Le Malvestite

Psychiatric help => Speakers' corner => Topic aperto da: ninfeaalba79 - Ottobre 24, 2008, 03:50:49 pm

Titolo: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: ninfeaalba79 - Ottobre 24, 2008, 03:50:49 pm
apro questo tipic perche' mi piacerebbe avere testimonianze dirette non filtrate dai telegiornali sul perche' c'e' questa protesta rispetto alla nuova riforma scolastica e tanto tempo non ho per potermi informare in internet....

ps. vogliate perdonarmi ma a casa mia si guarda solo tg5 (ho sposato un leghista!  ;) )
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: ls - Ottobre 24, 2008, 04:56:33 pm
apro questo tipic perche' mi piacerebbe avere testimonianze dirette non filtrate dai telegiornali sul perche' c'e' questa protesta rispetto alla nuova riforma scolastica e tanto tempo non ho per potermi informare in internet....

ps. vogliate perdonarmi ma a casa mia si guarda solo tg5 (ho sposato un leghista!  ;) )

Guarda, a mezzanotte puoi vederti di nascosto, magari con le cuffie, Telekabul, ma anche qualcosa di più andante: mandi a dormire il maritino (magari dopo una bella mangiata di cassoeula e qualche bicchierino di grappa, così sei sicura che si abbiocca stecchito) e così riesci a rimetterti in pari con il mondo. Poi se ti becca inventi che ti stavi aggiornando sulla incresciosa situazione degli sbarchi di cime di rapa e cozze in Lombardia.

Buona serata!
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: ninfeaalba79 - Ottobre 24, 2008, 05:27:45 pm
Is non so capire la tua risposta e' ironica o sarcastica? perche cmq non mi ha fatto ridere.... e se ultimamente sono fuori dal mondo vuol dire che ho dei grossi pensieri per la testa e problemi miei.... solo che mi avrebbe fatto piacere sapere cosa pensate voi del forum visto che vi reputo persone intelligenti....
a volte una non-risposta e' meglio di una risposta
come si suol dire a volte e' meglio tacere....
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Tacco Dodici - Ottobre 24, 2008, 05:55:39 pm
ps. vogliate perdonarmi ma a casa mia si guarda solo tg5 (ho sposato un leghista!  ;) )
e quindi in casa "si fa come dice lui"? Tipico...
Presumo che ti abbia conquistata a colpi di clava!
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Siminsen - Ottobre 24, 2008, 05:56:24 pm
ninfea A me pare fuori del mondo evitare di informarsi per dar retta al marito. Capisco i pensieri e le preoccupazioni, ma cacchio, tuo marito ti ha segregata?
E se si incazza perché vedi i canali che TU vuoi vedere, mi sai dire che razza di persona è?
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: DDRD(evotchka) - Ottobre 24, 2008, 06:01:40 pm
capisco cosa volessi dire.
 ti posso dire che mi sento minacciata da questo stato di cose, e le manifestazioni sono all' ordine del giorno. c'è tantissima rabbia, ti posso dire anche che a torino palazzonuovo è occupato anche se da noi al poli non si è arrivati a quel passo, forse ci si arriverà, se le cose scadono oltre. fioccano ovunque su internet organizzazioni no gelmini e incontri...
i tg minimizzano, al solito. un consiglio, non buontempone, ma serio: informati su internet, che NON è vincolato da favori governativi, e se puoi, sulla stampa estera...
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Ghismunda - Ottobre 24, 2008, 06:02:49 pm
Citazione
visto che vi reputo persone intelligenti....
...tesoro...
Dunque gli animi sono particolarmente caldi e questo è sotto gli occhi di tutti...(studenti di sinistra e di destra si sono riuniti insieme per leggere e comprendere la proposta di legge)
La patata bollente istruzione, caduta in mano alla Gelmini, è circa 15 anni che gonfia...
Riforme e contro-riforme a colpi di legiferazioni (da sinistra a destra) hanno provocato caos e frustrazione...
La realtà è che mancano i soldi
Dove e come trovarli? ???
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Tacco Dodici - Ottobre 24, 2008, 06:04:47 pm
ti posso dire che mi sento minacciata da questo stato di cose, e le manifestazioni sono all' ordine del giorno.
Cioè? In che senso? Da chi, da cosa ti senti minacciata??  ???  ???
Non capisco!  ???
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: DDRD(evotchka) - Ottobre 24, 2008, 06:07:26 pm
ti posso dire che mi sento minacciata da questo stato di cose, e le manifestazioni sono all' ordine del giorno.
Cioè? In che senso? Da chi, da cosa ti senti minacciata??  ???  ???
Non capisco!  ???
........
sai almeno di cosa parla il topic? leggi il titolo in alto, per favore. si sta parlando del fatto che probabilmente le università , se vorranno sopravvivere dovranno diventare istituzioni private.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Ghismunda - Ottobre 24, 2008, 06:09:12 pm
Citazione
ti posso dire che mi sento minacciata da questo stato di cose
...
Credo che con tutta la sua buona volontà non voglia implotonarsi...
Anche io ho evitato l'università per 15 giorni, non perchè sia una persona passiva, anzi  :ghignomalefico:
Voglio pensare con la mia testa, partecipare in disparte ai dibattiti e controllare le news on-line...
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Tacco Dodici - Ottobre 24, 2008, 06:14:06 pm
ti posso dire che mi sento minacciata da questo stato di cose, e le manifestazioni sono all' ordine del giorno.
Cioè? In che senso? Da chi, da cosa ti senti minacciata??  ???  ???
Non capisco!  ???
........
sai almeno di cosa parla il topic? leggi il titolo in alto, per favore. si sta parlando del fatto che probabilmente le università , se vorranno sopravvivere dovranno diventare istituzioni private.
sei tu che non ti sai spiegare, e non solo in questo topic! Mica devo stare a decifrarti quando scrivi eh, o a leggerti nel pensiero.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: DDRD(evotchka) - Ottobre 24, 2008, 06:16:37 pm
mooood!! ;D
uh, che noia, qualcuno mi va a prendere un po' di popcorn che mi voglio godere lo spettacolo! ;D
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: DDRD(evotchka) - Ottobre 24, 2008, 06:20:14 pm
Citazione
visto che vi reputo persone intelligenti....
...tesoro...
Dunque gli animi sono particolarmente caldi e questo è sotto gli occhi di tutti...(studenti di sinistra e di destra si sono riuniti insieme per leggere e comprendere la proposta di legge)
La patata bollente istruzione, caduta in mano alla Gelmini, è circa 15 anni che gonfia...
Riforme e contro-riforme a colpi di legiferazioni (da sinistra a destra) hanno provocato caos e frustrazione...
La realtà è che mancano i soldi
Dove e come trovarli? ???
sono d' accordo con te, i soldi mancano e sarebbe ipocrita dire che non si debba tagliare nulla. ma dei tagli distribuiti ? o dei tagli in campi meno vitali, per esempio i loro astronomici stipendi?
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Tacco Dodici - Ottobre 24, 2008, 06:22:41 pm
mooood!! ;D
maestra!! lo vedete Giovannino che fa il cattivo?
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: ls - Ottobre 24, 2008, 06:27:22 pm
Un attimo, Ninfea: io NON perdono chi NON si informa pur avendone le possibilità. Se poi invece hai ostacoli oggettivi, sono veramente dispiaciuta: il libero accesso all'informazione è uno dei diritti per cui la gente va anche a morire.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: ninfeaalba79 - Ottobre 24, 2008, 06:28:37 pm
ecco vedete cosa mi manca? un pò di punti di vista dal fronte.... al momento io sono fuori da questo mondo perche'
a)lavoro privato
b)non ho mocciosi da mandare a scuola

in questo momento non ho davvero il tempo di informarmi dato che ho problemoni di famiglia e quindi le informazioni più immediate si sa si hanno dalla tv che non e' proprio una fonte realistica del problema....
esempio so che con la riforma del maestro unico (in pratica si ritorna a com'era quando ero bambina io) restano col c**o a terra un sacco di insegnanti ora la protesta va contro l'insegnamento scarso oppure e' perchè c'e' meno lavoro per i maestri?!?
quali sono i punti della riforma che fanno più schifo dello schifo che già c'era??
Da quando andavo a scuola io era in ballo 'La riforma' e sono passati 13-14 anni non so quanti ministri uno peggio dell'altro e ogni anno era peggio....
come diceva qualcuno 'sono finiti i soldi' ed ovviamente si comincia a tagliare dalla scuola perchè sia mai che i politici si taglino gli stipendi o qualche privilegio e i dibattiti in tv non riesco a seguirli perche' quando vedo un politico in tv mi viene il vomito che e' bipartisan  ;) visto che ormai non abbiamo più la divisione destra-sinistra ma destrapiuadestra e destrapiuversoasinistra per il resto lo so e' una mia colpa non riuscire a informarmi e' per quello che speravo nell'aiuto di qualcuna di voi che mi desse qualche buon link dove sia scritto semplice e diretto perche' questa riforma fa più schifo delle altre.....

ps per Tacco.... mio marito non usa la clava  ;) in certe cose decide lui (il telegiornale) per il resto decido io (tanto riesco a trovare le informazioni che mi interessano quando ho tempo però  ::) )
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: ninfeaalba79 - Ottobre 24, 2008, 06:32:15 pm
Un attimo, Ninfea: io NON perdono chi NON si informa pur avendone le possibilità. Se poi invece hai ostacoli oggettivi, sono veramente dispiaciuta: il libero accesso all'informazione è uno dei diritti per cui la gente va anche a morire.
in questo momento sono i pensieri del bilancio familiare l'ostacolo oggettivo (purtroppo ho una rogna in corso e finche' non la risolvo rimugino rimugino rimugino)
Pace?!?
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: ls - Ottobre 24, 2008, 06:33:41 pm
Un attimo, Ninfea: io NON perdono chi NON si informa pur avendone le possibilità. Se poi invece hai ostacoli oggettivi, sono veramente dispiaciuta: il libero accesso all'informazione è uno dei diritti per cui la gente va anche a morire.
in questo momento sono i pensieri del bilancio familiare l'ostacolo oggettivo (purtroppo ho una rogna in corso e finche' non la risolvo rimugino rimugino rimugino)
Pace?!?

WAR? NOT IN MY NAME! ora e sempre!

Peace and love  :-*
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Tacco Dodici - Ottobre 24, 2008, 06:35:51 pm
ps per Tacco.... mio marito non usa la clava  ;) in certe cose decide lui (il telegiornale) per il resto decido io (tanto riesco a trovare le informazioni che mi interessano quando ho tempo però  ::) )
la censura di regime  ;D
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: ninfeaalba79 - Ottobre 24, 2008, 06:38:55 pm
prova a far cambiare idea a un leghista.... c'ho provato l'unica sarebbe aprirgli il cervello... nessuno e' perfetto la sua ideologia politica e' un suo difetto che compensa con altro se no mica l'avrei sposato  ;) in più quando c'e' il tg5 molto spesso ho la cappa accesa e sto cucinando la cena e quindi 'non sento nulla'  8)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: ninfeaalba79 - Ottobre 24, 2008, 06:39:36 pm
Un attimo, Ninfea: io NON perdono chi NON si informa pur avendone le possibilità. Se poi invece hai ostacoli oggettivi, sono veramente dispiaciuta: il libero accesso all'informazione è uno dei diritti per cui la gente va anche a morire.
in questo momento sono i pensieri del bilancio familiare l'ostacolo oggettivo (purtroppo ho una rogna in corso e finche' non la risolvo rimugino rimugino rimugino)
Pace?!?

WAR? NOT IN MY NAME! ora e sempre!

Peace and love  :-*
:-*
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: ls - Ottobre 24, 2008, 06:43:45 pm
prova a far cambiare idea a un leghista.... c'ho provato l'unica sarebbe aprirgli il cervello... nessuno e' perfetto la sua ideologia politica e' un suo difetto che compensa con altro se no mica l'avrei sposato  ;) in più quando c'e' il tg5 molto spesso ho la cappa accesa e sto cucinando la cena e quindi 'non sento nulla'  8)

Un suggerimento: un lettorino di mp3 con la radio integrata è perfetto per le situazioni in cui la cappa ha il sopravvento.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Ghismunda - Ottobre 24, 2008, 06:48:49 pm
ninfeaalba79 ...per informarti, passato il momento guarda on-line oppure l'ansa del televideo...
Capisco le tue difficoltà...a volte accendo il tubo per due notizie e trovo sempre vaccate... :-*
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: AnLi - Ottobre 24, 2008, 08:59:23 pm
Io penso che i tagli alla ricerca non vadano fatti..mi sembra un'ovvietà ma è così!
Posso essere d'accordo in parte sul maestro unico e cose del genere, ma la ricerca non dovrebbe essere toccata!
magari dovrebbero essere fatte maggiori verifiche e gli assegni di ricerca dovrebbero essere date a cose un pò più utili e pratiche (almeno per questo momento di crisi), insomma eliminare gli sprechi e dare più soldi a chi lo merita!
Per il resto non posso dare notizie dal fronte perchè oltre a frequentare un'università privata sto a casa a preparare la tesi!

Invece volevo sapere cosa ne pensate delle classi di inserimento per gli immigrati!
Io in parte mi trovo d'accordo, ma solo in cui queste classi siano veramente necessarie per i problemi di lingua!
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bubu - Ottobre 24, 2008, 09:02:59 pm
Nei paesi civili, tipo il Canada le classi ponte esistono da sempre: un bambino che non sa l'italiano catapultato in una situazione dove non capisce niente rimane solo indietro; a questo aggiungo che conosco diversi ragazzi immigrati e li ho visti faticare moltissimo a scuola proprio perché non avevano le basi. Se queste classi venissero gestite con criterio mi sembra una cosa sensata. 
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: lara-v - Ottobre 27, 2008, 09:20:20 pm
Ti rispondo per quanto riguarda le università.
Ci saranno dei tagli ai fondi (già pochi, l'Italia dispone di fondi tre volte minori rispetto al resto dell'Europa), che porteranno a varie conseguenze. Le più immediate saranno un aumento delle tasse universitarie, un turn-over di insegnanti ridotto (per 5 che vanno in pensione, ne viene assunto uno). Le università tenderanno a diventare fondazioni private. La ricerca ne subirà ulteriori conseguenze: verrà finanziata da privati, e quindi non potrà più essere libera ma sarà vincolata agli interessi di questi ultimi.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: ls - Ottobre 27, 2008, 09:49:07 pm
La ricerca ne subirà ulteriori conseguenze: verrà finanziata da privati, e quindi non potrà più essere libera ma sarà vincolata agli interessi di questi ultimi.

Penso ai medici e mi viene l'orrore.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Sir_Perceval - Ottobre 28, 2008, 03:24:21 am
Ciao, sono un punto di vista dal fronte. (CIAO A TUTTI AMICI DEL FORUM, HO APPENA PRESO UN PC NUOVO E QUINDI POSSO TORNARE A POSTARE). Scusate il km di post.

Allora, posso dirti che il "fronte" è composto da ragazzi, ragazze e professori molto preoccupati per questa riforma. Preciso subito che l'elemeno nuovo di questa protesta è che, nella maggior parte dei casi, si tratta di persone lontane dai partiti, dai collettivi e dai centri sociali. Questo è un caso molto particolare: non è il classico "autunno caldo" (occupiamo, protestiamo, andiamo in letargo e ci vediamo tra un anno) ma un movimento con solide basi e che promette di durare molto nel tempo.
La preoccupazione nei confronti di questo tipo di """"riforma"""" (scusate le virgolette, ma è una falsità linguistica: chiamatela taglio, chiamatela sforbiciata... non "riforma") sono di vario tipo. Posso dirti i miei.

Da un punto di vista economico, è chiaro che ci sia bisogno di qualche taglio di fondi.
Il problema è che qui i tagli sono indiscriminati (non guardano, in realtà, il merito delle varie università) e di proporzioni francamente gigantesche. Se è vero che nel 2010 nessuna università riuscirà a far quadrare i conti tra finanziamenti ottenuti e budget, allora sarà inevitabile che tutte si trasformino in fondazioni private.

E qui spunta un motivo filosofico. morale... come ti pare. Io credo fermamente che il sapere, per essere libero, debba rimanere pubblico. L'ingresso di capitali privati non potrà far altro che orientare la ricerca e il contenuto degli insegnamenti. Orientare senza scampo significa privare gli studenti e gli insegnanti della libertà di approfondire e studiare quello che desiderano. Rendere "private" le università significa uccidere la libertà di pensiero, prima ancora che di parola e di stampa. E d'altra parte, se sono un ricercatore che ricerca qualcosa di poco interessante, chi mi finanzia? E dove pubblico la mia ricerca? Non ho luoghi, non ho spazi e non ho soldi per il mio pensiero. Ergo il mio pensiero è morto.

C'è poi un motivo "legislativo", che si ricollega a quanto sopra. Tutti noi, in quanto italiani, abbiamo degli "antenati" che hanno combattuto per darci questa libertà. Oggi le diamo per scontate, forse, ma sono davvero frutto di... beh... di una guerra civile. Queste libertà erano, nella loro testa, inscindibili dalla pubblicità del sapere. Quindi dalla pubblicità della scuola. E guarda caso, questi signori hanno scritto una Costituzione. Io, che in quei valori mi ci riconosco, non sono disposto ad accettare un attacco così palese alla Costituzione stessa. Non è una sparata ideologica: ne ha parlato in piazza del Duomo una professoressa di giurisprudenza. Io sto rimanendo su un piano normativo, quando dico che la """riforma""" è incostituzionale.

Inoltre ci sono altri motivi, anche personali. Ad esempio che sono (forse) uno dei pochi che crede nel valore dell'insegnamento. Ad esempio che vorrei fare il professore, da grande, perché penso che la scuola sia un valore e un fondamento, non un macchinone vecchio e costoso, che siccome consuma troppo appena possiamo lo sbattiamo in discarica. E il futuro, per chi vorrebbe insegnare, come sai si preannuncia molto duro.
Purtroppo coloro che non si informano (anche molti studenti), coloro che non si pongono certe domande (tipo: ma la scuola è importante? ma investire sulla scuola vuol dire investire sui miei figli oppure no? ma l'istruzione ha un valore? e la libertà di pensiero?)... beh rappresentano già una specie di "morte" della libertà di pensiero. La cosa non mi stupisce (figuriamoci se non conosco la zona grigia), però un po' mi fa arrabbiare...
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Sir_Perceval - Ottobre 28, 2008, 03:27:10 am
...Aggiungo che quello che preoccupa i "piani alti" è esattamente questo: molte persone - me compreso - che non fanno parte di nessun movimento politico stanno protestando. Persone con sensibilità che vanno dalla sinistra estrema alla destra moderata. Insomma è un movimento che nasce da una vera e specifica preoccupazione, non da un generico "opponiamoci a Berlusconi". Quindi è indispensabile non venire strumentalizzati come "pochi e facinorosi comunistelli casinisti". Soprattutto perché non lo siamo. E così, non possiamo dire "resistenza" né "fascismo". Perché dobbiamo trovare un'idea nuova e delle espressioni nuove.
Tuttavia, come mia posizione assolutamente personale, ritengo che un attacco sfrontato alla libertà di pensiero sia una cosa perlomeno di impianto totalitario.

Bene. Altre domande? Posso parlarti di quello che facciamo in statale, delle lezioni in piazza, dei casini a Cadorna, del perché sarebbe bello che tu ne parlassi con altra gente, dell'importanza di sensibilizzare su questo tema e di capire BENE di cosa stiamo parlando...
Oppure dei problemi che abbiamo adesso e di come la "riforma" non li risolve. Oppure di quello che mi preoccupa e molto per quanto riguarda la scuola elementare.

Insomma, vorrei farti capire che i motivi ci sono tutti, e che non ci si muove per puro odio verso la destra ma per un problema ben preciso (peraltro tentando di far qualcosa di costruttivo).
dimmi tu!


(scusate gli errori e le ripetizioni di termini. Sono un po' stanco... spero che, per quanto in forma poco elegante, si siano capiti i concetti).
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Ghismunda - Ottobre 28, 2008, 07:24:38 am
Sir_Perceval ...un bacione...
Ghismunda frequenta una università pubblica in Toscana in rosso...non in senso politico ma economico...
La protesta civile,pacifica che hanno fatto qui alternando lezioni all'aperto a riunioni sul come fare è perfettamente nella norma, e studenti di destra e sinistra si sono controllati fra loro,
Nel senso ognuno esprima il suo punto di vista, moderatore etc...
E' stato dato un tempo massimo a un progetto di ricerca che seguo con altri ragazzi...
In buona sostanza c'hanno detto ragazzi sbrigatevi...(con scadenzario più serrato)
Peggio per madri di famiglia con figli a carico le quali, con qualche anno più di me e una famiglia da portare avanti si sono ritrovate con mezzo stipendio...
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Sumire - Ottobre 28, 2008, 01:27:44 pm
Avevo scritto un post approfondito e ben documentato, ma al momento di fare il login mi si è cancellato tutto  :'(
Comunque, vorrei spiegare il mio punto di vista di genitrice di mocciosa in età scolare. Non entro nel discorso Università  :-\  e nel dramma dei precari che resteranno a casa  :-\ :-\ , mi limito ad esporre gli orrori che si vogliono perpetrare ai danni della scuola primaria.

1) Far passare una riforma della scuola a colpi di decreti-legge e voti di fiducia è un abominio. Non c'è stato il minimo dialogo non dico con l'opposizione (giammai!), ma neanche con chi la scuola la fa (insegnanti) e chi di scuola ne sa (pedagogisti). Non c'è stato alcun confronto o dibattito sui programmi, sulle scelte educative, nulla: solo tagli su tagli, perché, come dice il buon Tremonti, una scuola di qualità "non ce la possiamo permettere"

2) Introduzione del Maestro Unico. Che bello, torniamo al maestro da libro Cuore, quello che dall'alto della cattedra sparge perle di saggezza ai 40 bambini della sua classe, e che questi ricorderanno nei secoli con amore e riconoscenza. Peccato che: oggi mia figlia ha 2 insegnanti con preparazione specifica (letterario-linguistica e matematico-scientifica) che si confrontano fra loro. Due maestre significa due opinioni, due metodi, due punti di vista: il pensiero critico si forma anche da qui. Due maestre significa compresenza in classe per alcune ore al giorno e quindi: programmi collaterali (laboratori, uscite didattiche), attività in piccoli gruppi, aiuto ai bambini più lenti ad apprendere. Senza contare che sfido qualunque maestro, anche il più motivato,  a farsi 40 ore a settimana con una classe di 30 bambini e mantenere la sanità mentale. Ah già, dimenticavo che 40 ore di scuola non ci saranno più, perché...

3) Taglio del tempo pieno. Berlusconi ha detto: non preoccupatevi, madri snaturate che preferite lasciare i vostri pargoli a scuola fino alle 5 piuttosto che stringerli al vostro amorevole seno già da mezzogiorno: il tempo pieno non sarà cancellato, anzi sarà potenziato del 60%! Già, ma... con che soldi? Con che personale, visto che si dimezzano i maestri? E' presto detto: saranno i Comuni ad organizzare il "doposcuola", quelli ricchi ovviamente. Nei comuni più poveri, se le famiglie vogliono il prolungamento dell'orario, che se lo paghino, così imparano ad andare a lavorare, 'ste madri degeneri! E poi... doposcuola o tempo pieno? Non è mica uguale... oggi mia figlia va a scuola il pomeriggio, con la sua maestra. Svolgono il programma. Domani, chi li seguirà, 'sti bambini? Baby sitter scelte dai comuni? Con che preparazione? Il tempo pieno è scuola, il "doposcuola" è un parcheggio. E per favore, qualcuno mi spieghi come si fa ad insegnare un programma  in 24 ore meglio che in 30 o 40.

4) Inglese. Credete che per insegnare inglese, sia pure a bambini di scuola elementare, serva un'approfondita conoscenza della lingua frutto di anni di studio? Vi sbagliate! Basta che il maestro (unico) segua un corso di 150/200 ore (sic!) et voilà! ecco pronto un insegnante di inglese. E tanti saluti alla modernità e all'Europa Unita.

@ninfeaalba79. senza perderti nei millemila commenti al decreto che trovi sul web, leggiti solo, se ne hai il tempo, i testi di legge: parlano da soli. Soprattutto lo schema di Piano Programmatico (qui: http://www.edscuola.it/archivio/norme/varie/schema_art64l133.pdf (http://www.edscuola.it/archivio/norme/varie/schema_art64l133.pdf) ): è spiegata tutta la riforma abominio per abominio, tabelle dei tagli comprese.
@Bubu: i programmi di inserimento per i minori stranieri ci sono già, non vengono lasciati allo sbaraglio. Solo che, oggi, si affiancano alla frequenza della scuola in classi normali, non la sostituiscono. Mia figlia ha in classe un bambino cinese, una indiana e una marocchina: l'anno scorso seguivano il corso integrativo di italiano, quest'anno parlano già bolognese (e fanno morire dal ridere!). i bambini imparano meglio e più in fretta l'italiano se lo vivono quotidianamente in classe

Concludo riportando un discorso di Pietro Calamandrei degli anni '50: tristemente illuminante...
http://www.19luglio1992.com/index.php?option=com_content&view=article&id=662:discorso-di-piero-calamandrei-in-difesa-della-scuola-nazionale&catid=20:altri-documenti&Itemid=43 (http://www.19luglio1992.com/index.php?option=com_content&view=article&id=662:discorso-di-piero-calamandrei-in-difesa-della-scuola-nazionale&catid=20:altri-documenti&Itemid=43)

Baci & abbracci a tutti: vado a fare le valigie


Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Mirtillosa° - Ottobre 28, 2008, 02:18:49 pm
Inoltre, almeno alle elementari, non so se vale anche per le medie, non sarà più possibile lasciare l'istituto durante l'orario scolastico, quindi niente più gite, visite guidate, teatro, cinema, etc...
Che schifo che si debba sacrificare la scuola per far quadrare i conti
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: DDRD(evotchka) - Ottobre 28, 2008, 02:27:44 pm
Inoltre, almeno alle elementari, non so se vale anche per le medie, non sarà più possibile lasciare l'istituto durante l'orario scolastico, quindi niente più gite, visite guidate, teatro, cinema, etc...
Che schifo che si debba sacrificare la scuola per far quadrare i conti


...
la cosa più squallida è che per avere un' istruzione decnte ci saranno gli istituti religiosi. mammamia...a parte casi di  maestri dalle menti illuminate come don Milani o don Bosco, la scuola religiosa è costosissima e  pure indottrinante. mia madre ha fatto l' errore di mandarmi all' asilo dalle suore, e poi si sono visti i risultati. suore senza alcuna nozione di pedagogia che ci rimbecillivano a suon di preghierine, e soffocavano ogni iniziativa autonoma....il tutto a suon di soldoni sonanti, meno male che a mia sorella non è toccato lo stesso destino, visto il mio :)
comunque proprio ieri ho litigato con un mio amico per il seguente motivo: lui sostiene che le università avranno la possibilità di scegliere se diventare fondazioni o meno .. sì,ho detto io, è come dire  "o fai così o muori".. che probabilità avranno di sopravvivere gli atenei senza sovvenzioni di alcun genere, scusate, cari economisti/ministri? mah.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: ls - Ottobre 28, 2008, 03:27:44 pm
(clamoroso OT)

mia madre ha fatto l' errore di mandarmi all' asilo dalle suore, e poi si sono visti i risultati.

Ti sono cresciuti i baffi da suora?
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Siminsen - Ottobre 28, 2008, 07:36:12 pm
scusate, cari economisti/ministri? mah.

