Twilight #5 – il succhiotto bimbominkia definitivo

Le altre puntate di Twilight: 1, 2, 3
Il secondo libro, New Moon, puntate 1, 2, 3, 4 (e c’è anche la recensione del film)
Il terzo libro, Eclipse, puntate 1, 2

La fine! La fine! Ma l’inizio ve lo ricordate?, perché ci siamo quasi, manca pochissimo e siamo arrivati al punto della tensione fiato-sospeso che c’era all’inizio, la protagonista che è alle corde e c’è il cattivo assatanato che se la sta per mangiare, finalmente!, ci siamo sorbiti tutto il flashbackone fino là – e appunto, ecco: vi sembra plausibile che un romanzo con un inizio così, il trucchetto della situazione avvincentissima avanti nel tempo, la promessa dell’emozione straziante da qualche parte prima o poi, a coronamento dell’insopportabile trafila di noiosità amorose e cretinissime sboronaggini vampire – tutte cose terribili che uno ci resiste pensando va be’, tengo duro, ci sono quasi, me lo sento, adesso si menano – e poi una volta che finalmente siamo arrivati all’orgasmetto suspense – che è una cosa mica da niente, ma il frutto d’una macchinazione malvagia assurdamente contorta – appena appena ci si arriva ecco che il tutto istantaneamente s’affloscia e s’auto-annichilisce in un batter d’occhio, neanche te ne accorgi che ehi!, dov’è finita la suspense!, dov’è finito il sangue?, dov’è finito che dovevano menarsi?, dov’è finito il cattivo?, che cavolo è successo?, c’ho mica qualche pagina che mi manca? – no invece no: è proprio che non succede niente. Ora ve lo racconto, sommario:

1) l’inutile fermata presa-per-il-culo
2) com’è fatto un mormone perversamente malvagio
3) farsi fregare dal VHS muffito
4) il vampiro cozzo
5) si è portato gli elettrodomestici da casa
6) Alfred, preparaci una tisana alle erbette
7) la scena clou che non c’è
8) incubo: una funz bimbominkia immortale
9) oh ma non è niente, sono solo precipitata dal secondo piano
10) e non sapete ancora cos’è che ci aspetta

Siamo rimasti che c’è il cattivo, il vampiro segugio dal cervello brillante, che grazie a un piano astutissimo – ha messo la cornetta del telefono sul videoregistratore (v. puntata precedente) – è riuscito a liberarsi dei vampiri buoni che facevano da guardie del corpo a Bella; e adesso Bella è sola soletta, il cattivo le ha dato appuntamento nella sua vecchia casa, sua di Bella, ed eccoci qua,

L’interno della casa era buio, vuoto, normale. Mi precipitai al telefono e accesi la luce in cucina. Lì, sulla lavagnetta, c’era un numero di dieci cifre scritto con una grafia minuta e precisa.

Bella fa il numero scritto sulla lavagnetta e le risponde il cattivo dal cervello brillante, che le dà un nuovo appuntamento da un’altra parte, alla scuola di danza dove Bella andava da bambina; e sì, se state ponderando quello che sto ponderando io, esatto: la tappa presa-per-il-culo nella vecchia casa non ha alcun senso (nel film, infatti, non esiste), serve giusto ad allungare malamente il brodetto dell’ansia bimbominkia e a permettere all’eroe Edduccio d’arrivare in tempo per sistemare le cose – sta giusto sopraggiungendo, Edduccio, col gippone galattico a tutta velocità inclinato su due ruote bruciando un semaforo dietro l’altro – e serve poi a dare un minimo di (stupida) sostanza al carattere perversamente machiavellico del cattivo dal cervello brillante (che sarebbe cioè l’idea che c’ha Stephenie Meyer di un cattivo brillante dal cervello perversamente machiavellico, cioè la più spaventosa rappresentazione di un cattivo brillante eccetera che un mormone in una comunità di mormoni possa farsi venire in mente, cioè: un coglione che fa gli scherzi telefonici);

e quando Bella arriva alla scuola di danza, che è deserta, sente la voce di sua madre,

“Bella! Bella!”
“Bella, mi hai spaventata! Non farlo mai più!”, continuò lei, mentre mi facevo strada verso la stanza lunga, dal soffitto alto.
Mi guardai attorno per cercare di capire da dove venisse la voce. La sentii ridere, e mi voltai di scatto. Eccola, dentro il televisore

Bella se la ricorda, quella cassetta VHS che risale a tanti tanti anni fa,

Un giorno avevamo fatto una gita in spiaggia e mi ero sporta troppo da un molo. Aveva visto i miei piedi muoversi convulsi nel tentativo di restare in equilibrio. Spaventata, aveva urlato: «Bella! Bella!».

per cui, ricapitolando: il vampiro cattivo dal cervello brillante è riuscito a fregare i vampiri buoni utilizzando una VHS muffita che c’ha oltre dieci anni, pensate!, e la vampira Alice che ha risposto al telefono (v. puntata precedente), sentendo la voce registrata di una tizia che grida a casaccio “Bella! Bella!” all’aperto in qualità VHS, con la cornetta dall’altra parte poggiata sulla televisione, be’, la vampira Alice – che è la precog inutile e scemissima – non s’accorge di niente e risponde tranquilla “oh sì certo, un attimo, gliela passo subito”; il cattivo dal cervello brillante, vittorioso, se la ghigna nell’ombra soddisfattissimo,

era in piedi, immobile accanto all’uscita posteriore […] stringeva un telecomando

e non si capisce: ha preso il VHS nella vecchia casa di Bella, ok, ma come faceva a sapere che nella scuola di danza c’avrebbe trovato televisore e videoregistratore?, se li è portati con sé?, li ha presi a casa di Bella?, e se poi alla scuola di danza non c’erano abbastanza prese elettriche?, si è portato pure una ciabatta, nell’eventualità?, e perché proprio la scuola di danza?, non lo sapremo mai – però sappiamo che il vampiro cattivo, stranamente, era

davvero anonimo, privo di tratti interessanti, nel viso e nel corpo.

il che è strano perché qualsiasi vampiro, di default, è bello bello bello in modo assurdo (v. prima puntata): quando si diventa vampiri ci s’infighisce automaticamente,

come fiori di piante carnivore, le nostre prede ci trovano fisicamente attraenti

ma il vampiro cattivo invece no, è un cessone qualsiasi, perché chissenefrega di mantenere un minimo di coerenza, la cosa più importante è che il cervello spappolato delle lettrici bimbominkia non vada in confusione bene/male: con un cattivo bellissimo, figaccione e spietato e cogli occhi rossi e questa sua perversa inclinazione sadica, mmmmh, c’era il rischio che le lettrici bimbominkia provassero il desiderio di farcisi succhiare tutte, da uno così, altro che spaventosissimo pericolo, il pericolo lo correva lui,

(nel film, che è pensato meglio, da persone meno tonte, si sono accorti dell’incoerenza e l’hanno eliminata, e così il cattivo del film è figaccione pure lui; allo stesso tempo, per evitare la funesta possibilità del tilt bimbominkia, più sottilmente, il cattivo l’hanno reso sporco, trasandato, rozzo, con un brutto stile, in opposizione a Edduccio bello che invece è all’ultimo grido, elegante e trendissimo)

e insomma il cattivo bruttarello ma dal cervello brillante non s’è portato soltanto televisore e videoregistratore e ciabatta, c’ha anche la telecamera,

Fece un passo indietro e sfiorò una minuscola videocamera digitale […] Una spia rossa indicava che stava registrando.

vuole riprendere con la telecamera l’omicidio di Bella per far arrabbiare Edduccio, che malvagio!, appoggia la telecamera accesa in perfetto stile gonzo amatoriale e le s’avvicina minaccioso coi denti luccicanti, eccoci all’inizio del romanzo, ci siamo!, e per rendere il cattivo ancora più schifoso e ributtante – ma no, così giusto per tenere i bimbominkia sulla corda un po’ più a lungo, col cattivo che perde tempo come si fa nei cartoni animati,

lo dice proprio esplicitamente, con una certa cortesia,

“…gradirei solo dilungarmi un momento”

– Stephenie Meyer gli fa raccontare qualche pallosa nefandezza bastarda del suo passato da assassino vanitoso; e intanto per scaldarsi molla a Bella un paio di sganassoni, Bella già non si regge in piedi, sta per svenire,

il sangue colava e goccia dopo goccia mi faceva perdere i sensi. Non riuscivo a tenere gli occhi aperti […] Il mio ultimo gesto istintivo fu quello di coprirmi il volto. Chiusi gli occhi e mi lasciai andare.

e quindi, indovinate?, quindi niente!, fine: Bella si sveglia in ospedale che è finito tutto,

