Twilight #3: il più pericoloso predatore glitterato di tutti i tempi

Le altre puntate di Twilight: 1, 3, 4
Il secondo libro, New Moon, puntate 1, 2, 3, 4 (e c’è anche la recensione del film)
Il terzo libro, Eclipse, puntate 1, 2

Riassunto delle puntate precedenti: c’è la ragazzina protagonista, Bella Swan, che s’è innamorata di un suo compagno di scuola, Edward Cullen, che è bello bello bello in modo assurdo e c’ha i capelli bagnati che gli stanno da Dyo e lo sguardo “di sottecchi” misteriosissimo e la voce “vellutata” e la calligrafia sexy che ti scioglie e poi, di più!, le ha salvato la vita facendosi rimbalzare sul petto muscoloso un’automobile impazzita e inoltre, ancora!, quando guida la sua, di automobile (che è un razzo Volvo col motore a curvatura), è un adorabile sborone fascinosissimo di quelli che ti si incollano dietro in autostrada lampeggiando assatanati – quindi, insomma, si capisce che di fronte a un tale splendido fustaccio la ragazzina Bella Swan (come del resto tutte le ragazzine nel raggio di chilometri e chilometri) non possa che essere cotta a puntino; ma! – c’è un ma – pare che Edward Cullen nasconda al mondo un qualche oscuro spaventoso segreto – come mai è così superforte? come mai è così superfigo? – cos’è che ci nasconde? Che domande, già sapete tutto, ma ora ve lo racconto io – sommario:

1) com’è che un imbecille seduce un altro imbecille
2) Noè non aveva mandato gli inviti ai lupi mannari
3) internet corrompe più della Coca-Cola
4) il tipo di vampiro “Edduccio” (l’unico da adorare)
5) sopraggiunge Hasselhoff in derapata
6) il completino alla moda papponcello anni settanta
7) i vampiri bari e spendaccioni
8) prima di menare i grizzly li piglio per il culo
9) l’impiccione autistico asfissiante
10) mi ami? ma quanto mi ami? mi pensi?
11) il supercanticchiare
12) una bella idea: meet the Cullens

I personaggi che incontreremo stavolta sono (da sinistra: Jacob Black, Hasselhoff, la colazione di Emmet Cullen, Emmet Cullen, il debosciato ubriacone molesto)

Torniamo alla nostra storia, allora, e ritroviamo Bella Swan che sta cazzeggiando con gli amici, tra cui un gruppetto di adolescenti indiani, della tribù Quileute, che abitano in una riserva lì vicino Forks; quando per caso viene fuori il nome di Edward Cullen (le amiche sonosoloinvidiose la sfottono Bella sposa Edward Cullen! Bella sposa Edward Cullen!) gli indiani si straniscono e dicono uhm, i Cullen, già già, li conosciamo bene i Cullen, noi, è proibito per i Cullen entrare nella nostra riserva – e troncano bruscamente il discorso; al che Bella, incuriosita, punta l’indiano più piccoletto, che si chiama Jacob Black, e decide di estorcergli qualche informazione in più – come fare? facile: lo prende in disparte e tenta di farci la smorfiosetta seducente,

Speravo che il giovane Jacob non ci sapesse ancora fare con le ragazze e che perciò non avrebbe smascherato i miei tentativi di flirtare con lui

(il concetto sarebbe cioè che non esiste miglior modo per far parlare un maschio che intontirlo sculettandogli attorno e facendogliela annusare nella posa della cretinetta svampita adorante) – e i furbissimi “tentativi di flirt” di Bella consistono in

“Quanti anni hai, sedici?”, chiesi, cercando di non fare la figura dell’idiota mentre sbattevo le ciglia come avevo visto fare a qualche ragazza in TV

ovvero: solleticare astutamente la vanità del ragazzino a cui piace pensarsi più grande e grosso e maturo di quel che è – incredibile ma vero: funziona!

“Ne ho appena compiuti quindici”, confessò lui, lusingato.
“Davvero?”. La mia espressione era piena di falsa sorpresa. “Ti facevo più grande”.
“Sono alto per la mia età”.

andata!, ormai che il bamboccio è intontito a sufficienza, praticamente sotto ipnosi, è pronto a spifferare qualsiasi cosa: Bella gli chiede di parlarle dei Cullen e Jacob esegue – la prende un po’ alla larga (piccola parentesi di creazionismo mormone),

“Alcune leggende risalgono al Diluvio Universale. A quanto pare, gli antichi Quileutes legarono le loro canoe alla cima degli alberi più alti, per sopravvivere, come Noè e la sua arca”.

ma poi arriva al punto: le spiega che la sua tribù di indiani è in realtà una tribù di licantropi che storicamente c’ha sempre avuto qualche scazzo coi vampiri – per via delle robe da mangiare – e che quindi secoli e secoli fa indiani/licantropi e vampiri hanno fatto il patto di non rompersi più le scatole a vicenda, ed è per questo che la famiglia Cullen non entra nella riserva, perché nessuno lo sa, ma è una famiglia di

“Bevitori di sangue”

oh ecco, ottimo!, e adesso che Jacob le ha spifferato tutto e non c’è più bisogno di tenerselo nei paraggi, via, sciò, Bella congeda l’indianuccio con uno svenevole regalino d’addio,

Ero profondamente grata a Jacob e impaziente di ricompensarlo. Gli feci l’occhiolino.

