutto il giorno con le comitive di ignorantoni cosplayer disoccupati – ah sì perché gli fa gioco raccontare che loro hanno fatto mille lavori diversi, è il gioco del “hai visto prima nessuno capiva il mio genio, facevo una vita modesta facendo lavoretti modesti, ma dentro di me c’era il beat del cuore d’artista“, non è vero niente, in ogni intervista il Marra tira fuori un lavoro diverso, ne dimentica qualche altro, dice che ha fatto l’elettricista e l’intervista dopo dice che non è capace di avvitare una lampadina, cose così, le spara a casaccio [5] – un branco di stupidoni post-post-post-adolescenti conciati da bimbominkia un bel po’ troppo cresciuti che si travestono da rappe’ mmerigani [6] e giocano a fare gli induriti dalla vita bastarda e rappano sconclusionati rinforzandosi l’un l’altro dicendosi che sono musicisti e che scrivere cretinate in rima “è cioè zi’ grande storytelling” – questa l’hanno presa dai programmi Paola Maugeri – altro che Dostoevskij – che sia maledetta nei secoli dei secoli, e che s’apponga alla sua progenie il marchio dell’infamia).

Il problema è che questi cazzari hip hop non rappresentano un bel niente, se non uno squallido e sconfortante ripieno lievitante di stereotipi di bassissima lega: sono interpellati in carica di consapevoli portavoce del nulla, ma loro sono il nulla, un pezzettino del nulla per lo meno – e non ne hanno la minima idea! – se la scoattano galletti da outlaw ribelli e anticonformisti, quelli che hanno capito come va er monno e che se la comandano cantandolo sinceri e coraggiosi “senza peli sulla lingua”, convinti che ci sia qualcosa di interessante e significativo nella loro collaudata catena di montaggio pseudo-musicale (con tocchi sporadici – lo riconosco – di geniale poesia mentecatta: “da bimbo non avevo l’uovo Kinder, cercavo le sorprese dentro gli Eastpak”) che combina variamente i tipici blablabla sfanculanti del kit di idiozie surgelate Rappettone Sfrontato che dice le cose vere e scomode, Oggi Puoi! Con audiocassetta per rappettoni ciechi e/o analfabeti: lo scazzo – la droga [7] – la periferia alienante – il gergo mocciesco [8] – la volante della pula – le mignotte – televisione cacca – le parolacce col bip autocensurante con lo sghignazzo (hai capito, che lenze? lo fanno per sfottere noi altri benpensanti che ci scandalizziamo per un nonnulla) – la grana – i locali – il rispetto paramafioso [9] – ehi bambina – l’autoreferenzialità paracula anti-major (”il sistema mafioso che non mi pubblica” eh sì, perché racconto le robe di denuncia-cha-cha [10])

e ovviamente i minchioni sono convinti di produrre un qualche non meglio identificato profondo contenuto (“Il mio pezzo è riuscito ad arrivare multi livello. Può agganciarti solo per il ritornello, ignorando il testo e il messaggio del disco. C’è della gente che guarda in superficie e c’è chi scava in profondità”: forse parla delle profonde metafore tipo il “parallelismo tra i personaggi che abitano la metropoli e gli animali della giungla: per questo vedi ad esempio il gorilla che mi guarda contare i soldi, il serpente che mi fa la soffiata, la tigre, la giraffa che si becca la cazziata“) e credono persino che nelle loro cose ci sia dell’originalità quasi quasi d’avanguardia [11] (quasi, ehi, meno male che si trattengono – il Marra dice “Ho voluto favorire la comprensibilità del mio messaggio anche perché io sento fortissimo il bisogno di comunicare con il rap e voglio che la gente capisca quello che dico: non mi piacciono molto le avanguardie… voglio essere nel mio tempo, non più avanti di anni. Ci sono pezzi nel disco in cui mi lascio andare ancora a qualche gioco di parole un po’ complesso ma in generale ho voluto essere il più comprensibile possibile… c’è qualche punto un po’ difficile, con un linguaggio abbastanza di rottura“: immagino c’abbia in mente “sono bi-polare troppo po-polare per un bi-locale” oppure – ah sì, sicuramente questa – “Pimp My Ride qua già dal ’95, cresciuto con in testa questo, vruuum vruuuum waaaaa“), ci mettono dentro le citazioni vintage nella speranza di distinguersi un tantinello in ricercatezza e creatività (il Marra lo giustifica dicendo “Eh sì io in macchina da piccolo con miei genitori ho imparato a memoria tutte le canzoni anni sessanta, sono un grande appassionato” – in realtà è tutta farina del sacco di qualche abile produttore – l’intervistatrice gli chiede “La riconosci questa? Gira il mondo gira nello spazio senza fine, con gli amori appena nati con gli amori già finiti” e il Marra grattandosi la testa “Ah no, boh, non la conosco”); se c’è un motivo d’interesse, nel sentire questi trucidi stupidoni concionare sul perché e il percome di questo o quello stato di disagio giovanile, be’, è precisamente lo spettacolo tutto intero della loro stupidità e ignoranza e ripetitività e disperata imitazione, sono le ovvietà e la seriosità narcisa con cui s’esprimono sgangherati, quello sì, che è rappresentativo di qualcosa, loro malgrado.

[1] oh ma bello il nome, simpatico, un giorno lo troveremo questo signor chissà-chi e sfogheremo su di lui trenta anni di frustrazioni da Joe Yellow a Den Harrow a Red Ronnie a Don Joevanni – com’è che in trenta anni nessuno l’ha mai beccato? dove vive? come si chiama? è sotto scorta?
[2] quanto sia cicciotta la sua cultura letteraria – e non solo, pure musicale – la dimostrano anche perle autobiografiche come questa qua: “Sono un fan storico di Vasco, che ha influenzato tutti in Italia e sicuramente anche me, del resto mi piace la letteratura e quindi un certo cantautorato ha sicuramente avuto la sua influenza su di me.”
[3] no no, tranqui fra’, non c’è bisogno che lo gùgli, te lo dico io: sarebbe il protagonista di quel romanzo che citi sempre, Delitto e castigo (e no! no! quante volte te lo devo dire? Non faceva il maestro di tennis!)
[4] ah be’ certo, sempre per tornare in tema di Melisseppiàte, che bello: “Onestamente penso che la cultura sia soltanto dare un nome a qualcosa che già hai dentro, una specie di reminiscenza: per farti un esempio quando ho letto Baudelaire mi sono ritrovato subito nello spleen
[5] ma lui ci tiene “avendo un rapporto diretto con certe realtà non posso permettermi di infangarle sparando cazzate”, e infatti, per l’appunto: non fa altro
[6] il Marra si lamenta “I media hanno dei preconcetti clamorosi, sono molto appiattiti sui modelli americani: escono sempre paragoni con artisti come ad esempio 50 cent… paragoni che lasciano decisamente il tempo che trovano”: e va bene, Marra, capisco che tu preferisca la più dimessa stilosità da kebabbaro della banlieue parigina, però non so se hai notato che quella banda di pacchiani sfigatoni che t’accompagna, i Club Dogo, c’hanno i cappellini oversize mmerigani girati sulla testa, le pentole antiaderenti sul petto, le catene e i pantaloni sbragaloni, insomma, ehi, sono le comparse di un video di P. Diddy che va nella giungla e insegna ai primati a non strapparsi di dosso i vestitazzi della sua linea d’abbigliamento (perché sì non è che basta sostituire lo sfondo su cui vi muovete gonzi con quegli stessi gestucoli da papponi strafottenti d’oltreoceano, mettendo i metalmeccanici di periferia e le birrette discount al posto delle limo e dello champagne, gli alberghetti putrescenti a una stella al posto delle grandi suite coi plasma giganti, la ex compagna di liceo che fa la cassiera che dimena la cellulite in bikini al posto delle mignottone snodate di prima classe: questo non è realismo, questo siete voi che sbavate, è vorrei ma non posso)
[7] “è come con l’amaro dopo cena”, leggendario: guardatevi il video delle Invasioni Barbariche qua sopra, se vi va
[8] gli “zii” e i “fra” non si contano, ma pensate il Marra che forza, c’ha pure voglia di pigliare per i fondelli quel tiro-a-segno-umano di Mondo Marcio perché usa “uomo come intercalare”, be’, chissà che flammoni nei rispettivi forum, una guerra tra bande, si tireranno le caramelle
[9] m’è piaciuto molto quando Giancarlo De Cataldo, sempre alle Invasioni Barbariche (potete vederlo nel video, qua sopra), ha definito “un codice para-mafioso” il “rispetto” violento e bullesco sul quale sproloquiava tutto contento Marracash (m’è piaciuto di meno, De Cataldo, quando ha detto che il Marra fa cultura, che dice ai ragazzi che leggere è figo e questo è un bene: ma ahimè non dice questo, il Marra, dice che sapere a memoria il titolo di qualche libro e andare a sbandierarlo in giro senza saperne un accidenti è figo, ecco cosa dice, altro che cultura, è la teoria della cultura cava ecco cos’è)
[10] anche quella cima di Linus c’è cascato, e ne apprezza “l’originalità del linguaggio, soprattutto quel senso di appartenenza a una periferia un po’ emarginata ma non per questo rassegnata. E’ un po’ quello che avevo scritto dopo l’intervista coi Club Dogo, mi rivedo sempre in questi milanesi con l’accento pugliese, cresciuti senza soldi e con tanti problemi ma non per questo depressi e apocalittici” (eh sì, infatti, come quando i Club Dogo cantano “mi hanno detto che l’industria è una puttana, zio te lo mette nel culo come Dolce con Gabbana” oppure “brucia e calpesta se ti va male, infesta le galere zio”)
[11] non vuole essere spettacolarizzato, lui che c’ha il cuore puro, e se la prende con le boyband (ah, che impavido!) e in generale con quel sistema che “cerca sempre il fenomeno, il pazzoide, lo spacciatore, il complessato, sempre qualcosa oltre la musica, a me interessa solo la musica” (u-uh, c’hai ragione c’hai, come quei fenomeni che cantano “rimo da quando le tipe non c’avevano la figa rasata” o quei pazzoidi “se nomini me subito dopo fatti beccare, zio, meglio due schiaffi se ti rispondo ti fa più male!” o quegli spacciatori “dal vicino ritiro un kilo, lo tratto con l’olio del motorino e lo rifilo” o quei complessati “io il re delle fogne, assaggia le gogne, i soldi che non ho, l’arte dell’arrangiò, e quella di trovarsi rogne”)

162 commenti

primaaaa yeah

Commento #1 di io
ottobre 15th, 2008 @ 7:19 pm

top three!!!