La Gelmini è avvocato. Ma in ogni caso una riforma sulla scuola non dovrebbe farla un economista. E neanche un avvocato.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: La Signora delle TLC - Ottobre 28, 2008, 08:19:03 pm
Purtroppo le università sono vicinissime al collasso, specialmente nel settore scientifico: nella facoltà di Scienze di Firenze buona parte dei corsi è tenuta da ricercatori, i quali insegnano solo per volontariato (non sono pagati per farlo), così non si è costretti ad assumere professori da stipendiare. Inoltre, col blocco del turn over, il numero dei prof si ridurrà drasticamente, così come il numero dei posti per i nuovi ricercatori e assegnisti di ricerca.
Ovviamente i ricercatori adesso si sono ribellati e per incrementare la protesta (la quale, modestissimamente ::) ::), l'abbiamo fatta partire noi del Polo Scientifico) hanno sospeso a tempo indeterminato l'insegnamento.
Gli studenti, supportati da tutti coloro che lavorano in questo plesso, stanno occupando da quasi un mese, hanno organizzato dibattiti, manifestazioni, lezioni in piazza e persino un incontro in centro a Firenze con Margherita Hack (che donna incredibile! a 86 anni ha più voglia di lottare di noi ventenni ::)! la adoro, è un mito nella scienza e nella vita :adorazione:).
Se si dovesse ottenere qualcosa a breve, le lezioni inizierebbero (eh già, qui l'anno accademico non è ancora partito) il 3 novembre, altrimenti...boh. Di certo non è una faccenda risolvibile in un mese.
I sostenitori più accaniti sono disposti addirittura a perdere l'anno.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: lara-v - Ottobre 28, 2008, 08:22:43 pm
Io penso che è tutto inutile. Io penso che la gente si farà abbindolare ancora per molto da questo nuovo dittatore.
Scusate la nota di pessimismo, ma sta facendo passare tutto questo come la solita protesta della sinistra. E ci sta riuscendo.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Ottobre 28, 2008, 08:29:37 pm
(clamoroso OT)

mia madre ha fatto l' errore di mandarmi all' asilo dalle suore, e poi si sono visti i risultati.

Ti sono cresciuti i baffi da suora?
io sono andata all'asilo dalle suore e le suore sono scappate
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Ottobre 28, 2008, 08:51:12 pm
Purtroppo le università sono vicinissime al collasso, specialmente nel settore scientifico: nella facoltà di Scienze di Firenze buona parte dei corsi è tenuta da ricercatori, i quali insegnano solo per volontariato (non sono pagati per farlo), così non si è costretti ad assumere professori da stipendiare. Inoltre, col blocco del turn over, il numero dei prof si ridurrà drasticamente, così come il numero dei posti per i nuovi ricercatori e assegnisti di ricerca.
Ovviamente i ricercatori adesso si sono ribellati e per incrementare la protesta (la quale, modestissimamente ::) ::), l'abbiamo fatta partire noi del Polo Scientifico) hanno sospeso a tempo indeterminato l'insegnamento.
Gli studenti, supportati da tutti coloro che lavorano in questo plesso, stanno occupando da quasi un mese, hanno organizzato dibattiti, manifestazioni, lezioni in piazza e persino un incontro in centro a Firenze con Margherita Hack (che donna incredibile! a 86 anni ha più voglia di lottare di noi ventenni ::)! la adoro, è un mito nella scienza e nella vita :adorazione:).
Se si dovesse ottenere qualcosa a breve, le lezioni inizierebbero (eh già, qui l'anno accademico non è ancora partito) il 3 novembre, altrimenti...boh. Di certo non è una faccenda risolvibile in un mese.
I sostenitori più accaniti sono disposti addirittura a perdere l'anno.
Ottimo intervento. Per chi volesse approfondire consiglio questo link (http://www.dottorato.it/index.php?option=com_content&task=view&id=167&Itemid=135) e quest'altro link (http://www.medipavia.it/index.php?option=com_frontpage&Itemid=1). Vi riporto uno stralcio significativo:


Citazione
Con la legge 133/08 è stato approvato un taglio al Fondo di Finanziamento ordinario (i finanziamenti cioè che lo Stato fornisce alle Università) di 500 milioni (e stiam parlando di Euro!) nei prossimi 3 anni.

Con la legge 133/08 è stato abolito il tetto percentuale di spesa massima da parte dello studente: se finora lo studente poteva arrivare a pagare sino al 20% delle spese che l'Università sostiene per lui, ora questo limite è stato abolito, cosa che insieme al taglio dei fondi comporterà un aumento delle tasse universitarie in maniera non indifferente.

Con la legge 133/08 è stato approvato il blocco del turn over delle assunzioni: ogni 5 pensionamenti corrisponderanno ad una sola nuova assunzione, questo vuol dire meno docenti, un aumento del rapporto docenti/studenti e, di conseguenza, sempre più "numero chiuso".

Con la legge 133/08 è stata approvata la possibilità da parte degli Atenei Universitari pubblici di trasformarsi in Fondazioni Private, diciamo che questa trasformazione è stata caldamente consigliata visto il taglio dei fondi, i limiti delle assunzioni e l'agevolazione alla trasformazione.

Gli effetti della legge 133/08 sono ben evidenti a chiunque: l'Università Pubblica è caldamente invitata a privatizzarsi, meno fondi, meno insegnanti e tasse più alte da parte degli studenti spingono nella stessa direzione. E una volta raggiunta la privatizzazione sarà davvero difficile parlare di didattica libere, diritto allo studio e università per tutti... fate voi i conti.

A voi le conclusioni.


Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Tommaso - Ottobre 28, 2008, 08:55:45 pm
Io penso che è tutto inutile. Io penso che la gente si farà abbindolare ancora per molto da questo nuovo dittatore.
Scusate la nota di pessimismo, ma sta facendo passare tutto questo come la solita protesta della sinistra. E ci sta riuscendo.

Strasupermega quoto! Purtroppo...  :( :( :(
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Ottobre 28, 2008, 09:01:08 pm
Io penso che è tutto inutile. Io penso che la gente si farà abbindolare ancora per molto da questo nuovo dittatore.
Scusate la nota di pessimismo, ma sta facendo passare tutto questo come la solita protesta della sinistra. E ci sta riuscendo.

Strasupermega quoto! Purtroppo...  :( :( :(
non so se sia più dannoso lo sfacciato rovesciamento di frittate berlusconiano o il solito atteggiamento disfattista della sinistra italiana. Vi voglio incazzosi, perdiana
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: lara-v - Ottobre 28, 2008, 09:03:18 pm
Hai ragione, SJ. E' solo che mi cadono le balle ogni volta che vedo un tg.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Ottobre 28, 2008, 09:07:16 pm
Hai ragione, SJ. E' solo che mi cadono le balle ogni volta che vedo un tg.
quando ti cadono le balle è il momento di raccoglierle a farle roteare minacciosamente  ;D

(http://www.azlame.it/public/images/dettagli/ag070.jpg)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: lara-v - Ottobre 28, 2008, 09:08:26 pm
 ;D ;D

Roteiamo! Roteiamo!
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: ls - Ottobre 28, 2008, 09:13:40 pm
Lara, ti prego, se sei sulla barricata, non scendere. Se ancora non ci sei salita, COSA ASPETTI? Non lasciarti trascinare nel gorgo dello sconforto. Guarda che è sufficiente iniziare con gesti piccoli, come ad esempio instillare il dubbio nella persona davanti o dietro a te in coda al supermercato. Il peggio che possa capitarti è passare per chiacchierona.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: lara-v - Ottobre 28, 2008, 09:18:02 pm
Sono riuscita a instillare il dubbio in mia madre, e non è poco!
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: ls - Ottobre 28, 2008, 09:20:56 pm
Sono riuscita a instillare il dubbio in mia madre, e non è poco!

Guarda, è una delle cose più difficili da fare. Il resto della strada sarà prevalentemente in discesa!
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: DDRD(evotchka) - Ottobre 28, 2008, 09:27:07 pm
scusate, cari economisti/ministri? mah.

La Gelmini è avvocato. Ma in ogni caso una riforma sulla scuola non dovrebbe farla un economista. E neanche un avvocato.
però è pesantemente condizionata dal piano della finanziaria, che è stata redatta da Tremonti, e tremonti dovrebbe fare l' economista.
per quanto riguarda la gelmini, è VERAMENTE un avvocato quanto io sono un banchiere o una pornostar.l' ha detto lei stessa come considera il valore della sua laurea solo perchè presa al sud, o sbaglio?

no non mi sono cresciuti i baffi, ls, ma sono diventata una mega stronza. soddisfatta la tua curiosità  e chiuso l' OT.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: fedevì - Ottobre 28, 2008, 09:28:01 pm
Stamattina ho sentito una Bocconiano dire "non ne posso più di sentire al tg le proteste per i tagli all'università...riguarda i poveri che vanno alle statali."   :(
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: DDRD(evotchka) - Ottobre 28, 2008, 09:30:13 pm
Stamattina ho sentito una Bocconiano dire "non ne posso più di sentire al tg le proteste per i tagli all'università...riguarda i poveri che vanno alle statali."   :(
giuro che gli avrei staccato le gonadi con la mazza ferrata d Saint Just. che schifoso... >:( >:( :jedi:

(ecco i risultati dell' educazione dalle suore ;D)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: fedevì - Ottobre 28, 2008, 09:32:36 pm
Non so come ma mi sono trattenuta,in compenso l'ho fulminato con lo sguardo.  :ghignomalefico:

(che poi,era in tram...che mezzo di trasporto plebeo,puah.)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Tommaso - Ottobre 28, 2008, 09:35:20 pm
Passando davanti alla Bocconi tutti i giorni (in tram, puah!) purtroppo di discorsi del genere ne sento a bizzeffe  >:( >:( >:( >:(
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Sir_Perceval - Ottobre 28, 2008, 09:36:09 pm
Io penso che è tutto inutile. Io penso che la gente si farà abbindolare ancora per molto da questo nuovo dittatore.
Scusate la nota di pessimismo, ma sta facendo passare tutto questo come la solita protesta della sinistra. E ci sta riuscendo.

Strasupermega quoto! Purtroppo...  :( :( :(

No no lara, tranquilla che non ci riesce. Anche perché tra un po' nascerà questo sillogismo:
- le proteste della sinistra durano poco tempo
- questa protesta va avanti da mesi (e sarà così)
- Questa non è una protesta della sinistra

Almeno è quello che si cerca di far passare.

Sul discorso mamme, la mia insegna da 25 anni alle elementari. Protesta come e più di me :)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Siminsen - Ottobre 28, 2008, 09:39:19 pm
Passando davanti alla Bocconi tutti i giorni (in tram, puah!) purtroppo di discorsi del genere ne sento a bizzeffe  >:( >:( >:( >:(

Non puoi cambiare strada?
Ho sentito per caso Celli parlare degli sprechi dell'Università pubblica e mi son venuti i brividi.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: fedevì - Ottobre 28, 2008, 09:45:04 pm
Passando davanti alla Bocconi tutti i giorni (in tram, puah!) purtroppo di discorsi del genere ne sento a bizzeffe  >:( >:( >:( >:(

Eh.
Ma dovevi vedere il suo bel visino deturpato dalla rabbia,com'era indignato...! Ok,puoi immaginarlo senza difficoltà...  ;)

(Sono entrata alla Bocconi per una laurea...inutile menzionare il mio disagio.)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Tommaso - Ottobre 28, 2008, 09:50:27 pm
Passando davanti alla Bocconi tutti i giorni (in tram, puah!) purtroppo di discorsi del genere ne sento a bizzeffe  >:( >:( >:( >:(

Non puoi cambiare strada?

Purtroppo no! Quella è l'unica strada che mi permette di raggiungere il mio posto di lavoro con i mezzi pubblici  :-[ :-[ :-[

Passando davanti alla Bocconi tutti i giorni (in tram, puah!) purtroppo di discorsi del genere ne sento a bizzeffe  >:( >:( >:( >:(

Eh.
Ma dovevi vedere il suo bel visino deturpato dalla rabbia,com'era indignato...! Ok,puoi immaginarlo senza difficoltà...  ;)

Sono entrata alla Bocconi per una laurea...inutile menzionare il mio disagio.

Si si, lo immagino senza problemi...avresti potuto anche schiacciargli un piede e rovinargli i suoi bei mocassini  :P
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Siminsen - Ottobre 28, 2008, 09:56:25 pm
Purtroppo no! Quella è l'unica strada che mi permette di raggiungere il mio posto di lavoro con i mezzi pubblici

Portati un Air sick bag e quando passi lì vomitaci e facci un gavettone.

Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: fedevì - Ottobre 28, 2008, 09:58:13 pm
Non avevo i tacchi,peccato  :D
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: AnLi - Ottobre 29, 2008, 01:46:55 am
Io non sono in prima linea a protestare perchè sono impegnata con la tesi e perchè egoisticamente non vedo l'ora di finire e chiudere con il discorso istruzione! ::)
Detto ciò, io ho frequentato un'università privata e mi sento di dire che non è vero che queste indottrinano, chiudono il pensiero e sono piene di gente ricche, stupide e che se ne fregano! Molti professori che insegnano da me insegnano anche nelle altre università (il mio prof di storia è preside di una facoltàa alla Sapienza) e quindi possiamo dire che anche il livello dei professori è uguale! La cosa che cambia è l'attenzione che ti danno visto il numero ridotto degli studenti e i soldi che paghi!
Ma questo è un altro discorso e non c'entra molto!
Andare o meno in un'università privata deve essere una scelta e non può diventare un obbligo, la ricerca andrebbe aiutata con tutti i mezzi possibili, andrebbero tagliate ben altre cose in Italia, la qualità dell'istruzione deve essere eccellente nelle università pubbliche così come in quelle private perchè la ricerca è un qualcosa che va a vantaggio dell'intera nazione!
Non si possono nascondere gli sprechi di soldi che ci sono nelle Università e molte cose andrebbero corrette, ma da qui a tagliare i fondi mi sembra proprio assurdo!

Però non so perchè ma anche io sono tanto pessimista! Non ho fiducia nelle persone, perchè se la maggioranza si fa abbindolare da Berlusconi io mi sento proprio depressa!
Poi se qualche deficiente della Bocconi si permette di dire che la protesta riguarda solo i "poveri" sono ancora di più senza parole!
Scusate, forse ho scritto cose sconclusionate, ma sono già nel mondo dei sogni! :nanna:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: ninfeaalba79 - Ottobre 29, 2008, 11:49:47 am
ciò che mi avete raccontanto mi ha fatto venire la pelle d'oca e vi ringrazio... avendo vissuto per tanti anni l'ambiente universitario (mio padre ci lavorava come impiegato e custode) questi discorsi di rendere le universita' come fondazioni private e sancire la morte di queste visto che le stesse sono nate come scuola di libero pensiero.... stiamo veramente ritornando allo stato dittatura 'mediatica'.... della serie vi vogliamo ignoranti defilippati e purtroppo ci stanno riuscendo... vedo sempre più vicina una guerra civile  :-\
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Ottobre 29, 2008, 11:51:41 am
http://www.repubblica.it/2008/10/dirette/sezioni/cronaca/scuola/voto-senato/index.html

http://www.corriere.it/politica/29_ottobre_08/gelmini_voto_6a4c9a68-a599-11dd-8fd0-00144f02aabc.shtml
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: lara-v - Ottobre 29, 2008, 12:33:47 pm
Citazione
La scuola cambia. Si torna alla scuola della serietà, del merito e dell'educazione

Ma vaff***ulo, Gelmini.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: crocodile - Ottobre 29, 2008, 12:35:48 pm
cosa scommettiamo che mo' si sgonfia tutto e finisce a tarallucci e vino?  :-\
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Ottobre 29, 2008, 12:38:00 pm
cosa scommettiamo che mo' si sgonfia tutto e finisce a tarallucci e vino?  :-\
anche io ho questo timore. Intanto la polizia a Milano sta caricando gli studenti!!
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: lara-v - Ottobre 29, 2008, 12:38:47 pm
Vi giuro che mi viene da vomitare.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Ottobre 29, 2008, 12:44:07 pm
anche a Roma

http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/cronache/200810articoli/37732girata.asp
http://www.rainews24.rai.it/notizia.asp?newsid=87691

e a napoli

http://napoli.repubblica.it/dettaglio/Scuola-scontri-a-Giurisprudenza-con-gli-studenti-pro-Gelmini/1534746?ref=rephp

Speriamo che non si sgonfi tutto...
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: pam - Ottobre 29, 2008, 12:53:57 pm
Siamo davvero nella merda, in mano a degli ignoranti gretti e privi di contatto con la realtà.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: M. - Ottobre 29, 2008, 01:00:26 pm
Anche a Roma...ma non sono certa sia la polizia, quanto i fascisti.
Almeno, a quanto dice mia sorella, che era sotto al Senato e a cui ho ORDINATO di venir via. Appena rientra mi faccio dire bene cosa sta accadendo, per ora so che gli universitari erano ancora in corteo; stasera mi farò dire meglio.
Nella mia facoltà è stata occupata un'aula, e la sera si svolgono lezioni di didattica "alternativa": la gente c'è ed è interessata, io ho beccato gli ultimi dieci minuti -purtroppo!- di una giovane docente di linguistica, sarei stata ad ascoltarla cinque ore filate se fosse stato possibile.
Comunque, sento e assisto a cose assurde: il mio ex liceo (notoriamente fascista, poi menefreghista, ora di nuovo verso il nero andante) mobilitatissimo con lezioni a piazza Montecitorio; poliziotti che hanno portato i cornetti agli occupanti della T12B; agenti della Digos che hanno detto ai ragazzi di denunciare per diffamazione chi li ha accusati di aver spaccato vetrine e fatto casino durante le manifestazioni e i sit-in.
E da una parte sono contenta, forse si inizia a capire che questa non è una lotta di sinistra, ma una lotta per la libertà dell'istruzione e della cultura; dall'altra, percepisco questi segnali come l'annuncio di una Apocalisse.
Quel che stanno facendo alle elementari è rivoltante, in termini pratici (per quel che riguarda le famiglie) e anche no: siamo arrivati a negare ai bambini (ai BAMBINI!) un futuro per togliere ICI, strisce blu, e accollarci Alitalia con annessi debiti.
Spero che i liceali -a quanto ho capito i meno colpiti dalla riforma (riforma? Diciamo una pezza al cratere che c'è nella nostra economia)- capiscano che devono mobilitarsi per il loro futuro, che è un po' il mio presente. Il mio, che vivo in una famiglia che si può definire benestante (niente spese eccessive, ma alla famosa quarta settimana fortunatamente ci arriviamo senza problemi), e che dopo la laure triennale non mi iscriverò alla specialistica per poter permettere a mia sorella, diciassettenne intelligente e sveglia al quarto anno di liceo scientifico, di poter studiare almeno come ho fatto io.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Ottobre 29, 2008, 01:04:22 pm
Spero che i liceali -a quanto ho capito i meno colpiti dalla riforma (riforma? Diciamo una pezza al cratere che c'è nella nostra economia)- capiscano che devono mobilitarsi per il loro futuro, che è un po' il mio presente.
se non son proprio tonti lo capiscono che tra  2-3 anni la pigliano in culo quando devono iscriversi all'università.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: M. - Ottobre 29, 2008, 01:13:22 pm
...io mi sono accorta solo ora che fossi tu. Bentornata  :-*

Non so, sai, se lo capiscono. A volte vorrei che non lo capissero. Vorrei poter dire a mia sorella "Prendila anche come un gioco, un'esperienza, ché quando toccherà a te sarà cambiato tutto, le cose andranno bene, vedrai."
Per ora stanno facendo tanto, e anche se la maggior parte di loro vede la mobilitazione come occasione per occupare e far casino e perdere giorni di scuola, fa numero. Fa casino. Attira l'attenzione.
E poi, c'è quella piccola parte di studenti che si organizza con i professori per studiare in piazza, che si oppone al preside favorevole alla riforma, che mi scalda il cuore.
Non so, è una situazione talmente assurda che non so come pronunciarmi. Mi sento persa.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Ghismunda - Ottobre 29, 2008, 01:16:09 pm
Citazione
Siamo davvero nella merda, in mano a degli ignoranti gretti e privi di contatto con la realtà
...
Verissimo (scusate la berlusconiana citazione)
Stameni sono andata all'Università...poca ggente, professori disponibili (ed ho avuto successo, nel mio piccolo)
Ho trovato una che in passato faceva girare l'anima che tentava ancora la mossa di leccare...
Mi ha detto...
°Lo sai che non ci sono più soldi? (in una cantilena sciocca9
IO le ho risposto...
°tanto per me non ci sono mai stati, sono già altrove lavorativamente parlando, ciao tesoro
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: TefnutLaGatta - Ottobre 29, 2008, 01:19:56 pm
Piccola nota sull'informazione di M***A di questo paese.
1)Di tutta la protesta studentesca i tiggì hanno mostrato soltanto i cortei e i tafferugli (non vedevano l'ora). Mai una volta che abbiano messo il microfono sotto il naso di uno studente. E la protesta include centinaia di migliaia, se non milioni di studenti.
Ieri quattro dementi (ma quattro!)hanno occupato il rettorato a Torino non contro la riforma, ma a favore, e li ho sentiti parlare in tutti i telegiornali, la stessa faccia della stessa ragazza di Azione Giovani è comparsa su Studio Aperto, Tg5, Tg1, Tg2, Tg3 e Tg4. (Qualche serata prima il Tg1 aveva già rincarato la dose intervistando il capoccia degi Studenti Per La Libertà, un tizio ingiaccato e incravattato così basso che avevano dovuto riprenderlo con un'inquadratura sghemba, che aveva l'aria di uno studente universitario quanto ce l'ha mia nonna quando fa i piatti). Perché?
2) Vengono messi in luce sempre gli aspetti, per così dire, opinabili della """""""riforma""""""". Grande spazio viene dato al grembiulino, al voto in condotta e ai giudizi in cifre. Mia madre, che per me rappresenta un po' l'Uomo della Strada, dal momento che ha un livello d'istruzione medio - basso, non legge un libro dal 1973 (anno in cui ha preso il diploma), il computer lo spolvera e l'unico giornale che prende in mano è quello delle offerte dell'Ipercoop, si chiede come mai la protesta coinvolga anche licei e università inclusi gli insegnanti, e si risponde come Brunetta. Ci fosse un solo pirla che in tivù abbia detto: cari telespettatori, con questa gradevole riforma dell'insigne ministro Gelmini, una volta concluso il liceo i vostri figli potranno scegliere: se provengono da una famiglia ricca continueranno gli studi e accederanno alla classe dirigente; se siete ceto medio, invece, sono cazzi vostri: manco gli impiegati di banca potranno fare. Grazie dell'attenzione, arrivederci.

Ora scusate, vado a prostituirmi che mi mancano ancora tre anni alla laurea-
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: DDRD(evotchka) - Ottobre 29, 2008, 01:21:05 pm
cominciano con la scuola.
poi sarà la volta della sanità.
poi quella della pubblica amministrazione.

mi chiedo ancora a che pro esista lo stato italiano, se poi non ci  offre nulla se non questa massa di caproni paraocchiati.
se non siete in grado di dare servizi decenti, coi soldi che NOI vi diamo, allora, cari politici al governo, tanto vale che ci sia anarchia, e vaffanculo perchè non servite a un emerito.
(RICORDO CHE LA PAROLA MINISTRO DERIVA DAL LATINO "SERVITORE, ASSISTENTE")
 >:( >:( >:(
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: DDRD(evotchka) - Ottobre 29, 2008, 01:31:05 pm
anche a Roma
Speriamo che non si sgonfi tutto...

secondo me sono prezzolati.
se no non si spiegherebbe il loro atteggiamento da Tafazzi( quello cioè che si dava bottigliate lì)
oppure son dei signorini i cui mami e papi sono ricchi e che così non si vedranno soffiare posti di lavoro da poveri plebei.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Ghismunda - Ottobre 29, 2008, 01:36:28 pm
Citazione
Ora scusate, vado a prostituirmi che mi mancano ancora tre anni alla laurea
...
Apriamo un bordello, dato che sono più grande di te (anagraficamente parlando) farò la tenutaria...
la legge la conosco, facciamo una cosa elegante di elitè...
Fra l'altro guadagnerei di più ;D
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: TefnutLaGatta - Ottobre 29, 2008, 01:39:45 pm
Io posso offrire una casa abbastanza grande, unica ospite mia nonna, ma ha l'alzheimer piuttosto avanzato, non credo ci farebbe problemi O__O
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: DDRD(evotchka) - Ottobre 29, 2008, 01:43:28 pm
brave ragazze, viva l' iniziativa! non vorrei mai  però che arrivasse la CarfCagna a rompere perchè le portate via tutti i clienti ;D ;D
siate discrete, eh... ;)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: TefnutLaGatta - Ottobre 29, 2008, 01:48:39 pm
Scherzi a parte, io son disperata. Per farmi salire la bile ancora di più l'ho saputo in contemporanea, mi sono messa a seguire il dibattito al senato in tivvì. Non sono tanto preoccupata per me, quanto per mia sorella minore che si è iscritta a medicina quest'anno e ha davanti a sé un lungo percorso di studi. Insomma...non ci voglio nemmeno pensare, non so che dire, mi vengono solo frasi che iniziano con "Gelmini" o "Governo" seguite da una parola che inizia per M e finisce per erdaaaaaa.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bubu - Ottobre 29, 2008, 01:58:31 pm
La riforma Gelmini ha passato anche la prova del senato, di fatto è stato tutto inutile, anche perché il decreto Gelmini era già uscito, il 25 giugno, sulla Gazzetta Ufficiale (http://www.camera.it/parlam/leggi/decreti/08112d.htm), quindi era già legge.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: did - Ottobre 29, 2008, 02:08:55 pm
La riforma Gelmini ha passato anche la prova del senato, di fatto è stato tutto inutile, anche perché il decreto Gelmini era già uscito, il 25 giugno, sulla Gazzetta Ufficiale (http://www.camera.it/parlam/leggi/decreti/08112d.htm), quindi era già legge.