Aprii gli occhi e vidi una luce bianca, abbagliante. Ero in una stanza che non conoscevo, bianca anch’essa

Edduccio è accanto a lei e la tiene per mano,

Sssh… adesso è tutto a posto

ovvero: decine e decine di pagine col cattivo che costringe Bella a scappare di casa, mette in subbuglio la famiglia Cullen, organizza i tranelli astutissimi coi VHS e gli scherzi telefonici, Bella che è reclusa in albergo, e gli inseguimenti e i depistaggi, Bella che semina i vampiri buoni, Alice che c’ha le visioni che non servono a niente, Bella che si strazia pensando che non vedrà Edduccio-chan mai più, la scuola di danza che è un posto spazioso ideale per prendersi a schiaffi e insomma, tutto questo popò di intricata preparazione al deathmatch conclusivo e cosa succede, non succede niente, tutto sprecato (nel film invece no, si menano eccome, se le danno di santa ragione) – che tornando al paragone là del Batman incatenato penzolante sulla vasca degli squali, è come se la puntata dopo, quella risolutiva, s’aprisse con Batman e Robin sul divano che oziosamente si congratulano “oh be’ tutto è bene quel che finisce bene, meno male che ci siamo salvati, in fondo è stato un gioco da ragazzi, alfred per favore puoi portarci una tisana alle erbette?, robin stai dritto!”

L’unica cosa di cui vagamente conserva qualche ricordo, Bella, è che il vampiro cattivo l’ha morsa e che Edduccio bello – arrivato là all’ultimissimo istante grazie all’unica decente premonizione di Alice (“sì!… sì!… lo vedo!… Bella si trova alla scuola di danza… nel pomeriggio cumulonembi sul Triveneto”)

– Edduccio bello l’ha salvata in extremis succhiandole via il veleno crea-vampiri,

“Prova a succhiarle il veleno”
“È uscito tutto?”, chiese Carlisle, lontanissimo.
“Il sangue mi sembra pulito”, rispose Edward.

che sarebbe una scena importantissima, capitale!, la scena clou!, dopo tutta l’infinita tiritera di Edduccio che si lamenta oh-me-tapino! perché trova irresistibilmente profumato il sangue di lei, insomma, si capisce che mettersi a succhiarle il sangue e resistere alla tentazione di succhiarglielo fino in fondo è la prova d’ammore più grande di tutte, bisognava darle un’enfasi bimbominkia gigantesca, melodrammaticissima, e invece anche qua niente, nessun problema, si risolve tutto in un attimo e senza particolari sforzi (nel film, invece, da bravi, hanno dato il giusto fondamentale risalto alla cosa)

l’unico accenno all’irresistibile tentazione di succhiarla tutta, nel libro, è Bella sul letto d’ospedale che gli chiede come ha fatto a trattenersi, ed Edduccio che le risponde a modo suo, ganzetto,

accennando un sorriso: “È evidente che ti lovvo”

(traduzione mia) e allora Bella protesta, molto timidamente,

“Perché non hai lasciato che il veleno entrasse in circolo? A quest’ora sarei uguale a te […] mi sembra quantomeno logico… tra un uomo e una donna deve esserci una certa parità…

Edduccio, che è terrorizzato dall’idea di trovarsi per sempre incastrato con un’appiccicosissima fidanzatina adolescente immortale, taglia corto,

Bella, non voglio più parlarne. Mi rifiuto di condannarti a un’eternità di notti e buio, punto e basta

la zittisce con un bacio che quasi la fa secca,

le pulsazioni iniziarono a divenire più veloci ancor prima che mi sfiorasse le labbra. Ma quando le sue premettero sulle mie, con il massimo della dolcezza, il bip si arrestò del tutto.
Si allontanò di scatto, e l’ansia sparì dal suo viso soltanto quando il monitor accertò che il mio cuore aveva ripreso a battere.

Bella, comunque, sta messa maluccio,

Hai una gamba rotta, quattro costole incrinate, un trauma cranico, ferite superficiali e contusioni dappertutto, e hai perso molto sangue

ma i vampiri scaltrissimi hanno pensato a tutto: la versione ufficiale, quella che hanno raccontato alla polizia e ai genitori di Bella, è che

salendo le scale per raggiungere la mia camera hai messo un piede in fallo, e… sei caduta da due rampe di scale e hai sfondato una finestra

che continua quindi nella direzione che ha preso tutta l’ultima parte del libro, un crescendo di imbecillità incredibili e di cretini boccaloni che si fanno fregare come niente; vedrete, nel prossimo libro – questo è niente! – arrivano la società dei licantropi e il racket internazionale dei vampiri mafiosi italiani: sarà uno spasso!

146 commenti

Ah ah le tue recensioni di questa orrenda saga sono davvero spassosissime ^^

Commento #1 di Eleonor
agosto 3rd, 2009 @ 3:34 am

A Roma fa caldo e non si riesce a dormire… seconda!

Commento #2 di Rita
agosto 3rd, 2009 @ 3:44 am

Robin stai dritto
ma LOL

Commento #3 di Rita
agosto 3rd, 2009 @ 3:49 am

acc, medaglia di legno!

Commento #4 di jules "modalità notturna" chinaski
agosto 3rd, 2009 @ 4:33 am

Top Ten!!!

Commento #5 di skylark
agosto 3rd, 2009 @ 4:51 am

yeaaaaaaaaaaaaa

Commento #6 di Anonimo
agosto 3rd, 2009 @ 5:07 am

Finalmente!

Commento #7 di Frau Blucher
agosto 3rd, 2009 @ 6:15 am

Peraltro, nel film il kattivo è l’unico davvero bbono…

Commento #8 di Frau Blucher
agosto 3rd, 2009 @ 6:36 am

sempre peggio! pure il finale d’accatto…
ma come si fa a desiderare di comprare il secondo libro dopo tutte queste minchiate col finale fiacco? bah!

Commento #9 di TOD
agosto 3rd, 2009 @ 7:13 am

ma che tristezza. e questa spazzatura davvero piace a tanti ragazzini? devo averlo detto già da qualche parte, ma mi terrorizza pensare che prima o poi questi idioti voteranno.

Commento #10 di crocodile
agosto 3rd, 2009 @ 7:54 am

la lavagnetta di hello kitty!!!! e “prima di ucciderti di racconterò mezz’ora di cazzi miei”… sei un genio, cazzo!

Commento #11 di lori
agosto 3rd, 2009 @ 8:07 am

Pensare che me ne so letta 3 di sti romanzi,ma che mi è preso?meno male che prima del quarto sono rinsavita!Essi Betty il secondo è meglio (peggio) ancora perchè dopo milioni di pagine su questa terribile e crudele gang di mafiavampiri che si vuole pappare bella, quando finalmente si arriva alla resa dei conti puff!il tutto finisce a tarallucci e vino senza alcuna logica!Betty tu scherzi ma io mi sono seriamente domandata se mancassero delle pagine,non mi sembrava possibile una fine così scema e sono andata a controllare in libreria convinta che il mio libro fosse un fake!

Commento #12 di Hanabi
agosto 3rd, 2009 @ 8:16 am

Betty, con questa serie di post hai tradotto perfettamente ciò che ho pensato del libro quando l’ho letto.
Ora aspetto la tua recensione prima di comprare il secondo (cosa che non do per scontata….).

Ti lovvo!

Commento #13 di Nemuriko
agosto 3rd, 2009 @ 8:45 am

top 20!! grazie Betty, mi hai rallegrato un lunedì decisamente nefasto -____-

Commento #14 di Trent
agosto 3rd, 2009 @ 8:54 am

15 è un bel numero. mi piace.

Commento #15 di vipero
agosto 3rd, 2009 @ 9:08 am

Magnifico!! Stupendo!!
Il malvagio mormone delle telefonate (mi può passare miss cappa lapipì?) XD
Mi hai spiazzato in due quando ho letto edduccio-chan XD
Non vedo l’ora di leggere la trama del prossimo attesissimo sequel XD Dove i lupi mannari pelosplodono xD

Commento #16 di Greed92 "Crede nella Nutrya"
agosto 3rd, 2009 @ 9:14 am

Betty, ti lovvo! Sono morta dal ridere.

Commento #17 di MrsLollyJoh
agosto 3rd, 2009 @ 9:18 am

le pulsazioni iniziarono a divenire più veloci ancor prima che mi sfiorasse le labbra. Ma quando le sue premettero sulle mie, con il massimo della dolcezza, il bip si arrestò del tutto.

EVVAI!

Si allontanò di scatto, e l’ansia sparì dal suo viso soltanto quando il monitor accertò che il mio cuore aveva ripreso a battere.

Ci hanno tolto il lietofine, maledetti! Che Mormon li maledica!

Uff.