(per quanto riguarda la storia dei licantropi, ve lo anticipo: sì, ci sono pure i licantropi – che sono esserini idiotissimi ancora peggio dei vampiri, vedrete! – dal secondo libro in poi: ce n’è uno nel trailer di New moon, ce l’avete presente?, è proprio questo Jacob qua, come dice Fitz, “il licantropo cabrio, che si trasforma al volo tipo Commander”)

Dopo aver parlato con Jacob, terrorizzata, Bella si mette al computer alla ricerca di qualche notizia sui vampiri, e però, siccome internet è uno strumento di Satana e la mormona Stephenie Meyer non deve averci una gran confidenza, non sa come funziona, succede che appena Bella si connette

Ovviamente, lo schermo era pieno di pop-up pubblicitari

chiude i pop-up e va su un motore di ricerca (c’è scritto “il mio motore di ricerca preferito”: né Google né altri hanno sganciato la grana, evidentemente) e anche lì, di nuovo

Chiusi un altro paio di pop-up

ricerca “vampiri” e trova

un sito promettente: Vampiri A-Z

e anche là, aridaje,

Aspettai con impazienza che le pagine si caricassero, chiudendo alla svelta tutte le finestre di pop-up

Per cui la diagnosi mi sembra abbastanza chiara, una delle quattro:
1) Stephenie Meyer ha lavorato sempre e soltanto con pc che brulicavano di virus;
2) Stephenie Meyer non ha mai sfiorato un browser in vita sua e ha appreso qualche vaga (errata) nozione internettiana dai sermoni parrocchiali “internet è più impuro e satanasso della Coca-Cola”;
3) Stephenie Meyer c’ha installato un plugin superinvasivo per una corretta navigazione mormonica che le riempe il browser di avvisi pop-up del tipo “Dyo ti proibisce di cliccare lì!” e “sei sicura di voler cliccare? ci cliccherebbe, Dyo?” e “ecco un bel posto dove cliccare! cliccaci, cliccaci!… disse Satana tentatore!”;
4) Stephenie Meyer, alla faccia del santissimo Joseph Smith (che secondo me però, in cuor suo, zitto zitto, approverebbe), naviga solo per siti pornazzari.

(questo Vampiri A-Z di cui parla, eccolo qua, l’ho scoperto spulciandomi un forum di funz bimbominkia – che commentano:)

Vi ricordate quando Bella fa quella ricerca sui vampiri?? e trova il sito Vampiri A-Z?? Il sito esiste davverooooooooooooooooooo!!!

ma che fatica per i funz bimbominkia leggerselo tutto, troppi vampiri, che noia, chissene,

troppi tipi…..ma per me il tipo classificabile come EDDUCCIO e’ l’unico da adorare e rispettare…..il resto non conta!

(sito che tra l’altro – scommetto che gliel’ha stampato un amico che sa usare internet – è l’unica fonte d’ispirazione vampiresca della stessa Stephenie Meyer, che ad oggi non ha ancora mai letto un qualsiasi classicone sull’argomento – neppure il capostipite Bram Stoker, per dire – e non ha visto mai un film qualsiasi tra i più famosi che parlano di vampiri, niente, e se ne vanta placidamente, credendo forse che questo dia più valore – “tutte cagate del mio sacco!” – alle sue storielline bimbominkia)

il sito Vampiri A-Z è pieno di crudelissimi mostri mangia-uomini, che paura, Bella è così scossa che spenge il computer di botto, senza pensare (sentite qua che meraviglia, Stephenie Meyer che copia direttamente dal libretto di istruzioni di Windows),

Spensi il computer direttamente dall’interruttore, senza aspettare di chiudere correttamente la sessione

Il giorno dopo la guglata Bella se ne va con le amichette a fare un giro di shopping in un paesello lì nei pressi, Port Angeles, e a un certo punto succede che si separano, Bella rimane da sola, vuole andare in libreria (le amiche, più rozze e superficiali, per niente alla sua altezza, non sono interessate), e mentre passeggia da sola – attenzione! – s’accorge che un gruppo di debosciati ubriaconi, molestissimi, la sta tampinando: Bella cerca di seminarli ma niente, finisce in un vicolo cieco, i debosciati le sono alle calcagna, è una situazione disperata, aiuto! aiuto!

All’improvviso, da dietro l’angolo spuntarono due fari accesi […] La macchina argentata, a sorpresa, inchiodò derapando, e la portiera del passeggero si aprì a pochi centimetri da me.
“Sali”, ordinò

E’ lui! E’ lui! La derapata è inconfondibile: Edduccio, sei proprio tu!

Schizzano via – ancora un siparietto di sboronità automobilistica, un evergreen: la femminella facilmente impressionabile che strepita terrorizzata e il maschione virile che se ne sbatte e la rassicura da vero esperto ridacchiandosela superiore,

“Santo cielo! Rallenta!”
“Cosa c’è?” era stupito, però non decelerava.
“Stai andando a centosessanta!”
“Rilassati, Bella. Non usciremo di strada”
“Perché tutta questa fretta?”
“Guido sempre così”. Si voltò per sorridermi, ammiccante.
“Odio andare piano”

Per farla riprendere dallo shock, Edduccio porta Bella in un ristorante. Là, per la prima volta, Bella fa caso al suo modo di vestire, che è quello di un papponcello narcotrafficante anni settanta,

Indossava una giacca di pelle beige, sopra un dolcevita bianco. Gli stava a pennello, metteva in risalto i muscoli del petto

e che corpo, accidenti!

Il tessuto aderiva al suo torace muscoloso e perfetto. Che io riuscissi a distogliere lo sguardo dal suo corpo era la dimostrazione della bellezza inaudita del suo viso

Bella c’ha i brividi di freddo e lui le presta il giaccone, sul quale

aveva un profumo straordinario. Lo annusai, cercando di identificare l’aroma delizioso. Non era dopobarba

persino la cameriera non resiste, gli lancia certe occhiatacce di fuoco, è palese che vorrebbe portarselo dietro nel retrobottega e fargli chissà cosa,

Sfoderò il suo sorriso luccicante e per un istante l’abbagliò. Lei sbatté le ciglia, frastornata. E si allontanò a passo incerto.

qui al ristorante si comincia a intuire che i vampiri della famiglia Cullen c’hanno le mani bucate, amano farci la figura dei ganzi spendaccioni

(sono ricchissimi, pensate, possiedono un’isola privata tutta loro: c’hanno una tipa in famiglia, Alice – vedrete più avanti – che prevede il futuro, c’azzecca sempre, e così i Cullen truffaldini barano sul mercato azionario e fanno un mucchio di soldi),

Edward aveva già preparato una banconota. La infilò nella cartellina e la restituì alla cameriera. “Niente resto”, le sorrise

e a proposito di spendaccioneria, un giorno nel parcheggio della scuola Bella ci trova

una cabriolet rossa fiammante […] una M3 BMW

che è la macchina di Rosalie, un’altra vampira della famiglia Cullen – sorprendentemente Bella c’ha una fugacissima reazione di auto-difesa di coerenza narrativa, e chiede a Edduccio

“Ma perché comprate macchine del genere, se siete gelosi della vostra privacy?”

ah ah, che domande!, Edduccio neutralizza all’istante quel colpo di ingenua pignoleria,

“Un capriccio”, ammise, con un sorriso malizioso. “Ci piace andare veloce”.