è un'imprecisione, il decreto legge andava convertito o sanato con una legge per avere efficacia
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bubu - Ottobre 29, 2008, 02:10:24 pm
Ma io sapevo che una legge diventa tale quando viene pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale...o no?
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: ninfeaalba79 - Ottobre 29, 2008, 02:14:26 pm
il medioevo e' alle porte signore mie e poi i leghisti parlano di arretratezza degli 'extracomunitari'....

ps mi sembra che il decreto dopo un periodo decade se non ha una legge che lo converte....
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: did - Ottobre 29, 2008, 02:16:31 pm
quello che hai citato tu è un "decreto legge" che (in teoria, negli Stati seri) viene varato solo in casi di estrema urgenza e ha una durata temporale provvisoria di 60 giorni dalla pubblicazione, poi deve essere convertito in legge o "sanato" come è stato fatto ieri sera
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bubu - Ottobre 29, 2008, 02:17:45 pm
Capito grazie .
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: DDRD(evotchka) - Ottobre 29, 2008, 02:33:59 pm
il medioevo e' alle porte signore mie e poi i leghisti parlano di arretratezza degli 'extracomunitari'....
ne so qualcosa...
 :-[ :-\ :'(

piccolo OT:
ma come mai, se anche svizzeri, americani e chessò, kuwaitiani non aderiscono all' UE non sono inclusi nell' infamante insieme dell"extracomunitario"?
mah.
certa gente usa le parole a sproposito.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Siminsen - Ottobre 29, 2008, 02:59:10 pm
La “riforma” non ha nulla di didattico. La “riforma” è un taglio alle spese, buttata giù all’insegna del risparmio. L’Università è un covo di spreconi, così come la PA un covo di fannulloni: puniamoli. Non c’è altro senso e non c’è un filo di anima: una lista della spesa sarebbe più significativa.
Chi ha fatto la riforma poi non conosce i bambini o le classi multietniche - forse ha spedito i figli alle private, chissà: lì si evitano le contaminazioni. Non sa che la parola “merenda” e “pennarello” si imparano spontaneamente tra i banchi, non sa che i cervelli dei bambini sono spugne e che le sovrastrutture culturali tra bambini esistono solo quando sono gli adulti a volerle e a fomentarle.
Non sa che  i ragazzini stranieri che hanno fatto le elementari in Italia parlano la loro lingua, l’italiano e il dialetto locale.
Non sa che le difficoltà linguistiche di un asiatico sono diversissime da quelle di un latino-americano o di un nordafricano, così come sono diverse le loro culture, e nelle loro diversità vede handicap che impediscono di andare avanti col programma.
Non sa che l’educazione civica prima ancora che regola sociale e materia scolastica è rispetto per gli altri.
La scuola è fuori mercato e così dev’essere. I cervelli degli studenti non si comprano come i sistemi operativi. E più che mai non si soffocano gli esseri in crescita in conti di bilancio;  si rischia di finire in rosso e di rimanerci in eterno.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: DDRD(evotchka) - Ottobre 29, 2008, 03:14:02 pm
siminsen, la cosa più triste è che non hanno consultato, per i più piccoli, manco uno tra i tanti  pedagoghi e psicologi dell' età evolutiva. mi chiedo con che diritto parli una che non ha mai insegnato in vita sua, e che non sa niente di educazione, dicendo "si ritorna alla serietà e al merito."
preferirei che dicesse, molto più onestamente: faremo dei tagli su futuro dei vostri figli: zitti e buoni, e non rompete.
invece qui vogliono farci credere d' essere dei grandi benefattori munifici.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: La Signora delle TLC - Ottobre 29, 2008, 03:45:04 pm
Ora che 'sta legge è valida a tutti gli effetti, che si fa??
Aiuto, oggi mi sento totalmente persa... :'(

La prossima volta che qualcuno del Governo si azzarda a dire che non sappiamo leggere ne' comprendere 'sta cazzo di riforma, prendo la televisione e la sbatto giù dal terrazzo :furioso: :scapoccia: :furioso:
Come si permettono di dare dell'ignorante a fior fiore di professori e studiosi, a gente che ha "rischiato" di prendere il Nobel?
Non aggiungo altro, corro il rischio di essere censurata.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: DDRD(evotchka) - Ottobre 29, 2008, 03:59:53 pm
(http://lampidipensiero.files.wordpress.com/2008/10/gelmini.jpg?w=198&h=338)
nonsapere è forza!nonpace è pace! nonservo è servo!
e soprattutto, la banca ti è amica, e tutta quella polizia è lì per la tua sicurezza!
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: purple - Ottobre 29, 2008, 04:43:52 pm
Sono perfettamente d'accordo con TefnutLaGatta sull'informazione e quello che vuole inculcare a forza -possibilmente anche col cavatappi infilato nel cercello. (ah posso unirmi anch'io alla nuova attività imprenditoriale, sapete quasi 30enne ho fatto solo ricerca nella mia vita, rappresento un caso di essere inetto ed improduttivo, quindi non credo d'avere altri sbocchi... ma almeno potremo intrattenere i clienti anche col nostro sublime eloquio -se mai gli fregasse-).

Far parlare qualcuno che ci viva veramente dentro, no: non sia mai. Io sono 10 anni che ci vivo (studio prima, lavoro poi) e non sono certo una 'baronessa', anzi se fino a ieri ero ben preoccupata per il mio futuro (solitamente i capi mi dicono "bel lavoro, ma non mi chieda un contratto perchè non so dove trovare il finanziamento" e aggiungono "mi raccomando, si trovi qualcos'altro... che è pure comico visto che dal privato mi rispondono: "ma scusi lei cosa ha fatto in vita sua, niente?!? e in ogni caso troppo qualificata" -il triste destito dell'addottorato in materie umanistiche, come se non mi fosse bastata la laurea per farmi dare dell'inetta, persino il dottorato ho fatto), adesso mi vien solo da augurarmi di avere la somma fortuna del poter essere annoverata come cervello in fuga. E' la mia massima aspirazione e se vedo una stella cadente non mi lascio scappare l'occasione di esprimere il desiderio. Vedo i miei amici nella stessa condizioni. Siamo l'esempio vivente dei bamboccioni fannulloni (un bipartisan dovuto, non vorrei che Padoa Schioppa o Brunetta mi si offendessero), 30enni che hanno avuto la sciagurata idea di usare anche i residui neuronali in funzione di un ente che era morto, ma noi volevamo dirci di no. Gente che pur consapevole di baronaggi e simili -li vedo pure io, anzi li conosco meglio della pseudoministra Rockfeller (un burattino anche mal ammaestrato). In fondo a noi la parola ce l'avevano già tolta -lungo la catena dei posti- quindi non dovremmo stupirci se nessuno c'ha interpellato o ci fa parlare. La maggioranza che fa funzionare le poche sinapsi superstiti di questo paese, se mai fosse -se mai fosse- non è silenziosa per assenso, ma per disgusto e perchè non ha nessuna fiducia. E' questo il lato veramente triste, la scuola (fin dai più piccoli, io metterei persino l'asilo dentro) serve ad aprire la mente, a farsi idee per appunto per aver voglia di guardare avanti (ma senza sacchettino per il vomito). Invece ormai c'è solo apatia. Io guardo e vivo con gioia le manifestazioni, perchè significa che c'è chi ha il coraggio di parlare e confrontarsi (finchè si può, ma del resto siamo tutti un masso di analfabeti, che fraintende sempre), e non predente di avere la scienza infusa (presto scopriremo che anche in ns citofonano direttamente con qualche padreterno Bush style) ma quello che temo è che la disillusione e l'apatia presto riavranno il sopravvento. In fondo è quello che vogliono, no? Non so nemmeno io cosa augurarmi. Non riesco ad essere ottimista e sorrido al sentire "non è mica finita qui", ma con un sorrisetto triste. Se tutto sbollirà ora sotto i colpi di qualche mannaiata (per far contento Cossiga), della rassegnazione, o più probabilmente di un enorme muro di gomma, temo che fra 5-10-15 anni chi non avrà potuto (non dimentichiamoci che se già sarà difficile far arrivare a finire le superiori alla prole, poi chi non sarà liceale se la scorderà l'università, ma del resto dobbiamo o no essere un paese che produce? pensare è troppo noioso) e avrà realizzato che l'Italia è negli anni '50 (anzi negli anni '50 franchisti, secondo l'intuizione di amici spagnoli) non avrà mezzi "di mente" per sfogare la rabbia covata... auguri ai posteri. Auguri di più a noi. Il più grande dramma di questo paese e di non avere nessuna coscienza storica, nè del passato nè del futuro. Siamo così arrivati all'idea che si è tanto più vincenti quanto più si frega quelli sotto di noi. Peccato che a voler fare i furbi se ne trova sempre uno più grosso di noi. E che il futuro -nonostante Giacobbo e i suoi tirasfighe- esiste e toccherà a noi tenercelo.
Almeno mi consolo, che se anche non trovo lavoro, poco male, tanto io alla pensione non ci sarei mai arrivata, quindi...

Scusate la lunghezza e il tedio. Ma oggi è come se mi avessero messo un bel sigillo di ceralacca alla lettera di licenziamento.
Pardon per i refusi, ma sono così inviperita che non riesco neanche a leggere quello che digito.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: angelwiththe - Ottobre 29, 2008, 05:09:49 pm
Così... per sdrammatizzare...
Nel caso servisse una ragioniera per la vostra attività, mi offro volontaria. Il mio settore è in crisi e vorrei un'alternativa.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Ghismunda - Ottobre 29, 2008, 05:56:02 pm
Citazione
La maggioranza che fa funzionare le poche sinapsi superstiti di questo paese, se mai fosse -se mai fosse- non è silenziosa per assenso, ma per disgusto e perchè non ha nessuna fiducia
...
Tesoro..mal dis tomaco anche per me stasera una abbraccio...
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Crazy Simo - Ottobre 29, 2008, 05:57:54 pm
Purple condoglianze, ma anch'io te le do con un sorriso di malinconia; in fondo la ricerca è l'unica strada che avrei voluto intraprendere al momento  :'(
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Ottobre 29, 2008, 07:45:44 pm
Far parlare qualcuno che ci viva veramente dentro, no: non sia mai. Io sono 10 anni che ci vivo (studio prima, lavoro poi) e non sono certo una 'baronessa', anzi se fino a ieri ero ben preoccupata per il mio futuro (solitamente i capi mi dicono "bel lavoro, ma non mi chieda un contratto perchè non so dove trovare il finanziamento" e aggiungono "mi raccomando, si trovi qualcos'altro... che è pure comico visto che dal privato mi rispondono: "ma scusi lei cosa ha fatto in vita sua, niente?!? e in ogni caso troppo qualificata" -il triste destito dell'addottorato in materie umanistiche, come se non mi fosse bastata la laurea per farmi dare dell'inetta, persino il dottorato ho fatto), adesso mi vien solo da augurarmi di avere la somma fortuna del poter essere annoverata come cervello in fuga. E' la mia massima aspirazione e se vedo una stella cadente non mi lascio scappare l'occasione di esprimere il desiderio. Vedo i miei amici nella stessa condizioni. Siamo l'esempio vivente dei bamboccioni fannulloni (un bipartisan dovuto, non vorrei che Padoa Schioppa o Brunetta mi si offendessero), 30enni che hanno avuto la sciagurata idea di usare anche i residui neuronali in funzione di un ente che era morto, ma noi volevamo dirci di no. Gente che pur consapevole di baronaggi e simili -li vedo pure io, anzi li conosco meglio della pseudoministra Rockfeller (un burattino anche mal ammaestrato). In fondo a noi la parola ce l'avevano già tolta -lungo la catena dei posti- quindi non dovremmo stupirci se nessuno c'ha interpellato o ci fa parlare. La maggioranza che fa funzionare le poche sinapsi superstiti di questo paese, se mai fosse -se mai fosse- non è silenziosa per assenso, ma per disgusto e perchè non ha nessuna fiducia. E' questo il lato veramente triste, la scuola (fin dai più piccoli, io metterei persino l'asilo dentro) serve ad aprire la mente, a farsi idee per appunto per aver voglia di guardare avanti (ma senza sacchettino per il vomito). Invece ormai c'è solo apatia. Io guardo e vivo con gioia le manifestazioni, perchè significa che c'è chi ha il coraggio di parlare e confrontarsi (finchè si può, ma del resto siamo tutti un masso di analfabeti, che fraintende sempre), e non predente di avere la scienza infusa (presto scopriremo che anche in ns citofonano direttamente con qualche padreterno Bush style) ma quello che temo è che la disillusione e l'apatia presto riavranno il sopravvento. In fondo è quello che vogliono, no? Non so nemmeno io cosa augurarmi. Non riesco ad essere ottimista e sorrido al sentire "non è mica finita qui", ma con un sorrisetto triste. Se tutto sbollirà ora sotto i colpi di qualche mannaiata (per far contento Cossiga), della rassegnazione, o più probabilmente di un enorme muro di gomma, temo che fra 5-10-15 anni chi non avrà potuto (non dimentichiamoci che se già sarà difficile far arrivare a finire le superiori alla prole, poi chi non sarà liceale se la scorderà l'università, ma del resto dobbiamo o no essere un paese che produce? pensare è troppo noioso) e avrà realizzato che l'Italia è negli anni '50 (anzi negli anni '50 franchisti, secondo l'intuizione di amici spagnoli) non avrà mezzi "di mente" per sfogare la rabbia covata... auguri ai posteri. Auguri di più a noi. Il più grande dramma di questo paese e di non avere nessuna coscienza storica, nè del passato nè del futuro. Siamo così arrivati all'idea che si è tanto più vincenti quanto più si frega quelli sotto di noi. Peccato che a voler fare i furbi se ne trova sempre uno più grosso di noi. E che il futuro -nonostante Giacobbo e i suoi tirasfighe- esiste e toccherà a noi tenercelo.
Almeno mi consolo, che se anche non trovo lavoro, poco male, tanto io alla pensione non ci sarei mai arrivata, quindi...
ok, vado a suicidarmi, addio mondo crudele  :nanna:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: purple - Ottobre 30, 2008, 12:38:31 am
almeno divideremo l'acidità di stomaco, e son soddisfazioni
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Suppish Queen - Ottobre 30, 2008, 10:18:56 am
Per non parlare poi degli istituti tecnici: il taglio dei fondi comporta una drastica diminuzione delle ore di laboratorio. Uno esce con la carta che dice "idraulico" e con una preparazione pratica ai limiti dell'indecente.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bubu - Ottobre 30, 2008, 11:02:26 am
D'accordo con Tefnut  :-X
Sapete cosa mi è venuto in mente? Che io ho passato le superiori a sentirmi dire, da insegnanti ex sessantottini frustrati -specie quanto mai perniciosa- che noi nuove generazioni non sapevamo cosa significasse studiare, che loro sì che ai loro tempi studiavano, che quella scuola classista aveva tanti difetti però loro avevano imparato e noi no. Ecco adesso saranno contenti che la scuola classista è tornata.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bubu - Ottobre 30, 2008, 11:08:43 am
Aggiungo che troppa gente è d'accordo con questa riforma perché pensa che l'università sia un covo di baroni feudali, il che non è del tutto sbagliato, e che è giusto tagliargli i soldi: proprio ieri parlavo con un padre di famiglia che mi diceva che era l'ora di farla finita, che i proff. universitari sono una casta. Gli ho fatto notare che quando fra tre anni sua figlia potrebbe decidere di proseguire gli studi e lui non potrà permetterglielo perché non è ROckfeller allora ne riparleremo. Il fatto è che in troppi pensano che il ricorso al privato sia la panacea per tutti i mali.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Betty Moore - Ottobre 30, 2008, 11:13:57 am
non perdetevi l'articolo di curzio maltese che c'era

http://www.repubblica.it/2008/10/sezioni/scuola_e_universita/servizi/scuola-2009-4/camion-spranghe/camion-spranghe.html

e anche la testimonianza live da piazza navona

http://it.youtube.com/watch?v=ZqVr1l9fOdA
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: TefnutLaGatta - Ottobre 30, 2008, 11:16:25 am
Il grembiulino che abolisce le differenze di classe è una boiata. Lo era anche negli anni "50, quando mia madre frequentava le elementari. Racconta che è vero, tutte le bimbe portavano il grembiulino nero, ma c'erano quelli che sembravano delle vestine da ballo, con pizzi, sbuffi e un candido colletto stirato e inamidato; e c'erano quelli dei figli degli operai e delle sartine, pieni di rattoppi e di strappi e col colletto rigido di celluloide, che si puliva con la gomma da cancellare.
Ma comunque, non è il grembiulino, sinceramente, quello che mi preoccupa. Io, come purple, ho scelto la strada umanistica, e confesso che sì, anche a me sarebbe piaciuto fare la Dottoressa di Ricerca in Cose Inutili. Ora non potrò mai. Col mio lavoro part - time, che mi rallenta enormemente lo studio, guadagno circa 6000 euri l'anno, che non bastano per far scendere la fascia di reddito ma nemmeno per pagarla. Inoltre ho una sorellina minore che vorrebbe fare la dottoressa (in medicina) e ha davanti a sé un lungo percorso di studi. Come faranno i miei? Non adesso, ma tra due - tre anni la situazione sarà già macroscopicamente allo sfascio.
Cerchiamo di firmare per il referendum abrogativo. Io li detesto gli amici di Wòlter, ma non vedo alternative.
Piesse Purple, scrivi a qualche università straniera. Ho un amico che è dottore di ricerca in Filosofia (pensa te) che credo abbia scritto anche all'università dell'Uganda pur di andare all'estero....
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bubu - Ottobre 30, 2008, 11:20:30 am
Ci toccherà firmare per gli amici ci Wolter.. :-\ comunque quando metteranno le mani anche sulla sanità, perché secondo me il prossimo passo è quello, poco ma sicuro allora ne vedremo delle belle.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Ghismunda - Ottobre 30, 2008, 11:21:36 am
croco...
Citazione
cosa scommettiamo che mo' si sgonfia tutto e finisce a tarallucci e vino?
...
Scusa se ti correggo finisce a MANGANELLATE e vino...
http://www.repubblica.it/2006/05/gallerie/scuola/pinocchio-scontri/5.html (http://www.repubblica.it/2006/05/gallerie/scuola/pinocchio-scontri/5.html)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Ghismunda - Ottobre 30, 2008, 11:30:59 am
Citazione
comunque quando metteranno le mani anche sulla sanità, perché secondo me il prossimo passo è quello

No prima dovranno togliere completamente potere e affidabilità alla Giustizia...

HO PAURA :'(
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: TefnutLaGatta - Ottobre 30, 2008, 11:41:40 am
Citazione
comunque quando metteranno le mani anche sulla sanità, perché secondo me il prossimo passo è quello

No prima dovranno togliere completamente potere e affidabilità alla Giustizia...

HO PAURA :'(

Per la giustizia si stanno già muovendo. Il ddl Carfagna, ad esempio (scusate la parolaccia, speriamo non ci siano bambini), intasa la giustizia di numerosi processi inutili, che non procureranno nemmeno un giorno di carcere né a prostitute né a rispettivi clienti, ma un massiccio spreco di risorse e fondi, quello sì.
Per la sanità, la situazione è un po' come quella della scuola: non produce, consuma e basta. Temo anch'io che sia la prossima, ma temo anche che quando succederà scriverò sul forum delle Malvestite da un pc extracomunitario ^__^
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: DDRD(evotchka) - Ottobre 30, 2008, 12:55:27 pm
non perdetevi l'articolo di curzio maltese che c'era

http://www.repubblica.it/2008/10/sezioni/scuola_e_universita/servizi/scuola-2009-4/camion-spranghe/camion-spranghe.html

e anche la testimonianza live da piazza navona

http://it.youtube.com/watch?v=ZqVr1l9fOdA

mi sono cascate le braccia.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: lara-v - Ottobre 30, 2008, 01:24:23 pm
HO PAURA :'(

Anch'io.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: DDRD(evotchka) - Ottobre 30, 2008, 01:32:08 pm
anche io, dopo che, dopo la manifestazione di oggi in piazza castello, ho sentito i discorsi di due emerite badola che difendevano la cosa dicendo che gli insegnanti sono dei privilegiati fancazzisti che per tre mesi non lavorano. gli avrei voluto rispondere che mia madre, precaria, i tre mesi di ferie  pagate  se li scorda, e che l' estate la passa nei provveditorati a mendicare una cattedra.

oggi c'erano anche i bimbi delle elementari e gli orchestrali del Regio, anche loro "tagliati" da tutte le parti... eravamo tantissimi.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Tommaso - Ottobre 30, 2008, 08:09:12 pm
L'articolo di Curzio Maltese mi ha fatto venire i brividi di disgusto...e ovviamente tutti i tiggì tacciono!
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: fedevì - Ottobre 30, 2008, 08:42:32 pm
Ho letto solo adesso l'articolo di Maltese...sono senza parole,sto male.

"Mi sa che è finita, oggi è finita. E se non oggi, domani. Hai voglia a organizzare proteste pacifiche, a farti venire idee, le lezioni in piazza, le fiaccolate, i sit in da figli dei fiori. Hai voglia a rifiutare le strumentalizzazioni politiche, a voler ragionare sulle cose concrete. Da stasera ai telegiornali si parlerà soltanto degli incidenti, giorno dopo giorno passerà l'idea che comunque gli studenti vogliono il casino. È il metodo Cossiga. Ci stanno fottendo".

Eh.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Sir_Perceval - Ottobre 31, 2008, 12:38:03 am
Appena tornata dalla manifestazione a Milano.
Qualche casino in via Torino e alla Borsa,un blitz di Azione universitaria nel rettorato della Statale,uno scontro tra due ragazzi diciassettenni di estrema destra e qualcuno del centro sociale Cantiere...è spuntato un coltello (di uno dei due 17enni).

Non mi lamento ma aspetto la manifestazione del 14 novembre  :)

La cosa peggiore sono state le scritte con gli spray sulla Scala e sulle chiese. "Gelmini culo" e "Vaffanculo Gelmini". Quelle restano anche domani e saranno visibilissime. Perché non è vero che tutti leggono i giornali e guardano i dibattiti. Molti ascoltano il TgCom, non capiscono un cazzo, vedono le scritte e dicono: "'sti coglioni degli studenti".
Capisco i liceali che han voglia di far casino, eppure bisogna essere veramente stupidi per non capire che è controproducente. Come in Cairoli, con quegli studenti sul tetto dell'edicola e sulle macchine. Cretini.

Nonostante questi episodi - che comunque mi aspettavo - la manifestazione è stata una meraviglia. Non vorrei che l'aspetto di grande civiltà, comunque maggioritario e più importante rispetto alla pirlaggine di qualche pischello, venisse messo in secondo piano. Eppoi erano almeno dieci anni che non manifestavo con tutta la mia famiglia e sono stato contento che in piazza ci fossimo tutti. Aspetto quella del 14, certo, ma questa a Milano è stata bellissima.

Ah sì il consiglio per chi magari non ne sa nulla: in rete e nelle strade girano molti documenti (una lettera alla cittadinanza, ad esempio). Chiedete, informatevi, cominciate da noi. Non siamo degli stronzi, siamo lì per parlare con le persone e discutere insieme. Per capire e informare. Mazza se siamo facinorosi eh?
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bubu - Ottobre 31, 2008, 12:50:04 am
Ho letto solo adesso l'articolo di Maltese...sono senza parole,sto male.

"Mi sa che è finita, oggi è finita. E se non oggi, domani. Hai voglia a organizzare proteste pacifiche, a farti venire idee, le lezioni in piazza, le fiaccolate, i sit in da figli dei fiori. Hai voglia a rifiutare le strumentalizzazioni politiche, a voler ragionare sulle cose concrete. Da stasera ai telegiornali si parlerà soltanto degli incidenti, giorno dopo giorno passerà l'idea che comunque gli studenti vogliono il casino. È il metodo Cossiga. Ci stanno fottendo".

Eh.

Quando un presidente del consiglio controlla i mezzi d'informazione possiamo anche sdraiarci nudi per le strade con un cartello: "sparate qui", se su diecimila persone ce ne sono 20 che fanno gli imbecilli, e si vuole far credere che siamo tutti così passerà quello. La gente dirà che è gente che non ha voglia di fare niente ed è giusto togliere i soldi.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Ghismunda - Ottobre 31, 2008, 09:22:45 am
Citazione
Quando un presidente del consiglio controlla i mezzi d'informazione possiamo anche sdraiarci nudi per le strade con un cartello: "sparate qui"
... :'(
No, no si può perchè così spenderebbero in proiettili (come in Cina)...meglio mandare a mazzate uno all'ospedale,
così si risparmia... :furioso: :furioso: :furioso:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Siminsen - Ottobre 31, 2008, 06:27:51 pm
Per chi ancora avesse qualche dubbio:

http://www.edscuola.it/archivio/norme/varie/schema_art64l133.pdf
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Novembre 01, 2008, 01:18:25 pm
UP!!!

Moderatrici, secondo me questa è la sezione sbagliata. Non dovrebbe stare nelle notizie dal mondo ecc (che sezione sarebbe? Speaker's corner?)

Vabè, intanto:

http://www.repubblica.it/2008/10/sezioni/scuola_e_universita/servizi/scuola-2009-5/navona-verita/navona-verita.html

Scontri di Piazza Navona
la verità monca del governo

Una serie di immagini dimostrano che prima i giovani di estrema destra
picchiano a sprangate alcuni studenti medi senza che nessuno intervenga
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Novembre 01, 2008, 01:19:39 pm
http://www.repubblica.it/2006/05/gallerie/scuola/scontri-a-piazza-navona/1.html

Da notare questi "studenti" armati di cinghie eh
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Novembre 01, 2008, 01:20:59 pm
E la faccia di muro merda del governo:

http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/cronache/200810articoli/37819girata.asp

Citazione
Scuola, Napolitano riceve gli studenti
Il governo: scontri innescati da sinistra
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Novembre 01, 2008, 01:24:14 pm
http://www.repubblica.it/2008/10/sezioni/scuola_e_universita/servizi/scuola-2009-5/lettera-jacopo/lettera-jacopo.html

Citazione
Sono uno studente del liceo Tasso che il 29/10/08 si trovava a manifestare a piazza Navona contro la riforma Gelmini, una manifestazione pacifica con cori simpatici assolutamente non violenta quand'ecco che si avvicina un camioncino con musica a tutto volume che vuole raggiungere la testa del corteo, ma non c'è posto per avanzare gli studenti sono troppi non possono smaterializzarsi, allora ecco che la tensione cresce, inizia una discussione con questi nuovi venuti, tutti ventenni di blocco studentesco, capisco che aria tira e mi metto ad osservare la scena in una postazione più defilata anche se mi sembra assurdo che si possa arrivare ad uno scontro violento, siamo ragazzi e ragazze la maggior parte quindicenni, addirittura scolaresche accompagnate dai professori e poi questi cantano "nè rossi nè neri ma liberi pensieri". Ma alla fine di questo coro si scatena la violenza, lo squadrismo di qusto gruppo di esaltati dichiaratamente neofascisti. I ragazzi di Blocco fanno spuntare manganelli, catene, coltelli, spranghe, un vero e proprio arsenale passato magicamente inosservato alla polizia; é il panico caricano chiunque trovino di fronte, un ragazzo prova a difendersi è circondato da 10 persone e massacrato di botte, chi può si rifugia nei bar, cerca scampo a questa violenza cieca scatenatasi tutt'ad un tratto davanti all'occhio sornione degli agenti.

Con questa prima carica Blocco si assicura la postazione migliore per governare la manifestazione, noi ragazzi siamo confusi, spaventati, il morale è a terra, ci si conta per vedere se un amico è rimasto ferito. Quelle bestie di blocco intonano ironicamente un coro: "siamo tutti studenti", i più temerari rispondono;"siamo tutti anti-fascisti" e di nuovo parte un'altra carica più feroce che ci sposta ancora più lontano dal centro di piazza navona, ancora feriti, ancora manganellate, ancora quella noncuranza da parte delle forze dell'ordine che mi sconvolge, mi atterrisce, perché in un paese democratico non posso essere difeso? E' una sensazione stranissima, di smarrimento, lo Stato che avevo sempre creduto dalla mia parte se ne fotte se prendo delle manganellate.
Tutto torna alla "normalità", Blocco ha ottenuto la postazione che voleva ma veniamo a sapere che ragazzi dei centri sociali delle università stanno arrivando, capisco che qui tra poco sarà l'inferno e con i miei amici torno al Tasso dove, inoltre, ci si aspetta un raid di blocco studentesco ma questa è un'altra triste storia di un paese dove i politici fanno passare i partigiani per assassini e i fascisti come vittime.