Commento #18 di nonsonougo
agosto 3rd, 2009 @ 9:29 am

Mi fa più paura la saga di Fiammetta, con la controfigura del Patty, che esto libro.

(Sì, nel film se proprio devi farti ciucciare, anche io mi sarei buttata sul lumacone sozzo)

Commento #19 di Lo
agosto 3rd, 2009 @ 9:43 am

Più vado avanti con la lettura delle tue recensioni, più questa saga si insinua nel mio cuore… e per fortuna c’è Edduccio!!!

Grande Betty

Commento #20 di sum
agosto 3rd, 2009 @ 9:46 am

un capolavoro della comicità involontaria.
“Bella, non voglio più parlarne. Mi rifiuto di condannarti a un’eternità di notti e buio e di giornate glitteranti, punto e basta”

Peraltro la scena della telefonata dal VHS mi ricorda la telefonata della finta moglie di Schwarzenegger in Last Action Hero. Ma quello era un film comico.

Commento #21 di MarKino
agosto 3rd, 2009 @ 9:58 am

Non perchè non ci voglia credere, ma ho ancora forti difficoltà ad accettare che ci sia scritta davvero sta roba :D

Commento #22 di V For Viennetta
agosto 3rd, 2009 @ 10:28 am

hai ragione sul vampiro cattivo e il videoregistratore…nn ci avevo mai pensato ma come faceva ad averli?? mah aspetterò cn ansia le tue prossime recensioni!!

Commento #23 di Anonimo
agosto 3rd, 2009 @ 10:31 am

ma perchè quell’attorucolo che fa il vampiraccio cattivo fa SEMPRE il cattivo?
guardatevi sto trailer:
http://www.youtube.com/watch?v=vGdJAhRj54Q

e guardatevi il film! è l’apoteosi del teen-movie ( con storia meravigliosamente banale con davvero tutti i punti per fare 1vero teen movie ) più violenza. roba da veri maschietti alfa….

Commento #24 di cubo
agosto 3rd, 2009 @ 10:33 am

Peraltro la scena della telefonata dal VHS mi ricorda la telefonata della finta moglie di Schwarzenegger in Last Action Hero. Ma quello era un film comico.

A me invece ricordava Mamma ho perso l’aereo.

Commento #25 di Lan
agosto 3rd, 2009 @ 10:33 am

“TIENI IL RESTO, LURIDO BASTARDO!”

Commento #26 di V For Viennetta
agosto 3rd, 2009 @ 10:46 am

26!!

Commento #27 di bibi
agosto 3rd, 2009 @ 10:50 am

Hai una gamba rotta, quattro costole incrinate, un trauma cranico, ferite superficiali e contusioni dappertutto, e hai perso molto sangue

Bella: beh non fa niente, dai…

ah, poi è finito il caffè

*aaaaahhhhrrgghhh!!!* *nooooo!!! myodyo perchèèèè!!!!???* *whaaaaaaaaaaaaa!!!* *sigh sob sob*.

Commento #28 di vipero
agosto 3rd, 2009 @ 10:57 am

ma perchè quell’attorucolo che fa il vampiraccio cattivo fa SEMPRE il cattivo?

Anche in The O.C. faceva il cattivo. Sì, sì, lo ammetto ho visto The O.C. Imbarazzante… -___-

Commento #29 di anguria
agosto 3rd, 2009 @ 11:04 am

beddo! beddissimo fu!!!!
beddamadre Betty!!!

AVREI UNA RICHIESTA: TI AVANZA UNA SPALATINA DI MERDA PER ALICIA GIMENEZ BARTLETT???
Due motivi: la cara Daria Bignardi ha parlato entusiasta del suo ultimo.
Su interent gira la solita recensione la-fred-vargas-spagnola (come per ANNI sono stati sfornati i Camilleri svedesi-francesi-pachistani-serbocroati …)

Commento #30 di ISA EFFE
agosto 3rd, 2009 @ 11:19 am

Grandissimo post!!
ahahaha la lavagnetta di Hello Kitty ci stava tutta!! comunque l’unica cosa che nel libro dicono riguardo l’attrezzaturona super tecnologica che il vampirocattivotipregononuccidermi utilizza, è che la videocamera l’ha presa in casa di Bella… sono quasi certa, mentre per televisore & Co. ci tocca sopportare un pesante “nonlosapremomai”.
Ah! io però mi aspettavo che tu inserissi anche un commento riguardo al loro primo bacio!! anche lì c’era del buon materiale… una scena epocale che aspettavo con ansia. Ma va bene anche così, altroché! complimenti Betty. Fine.

Commento #31 di Mag
agosto 3rd, 2009 @ 11:56 am

Mi fa più paura la saga di Fiammetta

Concordo in pieno

Commento #32 di annet
agosto 3rd, 2009 @ 12:08 pm

non ci si crede che ciò possa essere un romanzo di successo.. in ogni caso lovvo tutto ciò.

Commento #33 di coniglione
agosto 3rd, 2009 @ 12:37 pm

La Meyer ha escogitato questo furbissimo stratagemma delle svenimento di Bella perchè si era rotta di scrivere (uff! ho già scritto un sacco di pagine!),tipo al compito di italiano delle medie quando eri all’ultima facciata del foglio protocollo e vedevi che era una lunghezza accettabile e che potevi smettere di allungare il brodo e ci buttavi là una conclusione in 2 righe. Oppure non sapeva come descrivere una scena con “cose da maschi”,chè lei è femmina e certe cose neanche le può immaginare.

Commento #34 di Yersinia P.
agosto 3rd, 2009 @ 12:59 pm

Viennetta, è proprio scritta sta roba. Io ho letto il primo prendendolo da int… dalla biblioteca, dopo aver letto la recensione di Gamberetta – giusto per questioni didattiche, no?, tipo, ora leggiamo la meyer per vedere come non bisogna scrivere… ma tuailait non va bene neppure per quello.
Gli altri non li ho letti.

Isa effe, perché A. Gimenez Bartlett merita una palata di merda? Io ho letto l’ultimo, e sebbene non lo paragonerei mai a Fred Vargas (che adoro) non mi è parso nemmeno così brutto (e per arrivare alle punte di tuailait ce ne vuole…

Commento #35 di Vale
agosto 3rd, 2009 @ 1:03 pm

That’s amore!
Vorrei che fosse La Saga Infinita solo per continuare a leggere le tue recensioni!

Commento #36 di Cynthia
agosto 3rd, 2009 @ 1:13 pm

a me veramente non è piaciuta gran che nemmeno fred vargas… :P

Commento #37 di crocodile
agosto 3rd, 2009 @ 1:20 pm

Ma che cavolo, la Meyer è proprio INCAPACE di scrivere qualcosa di lontanamente decente! Perchè bisogna essere deficenti per scrivere una storia e glissare sulle scene d’azione finali…Ma va là, almeno al film hanno tentato di recuperare stè stronzate (sì, purtroppo l’ho visto).
Adesso non vedo l’ora di leggere le altre recensioni, ho un debole per le gangster stories.

Commento #38 di Crazy Simo
agosto 3rd, 2009 @ 1:41 pm

Ma fatemi capire un po’, perché io i libri (e no lo faccio per pararmi il culo: è vero) non li ho letti. Come mai Edduccio non vuole che Bella diventi un vampiro? Da quel che mi risulta da recensioni e commenti la Meyer non fa vivere ai suoi personaggi la condizione di vampiro come problematica, e nemmeno come misto di gioie e piaceri (tipo i vmpiri della Rice). Da come la pone lei essere vampiro ha solo vantaggi. E poi? Ma esistono momenti, dialoghi, pause di riflessione in cui Edduccio si chiede: Ma se la donna che amo rimane mortale, come affronterò l’invecchiamento di lei e la conseguente perdita? Questi vampiri vivono il minuto, o sono anche capaci d lungimiranza? Mah!

Commento #39 di breschau di livonia
agosto 3rd, 2009 @ 1:42 pm

Croco: la Vargas ha qualche cosa di simpatico, l’ultimo Un lieu incertain non sta in piedi :(

”sì!… sì!… lo vedo!… Bella si trova alla scuola di danza… nel pomeriggio cumulonembi sul Triveneto”

Vampiri assassini nella Val Brembana

Robin stai dritto

Mi sono rotalata dal ridere!
Magari son io che son profonda come una pozzanghera:ma non trombano neanche stavolta?

Commento #40 di Bubu
agosto 3rd, 2009 @ 1:55 pm

Da come la pone lei essere vampiro ha solo vantaggi.

Dimentichi l’immensa sfiga del glittering.