Commento #2 di piperita patty
ottobre 15th, 2008 @ 7:20 pm

L’ho già detto per i Dari, e a lui farei lo stesso trattamento: appeso per i piedi, come si fa per far frollare la beccaccia, finchè gli si stacca la testa.

Commento #3 di mus ponticus
ottobre 15th, 2008 @ 7:21 pm

quarta! Di nuovo in top ten! :D

Commento #4 di Crazy Simo
ottobre 15th, 2008 @ 7:29 pm

ecco uno di quei tanti monnezzoni che si trovano in giro…mahhhh, dove andremo a finire…betty salvaci tu!

(ehhh ehh quinta!! e come son contenta!)

Commento #5 di geppapeppa
ottobre 15th, 2008 @ 7:34 pm

top ten! :D
i marrachesc, vedo… quei baldi giovini che cantano “la mia gente ti porta di la e… badabum chacha”
illuminante, mi pregusto questa succosa lettura, grazie betty!:)

Commento #6 di Anonimo
ottobre 15th, 2008 @ 7:35 pm

A
I
I
I

ehm, la furbona sopra che si dimentica sempre di firmare, sono io :)))

Commento #7 di Fiorenza a.ka. DDRD(evotchka)
ottobre 15th, 2008 @ 7:36 pm

scusa betty ma non ho capito se sei tu che hai confuso Serse con Annibale o Marrachesc?

Commento #8 di susy
ottobre 15th, 2008 @ 7:43 pm

fedor dostoevskij si sta rivoltando nella tomba. dico davvero. ma come si può essere così vanesi come ‘sto marrakesh? mah?
su melissapì, grazie per averla citata, ne ho parlato pure io oggi sul forum e secondo me è vanamente provocatoria e piena dì sè, con tutte quelle citazioni letterarie che ama produrre.. mi spiace che sia stata considerata addrittura una scrittrice da certuni…

Commento #9 di Fiorenza a.ka. DDRD(evotchka)
ottobre 15th, 2008 @ 7:47 pm

quanto sei sfigata.. non capisci uno stracazzo di niente di hip hop italiano quindi chiudi il tuo emerito culo e ricomincia a fare i tuoi commenti da tamarra sugli outfit della gente

Commento #10 di Giulia
ottobre 15th, 2008 @ 7:49 pm

giulia, quanto sei educata…mammamia:P
piuttosto che insultare a caso, sapresti argomentare perchè betty non capisce un ***** di hip hop? grazie.

Commento #11 di Fiorenza a.ka. DDRD(evotchka)
ottobre 15th, 2008 @ 7:52 pm

La prima carampana addirittura in top-ten!
Il Marra alle Invasioni barbariche mi ha fatto quasi tenerezza… Certo fa riflettere che in un programma possano coesistere nella stessa puntata Eugenio Scalfari e Marracash… O fa solo impressione?

Commento #12 di Nusta
ottobre 15th, 2008 @ 7:55 pm

CVD… evidentemente non sai svolgere un discorso logico, ma solo insultare a manetta e trollare sui blog altrui.
prrr :PPP

Commento #13 di Fiorenza a.ka. DDRD(evotchka)
ottobre 15th, 2008 @ 7:57 pm

Top twenty oleèèèè…
(era una notte buia e tempestosa)

Commento #14 di Ghismunda
ottobre 15th, 2008 @ 7:58 pm

Si è ritrovato subito nello spleen!
Tu sei Dio, Betty, e ora lo so.

Commento #15 di lara-v
ottobre 15th, 2008 @ 7:59 pm

Paola Maugeri- che sia maledetta nei secoli dei secoli, e che s’apponga alla sua progenie il marchio dell’infamia! AHAHAHA FORTISSIMA! io la Maugeri la ODIO, non sai mai se sta citando un gruppo nuovo o uno a cui lei ha storpiato la pronuncia per far vedere che è figa e che lo parla bene l’inglese… YEAH, sentitevi gli AR-I-EMM ( e ti parte Stipe che forse, forse, rinverdisce i fasti del rock che non sia pseudo-punk-emo)

Commento #16 di silviezza
ottobre 15th, 2008 @ 8:03 pm

Sai cosa penso io?
Che tu ne parli bene o male, quando rivolgi l’attenzione a qualcuno gli fai comunque pubblicità, sprechi energia per esso.

Vedete un po’ voi…

Commento #17 di Paoloz
ottobre 15th, 2008 @ 8:05 pm

Hey Giulia, ma io ti conosco! Oxford 2008 vero? :D
eh poi Paoloz, prima di questo articolo quasi non conoscevo er Marra; ma ora che lo conosco continuerò a evitarlo

vedi un pò tu…

Commento #18 di Crazy Simo
ottobre 15th, 2008 @ 8:14 pm

Hey Giulia, ma io ti conosco! Oxford 2008 vero? :D

oxford 2008? simo,cosa vuol dire? :))))

Commento #19 di Fiorenza a.ka. DDRD(evotchka)
ottobre 15th, 2008 @ 8:18 pm

scusate ma chi è questo tamarro sconosciuto?

Commento #20 di Valentina
ottobre 15th, 2008 @ 8:21 pm

io non ringrazierei NESSUNO per aver citato la melissapì, nemmeno Betty… che cada nell’oblio che si merita, e chiuso.

Commento #21 di crocodile
ottobre 15th, 2008 @ 8:22 pm

“La teoria della cultura cava”: sei riuscita ad esprimere in 5 parole tutto un mondo.

Commento #22 di lara-v
ottobre 15th, 2008 @ 8:28 pm

Comunque se arriveranno i carampani del marrachesc qui ci sarà davvero da ridere!

Commento #23 di lara-v
ottobre 15th, 2008 @ 8:30 pm

ma non avranno carampani! Sono degli sconosciuti!!! Chi li ascolta?

Commento #24 di Valentina
ottobre 15th, 2008 @ 8:37 pm

evidentemente solo giulia, valentina:DDD

Commento #25 di Anonimo
ottobre 15th, 2008 @ 8:46 pm

ma no vedi che non li difende neppure Giulia ! un misero commento e si è arresa! ha capito che è tempo perso difenderli!

Commento #26 di Valentina
ottobre 15th, 2008 @ 8:47 pm

poveracci allora… persino biagio ha gli eserciti caram(punici) -per restare in tema con annibale- e lui no.. eheheh

Commento #27 di Fiorenza a.ka. DDRD(evotchka)
ottobre 15th, 2008 @ 8:49 pm

L’intervista barbarica è insopportabile: non riesco ad ascoltare gli interminabili “ehhhhhhhh…mhhhh….ehhhh”, che in effetti sono i pochi momenti in cui non dice stronzate.

Commento #28 di Laetitia
ottobre 15th, 2008 @ 8:52 pm

Bella zio!

Commento #29 di fedeverza
ottobre 15th, 2008 @ 8:53 pm

ma chi è questo tamarro?

Commento #30 di silva
ottobre 15th, 2008 @ 8:54 pm

ehm, ho posto la stessa domanda di Valentina; scusate, mi ritiro in buon ordine – ma quello tamarrazzo resta.

Commento #31 di silva
ottobre 15th, 2008 @ 8:56 pm

Allora se non ha carampani, magari viene lui in persona, con la sua gang.

Commento #32 di lara-v
ottobre 15th, 2008 @ 9:00 pm

uh signur! é quel truzzone che canta Badaum chacha!!! e pensare che qualcuno la usa com esuoneria del cellulare!

Commento #33 di valentina
ottobre 15th, 2008 @ 9:04 pm

Se viene con la sua gang,io chiamo a mio cuggino (cit.)

Commento #34 di fedeverza
ottobre 15th, 2008 @ 9:07 pm

Aiutoooo Betty, questa volta non riesco a seguirti.

Commento #35 di Rita
ottobre 15th, 2008 @ 9:12 pm

grandissima Betty mi hai fatto scompisciare come sempre..però a me Marra piace anche se preferisco i pezzi vecchi…e mi piace pure lui!! io me lo farei e di brutto anche!
oh oh bella zia oh XD

Commento #36 di Lil'Queen
ottobre 15th, 2008 @ 9:22 pm

ah dimenticavo! Marracash è uno non è una band!!!
solo a titolo informativo eh!

Commento #37 di Lil'Queen
ottobre 15th, 2008 @ 9:24 pm

Non li conosco quasi per nulla, neanche per aver letto qualcosa di loro su qualche giornale o rivista; sorvolo, se incappo in qualche riga o foto che li riguardi.
Se non esistessero per me sarebbe la stessa identica cosa.
Il post invece è proprio bello, troppo, per dei pezzettini di nulla.

Commento #38 di Siminsen
ottobre 15th, 2008 @ 10:09 pm

la meraviglia surreale è che il nostro succhianespole di quarta categoria non si è nemmeno reso conto che quello di 300 non è annibale.
è serse.
ma sono dettagli.
lasciamolo marinare nel brodo di seppia, povero caro -____-“

Commento #39 di Lalla
ottobre 15th, 2008 @ 10:23 pm

Chapeu!