Ed è dopo questo fattaccio degli ubriaconi che Edduccio confessa finalmente a Bella che sì, è tutto vero, sono un vampiro: le dice d’averla scovata nel vicolo cieco di Port Angeles grazie al suo super-olfatto,

Ho seguito il tuo odore

le dice che di solito riesce a leggere i pensieri di tutti, ma non i suoi – c’ha una teoria che è perfetta per gonfiarne le aspirazioni di romantica unicità bimbominkia,

Il mio sospetto è che la tua mente funzioni in modo diverso da tutte le altre

Bella gli chiede se sono vere tutte le storie che ha letto su internet,

“Ma… come fai a uscire quando è giorno?”
Rise. “Leggenda”.
“Non ti sciogli al sole?”
“Leggenda”.
“Dormi dentro una bara?”
“Leggenda. Io non dormo”
“Mai?”
“Mai”.

Lui le dice che spesso va a caccia di sangue nella foresta con gli altri della famiglia Cullen, e per farsi due risate di solito scelgono gli animali più feroci e incazzosi di tutti,

“Emmett va matto per il grizzly […] gli piace andare a caccia di orsi all’inizio della primavera: appena usciti dal letargo sono più irritabili“.

(Emmett sarebbe l’adolescente più bburinone e muscoloso e forzuto della famiglia Cullen) Edduccio, che è più elegante e signorile, preferisce cacciare e mangiarsi gli animali feroci più fighettini,

“Mmm”, dissi […] “E il tuo preferito qual è?”
“Il puma”

Adesso che Bella sa, prende il via l’insopportabile tira e molla “è troppo pericoloso per te, non possiamo stare assieme”, “e invece sì, sticazzi se sei vampiro”, “ma c’ho una voglia matta di ciucciarti, se perdessi il controllo?”, “ma io ti lovvo, non mi lasciare!”,

“E’ sbagliato. E’ rischioso. Bella, io sono pericoloso… ti prego, renditene conto”

ma è una formalità, che volete, la cosa attizza sempre più il desiderio della bimbominkia in calore, che sui sondaggi di Cioè ha sempre letto che non c’è dubbio, alla femmina piace il tipo bastardo bulletto e incasinato, che sogno!,

Di tre cose ero certa. Primo, Edward era un vampiro. Secondo, una parte di lui aveva sete del mio sangue. Terzo, ero totalmente, incondizionatamente innamorata di lui

La loro, però, non è soltanto un’attrazione fisico-ematica, c’ha pure una fortissima componente d’affinità intellettiva, è un amore completo e perfettissimo – sentite qua come discorrono, innamorandosi l’uno del cervello dell’altra,

“Sono curiosa… come reagiresti se qualcuno ti sfidasse a mangiare del cibo?”
“Curiosa come al solito”. Fece una smorfia e scosse il capo. Mi guardò di sottecchi, mentre prendeva un trancio di pizza e lo mordeva soddisfatto, masticando e ingoiandolo in un baleno.
“Se qualcuno ti sfidasse a mangiare spazzatura potresti farlo, no?”, chiese, con un filo di arroganza.
Mi si arricciò il naso dal ribrezzo. “Una volta è successo… una scommessa. Non era così male”.
Rise. “La cosa non mi sorprende più di tanto”

oppure (e considerate che Edduccio, c’è scritto, le faceva di queste interessantissime domande a bruciapelo “per ore e ore” – per ore!)

“Qual è il tuo colore preferito?”
“Cambia ogni giorno”
“Oggi qual è?”
“Probabilmente il marrone”
“Marrone?”
“Certo. Il marrone è caldo. Ho nostalgia del marrone.”
“Hai ragione, il marrone è caldo”

(domande interessantissime tipo “qual è la tua pietra preferita” e “quali sono i tuoi fiori preferiti”)(Bella, che lo reputa un intelligentone profondo oltre ogni immaginazione, pensa che queste sue domande nascondano un qualche subdolo complicato tentativo di psicanalizzarla)

e ancora e ancora,

Mi chiese dei miei compleanni, dei miei professori, dei miei animali domestici, e fui costretta ad ammettere di averci rinunciato del tutto, dopo avere ucciso tre pesci rossi uno dopo l’altro

Pagine e pagine di Edduccio che la consola teneramente, coccolando il cuoricino bimbominkia con la recita batticuore del figone cosmico che è innamorato della ragazza che si sente una bruttina e si lamenta triste di non essere abbastanza per il suo lui,

“Guardami… sono una ragazza assolutamente normale… Certo, a parte difetti come gli incidenti quasi mortali e una goffaggine degna di una disabile. E guarda te”. Indicai lui e la sua stupefacente perfezione.

ma in realtà è specialissima, eccezionale, unica, e il figone lo sa perché riesce a vedere dentro di lei, nella sua anima, la sua unicità specialissima, per questo si è innamorato di lei, perché

“Grazie a certe mie qualità”, mormorò, toccandosi con grazia la fronte, “ho una comprensione della natura umana superiore alla media”

(tutto ciò serve a blandire la lettrice bimbominkia sfigatella che sogna il figaccione fotomodello irraggiungibile che non se la caga di striscio – ma prima o poi! ah, prima o poi! lui s’accorgerà di quant’è figacciona e fotomodella anche lei, dentro!) e poi c’è il classico gioco del “quanto mi ami? ma tanto quanto? io ti amo di più!”,

“Sei davvero convinta di piacermi meno di quanto io piaccia a te?”
“Sì”
“Ti sbagli”
“Non puoi esserne sicuro”
“Cosa te lo fa pensare?”
“Ci devo riflettere”

Lui si spoglia mezzo nudo per farle vedere com’è che sbrilluccica al sole,

Una statua perfetta, sbozzata in una pietra sconosciuta, liscia come il marmo, lucente come il cristallo

Edduccio è così felice che gli spunta anche un inedito superpotere, quello del super-canticchiare,

Di tanto in tanto le sue labbra si muovevano incredibilmente veloci. Quando glielo feci notare, mi disse che canticchiava tra sé

si scambiano promesse d’amore eterno – dice Bella:

preferirei morire, piuttosto che rinunciare a te”

Edduccio risponde:

“Ora sei la cosa più importante per me. La cosa più importante di tutta la mia vita“.

e poi lo scambio di battute più celebre, l’arma infallibile commuovi-bimbominkia:

“Così, il leone si innamorò dell’agnello…”
“Che agnello stupido”
“Che leone pazzo e masochista”

Edduccio ha deciso: porterà Bella a conoscere il resto della famiglia.

la prossima puntata, quindi: Meet the Cullens, la mazza del vampiro (che in questa puntata non mi c’è entrata, scusate), e arrivano i cattivi (era ora!)