PS. sono venuto a sapere che il governo ha dichiarato che siamo stati noi studenti di sinistra ad aggredire Blocco, bene o noi siamo dei deficienti a non esserci accorti che un gruppo che massacra di botte dei ragazzi innocenti che avevano la colpa di trovarsi lì, lo fa per legittima difesa oppure forse siete voi che tentate di vendere ancora una volta la vostra vergognosa verità al punto di difendere anche lo squadrismo fascista.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Rita - Novembre 01, 2008, 01:32:56 pm
Da http://www.beppegrillo.it/2008/10/maroni_e_le_ist.html (http://www.beppegrillo.it/2008/10/maroni_e_le_ist.html):

Citazione
Ieri in Piazza Navona c'era un camion lasciato passare dalla Polizia.
Nel camion c'erano caschi, mazze, forse tirapugni e una ventina di provocatori.
Provocatori, non studenti.
I provocatori hanno picchiato gli studenti sotto gli occhi della Polizia.
Uno dei provocatori, come si può vedere dal video, è in rapporti affettuosi, di grande simpatia con la Polizia, come se fosse un collega.

l'interpretazione data del video dà i brividi...
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Betty Moore - Novembre 01, 2008, 01:33:48 pm
UP!!!

Moderatrici, secondo me questa è la sezione sbagliata. Non dovrebbe stare nelle notizie dal mondo ecc (che sezione sarebbe? Speaker's corner?)

grazie Saintj, hai ragione, l'ho appena spostata.

(mammamia, quella lettera che hai postato è davvero deprimente  :-\ )
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Novembre 01, 2008, 01:37:44 pm
http://www.ilmessaggero.it/articolo_app.php?id=10362&sez=HOME_SCUOLA&npl=&desc_sez=

Citazione
Università, ancora proteste: il 14 novembre sciopero generale

Ne vedremo delle belle!! Tutti pronti con macchine fotografiche e videocamere e cellulari, mi raccomando!!!

Non permettiamo a questi bastardi facce di merda di rivoltare continuamente la frittata a loro piacimento!! Non permettiamogli di mentire impunemente!! VANNO SPUTTANATI PER QUEL CHE SONO!!! FORZA!!   :mitra:



Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Novembre 01, 2008, 01:40:22 pm
Tutti a Roma mi raccomando!! Sfruttatelo quel cazzo di videofonino da trecento euro (lo so che ce l'avete, non negate care le mie malve  ;D )
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: crocodile - Novembre 01, 2008, 01:49:21 pm
ehm... io il quattordici SONO a roma... ma il videofonino non ce l'ho.  ;)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Novembre 01, 2008, 01:56:41 pm
ehm... io il quattordici SONO a roma... ma il videofonino non ce l'ho.  ;)
allora porta la macchina fotografica, io vengo e porto la mia, che fa anche i filmati
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: crocodile - Novembre 01, 2008, 02:11:28 pm
mi sa che alla peggio potrò fare i filmati agli idraulici che si picchiano in fiera... sono giù per lavoro  :-\
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: TefnutLaGatta - Novembre 01, 2008, 03:14:55 pm
Questo thread dovrebbe intitolarsi "lèvati Francesco".
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Novembre 01, 2008, 04:26:39 pm
http://uk.youtube.com/watch?v=NYfdPdV66f0

provo pure a embeddarlo và

[youtube]http://uk.youtube.com/watch?v=NYfdPdV66f0[/youtube]
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Yersinia P. - Novembre 01, 2008, 05:25:42 pm
Sono stata alla manifestazione di giovedì nella mia città:20000 persone,pacifiche,dalle mamme coi bambini a noi studenti universitari; non ho mai visto una manifestazione così partecipata nella mia città (e sì che mi son fatta quasi tutte le manifestazioni dalle scuole superiori ad oggi...). Nessun fascista provocatore, nessun "barone" dell'università....
Poi accendo la tv e sento che i reportage dalle piazze parlano all'80% di "studenti violenti" e scontri... e quando si affrontano i motivi della protesta contro la legge 133 parlano di cosidetti "baroni" dell'università che protestano per difendere i propri privilegi e il sistema nepotistico che hanno instaurato nelle università.
Mi girano ancora di più le palle.
Non solo ci stanno fottendo il futuro,ma ci fanno pure passare per fannulloni-violenti-disonesti.
Poi non so se avete visto Annozero con quel faccia da culo imbellettato di Forza Italia (che penso non abbia mai visto in vita sua una scuola pubblica,ma forse neanche una scuola in generale) che continuava a ripetere a sproposito le solite 4 balle che gli hanno messo nella scaletta secondo uno schema preciso (accusa al governo precedente. Nelle università ci sono i "baroni". I tagli alla ricerca in realtà non dovrebbero essere chiamati tagli. Gli studenti che protestano sono una minoranza strumentalizzata dai comunisti)...che continuava ad appellarsi con pathos alla fantomatica "maggioranza silenziosa" di poveri  :'( poveri studenti che vogliono studiare e seguire le lezioni ma i facinorosi glielo impediscono con atti violenti tipo occupazioni e lezioni in piazza.La maggiornaza che è d'accordo col governo e con la Gelmini. Devo dire che è tutto molto credibile,ha descritto l'elettore-tipo di Berlusconi: uno studioso colto che vuole vuole fortissimamente vuole studiare,silenziosamente, senza far caciara.tipi discreti e che non alzano la voce...
Ah e poi c'era anche la studentessa modello di giurisprudenza,che fa parte di forza italia giovani (...e poi accusavano quelli in piazza di essere politicizzati) che ha segnalato la loro iniziativa che vi linko (http://www.forzagelmini.com/) tanto per condividere l'ulcera....
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Rita - Novembre 01, 2008, 05:32:40 pm
Ah e poi c'era anche la studentessa modello di giurisprudenza,che fa parte di forza italia giovani (...e poi accusavano quelli in piazza di essere politicizzati) che ha segnalato la loro iniziativa che vi linko (http://www.forzagelmini.com/) tanto per condividere l'ulcera....

che armonia... sbaglio o nel guestbook hanno solo commenti entusiasti?
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Yersinia P. - Novembre 01, 2008, 05:58:55 pm
Si,Rita credo pubblichino SOLO commenti positivi...

Ho cliccato sulla sezione "punti salienti" -e cito testualmente:
"L’obiezione che lo scopo del decreto sia "uccidere la scuola", "togliere il tempo pieno" o "licenziare i maestri" è assai povera. In realtà le famiglie potranno scegliere liberamente se lasciare i figli a scuola 24 o 27 o anche 40 ore alla settimana. Perché opporsi alla libertà di scelta? E’ davvero necessario che tutti siano obbligati per legge ad inviare i figli a farsi indottrinare anche di pomeriggio, anche quando le scuole sono dominate da ideologie "progressiste" che nei fatti fanno progredire solo l’ignoranza? "

Bene, questa è l'idea che tali persone hanno della scuola (e dell'istruzione): UN LUOGO DOVE TI INDOTTRINANO. Da qui si capisce che gente del genere ce l'ha a morte con la scuola (e con la cultura) perchè insegna alla gente a pensare...e chi pensa CRITICA. Questa riforma,coi suoi tagli e restrizioni, puzza tanto di "vendetta" verso quei pochi settori che osano avere anche opinioni diverse,un pensiero indipendente.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: pam - Novembre 01, 2008, 06:22:33 pm
Beh ma è chiaro che lo scopo ultimo è quello di ottenere gente ignorante che si accontenta di Domenica in, di Amici e del Grande Fratello e non chiede altro.
Il proposito è quello di avere a che fare con persone facilmente manipolabili, ignoranti, incapaci di gestire il confronto, e inadatte alla crescita del paese rapportandolo all'esterno.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Novembre 01, 2008, 06:46:24 pm
http://www.repubblica.it/2008/10/sezioni/scuola_e_universita/servizi/scuola-2009-5/ltestimonianza-prof/ltestimonianza-prof.html

Citazione
Il racconto di una professoressa di tedesco che era in piazza Navona
il giorno degli scontri: "Perché nessuno è intervenuto per fermarli?"
"Ho visto quelli del camion bianco
aggredire e picchiare i ragazzini"
"Perché il mezzo carico di bastoni è stato lasciato entrare?"

leggete, leggete

Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Novembre 01, 2008, 06:54:08 pm
http://www.repubblica.it/2006/05/gallerie/scuola/foto-navona/1.html

guardate che bella in particolare questa
http://www.repubblica.it/2006/05/gallerie/scuola/foto-navona/4.html

Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Novembre 01, 2008, 06:55:45 pm
http://www.repubblica.it/2008/10/sezioni/scuola_e_universita/servizi/scuola-2009-5/foto-sequenza-navona/foto-sequenza-navona.html


Da notare che ne sta parlando solo Repubblica. Tutti gli altri quotidiani sono passati ad altro (argomenti di capitale importanza come l'aumento del prezzo della pasta)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Novembre 01, 2008, 06:57:40 pm
Vi prego di postare e linkare tutto questo materiale su tutti i forum che frequentate. Se avete un blog, fatelo anche sul vostro blog. Bisogna rompere i coglioni coi pochi mezzi a disposizione, cari miei. Se aspettate che l'informazione "normale" si occupi di informarci e sputtanare il governo state freschi.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Tommaso - Novembre 01, 2008, 07:00:15 pm
http://www.repubblica.it/2008/10/sezioni/scuola_e_universita/servizi/scuola-2009-5/foto-sequenza-navona/foto-sequenza-navona.html


Da notare che ne sta parlando solo Repubblica. Tutti gli altri quotidiani sono passati ad altro (argomenti di capitale importanza come l'aumento del prezzo della pasta)

L'Unità ne sta parlando!
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Novembre 01, 2008, 07:02:05 pm
http://www.repubblica.it/2008/10/sezioni/scuola_e_universita/servizi/scuola-2009-5/foto-sequenza-navona/foto-sequenza-navona.html


Da notare che ne sta parlando solo Repubblica. Tutti gli altri quotidiani sono passati ad altro (argomenti di capitale importanza come l'aumento del prezzo della pasta)

L'Unità ne sta parlando!
sì ma se citi l'Unità ti rispondono che è un giornale fazioso di sinistra  ::)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Tommaso - Novembre 01, 2008, 07:05:45 pm
Comunque io amo Concita  :-*
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Ghismunda - Novembre 01, 2008, 09:20:03 pm
SaintJust ...amore mio
premesse...ho paura
sono una ricercatrice frustata
le condizioni montavano dal febbraio 2008
Alla Sapienza non fecero parlare il papa (lo so dici Benedetto me lo guardo alla tele per dormire)
Però, non fare parlare un capo di Stato, in una Università è grave da qualunque punto di vista la cosa si guardi...
Fu una cosa montata ad arte anche allora...
Dopo 2 ore era già sui giornali di tutto il mondo, quando lì erano pochissimi ad orchestare la vicenda...
Me lo raccontò una ragazza della Sapienza sulla quale metto le mani sul fuoco
In 8 mesi la cosa è montata attraverso il controllo dei media...ed ha preso le dimensioni attuali
Mi sento come in Argentina :'(
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Siminsen - Novembre 01, 2008, 09:41:12 pm
Sul Corriere della Sera (http://www.corriere.it/cronache/08_novembre_01/bianconi_abbiamo_sbaragliato_i_fascisti_68f69b38-a7eb-11dd-8f5c-00144f02aabc.shtml) di oggi un'altra testimonianza.

Qui Il Mattino (http://www.ilmattino.it/mattino/view.php?data=20081101&ediz=NAZIONALE&npag=1&file=obj_32.xml&type=STANDARD): la scuola è un covo di comunisti. Parola di Vespa.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: fedevì - Novembre 01, 2008, 10:00:15 pm
Qui Il Mattino (http://www.ilmattino.it/mattino/view.php?data=20081101&ediz=NAZIONALE&npag=1&file=obj_32.xml&type=STANDARD): la scuola è un covo di comunisti. Parola di Vespa.

A beh.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Valentinavale - Novembre 02, 2008, 09:58:17 am
visto che si parla di informazione manipolata, che tace sulle cazzate del governo posso dire che i tagli all'istruzione comporteranno dal prossimo anno anche la Scomparsa, nel vero senso del termine, dei licei c.d. "sperimentali" ossia quei licei che prevedono vari indirizzi tipo scientifico-tecnologico, scientifico-linguistico... rimarranno solo i licei tradizionali tipo scientifico, classico, linguistico... Poichè queste scuole offrono più corsi e quindi più ore per gli insegnanti vengono semplicemente eliminate.
di questo nessuno sta parlando. Io non ho sentito nulla di questo a nessun tg, ne sono al corrente semplicemente perchè mia madre lavora in uno di questi licei che dall'anno prossimo inizierà a chiudere le sezioni. Non sto parlando di un liceo di quattro gatti, ma del Liceo Leonardo di Brescia 1800 STUDENTI, il più grande di Brescia... Solo un quotidiano locale ne ha parlato, ora si aspetta che la Provincia intervenga per salvare qualche corso. Questo non riguarda solo lascuola di Brescia ma tutti i licei di questo tipo. Questi tagli erano previsti già nella Riforma Moratti che la sinstra doveva bloccare e invece ha solo sospeso momentaneamente.Molti studenti e insegnanti manifestavano a Roma anche per questo ma nessuno l'ha detto.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Novembre 02, 2008, 02:48:42 pm
http://www.repubblica.it/2008/10/sezioni/scuola_e_universita/servizi/scuola-2009-5/stop-universita/stop-universita.html

Citazione
La riforma doveva essere discussa in settimana ma dopo le proteste
Berlusconi preferisce rimandare. E Bossi rilancia: "Gli atenei vanno finanziati"
Università, stop del governo
"Prima calmiamo le acque"

Giusto, aspettiamo che l'attenzione si sposti verso qualcos'altro così possiamo fare quello che voglimo e nessuno se ne accorge, è vero Silvio?  ::)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: pam - Novembre 02, 2008, 02:54:58 pm
Chi lo sa, magari oggi qualcuno si mena alle partite e tutti si concentrano sulla violenza negli stadi.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Novembre 02, 2008, 02:59:21 pm
Chi lo sa, magari oggi qualcuno si mena alle partite e tutti si concentrano sulla violenza negli stadi.
magari se non succede il governo potrebbe mandare qualche picchiatore armato di cinghia e tirapugni a fomentare qualche tafferuglio...
Sai, l'"aiutino".
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: pam - Novembre 02, 2008, 03:00:47 pm
Certo, quando ci vuole ci vuole.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Siminsen - Novembre 02, 2008, 04:50:55 pm
Ho trovato un'analisi (http://www.repubblica.it/2008/10/sezioni/scuola_e_universita/servizi/scuola-2009-5/diamanti-mappe/diamanti-mappe.html) dell'ottimo Diamanti.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Yersinia P. - Novembre 02, 2008, 07:06:40 pm
anche QUA (http://www.unicamente.org/index.php?option=com_content&view=category&layout=blog&id=1&Itemid=28) troverete una serie di video dei fatti di piazza navona....


P.S.= è il sito dedicato alla protesta contro la L133 della mia università (Cagliari)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: M. - Novembre 02, 2008, 10:45:58 pm
http://www.repubblica.it/2008/10/sezioni/scuola_e_universita/servizi/scuola-2009-5/foto-sequenza-navona/foto-sequenza-navona.html


Da notare che ne sta parlando solo Repubblica. Tutti gli altri quotidiani sono passati ad altro (argomenti di capitale importanza come l'aumento del prezzo della pasta)


Anche quell'argomento è di vitale importanza, comunque...perché il prezzo del grano è crollato! Perché la pasta aumenta?!?  >:(
Vabbè, questo è un capitolo a parte...comunque, sono esterrefatta: davvero fuori si crede al video del Blocco?
Scusate, sarà che io ci vivo dentro, mia sorella ha discusso con il sedicente Alberto, attivista del Blocco, e un'aula della mia facoltà è occupata, ma sono a contatto solo con persone che sanno come sono REALMENTE andate le cose.
Ovvero: il Blocco studentesco (studentesco poi si fa per dire) è arrivato con la camionetta davanti in piazza Navona, picchiando i liceali in testa al corteo, la polizia non è intervenuta. Dalla camionetta hanno tirato fuori le mazze.
Poi sono arrivati gli universitari che hanno saputo dell'aggressione fascista, e gliele hanno suonate, armati di caschi e sedie, tavolini. Il Blocco ha reagito.
Noi, qui a Roma, sappiamo. Chi c'era ha visto, ha raccontato. Chi non c'era ha ascoltato e si è fidato.
Sappiamo cos'è il Blocco, da chi è manovrato, come agisce. Purtroppo.
Dalle vostre parti invece? Si prende per vera l'aggressione dei facinorosi comunisti?
Scusatemi ma per me è proprio inconcepibile: dell'aggressione sono venuta a conoscenza telefonicamente, con una differita di un'ora al massimo.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: cristina - Novembre 02, 2008, 11:43:45 pm
Si, purtroppo si prende per vera.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: lara-v - Novembre 02, 2008, 11:58:30 pm
Aggiungo la mia testimonianza: anche qui si prende per vera.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: fedevì - Novembre 03, 2008, 01:14:58 am
Anche qui e guai se si prova a replicare...
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: DDRD(evotchka) - Novembre 03, 2008, 08:35:27 am
http://www.repubblica.it/2008/10/sezioni/scuola_e_universita/servizi/scuola-2009-5/foto-sequenza-navona/foto-sequenza-navona.html


Da notare che ne sta parlando solo Repubblica. Tutti gli altri quotidiani sono passati ad altro (argomenti di capitale importanza come l'aumento del prezzo della pasta)


Anche quell'argomento è di vitale importanza, comunque...perché il prezzo del grano è crollato! Perché la pasta aumenta?!?  >:(
Vabbè, questo è un capitolo a parte...comunque, sono esterrefatta: davvero fuori si crede al video del Blocco?
Scusate, sarà che io ci vivo dentro, mia sorella ha discusso con il sedicente Alberto, attivista del Blocco, e un'aula della mia facoltà è occupata, ma sono a contatto solo con persone che sanno come sono REALMENTE andate le cose.
Ovvero: il Blocco studentesco (studentesco poi si fa per dire) è arrivato con la camionetta davanti in piazza Navona, picchiando i liceali in testa al corteo, la polizia non è intervenuta. Dalla camionetta hanno tirato fuori le mazze.
Poi sono arrivati gli universitari che hanno saputo dell'aggressione fascista, e gliele hanno suonate, armati di caschi e sedie, tavolini. Il Blocco ha reagito.
Noi, qui a Roma, sappiamo. Chi c'era ha visto, ha raccontato. Chi non c'era ha ascoltato e si è fidato.
Sappiamo cos'è il Blocco, da chi è manovrato, come agisce. Purtroppo.
Dalle vostre parti invece? Si prende per vera l'aggressione dei facinorosi comunisti?
Scusatemi ma per me è proprio inconcepibile: dell'aggressione sono venuta a conoscenza telefonicamente, con una differita di un'ora al massimo.

no. ho parlato con un sacco di persone che hanno capito questa schifosa, sporca montatura. ma di sicuro ci sarà qualche madamina che guardando il tiggi5 penserà che la colpa è dei soliti "comunisti".

e comunque i ragazzi che gli hanno tirato addosso le sedie hanno tutta la mia stima.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Ghismunda - Novembre 03, 2008, 10:17:22 am
Citazione
Si prende per vera l'aggressione dei facinorosi comunisti?
...dalle mie parti no eguai a chi accenna qualcosa...
Però così c'è anche l'aggravante che le persone perdano fiducia nelle istituzioni (polizia etc.)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Ghismunda - Novembre 03, 2008, 11:09:50 am
Citazione
Ovvero: il Blocco studentesco (studentesco poi si fa per dire) è arrivato con la camionetta davanti in piazza Navona, picchiando i liceali in testa al corteo, la polizia non è intervenuta
...
Fra l'altro, come ho già detto in precedenza a riguardo di donne musulmane e velo...(che qui portano solo coprendo i capelli)
Non è LEGALE in Italia andare in giro con il volto coperto
Presentarsi con i caschi ad una maifestazione non è legale...dovevano insispettirsi già di quello...
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: TefnutLaGatta - Novembre 03, 2008, 12:08:21 pm
Qui Il Mattino (http://www.ilmattino.it/mattino/view.php?data=20081101&ediz=NAZIONALE&npag=1&file=obj_32.xml&type=STANDARD): la scuola è un covo di comunisti. Parola di Vespa.

A beh.

Off topic su Vespa:i libri di Vespa sono altrettanto mentecatti di quelli pubblicati da Facchinetti o dalla Ventura. Dovrebbero essere considerati oggetto facente parte della cospirazione per il rincoglionimento globale. Nel suo ultimo volume, "Viaggio in un'Italia Diversa", nel quale il Divino Giornalista si cala tra i poveri e gli oppressi, troviamo analisi raffinate e profonde del disagio sociale generale quali "già chissà perché gli anziani che rubano nei supermercati perché non arrivano a fine mese , a differenza dei rom, hanno sempre sotto la giacca una mortadella e mai un portafogli rubato". Betty Moore dovrebbe recensirlo. Qualcuno su qlibri.it lo ha definito "utile se avete una gabbietta degli uccellini cui cambiare il fondo originale". Quanto mi trova d'accordo ^__^

P.S. Vespa nelle pagine del libro adoVa la riforma Gelmini. "Rivoluzione scolastica", la chiama.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: DDRD(evotchka) - Novembre 03, 2008, 12:24:10 pm
Qui Il Mattino (http://www.ilmattino.it/mattino/view.php?data=20081101&ediz=NAZIONALE&npag=1&file=obj_32.xml&type=STANDARD): la scuola è un covo di comunisti. Parola di Vespa.

A beh.

Off topic su Vespa:i libri di Vespa sono altrettanto mentecatti di quelli pubblicati da Facchinetti o dalla Ventura. Dovrebbero essere considerati oggetto facente parte della cospirazione per il rincoglionimento globale. Nel suo ultimo volume, "Viaggio in un'Italia Diversa", nel quale il Divino Giornalista si cala tra i poveri e gli oppressi, troviamo analisi raffinate e profonde del disagio sociale generale quali "già chissà perché gli anziani che rubano nei supermercati perché non arrivano a fine mese , a differenza dei rom, hanno sempre sotto la giacca una mortadella e mai un portafogli rubato". Betty Moore dovrebbe recensirlo. Qualcuno su qlibri.it lo ha definito "utile se avete una gabbietta degli uccellini cui cambiare il fondo originale". Quanto mi trova d'accordo ^__^

P.S. Vespa nelle pagine del libro adoVa la riforma Gelmini. "Rivoluzione scolastica", la chiama.
secondo me sono anche peggio, perchè facchinetti non si fregia dell' epiteto di "giornalista".
e in effetti  se vedi nei remainders ci sono sempre almeno una decina di libri suoi, a prezzi ridicoli. sarei tentata di comprarne uno per pareggiare il tavolo che traballa, in effetti. se riesco a trovare l' intervista dove parla del libro... l' ho letta e ho avuto voglia di vomitare, soprattutto quando parla della sua visita nei CPT.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Rita - Novembre 03, 2008, 12:52:55 pm
secondo me sono anche peggio, perchè facchinetti non si fregia dell' epiteto di "giornalista".

e, se vogliamo, Bello di padella non prende uno stipendio regolare dalla tv di stato...
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: TefnutLaGatta - Novembre 03, 2008, 02:15:52 pm
secondo me sono anche peggio, perchè facchinetti non si fregia dell' epiteto di "giornalista".

e, se vogliamo, Bello di padella non prende uno stipendio regolare dalla tv di stato...

Giaggià. La terza camera del Parlamento Italiano.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Ghismunda - Novembre 03, 2008, 05:27:11 pm
Cosa è successo oggi a Milano
http://www.repubblica.it/2008/11/sezioni/scuola_e_universita/servizi/scuola-2009-6/scuola-2009-6/scuola-2009-6.html (http://www.repubblica.it/2008/11/sezioni/scuola_e_universita/servizi/scuola-2009-6/scuola-2009-6/scuola-2009-6.html)
Ancora i tiggì non ne hanno parlato...(cosa particolarmente grave che ultimamente succede sempre più spesso)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: M. - Novembre 03, 2008, 07:07:52 pm
Da Repubblica.it (http://www.repubblica.it/2008/11/sezioni/scuola_e_universita/servizi/scuola-2009-6/scuola-2009-6/scuola-2009-6.html)

Citazione
Contestato Bocchino. Sempre a Roma, ma all'ateneo di Tor Vergata, gli studenti hanno contestato invece duramente l'esponente del Pdl Italo Bocchino, di passaggio all'università per un convegno. "Noi non siamo facinorosi. Ecco Bocchino il modernizzatore.", hanno urlato i manifestanti al passaggio del parlamentare. "Bocchino cambia paese", hanno continuato nella protesta, prima di occupare l'aula verde della facoltà di Lettere, mentre la Polizia faceva il suo ingresso in facoltà.

Il signor Bocchino era venuto a tenere una lezione sulla comunicazione di massa (vi dirò domani il nome preciso), invitato da un professore interno all'università, nell'aula destinata alle lauree.
Dentro c'erano 20 persone, tra lui, relatori, preside della facoltà, professori e studenti. Fuori, eravamo tantissimi (e la sottoscritta difatti stava svenendo).
E' arrivato senza scorta, e la contestazione si è svolta in maniera molto civile: quando è arrivato, mentre faceva lezione, quando se ne è andato. Nessun coro volgare, nessuna -troppo- facile ironia sul suo cognome  ;D. Tanto per ricordargli che la minoranza rumorosa è la sua e del suo governo, non siamo noi. Non c'è una maggioranza di studenti volenterosi oppressa dai facinorosi che, con le loro occupazioni, impediscono il regolare svoglimento delle lezioni.

Così, tanto perché se ne parli, e perché se ne parli in maniera esatta  ;)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: fedevì - Novembre 03, 2008, 07:08:08 pm
Ancora. Pochi istanti fa al tg4 (...) hanno intervistato due universitarie che erano arrabbiatissime perchè non potevano fare lezione -e non è giusto-e protestate senza rompere i coglioni-e voglio seguire le lezioni-...ma alla Statale nessuno ti blocca all'ingresso e se vuoi seguire,puoi farlo senza problemi! Io stessa vado a lezione ma vado anche in piazza,eh.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: M. - Novembre 03, 2008, 07:12:08 pm
Ancora. Pochi istanti fa al tg4 (...) hanno intervistato due universitarie che erano arrabbiatissime perchè non potevano fare lezione -e non è giusto-e protestate senza rompere i coglioni-e voglio seguire le lezioni-...ma alla Statale nessuno ti blocca all'ingresso e se vuoi seguire,puoi farlo senza problemi! Io stessa vado a lezione ma vado anche in piazza,eh.

PORCAPUTTANA! Scusatemi, queste cose mi fanno arrabbiare tantissimo!
Da noi la mattina c'è lezione e la sera alcuni professori tengono altre lezioni (la cosiddetta didattica alternativa, che poi alternativa non è: la didattica accademica si svolge regolarmente durante il giorno).
E' stata occupata una delle due aule grandi e gli unici a vivere istanti di disagio sono quei tonti che non hanno capito che l'aula è occupata e le lezioni si svolgono nell'auditorium!
Non viene impedito a nessuno di studiare, anzi...la protesta è proprio per assicurare a tutti il diritto di farlo; non solo, ma propone anche qualcosa di aggiuntivo con i corsi serali!
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: fedevì - Novembre 03, 2008, 07:18:15 pm
Ancora. Pochi istanti fa al tg4 (...) hanno intervistato due universitarie che erano arrabbiatissime perchè non potevano fare lezione -e non è giusto-e protestate senza rompere i coglioni-e voglio seguire le lezioni-...ma alla Statale nessuno ti blocca all'ingresso e se vuoi seguire,puoi farlo senza problemi! Io stessa vado a lezione ma vado anche in piazza,eh.