Commento #40 di Bubu
ottobre 15th, 2008 @ 11:08 pm

Era ora che gli rompessi il culo a sti montati del cazzo, che poi ao, dicessero cose diverse l’una dall’altra, avranno anche fondamento ma cristo santo son tutti uguali, di solito lurko, ma aspettavo che li pigliassi un pò di mira a sti fantocci, grazie betty, ora posso morire in pace.

Commento #41 di Andrea
ottobre 15th, 2008 @ 11:34 pm

Non ho riso neanche mezza volta leggendo questo pezzo e qui sta la sua riuscita. Hai espresso la mia opinione e quella di molti in un modo che solo tu sai fare.
E’ un pezzo d’arte, per il mio punto di vista il migliore che tu abbia scritto, non si tratta di vuoto disprezzo ma di Critica nel senso vero del termine.
Complimenti.

Commento #42 di Haukky
ottobre 16th, 2008 @ 12:05 am

@ DDRD(evotchka): Significa che ho incontrato una compagna di corso! Non è evidente forse l’aplomb inglese con cui ha esposto la sua opinione? ;D

Commento #43 di Crazy Simo
ottobre 16th, 2008 @ 12:30 am

ma solo io non capisco l’originalità di questi rapper italiani?
hanno tutti un passato orribile?tutti ex morti di fame? tutti che raccontano la loro realtà(omologata IMHO)?tutti che hanno “letto” gli stessi libri?
arriveranno orde di carampane o fUns che di si voglia?
lo scopriremo solo vivendo

Commento #44 di Gnomuz
ottobre 16th, 2008 @ 12:41 am

il kebabbaro de borgata francese è forte, complimenti per il pezzo, seriamente, è un pò cattivello magari, ma divertertente.

bravo\a

Commento #45 di paperinoramone
ottobre 16th, 2008 @ 3:13 am

Betty con questo post sei diventata il mio idolo di sempre. La nota 6 e’ un capolavoro, questa volta ti sei davvero superata. Complimenti!

Commento #46 di Bubus
ottobre 16th, 2008 @ 6:45 am

Betty potrebbe scrivere un post contro la merda e salterebbe comunque fuori almeno una karampana scatofila a farci la predica e a dirci quanto siamo soloinvidiose.

Commento #47 di TOD
ottobre 16th, 2008 @ 8:05 am

Però è un bel gnocco… :-)

Commento #48 di lor
ottobre 16th, 2008 @ 8:15 am

tutto bene, sempre divertente, ma TI PREGO, meno parentesi e più subordinate: ormai nello stile dei tuoi articoli ci si perde un po’

Commento #49 di matteo
ottobre 16th, 2008 @ 8:41 am

Ehi, ma la tizia sulla macchina ha i pantaloni che più bracaloni non si può!
Ciao Betty e ciao tutti! Sto per tornare.

Commento #50 di Makabe Rokurota
ottobre 16th, 2008 @ 8:58 am

betty questo è in assoluto il tuo post migliore!!e le note son da scompisciarsi..!complimenti!

Commento #51 di cri
ottobre 16th, 2008 @ 9:01 am

Oddio questo post è stupendo! ahahahaha :D

Commento #52 di Faffy
ottobre 16th, 2008 @ 9:24 am

Se c’è di mezzo di Linus, potete stare sicuri che si tratta di una cavolata. Sono d’accordo con quella ragazza che non sopporta la Maugeri per il suo “calcare” sulla pronuncia. Io ascolto Virgin Radio, quando viene fuori lei con la sua storia della musica mi viene il voltastomaco.

Commento #53 di Nina
ottobre 16th, 2008 @ 9:36 am

io ti adoro…

Commento #54 di Andrea
ottobre 16th, 2008 @ 9:41 am

Mio dio che scamarciata, che grattata di parmiggiano andato a male, con la muffa…. che schifo. Ma com’è che “li ragazzì” comprano sto frullato di deficienza, e com’è che la tv e la radio li manda in onda? tabula rasa, tabula rasa, questi tamarri buzzurroni oiboh

Commento #55 di Abercrombie
ottobre 16th, 2008 @ 9:45 am

Bellissimo il momento, alle Invasioni Barbariche, in cui lui paragona l’abuso di caviale all’abuso di cocaina.

Commento #56 di Nina
ottobre 16th, 2008 @ 9:50 am

@Fedeverza: grazie del suggerimento. Vado a chiamare a mio cuggino.

Commento #57 di lara-v
ottobre 16th, 2008 @ 10:09 am

Ecco, ma perchè questo scimmione non ha VERAMENTE deciso di fare l’elettricista??

Commento #58 di Edera
ottobre 16th, 2008 @ 10:19 am

se da uno qualsiasi dei testi di questo brutto ceffo si tolcono i versi autoreferenziali ( es. quanto son figo, io er mejo rapper, te meno con le rime, ecc… ), i soliti richiami ad una vita tribolata e disagiata (es. mi drogavo e magari anche ora, mia mamma non mi caga, mio babbo non mi capisce, mia sorella batte, io rubavo, io spacciavo, ecc… ), le citazioni da bignami letterarie e qualche onomatopea rimane davvero pochissimo.

d’altro canto dal punto di vista della metrica non dicono nulla di nuovo e nemmeno dal punto di vista musicale, dato che utilizzano delle basi che oramai si assomigliano troppo tra di loro.

magari un paio di versi in tutto il disco si potranno anche salvare ma parlar ogni volta di questi come di un fenomeno musicale ( ed addirittura culturale ) mi pare un poco eccessivo…

il rap e l’hip-hop in italia sono morti ancor prima di nascere. genere musicale che nel nostro paese non è riuscito a generare un vero linguaggio nuovo e non racconta nulla di nuovo ( la stragrande maggioranza delle volte ).

il disagio della periferia vera lo cantava con maggiore originalità, piglio espressivo, schiettezza ed ironina uno come rino gaetano molti anni fa ( per dirne una… )

ma qualcosa si salva nell’underground del genere, di certo non marracash…

Commento #59 di cubo
ottobre 16th, 2008 @ 10:24 am

Chiaramente sono d’accordo per quanto riguarda il trattamento da applicare al Marra, ma vogliamo occuparci seriamente anche di chi lo ascolta e va ai suoi concerti?

Commento #60 di Oscar
ottobre 16th, 2008 @ 10:34 am

la droga di seconda scelta…un pò un outlet della droga! Meglio i passatempi economici come la lettura!

Commento #61 di Valentina
ottobre 16th, 2008 @ 10:41 am

Pesante Betty, divertente come al solito (denuncia-cha) ma pesantissimo; il tuo peggior post tra quelli che ho letto finora. Frasi incompiute per lasciare spazio a incisi, parentesi di 15 righi…
Poi non mi piaci tanto quando sei così aggressiva e sboccata. In fondo sei anche tu una rapper.
E la maledizione a Paola Maugeri? Io a stento so chi sia costei, qualcuno può spiegramela?

Commento #62 di Matyi
ottobre 16th, 2008 @ 11:39 am

Bleah.. che orrore cerebro-malvestito ‘sto tizio! e pure i suoi fans non scherzano!
A proposito.. esistono? ne ha?

Commento #63 di Psikbe
ottobre 16th, 2008 @ 11:42 am

La parte che mi è piaciuta di più sta nelle note: “e va bene, Marra, capisco che tu preferisca la più dimessa stilosità da kebabbaro della banlieue parigina”. :-*

Commento #64 di Matyi
ottobre 16th, 2008 @ 11:43 am

Leggere sarebbe un passatempo ECONOMICO???
Marra ma dove li compri i libri?? che ci vado anch’io!!!!
Secondo me se avesse detto che li prendeva in prestito alla biblioteca comunale, sarebbe stato molto più intellettuale di periferia “no all’ istruzione istituzionale/io esco dai binari”

Poverino mi fa quasi pena perchè si capisce che recita frasette preconfezionate….
PS:Non ho capito se si ispira a Fibra

Commento #65 di Antonella
ottobre 16th, 2008 @ 11:50 am

Prendendo spunto da Allevi-Genio dell’aneddoto, avrebbe potuto dire
“quando avevo 12 anni, mio padre credeva che fossi in giro a spacciare, invece me ne andavo di nascosto in biblioteca a leggere i libri proibiti quelli che a scuola non t’insegnano perchè in realtà la scuola c’ha un programma occulto”

Commento #66 di Anonimo
ottobre 16th, 2008 @ 11:59 am

Ah, ecco, non avevo ancora letto le note e stavo per dire: sapete chi altro diceva di alzarsi a mezzogiorno? Baudelaire!

Commento #67 di Anonimo
ottobre 16th, 2008 @ 12:00 pm

Scusate, l’anonimo ero io.

Commento #68 di Tefnut
ottobre 16th, 2008 @ 12:00 pm

Prendendo spunto da Allevi-Genio dell’aneddoto, avrebbe potuto dire
“quando avevo 12 anni, mio padre credeva che fossi in giro a spacciare, invece me ne andavo di nascosto in biblioteca a leggere i libri proibiti quelli che a scuola non t’insegnano perchè in realtà la scuola c’ha un programma occulto”

Commento #69 di Antonella
ottobre 16th, 2008 @ 12:01 pm

pure io mi alzo a mezzogiorno…..sono un’artista e non lo sapevo!

Commento #70 di luciandra
ottobre 16th, 2008 @ 12:33 pm

La verita’ è che io le citazioni non le capisco…è la prova del nove per dimostrare che hai letto un libro? O che conosci uno scrittore?
Mi ricordo quando a 15 anni la maggior parte dei miei compagni aveva il diario o il quaderno pieno di queste frasi di cui nemmeno loro sapevano il significato o chi fosse l’autore e cosa aveva scritto…mi sembrava ridicolo allora come oggi.