247 commenti

Pagine: « 1 [2] Mostra tutti i commenti

malvestite…. non malvestite… twilight… non twilight…
è questo il problema?
quando cominciai a leggere il blog, era il 2007, l’ estate era torrida e le malvestite fornivano un divertente diversivo quando la voglia di studiare veniva meno. c’è da dire che la moda e la strada all’ epoca ci proponevano delle cose che si rendeva necessario dissacrare per non scoppiare a piangere per il disgusto. i post erano divertenti e le malvestite imbarazzanti, e nonostante qualche carico di veleno a volte un pò sproporzionato, apprezzavo molto la lettura. Dopo un pò, la cosa si è fatta un pò monotona, (e personalmente io non amo i post sui malvacarpet, ce avevano cominciato a proliferare) e avevo smesso di seguirlo. Ultimamente, commenti in altri blog me l’ hanno riportato alla memoria, e quando cercando di capire chi diavolo fosse Allevi sono stata indirizzata qui da google, ho ripreso a leggere. I post sui libri e sui personaggi, li trovo molto interessanti, e il bello è che l’ argomento di fondo, il malvestitismo, è quello. Malvestitismo inteso come quell’ osceno assommarsi di ignoranza bovina, supino accordarsi alla massa, tentativi poco intelligenti, poco originali, completamente esteriori di diversificarsi dalla massa, chiusura mentale,mancanza di senso criticoe curiosità, e via dicendo (nella mia personale interpretazione). Solo, lo si trovava in libri,o film, o altre esternazioni invece che nei vestiti. Tanto di guadagnato per la varietà di scirttura dell’ autrice. Sempre dagli stessi commenti, pareva che la community che si esprimeva attraverso i commenti fosse (cito a memoria) intelligente e rispettosa dell’ italiano, due caratteristiche per niente disprezzabili. ricominciando a leggere, mi sono resa conto che è vero. ora, commento da pochissimo e non voglio neanche ergermi ad avvocato di nessuno, figuriamoci, però mi permetterei di dire che non bisognerebbe affrettarsi con i giudizi su quello che può essere lo spirito goliardico di un gruppetto di persone che ormai sembrano molto affiatate. le parole d’ ordine, e certi tormentoni (ultimamente, vedo scritto Dyo ovunque) sono un fenomeno che si sviluppa spessisimo in queste situazioni, e non è detto che il loro comparire indichi un basso livello di coloro che ne fanno uso. servono anche da lubrificante sociale, e non è detto sia un male ^^
in tutto ciò, comunque si parla di argomenti leggeri, che solo tangenzialmente possono riguardare il destino del mondo o il cammino dell’ uomo. Solo che, siccome gli oggetti di Betty di solito sono fenomeni che coinvolgono, o sembrano coinvolgere, un grandissimo numero di persone, riflettendo su quanto essi siano sciocchi verrebbe naturale preoccuparsi per la salute mentale di un numero altrettanto grande di persone. ( non che non possano esserci fan di twilight perfettamente in se che leggono il libro con distacco e superficiale piacere e sono consapevoli del suo valore letterario. o della totale mancanza di esso) .Personalmente, qualcosa a volte mi ha un pò preoccupata, che leggendo betty, che colpiva con ammirabile precisione e molto humor parecchie delle cose che torvavo irritanti, potessi subire a mia volta un processo di omologazione, trovandomi a seguire senza la dovuta cautela le opinioni di un terzo . tutto questo per dire… facciamoci quattro risate su qeste cose, betty ci favorisce, ma evitiamo di suscitare inutili polemiche ( a parte che il farlo non costituisca un piacere per tutte le parti in causa, per carità :) )

Commento #201 di sweet_dreams
luglio 19th, 2009 @ 7:04 pm

oddio scusatemi il papiro, sembrava un discorso sensato che portasse da qualche parte mentre lo scrivevo ma temo di essermi un pò persa per strada, e non riesco a riprendere le fila. maledetti pomeriggi domenicali troppo, troppo lunghi ^^

Commento #202 di sweet_dreams
luglio 19th, 2009 @ 7:06 pm

Personalmente, qualcosa a volte mi ha un pò preoccupata, che leggendo betty, che colpiva con ammirabile precisione e molto humor parecchie delle cose che torvavo irritanti, potessi subire a mia volta un processo di omologazione, trovandomi a seguire senza la dovuta cautela le opinioni di un terzo

ù

Spero di aver ben interpretato il tuo pensiero, comunque è una delle piccole pecche che ho a volte osservato nei commenti: in alcuni casi si dà per scontato che ciò che scrive betty sia sempre e del tutto un’informazione corretta, oggettiva e corrispondente alla realtà (si badi bene, non dicono che non lo sia, ma solo che, i taluni rari casi, qualche imprecisione la si può anche trovare), senza prendersi la briga di andare a verificarne l’esattezza per conto proprio.

In questo articolo, ad esempio, si dipinge la Meyer come un’analfabeta di internet, perchè mormona e perchè nel suo libro descrive scenari della rete, ad oggi, del tutto improbabili ed anacronistici… tutti hanno preso quest’informazione come un dato di fatto senza domandarsi se fosse poi vera o meno, o una via di mezzo (la Meyer parla anche di vampiri sbrillucciacanti, ma non mi pare che sia uno di loro). Tutto questo quando, molti giornalisti del settore, hanno individuato nell’utilizzo di internet da parte della Meyer, nei primi giorni di vita di Twilight, una delle chiavi di successo del suo romanzo; quando il fratello (anch’esso mormone) della Meyer stesso è il suo webmaster da sempre; quando la Meyer ha da molti anni una pagina myspace personale che decide di chiudere perchè divenuta ingestibile da lei personalmente (non volendo affidarla ad uno staff apposito, come fanno tanti artisti); quando la Meyer ha scelto il titolo del suo quarto romanzo dopo una discussione con alcuni fans sui uno dei primi fansite storici; quando la meyer ringrazia tutti “gli incredibili creatori e amministratori di siti internet dei fan della saga di Twilight” alla fine di “Breaking Dawn” (in Eclipse dedica un intero paragrago ringraziando ad uno ad uno i fansite più famosi all’epoca, quali il lexicon il gruppo su myspace, Bella penombra, il Nexus e, addirittura, il fansite spagnolo – con tanto d’indirizzo – crepuscolo-es.com)… e gli esempi di questo tipo si sprecano.