Commento #41 di MarKino
agosto 3rd, 2009 @ 1:59 pm

bubu, trombano nel quarto libro, dopo esser convolati in giuste nozze, ma non aspettarti una scena d’amore: la Meyer glissa ..ehr… elegantemente.
Però è prodiga di particolari riguardo al parto del mostriciattolo concepito (eh, sì, non solo a questo non morto privo di sangue funziona il pisello, ma a quanto pare ha anche delle scorte di sperma…) che inizia a mangiarsi la madre da dentro la panza.
Una cosetta simpatica.
E ovviamente lei donna impura partorisce nel dolore, eh.

Mi chiedo come facciano le carampane della meyer a difendersela dopo aver letto questo.
Mah, misteri della psiche umana.

Commento #42 di Vale
agosto 3rd, 2009 @ 2:11 pm

Adorabile, veramente fantastico. Tutto quello che avrei voluto dire io ma che non ho mai espresso così bene ^^

Commento #43 di Lidiuz
agosto 3rd, 2009 @ 2:23 pm

Ci sono tante cose che non capisco di questo libro: qualcuno mi illumini, per favore!

1. Perché se Edduccio può far a meno di respirare trova così pericoloso l’odore di Bella? non può semplicemente tapparsi il naso?

2. Ma se la Meyer frulla un sacco di incoerenze in un unico libro, cosa può fare su più libri? e cosa combinerà nell’ultimo libro, quello scritto da Edduccio?

Son quasi curiosa…

Commento #44 di Nemuriko
agosto 3rd, 2009 @ 2:44 pm

Finalmente!Finalmente! Adesso mi zittisco e leggo ^^

Commento #45 di Silvia
agosto 3rd, 2009 @ 3:10 pm

Quindi nel quarto libro la vicenda prende anche una piega Alien.
Ma se Dracula di Bram Stoker avesse avuto come punto debole il glitterare come uno smalto di barbie come lo avrebbero potuto uccidere?

Commento #46 di Yersinia P.
agosto 3rd, 2009 @ 3:18 pm

Nemuriko, alla prima domanda credo di saper rispondere.. penso che il motivo sia lo stesso che ha spinto papà vampiro a fare il dottore, non ricordo se fosse la demenza senile vista l’ età o qualcos’ altro di ancora più oscuro.
nella seconda domanda non so proprio che dirti :-D

Commento #47 di Trent
agosto 3rd, 2009 @ 3:20 pm

@Trent: dimenticavo che sono vampiri-mona! :-D

Commento #48 di Nemuriko
agosto 3rd, 2009 @ 3:21 pm

Ma che caspio di cattivo è? Neanche Topolino dice “gradirei solo dilungarmi un momento”, ah già ma questo è lo stesso che,nell’altra puntata, dice “per favore”…ah non ci sono neanche più i cattivi di una volta XD

Commento #49 di Silvia
agosto 3rd, 2009 @ 3:30 pm

che finale del cazzo… -_-

Commento #50 di Silvia
agosto 3rd, 2009 @ 3:39 pm

Scusa Silviè, semmai Gambadilegno.
Topolino mica è un cattivo…

Commento #51 di vipero
agosto 3rd, 2009 @ 4:07 pm

@vale
carissima mi dispiace: la bartlett fa veramente cagare!!! se ci si mette che è best seller da tanto di quel tempo che il silenzio dei chiostri me lo sono comprato pure io … ma cosa cavolo è???? I capitoletti si alternavano come orologni svizzeri: (un) la commissaria Delicado dura che cazzia le sue assistenti che la sa taaaaanto più lunga degli altri che sul lavoro è un vero panzer (duè)la commissaria donna Pedra a casa col maritino nuovo di pacca e le incomprensioni e facciamo l’amore e gnìchetegnàchete che quadretto cariiiiiino (trè) deviazioni pseudostoriche tra suore e fraticelli contorte e insulse(quattr’!) la Pedra similmamma che se la vede coi figli di 1o e 2o letto dell’architetto (duepalle) e che come è saggia lei e come li piglia lei i bambini … (cinq!) le meditazioni di Pedra la squinzia troppo avanti troppo analitica troppo psicologa troppo profiler!!!
sì lo so … con Tuailait non c’è guerra ma un caz…. di sforzo! dai! la nullità completa! dai l’inslsaggine infinita!!!
Vargas almeno sbarella di suo in modo originale!!! (certe volte fa cagare anche lei ahimè!)

Commento #52 di isa effe
agosto 3rd, 2009 @ 4:15 pm

Isa: ahimè, su questo ti do’ ragione. È che come dici tu, con tuailait non c’è guerra. Comunque non sono una fan di A.G. B. (il libro me l’ha prestato mia suocera che ha un senso dell’umorismo un po’ pparticolare…) e di Fred Vargas ho letto solo un paio di cose (e peraltro on penso di leggerne altre per il momento). Invece non vedo l’ora di leggere il terzo libro di Libba Bray… ehm…

Commento #53 di Vale
agosto 3rd, 2009 @ 4:42 pm

Ma “Mi sto mettendo nei guai” è in vacanza? Di solito ci bacchetta tutti perchè sbagliamo ogni cosa!! Già mi manca.

Non pensavo che il libro fosse così osceno, fortuna che al cinema hanno sistemato le cose (fortuna si fa per dire)

Commento #54 di Kaboom
agosto 3rd, 2009 @ 5:22 pm

il vampiro che si preoccupa di portarsi la ciabatta ahahahahahaha!!!!!!!!!!!!
Mitica Betty!!!!!!!!!

Commento #55 di kiccilolita
agosto 3rd, 2009 @ 5:42 pm

Non ci credo che la Meyer abbia glissato elegantemente e gnorrimente su la scena con un po’ più d’azione dall’inizio della storia! Io ho visto il film a suo tempo, e in effetti lì il combattimento c’è. Mmmm, un riadattamento cinematografico che ‘corregge’ le contraddizioni e le incoerenze del lavoro originale. Probabilmente anche perchè rendere paro paro il piattume del libro avrebbe avuto un effetto soporifero. Chissà se la Meyer se n’è accorta.

Commento #56 di momo
agosto 3rd, 2009 @ 6:09 pm

ah, dimenticavo, complimenti Betty, al solito ;)

Commento #57 di momo
agosto 3rd, 2009 @ 6:11 pm

no, ma fatemi capire: volete dire che il bacio all’ospedale era IL PRIMO BACIO dei due piccioncini?? cioè, ammmore, lovvosità, etc. per pagine e pagine e nemmeno un bacio?? :/ proprio credibile…
comunque Betty, superlativa come sempre!

Commento #58 di frankie
agosto 3rd, 2009 @ 6:56 pm

dyo, questo libro è davvero una porcata monumentale
cioè, cheddddico!
magari fosse una porcata!
è una mormonata O___O

Commento #59 di cookie
agosto 3rd, 2009 @ 7:06 pm

Son quasi curiosa…

Nemuriko, io avrei solo paura… fidati.

Commento #60 di Idraelen
agosto 3rd, 2009 @ 7:17 pm

@vipero: si è Gambadilegno il cattivo, però avevo citato Topolino come esempio di educazione assoluta e se non lo dice neanche lui… questo intendevo :)

Commento #61 di Silvia
agosto 3rd, 2009 @ 7:36 pm

no, ma fatemi capire: volete dire che il bacio all’ospedale era IL PRIMO BACIO dei due piccioncini?? cioè, ammmore, lovvosità, etc. per pagine e pagine e nemmeno un bacio?? :/ proprio credibile…
comunque Betty, superlativa come sempre!

No, è solo il 44565678° bacio, ma puntualmente Bella sviene ogni volta perchè lui è talmente bello e talmente faigo e, oh mio Dyo, per lei – ragazza comune – è troppo faigo, capisci?

Commento #62 di MrsLollyJoh
agosto 3rd, 2009 @ 7:57 pm

@ MrsLollyJoh: ma se lui è così faigo, dopo che l’avrà trombata, dopo il matrimonio, lei sopravviverà?

Commento #63 di Bubu
agosto 3rd, 2009 @ 9:26 pm

E soprattutto: i figli saranno condannati alla stessa terribile ancestrale maledizione di trasformarsi in una bomboniera swaroski se esposti al sole?
Esiste un gene del glittering?

Commento #64 di Yersinia P.
agosto 3rd, 2009 @ 9:43 pm

Be’ prima che morisse non girava voce che Michael Jackson si illumasse?

Commento #65 di Bubu
agosto 3rd, 2009 @ 9:48 pm

Illuminasse, però non so se al sole o al buio. E la chiudo qui che del neodefunto ho parlato anche troppo sul forum :D

Commento #66 di Bubu
agosto 3rd, 2009 @ 9:52 pm

Io ti lovvo. XD

Commento #67 di apheniti
agosto 3rd, 2009 @ 10:49 pm

Ah si,Michael si illumina(va) al buio! Che in effetti come superpotere è più utile di quello di Edduccio,che si illumina alla luce,

Commento #68 di Yersinia P.
agosto 3rd, 2009 @ 11:38 pm

Stavo pensando che la concezione dell’ammòre, di ‘sta ciofeca assomiglia terribilmente a quella propangandata da Benedetto XVI, il che basta e avanza per farmela odiare a priori. E poi c’è il glittering ovviamente.