Commento #71 di luciandra
ottobre 16th, 2008 @ 12:40 pm

…”si tireranno le caramelle”… ahhh Betty, sei una filosofa, sociologa, post-politologa: cultura cava è perfino meglio di “essere alternativo”, “realizzarsi”, “autocoscienza”, “autocritica”.
ANzi, no: sei un GENIO :-)))

Commento #72 di Ale
ottobre 16th, 2008 @ 1:51 pm

Sempre divertentissima Betty..però si fa davvero fatica a seguire il discorso. Qualche virgola e punto in più non ti renderebbero più malva quindi usale pliz!

Commento #73 di Frolla
ottobre 16th, 2008 @ 1:51 pm

risposta a Nina: grazie per l’appoggio, che ne dici di creare un comitato anti-Maugeri? a parte la questione dell’accento, sembra che sia una cima in fatto di musica… bella forza, le danno le Enciclopedie del rock da leggere, a sto punto ci posso andare pure io a far la figa ( e i gruppi con me capireste quali sono, non sono così filologica, come dire COLGHEIT al posto di COLGATE!)

Commento #74 di silviezza
ottobre 16th, 2008 @ 2:00 pm

Il post e’ assolutamente illeggibile, stai sperimentando con qualche nuova forma avanguardia stilistica che vuole sfondare i confini di sintassi e punteggiatura? Comunque a parte questo ho sempre pensato che marracash si ispirasse ai reietti magrebini delle periferie parigine, quindi condivido in pieno l’analogia con il kebabbaro!

Commento #75 di maggie
ottobre 16th, 2008 @ 2:13 pm

Silviezza: in effetti non si capisce come mai questa abbia sempre tanto spazio. Ahhh come ci starebbe bene Sergio Mancinelli al suo posto, quello si che è un pozzo di sapienza per quanto riguarda il rock. Peccato che quella “cima di Linus” abbia pensato bene di cancellare la sua trasmissione. E’ passato un bel po’ di tempo ma non mi va giù, proprio per niente.

Commento #76 di Nina
ottobre 16th, 2008 @ 2:39 pm

Betty di sto Marra non me ne importa nulla, in fondo è innocuO, chi invece cita Baudelaire ed è molto più pericoloso sono i BAUSTELLE! ma ora che l’hai citata devi parlare più approfonditamente di quella snob, schifosa, spocchiosa, odiosa, inutile Paola Maugeri.
LA ODIO.

Commento #77 di Valenta
ottobre 16th, 2008 @ 2:57 pm

infatti Nina, mi sembrava ce l’avessi con Linus in maniera particolare…comunque il fatto che mi fa ridere della Maugeri, oltre al vituperato accento,è la leziosità con cui incensa delle banalissime canzoncine, e la sua pretesa di fare una cronistoria ” alta” in 2minuti con notizielle in stile “Studio Aperto”(ahhhhrgghhh, il diavolo!)

Commento #78 di silviezza
ottobre 16th, 2008 @ 3:01 pm

i baustelle si aggirano per la mia zona. se Betty fa un post su di loro mi munisco di macchina fotografica e vi faccio un malvareportage.

Commento #79 di lara-v
ottobre 16th, 2008 @ 4:01 pm

A parte il nome omofonico(spero che sia voluto e non frutto dell’ignoranza, ma non ci giurerei), ma chi è ‘sto sfigato? Non ne sospettavo l’esistenza…

Commento #80 di Velvety Scarlet
ottobre 16th, 2008 @ 4:34 pm

Nooooo, toccatemi tutti ma non i Baustelle!! Dai…sono vintage…uff…io li adoro! Quanto a badabum-chacha, non arrivo a odiarlo come quel cretino di Fibra e quegli idioti mistici che lo ascoltano, ma i nervi mi vengono e parecchio: sono invasivi, non solo fanno musica del cavolo, ma si intrufolano nelle trasmissioni e ti si infilzano nella memoria se malauguratamente cozzi con uno dei loro capolavori di letteratura alla radio; facciamo un esposto al garante della Privacy!

Commento #81 di Donatella
ottobre 16th, 2008 @ 5:06 pm

Almeno si sparassero tra loro come fanno i rapper ammerigani…

Commento #82 di angelwiththe
ottobre 16th, 2008 @ 5:38 pm

Ahahahah! e io che pensavo di essere tra le poche a odiare la maugeri!
Dovete sapere che c’è perfino un gruppo di facebook( sì è moolto malvo)che si intitola
“PAOLA MAUGERI: IL FASTIDIO FATTO DONNA”
si è iscritta un sacco di gente….chissà perchè…

Commento #83 di apricot
ottobre 16th, 2008 @ 5:45 pm

Posso dire una cosa piccolissima su Paola Maugeri? Lei non si atteggia, ma l’inglese lo parla davvero così. Quando studiavamo sociologia, facevamo una fatica bestia per capire i nomi degli autori quando ripeteva e infatti era una presa per il culo continua, ma lei era la prima a scherzarci. E poi è veramente simpatica, io mi ci sono fatta un sacco di risate. Insomma ok adesso linciatemi pure….

Commento #84 di ohmygosh
ottobre 16th, 2008 @ 5:52 pm

ohmygosh: e perchè non cerca di parlarlo diversamente, visto che ne è consapevole?

Commento #85 di Nina
ottobre 16th, 2008 @ 5:55 pm

Vero!Anch’io odio Linus(più che altro ho scoperto chi è)da quando ha manomesso il palinsesto di Capital e ha mandato via l’Enciclopedia del rock Mancinelli!Comunque…eh,ehm…”bella raga,la Betty ci sta dentro di brutto,anche se non c’ho capito una minc(g)hia di quello che ha dèètto,però la strada t’insegna a portare rispetto,massimo rispèètto zzia”…(rimpiango l’innocuo e coglione ‘Gimme five,alright!’)

Commento #86 di grace
ottobre 16th, 2008 @ 6:02 pm

Grace: quindi anche tu sei un’ottusa, accusa lanciata da Linus a coloro che contestavano il cambiamento di Capital. Non oso pensare cosa dirà se legge come lo ha definito Betty.

Commento #87 di Nina
ottobre 16th, 2008 @ 6:07 pm

Ah si?Bene,per me Linus è solo il cane di Schulz,l’altro può soffocare sotto la sua coperta…di mediocre qualunquismo;-)

Commento #88 di grace
ottobre 16th, 2008 @ 6:34 pm

io invece non tollero daria bignardi, snob e permalosa, insopportabile. crede di fare sto granchè di programma, ma perfavooooreeeee

Commento #89 di zaffa
ottobre 16th, 2008 @ 6:52 pm

Nina: appunto perchè lo sa parlare così. Cioè se io dicessi ar i em mi sentirei ridicola, lei si sentirebbe sciocca a dire rem. E comunque è musicalmente molto colta, forse l’unica di quel mondo li ad esserlo davvero: vogliamo parlare di Elena Santarelli vee jay????

Commento #90 di ohmygosh
ottobre 16th, 2008 @ 6:59 pm

Vabbè ma parlare della santarelli è sparare sulla croce rossa… dai! e poi, se ammiri tanto la maugeri, come puoi accostarla alla “gnocca-rifattissima-c’ho la voce di un criceto incastrato nella ruota” della santarelli? davvero, sentirla parlare, non dico ascoltarla (che cosa potrà mai dire?) ma solo sentirla, oddio, peggio delle unghie sulla lavagna… all’anima della conduttrice… specchietto per le allodole-ragazzini pieni di ormoni di TRL

Commento #91 di silviezza
ottobre 16th, 2008 @ 7:20 pm

e poi perdonami, quando studiavate sociologia e ripetevate dove? quando? insieme a lei? se è una tua amica non vale :-p

Commento #92 di silviezza
ottobre 16th, 2008 @ 7:21 pm

e poi perdonami, quando studiavate sociologia e ripetevate dove? quando? insieme a lei? se è una tua amica non vale :-p

Commento #93 di silviezza2
ottobre 16th, 2008 @ 7:23 pm

Catania 1992 circa università di scienze politiche.
Infatti l’accostamento era volutamente forzato

Commento #94 di ohmygosh
ottobre 16th, 2008 @ 8:08 pm

ok ok, è solo una questione di fastidio “a pelle” del suo tono di voce, della sua pronuncia… nessuno la prenda sul personale!;-)

Commento #95 di silviezza
ottobre 16th, 2008 @ 8:20 pm

sono d’accordo con ohmygosh (è vero c’è di peggio e lei non è così antipatica)

e con zaffa (la bignardi mi sta allegramente sulle palle)

Commento #96 di frida
ottobre 16th, 2008 @ 9:17 pm

Il 99% dei commenti sono stati fatti da gente che sta parlando di aria fritta.

“I Marracash”? Scusate, ma prima di criticare un artista (quando se ne conoscerete una canzone è tanto) non sarebbe meglio informarsi? Vedere che il ragazzo in questione fa citazioni da personaggi letterari di un certo livello FIN DAI SUOI PRIMI PEZZI… Ascoltare il suo ultimo album anziché parlare di UN SINGOLO… No?

Chi ha scritto quest articolo e la maggior parte dei commentatori sono persone che non seguono la scena rap italiana, questo è palese, ok… Ma criticare a prescindere qualcosa che non si conosce è da ignoranti.

A me la musica house non piace, ma non mi metto a fare interventi sui blog criticando un artista che ha avuto successo basando le mie teorie su supposizioni.

In conclusione, fate un favore a voi stessi: Quando non sapete le cose, evitate di fare i finti intenditori perché ce ne sono già troppi.