In Twilight questo è il computer che Bella si trova costretta ad usare “a secondhand computer, with the phone line for the modem stapled along the floor to the nearest phone jack” e questa invece la sua connessione “I hated using the Internet here. My modem was sadly outdated, my free service substandard (nota mia: nella preistoria esistevano contratti gratuiti che prevedevano la visione di un certo numero obbligatorio di pubblicità per funzionare); just dialing up took so long that I decided to go get myself a bowl of cereal while I waited”. Mi pare che ai problemi di Bella con computer e internet si sia, quantomeno, tentato di dare una spiegazione logica.

Commento #203 di Mi sto mettendo nei guai...
luglio 19th, 2009 @ 7:51 pm

Betty brava e grazie per questa saga da gran gourmet!

@ Sweet Dreams: l’omologazione ahimè prolifera anche nei commenti … e ti ringrazio per aver trovato le parole giuste per soiegare il mio fastidio a tanti commenti, carampanismi (credo Betty nn abbia bisogno di farsi difendere da nessuno) e fluorescenze cerebrolese nel forum…
Betty è brava: imitarla non significa salvarsi dalla bimbomikiazione dilagante …

Commento #204 di isabella f
luglio 19th, 2009 @ 7:52 pm

Ancora una volta scritto malissimo XD XD XD. Vi prego, chiudete un occhio ;_; (x.ò).

Commento #205 di Mi sto mettendo nei guai...
luglio 19th, 2009 @ 7:55 pm

@mi sto mettendo nei guai…

Può darsi che la Meyer abbia scritto quelle inutili frasi sui pop-up e l’orrendo “senza chiudere correttamente la sessione” per sottolineare la presunta diversità di Bella, che “non è come le ragazzine di oggi, coi computer superveloci”, immagino che nella sua testa la cosa dovrebbe suggerire che una tizia che ha un computer antidiluviano è una persona profonda che non bada all’apparenza. Fallendo miseramente, perchè Bella ci mette meno di un minuto a farsi irretire dalle auto superveloci dei fighetti Cullen.

Comunque, se la Meyer ha bisogno che le sue lettrici ipotizzino spiegazioni a quello che ha scritto, ha fallito come scrittrice, secondo me.

Commento #206 di Frau Blucher
luglio 19th, 2009 @ 8:19 pm

Frau Blucher, non era un’ipotesi la mia… ma quanto scritto nel libro.

immagino che nella sua testa la cosa dovrebbe suggerire che una tizia che ha un computer antidiluviano è una persona profonda che non bada all’apparenza

In realtà, il fatto è che si è appena trasferita (“a sorpresa”) dal padre che non ha i soldi per comprarle un computer nuovo (e Bella odia comunque che le persone – anche se i suoi genitori – spendano soldi per lei, tant’è che l’imposizione di farle trovare un computer al suo arrivo è una delle condizioni imposte dalla madre che vuole tenersi in contatto con la figlia via e-mail). Anche nella realtà, non tutti possono permettersi un modello di ultima generazione e di certo non lo fanno perchè non badano alle apparenze (o almeno non solo).

Commento #207 di Mi sto mettendo nei guai...
luglio 19th, 2009 @ 8:33 pm

e Bella a casa usava una conessione “normale”, se no perchè farle dire “I hated using the Internet here etc…” Cos’è a Phoenix faceva l’amicona conformista e a Forks ha deciso invece di giocare alla diversa, superiore, asociale?

Commento #208 di Mi sto mettendo nei guai...
luglio 19th, 2009 @ 8:39 pm

@mi sto mettendo…

La seconda che hai detto!

Commento #209 di Frau Blucher
luglio 19th, 2009 @ 10:09 pm

Io penso semplicemente che la Meyer sia una sciattona, e che tutti i dettagli sul computer sono effets de réel insulsi e ridondanti, che non tolgono né aggiungono niente alla narrazione.
L’unica, plausibile spiegazione dei pop-up è, è il suo insostenibile horror vacui, l’incapacità di raccontare altrimenti il semplice, banalissimo gesto di una ricerca su internet. E che forse è così bisognosa di azione e contraccolpi (come se il saper raccontare si riducesse solo a questo), che ha ritenuto necessario inserire i pop up come imprevisti dispettosi, sì, ma FIUUU! tempestivi dispensatori di suspence.
Contenta lei e contente voi…

Commento #210 di Makabe Rokurota
luglio 19th, 2009 @ 10:31 pm

o magari un tentativo un po’ sgangherato di far capire che forks era un posto un po’ fuori dal mondo, completamente diverso e privo dei “vantaggi” (quale la mancanza di un contratto flat di connessione a banda larga) di cui aveva goduto fino al giorno prima nella grande città in cui abitava.

Commento #211 di Mi sto mettendo nei guai...
luglio 19th, 2009 @ 10:42 pm

Oddio stò piangendo dalle risate!!!!
oltretutto sono a lavoro e quindi devo sghignazzare sotto i baffi!
Ah.. l’altro giorno ho visto una malva degna di nota ma non ho fatto in tempo a immortalarla… Sarà per un altra volta!

Commento #212 di Rakkaus
luglio 20th, 2009 @ 12:45 pm

Betty ora deve farmi una vignetta di Eduard che seduce Bella dicendole ‘fo’ tappa e ti tappo la toppa’. Come Tognazzi in Vogliamo i Colonnelli.