Commento #69 di Bubu
agosto 4th, 2009 @ 12:13 am

Il cattivo mormone che fa scherzi telefonici e’ una figata !!! :-D

Invece devo essere rovescia perche’ questa spiegazione

“salendo le scale per raggiungere la mia camera hai messo un piede in fallo, e… sei caduta da due rampe di scale e hai sfondato una finestra”

non fa per nulla ridere. Somiglia a certe spiegazioni che si danno davvero quando le donne arrivano in ospedale con le ossa rotte… da qualcuno

:-(

Commento #70 di CloseTheDoor
agosto 4th, 2009 @ 2:15 am

@ vale
amo la giallistica (e se hai roba mandami una e-mail) ma … Libba????
ho trovato la trama!!!…
Fine ottocento. Alla morte della madre, la sedicenne Gemma Doyle, trascurata da un padre schiavo del laudano, lascia Bombay dove ha trascorso l’intera infanzia per un severo e cupo collegio femminile appena fuori Londra, la Spence Academy. Qui, dopo molti tentativi, riesce a entrare nell’esclusivo gruppo formato dalla potente Felicity, la vezzosa Pippi e l’imbranata Ann. Dopo il primo periodo di permanenza, costellato di noiose lezioni, rigida disciplina e soprattutto oscure visioni (nonché dalla presenza di Kartik, un giovane misterioso e seducente che l’ha seguita fin dall’India e l’avvisa di non dar retta ai sogni che la funestano), Gemma scopre un diario segreto che le svela l’esistenza dell’Ordine, una congrega di sole donne dedita alla magia e alla scoperta di universi paralleli dove tutto è possibile. Assieme alle amiche, e nonostante la ferma opposizione di Kartik e di altri a lui vicini, la ragazza è intenzionata a saperne di più, a ribellarsi alle regole che la vorrebbero studentessa modello, a raggiungere la grotta nascosta dove l’attende un destino imprevedibile e dove alcuni pressanti interrogativi troveranno finalmente un chiarimento…

la potente Felicity? la vezzosa Pippi? Pressanti interrogativi???
MA QUESTE SONO LE WINX!!!!!!!!!!!!!
vergogna! vergogna! vergogna!
:))))

ti do’ una bella dritta: Anne Holt! (forever!)

Betty scusami … non è il luogo per le recensioni, ma Vale non saprei più dove pizzicarla …
Berdono!

Commento #71 di ISA EFFE
agosto 4th, 2009 @ 8:39 am

Bubu…e scommetto che a Benedetto bling bling XVI non dispiace neanche l’idea del glittering…

Commento #72 di Yersinia P.
agosto 4th, 2009 @ 9:10 am

Isa, può sembrare. I romanzi di Libba (eh, poveraccia, mica è colpa sua se il padre le ha messo sto nome) in fondo sono scritti per lo stesso target di tuailait… ma con tutt’altra classe.

Se ti interessa discorrere con me in altra sede (e ne sarei onorata) vieni sul mio blog, mi lasci un commento che wordpress dovrebbe mostrarmi la tua mail.

Anne, Holt, eh? Ora cerco.

Commento #73 di Vale
agosto 4th, 2009 @ 10:42 am

Oh deus, la scena del Bart-mormone malvagio che fa gli scherzi telefonici è fantastica XD
Comunque sono sconvolta. Ho visto il film incuriosita dal trailer (perdono, pietà!) e ho poi evitato di leggere i libri, ma a quanto pare il film è MEGLIO! O_O

Commento #74 di Madame falena
agosto 4th, 2009 @ 11:22 am

Cara Vale,
comprerò Bibba e leggerò attentamente e senza pregiudizi! ma … se poi era una saga delle Winx pretendo i soldi indietro!!!!

hahahahaha!!!!

però non dimenticare Anne Holt! se ti piacciono i gialletti col solito serial killer che ammazza gente col sistema Bartezzaghi, questa è una che li scrive bene!

Betty Betty! Berdono berdono! ho finito!!! (giuro!)

Commento #75 di isa effe
agosto 4th, 2009 @ 11:36 am

c si bekka alla skuola di dnz

ROTFL!

funesta possibilità del tilt bimbominkia

Ma Betty, come ti vengono in mente?
Ti lovvo, ovviamente.

Commento #76 di elenalucrezia
agosto 4th, 2009 @ 11:53 am

Ma se la donna che amo rimane mortale, come affronterò l’invecchiamento di lei e la conseguente perdita? Questi vampiri vivono il minuto, o sono anche capaci d lungimiranza? Mah!

eh, me lo stavo chiedendo anch’io…
3 possibili risposte:
– il vampiro Edduccio è mona mona mona
– la capacità di prevedere le ovvietà future è prerogativa di Alice (Bella si trova alla scuola di danza… nel pomeriggio cumulonembi sul Triveneto – ROTFL)
– quella suggerita da Betty: Edduccio è terrorizzato dall’idea di trovarsi per sempre incastrato con un’appiccicosissima fidanzatina adolescente immortale!!

Commento #77 di elenalucrezia
agosto 4th, 2009 @ 12:00 pm

Completamente d’accordo con CloseTheDoor (#70). Non credo tu sia rovescia e in ogni caso lo saremmo in due, per me già una compagnia sufficiente. Se il film mi sembrava soltanto concettualmente ributtante, il libro (i libri) addirittura pericoloso. E’ bello notare che anche l’industria più becera ha preferito tagliare (almeno) una parte dell’ideologia del romanzo. Per quanto vago ho sentore di pudore, o così almeno vorrei che fosse. Ma, ahimè, potrei sbagliarmi e non ricordare così bene il film…

P.S. Close, se non ho capito male, ho condiviso con te qualche anno di scartoffie progettuali in vicolo Florio. Un cenno d’intesa, mi prendo il rischio di una gaffe.

Commento #78 di PrimaDiLeggereQuestoPostEroFelice
agosto 4th, 2009 @ 12:01 pm

Anne Holt?
Ho letto delle recensioni molto cattive sul suo ultimo libro… (però non ho mai letto niente di suo).
Si dice che sia molto meglio Larsson, come giallista scandinavo. Che ne pensi, ISA EFFE? Sono alla ricerca di un ottimo giallo da leggere la settimana prossima :-)

Commento #79 di elenalucrezia
agosto 4th, 2009 @ 12:05 pm

Mi viene un sospetto. Non è che per la Meyer c’è un’ingiustizia di fondo a cui sta cercando di rimediare? Com’è che agli umani mormoni è negato il consumo di nicotina, caffeina e teina e ai mostri niente? Non sia mai! Dunque è giusto imporre ai vampiri l’astensione da bilirubina e globuline umane. Mi aspetto ulteriori romanzi in cui i protagonisti saranno morti viventi vegani, truzzi educati e Briatore sobrio. Sì, penso che abbia ragione la Meyer, bisogna moralizzare i mostri. Eccheccazzo. E voi lì, soloinvidiosi, a fare le pulci a ogni singola riga di questo capolavoro innovativo. Sono deluso. Bacchettate sulle dita a tutti.

Commento #80 di PrimaDiLeggereQuestoPostEroFelice
agosto 4th, 2009 @ 12:15 pm

@ elenalucrezia: io ti consiglio un libro di S. Meyer, si intitola Twilight.

Commento #81 di PrimaDiLeggereQuestoPostEroFelice
agosto 4th, 2009 @ 12:19 pm

@PDLQPEF: ma ki t dice ke nn l’abbia già ltt? Fikisssm!

Commento #82 di elenalucrezia
agosto 4th, 2009 @ 12:21 pm

elenalucrezia: ho le prove che l’hai letto, esattamente tra le 12.05 e le 12.21! Non si vive di sole consonanti per caso. E’ l’ideologia della Meyer che ti ha toccato nel profondo: anche la privazione delle vocali è un passo verso la sobrietà mormona.

Commento #83 di PrimaDiLeggereQuestoPostEroFelice
agosto 4th, 2009 @ 12:30 pm

PrimaDiLeggereQuestoPostEroFelice
ebbene sì, mi hai scoperta: sono una vampira e ho il superpotere della lettura superveloce. Mnngg, mi sn trdit!!

Isa Effe, ma dv czz 6 sprta? Ti avv prsa cm giallst di rifrmnt!!