Commento #97 di Silas
ottobre 16th, 2008 @ 9:25 pm

il rapper più figo di tutti i tempi è il simpaticissimo KAMINI con il suo rap “rurale” MARLY GOMONT. mi ha portato il cd da parigi la mia migliore amica mi pare un paio di anni fa, fa veramente schiattare dalle risate! spero lo troviate su youtube, merita davvero

Commento #98 di namastetov
ottobre 16th, 2008 @ 9:41 pm

ho trovato il link!!!

http://it.youtube.com/watch?v=wPJ-xRaw2l8

Commento #99 di namastetov
ottobre 16th, 2008 @ 9:52 pm

ciao… Marracash è un simpatico e inconsapevole rifiuto urbano, ma betty, please (inglesismo per stare in tema), scrivi in modo più comprensibile… è sera sono stanca, è stata una giornata pesante e per rilassarmi con il tuo post ho fatto fatica!!!

Commento #100 di laeti
ottobre 16th, 2008 @ 10:56 pm

namastetov, non ho parole…

Commento #101 di maggie
ottobre 16th, 2008 @ 11:18 pm

scusa Betty,non c’entra niente, ma il numeratore dei commenti in Top 10, non si aggiorna :)

Commento #102 di Kiss
ottobre 17th, 2008 @ 8:51 am

Un paio di settimane fa mi sono beccata lo zio (ahahah) in un locale rock/metal… no no, è solo che doveva esibirsi nel locale di fianco, peccato fosse stato chiuso per l’ennesima volta (per droga o per rissa stavolta, mi chiedo) e i grandi capi hanno avuto la meravigliosa idea di non perdere l’occasione e propinarlo a noi altri dirimpettai. Insomma due palle e che gente! Sembrava davvero un video di 50!!!

Commento #103 di Vale R.
ottobre 17th, 2008 @ 9:01 am

Un paio di settimane fa mi sono beccata lo zio (ahahah) in un locale rock/metal… no no, è solo che doveva esibirsi nel locale di fianco, peccato fosse stato chiuso per l’ennesima volta (per droga o per rissa stavolta, mi chiedo) e i grandi capi hanno avuto la meravigliosa idea di non perdere l’occasione e propinarlo a noi altri dirimpettai. Insomma due palle e che gente! Sembrava davvero un video di 50!!!

Commento #104 di Vale R.
ottobre 17th, 2008 @ 9:01 am

Silas non serve essere intenditori per riconosce che quest’uomo è un burino-truzzo-tamarro, di cui, per fortuna, tra poco non sentiremo più parlare perchè si unirà alle file dei centinaia di cantanti che hanno fatto una mezza canzoncina e di cui poi non si hanno avuto più notizie!

Commento #105 di Valentina
ottobre 17th, 2008 @ 9:01 am

S.O.S. BETTY!
Urgono commenti e dibattiti sul malvacarpet MOBO 2008
ALLUCINANTI CERTI SOGGETTONI:ecco il link: :-))
http://monstersandcritics.com/music/MOBO_Awards_-_Arrivals

Commento #106 di Misia
ottobre 17th, 2008 @ 10:44 am

“il rap e l’hip-hop in italia sono morti ancor prima di nascere. genere musicale che nel nostro paese non è riuscito a generare un vero linguaggio nuovo e non racconta nulla di nuovo”
qui o sai o non sai, in italia c’è stato e c’è tuttora a livelli underground gruppi rap di forte denuncia sociale che i vari rappettini Marra..MMarcio..FFibra manco riescono a immaginarseli.. (v. AK 47, Assalti Frontali,99 posse ecc..).

Commento #107 di zeta
ottobre 17th, 2008 @ 11:34 am

namastetov, grazie! bellissimo il video di KAMINI MARLY GOMONT, ahahahah! ma hai visto le povere vacche frisone che cercano di scansarsi?

Commento #108 di silviezza
ottobre 17th, 2008 @ 11:39 am

@Valentina

Questo è il TUO punto di vista. Io vorrei leggere i vostri commenti dopo aver ascoltato Chiedi Alla Polvere, La Mia Prigione o Bastavano Le Briciole.

Insomma, i Metallica me li ricordo per Fade To Black… Non per St.Anger. Non so se ci capiamo…

Commento #109 di Silas
ottobre 17th, 2008 @ 1:09 pm

wow! abbiamo davvero qualche karampana anche per il marra! ed io che pensavo di essere l’unico minorato mentale solo perché sono un fan di Sabryna Trash! anche Sabryna si è cimentata con grande successo col rap, ci tengo a dirlo. e secondo me è molto più orrendamente stupenda di ‘sto tizio qui. e forse persino più dotata artisticamente perché ha un’estensione vocale di ben 18 cm! ops!
:;

Commento #110 di trashy TOD
ottobre 17th, 2008 @ 1:45 pm

sono contenta che abbiate gradito, in effetti ha un suo perchè il kamini!
“je vien pas de la citè mais le beat est bon…” :-)

Commento #111 di namastetov
ottobre 17th, 2008 @ 2:16 pm

Mi devo sfogare con voi. Ho l’ufficio attaccato ad una parrucchiera ventenne che in questo momento sta ascoltando una musica orrenda. Una cosa strumentale ripetitiva al massimo, sto dando fuori di testa. Confesso la mia ignoranza non riesco a capire cosa possa essere, però si potrebbe benissimo riprodurre con il rumore di un cantiere, tipo quella macchina che mescola il cemento.Il bello è che le sue clienti in massima parte sono vecchiette non riesco a capire come facciano a sopportare questo rumore infernale. Che sia un aiuto per le messeinpiega?

Commento #112 di Nina
ottobre 17th, 2008 @ 3:10 pm

Silas su tuo invito ho ascoltato Chiedi alla polvere: ho faticato ad arrivare alla fine, il testo è di una banalità allucinante, ora sto ascoltando Bastavano le briciole ma prima mi attacco una flebo di fisiologica per essere sicura di non perdere i sensi.

Commento #113 di Valentina
ottobre 17th, 2008 @ 4:59 pm

Nina saranno sorde!

Commento #114 di Valentina
ottobre 17th, 2008 @ 5:00 pm

Sono arrivati?

Commento #115 di lara-v
ottobre 17th, 2008 @ 5:32 pm

@nina, secondo me la parrucchiera mette ‘sta roba per non sentirle parlare e mandarle via prima!!!

Commento #116 di Ghismunda
ottobre 17th, 2008 @ 6:35 pm


1. in 300 non ce annibale. sparta vs. cartagine.
2. reiterati vezzeggiativi della parola coglione uniti ai vari diminutivi e accrescitivi fanno venire il diabete.
+
1. apprezzo la mal-vastità delle citazioni.
2. sentire i repper italiani mi mette di buon umore è come vedere animali antropomorfi o malvestite. tranne dargen saccente schifoso

rispect

Commento #117 di marra è un genio
ottobre 19th, 2008 @ 12:53 pm

“1. in 300 non ce annibale. sparta vs. cartagine”
che scemoooo!!!!! è marracash che pensa ci sia Annibale in 300, non betty!…. questo la dice lunga sul cervello di chi pensa che marracash sia un genio…neanche sanno leggere…

Commento #118 di Fabula
ottobre 19th, 2008 @ 2:05 pm

Vi prego , cercatevi il rifacimento che tale Padre Pyo (spero si scriva cosi’…) ha fatto di badamumchacha, sovrapponendogli il ballo del qua qua…

io l’ho sentito a radio popolare e volevo MORIRE!!!

Betty sei come sempre la meglio… :)

Commento #119 di Alessia
ottobre 20th, 2008 @ 12:01 pm

Sai betty che non si capisce quasi niente di ciò che hai scritto? Qual è il punto del tuo messaggio chilometrico? Il tuo è un post da nevrosi, sembra quasi che il Marra ti abbia tradita con un’altra sciacqua. E’ un post-vendetta? E’ chiaro che lo hai scritto coi nervi a fior di pelle: ma sei sicura di non avere altri argomenti sui quali scrivere tutta questa caterva di inutili, deliranti frasi senza capo né coda? Centinaia di parole per dire: “oh, ragazzi, Marra è proprio un tamarro!” wow. Che acume.
Mi rendo conto che le tue scarse affinità elettive col rap ti portino ad incuriosirti al fenomeno, ma io che non mi interesso di taxidermia, non mi metto di sicuro a scrivere su un blog 6 pagine di delirio anti-animali da muro. Per qualcuno hanno il loro fascino.
Se vuoi farti uno come Marra, dagli un colpo di telefono e basta. Non ammorbare noi con chilometri di stupide argomentazioni che non si reggono in piedi. E’ evidente che ti sei informata giorni e notti su di lui e quindi, come si suol dire, ‘chi disprezza, compra’.
Fatti un rapper Betty. Ti passerà tutto.
Ok, sotto col prossimo argomento. Stai sui tuoi obbiettivi.

Commento #120 di orgoglioepregiudizio
ottobre 20th, 2008 @ 3:07 pm

E’ chiaro che lo hai scritto coi nervi a fior di pelle

Forse Betty, come tante altre persone qua (che hanno miglior diritto di te di definirsi ‘noi’), è infastidita da chi tenta di devastare in un colpo solo la musica e la cultura, due cose a cui lei tiene molto.

Così non ti piacciono gli animali impagliati, ma ritieni che per qualcuno abbiano un certo fascino? A me non piace l’idiozia, ma per qualcuno avrà sicuramente un suo fascino. Quindi bisogna incoraggiarla. C’è la società che promuove la taxidermia? Bene, allora mettiamo sù immediatamente una onlus per finanziare i comportamenti imbecilli e le legittime espressioni dell’individualità di ogni idiota del mondo, purchè egli si occupi di peggiorare il prossimo con impegno e devozione, per esempio andando in tv a discorrere allegramente di crack e lsd con ignoranza dei contenuti e disinteresse del merito per farsi pubblicità. Altrimenti sarebbe beneficienza che va in fumo!

Restando nel merito del commento, ti avverto che l’argomentazione: ‘Betty sei in debito di volatile’, è già stata usata, e forse è anche in scadenza. Ti stai pericolosamente avvicinando alla soglia del ‘ma che capelli lunghi, sei un ragazzo o una ragazza?’.

