La sagra del commento demenziale, era ora!

19 ottobre 2010 / , , ,

Dall’ultima sagra è passato un bel po’ di tempo e i commenti del blog nel frattempo hanno superato quota centomila, s’è accumulata una caterva di commenti demenziali uno meglio dell’altro e adesso vi faccio vedere una selezione dei più buffi, dalla poesia-reppe dell’hippopparo incazzato (tra i migliori commenti demenziali di tutti i tempi!) ai carampani svitatissimi di Morgan, Allevi, Consoli, Lapo, Biagio e Giacobbo (OMG! Giacobbo!, esistono dei carampani di Roberto Giacobbo!), dal troll leghista alla bimbominkia pentita, dal mormone sdegnato al figlio di Dyo, dal multinick letterario alla mia vera identità, da Totò Riina (l’astronauta) ai misteriosi Ragazzi Gufo. Ma in cima a tutti quanti, non c’è competizione, devo metterci l’hippopparo che ha scritto apposta per me questi versi bellissimi:

critichi l’hip hop i rep e la “vita brada”/
chi lo fa come lavoro/
ma pure tu come loro/
scrivi come se stessi parlando in strada/
tu sei più nonsense del peggio testo di fibra/
se lui è un chilo di merda tu non sei mezza libra/

era meglio se …rimanevi alle barbi/
sei un mix dei lati peggiori di mughini
e sgarbi/
le critiche distruttive da bimba frustrata/
da marra vorresti sculaccione e frustata/
shit bimbetta dai oggi fai il dog/
chiudila con questi epic fail da blog/
invidiosa torna alla tua cassa alla coop/
e sciaquati la bocca se parli dell’hip
hop/

aspettavamo te a spiegarci che x è un coglione/
prendi ste due palle in bocca gely: fragola e limone!
yo

I miei commenti carampanici preferiti sono quelli dedicati al Morgan, che ha i carampani che si merita:

Morgan, mi accodo ai complimenti che ti sono stati fatti per dirti che sei un grande, un BIG trai big dei big.
Sei il migliore che abbiamo in italia e nel mondo, davanti a te solo l’immensa Annona Tatangelo.
Grazie per la musica che ci regalate tu e Big Anna
Patrizia

E infatti, appunto, c’è una commentatrice che ribadisce l’appartenenza degli ascoltatori di Morgan a “una classe intellettuale di un certo livello”,
Continua a leggere »

Elisabetta Gregoraci VS il Pelapatate

Due sere fa in televisione un esemplare femmina di scimpanzé ha tentato (senza successo) di prendere familiarità con un utensile ad altissima tecnologia, il congegno rompicapo che noi altri esseri umani chiamiamo Pelapatate (lo scimpanzé non capisce dove si trova la lama e scolpisce la patata col bordo smussato – per cinque lunghissimi minuti):

La settimana prossima, allacciatevi le cinture, vi racconto Tre, il romanzo appena uscito di Melissa P. (occhio però!, tutta roba NSFW: vagine, culi, cazzi, poetesse, pappagalli, Marx, merda, – sarà una pacchia!)

Se Twilight vi ha fracassato i maroni

(e come biasimarvi, dico io) facciamola breve: ho preparato questo piccolo video (un filmetto ultracondensato, muto e in bianco e nero, con un delizioso accompagnamento musicale) che racconta tutto quanto il terzo capitolo della saga, Eclipse, così ci mettiamo su un bel The End e non ne parliamo più,

Misterioso attacco e aggiornamento guida

22 settembre 2010 /

Ho buttato via una giornata intera e un bel pezzo di nottata (e non ho ancora finito) per sistemare il sito che ieri è stato attaccato da una valanga di codice ostile che si è infilato ovunque e non ho ancora capito come cavolo sia successo. Adesso però dovrebbe funzionare bene, ho ripulito tutto quanto e reinstallato tutto quanto (se vi accorgete di un qualsiasi problemino, per favore, ditemelo). Già che ci sono vi presento la nuova pagina della guida (bottone su in alto), dove adesso trovate una sterminata collezione di piccole immagini, delle cose così

che sono le facce di tutti i tipi famosi (attori, cantanti, stilisti, scrittori, giornalisti, ecc.) di cui ho parlato sulle malve in questi anni. Cliccando su ciascuna delle immagini potete leggere i post del blog che parlano del tipo che c’è nell’immagine (anche per la guida, se ci fate un giro e non dovesse funzionare, per favore, fatemelo sapere!).

Mi allaccio i coltellazzi a serramanico intorno alla coscia, appendo le bombe a mano sul cinturone, mi infilo un fucile a canne mozze nell’elastico delle mutande, stringo la fascetta rosa sui capelli bagnati

9 settembre 2010 /

Grazie a tutti quelli che mi hanno scritto, mi ha fatto tanto piacere. Io sono quasi pronta, sto sistemando un po’ la grafica del sito e intanto preparo una divertentissima mega-rece su un romanzo cagatona di cui non vi anticipo il titolo per non rovinarvi la sorpresa – vi anticipo però che l’ho scelto unicamente come bieca strategia di rilancio, perché so che l’autrice blogger fa girare le palle a tutta l’internet (e pure a me).
A proposito della grafica, che ne dite se do una cambiata all’header qua sopra? Qualcosa tipo così, ispirato a questa copertina di Rolling Stone.

È che quest’anno ho voglia di fare una carneficina, e mi sembrava in tema – ma forse l’Amy Winehouse Road Runner è troppo più bella, mi sa che lascio lei.

« Post precedenti