Commento #84 di Anonimo
agosto 4th, 2009 @ 12:51 pm

In ogni caso i vampiri della Rice hanno un po’ più di spessore psicologico, perlomeno nel primo libro della serie (gli altri sono da buttare). Anzi a proposito: nessuno di voi ha mai letto le poesie di suo marito, Stan Rice? Io non le trovo male. Secondo me “Coniglio tragico” è proprio bellina.

Commento #85 di breschau di livonia
agosto 4th, 2009 @ 1:23 pm

Ah, obliavo … so che è un argomento già di qualche giorno fa, ma mi è venuto in mente come in “Frankenstein junior si poteva rendere la battuta di Igor sul castello.

Inga: Il lupo mannaro!
Igor: Là il mannaro, lì il maniero.

Ok, non è ad effetto però come gioco di parole ci poteva stare.

Commento #86 di breschau di livonia
agosto 4th, 2009 @ 1:28 pm

@ elenalucrezia: non è la stessa cosa, ma con lo stesso numero di pagine di un giallista scandinavo ti fai Posizione di tiro, Piovono morti, Un mucchio di cadaveri e magari pure Piccolo blues di Jean-Patrick Manchette (sempre che tu non abbia già letto).

@ breschau di livonia: anche il Dracula con John Holmes aveva più spessore psicologico dei personaggi con la Rice (a partire dal lancio pubblicitario del film, che già lasciava intravedere un aspetto nuovo: “questa volta dracula non succhia ma viene succhiato”)

Commento #87 di PrimaDiLeggereQuestoPostEroFelice
agosto 4th, 2009 @ 1:42 pm

@ breschau: mi manca Stan Rice, però bel titolo quello del coniglio.

Dal commento precedente potete togliere psicologico. Sarà volgare ma dire che John Holmes ha più spessore di Pattinson mi diverte molto.

Commento #88 di PrimaDiLeggereQuestoPostEroFelice
agosto 4th, 2009 @ 1:47 pm

Uffa, dimentico sempre il motivo per cui scrivo. Breschau, la traduzione del gioco di parole di Frankenstein Jr. può sfiancare anche la più dotata delle menti. Non avrei idee migliori ma mi pare un po’ tirato per i capelli… Ci sono questioni che non hanno risposta, facciamocene una ragione ;)

Commento #89 di PrimaDiLeggereQuestoPostEroFelice
agosto 4th, 2009 @ 1:54 pm

@PrimaDi: lo ben so! Comunque era un modo per far capire che in molti casi non è possibile nè una traduzione “verbatim”, nè qualcosa che tenta assolutamente di avvicinarsi. Meglio allora un’invenzione di sana pianta come “lupo ullulà, castello ullulì”, più vicino alla nostra idea di comicità. Poi è ovvio che nella traduzione si perde qualcosa, ma è inevitabile.

Commento #90 di breschau di livonia
agosto 4th, 2009 @ 2:07 pm

E in ogni caso, non mi sembra opportuno cavillare sullo spessore psicologico dei personaggi nella letteratura fantasy. Il mio era un esempio di qualcosa di meglio congeniato rispetto ai vampiri “meyereschi”, ma se voglio maggior spessore psicologico mi leggo Flaubert o Virginia Woolf :D

Commento #91 di breschau di livonia
agosto 4th, 2009 @ 2:11 pm

@ MrsLollyJoh: ma se lui è così faigo, dopo che l’avrà trombata, dopo il matrimonio, lei sopravviverà?

Purtroppo.
Il fatto è che l’autrice non parla troppo di come trombano (io pensavo mancassero delle pagine: voglio dire, se non vuoi scendere fino ai minimi particolari mi va benissimo… Ma chiuderla lì con una semplice frase dopo tutte le crisi ormonali e di calore di Bella in Eclipse è totalmente e assurdamente ridicolo), quindi lei dice che è stato bellissimo e faighissimo e che lovva tanto Edward.
Probabilmente qualcuno ha fatto capire alla Meyer che è impossibile andare in tachiardia per un bacio, a meno di non avere seri problemi di cuore.

Commento #92 di MrsLollyJoh
agosto 4th, 2009 @ 2:12 pm

@ breschau: cavillare no, d’accordo. Ma un minimo sindacale? Mica si pretende chissà che… solo di non eccedere in stereotipi di seconda mano. Se il genere campa ancora è per le rielaborazioni, così non vale! Poi,senti, da un lato l’autrice semplifica la realtà, ma dall’altro la influenza. E purtroppo, dal secondo punto di vista, siamo già ampiamente nei casini.
Se ami Flaubert nei dintorni di Twilight abbiamo un sacco di neo-Signore Bovary bimbominkia che sognano il vampirello glitterato. Dì la verità, hai una passione per queste cose…

Commento #93 di PrimaDiLeggereQuestoPostEroFelice
agosto 4th, 2009 @ 2:33 pm

PrimaDiLeggereQuestoPostEroFelice, non ho mai letto nulla di Manchette, grazie del consiglio. A dire il vero non sono una gran lettrice di gialli, di solito ne leggo solo un paio d’estate, per non pensare ;P
Se non ho capito male, tu trovi i giallisti scandinavi un po’ pallosi. Ho sentito opinioni molto contrastanti in merito, e devo dire che ciò mi incuriosisce…

Commento #94 di elenalucrezia
agosto 4th, 2009 @ 2:35 pm

a proposito, dimenticavo: sto iniziando a leggere Roseanna, della coppia nordica Sjowall-Wahloo, primo giallo scandinavo per me!
Pensandoci… non so a chi possa interessare questo particolare.

Commento #95 di elenalucrezia
agosto 4th, 2009 @ 2:39 pm

@MrsLollyJoh: capito, rimane il mio dubbio cioè com’è che fa un non-morto a mettere incinta una donna.
Ma son rimasta al Dracula di Bram Stocker, altra storia e ben altra classe.

Commento #96 di Bubu
agosto 4th, 2009 @ 2:52 pm

elena, io me lo sono appuntato sulla moleskine.

nel frattempo, dopo essermi divorato L’almanacco del giallo (ma è perchè così posso leggere una storia aggiuntiva di Julia) m’è presa voglia di James Ellroy.

Commento #97 di vipero
agosto 4th, 2009 @ 2:57 pm

Scusate ma avete visto le scene presentate in anteprima al comic con, tra le quali quelle girate in Italia, con le scimmie urlatrici appena un attore si leva la maglietta?
http://www.youtube.com/watch?v=Lyldfq0kQOc

http://www.youtube.com/watch?v=I_EUZWb9CZw

Commento #98 di Klaus
agosto 4th, 2009 @ 3:18 pm

@PrimaDi: senso delle tue parole non pervenutomi. Dove hai letto che sono una fan della Meyer o della narrativa fantasy in generale? Ogni tanto, giusto per gradire, ma non sono certo una tuttologa e, sinceramente, non ho l’abitudine di fantasticare su QUESTO tipo di personaggi.

Commento #99 di breschau di livonia
agosto 4th, 2009 @ 3:29 pm

elena, non trovo eccessivamente noiosi gli scandinavi (anche noiosi, ma ad esempio Mankell non è male), però oggi penso che se dovessi consigliare qualcosa direi Manchette, magari domani sarò di umore Scerbanenco (i Duca Lamberti o Al mare con la ragazza), oppure Izzo, Malet, Simenon (per rimanere tra i francofoni…). Il fatto è che non amo eccessivamente gialli/noir troppo lunghi. O forse, semplicemente, non ci sono abituato…

Commento #100 di PrimaDiLeggereQuestoPostEroFelice
agosto 4th, 2009 @ 3:34 pm

@ breschau: :D Intendevo dire che se ti appassiona Flaubert, magari avresti potuto trovare nel bovarismo delle tuailaiters una ragione di interesse nella saga. Non certo nel libro di per sé. Come dire: la Meyer e questo blog ti portano ad assistere “live” ad una versione aggiornata di M.me Bovary…

Commento #101 di PrimaDi...
agosto 4th, 2009 @ 3:41 pm

Sentiti lovvi a BM per averci dato questa magia di mezza estate
(la mezzora di cazzi miei uhauhauha, e tutto il resto, ma quanto devi essere simpatica di persona?);
già che ci sono faccio anche un po’ di cazzocentrismo e vi posto due cosine che ho trovato testè, così non farete soltanto critica letteraria.

1) parodia show di mtv “girlicious” con azzeccatissima tranny-Robin Antin
e
2) il nostro italiano indipendente secondo dlisted

Spero gradiate.

Commento #102 di Lilly
agosto 4th, 2009 @ 4:29 pm

PrimaDi: mh mh, capito. Però anche questa storia del bovarismo delle tuailaiter è un po’ tirata per i capelli, dai :D

@Lilly: Group of Sluts! LOL! Ma ste tipe vengono tutte da Pacoima e hanno alle spalle un passato strappalacrime? Adoro gli orecchini di Diaz!