Ah signora mia, si sa che chi disprezza compra; i giovani d’oggi son tutti drogati e del resto è proprio vero che si stava meglio quando si stava peggio, non avevamo tutti questi robi informatici ma almeno giocavamo all’aperto. Oggi stanno tutto il giorno davanti ai vidiosgiochi e si rimbambiscono poi escono e fanno gli incidenti con la macchina. Per forza, ma cosa ci vuol fare signora mia, non ci sono più le mezze stagioni. La mia nipote fa tutta la giornata davanti al computer che scrive ai suoi amici, ai miei tempi gli amici si trovavano all’oratorio mica coi messaggini. Io non lo so dove andremo a finire. E se le dici qualcosa, ti risponde pure male, che gioventù che gioventù. Vado, ho l’arrosto nel forno.

orgoglioepregiudizio sei proprio una carampana ammuffita, fatti una foto della nuca e uploadala nel malvapride di interni così vinci il premio per la migliore soffitta abbandonata.

Commento #121 di Lilly
ottobre 20th, 2008 @ 7:46 pm

Uuuhhhh. Siete molto suscettibili ‘voi’ di questo fantastico gruppo di amiche con il pallino di salvare il mondo partendo da una messa in piega ben riuscita. Credetemi Lilly, Betty, Pucci e Nanni… Finché si scherza è una cosa, ma se volete far sul serio fate una pena infinita. Prendere appunti d’intelligenza da te/voi è come farsi impartire una lezione di geo-politica da una boy band. Vuoi il luogo comune?
Andate a lavorare.

Commento #122 di orgoglioepregiudizio
ottobre 20th, 2008 @ 10:22 pm

Io non capisco: hai sentito due canzoni e visto un’intervista, non conosci questa musica (vedi i soliti stereotipi sull’hip hop americano e i rapper con le pistole e i gioielli), prendi due frasi tolte dal contesto ed ecco fatto l’articolone criticone, e tutti a battere le mani..io non critico chi ha gusti diversi dai miei, ma critico eccome chi parla senza conoscere.. quindi a voi non piacciono i “maestri indiscussi di verità moraleggianti formato mignon”?!Allora sbaglio mio,seguendo questo sito e i commenti scritti con gli occhi a cuoricino verso “quella che non le manda a dire” mi sembrava tutto il contrario.

Commento #123 di elisa
ottobre 21st, 2008 @ 12:08 am

Questi si sono davvero geniali, guardate un po’…

http://www.youtube.com/watch?v=3zWCybw8ATY

Commento #124 di Davide
ottobre 21st, 2008 @ 9:32 pm

lilly fantastica l’idea della soffitta!

Commento #125 di Valentina
ottobre 22nd, 2008 @ 7:06 pm

Riguarda a quel liquame umano: senza parole.

Darwin, sicuro di aver ragione?

Commento #126 di Sian
ottobre 22nd, 2008 @ 11:52 pm

COME AL SOLITO IO AMO FOLLEMENTE BETTY
YO YO YO YO YO YO YO YO YO YO YO
vi devo svelare una chiccha
I

Commento #127 di MIAWALLACE
ottobre 23rd, 2008 @ 5:23 pm

ho scritto troppo veloce come tarracash
IL PRINCIPEDI BARONA HA GIRATO IL VIDEO DIETRO CASA MIA…CHE CULO,VERO?
anni fa c era un locale a milano chiamato Cripta,in Via Cadore,io lo adoravo ,ma purtroppo fu infestato da personaggi come GRILLO(grido)dei Gemelli Diversi..che nel tentativo fallito di broccolarmi disse:oh bbella,yo yo yo yo yo,il tuo cervello sta andando a casa,ma la tua patata è qui.dopodichè fui indecisa se investirlo con la mia macchina o riderlgi in faccia..ancora adesso mi pento di avere scelto la seconda..
NON è SSESSSOOO MA AMMMMMORE CON TE..

Commento #128 di MIAWALLACE
ottobre 23rd, 2008 @ 5:27 pm

MIAWALLACE tu si che sei fortunata ad aver vissuto questo tentativo di broccolamento!

Commento #129 di Valentina
ottobre 23rd, 2008 @ 9:09 pm

ammazza quanto sei stressata! ma farti una scopata invece di prendere per il culo qualsiasi persona non sia come te? ah tu sopra queste persone ci lavori ricordatelo!

Commento #130 di Cele
ottobre 25th, 2008 @ 11:27 am

marra è er mejooo! up up sosteniamolo!!!

Commento #131 di marracashina4ever
ottobre 26th, 2008 @ 5:07 pm

Betty non sa che cosè la ram,odia i rem, beve rum,abita vicino un campo rom

Commento #132 di Sergia
ottobre 30th, 2008 @ 10:57 am

Ma io al posto ke prendermela con Marra, Andrei a scuola a imparare a scrivere…
cazzo nn si capisce niente!

Commento #133 di Anonimo
ottobre 31st, 2008 @ 3:50 pm

Mi dispiace che tu abbia una tale insoddisfazione nella tua vita… perchè è chiaro che devi avere un mix di invidia, tristezza e insoddisfazione sessuale per scrivere certe cose…

Commento #134 di Lale
novembre 2nd, 2008 @ 2:52 pm

Onestamente?
Fai la stessa cosa per la quale critichi marracash: parli di qualcosa che non sai, di una persona che non conosci, come se ne fossi esperta. Ma soprattutto lo fai utilizzando un linguaggio volgare, un modo di scrivere che denota ignoranza, atteggiandoti ad intellettuale.
Gratuitamente offensiva.

A me sembra un ragazzo come altri, forse anche con una cultura al di sopra della media, rispetto a ciò che si vede in giro, che fa della buona musica per coloro ai quali piace il genere.

Certo è meglio parlare male, anche se ignoranti in materia, piuttosto che informrsi ed essere sinceri.
Altrimenti poi chi ti scrive “oh ma quanto mi piaci quando fai la cattiva!”?

Commento #135 di Yuz
novembre 2nd, 2008 @ 6:13 pm

hahaha ma chi cazzo siete tutti voi? i fan di betty? ma scusa ma non è neanche da paragonare ai sostenitori di marra, nessuno sa chi tu sia cara betty, e parli in modo strano e veramente di cose che non conosci.
dici che lui è un prodotto della casa discografica qando è lo stesso identico marracash di anni fa, quando nessuno se lo filava. ha avuto, a mio parere, il successo meritato.
Poi scusa lo sfotty per il nome, e te ti chiami betty moore? ma sei scema o cosa?
Ma va va…

Commento #136 di Pollo
novembre 3rd, 2008 @ 2:18 pm

Oh Oh Oh
stai gestendo un blog sui malvestiti d’altronde
nonèccheddici eh

Commento #137 di SonTroppoGeeNigguhFaccioBruttoSparo
novembre 6th, 2008 @ 11:54 pm

non sono nessuno e non mi interessa creare una di quelle discussioni sconclusionate da blog adolescenziale, è la prima volta che vengo su questo forum ( e credo sarà l’ultima )e l’ho sfogliato velocemente finendo in questo mesto post. Io sono un cosiddetto “rapper”, anche se non lo amo come termine essendo associato troppo spesso a teenager che scimmiottano 50cent, appassionato di moda e trovandomi su questo blog e, capendo quanta ipocrisia e boria sia intrisa in queste pagine( nonchè superficialità), ho scorso le pagine fino a trovare quello che sapevo esserci: un articolo sui rapper. Era quantomeno ovvio e scontato trovarne uno. Non sono un fan del kebabbaro di cui sopra, ma voglio commentare comunque questo climax di baggianate. L’hip hop è da sempre considerato nel Bel Paese (bello solo in superficie…) …

Commento #138 di Anonimo
novembre 29th, 2008 @ 1:16 am

secondo preconcetti e stereotipi, purtroppo anche tra chi lo fa. Io non sono un amante della scena Italiana, nella sua totalità trovo solo pochi artisti interessanti quali TwoFingerz e Dargen D’Amico, che hanno un approccio molto diverso, scostandosi dagli atteggiamenti gangsta; e critico molto spesso questa visione post-50centiana dell’hiphop. I rapper italiani o fanno schifezze underground con testi impegnatissimi ma privi di musicalità o fanno commercialate Dogoniane, non ci sono mezzi termini. Non scuso però chi critica senza conoscere, chi attacca i rapper italiani e la musica che fanno.. tu in primis. Dall’articolo si evince che tu abbia ascoltato solo il singolo di Marracash e che non ti sia sprecata ad un ascolto dell’intero album. Io quest’album l’ho ascoltato. E’ una cagata a mio parere, ma almeno ho avuto l’accortezza di conoscerlo prima di disprezzarlo…

Commento #139 di Anonimo
novembre 29th, 2008 @ 1:27 am

Onestamente?
Fai la stessa cosa per la quale critichi marracash: parli di qualcosa che non sai, di una persona che non conosci, come se ne fossi esperta. Ma soprattutto lo fai utilizzando un linguaggio volgare, un modo di scrivere che denota ignoranza, atteggiandoti ad intellettuale.
Gratuitamente offensiva.

A me sembra un ragazzo come altri, forse anche con una cultura al di sopra della media, rispetto a ciò che si vede in giro, che fa della buona musica per coloro ai quali piace il genere.

Certo è meglio parlare male, anche se ignoranti in materia, piuttosto che informrsi ed essere sinceri.
Altrimenti poi chi ti scrive “oh ma quanto mi piaci quando fai la cattiva!”?