Commento #213 di fitz
luglio 20th, 2009 @ 1:27 pm

@Mi sto mettendo nei guai…

Non è che se ha un computer vecchio e una connessione dial up allora viene presa d’assalto dai pop up giusto per… Leggendo lo stralcio del libro le si sono aperti 50 pop up usando praticamente solo google. Questo non dipende dalle condizioni tecniche del mezzo… è semplicemente una cosa che la Meyer ha sbattuto li perché voleva rendere più reale la sua descrizione sbagliando miseramente

Commento #214 di oPi
luglio 20th, 2009 @ 3:55 pm

Se uno ha internet explorer in pessime condizioni può succedere e, comunque, con quel termine free service si indicano anche le dial up advertisement-supported (sono rimaste ben poche compagnie ad offrire tale servizio, ma ciò non significa che non esistano, almeno negli U.S.); ho trovato questa pagina in merito: http://www.high-speed-internet-access-guide.com/dialup/free-dial-up-internet.html . “Of course, most of these free providers no longer offer an unlimited service. You will only be able to use the service for a few hours each month, and you will have to endure various forms of advertising and pop-ups that will be shown to you whenever you are connected to the Internet.

Commento #215 di Mi sto mettendo nei guai...
luglio 20th, 2009 @ 6:28 pm

negli states sono servizi ancora abbastanza diffusi, soprattutto in quella parte di popolazione che non si può permettere un abbonamento a banda larga (non mi pronuncio sulla questione della copertura della DSL perchè non so come funzioni in america, ma se è come in italia nel 2005 – contando anche che la stesura del libro è iniziata nel 2003 – è possibilissimo che un paese come Forks ne fosse privo) o che, comunque, ha un utilizzo di internet che non giustifica la spesa per una connessione veloce (quali ricerca e scambio di e-mail).

Commento #216 di Mi sto mettendo nei guai...
luglio 20th, 2009 @ 6:40 pm

Stavo mostrando a una mia amica il tuo blog (che è stato appena promosso a bibbia personale) e riguardando il trailer di new moon (dopo aver assaporato le perle delle bimbeminkia in calore per il suddetto) che secondo noi il caro EDDINO si è rifatto il MENTO visto che nell’ uno mi ricordo palesemente che ho passato le due ore del film a ridere per il suo mento a culo di bambino voi che ne pensate?

Commento #217 di Rakkaus
luglio 20th, 2009 @ 7:41 pm

che non è “eddino”, ma un attore chiamato Robert Pattinson ò_ò?

Commento #218 di Mi sto mettendo nei guai...
luglio 20th, 2009 @ 7:44 pm

ah non si era capito che ero sarcastica? ok… ero sarcastica!

Commento #219 di Rakkaus
luglio 20th, 2009 @ 7:56 pm

perchè io no scusa? /ò_ò/ (<< notare la faccina).

Commento #220 di Mi sto mettendo nei guai...
luglio 20th, 2009 @ 8:11 pm

ah ok scusa anzi scs pensavo che mi avessi scambiata per una bimbamikiese U_U

Commento #221 di Rakkaus
luglio 20th, 2009 @ 8:18 pm

…ho avuto un’illuminazione o forse un incubo..o forse e’ solo l’altro libro di “fantascienza” della Meyer: possibbole che i vampiri mona siano imparentati con i maya galattici di Giacobbo ??? :@
PS: adoro questo blog, adoro le megarecensioni! Grazie Betty!!!!!

Commento #222 di Daria
luglio 20th, 2009 @ 10:30 pm

E sono ancora qui…
Ho visto che mi chiedevate perchè gestisco un sito su Twilight…
Intanto chiarisco che, non ho un sito, o un blog, o un forum ecc ecc su Twilight come è stato detto, gestisco, con delle amiche, il sito ufficiale della saga, che è ufficiale dal 2006 ^^ siamo state le prime in italia quando ancora Robert Pattinson aveva a mala pena l’età legale per bersi una birra!
Premesso questo, io non ho mai detto che Twilight fa schifo o roba simile, ho detto che non va preso sul serio perchè è un libro leggero e sinceramente non credo di perdere tempo a fare ciò che faccio, visto che lo faccio con delle buone amiche e che la cosa ci da un sacco di soddisfazioni. Il fatto che un libro non sia di portata culturalmente elevata, non significa certo che dietro alla gestione del sito internet ci sia un branco di bimbeminkia sgallettate! Posso assicurare che per gestire quello che gestiamo noi, ci vuole davvero del tempo che, non è mai perso, se poi si hanno certe soddisfazioni!
A me è l’equazione diretta Twilight=bimbaminkia che mi fa un po’ incazzare perchè, sia dietro al nostro sito che agli altri 2 (sto parlando dei 3 siti migliori in italia) ci sta gente che proprio scema scema non è ^^ per non parlare del Lexicon (il miglior sito mondiale)!
Io riconosco i limiti di twilight, li ho discussi alla nausea, ma non ringrazierò mai la Meyer abbastanza, per averlo scritto perchè, grazie a lei, alcune ragazze fantastiche, mi hanno chiesto di aiutarle con il sito e nel corso del tempo, queste ragazze, sono diventate ottime amiche! Non è solo una questione di quanto questo libro sia scritto bene o male, di quanto possa fare schifo o di quanto lo si possa amare. per quanto mi riguarda, senza volerlo, mi ha rivoluzionato un po’ la vita perchè, se mi avessero detto, 2 anni fa, che sarei diventata molto amica, di ragazze conosciute su internet, non ci avrei mai creduto!Ci frequentiamo, ci vediamo in giro per l’Italia e parliamo di tutto, non solo di Twilight, giuro ^^ siamo un filo più intelligenti di quanto si possa pensare ^^ solo un filo XD anzi, prossima tappa, Bologna, per vedere i Muse ^^ e non perchè piacciono alla Meyer, giuro! XD

Commento #223 di Rain
luglio 21st, 2009 @ 2:26 pm

Spensi il computer direttamente dall’interruttore, senza aspettare di chiudere correttamente la sessione.
Nemmeno il mio prof informatica, pur parlando praticamente in quello che potremmo definire gergo da computer è mai arrivato a tanto.

Mmm”, dissi […] “E il tuo preferito qual è?”
“Il puma”

Salviamo un puma! Uccidiamo Edward Cullen!