Commento #103 di breschau di livonia
agosto 4th, 2009 @ 4:59 pm

@breschau: le budrillone vere sono poco distanti da queste, ho visto la puntata di ieri e veramente una ha detto di essere stata dichiarata morta per 30 minuti “__”
But respect me!

Commento #104 di Lilly
agosto 4th, 2009 @ 5:20 pm

mi sono sempre chiesta èperchè i cattivi perdanpo tempo a parlare delle loro vite prima di ammazzare la vittima: è stupido!
come HarryPottiana base – cioè odiavo Harry, ma adoravo i personaggio “di contorno”- devo dire che è assurda questa cosa che il cattivo sia sempre un ciarlone…grr

bella sviene perchè Edduccio ha la super lingua che arriva fino a soffocarla. Credo.

Commento #105 di nunu
agosto 4th, 2009 @ 5:37 pm

@ PrimaDiLeggereQuestoPostEroFelice
Commento #78

Nessuna gaffe, abbiamo condiviso scartoffie in vicolo florio :-)

Commento #106 di Closethedoor
agosto 4th, 2009 @ 6:02 pm

mi sono sempre chiesta èperchè i cattivi perdanpo tempo a parlare delle loro vite prima di ammazzare la vittima: è stupido!

Guarda, secondo me è una cosa presa pari pari dagli anime giapponesi (anzi, vi siete mai accorti quanto la letteratura fantasy di bassa lega degli ultimi anni prenda dagli anime? Io sì)
Il copione è di solito questo: quando il cattivo parla del proprio passato e il passato è particolarmente lacrimogeno (ovvero il cattivo ha una straccio di motivazione per essere divenuto tale):
1)il morto non ci scappa
2)il cattivo passa dalla parte del bene

Commento #107 di breschau di livonia
agosto 4th, 2009 @ 6:45 pm

@ breschau di livonia

# 107

Sì, insomma, come quando il Grande Puffo con una pozione fa diventare buona la Puffetta

Commento #108 di Closethedoor
agosto 4th, 2009 @ 7:34 pm

Scusate ma perchè, come dice Igor nella versione inglese? Questa cosa mi incuriosisce molto, io l’ho sempre visto in italiano il film…

Commento #109 di Silvia
agosto 4th, 2009 @ 7:46 pm

@nunu: Voldemort non mi pare che si perda in ciance inutili :D

Commento #110 di Bubu
agosto 4th, 2009 @ 9:05 pm

Ma Bella può fellare il suo vampiro? E se ingoia ha una crisi epilettica?

Commento #111 di roseau
agosto 4th, 2009 @ 10:01 pm

@Bubu: i cattivi della Rowling sono psicotici e spesso fanno errori cretini, ma amano l’azione. Il settimo libro è un simpatico massacro, solo nella battaglia finale ne crepano cinquanta, poi si sommano gli altri.
Potter resta in vita grazie a Narcissa e pure grazie a Neville, più un pirla che brucia vivo col diadema di Rowena.
Dimenticavo… Quelli che non vengono uccisi, sono rapiti/torturati (Luna, Neville, Dean, Draco, Lucius, Hermione, Ron, George, Olivander, Minerva, ecc).
Voldemort parla parecchio nei libri, ma la sua storia la sappiamo grazie a quel manipolatore di Albus e così quella Severus.
Il suo triste passato non l’ha mai detto a nessuno che volesse uccidere e manco i suoi piani.

Commento #112 di Sian is a girl
agosto 4th, 2009 @ 10:07 pm

elena, io me lo sono appuntato sulla moleskine

Vipero, tu sì che sei un ammòre. E sei pure un raffinatissimo fruitore di moleskine! *sbavv* sbavvv*!!
(sto scherzando, eh).

Ellroy non è troppo sanguinario?

Commento #113 di elenalucrezia
agosto 5th, 2009 @ 12:26 am

PrimaDiLeggereQuestoPostEroFelice
Scerbanenco mi ispira assai, Simenon lo apprezzo, ma mi lascia addosso una malinconia greve ogni volta che arrivo alla fine di un suo libro.
Grazie mille dei consigli. Mi dispiace che tu sia meno felice di quando non leggevi i post di Betty ;D

Buonanotte a tutti, domani mi aspetta un lungo viaggio.

Commento #114 di elenalucrezia
agosto 5th, 2009 @ 12:31 am

@ Silvia 109:
Alla domanda “Werewolves?” (“lupi mannari?” ma suona anche come “dove sono i lupi?”) risponde con due cenni e dice “There wolves, there castle!”

Commento #115 di Vicolo Florio per un istante
agosto 5th, 2009 @ 12:33 am

@ elena: buon viaggio! ;) felice di farmi intristire da un mondo che pensavo non esistesse davvero (per me certi nomi erano solo lettere sul televideo).

Commento #116 di PrimaDi...
agosto 5th, 2009 @ 12:36 am

@Sian is a girl: a me sembrava che l’unica cosa che abbia mai detto Voldemort è Avada Kedavra :D qualche ordine e diverse minacce qua e là. E devo dire che mi piaceva parecchio: c’ha messo 4 libri a incarnarsi, poi è quasi sparito, e nel settimo è ricomparso nel massacro finale. Per tirare le cuia c’ha messo un capitolo, e poche righe.
In compenso Harry come eroe è assai idiota: alla fine la spunta più per culo che per altro.

Commento #117 di Bubu
agosto 5th, 2009 @ 1:01 am

uff ma betty…non parli del ballo finale!….

Commento #118 di elfofemmina
agosto 5th, 2009 @ 2:23 am

@Bubu: alla fine del calice di fuoco zio Voldy fa un breve riassuntino dei suoi ultimi 4 anni. ;)

Ieri ho comprato (e letto) New Moon perché aspetto la recensione di Betty e non potevo farmi trovare impreparata.
Ma sti vampiri sono sempre più mona?!?!??!?!

Commento #119 di Nemuriko
agosto 5th, 2009 @ 8:36 am

Silvia, mi ricito. tradotto alla lettera potrebbe suonare così:
frank “Licantropi?”
Igor “lì cantropi, là castello”.

però “il lupo ululà, il castello ululì” è… sublime. secondo me gli americani e gli inglesi stanno a rosicà fino ai gomiti.

Commento #120 di vipero
agosto 5th, 2009 @ 8:58 am

Da repubblica di oggi (5 agosto):
“Anche i vampiri possono essere plagiati. Stephenie Meyer, l’autrice della popolarissima saga Twilight, che ha come protagonista un affascinante nipote di Dracula, è accusata di aver copiato. Nel quarto libro della serie Breaking Dawn (uscito lo scorso in anno in Italia da Fazi) ci sarebbero troppe somiglianze con il libro fantasy di un altro scrittore, Jordan Scott, intitolato The Nocturne e che sarebbe uscito due anni prima del romanzo della scrittrice americana. Lo ha scoperto il sito di gossip Tmz e subito la notizia è rimbalzata in rete. Anche se la Meyer si è affrettata a respingere le accuse «Non conosco Jordan Scott e non ho mai letto il suo testo» ha detto la signora dei vampiri, le 15 pagine di dialoghi pubblicate da Tmz non lasciano spazio a dubbi: le somiglianze sono notevoli. C’è, per esempio, una scena di sesso dopo il matrimonio di due personaggi, c’è il neonato con i poteri demoniaci, c’è la morte della moglie di uno dei principali protagonisti.
[…] I legali di Jordan Scott non hanno perso tempo e la casa editrice Hachette, che detiene il “marchio” Usa “Meyer-Twilight” ha già ricevuto numerose lettere in cui si chiede ragione della “copiatura”. […] per la trentaseienne Meyer non è il primo incidente di percorso. In primavera infatti una sua compagna di scuola Heidi Stanton aveva affermato che ai tempi della Brigham Young University, aveva scritto una novella breve con una trama simile a quella usata dalla sua amica per Twilight, la quale più volte ha invece raccontato di aver sviluppato la sua avventura noir sulla base di un sogno fatto nel 2003″.

Pensa te…

Commento #121 di NoMoreTrasgrescio
agosto 5th, 2009 @ 11:05 am

beh c’era da aspettarselo. da brava mormona che ne sapeva lei?