Commento #140 di QUOTO
novembre 29th, 2008 @ 1:30 am

non so a cosa vi ispiriate, io sono laureato in ingegneria e niente può turbarmi di questi discorsi da idioti, che anzichè farvi crescere vi fanno stare qui impalati d’avanti al pc… in ogni caso so solo ke il 99 % di voi se avesse gente come loro…e gente come me, che anche se ora son quel che sono , sempre nella strada son cresciuto, non avrebbe assolutamente le palle di dire in faccia queste cose … ;) vogliamo scommetterci qualcosa? quando non si conosce qualcosa è meglio non parlarne… credete davvero ke M.Manson sia una satanista ? Credete davvero ke eminem dei tempi migliori se avesse trovato realmente un fan nella sua proprietà lo avrebbe sparato in faccia come asserito in un’intervista ?se per voi questa è merda allora cominciate a kiedervi ke forse è la merda ke la gente di merda forse vuole ;) … c u… e ai senzapalle ke proveranno ad offendere ( visto ke io non lo sto facendo ) solo perkè credono di sre protetti da uno schermo dico solo una cosa… ogni sera dalle 23 in poi sto in trecca a milano… se volete dirmi qualcosa sono lì ;) bye

Commento #141 di antonio
novembre 30th, 2008 @ 2:27 pm

ALLORA A DISTANZA DI QUASI DUE MESI : LA BIGNARDI E’ SIMPATICA QUANTO UN CARCIOFO IN… PER QUANTO RIGUARDA LA MAUGERI NESSUNA DI NOI MESSA INSIEME NE SA’QUANTO LEI DI MUSICA OLTRE CHE ALL’INGLESE-
MAFALDA OVER 40
PS SARO’ UNA MADRE DEGENERE MA IO MARRACASH L’HO FATTO SENTIRE PURE ASCOLTARE A MIO FIGLIO CHE HA 10 ANNI E NON HO UN PASSATO DISAGIATO

Commento #142 di daniela.vanzini
dicembre 21st, 2008 @ 8:06 pm

dai dopo i shonora è il cantante +++ schifoso al mondo forse lo supera solo fabri fibra

Commento #143 di marta
dicembre 24th, 2008 @ 6:51 pm

ma voi l’avete almeno mai letto o sentito sul serio un testo di marracash?

Commento #144 di vittorio
gennaio 27th, 2009 @ 9:53 pm

io sto dall’altra parte.. non da quelli che il regalo mio più grande è il testo dell’anno..non da quelli che De andrè è un grande ,perchè l’ha detto “mò non mi ricordo chi”.. ma da chi ascolta.. da quella fetta ignorante che si diverte tra un suono e un gioco di parole..io sto con chi ti sa dire qualcosa.. e a me Marra onestamente qualcosa sa trasmetterlo..poi certo può non piacerti..ma leggi qualche testo..senza preconcetti..e se per te resta una nullità, pazienza..

Commento #145 di j..
febbraio 9th, 2009 @ 12:59 pm

ehh..immagino di si..immagino sià sacrosanto e giusto sputtanare chi ci prova con un po di credibilità e talento..
daltronde non voglio dire che Marra sia un dio semplicemente sparare a zero su chi parla della propria realtà e cerca di farlo in modo sincero e vero mi sembra un gioco che può andare bene giusto a chi trova la propria soddisfazione dietro gli schermi..
vai vai betty continua cosi
magari un giorno riuscirai a fare successo tirando merda su chi si espone..
a quanto pare viene apprezzato..
e un ultima domanda che musica ascolti?

Commento #146 di Marco
luglio 12th, 2009 @ 2:44 pm

Siete proprio patetici andatevene a fanculo nn sapete nemmeno di cosa state parlando mi smebrate i classici coglioni ke nn hanno niente da fare e allora si mettono a insultare i rapper ke dicono cose intelligenti e vi inventate minkiate su di loro x farli sembrare i soliti maledetti gangsta ke sanno dire solo: o bella zio ti spakko il culo. Marra nn è cosi e uno dei pochi ke ancora trasmette dei messggi forti..e viene insultato cosi da una skizzata su internet? baciami le palle “BETTY”

Commento #147 di Anonimo
settembre 3rd, 2009 @ 3:12 pm

non ho letto perchè NON MI VA
ma mi sembra PALESE che sei IGNORANTE in fatto di hiphop italiano.
invece di blastare (si blastare)i primi 4 coglioni che mandano in tv potresti iniziare ad ascoltarti chi veramente fa rap con i controcoglioni.( purtroppo non li potrai mai trovare su TRL mi dispiaccue tantissimo per te)

Commento #148 di flavia
ottobre 15th, 2009 @ 1:40 pm

guarda dopo questa intervista ho smesso di ascoltare marra (si lo ammetto prima lo ascoltavo…sigh).sembra non sa neanche cosa dire si fa prendere per il culo da st altra che.parla di strada e di vita simil mafiosa vorrei ma sono sfigato come in pivello sfigato di quartierino….sfigato e basta ….

Commento #149 di costa
novembre 29th, 2009 @ 8:18 pm

Ciao,

intervengo in qualità di saltuario lettore di questo blog e dopo aver letto, riportate ed estrapolate in modo abbastanza fuorviante, alcune frasi che Marracash aveva rilasciato al sottoscritto; in un’intervista svoltasi, proprio in questo periodo, ormai quattro anni fa.

Lo faccio meno per vestire i panni di avvocato difensore di Marracash, che è conoscente/amico di vecchia data, quanto più per non vedermi assimilato al giornalista musicale in stile XL; quello che intervista Carmen Consoli e scrive un pezzo in cui la suddetta sembra Simone De Beauvoire dentro al corpo di Patty Smith.

Detto ciò, se il tono della mia intervista e i nomi che si sono scomodati (Baudelaire appunto, Dostoevksij appunto, Bukowski e Fante appunto) sono stati di quella stazza è accaduto perché, avendo avuto modo di conoscere Marracash anche a un livello informale, ho potuto constatare che il suo non era un interesse posticcio rispetto a quegli autori, bensì il frutto di un’ erudizione/passione genuinamente personale.
Chiunque può leggere Delitto e castigo o Le memorie del sottosuolo, anche se cresciuto in Ba-Ba-Ba-Barona; non tutti lo fanno certo, ma è qualcosa che mi induce all’ottimismo non al sospetto.
Credo testimoni della grandezza di Dostoevskij e soltanto di quella.

Se poi si vuole assegnare il patentino di citazione di un determinato autore solo a chi ha letto minimo due volte i Karamazov, ha scritto un paio di saggi sul Grande Inquisitore e si è interrogato a lungo sulla figura di Ivan confrontandosi con le critiche di Berlin, Girard e Bachtin… beh, sono d’accordo, è un altro sport ma dubito lo possa giocare chi scrive questo blog.

Precisato questo, non entro nel merito di quello che è, mediaticamente e blogosfericamente, il peso specifico di Marracash ad oggi e dopo il suo exploit; lo frequentavo con un certa frequenza anni fa e, all’epoca di quell’intervista, non ne ho raccolto che impressioni positive: non sono il giornalista gonzo che sente Baudelaire e pensa – oh figata!- però poi deve controllare su wikipedia come si scrive mentre sbobina.

Non giudico l’operato musicale, televisivo, culturale, comunicativo di Marracash o il suo apporto alla cultura del paese (che apporto volete che dia un rapper?) negli ultimi anni, perché, in tutti i sensi, l’ho perso di vista; mi limito a difenderne la buona fede e la genuinità come lettore di Dostoevskij etc. (visto che lo citate come claim fin dalla prima vignetta) nei suoi early years di “artista” e, nello stesso momento in cui lo faccio, asserisco la mia capacità di discernimento tra chi scomoda la cultura per fare l’uomo marketing di se stesso e chi, con tutti i propri limiti, la utilizza per farne uno strumento conoscitivo e critico.

Si può questionare all’infinito su come sia possibile fare Badbumchacha dopo aver letto i russi (1) ma del resto mi risulta che non tutti quelli che hanno letto Kafka siano diventati Beckett.

Saluti

(1) una domanda a cui un accorto ed appassionato lettore di Dostoevskij dovrebbe saper trovare una risposta senza scandalizzarsi poi molto.

Commento #150 di Cesare Alemanni
dicembre 15th, 2009 @ 12:54 am

mamma mia quanti sfigati che si riempiono la bocca di parolone ….. andate a cagare tutti… continuate a sparare le vostre cazzate tanto a noi non ce ne frega un cazzo del vostro giudizio…anzi più non vi piacciamo e più siamo felici…sta roba la facciamo per noi,perchè per noi e importante avere un modo per esprimerci e per fortuna qualche negro ha inventato il rap. se vi sta sul cazzo non ascoltatelo e guardatevi la televisione cosi siete tutti contenti e non rompete il cazzo.
boom32

Commento #151 di lammerda
gennaio 9th, 2010 @ 1:24 pm

Signor Alemanni,il problema non è tanto Marracash o quello che dice Marracash in un dato momento, quanto un atteggiamento generale e generalizzato che va oltre qualsiasi personaggio e le sue intenzioni. Questo voler appiccicare, o appiccicarsi,in un modo o nell’altro, a qualsiasi costo, l’etichetta di questo o di quell’altro (che sia Dostoevskij o Bukowski etc etc, che sono citati sempre, in ogni dove e in ogni luogo poveri loro).
E’ questo atteggiamento dello sciorinare quell’autore o questa o quella sua frase che appare, quanto meno, fastidioso. Tutti si ritrovano nello spleen Baudelariano, ma non mi metto a dire alla cassiera del supermercato sotto casa “c’ho lo spleen” (“c’ho la gonorrea” forse mi darebbe più punti nel gioco “Ok, me la voglio portare a letto”). Ma non è questo il punto. Il citante lo fa anche in maniera del tutto ingenua o con le migliori intenzioni, nulla di male, non è il citare che è sotto accusa.
Non è sotto accusa il “mi alzo a mezzogiorno come Bukowski” o “rubavo gli zaini perchè se lo meritavano” tirando in ballo

Dostoevsvkij, quanto l’idea di andare oltre e arrivare a considerare queste esternazioni come mezzi “conoscitivi e critici”

(?) E’questo gioco che mi sento di mettere sotto un bel “j’accuse” (e mi permetto, con arroganza, di pensare che anche per

molti altri commentatori di questo blog sia così). E’ un malsano atteggiamento generalizzato che ritrovo ovunque questo; lo

ritrovo in recensioni di primi libri di autori oscuri che vengono battezzati come “il genio della letteratura del

nuovo millennio” con l’aggiunta di una sfilza di nomi che vanno da Faulkner a Vonnegut per mettere l’accento sulle “vibranti

parole scritte col sangue che arrivano come un rasoio sulla pelle” (si, ho letto cose che voi umani..cacchio ho citato

indirettamente Dick).