Commento #224 di Kagura
luglio 21st, 2009 @ 6:18 pm

non so se è più ridicolo twilight o i commenti che fate

Commento #225 di stefano
luglio 22nd, 2009 @ 11:45 am

ieri al block stavo per noleggiarlo.
poi ho optato per The Hurt Locker.
Filmone.

vabbè lo so: pfdm.
ciao

Commento #226 di vipero
luglio 22nd, 2009 @ 12:27 pm

Commento #223 di Rain

guarda rain leggi bene ciò che avevo scritto nel commento precedente perchè evidentemente hai frainteso.Quello che dicevo io è che non capisco come fai a gestire un sito o quello che è su twilight se lo ritieni un libricino così da leggere quando capita!Voglio dire io non dico che è la mia bibbia,per carità manco so religiosa, però ci tengo particolarmente perchè 1-mi ha fatto sognare in questa realtà di merda (scusate il francesismo) e 2 perchè come te ho conosciuto tantissime persone e alcune di loro sono ora mie grandi amiche non solo virtuali. Mi sembra che la pensiamo allo stesso modo sulla considerazione di questo libro però la differenza è che io sono coerente con il mio pensiero, il fatto che mi trovi su questo sito di vipere (non è un offesa ma un dato di fatto, vi ci denominate voi stessi) è solo esclusivamente perchè mi diverto a leggere i loro commenti, a mio parere assurdi, e x ironizzare sul tutto,anche se a sto punto la faccio finita perchè mi sono stufata.Te invece mi sembri parte attiva di tutto ciò ma sarà una mia impressione!
Comunque sia guardA finiamola qui senza incazzature vabbè?no perchè quando mi sono incazzata io dopo che mi avevano chiamato bimbaminkia è successo un macello e non è proprio il caso visto che è tutto ciò che aspettano.
Vi lascio al vostro divertimento!ciao ciao

Commento #227 di valeria
luglio 22nd, 2009 @ 7:42 pm

Guarda Valeria, mi sa che non hai letto bene tu e che nemmeno conosci in pieno le dinamiche di questo blog. Io non mi sono mai proclamata vipera, non ho mai sputato su Twilight né ti ho mai dato della bimbaminkia!
Detto ciò, Twilight è a mio avviso un libro leggero, e ribadisco il concetto: dire leggero, non significa dire schifoso. Io ho apprezzato la storia, grazie a Dyo non ho bisogno di evadere da nessuna realtà e, vista la mia età, riesco a scindere ciò che è importante nella vita da quello che non lo è! La Meyer e la saga non sono la mia vita, lo sono le ragazze del forum e del sito perchè loro sono reali, la saga no! Ho ribadito il concetto un paio di volte, se ti piace far finta di non capire, la colpa non è mia!
Io sono più che coerente con il mio pensiero e non permetto minimamente ad una persona che non conosco di giudicare il mio operato e la mia coerenza! Twilight è diventato un fenomeno talmente assurdo da generare domande come: “Ma se hai un sito su Twilight perchè ci scherzi sopra?” O ancora: “Se non ti piace Edward come personaggio, perchè sei sul forum di twilight?” rispondo con una parola: AUTOIRONIA.
Attualmente una certa categoria di fan della saga, sta dimostrando di non possederla! e io ci rido sopra perchè stare a strapparsi i capelli per determinati articoli, sparsi sulla rete è estremamente infantile!
Io non sono incazzata, mi sa che quella che se l’è presa sei tu… e mi piacerebbe pure sapere il perchè. Come mi piacerebbe sapere perchè non posso essere “fan” (che parola odiosa) di twilight e scrivere comunque qui da Betty… c’è una legge che lo vieta?

Commento #228 di Rain
luglio 22nd, 2009 @ 11:56 pm

Io ho fatto un percorso simile a quello di Rain con i libri della Rowling: ho aperto un piccolo spazio nel 2003, lì ho conosciuto i miei più cari amici.
Adesso, non è una saga a tenerci uniti ma la vita: c’è chi si è sposato, c’è chi ha sofferto, c’è chi è pronto ad iniziare la vita adulta, ma siamo gli uni vicino agli altri.
Non posso negare i raduni per le varie uscite di film o libri, ma con alcuni di questi passo le vacanze, sono stata loro ospite e loro ospiti miei.
Certo, sarà che ho appena visto il sesto film ma la mia anima da carampana è tornare a rumoreggiare.
Perché Draco Malfoy indossa solamente i completi Armani neri? Il pigiama, ad esempio, è nero ma che motivo ha di sembrare un becchino?
Sì, vuole portarsi avanti col lavoro e vestirsi a lutto, che poi ci fai sempre una bella figura, ma almeno dategli qualcosa per la pelle: pallido e smunto, sembra il padre di se stesso.
La sua salute mi preoccupa moltissimo, mentre Severus si trucca come una vecchia cortigiana; cosa non si è fatto per il Cannaiolo!

Commento #229 di Sian is a girl
luglio 23rd, 2009 @ 3:48 am

Sia, l’anima da Karampana ha rumoreggiato pure in me quando ho visto il film di Twilight! è inevitabile, in modo particolare se si gestisce un sito a tema, perchè l’argomento è stato sezionato in tutti i modi possibili ed immaginabili. Ma anche nel mio essere Karampana, sono ironica! Cavolo quando ho visto al cinema, l’entrata a scuola dei Cullen sono scoppiata a ridere!Sembravano i tronisti di uomini e donne…
Quello che non comprendo io è perchè io non possa stare qui, a detta di alcune fan di Twilight! Siamo alla follia, sono diventate delle integraliste… ma si può? Per un libro!!

Commento #230 di Rain -non sopporto più le Karampane-
luglio 23rd, 2009 @ 11:11 am

Rain, dedico anche te uno dei miei abbracciotti viscidi e comprensivi fatti di escrescenze tentacolari.
*SGUOSH*

Commento #231 di crawling chaos
luglio 23rd, 2009 @ 11:14 am

Ti ho chiamato Sia… senza la n XDD

Commento #232 di Rain
luglio 23rd, 2009 @ 11:19 am

crawling chaos grazie, ricambio l’abbraccio viscidoso!meglio i tentacoli, degli attacchi isterici delle Karampane ^^

Commento #233 di Rain
luglio 23rd, 2009 @ 11:21 am

Carissima,
sono incinta di quattro mesi e se non pubblichi al più presto la prossima puntata ho paura che il piccolino mi nascerà con una voglia di glitter in piena fronte…daiiiiiiiiiiiiiiii!
Una bacione

Commento #234 di Daniela
luglio 23rd, 2009 @ 11:42 am

non so se è più ridicolo twilight o i commenti che fate
Fare commenti ridicoli per me è come respirare

Commento #235 di Kagura
luglio 23rd, 2009 @ 7:23 pm

VOGLIO FONDARE IL CLUB FAN-CULLEN!!!