PORCAPUTTANA! Scusatemi, queste cose mi fanno arrabbiare tantissimo!
Da noi la mattina c'è lezione e la sera alcuni professori tengono altre lezioni (la cosiddetta didattica alternativa, che poi alternativa non è: la didattica accademica si svolge regolarmente durante il giorno).
E' stata occupata una delle due aule grandi e gli unici a vivere istanti di disagio sono quei tonti che non hanno capito che l'aula è occupata e le lezioni si svolgono nell'auditorium!
Non viene impedito a nessuno di studiare, anzi...la protesta è proprio per assicurare a tutti il diritto di farlo; non solo, ma propone anche qualcosa di aggiuntivo con i corsi serali!

Ma infatti! A Milano ci sono tante iniziative alternative ed è sempre assicurata la possibilità di far lezione tranquillamente,soprattutto da noi che siamo in un polo distaccato.
Non mi vanno giù questi stravolgimenti della verità.Non basta che mi debba sentir dire "fannullona,andate a studiare!" quando partecipo alle manifestazioni...
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: TefnutLaGatta - Novembre 03, 2008, 08:58:47 pm
Confermo. Io non posso frequentare per motivi di lavoro, ma la mia sorella più piccola e il mio ragazzo hanno regolarmente svolto lezione.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: ninfeaalba79 - Novembre 04, 2008, 11:18:55 am
ma ovviamente per propaganda elettorale e' sempre colpa dei soliti comunisti....
ora le mamme forzaitaliote per fare paura ai bambini non dicono più 'arriva l'uomo nero' ma
'arriva l'uomo rosso' oppure 'ti mangia un comunista'....  :-[
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Ghismunda - Novembre 04, 2008, 12:03:37 pm
Continuano, come definirli?
Continuano le irruzioni di squadristi (ipsa dixit :'()anche contro la Rai, ente pubblico di informazione...
http://www.repubblica.it/2008/11/sezioni/scuola_e_universita/servizi/scuola-2009-6/proteste-4-nov/proteste-4-nov.html (http://www.repubblica.it/2008/11/sezioni/scuola_e_universita/servizi/scuola-2009-6/proteste-4-nov/proteste-4-nov.html)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Yersinia P. - Novembre 04, 2008, 12:10:57 pm
Continuano, come definirli?
Continuano le irruzioni di squadristi (ipsa dixit :'()anche contro la Rai, ente pubblico di informazione...
http://www.repubblica.it/2008/11/sezioni/scuola_e_universita/servizi/scuola-2009-6/proteste-4-nov/proteste-4-nov.html (http://www.repubblica.it/2008/11/sezioni/scuola_e_universita/servizi/scuola-2009-6/proteste-4-nov/proteste-4-nov.html)


che schifo! Adesso voglio proprio vedere come le reti del cavaliere riusciranno a rigirare questa frittata per far apparire ancora violenti e provocatori "quelli di sinistra". Ma penso che la maggior parte della stampa tacerà su questo fatto....
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: DDRD(evotchka) - Novembre 04, 2008, 02:02:06 pm
Ancora. Pochi istanti fa al tg4 (...) hanno intervistato due universitarie che erano arrabbiatissime perchè non potevano fare lezione -e non è giusto-e protestate senza rompere i coglioni-e voglio seguire le lezioni-...ma alla Statale nessuno ti blocca all'ingresso e se vuoi seguire,puoi farlo senza problemi! Io stessa vado a lezione ma vado anche in piazza,eh.
eh, brave sceme, a furia di fare questi ragionamenti vedranno come studieranno tra due anni.. manco più l' ombra di un libro potranno vedere!
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Siminsen - Novembre 04, 2008, 02:27:54 pm
che schifo! Adesso voglio proprio vedere come le reti del cavaliere riusciranno a rigirare questa frittata per far apparire ancora violenti e provocatori "quelli di sinistra". Ma penso che la maggior parte della stampa tacerà su questo fatto....

Forse sì. Ma le possibilità di comunicazione e di informazione oggi sono molteplici e, soprattutto, capillari.
Basta un filmato preso col cellulare, una foto scattata en passant. Certo, sono documenti privi di valore ufficiale, certo non sono fonti documentate, ma funzionano in virtù del vecchio tam tam e sono testimonianze a tutti gli effetti.
Non vorrei essere nei panni di chi controlla i mezzi di informazione, oggi; sono una creatura con mille occhi e mille zampe troppo grande e troppo potente per non svincolarsi dalla governabilità.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: ninfeaalba79 - Novembre 04, 2008, 03:00:50 pm
che schifo! Adesso voglio proprio vedere come le reti del cavaliere riusciranno a rigirare questa frittata per far apparire ancora violenti e provocatori "quelli di sinistra". Ma penso che la maggior parte della stampa tacerà su questo fatto....

Forse sì. Ma le possibilità di comunicazione e di informazione oggi sono molteplici e, soprattutto, capillari.
Basta un filmato preso col cellulare, una foto scattata en passant. Certo, sono documenti privi di valore ufficiale, certo non sono fonti documentate, ma funzionano in virtù del vecchio tam tam e sono testimonianze a tutti gli effetti.
Non vorrei essere nei panni di chi controlla i mezzi di informazione, oggi; sono una creatura con mille occhi e mille zampe troppo grande e troppo potente per non svincolarsi dalla governabilità.
e per fortuna aggiungerei io non so ancora per quanto ci lasceranno l'accesso libero a internet certo che se censurassero la rete non saremmo poi tanto diversi dai tanto dileggiati cinesi comunisti 
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: pam - Novembre 04, 2008, 04:05:48 pm
A dire la verità la nostra rete è già censurata, basta vedere la faccenda di Pirate Bay.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Novembre 04, 2008, 04:31:18 pm
Continuano, come definirli?
Continuano le irruzioni di squadristi (ipsa dixit :'()anche contro la Rai, ente pubblico di informazione...
http://www.repubblica.it/2008/11/sezioni/scuola_e_universita/servizi/scuola-2009-6/proteste-4-nov/proteste-4-nov.html (http://www.repubblica.it/2008/11/sezioni/scuola_e_universita/servizi/scuola-2009-6/proteste-4-nov/proteste-4-nov.html)

rinnovo il mio invito a linkare e copiaincollare forsennatamente OVUNQUE tutto questo materiale.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Siminsen - Novembre 04, 2008, 04:44:29 pm
A dire la verità la nostra rete è già censurata, basta vedere la faccenda di Pirate Bay.

La Quinta di Beethoven si sentiva in tempo di guerra, e allora non c'erano né Internet né i cellulari.
Non dico che non ci provino, a censurare, né che non lo facciano: dico che secondo me per un canale censurato possono nascerne cento.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Novembre 04, 2008, 04:48:19 pm
A dire la verità la nostra rete è già censurata, basta vedere la faccenda di Pirate Bay.

La Quinta di Beethoven si sentiva in tempo di guerra, e allora non c'erano né Internet né i cellulari.
Non dico che non ci provino, a censurare, né che non lo facciano: dico che secondo me per un canale censurato possono nascerne cento.
sì ma il probema forndamentale è se il canale "alternativo" c'ha un bacino d'utenza tale da poter essere competitivo. A mio avviso NO.  :(
Secondo voi, approssimativamente, quante persone non hanno altra fonte di informazione ch non sia la televisione?
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Siminsen - Novembre 04, 2008, 04:57:02 pm
sì ma il probema forndamentale è se il canale "alternativo" c'ha un bacino d'utenza tale da poter essere competitivo. A mio avviso NO.  :(
Secondo voi, approssimativamente, quante persone non hanno altra fonte di informazione ch non sia la televisione?

Posso filmare un fatto col cellulare e andare alla sede di un giornale, di una radio o di una TV privata, accedere a un blog...i ragazzi sono tutti informatizzati.
Il problema, se mai, nasce per le generazioni antiche che si avvalgono di mezzi tradizionali.
In questi giorni gira Zeitgeist (prendetelo sul serio, per favore, almeno stavolta!  ;D), che in Italia non è arrivato (o sì  ;)), ma circola già dal 6 ottobre. Basta che una persona lo scarichi e si crea un precedente.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Novembre 04, 2008, 05:01:12 pm
Posso filmare un fatto col cellulare e andare alla sede di un giornale, di una radio o di una TV privata, accedere a un blog...i ragazzi sono tutti informatizzati.
Il problema, se mai, nasce per le generazioni antiche che si avvalgono di mezzi tradizionali.
eh, ma guarda che il problema è proprio questo! Siamo un paese di vecchi, l'elettorato è composto in gran parte da gente che non sa neanche come si accende un pc!  :miarrendo:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Siminsen - Novembre 04, 2008, 05:10:18 pm
eh, ma guarda che il problema è proprio questo! Siamo un paese di vecchi, l'elettorato è composto in gran parte da gente che non sa neanche come si accende un pc!  :miarrendo:

Se è per questo i tassi di analfabetizzazione - compresa quella di ritorno - in Italia sono da Terzo Mondo, comparati a quelli delle nazioni occidentali.
Non saper accendere un PC mi pare il meno, di fronte al non saper leggere - leggere per capire, intendo!  :miarrendo:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Novembre 04, 2008, 05:19:15 pm
Intanto vi segnalo la sparata di sto tizio che sembra non avere il senso del ridicolo:

http://www.corriere.it/cronache/08_novembre_04/destra_blitz_rai_652b77a0-aa55-11dd-b049-00144f02aabc.shtml

Citazione
Il segretario di Forza Nuova Roberto Fiore ha chiesto l'intervento del ministro dell'Interno Maroni e del Garante delle comunicazioni per frenare una «pericolosa spirale» e sanzionare «Chi l'ha visto». Fiore denuncia «una vera e propria lista di proscrizione per invitare alla violenza nei confronti dei giovani». «Intanto a Cremona sono comparse sotto casa dei responsabili locali di Forza Nuova scritte contenenti minacce di morte - ha aggiunto -. Non dobbiamo sottovalutare quanto accaduto: esiste una volontà di certa sinistra di scaldare gli animi per riaprire una spirale di violenza contro i ragazzi di destra».

 :desolazione:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Siminsen - Novembre 04, 2008, 05:50:53 pm
OT Sono fieramente avversa alla locuzione "spirale di violenza". Mi fa pensare a una cacca.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: chiunque - Novembre 04, 2008, 08:02:50 pm
Tutte le università pubbliche per legge posso devolvere fino al 90% degli introiti statali nell'amministrazione (e quasi tutte anche ne devolvono anche più)... me fa schifo solo questo... manco un soldo al diritto allo studio o ai corsi universitari o ai servizi per gli studenti.

Si protesta per i tagli perchè i grandi hanno paura di vedersi una paga mensile che non sia pari a tutte le borse di studio annuali devolte agli studenti messe insieme, di questo c'hanno paura.

Per il resto, è comunque uno schifo tagliare sull'istruizione fa già pena così, i tagli all'amministrazione pubblica vanno fatti, si, ma non a partire dall' istruzione è un'oscenità.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Rita - Novembre 04, 2008, 11:50:21 pm
Consolamose co' l'ajetto (http://www.youtube.com/watch?v=ce0m6_-lLjE)...
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Novembre 07, 2008, 02:04:03 pm
UP!

http://www.repubblica.it/2008/11/sezioni/scuola_e_universita/servizi/scuola-2009-6/cortei-7nov/cortei-7nov.html
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Siminsen - Novembre 07, 2008, 02:11:46 pm
Consolamose co' l'ajetto (http://www.youtube.com/watch?v=ce0m6_-lLjE)...

Non l'avevo vista! Deliziosa la rivolta dei facinorosi quattrenni nella scuola materna di Sondrio!  :D
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Novembre 08, 2008, 08:00:52 pm
http://www.repubblica.it/2008/11/sezioni/scuola_e_universita/servizi/scuola-2009-6/cossiga-consigli/cossiga-consigli.html

Citazione
ROMA - Aveva iniziato consigliando l'uso di infiltrati nei cortei ed evocando le maniere forti da parte delle forza dell'ordine. Oggi Francesco Cossiga torna a dispensare suggerimenti, non richiesti, al capo della polizia Antonio Manganelli. E sono di nuovo parole destinate ad alimentare polemiche. "Serve una vittima e poi si potranno usare le maniere forti", dice. [...]

Cossiga: "Per il consenso serve la paura". Il ragionamento dell'ex presidente è affidato a una lettera aperta: "Un'efficace politica dell'ordine pubblico deve basarsi su un vasto consenso popolare, e il consenso si forma sulla paura, non verso le forze di polizia, ma verso i manifestanti". Per Cossiga, che pensa alle tensioni che hanno segnato le manifestazioni degli studenti di questi giorni, è stato "un grave errore strategico" reagire con "cariche d'alleggerimento, usando anche gli sfollagente e ferendo qualche manifestante".

La "tattica cossighiana". In pratica si tratta di disporre "che al minimo cenno di violenze di questo tipo, le forze di polizia si ritirino". A questo punto, continua Cossiga, "l'ideale sarebbe che di queste manifestazioni fosse vittima un passante, meglio un vecchio, una donna o un bambino, rimanendo ferito da qualche colpo di arma da fuoco sparato dai dimostranti: basterebbe una ferita lieve, ma meglio sarebbe se fosse grave, ma senza pericolo per la vita".

"La gente deve odiare i manifestanti". Una situazione che farebbe crescere fra la gente "la paura dei manifestanti e con la paura l'odio verso di essi e i loro mandanti o chi da qualche loft, o da qualche redazione, ad esempio quella de L'Unità, li sorregge". Tra i danneggiamenti invocati, Cossiga si augura che possano accadere alla sede dell'arcivecovo di Milano o a qualche sede della Caritas o di Pax Christi.

I tempi dell'intervento. "Io aspetterei ancora un po' - continua Cossiga - e solo dopo che la situazione si aggravasse e colonne di studenti con militanti dei centri sociali, al canto di Bella ciao, devastassero strade, negozi, infrastrutture pubbliche e aggredissero forze di polizia in tenuta ordinaria e non antisommossa e ferissero qualcuno di loro, anche uccidendolo, farei intervenire massicciamente e pesantemente le forze dell'ordine contro i manifestanti".
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Novembre 08, 2008, 08:03:51 pm
http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/politica/200811articoli/38011girata.asp

Citazione
«Un’efficace politica dell’ordine pubblico deve basarsi su un vasto consenso popolare, e il consenso si forma sulla paura, non verso le forze di polizia, ma verso i manifestanti». Ne è convinto il presidente emerito della Repubblica Francesco Cossiga, che, per questo, in una lettera aperta dà dei «consigli», sul filo del paradosso, al Capo della Polizia Antonio Manganelli. Per il senatore a vita è stato «un grave errore strategico» reagire con «cariche d’alleggerimento, usando anche gli sfollagente e ferendo qualche manifestante» ai cortei che si sono fatti più minacciosi. «A mio avviso - scrive Cossiga - dato che un lancio di bottiglie o insulti contro le forze di polizia, l’occupazione di stazioni ferroviarie, qualche automobile bruciata non è cosa poi tanto grave, il mio consiglio è che in attesa di tempi peggiori, che certamente verranno, Lei disponga che al minimo cenno di violenze di questo tipo, le forze di polizia si ritirino, in modo che qualche commerciante, qualche proprietario di automobili, e anche qualche passante, meglio se donna, vecchio o bambino, siano danneggiati e cresca nella gente comune la paura dei manifestanti e con la paura l’odio verso di essi e i loro mandanti o chi da qualche loft o da qualche redazione, ad esempio quella de L’Unità, li sorregge».
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Novembre 08, 2008, 08:16:53 pm
http://mobile.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Resaula&leg=16&id=00315053&part=doc_dc-ressten_rs-ddltit_sdddddl1108ieu-trattazione_dg-intervento_porettipd&parse=no&toc=no&mobile=si&index=si

Citazione
Un componente illustre di quest'Assemblea, il presidente emerito e senatore a vita Francesco Cossiga, suggerisce una risposta. Ce la suggerisce oggi attraverso un'intervista a "Quotidiano.net Il Giorno il Resto del Carlino La Nazione" e credo che non possiamo ignorare la gravità di queste parole e di questo intervento. Il titolo dell'intervista è: «Bisogna fermarli, anche il terrorismo partì dagli atenei».

Il testo è il seguente: «Presidente Cossiga, pensa che minacciando l'uso della forza pubblica contro gli studenti Berlusconi abbia esagerato? "Dipende, se ritiene d'essere il Presidente del Consiglio di uno Stato forte, no, ha fatto benissimo. Ma poiché l'Italia è uno Stato debole, e all'opposizione non c'è il granitico PCI ma l'evanescente PD, temo che alle parole non seguiranno i fatti e che quindi Berlusconi farà una figuraccia". Quali fatti dovrebbero seguire? "Maroni dovrebbe fare quel che feci io quand'ero Ministro dell'interno"». Giorgiana Masi?

«Ossia? "In primo luogo, lasciar perdere gli studenti dei licei, perché pensi a cosa succederebbe se un ragazzino rimanesse ucciso o gravemente ferito...". Gli universitari, invece? "Lasciarli fare. Ritirare le forze di polizia dalle strade e dalle università, infiltrare il movimento con agenti provocatori pronti a tutto, e lasciare che per una decina di giorni i manifestanti devastino i negozi, diano fuoco alle macchine e mettano a ferro e fuoco le città"». Quello che è ritratto nelle fotografie di quella manifestazione dove è rimasta uccisa Giorgiana Masi? Quello con la maglia a strisce? Questi agenti devono essere pronti a tutto?

«"Dopo di che, forti del consenso popolare, il suono delle sirene delle ambulanze dovrà sovrastare quello delle auto di polizia e carabinieri". Nel senso che... "Nel senso che le forze dell'ordine non dovrebbero avere pietà e mandarli tutti in ospedale. Non arrestarli, che tanto poi i magistrati li rimetterebbero subito in libertà, ma picchiarli e picchiare anche quei docenti che li fomentano". Anche i docenti? "Soprattutto i docenti". Presidente, il suo è un paradosso, no? "Non dico quelli anziani, certo, ma le maestre ragazzine sì. Si rende conto della gravità di quello che sta succedendo? Ci sono insegnanti che indottrinano i bambini e li portano in piazza: un atteggiamento criminale!". E lei si rende conto di quel che direbbero in Europa dopo una cura del genere? "In Italia torna il fascismo", direbbero. "Balle, questa è la ricetta democratica: spegnere la fiamma prima che divampi l'incendio". Quale incendio? "Non esagero, credo davvero che il terrorismo tornerà a insanguinare le strade di questo Paese"».
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Novembre 08, 2008, 08:17:39 pm
per chi avesse ancora qualche dubbio sull'accaduto, eh

Qualcuno spieghi a questo imbecille arteriosclerotico che la sua "efficace politica dell’ordine pubblico" risulterebbe assai più efficace se evitasse di dichiarare pubblicamente queste losche e illecite macchinazioni. Magari facendolo di nascosto qualche coglione che ci casca lo trova ancora, ma così... bisogna essere proprio microcefali!
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Rita - Novembre 08, 2008, 08:20:36 pm
Non riesco ancora a capire il motivo per il quale questo qui si esponga a rendere pubbliche certe sue pensate... non riesco a farmi un'idea, qualcosa mi sfugge.
Posso facilmente immaginare una mente criminale che progetta e mette in atto una simile tattica ma non una che poi la va a svelare.
Temo che questa sia la facciata e che dietro ci sia qualcosa di peggio.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Novembre 08, 2008, 08:24:24 pm
Non riesco ancora a capire il motivo per il quale questo qui si esponga a rendere pubbliche certe sue pensate... non riesco a farmi un'idea, qualcosa mi sfugge.
Posso facilmente immaginare una mente criminale che progetta e mette in atto una simile tattica ma non una che poi la va a svelare.
Temo che questa sia la facciata e che dietro ci sia qualcosa di peggio.
tipo?
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Rita - Novembre 08, 2008, 08:27:31 pm
non lo so, non riesco a immaginare niente di peggio di quello che hai riportato tu, almeno applicato alla nostra società: ed è proprio questo che mi inquieta.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Makabe Rokurota - Novembre 08, 2008, 08:30:14 pm
E' un pazzo.
Più che altro c'è da chiedersi perchè lo lasciano parlare. Non ho seguito la faccenda, ma qualcuno ha reagito? Hanno avuto un peso politico le sue affermazioni?
Tutto questo è tragicomico, a me pare davvero un cane sciolto, le cose che dice fanno solo indignare (noi) e quando c'è da darne conto lo prendono tutti per un farneticante, il giocondo del villaggio, al limite ci sorridono su. Come funziona?

E Napolitano è morto?
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Novembre 08, 2008, 08:30:57 pm
non lo so, non riesco a immaginare niente di peggio di quello che hai riportato tu, almeno applicato alla nostra società: ed è proprio questo che mi inquieta.
infatti è troppo stupida come mossa, talmente stupida da risultare strana, oserei dire "sospetta". Però non riesco proprio ad immaginare che tipo di vantaggio "strategico" possa portare una dichiarazione del genere. Forse siamo noi che non siamo abbastanza maliziose  :sisisi:

...O è lui che è DAVVERO arteriosclerotico  ;D
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Makabe Rokurota - Novembre 08, 2008, 08:34:51 pm
Il massimo di strategia che posso vedere dietro tutto questo è che lo lasciano parlare: al limite dice pure la verità, ma è così spudorato, così iperbolico che la cosa più semplice da fare è prendere le cose che dice e negarle in blocco tutte quante.
E' la verità al quadrato: talmente assurda che per reazione non ci vuole credere nessuno.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Novembre 08, 2008, 08:37:26 pm
Il massimo di strategia che posso vedere dietro tutto questo è che lo lasciano parlare: al limite dice pure la verità, ma è così spudorato, così iperbolico che la cosa più semplice da fare è prendere le cose che dice e negarle in blocco tutte quante.
E' la verità al quadrato: talmente assurda che per reazione non ci vuole credere nessuno.
hahaha molto berlusconiana questa strategia, rientra nella filosofia del "tutto quello che avete sentito non è vero, non è mai successo, è un parto della vostra mente oppure avete frainteso"  ;D  ;D  ;D
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Novembre 08, 2008, 08:41:24 pm
...oppure tutto questo fa parte di un grande esperimento di pinotizzazione

(http://www.sanscemo.com/festival/2004/images/gabriel.jpg)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Makabe Rokurota - Novembre 08, 2008, 08:53:51 pm
Guarda che non è falsissima questa storia della pinotizzazione. Il problema è che nella sua plausibilità la strategia del nano presuppone comunque una base di tolleranza altissima alle cazzate per cui, in un oceano di cazzate sfrontate o monumentali, o non ci crediamo più o non ci facciamo più caso (ne passano su Repubblica.it una dopo l'altra - questa è la pinotizzazione - questo topic si sta gonfiando di link quotidiani sull'argomento, li collezioniamo come le figurine).
Nel meraviglioso quadro è tutto così macchiettistico che perfino Travaglio, Grillo e compagnia non fanno più clamore. Bisogna spingersi ogni volta ad exploits sempre più rumorosi per attirare l'attenzione (di qualche giorno) dei giornali (perchè poi sono loro che fanno tutto).


Secondo me, se Obama fosse furbo, dovrebbe dichiarare guerra all'Italia. Approfittare della gaffe di Berlusconi ed aprire una crisi diplomatica. Poi per un motivo o per un altro mandare le truppe ad occupare (le basi ci sono già). Chi ci verrebbe a salvare? Putin?
 ;)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: ls - Novembre 08, 2008, 09:39:33 pm
Secondo me, se Obama fosse furbo, dovrebbe dichiarare guerra all'Italia. Approfittare della gaffe di Berlusconi ed aprire una crisi diplomatica. Poi per un motivo o per un altro mandare le truppe ad occupare (le basi ci sono già).

Mais non, Makabe! Siamo una comoda testa di ponte sul Medio Oriente! (oltre a disporre di grandissime, e utilissime, teste di minchia).
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: pam - Novembre 08, 2008, 09:47:50 pm
Vorrei tanto che ai tempi non ci avessero comprati col piano Marshall, saremmo stati più poveri, ma anche più comunisti, e forse meno minchioni (e tanto con la Russia ci siamo andati a letto lo stesso)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Makabe Rokurota - Novembre 08, 2008, 09:52:36 pm
Appunto! Proprio perchè siamo un ponte con l'Oriente! Se ci occupano potrebbero aprire chez nous una filiale dello Stato d'Israele, rivendicare all'ex blocco sovietico le terre irredente di Istria e Dalmazia e GNAM! papparsi tutta l'europa dell'est. Arrivati a quel punto innescare una guerra civile in Georgia, entrare con i carri armati a Tbilisi, dichiarare la Georgia un protettorato americano ed è fatta.
Pam Come hai ragione! sai quante volte mi sono sognata quegli omaccioni dei cosacchi che venivano a torso nudo a fare abbeverare i loro cavalli sudati alle nostre fontane...! :occhicuore:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: DDRD(evotchka) - Novembre 09, 2008, 10:06:18 am

sai quante volte mi sono sognata quegli omaccioni dei cosacchi che venivano a torso nudo a fare abbeverare i loro cavalli sudati alle nostre fontane...! :occhicuore:


hai la mia stessa "malattia", makabe! ;D
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Novembre 09, 2008, 03:38:07 pm
http://forum.ilsole24ore.com/read.php?62,233699,234974,quote=1

Citazione
La risposta dell'Unità a Cossiga


«Se l'ex presidente Cossiga si fosse limitato ad accusarci di "istigare" qualcuno, avremmo volentieri evitato di rispondergli. L’Unità è sotto gli occhi di tutti e ciascuno può facilmente verificare il contenuto e il tono dei nostri articoli.

Il fatto è che, il 23 ottobre, in un'intervista, aveva suggerito di "infiltrare il movimento con agenti provocatori". E ieri, nella sua lettera indirizzata al capo della polizia, ha auspicato che ci sia "una vittima".

"Agenti provocatori", "vittima". È una sintesi molto precisa di quel che accadde il 12 maggio del 1977 quando a Roma fu uccisa una ragazza di 19 anni, Giorgiana Masi. Ancora non è chiaro come siano andate veramente le cose. Però si sa per certo che la stessa persona che oggi dà certi suggerimenti e formula certi auspici era, all’epoca, ministro dell’Interno. Per questa ragione – con tutto il rispetto – ci sentiamo in dovere di rivolgere al presidente Cossiga una domanda: chi ha ucciso Giorgiana Masi?»

Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Novembre 09, 2008, 03:39:08 pm
http://it.wikipedia.org/wiki/Giorgiana_Masi

leggete, leggete, soprattutto da qua in poi: http://it.wikipedia.org/wiki/Giorgiana_Masi#Riapertura_delle_indagini
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Makabe Rokurota - Novembre 09, 2008, 05:33:41 pm
Citazione
"Per questa ragione – con tutto il rispetto – ci sentiamo in dovere di rivolgere al presidente Cossiga una domanda: chi ha ucciso Giorgiana Masi?»

Cito dal link di SaintJ:
In un'intervista al Corriere della Sera del 25 gennaio 2007 (pag. 25) l'ex Ministro dell'Interno dichiara di essere una delle cinque persone che sono a conoscenza del nome dell'assassino".

Secondo me voleva dire  "una delle cinque persone che sono a conoscenza del terzo segreto di Fatima".
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: ls - Novembre 15, 2008, 04:00:46 pm
Forma mentis? No, forma minchias (http://www.corriere.it/cronache/08_novembre_14/messina_concorso_universita_39ea9d2e-b26a-11dd-82fd-00144f02aabc.shtml).