Parlando in generale, ognuno ha il diritto di citare chi vuole, quando vuole e come vuole; meno direi è consentito ritrovarmi

critici, giornalisti o altre tipologie derivate, che sembrano bagnarsi nei pantaloni anche quando palesemente quella frase o

quella citazione, o quell’atteggiamento sono, seppur consentiti e degnamente in diritto di essere, di per se banali o vuoti a

perdere. Non posso leggere cose su Morgan del tipo :

“l’arrivare in ritardo è per lui un atto di rivolta”

senza rimettere la peperonata che ho mangiato stamattina (ma almeno questa posso giocarmela per il mio problema di eiaculazione precoce, dicendo magari che “è un atto di rivolta contro una visione capitalistica/tecnicizzata del sesso”)

oppure un

“Si può questionare all’infinito su come sia possibile fare Badbumchacha dopo aver letto i russi…una domanda a cui un

accorto ed appassionato lettore di Dostoevskij dovrebbe saper trovare una risposta senza scandalizzarsi poi molto”

senza profondare in un oblio mentale dove risuona il suono dei piatti della mia scimmietta del cervello come un novello Homer

Simpson…

Che vuol dire? Che significa? Posso ritrovare Dostoevskij nello spalmare la nutella su una fetta biscottata, ma qualcosa mi

dice che sarebbe come voler colpire una mosca con un Panzerschreck…

Io continuo a petare lo stesso dopo aver letto Guerra è pace…c’est la vie…possiamo anche discutere su Tolstoj e i miei problemi digestivi allora? O devo citare kafka ogni volta che ammazzo uno scarafaggio?

Commento #152 di Crakowski
gennaio 9th, 2010 @ 6:11 pm

è un rapper, prendere sul serio un rapper od i suoi testi è estremamente stupido, farlo senza neanche informarsi prima oltre a stupidità denota anche una certa malafede ed un astio le cui origini non sono chiare (rabbia? stress? frustrazione? ti ha rigato la macchina?)

poi potete continuare a farvi le seghe su quanto vi sentite superiori, percarità.

Commento #153 di ikebana
gennaio 29th, 2010 @ 2:35 pm

Betty moore; Inanzittuto vorrei farti davvero i complimenti per gli argomenti profondi che vai a toccare data la tua grande cultura. Poi sono sorpreso dal fatto che una grandissima blogger come te, abbia del tempo da dedicare a Marracash del quale riporti citazioni, risposte e ancora e ancora.. potevi sprecare il tuo tempo sulle massime di qualche filosofo invece che su gente che reputi SPAZZATURA..no? Non pensare a rispondere, perchè daltronde come io sono rimasto affascinato da questo tuo articolo, tu sarai rimasta colpita da qualche canzone “DEL MARRA” no? Bene, ho sprecato 3 minuti del mio tempo per andare a vedere di cosa ti occupi, quali sono gli argomentoni che tratti nei tuoi articoli così profondi, però a differenza tua l’idea che mi sono fatto (su di te,in questo caso) la tengo per me e se avrò modo di incontrarti ne avrò di cose da dirti. Sempre che tu ti faccia riconoscere dato che sei una “blogger anonima che si aggira per le strade italiane armata di taccuino per fermare il malvestitismo. Catalogate 332 donne,39 coppie,29 uomini.”la Repubblica”. Però…
-voglio dirti solo che(a mio parere x carità)questa è l’ignoranza: questo polemizzare inutilmente su cose che non contano nulla che chiunque è costretto ad assorbirsi nel momento in cui accende la tv e/o apre un giornale e/o come in questo caso addiritura scrive DOSTOEVSKIJ su google e che trova? Il tuo inutile e fastidioso parere, su quello che ha detto un’altra persona- riguardo all’obbiettivo della mia ricerca… Ti saluto.

Commento #154 di Alessandro
marzo 21st, 2010 @ 3:13 pm

Penso all’innoquità di costui.
Quando i bambini crescono e capiscono che i pantaloni di 8 taglie più grandi non fanno figo, ma utente psichiatrico, che le padelle al collo non fanno alternativo ma ti emarginano anche ad un colloquio di lavoro per nettar porcilaie, che la disfatta dei modi e delle parole non fa scazzato dalla vita e quindi abile nel fregarla ma semplicemente disadattato fonoposturale, questi personaggi da avanspettacolo scompaiono in qualche campo di pomodori senza lasciare alcuna traccia.
A mio avviso, comunque, i bambini situation che girano ed introppano le nostre città non saranno pasto manco per le fabbriche di domani, perchè non esisteranno più. Costoro si ritireranno sugli alberi, nei boschi, o nelle grotte, a dimenticarsi di esser nati e l’involuzione per molti sarà il tornasole del tutto

Commento #155 di waldezwei
giugno 8th, 2010 @ 9:21 am

Betty! Toornaa!

Commento #156 di BettyTORNA
luglio 12th, 2010 @ 7:10 pm

waldezwei,
prima di scendere dall’albero, uscire dalla grotta, aver finito di mangiare tutti i pomodori del tuo orticello, potresti almeno chiudere il dizionario.. o iniziare a parlare come mangi..

Commento #157 di alessandro
luglio 29th, 2010 @ 10:30 pm

Io direi che più che la mrs doubtfire del sito,degli incazzati rappattoni richiamati al loro “girone d’origine” più che tutto il resto bisognerebbe guardare al fatto che voi/noi,perdiamo la vita su questi mezzi,queste pagine inconsistenti,che ci relegano in un abisso di ubiquità…e non è un bene al giorno d’oggi…dato che è molto più difficile vivere in un posto e potersi ritrovare sulla terra che calpestata.
E dire che questa dovrebbe essere l’avanguardia della moderna comunicazione…accipicchia,direi che siamo finiti bene,chissà domani come sarà..un bel paradiso di citazioni,di ragazzi gufo,di parodie intellettuali sessantottine o demagogie del terzo millennio!Mille contatti,mille commenti,mille punti shell,mille luci e mille icone lampeggianti.Beh,io mi faccio gli auguri…sempre aspettando godot,che al solito….tarderà ad arrivare.Ciao bet,con affetto.

Commento #158 di alberto
settembre 11th, 2010 @ 9:20 am

[…] reppe’ italiani fanno tutti cagare tranne il suo amico Marracash (il Nulla ma di strada) che gli ha portato in regalo un pezzettino fragrante di fumo quello bbono (la canzone inizia […]

Pingback #159 di le Malvestite » Blog Archive » Fabri Fibra, Controcultura: il fratello gemello di Marco Travaglio fa un reppe scritto nel futuro che è come un cellulare, invia i messaggi
settembre 20th, 2010 @ 1:44 am

hey gelataya marra mi fa sbocco/
però tu di più senti me: vali poco/
critichi l’hip hop i rep e la “vita brada”/
chi lo fa come lavoro/
ma pure tu come loro/
scrivi come se stessi parlando in strada/
tu sei più nonsense del peggio testo di fibra/
se lui è un chilo di merda tu non sei mezza libra/
era meglio se …rimanevi alle barbi/
sei un mix dei lati peggiori di mughini
e sgarbi/
le critiche distruttive da bimba frustrata/
da marra vorresti sculaccione e frustata/
sht bimbetta dai oggi fai il dog/
chiudila con questi epic fail da blog/
invidiosa torna alla tua cassa alla coop/
e sciaquati la bocca se parli dell’hip
hop/
aspettavamo te a spiegarci che x è un coglione/
prendi ste due palle in bocca gely: fragola e limone!

Commento #160 di yo
ottobre 11th, 2010 @ 6:00 pm

Insomma,bello insultare a manetta e sparare a zero su artisti che nemmeno si conoscono a fondo.Wow,la vostra vita dev’essere sicuramente interessantissima e la vostra cultura letteraria veramente sopraffina… Ma per favore.Mentre voi sprecate la vostra inutile esistenza dietro lo schermo di un pc,il vostro “Marrachesc” (spero scherziate) ha vinto il disco d’oro. Bello nascondere la frustrazione di non aver concluso un bel niente nella vita dietro un “articolo” (illegibile poi) pieno di insulti gratuiti senza una base logica,basati solo sull’ascolto di due singoli e non degli interi album. Tanti saluti.

Commento #161 di Francesca.
maggio 1st, 2012 @ 2:15 pm

mazza prolissa scrivi, ci volevano 8957 cartelle per spiegarci che marra è un coglione, guarda che i fighetti snob che leggono la sera alla luce della lampada di design e si indignano se gli citi a sproposito i poeti maledetti (perchè loro si che hanno versato il sangue su quelle pagine) referenti di sti blog di “chi ne sa” lo sapevano appunto di già, e pure noi… e comunque il tuo stile fa acqua, non ti è bastato leggere e approfondire, ne pure il master pagato dal papi, non lascerai il segno zia, resti un insetto da server, evidentemente è una mera questione d’intelligenza che ti manca
p&l

Commento #162 di o bella zio
marzo 8th, 2013 @ 3:25 pm

Lascia un commento

Tag permessi: <a href=""></a> <b></b> <i></i> <strike></strike> <blockquote></blockquote>

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.