Commento #236 di cArLa
luglio 23rd, 2009 @ 10:40 pm

Edduccio è così felice che gli spunta anche un inedito superpotere, quello del super-canticchiare,

Di tanto in tanto le sue labbra si muovevano incredibilmente veloci. Quando glielo feci notare, mi disse che canticchiava tra sé

hahahahah
ti adoro

Commento #237 di enrica
luglio 24th, 2009 @ 5:40 pm

Già nel 2007 Gamberetta aveva avuto il coraggio di leggersi il primo volume della saga ed era arrivata a conclusioni assai simili a quelle di Betty (anche per stile, sembra una sua gemella :))

http://fantasy.gamberi.org/recensioni-romanzo-twilight/

E poi leggetevi anche le recensioni dei libri delle Cronache del Mondo Emerso della Troisi, in confronto quello che ha scritto di Twilight sono complimenti :D

Commento #238 di Teresa
luglio 25th, 2009 @ 8:25 pm

ridicole ridicole!
non ho mai odiato tanto twilight come le sue fan.

perchè c’è gente che è capace di metterti il muso e di far finta di non conoscerti perchè non apprezzi la saga dei vampiri mona.
tipo delle mie amiche che hanno passato l’adolescenza da un bel po’.

Commento #239 di zoe
luglio 27th, 2009 @ 10:31 am

Ma è tutto così ‘sto libro?! o__O

Commento #240 di Lily
luglio 31st, 2009 @ 7:26 pm

[…] prende le due motociclette scassate e decide di farsele riparare da Jacob, ve lo ricordate?, il bamboccio indiano della famiglia di licantropi anti-vampiri, che è un esperto meccanico – e […]

Pingback #241 di le Malvestite » Blog Archive » Twilight Saga - New Moon parte seconda: AHR?!
settembre 18th, 2009 @ 4:34 pm

Una statua perfetta, sbozzata in una pietra sconosciuta, liscia come il marmo, lucente come il cristallo

Ma dove dico io, dove XD
Quanto adoro queste recensioni, dicono cose così veritiere XD
L’ho letto il libro, e stiamo parlando di prima che uscisse il film con Rob (Che, sinceramente, non ce lo vedo come vampiro °°) ma avevo nostalgia del classico
Povero Stoker, povero Dracula… poveri noi!
Con tutti i nomi che c’erano, poi, proprio Edward? Che ha fatto di male il nome Edward T_T
*Sclero dell’ora*

Vado alla terza parte, ancora complimenti =D

Commento #242 di K
ottobre 31st, 2009 @ 11:38 pm

Non ricordo in quale libro, ma ad una certa Eddie se ne esce fuori con una frase assurda, questa: “Abbaglio anche te?” E mio nipote, che adora leggere certe cazzate, urla “CI CREDO CRETINO, SBRILLUCCICHI!”. Dovevo dirlo. XD

Commento #243 di Constance.
gennaio 22nd, 2010 @ 12:17 am

Betty ti odio.
E non ti odio perché sai cattiva (anzi), sei velenosa (see…) o sei un’acida vipera che non ha niente da fare che sputare veleno sulle bimbeminkia (fosse quello…).
Ti odio perché quando sto natale so stato da mia cugina e ho visto la sua copia di Twilight, l’ho preso e me lo sono letto per vedere se era così urendo come lo descrivevi.
Ed è così.
Anci ci sei pure andata leggera…
Betty, perdyo, MI HAI FATTO LEGGERE TWILIGHT! RENDITI CONTO! TI PERSEGUITERÒ FINO ALLA TOMBA! ESPIERAI QUESTA COLPA FOSSE L’ULTIMA COSA CHE FACCIO!!! XD

E meno male che aveva solo il primo… li avesse avuti tutti sarei stato risucchiato nella cagat… ehm, nella saga di Edduccio e Bella (che ha i riflessi e la mobilità di un bradipo morto sotto sedativi, questo non ce l’avevi detto… :P ), nel triangolo Lovvoso, nella nascita della figlia (Penthotal… no, Vicodin… no, spe come si chiama, Bromezina Cloridrato? No, vabbe’, un nome da farmaco allucinogeno…), insomma, in tutto questo emisfero bimbominkia che DEVI conoscere per poterne parlare male, altrimenti è ovvio:
Tu: “Twilight fa schifo”
Bimbominkia a caso: “ma tu l’hai letto?”
Tu: “No.”
Bimbominkia a caso: “E allora come fai a dirlo?”

Possiamo noi farci fregare così da un bimbominkia a caso? Non sia mai!

Betty… sei DYO! :-*

Commento #244 di Franske
gennaio 25th, 2010 @ 4:06 pm

I LOVE JACK!!!!!!!!!!TI AMO MA STAI ASSIEME A UNA COSA CHE TI VUOLE LASCIARE!!!!!!TI AMOOOOOOOOO DA MORIRE JACK.I LOVE YOU I LOVE YOU I LOVE YOU I LOVE YOU I LOVE YOU I LOVE YOU

Commento #245 di sabry
maggio 23rd, 2010 @ 8:12 am

a me è piaciuto tantissimo twilight! ma è solo la mia opinione nn so voi ma a me è piaciuto fxfxfxfxfxfxfxfxfxfxfxfx

Commento #246 di sabrina
maggio 23rd, 2010 @ 8:14 am

I thinnk that is among the most significant info
for me. And i’m happy reading your article. But wanna statement on few normal issues,
Thee site taste is ideal, the areticles is in point of fact nice : D.

Excellent task, cheers

my weblog – web hosting advice, Bryon,

Commento #247 di Bryon
marzo 15th, 2014 @ 9:17 am

Pagine: « 1 [2] Mostra tutti i commenti

Lascia un commento

Tag permessi: <a href=""></a> <b></b> <i></i> <strike></strike> <blockquote></blockquote>

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.