Ho come la gastroenterite.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: M. - Novembre 15, 2008, 07:16:09 pm
Ragazz*, non mi sono ancora informata sulle cifre, e ad occhio non sono brava, ma ieri, a Roma, eravamo tantissimi  :)
Quello che mi ha colpito di più è stato vedere, in due occasioni, operai affacciati dalle impalcature che si sporgevano ad applaudirci: forse le persone stanno iniziando a capire che la protesta è nostra. Di tutti.
Poi però vedo altre che ci passano accanto e ci dicono "Aaah, ve ce vorebbero popo i communisti, come a Cubba, vedemo poi si state bene!"...desolazione totale.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: ninfeaalba79 - Novembre 17, 2008, 02:10:49 pm
Forma mentis? No, forma minchias (http://www.corriere.it/cronache/08_novembre_14/messina_concorso_universita_39ea9d2e-b26a-11dd-82fd-00144f02aabc.shtml).

Ho come la gastroenterite.

come sempre avranno tagliato il concorso su misura del candidato prescelto (o raccomandato)... se il candidato e' specializzato nello zompar fossi con una gamba sola allora come requisito fondamentale sara' 'zompar fossi con una gamba sola'...
nulla di nuovo sotto al sole....
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: did - Novembre 17, 2008, 06:02:13 pm
Forma mentis? No, forma minchias (http://www.corriere.it/cronache/08_novembre_14/messina_concorso_universita_39ea9d2e-b26a-11dd-82fd-00144f02aabc.shtml).

Ho come la gastroenterite.

c'è anche il sequel...  (http://www.corriere.it/cronache/08_novembre_17/reazioni_concorso_universita_60491844-b493-11dd-968d-00144f02aabc.shtml)
(anche se mi sembra un pò inutile come articolo, che senso ha scrivere che in una facoltà c'è il malcostume senza mettere i cognomi? il signor Luca vuole proteggere il segreto di pulcinella)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: DDRD(evotchka) - Novembre 17, 2008, 07:23:29 pm
guardate questo, è il sempre ottimo crozza proprio su quest' argomento e fatto di cronaca.

[youtube]http://it.youtube.com/watch?v=cd8Kc7rVGZQ[/youtube]

fa piangere tanto è vero
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Suppish Queen - Novembre 18, 2008, 11:17:41 am
Purtroppo succede davvero così... ho la testimonianza diretta di un mio amico a Padova, che mi ha raccontato di una sua compagna di corso chiaramente raccomandata, che durante una lezione di fisica ha chiesto se "h" (la costante di planck) indicasse l'idrogeno. E fa strafalcioni del genere continuamente, ma è passata ai primi posti nel primo girone.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Novembre 29, 2008, 09:38:29 pm
http://www.repubblica.it/2008/11/sezioni/cronaca/ricercatore-tumore/ricercatore-tumore/ricercatore-tumore.html
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: purple - Novembre 30, 2008, 02:58:52 pm
http://www.repubblica.it/2008/11/sezioni/cronaca/ricercatore-tumore/ricercatore-tumore/ricercatore-tumore.html

Enorme amarezza ed una forte fitta allo stomaco e al cuore.  :'(
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Makabe Rokurota - Novembre 30, 2008, 05:30:55 pm
Tutti i miei amici che fanno chimica mi raccontano da sempre di queste cose.
Mi chiedo (retoricamente) perchè ogni volta bisogna aspettare il morto per parlarne.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Rita - Novembre 30, 2008, 06:28:41 pm
Anche i miei  :'(

Ma anche in Francia è così, Makabe?
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Siminsen - Dicembre 05, 2008, 02:42:57 pm
Parla da sé (http://www.repubblica.it/2008/12/sezioni/scuola_e_universita/servizi/scuola-2009-8/cei-contro-tremonti/cei-contro-tremonti.html).

Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: ninfeaalba79 - Dicembre 05, 2008, 03:36:11 pm
che sia arrivata minaccia di scomunica?? oppure di rivolrtargli contro le vecchie bigotte?!?
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: cristina - Febbraio 02, 2009, 01:43:37 pm
Uppo questa discussione per portare la mia testimonianza. Oggi l'Università di Torino ha inaugurato l'anno accademico. Per l'occasione è stata organizzata una manifestazione, c'è rabbia per come il magnifico rettore abbia voluto questa cerimonia, nonostante quello che sta accadendo all'università. Comunque, io oggi c'ero, e ho visto il rettore e i suoi ospiti barricarsi nel palazzo del rettorato, mentre fuori procedeva la protesta, ho visto cancelli sbarrati da vigliacchi che, anche se richiesti a gran voce non si sono fatti vedere, ho visto la polizia dare la carica con manganello alla mano, ai 4 gatti rimasti verso la fine della manifestazione( tra l'altro le forze dell'ordine erano almeno il triplo dei manifestanti). Ho visto poliziotti che mi intimavano di non ripredere e fotografare, che cercavano di portarmi via dal luogo (non mi trovavo in strada, perchè nevicava, ma sotto i portici di via Po).
Ho però visto manifestanti inveire gratuitamente contro la polizia, e agenti cercare di bloccare i loro colleghi partiti alla carica. Mi verrebbe da dire ACAB, ma mi viene anche da dire che se qualcuno, fino ad arrivare alle cariche più alte, instaurasse un dialogo, forse non si arriverebbe a momenti di tensione simili.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: DDRD(evotchka) - Febbraio 02, 2009, 06:01:36 pm
Uppo questa discussione per portare la mia testimonianza. Oggi l'Università di Torino ha inaugurato l'anno accademico. Per l'occasione è stata organizzata una manifestazione, c'è rabbia per come il magnifico rettore abbia voluto questa cerimonia, nonostante quello che sta accadendo all'università. Comunque, io oggi c'ero, e ho visto il rettore e i suoi ospiti barricarsi nel palazzo del rettorato, mentre fuori procedeva la protesta, ho visto cancelli sbarrati da vigliacchi che, anche se richiesti a gran voce non si sono fatti vedere, ho visto la polizia dare la carica con manganello alla mano, ai 4 gatti rimasti verso la fine della manifestazione( tra l'altro le forze dell'ordine erano almeno il triplo dei manifestanti). Ho visto poliziotti che mi intimavano di non ripredere e fotografare, che cercavano di portarmi via dal luogo (non mi trovavo in strada, perchè nevicava, ma sotto i portici di via Po).
Ho però visto manifestanti inveire gratuitamente contro la polizia, e agenti cercare di bloccare i loro colleghi partiti alla carica. Mi verrebbe da dire ACAB, ma mi viene anche da dire che se qualcuno, fino ad arrivare alle cariche più alte, instaurasse un dialogo, forse non si arriverebbe a momenti di tensione simili.
alè- da noi al poli hanno rimosso il wifi proletario, mentre abbiamo continui disagi e lavori in corso... il nostro rettore è paracuclatissimo con gli americani, poi.....
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: WeirdintheWyrd - Febbraio 02, 2009, 06:33:03 pm

Al Tg3, oggi a pranzo, han detto che non ci sono fondi per le lezioni di recupero alle superiori e che quindi i genitori devono contribuire.

ALEEEEEE'!
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: ls - Febbraio 03, 2009, 01:44:18 pm
il nostro rettore è paracuclatissimo con gli americani, poi.....

E allora cosa succede? (no, non per sfottere, solo non capisco la connessione con il wifi)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: DDRD(evotchka) - Febbraio 03, 2009, 02:02:44 pm
il nostro rettore è paracuclatissimo con gli americani, poi.....

E allora cosa succede? (no, non per sfottere, solo non capisco la connessione con il wifi)
ehm.. allora, succede che il wifi proletario è stato collegato in un distaccamento del politecnico che non ha accesso alla rete wireless; che invece "dovrebbe" coprire tutta l' area della cittadella. quello è stato fatto da uno studente provetto antennista  che l' ha donato agli architetti: così avrebbero avuto internet come tutti gli altri. questo dispositivo ( ricavato grossomodo da una scatola metallic del baileys ) che era utile, è stato prontamente rimosso, e allora addio internet per tutti, però nessuno ha alzato un ditino per riparare le infiltrazioni d' acqua e le perdite nell' istituto ; fuori dal mio distaccamento ci sono invece eterni disagi e lavori in corso, percorsi accidentati, eccetera.

sugli americani hai ragione:  ho detto americani ma non ho detto CHE TIPO di americani. il mio rettore è un fiero amicone/ supporter della linea politica "bush".
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: crocodile - Febbraio 03, 2009, 02:31:55 pm
DDRD, chi è adesso il rettore a torino?
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: ls - Febbraio 03, 2009, 04:53:45 pm
Ma reinstallatela, la scatola metallica. Tanto prima che se ne accorgano ancora, ne passerà, di tempo.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Mapodapo - Febbraio 27, 2009, 11:18:27 am
..beh, in quanto neolaureata nonché aspirante prof di lettere, vorrei inserirmi nella discussione e parlare di un aspetto della questione che mi riguarda da vicino, ma che non è affatto noto (non mi ricordo, ad esempio di averne mai sentito parlare in nessun telegiornale): il reclutamento degli insegnanti, la cui qualità e la cui stabile permanenza in cattedra mi sembra un irrinunciabile presupposto per la qualità della scuola stessa. Mi scuso in anticipo per la mia torrenziale prolissità, ma mi par giusto mettere in luce anche questo problema.

Non che prima della Gelmini ottenere una cattedra fosse tutto rose e fiori, anzi. Questo era l'iter tipico (anche se ad ogni cambio di ministro saltava fuori qualcosa di nuovo, e non c'era mai la certezza assoluta di che morte si moriva):
1. laurea -> possibilità di iscriversi in graduatoria di terza fascia, solo per non abilitati: si possono ottenere solo supplenze, una volta che non le accetta nessuno che sia iscritto nelle graduatorie superiori.
2. iscrizione alla SSIS (Scuola di Specializzazione per l'Insegnamento Superiore, due anni alquanto inutili sul costosetto andante) -> ottenimento dell'abilitazione, possibilità di iscriversi in seconda fascia (per abilitati, appunto).. ma di Ruolo ancora non se ne parla..
3. concorso (dovevano essere a cadenza triennale, ma in realtà erano tipo uno ogni 10 anni..) -> graduatoria di prima fascia, se va tutto bene ottenimento dell'ormai mitico Ruolo (ormai alle soglie della menopausa, ma tant'è..)

..ora, per smaltire la schiera di precari della scuola, che fa la Gelmini?
SOSPENDE LA SSIS!!! mossa molto logica!!!! ma beneeeee... e io che sono appena uscita dall'università? Come potrò mai fare ad ottenere l'abilitazione, primo passo verso uno straccio di stabilità lavorativa? NON SI SA: il nostro ministro della (d)istruzione intanto ha tolto la SSIS, senza decidere come sostituirla e farfugliando qualcosa a proposito di un anno di tirocinio.. che in realtà è solo un farfugliamento.. non è stato ancora deciso nulla.. un mio amico, al riguardo, ha osservato con acume che "è come rottamare la macchina vecchia senza comprarne una di nuova: si resta a piedi".. sono le parole più illuminate che mi è capitato di sentire sull'argomento..
ho sentito anche la CISL scuola per informarmi un po' sul mio probabile destino, e a parte consigliarmi di iscrivermi in terza fascia e, se riesco, di fare anche il dottorato, non hanno saputo dirmi NULLA perché è ancora tutto tragicamente in forse..
e adesso ai concorsi di dottorato si riversano anche quelli che prima avrebbero deciso per la SSIS (esempio: nel mio dipartimento 30 persone per 4 posti), quindi concorrenza spietata..
al limite faccio le valigie..

concludo segnalandovi un paio di link:
http://www.economiaepolitica.it/index.php/universita-e-ricerca/universita-denigrata-tra-carenze-e-propaganda/ (http://www.economiaepolitica.it/index.php/universita-e-ricerca/universita-denigrata-tra-carenze-e-propaganda/) (sulle cifre usate per dire che l'università italiana non funziona... ma guardiamo all'estero!)
http://espresso.repubblica.it/dettaglio/Si-e-ingrigito-il-prof/2064507//1 (http://espresso.repubblica.it/dettaglio/Si-e-ingrigito-il-prof/2064507//1) (sulla situazione degli insegnanti precari... l'ho trovato quasi commovente..)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: purple - Febbraio 27, 2009, 01:01:35 pm
ho sentito anche la CISL scuola per informarmi un po' sul mio probabile destino, e a parte consigliarmi di iscrivermi in terza fascia e, se riesco, di fare anche il dottorato, non hanno saputo dirmi NULLA perché è ancora tutto tragicamente in forse..
e adesso ai concorsi di dottorato si riversano anche quelli che prima avrebbero deciso per la SSIS (esempio: nel mio dipartimento 30 persone per 4 posti), quindi concorrenza spietata..
al limite faccio le valigie..
Non ho idea del motivo per cui alla CISL ti abbiano consigliato il dottorato se tu vuoi fare l'insegnante di lettere nelle scuole (primarie o secondarie che esse siano) poichè il titolo di dottore di ricerca non dà effettivi vantaggi sul punteggio (ben che ti vada e non cambino le regole ancora ti vale come una seconda laurea e quindi ti conviene farti una ulteriore triennale che fai un ventesimo della fatica e magari ti abbonano anche alcuni esami precedenti). Ti serve principalmente aver fatto gli esami che sono necessari alla fascia di insegnamento che ti interessa e quelli vista la tua sicurezza sulla tua scelta professionale li hai già superati (dal mio punto di vista, che coraggio affrontare i ragazzini in fiore... e lo dico con sincera ammirazione perchè io non ci potrei neanche pensare a gestirli).
I concorsi di dottorato (grazie al taglio dei fondi) sono sempre più ridotti in numero ed in posti disponibili ed inoltre nel caso ne vincessi uno con borsa di studio avresti si 3 anni di stipendio garantito (con contribuzione per quanto miserimma), ma avresti tutti gli obblighi di quel contratto, che oltretutto è praticamente incompatibile col 99% di ogni altra forma lavorativa (se hai la borsa... ma se non ce l'hai devi essere davvero convinta per sobbarcarti le tante spese per almeno 3 anni). Te lo dico perchè io l'ho fatto e in quegli anni eccetto qualche lavoretto "segreto" ( 8) ) non ho potuto fare altro, tantomeglio in ambito statale che è tutto registrato (non che ne avessi il tempo peraltro! -anche nel "meraviglioso mondo della ricerca umanistica" si sgobba, per quanto a molti sembri che stiamo lì a pettinare le doppie punte e a spolverare tazzine-). Io perciò non per dissuaderti dall'idea del dottorato (-eliminatrice di concorrenti mode on- che oltretutto siamo già in troppi col coltello ai denti e il machete in mano per trovare un posto dopo averlo concluso  8) -eliminatrice di concorrenti mode off-) ma ti consiglio di farlo solo se sei davvero convinta che quella possa essere la tua strada, perchè arriverai alla fine verso i 30 e se vuoi davvero fare altro avrai sperperato tempo prezioso che nel frattempo potresti usare per trovare la via migliore per arrivare a dove miri. Fare un dottorato come riempitivo mi sembra alquanto stupido, detto francamente, perchè poi non si ha una panacea in mano, anzi per entrare nel mondo del lavoro in molti settori sei così iperqualificato che vieni scartato subito a priori (es. un'amica, non assunta come segretaria perchè solo lei è il mega-direttore avevano il dottorato e mica potevano metterla a fare la segretaria se aveva il titolo del capo). Ancor di più per un umanista (non abbiamo -eventualmente- ditte che fanno ricerca sul nostro ambito come per esempio farmacisti, chimici, ecc.), arrivare a 30 anni senza aver sperimentato solidamente quello che per gli altri (la maggioranza dei datori) è lavoro reale (quello universitario passa troppo spesso per lavoro virtuale) non è mica vantaggioso se non vuoi -tipo me- morirci (se continua così, penso di stenti) in mezzo alle tue ricerche.
E
Citazione
al limite faccio le valigie...
credimi che suona molto concreto e tanto poco sarcastico, dopo.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Febbraio 27, 2009, 01:12:38 pm
io invece il dottorato ti consiglio di farlo a patto però di vincerlo con borsa, son 1000 euro SICURI ogni mese per 3 anni e stai tranquilla di sti tempi un neolaureato è improbabilissimo che trovi qualcosa di meglio. In più fa punteggio nei concorsi ecc., fa punteggio pari o superiore, a seconda del concorso, a una seconda laurea, e sono solo 3 anni, non 5.

Ma se pensi di fare la carriera universitaria levatelo proprio dalla testa, oppure mettiti in fila e preparati a lavorare gratis come tuttofare per almeno una decina d'anni.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Makabe Rokurota - Febbraio 27, 2009, 01:20:52 pm
io invece il dottorato ti consiglio di farlo a patto però di vincerlo con borsa, son 1000 euro SICURI ogni mese per 3 anni e stai tranquilla di sti tempi un neolaureato è improbabilissimo che trovi qualcosa di meglio. In più fa punteggio nei concorsi ecc., fa punteggio pari o superiore, a seconda del concorso, a una seconda laurea, e sono solo 3 anni, non 5.

e comunque fallo (con borsa, come dice Saintj, altrimenti lascia perdere) solo se ti sembra che il dipartimento o il gruppo di ricerca siano in grado di darti la possibilità di fare qualcosa dopo. Perché dopo i tre anni se non hai sbocchi concreti all'interno dell'accademia il dottorato non ti sarà servito a niente. A me è successo così  :furioso:: il risultato è che ne sto cominciando un altro qui partendo da zero.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: SaintJust - Febbraio 27, 2009, 01:29:40 pm
e comunque fallo (con borsa, come dice Saintj, altrimenti lascia perdere) solo se ti sembra che il dipartimento o il gruppo di ricerca siano in grado di darti la possibilità di fare qualcosa dopo.
sì ma occhio perchè molti docenti (specie quelli più potenti che hanno un codazzo lungo così e che di solito sono il coordinatore del dottorato e/o il direttore del dipartimento e/o il presidente del corso di laurea) tendono a illuderti che ti faranno ottenere qualcosa, e poi invece ti sfruttano fino all'osso e ti gettano via come un kleenex usato, del resto i soldi son quelli e anche se hai quindici "protetti" se il concorso di ricercatore è per UN POSTO anche se si presentano in quindici ne puoi "promuovere" solo uno  ::)
E visto che di solito quei 15 sono grosso modo tutti preparati si fa prevalere il criterio dell'"anzianità di servizio", e qui si ritorna alla questione dei 10 anni di sgobbo senza vedere un soldo  ;D
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Makabe Rokurota - Febbraio 27, 2009, 01:53:34 pm
e comunque fallo (con borsa, come dice Saintj, altrimenti lascia perdere) solo se ti sembra che il dipartimento o il gruppo di ricerca siano in grado di darti la possibilità di fare qualcosa dopo.
sì ma occhio perchè molti docenti (specie quelli più potenti che hanno un codazzo lungo così e che di solito sono il coordinatore del dottorato e/o il direttore del dipartimento e/o il presidente del corso di laurea) tendono a illuderti che ti faranno ottenere qualcosa, e poi invece ti sfruttano fino all'osso e ti gettano via come un kleenex usato, del resto i soldi son quelli e anche se hai quindici "protetti" se il concorso di ricercatore è per UN POSTO anche se si presentano in quindici ne puoi "promuovere" solo uno  ::)
E visto che di solito quei 15 sono grosso modo tutti preparati si fa prevalere il criterio dell'"anzianità di servizio", e qui si ritorna alla questione dei 10 anni di sgobbo senza vedere un soldo  ;D
esatto. E' comicamente vero.
In tutto questo poni che tu comunque ti sei fatta il culo e sei lanciata in un mondo da cui è spiritualmente difficilissimo uscirne.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Tommaso - Febbraio 27, 2009, 02:21:10 pm
Non propriamente IT, ma segnalo questo articolo (http://edicola.unita.it/downloader.php?page=5&dayfolder=20090227&edition=NAZ&type=pages) dell'Unità
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Mapodapo - Marzo 01, 2009, 11:14:37 am
..vorrei fare un paio di precisazioni..
il mio obiettivo finale è l'insegnamento nella scuola superiore (magari latino e greco in un bel liceo classico..  :)).. vorrei fare il dottorato sia perché il mio relatore e il mio controrelatore me l'hanno vivamente consigliato sia perché ai fini del punteggio vale come un anno di insegnamento, e se non ci danno l'abilitazione fa brodo un po' tutto per guadagnare qualche posizione in graduatoria.. una graduatoria che comunque non dà nessuna sicurezza, in quanto permette solamente di ottenere supplenze..
ciò che mi fa veramente arrabbiare, però, oltre al mio destino personale, già abbastanza compromesso per colpa del sistema, è il fatto che in questo schifo di paese chi volesse diventare insegnante non potrebbe più.
come ho precisato anche all'inizio, la qualità e la continuità didattica degli insegnanti sono presupposto per la qualità della scuola stessa.. non è che si tratta dell'ennesimo particolare di una manovra (che dura da anni) per coltivare l'italica ignoranza?

..e comunque il mio proposito di andarmene dalla terra dei cachi non è semplicemente una battuta ironica, ma una seria intenzione dovuta a considerazioni razionali.. in Francia gli insegnanti entrano di ruolo a 24 anni e sono pagati il doppio che da noi, perché non dovrei pensare sul serio a emigrare?
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Talia - Marzo 01, 2009, 11:54:39 am
Cara collega, come capisco, oh come capisco!! :scapoccia:

Pensa quanti santi sono caduti nel mio giardino quando a metà di luglio ho letto che la nostra cara ministra aveva chiuso le SSIS, dopo che mi ero fatta il sederino su esami intutili e noiosi giusto per essere sicura di entrarci...sigh! E quando poi ti rendi conto che, come ha brillantemente esposto il tuo amico, siamo a piedi perchè non si è pensato di sostiutirle con qualcosa di nuovo, poi...

Ma ci rendiamo conto che è la prima volta dall'unità d'Italia (lo so, ci ho fatto la tesi sopra!) che non esiste nemmeno la possibilità di abilitarsi all'insegnamento? Vi sembra il modo di "promuovere la scuola" come continuano a blaterare?

Che poi, guardiamola anche dal punto di vista economico: da un lato si tagliano i fondi per la scuola (motivazione: i troppi sprechi; a casa mia, se un'istituzione amministra male i propri fondi si corregge la cosa, non si tagliano i soldi tout court, che soluzione alessandrina!!), mentre dall'altro si sprecano palate e palate di denaro pubblico, perchè tanto ne serve per l'istruzione degli studenti universitari e dei "sissini", immobilizzando un'intera generazione preparata e ansiosa di impegnarsi sul campo e lasciandola lì a macerare tra supplenze e incertezze finchè perde ogni residuo di motivazione. Vi sembra logico? A me no?

Soprattutto nel momento in cui ci si va stracciare le vesti perchè gli insegnanti sono impreparati...dah!! Che scoperta: di quelli già inseriti nel sistema, solo pochi sono lì per vocazione e pochissimi hanno la preparazione adeguata; molti sono entrati nelle file dell'insegnamento, quando ancora ce n'era la possibilità, dopo quattro anni di università e solo perchè non avevano trovato niente di meglio da fare, moltissimi non hanno nemmeno passato un concorso e sono saliti di grado per inerzia, decreto dopo decreto; sul loro operato non c'è il benchè minimo controllo, perchè un docente assunto per farsi licenziare deve minimo minimo uccidere tre allievi in presenza di numerosi testimoni. I giovani aspiranti docenti, invece, che nella maggior parte dei casi si sono sciroppati 7 anni di studi, che hanno dovuto scegliere molto presto la professione verso la quale indirizzarsi, che hanno le competenze e la preparazione adeguata e che sono stati esaminati più volte (all'inizio della magistrale, per entrare nelle SISS, con l'esame finale) vengono per ultimi e sono pagati una ceppa, quindi quanta motivazione può essere loro rimasta per svolgere al meglio il loro compito??

Scusate anche me per la prolissità, ma la situazione è davvero sconfortante per noi e dovrebbe preoccupare tutti quanti, perchè l'istruzione delle nuove generazioni è davvero, senza retorica, il futuro del nostro paese; soprattutto nei momenti di crisi come questo si dovrebbe capire l'importanza di una classe dirigente e di un elettorato preparati.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Makabe Rokurota - Marzo 01, 2009, 12:13:53 pm
Citazione
..e comunque il mio proposito di andarmene dalla terra dei cachi non è semplicemente una battuta ironica, ma una seria intenzione dovuta a considerazioni razionali.. in Francia gli insegnanti entrano di ruolo a 24 anni e sono pagati il doppio che da noi, perché non dovrei pensare sul serio a emigrare?

in Francia esiste un concorso nazionale. Se lo passi sei insegnante a vita. Quindi se lo fai dopo la laurea e lo passi, sì, diventi insegnante.
Ovviamente non è così semplice, perché, a parte la difficoltà del concorso, se lo passi devi fare un anno di "stage" in cui fai meno ore (6, credo) e vieni sistematicamente monitorizzato e controllato dai vari consiglieri e ispettori pedagogici, e guadagni comunque sui 1300 euro lordi al mese. Se non passi i loro criteri, vieni "bocciato" non puoi mai più provare il concorso (ma è rarissimo). Dopo l'anno di stage diventi di ruolo e guadagni poco più di 1500 euro lordi al mese.
Ma in questo periodo in Francia c'è un po' un casino, perché stanno lentamente privatizzando le scuole e prevedendo una fascia di discipline "a scelta", tra cui la letteratura(  :o ) e le terze lingue straniere (tra cui l'italiano) da scegliere per semestre. Questo significa: frammentizzazione degli insegnamenti, scuole di serie A e di serie B (corsa alle sponsorizzazioni: le materie scientifiche vanno per la maggiore, di conseguenza si crea un effetto domino, per cui le scuole più sponsorizzate sono quelle frequentate dai più ricchi, e la scelta della materia dipende dai gusti degli studenti ricchi che ovviamente scelgono matematica e inglese, per esempio, mentre le materie umanistiche glissano su una sorta di fascia di "seconda scelta"), inesorabile taglio di posti.