Commento #122 di vipero
agosto 5th, 2009 @ 11:36 am

http://twilightlexicon.com/meyers-claim-supported-copyright

(in sintesi Forever Dwan il libro da cui è tratto in larga parte Breaking Dawn e che la Meyer aveva scritto prima che la casa editrice le richiedesse una trilogia è stato registrato nel 2004, due anni prima della pubblicazione di questo romanzo che avrebbe plagiato. Dati consultabili da tutti)

“C’è, per esempio, una scena di sesso dopo il matrimonio di due personaggi (nota mia. Davvero!? Le persone dopo il matrimonio fanno sesso?!… scandaloso), c’è il neonato con i poteri demoniaci, c’è la morte della moglie di uno dei principali protagonisti (nota mia. Si, prima di questo libro non si era mai raccontato di donne morte di parto, no signore).”

oh mio dio, oh mio dio che spunti originalissimi, nessuno prima di lei aveva mai pensato di scrivere di certe cose…

Commento #123 di Mi sto mettendo nei guai...
agosto 5th, 2009 @ 1:45 pm

Ma perchè non si controllano mai le proprie fonti prima di lanciarsi nell’ennesimo “scandalo estivo”?…

Tra parentesi, l’altra accusa di plagio che si cita è stata smentita e si è rivelata un falso due giorni dopo la pubblicazione XD.

Quando girano i soldi… persino vantarsi di essere stati i primi ad aver ideato la serie di twilight va bene.

Commento #124 di Mi sto mettendo nei guai...
agosto 5th, 2009 @ 1:54 pm

“Mi sto mettendo” stavolta ha proprio ragione da stravendere. Donne morte di parto e neonati metà demoni metà umani pullulano nella narrativa dark fantasy e anche nel cinema. Allora anche Polansky potrebbe chiamare in causa il suo “Rosemary’s Baby”; e che dire di Dampyr?

Commento #125 di breschau di livonia
agosto 5th, 2009 @ 2:14 pm

“Mi sto mettendo” stavolta ha proprio ragione da stravendere.

Come stavolta ç_ç? ho sollevato altre questioni interessanti e senza i miei interventi qui la discussione muore e non raggiungere manco i 200 commenti ç_ç… si, scherzo ò_ò (non sulle questioni interessanti tipo lo sgamo del “friabile” che in originale non esisteva, oh yeah ò_ò/).

Commento #126 di Mi sto mettendo nei guai...
agosto 5th, 2009 @ 2:31 pm

*raggiunge ò_ò eh quando si cambia la costruzione della frase al volo

Commento #127 di Mi sto mettendo nei guai...
agosto 5th, 2009 @ 2:33 pm

“Friabile” viene riusato non so quante volte in New Moon e tutte le volte scoppiavo a ridere. XD
Recidivi! (Lei o il traduttore)

Commento #128 di Nemuriko
agosto 5th, 2009 @ 2:36 pm

il traduttore, lei usa breakable (almeno in twilight, posso controllare anche new moon se interessa…ma visto il caso del primo libro…).

Commento #129 di Mi sto mettendo nei guai...
agosto 5th, 2009 @ 2:40 pm

Eh infatti, mi sembrava strano che si potessero copiare simili c…ate

Commento #130 di NoMoreTrasgrescio
agosto 5th, 2009 @ 3:55 pm

Ok, scusa MiStoMettendo, effettivamente questa non è la prima volta che hai ragione ;-D

Commento #131 di breschau di livonia
agosto 5th, 2009 @ 11:55 pm

*____*

Commento #132 di Mi sto mettendo nei guai...
agosto 5th, 2009 @ 11:57 pm

Leggo solo adesso…certo che la Meyer è davvero -yawn – brava – yawn – a tenerti sulle spine eh?

Commento #133 di juleZ
agosto 6th, 2009 @ 11:26 am

in New Moon ho trovato anche “tenpo” .. scritto così.. giuro…

Commento #134 di Nemuriko
agosto 7th, 2009 @ 12:12 pm

dopo tutto questa po-po di azione (azione? vabbè…) neanche un cazzotto o un rapimento… ma stefy che mi combini? almeno Educcio salvava la sua Bella, che l’unica cosa che sa fare… la scena dell’avvelenamento è proprio idiota: doveva essere una delle scene più importanti del libro e lei che fa? due righine-ine-ine e tutti felici e contenti… ma che libro di vampiri è?!? comunque Betty sei un genio :) non vedo l’ora di leggere tutte le altre recensioni :)

Commento #135 di Ha|jimE
agosto 7th, 2009 @ 7:33 pm

Il problema è che il libro è narrato dal punto di vista di Bella che è per la metà del tempo o svenuta, o in fuga, o nascosta da qualche parte oppure impossibilitata a capire quello che accade perchè i vampiri sono troppo uber (presente quando in dragon ball il solito personaggio sfigato dice “cavolo, combattono così veloci che non riesco nemmeno a vederli”) ò____ò… e, le poche cose a cui assiste non sa descriverle in maniera abbastanza interessante per tutti.

Commento #136 di Mi sto mettendo nei guai...
agosto 7th, 2009 @ 8:02 pm

il crossover che tutti vorremmo ardentemente vedere:
http://wordpress.com/pattinson-stewart-wanted-see.jpg7

Commento #137 di Bananarama
agosto 10th, 2009 @ 5:38 pm

Ci sono pure LE BAMBOLE

http://buzzworthy.mtv.com/twilight-barbies/

Commento #138 di Eugenia
agosto 20th, 2009 @ 4:46 pm

Nel notevole romanzo “Saga”, dell’autore franco-italiano Tonino Benacquista, i protagonisti sono i 4 autori di una serie tv, e nel libro si ragiona di narrativa seriale in generale.
A un certo punto un personaggio parla all’altro dell’autore di Rocambole, il quale autore, avendo litigato col suo editore, aveva scritto una storia nella quale il personaggio finiva chiuso in una gabbia d’acciaio gettata in fondo al mare per ucciderlo e chiudere lì la serie. Poi l’autore aveva fatto pace con l’editore, ma a quel punto doveva salvare Rocambole.
A quel punto il personaggio chiede all’altro “E sai come ha fatto a trarsi d’impaccio l’autore? Nel modo più semplice del mondo: ha iniziato la puntata successiva con le parole ”
-Ha osato? , domanda l’altro personaggio.

Ecco, la Meyer che svicola sulla scena clou del finale mi ha ricordato questa cosa

Commento #139 di Giulio
agosto 28th, 2009 @ 11:22 am

Mi sono sfuggite le parole dell’autore di Rocambole, Ponson Du Terrail:

“Uscendo da quella brutta situazione, Rocambole risalì in superficie”.
Ecco, semplicemente ha evitato. come la Meyer.

Commento #140 di Giulio
agosto 28th, 2009 @ 11:25 am

Aaah, che bello tornare a leggere le Malvestite e trovare pagine e pagine di Twilight-sputtanamento :)
Altro che The Faboulous Life of Dazzling Sparkly Vampires, la Meyer dovrebbe pubblicare “Anti-climatic endings for dummies”. Dio bono, come facciano le metaforiche palle delle bimbominkia a non cascare ad ogni lettura delle ultime twilightpagine è un mistero giacobbiano.

Commento #141 di anoni-mou
settembre 5th, 2009 @ 3:58 pm

agh, troppe ou in quel fabulous, me ne scuso

Commento #142 di anoni-mou
settembre 5th, 2009 @ 3:59 pm

fantastico. ti lovvo.
quanto di meglio abbia mai letto in internet da quando ho la connessione.

Commento #143 di vertigoz
novembre 26th, 2009 @ 3:35 am

A me li hanno regalati tutti e quattro (orrore!) e quindi, per curiosità ed educazione, ho tentato di leggerli… Il primo è vagamente decente, anche se di tutti quei “Bella- ti-amo-sei-la-mia-vita e QuantoE’StrafigoEdward” ne facevo volentieri a meno… comunque, sdolcinatezze a parte l’idea per una trama interessante poteva esserci, ma poi la Meyer ha rovinato tutto magistralmente, e dal secondo in poi la saga fa veramente e indubitabilmente SCHIFO. L’unico personaggio che mi piace è proprio James! XD non solo perchè io me lo immagino bello, altro che ordinario, ma anche perchè quasi ammazzava quell’oca di Bella…QUASI.
Ottima recensione, hai soltanto ragione!!!

Commento #144 di Ginny
dicembre 30th, 2009 @ 2:14 am

Scriverai anche delle cose giuste, ma che pesantezza! Metti un punto ogni morte di papa e scrivi delle frasi lunghissime che non fanno che appesantire lo scritto!
Tu non sei capace di gestire così tante subordinate e quindi alla fine ti esce una cosa oscena!

Consiglio: USA I PUNTI

Commento #145 di Nina
agosto 16th, 2010 @ 2:25 pm

L’ho letta solo adesso ma ho riso tantissimo!

Commento #146 di Logan
ottobre 20th, 2010 @ 11:15 pm

Lascia un commento

Tag permessi: <a href=""></a> <b></b> <i></i> <strike></strike> <blockquote></blockquote>

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.