In ogni caso, sì, in linea di massima sono più seri che in Italia, anche se se stanno prendendo una brutta china: normalmente i dottorandi non si occupano di didattica, e se lo fanno vengono pagati: esistono figure "professionali" ad hoc di dottorandi/insegnanti che per un anno, ad esempio, insegnano in una data facolta e sono "salariati".
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Mapodapo - Marzo 01, 2009, 02:20:17 pm
..per quanto riguarda la situazione francese..
mi scuso per essermi espressa un po' semplicisticamente su questioni che praticamente non conosco.. diciamo che ho riportato una voce e mi sono lasciata un po' trascinare dalla retorica del momento.. da brava filologa detesto mortalmente essere approssimativa e imprecisa!!  8) comunque ringrazio Makabe delle notizie in proposito, ne terrò conto quando farò le mitiche valigie..  ;D
in ogni caso, il discorso di impedire l'abilitazione, non so se l'avete notato, va leggermente contro la "meritocrazia" che la Gelmini (peste la colga!  >:() tanto auspica.. così chi è dentro è definitivamente dentro e chi è fuori non può entrare.. come si fa a sapere se i nuovi arrivati potranno essere validi insegnanti se gli si tagliano le gambe in questo modo?????  >:( >:( >:(
più passa il tempo più mi viene voglia, oltre a emigrare, di fare la RIVOLUZIONE.. non so voi..
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: purple - Marzo 01, 2009, 05:09:53 pm
Mapodapo viste le tue precisazioni e la tua convinzione io davvero continuo a non capire perchè tu propenda a questo punto per il dottorato. I tuoi proff., che hanno sicuramente bisogno di manovalanza (scusa l'espressione, ma anche quello fa parte del contratto, per quanto non scritto) ovviamente ti dicono di provare, tanto a loro non cambia niente, basta avere qualcuno che sgobbi ora che coi tagli di fondi di borsisti e post-dottorandi ne hanno sempre meno a disposizione. Ma se tu vuoi insegnare alle superiori  e non te ne importa di tentare poi nell'ambito universitario, a meno che tu non lo voglia fare per cultura personale completamente avulsa da motivazioni lavorative, sei sicura che valga la pena farsi 3 anni di dottorato (che poi diventano come minimo 3 e mezzo coi tempi tecnici fra consegna-discussione ecc.) per fare il punteggio di 1 anno di servizio? Non ti converrebbe metterlo su al massimo in supplenze o anche nel privato quell'anno di servizio? Tanto se non vinci un dottorato pagato, le spese sono tutte (!) a tuo carico e se lo vinci pagato come sempre quando pagano hai più obblighi. Perchè fatto il triennio ti ritrovi paro paro ad ora per quanto riguarda l'ambito insegnamento. Io ho un mio ex collega che ha mollato il dottorato per fare la SISS perchè alla fine ha deciso di provare con l'insegnamento a tempo pieno visto che gli sbocchi postdottorali erano un salto nel vuoto, ma a conti fatti gli anni che ha passato a provare ad addottorarsi non gli sono poi serviti a molto alla fine nel tentativo di trovare posto.
Poi che dire, magari io questo discorso non lo capisco tanto perchè non mi sognerei mai di andare ad insegnare, ci vuole la vocazione per fare quel lavoro ed invece a me irrita mortalmente la sola vista dei ragazzini. Quindi onore al merito di voi che invece ci tenete ad intraprenderla questa professione e che vista la motivazione sarete insegnanti migliori di quelli che ci arrivano per ripiego.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bubu - Marzo 02, 2009, 12:11:28 pm
Mapodapo ho letto quello che hai scritto, ad una mia amica che si era laureata in anticipo dissero (qualcuno in qualche ufficio dedicato alle SISS,non chiedermi quale) di stare ferma un anno e mezzo,perché non sapevano cosa sarebbe accaduto con il nuovo governo. Lei se ne andò,ora insegna -pagata una miseria- in una scuola privata, a quest'opzione hai pensato? So che non è il massimo, ma può essere comunque un'esperienza utilissima, la mia amica ad esempio ha capito che ama insegnare, e vuole fare quello nella vita.
Il dottorato, per quanto ne so io, non aiuta molto ai fini dell'insegnamento (se parliamo di graudatorie), e comunque ribadisco quello che ti hanno detto le altre: solo con borsa, altrimenti evitalo come la peste, finiresti a fare la schiava di qualche docente, e a lavorare per la gloria.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Mapodapo - Marzo 11, 2009, 01:27:35 pm
Talia: sapevo che l'esimia collega modernista mi avrebbe capita..  :-*
anche io, a suo tempo, ho dovuto fare 5 esami in più per avere i requisiti necessari per accedere ad una SSIS che non c'è più.. avrei potuto laurearmi almeno un paio di mesi prima.. ma tant'è, sono sempre esami che servono per accedere alle graduatorie di terza fascia (e sono considerati nelle domande di messa a disposizione), quindi non sono stati tempo, sudore e lacrime sprecati..
comunque sia, dato che per ora le graduatorie sono chiuse ho mandato domande a tutte le scuole della provincia (dalle medie ai classici, dall'altopiano di Asiago alla pianura veneta.. eh già, sono vicentina), e sono stata contattata solo per qualche corso di recupero di italiano, che tra l'altro non fa neanche punteggio,, ma per iniziare va bene tutto! in attesa che riaprano le maledette graduatorie (che serviranno solo da settembre) invierò domande anche alle private e a istituti tipo Grandi Scuole (il Cepu dei licei, peste li colga.. ma mi basta che mi sfamino..) ho fatto domanda anche a Portogruaro (3 ore di treno da casa, mi sarebbe servito un alloggio in loco) perché un'amica mi aveva detto di una maternità da marzo a giugno.. le carte sono giunte ma il telefono tace..
in una situazione del genere, prepararmi per il dottorato mi serve anche ad avere un obiettivo.. passare le giornate ad attendere chiamate che non arrivano è frustrante.. il prossimo concorso non si sa quando sarà, quindi.. io ci provo, qualunque potrà essere il risultato..
un grazie a tutte voi per i consigli che mi state dando!  :-*
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Blue Hawaii - Marzo 11, 2009, 03:03:26 pm
mi spiace mapo...
..non so esattamente come funzioni, ma il mio fiancè, ingegnere, su consiglio dei suoi si è iscritto alle "gradutorie" (nn so bene quali) ed è stato contattato più volte da scuole medie o superiori per supplenze, alcune anche per un monte ore consistente  :o
lui lavora già a tempo pieno e quindi ha sempre rinunciato, ma mi fa un certo che pensare che prendano su professori in questo modo, visto che lui ha solo una preparazione tecnica e nn sa nulla di pedagogia o dell'insegnamento in generale (ho una zia maestra elementare e so che lei fa corsi su corsi per aggiornarsi ecc)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bubu - Marzo 11, 2009, 03:54:14 pm
Il fatto è che c'è carenza insegnanti di materie scientifiche e tecniche, mentre di umanisti siamo pieni  :-\
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Mapodapo - Marzo 11, 2009, 07:28:21 pm
Il fatto è che c'è carenza insegnanti di materie scientifiche e tecniche, mentre di umanisti siamo pieni  :-\
gli umanisti pullulano, ma i grecolatinisti come me in teoria dovrebbero scarseggiare.. però c'è anche da dire che queste fichissime lingue morte le studiano in pochissime scuole.. quindi pochi classicisti per pochissimi posti! yuhuuuu!!!  ;D (da ridere per non piangere..)
comunque sono dell'idea che questo è anche un brutto periodo , supplenze a marzo non ne saltano fuori così facilmente..
che dire? un bel cero a s. Antonio (la permanenza all'universitas patavina mi ha causato brutti scherzi..  ::)) e speriamo per settembre..
e la Gelmini.. PESTE LA COLGA per tutta la vita!  >:(
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: purple - Luglio 13, 2010, 12:08:38 pm
anche se nessuno ne parla o meglio lo pone all'attenzione generale, l'università è in subbuglio, ma tanto quando si muovono persino gli ordinari.
Sciopero della fame a Padova (http://mattinopadova.gelocal.it/dettaglio/universita-di-padova-contro-i-tagli-lo-sciopero-della-fame-di-tre-professori/2162801?ref=HREC2-3) ed esami di protesta a La Sapienza (http://www.repubblica.it/scuola/2010/07/12/news/scuola-esami_strada-5535994/?ref=HREC2-3).

La situazione è tragica. :facepalm:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Misia - Luglio 13, 2010, 12:21:21 pm
si avevo visto gli esami all'aperto a roma  :-X

stanno smantellando tutto senza alcun criterio se non economico
invece di tagliare gli sprechi si taglia sul necessario
 >:(
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: purple - Luglio 13, 2010, 12:24:18 pm
si avevo visto gli esami all'aperto a roma  :-X

stanno smantellando tutto senza alcun criterio se non economico
invece di tagliare gli sprechi si taglia sul necessario
 >:(
purtroppo allo sciterio economico temo si unisca in altrettanta parte una deliberata volontà di smantellamento intellettuale e scientifico.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bellatrix - Luglio 13, 2010, 12:25:59 pm
Alla Sapienza vale per tutte le facoltà la protesta?
No, perchè allora mi sento di avvertire un'amico, nel caso non abbia letto la notizia  :sisisi:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: purple - Luglio 13, 2010, 12:29:40 pm
credo solo a Lettere Bella, almeno lì l'hanno già messa in atto. Comunque non cambia nulla per il tuo amico se deve fare un esame, vengono svolti anche se in qualche giornata in forma di protesta (ad es. all'esterno della facoltà o di notte).
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Misia - Luglio 13, 2010, 12:31:15 pm
volontario o meno quello vien da sè, certo il sospetto viene perchè sono partiti dalle basi, l'unica cosa decente che era frose rimasta era la scuola elementare ed è stata presa a calci  >:(
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: purple - Luglio 13, 2010, 12:37:13 pm
mentre nel frattempo istituti di ogni grado privati (soprattutto religiosi) ottengono finanziamenti a pioggia e grazie alla deregolamentazione fanno un po' quel che gli pare, con l'appoggio a livello di mercato dei politicanti di turno.  >:(
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Misia - Luglio 13, 2010, 12:38:58 pm
questo è il vero scandalo, il finanziamento di scuole private e pretesche, una roba indegna  :furioso:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Iris Q - Luglio 13, 2010, 12:40:27 pm
mentre nel frattempo istituti di ogni grado privati (soprattutto religiosi) ottengono finanziamenti a pioggia e grazie alla deregolamentazione fanno un po' quel che gli pare, con l'appoggio a livello di mercato dei politicanti di turno.  >:(

Tanto i loro pargoli sono lì dentro. I figli dei poveri non devono avere uno straccio di cultura, sennò si mettono in testa strane idee.  >:(
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: cristina - Luglio 13, 2010, 01:46:34 pm
Ma non lo sapete che le università sono un covo di bolscevichi che inculcano il comunismo nelle nostre menti, eh? Tagliamo tutto e lasciamoli a casa, sti mangiabambini dei miei coglioni.

 :'(
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Misia - Luglio 15, 2010, 09:22:52 am
a quanto pare il problema non è solo per le università ma anche per la scuola superiore
siamo il paese dei sorteggi: tu si, tu no, tu sei di troppo  >:(


http://www3.lastampa.it/scuola/sezioni/news/articolo/lstp/272402/
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Misia - Luglio 15, 2010, 09:26:25 am
E Alice, 14 anni, scrive a marystar rottermaier

ecco, questo non lo posso proprio sopportare  :'(


http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/editoriali/gEditoriali.asp?ID_blog=25&ID_articolo=7595&ID_sezione=&sezione=
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: purple - Luglio 15, 2010, 10:36:55 am
il problema è il numero per classe imposto dalla nuova regolamentazione. Ogni classe nuova (una prima od una terza negli istituti dove esista ancora il cambio di indirizzo) alle superiori non può avere meno di tot -30 se non sbaglio- alunni (il numero minimo è stato elevato anche alle elementari ed alle medie, anche se resta più basso) ed al contempo la legge fissa un numero massimo di allievi oltre alle direttive di sicurezza di 1,9 mq a testa, quindi il lasco per i componenti di una classe si riduce sempre più. Se poi si aggiungono i tagli che non consentono di tenere in affitto sedi succursali nel caso una scuola non abbia vani sufficienti, scattano questi sistemi aleatori.
Che in altri casi si fondono con liste per voto (e vabbè almeno un tentativo di merito) o territoriali, che impongono a chi vive in un comune di scegliere forzatamente un istituto anzichè un altro, nonostante la preferenza.
Che smantellamento generale.  >:(
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Misia - Luglio 15, 2010, 10:43:03 am
anche uno smaronamento generale direi  :furioso:
mia sorella insegna alle elementari, classi troppo numerose sono tra le porcate peggiori che potessero fare
 :-X
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: purple - Luglio 15, 2010, 10:45:36 am
certo  :furioso:
avrebbero bisogno di essere seguiti con particolare attenzione, invece essendo tanti e con una sola insegnante -grazie alla marystar- già è tanto se riescono a non farli ammazzare fra loro; che imparino qualcosa è puro miracolo dei maestri.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: ninfeaalba79 - Settembre 09, 2010, 10:47:37 am
l'OCSE boccia la scuola italiana... che novità eh?!?

http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=117864&sez=HOME_SCUOLA
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Cettyola - Settembre 09, 2010, 10:54:38 am
Penultimo posto  >:(  E ci credo, sta andando tutto a rotoli, tagliano personale docente e creano classi-camerate di 30-35 persone. Com'è possibile garantire un buon insegnamento con un numero così elevato di studenti? il programma come accade in 9 casi su 10 non verrà completato, ma le interrogazioni? le verifiche?
Sta allo studente difendersi, essere abbastanza saggio già a 14-15 anni e studiare seriamente perchè vuole farlo e vuole crescere. Lo studente svogliato o che necessita di tempo non potrà ricevere le attenzioni o le spiegazioni necessarie per aiutarlo purtroppo.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Ransie - Settembre 09, 2010, 12:41:06 pm
quando vedo il nome della Gelmini mi viene l'orticaria,è solo una povera cretina,che sta facendo più danni che altro
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Misia - Settembre 09, 2010, 12:44:22 pm
è solo il braccio armato di tremonti, armato di mannaia per i tagli intendo
lei non conta un cazzo, il chè è un'aggravante  :desolazione:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Ransie - Settembre 09, 2010, 12:52:48 pm
è solo il braccio armato di tremonti, armato di mannaia per i tagli intendo
lei non conta un cazzo, il chè è un'aggravante  :desolazione:
puoi dirlo forte ,immagino che la Napoli non abbia poi tutti i torti..
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Misia - Settembre 09, 2010, 12:57:20 pm
la Napoli secondo me si riferiva "alla porcata" della legge elettorale, le code di paglia si sono subito fatte sentire  ;)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Ransie - Settembre 09, 2010, 02:36:22 pm
oh,si dicevo in senso generale..
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Misia - Settembre 09, 2010, 02:42:37 pm
Solo mezza cattedra e 600 euro
al mese al miglior prof d'Italia

http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/10_settembre_9/precario-mezza-cattedra-miglior-insegnante-italia-gelmini-del-frate-1703727043481.shtml
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: ninfeaalba79 - Settembre 09, 2010, 03:04:37 pm
Solo mezza cattedra e 600 euro
al mese al miglior prof d'Italia

http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/10_settembre_9/precario-mezza-cattedra-miglior-insegnante-italia-gelmini-del-frate-1703727043481.shtml
la metà di sopra o quella di sotto?
la metà destra o la metà sinistra?
ma che cavolo è una mezza cattedra  ??? ma gli daranno anche una mezza sedia? speriamo abbia il sedere piccolo  :rotfl:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Misia - Settembre 09, 2010, 03:09:08 pm
credo metà delle ore
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: mikyhell79 - Settembre 09, 2010, 03:09:57 pm
credo metà delle ore
...e meta' dello stipendio.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: ninfeaalba79 - Settembre 09, 2010, 03:10:56 pm
una cattedra per due... povera Italia...
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Misia - Settembre 09, 2010, 03:11:14 pm
esatto

 ::)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: anne boleyn - Settembre 09, 2010, 03:13:21 pm
ma il doppio delle maledizioni a questi governanti ridicoli.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Ransie - Settembre 09, 2010, 03:25:33 pm
immagino l'entusiasmo di coloro che si accingono a diventare insegnanti
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: mikyhell79 - Settembre 09, 2010, 03:29:17 pm
Con il mio ragazzo si e' parlato spesso del taglio dei posti di lavoro nella scuola.
Questa riforma e' stata ben architettata e in piu' mette in luce quanto siamo miserabili noi italiani.
Aumentando il numero di alunni per aula (= taglio classi), tagliando le materie e portando le ore a 60 minuti in pratica hanno dato un colpo di mannaia al numero di cattedre.
In piu' c'era ancora un margine di ore sulle quali hanno stabilito che gli insegnanti di ruolo avessero la precedenza .
Se per esempio per una materia avanzavano 6 ore in una scuola, 6 in un'altra etc. etc. un precario poteva anche sperare di raccatare piu' cattedre in piu' scuole per racimolare un po' di soldi e i punti per le graduatorie.
Invece di rinunciare alla prelazione su queste ore per favorire i colleghi precari, la maggior parte di quelli ruolo si e' scannata per queste ore in piu', magari per guadagnare poche centinaia di euro che a loro non cambiavano certo la vita, ma per un precario erano essenziali per continuare a campare.
Sono stati delle merde soprattutto con quei colleghi precari con i quali avevano lavorato per anni fianco a fianco.
Da quello che so, in Toscana i sindacati hanno minacciato ritorsioni contro gli insegnanti di ruolo che avessero accettato quelle ore, ma tanto sappiamo come andra' a finire.
Questo governo di merda ha solo scatenato una guerra tra poveri a scapito della qualita' dell'insegnamento.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Ransie - Settembre 09, 2010, 03:40:42 pm
che già di per se non era alta
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Colui che lurka - Settembre 09, 2010, 04:20:12 pm
Ad ogni modo ieri sera ho avuto una mezza allucinazione: stavo per dare ragione alla Gelmini.

Una mia amica precaria si è lamentata della retribuzione: per 18 (ripeto 18) ore settimanali prende SOLO 1.400 euro al mese.
Io per arrivare a quella cifra ne faccio 40 + assegni per la bimba.

Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bisca - Settembre 09, 2010, 04:38:46 pm
Va be', sappiamo tutti che quelle sono 18 ore di insegnamento, che diventano almeno una trentina di fisso. Poi ci sono riunioni, corsi di aggiornamento e cazzi varî.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Colui che lurka - Settembre 09, 2010, 05:48:58 pm
Va be', sappiamo tutti che quelle sono 18 ore di insegnamento, che diventano almeno una trentina di fisso. Poi ci sono riunioni, corsi di aggiornamento e cazzi varî.
Ehm.... no.
18 ore in cui è "a disposizione" per 8 e per 10 fa l'insegnante di ed. fisica.

Ora, con tutta la buona volontà, non diventano 30 manco se si impegna.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bisca - Settembre 09, 2010, 07:23:25 pm
Va be', sappiamo tutti che quelle sono 18 ore di insegnamento, che diventano almeno una trentina di fisso. Poi ci sono riunioni, corsi di aggiornamento e cazzi varî.
Ehm.... no.
18 ore in cui è "a disposizione" per 8 e per 10 fa l'insegnante di ed. fisica.

Ora, con tutta la buona volontà, non diventano 30 manco se si impegna.
Con i miei insegnanti, almeno alle medie, funzionava come descritto sopra. Ad esempio gli insegnanti con materie da tre ore settimanali coprivano due corsi (sei classi). Se non sbaglio la disponibilità veniva pagata se poi l'ora veniva effettivamente sfruttata, e post-Gelmini nemmeno più questo, infatti adesso gli alunni non coperti li distribuiscono in altre classi.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: anne boleyn - Settembre 09, 2010, 08:38:37 pm
sarà che ho giacobbo nel cuore, ma non vi sembra che svilire cos' la scuola pubblica serva a abbassarne tanto il livello per privileggiare quella privata?
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bisca - Settembre 09, 2010, 08:40:53 pm
sarà che ho giacobbo nel cuore, ma non vi sembra che svilire cos' la scuola pubblica serva a abbassarne tanto il livello per privileggiare quella privata?
Ma è ovvio. Poi va be', ad esempio nella mia provincia ci saranno circa 3 scuole private, quindi si privilegia il nulla. Infatti quelle pubbliche sono le migliori del Piemonte.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: anne boleyn - Settembre 09, 2010, 08:44:32 pm
per ora, bisca, per ora.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Colui che lurka - Settembre 10, 2010, 09:23:58 am
sarà che ho giacobbo nel cuore, ma non vi sembra che svilire cos' la scuola pubblica serva a abbassarne tanto il livello per privileggiare quella privata?
Quello è ovvio.
Ed è anche un modo per demolire uno strumento di autocoscienza collettiva (minchia! sembro il PCI del '68....)

Ps.
Con il mio riferimento a questa mia amica (Che tra le altre cose si lamenta perchè, diamine, 18 ore son tante con una bimba piccola.....) non volgio dire che tutti i precari protestano per niente eh!
Però ci sono situazioni come queste che dimostrano come la scuola italiana sia sclerotica e nevrotica.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: anne boleyn - Settembre 10, 2010, 02:19:05 pm
sono d'accordo con te.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: mikyhell79 - Settembre 15, 2010, 12:37:55 pm
Quando ho letto questa notizia sono saltato dalla sedia. E' devastante.
Dove caxxo andremo a finire!

L'Ateneo: docenti a contratto per rimpiazzare i ricercatori in protesta (http://corrieredibologna.corriere.it/bologna/notizie/cronaca/2010/14-settembre-2010/ateneo-docenti-contratto-rimpiazzare-ricercatori-protesta-1703759933519.shtml)
Citazione
Saranno sostituiti da docenti a contratto i ricercatori dell’Alma Mater che hanno deciso di non fare lezione per protesta contro la riforma Gelmini. Il Senato accademico di questa mattina ha deciso all’unanimità di spedire un format di lettere a tutti i presidi, che a loro volta la inoltreranno ai loro ricercatori chiedendo se hanno intenzione di aderire al blocco della didattica o meno. La risposta è attesa entro venerdì alle 12 e chi non risponde verrà considerato come non disponibile a fare lezione.
...
Una decisione gravissima. Reagiscono così a caldo i ricercatori dell’Alma Mater. Anna Maria Pisi, ricercatrice e rappresentante in Senato dell’area di Scienze biologiche, geologiche e agrarie, ha contestato già tra gli scranni dell’organo accademico la decisione avallata dal rettore Ivano Dionigi. «Per me è una scelta molto grave - attacca Pisi - significa che come ricercatori non valiamo niente per l’Ateneo».
Tra l’altro, sottolinea Pisi, «noi ricercatori non siamo obbligati ad assumere carichi didattici. Noi siamo assunti solo per fare ricerca e le lezioni le facciamo gratuitamente».
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: NuovaCarne - Settembre 15, 2010, 12:47:11 pm
Quando ho letto questa notizia sono saltato dalla sedia. E' devastante.
Dove caxxo andremo a finire!

L'Ateneo: docenti a contratto per rimpiazzare i ricercatori in protesta (http://corrieredibologna.corriere.it/bologna/notizie/cronaca/2010/14-settembre-2010/ateneo-docenti-contratto-rimpiazzare-ricercatori-protesta-1703759933519.shtml)
Citazione
Saranno sostituiti da docenti a contratto i ricercatori dell’Alma Mater che hanno deciso di non fare lezione per protesta contro la riforma Gelmini. Il Senato accademico di questa mattina ha deciso all’unanimità di spedire un format di lettere a tutti i presidi, che a loro volta la inoltreranno ai loro ricercatori chiedendo se hanno intenzione di aderire al blocco della didattica o meno. La risposta è attesa entro venerdì alle 12 e chi non risponde verrà considerato come non disponibile a fare lezione.
...
Una decisione gravissima. Reagiscono così a caldo i ricercatori dell’Alma Mater. Anna Maria Pisi, ricercatrice e rappresentante in Senato dell’area di Scienze biologiche, geologiche e agrarie, ha contestato già tra gli scranni dell’organo accademico la decisione avallata dal rettore Ivano Dionigi. «Per me è una scelta molto grave - attacca Pisi - significa che come ricercatori non valiamo niente per l’Ateneo».
Tra l’altro, sottolinea Pisi, «noi ricercatori non siamo obbligati ad assumere carichi didattici. Noi siamo assunti solo per fare ricerca e le lezioni le facciamo gratuitamente».
secondo me quei docenti a contratto verranno assunti come l'anno scorso con contratti simbolici ovvero con compensi-elemosina pari a MILLE EURO ALL'ANNO, la cosa triste è che molti accetteranno perchè un incarico a contratto vale pure sempre per una futura carriera universitaria. E' una guerra tra poveri tra gente disposta e tutto schiavismo compreso per un posto che, se tutto va bene, arriverà dopo i 45 anni. Anzi vedrai che in molti si son pure sfregati le mani per questa protesta dei ricercatori vedendoci una occasione per "intrufolarsi".
Siamo in un stato di disperazione tale che ognuno è disposto a calpestare l'altrui e la propria dignità pur di avere una occasione di lavorare GRATIS o quasi gratis.
Non so se ci rendiamo conto.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: cristina - Settembre 15, 2010, 12:50:45 pm
E naturalmente, come l'anno scorso a farci le spese saranno gli studenti, perchè va bene fare lezione sottopagati, ma di accettare tesisti, di fare più appelli e di ricevere gli studenti non ne vogliono sapere. Insomma, iniziano a comportarsi da impiegati, fatto il loro pacchetto di lezioni non vogliono, anche giustamente eh, sprecarsi un minimo di più.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: DDRD(evotchka) - Settembre 15, 2010, 12:52:38 pm
http://corrieredelveneto.corriere.it/veneto/dilatua/cronache/articoli/2010/09/14/obesa_vicenza_full.shtml

italia: la Repubblica fondata sulla gnocca.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Mirtillosa° - Settembre 15, 2010, 12:52:54 pm
Ad ogni modo ieri sera ho avuto una mezza allucinazione: stavo per dare ragione alla Gelmini.

Una mia amica precaria si è lamentata della retribuzione: per 18 (ripeto 18) ore settimanali prende SOLO 1.400 euro al mese.
Io per arrivare a quella cifra ne faccio 40 + assegni per la bimba.


io non ho capito niente della vita  :desolazione:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: mikyhell79 - Settembre 15, 2010, 01:49:37 pm
Siamo in un stato di disperazione tale che ognuno è disposto a calpestare l'altrui e la propria dignità pur di avere una occasione di lavorare GRATIS o quasi gratis.
Non so se ci rendiamo conto.
E poi dicono che il nano non ha fatto nulla... Ditemi se non ci vuole bravura per portare le cose a questo livello di esasperazione.
Tra i precari e' scattata oltretutto la corsa al punteggio.
Il mio ragazzo e' gia' al secondo master di didattica per cercare di raccattare tre miseri punti per la modica cifra di 660 euro a botta quando viene pagato 150 euro al mese per una nomina annuale (che almeno quella vale +12 punti pizza).
Per non parlare di quanto hanno lucrato le universita' sui corsi SSIS. Rette annuali da 2500 euro per corsi tenuti a costo zero da assistenti/ricercatori e affini che hanno sfornato un numero di specializzati troppo alto per coprire l'offerta di posti nella scuola da qui a trent'anni.
Che merda di paese!!!
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: anne boleyn - Settembre 15, 2010, 02:14:01 pm
ma non è anticostituzionale? i ricercatori cos' rimpiazzati non potrebbero fare ricorso? se non sbaglio, se non è cambiato, lo sciopero è un diritto del lavoratore, che deve poterlo esercitare senza ricatti o temere ritorsioni.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: NuovaCarne - Settembre 15, 2010, 02:20:27 pm
ma non è anticostituzionale? i ricercatori cos' rimpiazzati non potrebbero fare ricorso? se non sbaglio, se non è cambiato, lo sciopero è un diritto del lavoratore, che deve poterlo esercitare senza ricatti o temere ritorsioni.
non possono per il semplice fatto che loro non sono tenuti a fare lezione, non rientra nei loro incarichi. Pertanto se non svolgono più quella mansione (non retribuita) l'Uni può trovare altri schiavi a cui farla fare.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bjork - Settembre 15, 2010, 02:25:33 pm
Propongo di aprire un thread con le migliori uscite della Gelmini!!!
Ci sarebbe tanto di quel materiale da far prendere paura al post sulle bloggher!!!

Questa è fresca fresca. (http://www.corriere.it/politica/10_settembre_14/gelmini-lettura-bibbia-scuola_8aa8c652-bffe-11df-8975-00144f02aabe.shtml)

Per quanto riguarda il mondo dell'insegnamento vorrei dire la mia visto che ho deciso di entrare in questo mondo del piffero, ma soprattutto perché prima di entrarci (visto che mi sono svegliata tardi) mi toccano altri 5 anni di scuola!!!


Prima di tutto, se anche non era una bellissima Italia, quella della prima repubblica era sicuramente meno dannosa, almeno dal punto di vista scolastico anche se le cose non erano perfette comunque funzionavano e un posto da docente valeva quanto un posto nelle forze dell'ordine, ora ringraziando Silvio e merda varia ci ritroviamo con una scuola dissestata da n°5 riforme in 15 anni!!! (e io ne ho vissute sicuramente 4 come studentessa).

Queste riforme hanno comportato un declino dell'insegnamento:
iniziando dall'abolizione degli esami di riparazione del governo berlusca del '95, dove invece che riempire una lacuna formativa si dava spazio all'ignoranza perché i corsi di recupero non servivano a un bel niente, di fatto io sono arrivata alla maturità senza conoscere le equazioni di primo grado.
Le 3 i (internet, impresa, inglese) della Moratti, in cui le scuole non avevano i soldi neanche per la carta igienica.
Per recuperare soldi, le scuole, tra cui la mia, che avevano un basso numero di studenti, hanno dovuto accorparsi ad altre. La mia contava, stando ampi, un numero maggiore di 150 ma minore di 200 iscritti, e gli unici materiali di cui avevamo bisogno erano carta e colori (perché tanto poi tutto il resto ce lo compravamo noi). Ci hanno uniti a una scuola da 1500 iscritti, sono arrivati i computer (non certo per andare su internet ma per aumentare la formazione nella grafica, nella cinematografia ecc.) e la qualità dell'insegnamento è scesa, perché i nostri insegnanti dovevano tenere corsi anche nella mega scuola accorpata. Risultato: computer senza insegnanti con successiva lacuna da riempire con accademie ecc.

Col governo Prodi hanno rivoluzionato la maturità... per carità, io come studente, che la maturità l'ha saltata a suo tempo, ma mi appresto a farla quest'anno ringrazio che ci sia metà commissione interna, ma guardando il tutto da esterna, è una bella botta di ignoranza, perché non sei più giudicato per la tua preparazione, ma sei avvantaggiato da insegnanti che conoscono il tuo percorso e i tuoi problemi, perciò è facile, che qualcuno riesca a farla tranquillamente se dall'altra parte c'è una persona che giustifica l'ignoranza con un "porello, i suoi si sono separati quest'anno, ha avuto dei problemi, non rendiamogli la vita più difficile".

Con la Gelmini, di tutte le sue boiate, quella sicura è l'abolizione dei vari "istituti" ora ci sono i licei o i professionali, vale a dire, che una scuola come la mia, che su 40 ore settimanali più della metà erano di carattere artistico "pratico", ora più della metà diventano di carattere "teorico, linguistico, umanistico" ovvero, meno ore per la formazione di un grafico ma più ore per imparare una seconda lingua o altre cose assolutamente inutili in questo campo!! E per rimanere sempre nell'ambito della mia scuola, dopo 10 anni che era stata accorpata a quella da 1500 iscritti (e che solo dopo 10 anni aveva iniziato a funzionare bene nonostante la dispersione in n°3 edifici) ora viene staccata per essere accorpata a altre due scuole, ovvero: burocrazia dispersa in più di 4 sedi!!!

Per quanto riguarda gli interventi sopra riguardo agli insegnanti:

non conosco il caso di questa insegnante di ed.fisica ma solitamente un insegnante ha 18 ore di insegnamento la settimana ESCLUSIVAMENTE di insegnamento, ovvero quando entra in classe per insegnare e quando ne esce dopo aver insegnato.
Da premettere che un'ora di insegnamento ora, è più faticosa di un'ora di spinning, perché, già che mi ricordo io, la mia classe non era certo di angeli, ma almeno durante le lezioni stavamo quasi zitti, ora, dopo essere andata a trovare alcuni miei vecchi insegnanti a cui sono molto legata, mi rendo conto che è meno faticoso scalare una parete rocciosa. Non vi è rispetto, ne silenzio, ne attenzione. Cellulari perennemente squillanti, gente che se ne sbatte e casino totale, se un tempo i miei insegnanti instauravano con lo studente anche un rapporto di amicizia, dove, oltre alla scuola, c'erano uscite domenicali e pranzi in casa, ora per avere la loro attenzione deve diventare una carogna.
Detto questo, oltre alle 18 ore dedicate all'insegnamento ci sono:
1 ora a settimana di ricevimento dei genitori (e già siamo a 19)

Scusate devo tagliare il messaggio perché mi dice che è troppo lungo)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bjork - Settembre 15, 2010, 02:25:51 pm
(segue da sopra)

burocraticamente ad ogni ora di lezione dovrebbe corrispondere un'ora di preparazione cosa che non avviene per tutte le ore, ma sicuramente per la metà [ovvero 9 ore (19+9=28)
40 ore annue di riunioni di programmazione, collegi docenti e ricevimenti generali dei genitori, diventano un'altra ora a settimana (29)
40 ore annue di consigli di classe (30)
Scrutini: che non hanno un tot. di ore programmate, contiamo sicuramente un'ora a settimana in più (31)
Le ore di lezione poi difficilmente sono consecutive perciò rimangono delle ore vuote tra una lezione e l'altra, in cui, l'insegnante (che in quelle ore non è pagato) non va a farsi la gita fuori porta, ma ne approfitta per portarsi avanti con fotocopie per le lezioni e altro, perciò calcoliamo altre 3 ore (34)

34 ore settimanali (se tutto va bene) flessibili, ovvero, se un impiegato alle poste fa 35-40 ore a settimana, sa che entrerà a una certa ora per uscire a una determinata ora, l'insegnate entra a scuola alle 8 e può essere che vi rimanga fino alle 20. (non contando che quando tornerà a casa gli rimarranno compiti in classe da correggere)

Un'insegnante si augura sempre di avere tante ore con poche classi, perché questo comporterebbe meno ore di scrutini ecc. pensate a un insegnante di religione, che per arrivare a 18 ore di lezione deve avere 18 classi con relative 18 ore di scrutini.

Inoltre, le famose ore di buco tra una lezione e l'altra solitamente vengono impiegate per redigere la varia burocrazia inutile della scuola: piccolo esempio, il programma annuale. C'è stato un caso anni fa, dove alcuni insegnanti si sono autodenunciati, per aver scritto nel programma ricette o passi dell'inferno di Dante senza che nessuno se ne accorgesse!!!

Pensate anche ora che 1400€ (mi sembrano anche tantini, visto che stando in una provincia autonoma i miei ne prendevano 1200 incluso assegno familiare) siano troppi?
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bjork - Settembre 15, 2010, 02:33:20 pm

Per non parlare di quanto hanno lucrato le universita' sui corsi SSIS. Rette annuali da 2500 euro per corsi tenuti a costo zero da assistenti/ricercatori e affini che hanno sfornato un numero di specializzati troppo alto per coprire l'offerta di posti nella scuola da qui a trent'anni.
Che merda di paese!!!


La SISS è stata abolita, infatti ora c'è il limbo. E per quanto riguarda i post di lavoro, non credere che non ci siano. Ci sono sempre stati, solo che ora con tutti i tagli, e altre cagate che hanno fatto, i posti non ci sono più perché le classi sono diminuite, i ragazzi moltiplicati e le ore aumentare a 60 minuti, è nomale che se prima avevi 60 studenti divisi in 3 classi con lezioni da 50 minuti di posti per gli insegnati ce n'erano di più che ora che i 60 alunni sono in due classi, con lezioni da 60 minuti.

Io mi appresto a dare la maturità seguendo il serale, e dopo una settimana che stavo al telefono per sapere quando sarebbero iniziatele lezioni mi hanno risposto: "stiamo aspettando i fondi dalla provincia per pagare n°1 bidello che tenga aperta la scuola alla sera per n°5 classi)  :scapoccia: :furioso:

Come vedi anche il posto da bidello c'è, non ci sono i soldi!!!!!
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: anne boleyn - Settembre 15, 2010, 02:36:36 pm
e queste lezioni di bibbia quale autilità avrebbero? non dovrebbe essere laico l'insegnamento delle scuole? ci sono i catechismi per questo. se accanto alla bibbia si leggesse il corano o i testi sacri buddisti e con atteggiamento critico si tracciassero paralleli e differenze tra queste dottrine, allora si che ci sarebbe un'utilità. così non è altro che propaganda.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: cristina - Settembre 15, 2010, 02:36:54 pm
Bjork, prima di finire di leggere il tuo intervento: quello della commissione che ti conosce e ti avvantaggia è un solo punto di vista, valido solo in alcuni casi. Io ho fatto un meraviglioso esame di maturità, eppure siccome la commissione mi conosceva (nessun esterno) e ricordava benissimo i miei 4 e i miei colpi di testa, mi ha penalizzato dandomi un voto scarsissimo all'orale. Se fossero stati esterni sarei uscita di certo con 15-20 punti in più alla maturità.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Adriana - Settembre 15, 2010, 02:39:44 pm
e queste lezioni di bibbia quale autilità avrebbero? non dovrebbe essere laico l'insegnamento delle scuole? ci sono i catechismi per questo. se accanto alla bibbia si leggesse il corano o i testi sacri buddisti e con atteggiamento critico si tracciassero paralleli e differenze tra queste dottrine, allora si che ci sarebbe un'utilità. così non è altro che propaganda.

Non ho capito una cosa: queste lezioni sarebbero previste durante le ore di religione, vero? Nell'articolo che ho letto ieri non specificava.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: DDRD(evotchka) - Settembre 15, 2010, 02:43:38 pm
e queste lezioni di bibbia quale autilità avrebbero? non dovrebbe essere laico l'insegnamento delle scuole? ci sono i catechismi per questo. se accanto alla bibbia si leggesse il corano o i testi sacri buddisti e con atteggiamento critico si tracciassero paralleli e differenze tra queste dottrine, allora si che ci sarebbe un'utilità. così non è altro che propaganda.
non ti preoccupare, per le altre religioni si stanno organizzando dei pomeriggi tematici, bruciano un libro sacro alla settimana... ::)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: mikyhell79 - Settembre 15, 2010, 02:44:19 pm
Ne avevo gia' scritto  :patpat:
http://forum.malvestite.net/index.php?topic=1044.msg245085#msg245085
La SISS è stata abolita, infatti ora c'è il limbo. E per quanto riguarda i post di lavoro, non credere che non ci siano. Ci sono sempre stati, solo che ora con tutti i tagli, e altre cagate che hanno fatto, i posti non ci sono più perché le classi sono diminuite, i ragazzi moltiplicati e le ore aumentare a 60 minuti, è nomale che se prima avevi 60 studenti divisi in 3 classi con lezioni da 50 minuti di posti per gli insegnati ce n'erano di più che ora che i 60 alunni sono in due classi, con lezioni da 60 minuti.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bjork - Settembre 15, 2010, 02:44:48 pm
Bjork, prima di finire di leggere il tuo intervento: quello della commissione che ti conosce e ti avvantaggia è un solo punto di vista, valido solo in alcuni casi. Io ho fatto un meraviglioso esame di maturità, eppure siccome la commissione mi conosceva (nessun esterno) e ricordava benissimo i miei 4 e i miei colpi di testa, mi ha penalizzato dandomi un voto scarsissimo all'orale. Se fossero stati esterni sarei uscita di certo con 15-20 punti in più alla maturità.


Io invece, ci metto la mano sul fuoco, che a farlo ora, o a farlo 5 anni fa, all'esame di maturità ho sicuramente un vantaggio di 5-10 punti, perché la commissione interna non starà troppo a valutare le mie conoscenze "scientifiche" perché valuteranno di più la mia preparazione artistica. Ripeto, da studente non mi dispiace, ma da esterna invece sì, perché se ho studiato per 5 anni matematica e alla 3 prova consegno in bianco c'è una lacuna anche troppo grossa che non dovrebbe esserci.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: anne boleyn - Settembre 15, 2010, 02:45:37 pm
e queste lezioni di bibbia quale autilità avrebbero? non dovrebbe essere laico l'insegnamento delle scuole? ci sono i catechismi per questo. se accanto alla bibbia si leggesse il corano o i testi sacri buddisti e con atteggiamento critico si tracciassero paralleli e differenze tra queste dottrine, allora si che ci sarebbe un'utilità. così non è altro che propaganda.

Non ho capito una cosa: queste lezioni sarebbero previste durante le ore di religione, vero? Nell'articolo che ho letto ieri non specificava.

io ho capito che fossero ore extra.
e queste lezioni di bibbia quale autilità avrebbero? non dovrebbe essere laico l'insegnamento delle scuole? ci sono i catechismi per questo. se accanto alla bibbia si leggesse il corano o i testi sacri buddisti e con atteggiamento critico si tracciassero paralleli e differenze tra queste dottrine, allora si che ci sarebbe un'utilità. così non è altro che propaganda.
non ti preoccupare, per le altre religioni si stanno organizzando dei pomeriggi tematici, bruciano un libro sacro alla settimana... ::)

appoggerei solo il rogo dei pamphlet di scientology.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Adriana - Settembre 15, 2010, 02:45:58 pm

Bjork, che io sappia gli scrutini sono quelli che si fanno prima di dare le pagelle, non una volta a settimana.

Ore extra? Ma se è già tanto se riescono a pagare i docenti per le ore normali   :scapoccia:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: cristina - Settembre 15, 2010, 02:48:42 pm
Bjork, prima di finire di leggere il tuo intervento: quello della commissione che ti conosce e ti avvantaggia è un solo punto di vista, valido solo in alcuni casi. Io ho fatto un meraviglioso esame di maturità, eppure siccome la commissione mi conosceva (nessun esterno) e ricordava benissimo i miei 4 e i miei colpi di testa, mi ha penalizzato dandomi un voto scarsissimo all'orale. Se fossero stati esterni sarei uscita di certo con 15-20 punti in più alla maturità.


Io invece, ci metto la mano sul fuoco, che a farlo ora, o a farlo 5 anni fa, all'esame di maturità ho sicuramente un vantaggio di 5-10 punti, perché la commissione interna non starà troppo a valutare le mie conoscenze "scientifiche" perché valuteranno di più la mia preparazione artistica. Ripeto, da studente non mi dispiace, ma da esterna invece sì, perché se ho studiato per 5 anni matematica e alla 3 prova consegno in bianco c'è una lacuna anche troppo grossa che non dovrebbe esserci.

Mah, forse dipende dal tipo di scuola. Io ho frequentato il liceo linguistico (mi vergogno persino a dirlo, data la scarsissima preparazione che mi ha fornito) eppure le mie conoscenze scientifiche son state testate eccome.
Comunque forse hai le idee un po' confuse, io ho finito il liceo nel 2006 e c'era la commissione completamente interna.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bjork - Settembre 15, 2010, 02:49:38 pm


Non ho capito una cosa: queste lezioni sarebbero previste durante le ore di religione, vero? Nell'articolo che ho letto ieri non specificava.

Le ore di religione già ci sono e la bibbia ai miei tempi veniva analizzata (non letta... sì, c'era un professore valido, anche se io avevo scelto di non frequentare)

Se fossero ore extra allora mi sa che vedranno questo  :desolazione:

Se invece mettono la lettura della bibbia obbligatoria nelle ore di letteratura vien fuori un casino.


Dubito comunque che na cazzata del genere possa passare!!!
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: DDRD(evotchka) - Settembre 15, 2010, 02:51:15 pm
infatti se non ricordo male io l'ho fatta nel 2007 ed era il primo anno col nuovo regime.

in ogni caso so bene che quel che ha scritto bjork è vero dalla prima all'ultima sillaba, ahimé.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: anne boleyn - Settembre 15, 2010, 02:52:46 pm
ripeto che se accanto alla lettura biblica si mettesse anche quella di un altro libro sacro non sarebbe una brutta idea. sarebbe già un passo avanti far commentare il medesimo passo di un'edizione cattolica, una ebraica e una protestante. però mi sa che penso in maniera troppo progressista, io sono eretica in fondo ;D
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bjork - Settembre 15, 2010, 03:00:11 pm

Bjork, che io sappia gli scrutini sono quelli che si fanno prima di dare le pagelle, non una volta a settimana.


Sì, stavo calcolando le ore settimanali, perciò ho distribuito il totale di ore degli scrutini, che varia a seconda del numero di classi che hai. Se lo stato pagasse le ore di scrutini come extra potrei evitare di contarle nel totale di ore settimanali pagate.


Comunque forse hai le idee un po' confuse, io ho finito il liceo nel 2006 e c'era la commissione completamente interna.

No, non ho le idee confuse, è l'istruzione che è un bordello, nella mia c'era metà commissione interna nel 2004.

Le riforme solo ora purtroppo sono effettivamente in atto

Un altro esempio su riforme non sempre attuate in tempo: esame di dploma al 3° anno di superiori + maturità al 5°
Nel 1999 fu abolito in Trentino, nel 2002, quando mi ero trasferita a Spoleto per studiare fotografia era ancora in atto (e infatti ho dato l'esame del 3°. Quando ho lasciato Spoleto per tornare in Trentino nel 2004 l'esame in Umbria c'era ancora mentre in Trentino erano già all'autonomia scolastica eliminando le ore pomeridiane e attuando la flessibilità.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bjork - Settembre 15, 2010, 03:01:36 pm
ripeto che se accanto alla lettura biblica si mettesse anche quella di un altro libro sacro non sarebbe una brutta idea. sarebbe già un passo avanti far commentare il medesimo passo di un'edizione cattolica, una ebraica e una protestante. però mi sa che penso in maniera troppo progressista, io sono eretica in fondo ;D


Scusa il mio ateismo ma accanto alla bibbia dovrebbero rendere obbligatorio la lettura del signore degli anelli. tanto, fantasy per fantasy....
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: anne boleyn - Settembre 15, 2010, 03:10:56 pm
ipotizzavo uno studio volto alla conoscenza della religione propria e altrui, scevro da varie superstizioni. insomma leggere la bibbia nelle sue 3 versioni come leggere 3 edizioni dei promessi sposi.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bjork - Settembre 15, 2010, 03:25:53 pm
ipotizzavo uno studio volto alla conoscenza della religione propria e altrui, scevro da varie superstizioni. insomma leggere la bibbia nelle sue 3 versioni come leggere 3 edizioni dei promessi sposi.

la vedo un ipotesi troppo ottimista, considerando che un ragazzo fa catechismo fino a (non ho fatto la cresima perciò vado a memoria... dovrebbe essere) 11-12 anni senza capirci un tubo, perché i sacramenti tendono a darli quando ancora non hai il cervello per capire cosa stai facendo, ed è più la spinta di genitori pseudo-credenti e regali a fartelo fare.

Considerando che la maggior parte dei ragazzi che ora fa le superiori, quando scrive qualcosa non sa dove mettere le h e: o ne mette troppe o non ne mette proprio per essere sicuro e non far fatica, dubito che l'idea gelminiana sia per favorire la conoscenza effettiva della religione per farsi un proprio pensiero. Sarò pessimista, ma la vedo come la solita minchiata creata ad arte per togliere ore di conoscenza storica letteraria e favorire il lavaggio del cervello attraverso la religione nazionale.

Dubito fortemente che un programma di lettura della bibbia sia nato per dare coscienza  sulla religione a 15 enni arrapati.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Colui che lurka - Settembre 15, 2010, 05:57:28 pm
infatti se non ricordo male io l'ho fatta nel 2007
Cazzo quanto mi sento vecchio! :o :o :o :o
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: anne boleyn - Settembre 15, 2010, 09:09:35 pm
ipotizzavo uno studio volto alla conoscenza della religione propria e altrui, scevro da varie superstizioni. insomma leggere la bibbia nelle sue 3 versioni come leggere 3 edizioni dei promessi sposi.

la vedo un ipotesi troppo ottimista, considerando che un ragazzo fa catechismo fino a (non ho fatto la cresima perciò vado a memoria... dovrebbe essere) 11-12 anni senza capirci un tubo, perché i sacramenti tendono a darli quando ancora non hai il cervello per capire cosa stai facendo, ed è più la spinta di genitori pseudo-credenti e regali a fartelo fare.

Considerando che la maggior parte dei ragazzi che ora fa le superiori, quando scrive qualcosa non sa dove mettere le h e: o ne mette troppe o non ne mette proprio per essere sicuro e non far fatica, dubito che l'idea gelminiana sia per favorire la conoscenza effettiva della religione per farsi un proprio pensiero. Sarò pessimista, ma la vedo come la solita minchiata creata ad arte per togliere ore di conoscenza storica letteraria e favorire il lavaggio del cervello attraverso la religione nazionale.

Dubito fortemente che un programma di lettura della bibbia sia nato per dare coscienza  sulla religione a 15 enni arrapati.


ma io la penso esattamente come te, la mia era pura utopia.
sai cosa vogliono? un ritorno agli anni 50, quando si votava per il signore.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bjork - Settembre 16, 2010, 02:24:58 pm
Avanti con le boiate e l'iPad (http://www.agi.it/research-e-sviluppo/notizie/201009161310-eco-rt10171-scuola_gelmini_dal_2011_investimenti_da_1_mld_di_euro_ogni_anno)


Sto iniziando a sudare freddo  :facepalm:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bellatrix - Settembre 16, 2010, 02:30:57 pm
(http://sphotos.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-ash2/hs304.ash2/58407_1258083550440_1780197694_535842_5623958_n.jpg)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Misia - Settembre 16, 2010, 02:51:26 pm
muoio

 :rotfl: :rotfl:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bisca - Settembre 16, 2010, 02:56:32 pm
Morissero davvero sommersa dalla merda, lei e Tremonti. E scusate il francesismo.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: TOD - Settembre 16, 2010, 07:23:58 pm
Morissero davvero sommersa dalla merda, lei e Tremonti. E scusate il francesismo.
Herr Bisca, guardi che così mi rovina le ultime diottrie! non mi faccI copiaincollare per riuscire a leggere robetta innocua, eh!
;)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bisca - Settembre 16, 2010, 08:24:53 pm
Morissero davvero sommersa dalla merda, lei e Tremonti. E scusate il francesismo.
Herr Bisca, guardi che così mi rovina le ultime diottrie! non mi faccI copiaincollare per riuscire a leggere robetta innocua, eh!
;)
(smanio nell'attesa dell'avvento dei tag spoiler. Pardon! ;))
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: purple - Settembre 17, 2010, 08:41:33 am
Va be', sappiamo tutti che quelle sono 18 ore di insegnamento, che diventano almeno una trentina di fisso. Poi ci sono riunioni, corsi di aggiornamento e cazzi varî.
Ehm.... no.
18 ore in cui è "a disposizione" per 8 e per 10 fa l'insegnante di ed. fisica.

Ora, con tutta la buona volontà, non diventano 30 manco se si impegna.
??? ma dove? quando? perchè?
Conosco diverse persone che le 18 ore (+ tutto il contorno invisibile ma esistente) se le fanno tutte perchè il sistema per compensare la mancanza di cattedra in un istituto (vd. problemi accorpamenti, riduzione monte ore, ecc.) è stato molto semplice: fargliele fare in tanti istituti, anche 3. In questo modo al malcapitato di turno oltre alle ore di lavoro si sommano tutte quelle di trasporto-viaggio, spesso il fatto che salti il giorno libero per far quadrare in qualche modo gli orari nelle varie scuole ed il triplo di collegi docenti, riunioni di dipartimento, ecc.
Logica vuole che in tutto questo ambaradan la qualità dell'insegnamento non sia migliorata con tanto entusiasmo.

La tua amica credo sia un caso davvero raro (se non ho capito male ha figli piccoli quindi sarebbe vedere quanto incidono la maternità e bonus temporanei ad essa legati), di quelli che la propaganda gelminiana tira fuori come paradigmatici, ma che a ben guardare spuntano come punti bianchi in mezzo al resto nero pece.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Colui che lurka - Settembre 17, 2010, 10:11:24 am
Va be', sappiamo tutti che quelle sono 18 ore di insegnamento, che diventano almeno una trentina di fisso. Poi ci sono riunioni, corsi di aggiornamento e cazzi varî.
Ehm.... no.
18 ore in cui è "a disposizione" per 8 e per 10 fa l'insegnante di ed. fisica.

Ora, con tutta la buona volontà, non diventano 30 manco se si impegna.
??? ma dove? quando? perchè?
Conosco diverse persone che le 18 ore (+ tutto il contorno invisibile ma esistente) se le fanno tutte perchè il sistema per compensare la mancanza di cattedra in un istituto (vd. problemi accorpamenti, riduzione monte ore, ecc.) è stato molto semplice: fargliele fare in tanti istituti, anche 3. In questo modo al malcapitato di turno oltre alle ore di lavoro si sommano tutte quelle di trasporto-viaggio, spesso il fatto che salti il giorno libero per far quadrare in qualche modo gli orari nelle varie scuole ed il triplo di collegi docenti, riunioni di dipartimento, ecc.
Logica vuole che in tutto questo ambaradan la qualità dell'insegnamento non sia migliorata con tanto entusiasmo.

La tua amica credo sia un caso davvero raro (se non ho capito male ha figli piccoli quindi sarebbe vedere quanto incidono la maternità e bonus temporanei ad essa legati), di quelli che la propaganda gelminiana tira fuori come paradigmatici, ma che a ben guardare spuntano come punti bianchi in mezzo al resto nero pece.
Mah! Non so se sia raro, però mi girano i co...cotes anche perchè si lamenta "eh, come faccio con la bimba?". Non so, un po' come fa mia moglie che fa 44 ore a settimana e lavora non in paese, ma a 10 km..
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: cristina - Ottobre 05, 2010, 03:00:05 am
(http://i51.tinypic.com/2eoh7id.jpg)
http://i51.tinypic.com/2eoh7id.jpg

Ci andrete? (lo specifico manifesto è per Torino)

DDR tu pensi di andare?
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: DDRD(evotchka) - Ottobre 05, 2010, 10:02:00 am
magari sì, anche se ho paura di venir maciullata da una di quelle bestie col manganello e lo scudo.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bisca - Ottobre 06, 2010, 07:27:07 pm
magari sì, anche se ho paura di venir maciullata da una di quelle bestie col manganello e lo scudo.
Dopo aver visto i video della recente protesta (studenti caricati in via Po) avrei un po' paura anch'io.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: cristina - Ottobre 06, 2010, 07:39:58 pm
Di quale protesta?
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bisca - Ottobre 06, 2010, 07:41:55 pm
Di quale protesta?
[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=nEkegf2DQD4[/youtube]
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: cristina - Ottobre 06, 2010, 07:44:48 pm
Ah, era delle scuole superiori questo corteo. Mi sembra. Porco giuda che bei ricordi.  :'(
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: yao_chan - Ottobre 10, 2010, 02:11:33 am
Ok. Mi sento morire perchè chiusa nel mio bozzolo di nullafacenza, ovviamente, non sapevo nemmeno che ci fosse manifestazione a milano venerdì :facepalm:
Avrei dovuto esserci, cazzo.
Quindi. Qualcuno sa per caso cosa si sta organizzando per le prossime settimane?
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Hobbes - Ottobre 10, 2010, 01:01:35 pm
Io venerdì ho partecipato alla manifestazione nella cittadina dove vado a scuola, e c'era un bel po' di gente (la polizia prevedeva 500 persone, mentre pare ce ne fossero 5.000 ;D)
In generale in tutta Italia c'è stata una buona parecipazione, ma la Gelmini ha già dichiarato che ‎
Citazione
Chi è sceso oggi in piazza ha riproposto solo "vecchi slogan", "vuole mantenere lo status quo", è "aprioristicamente contro qualsiasi tipo di cambiamento" e, in definitiva, "crede di usare la scuola come luogo di indottrinamento politico della sinistra"
:facepalm:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Misia - Ottobre 10, 2010, 01:03:39 pm
Citazione
Trecentomila studenti hanno sfilato ieri in tutta Italia. Scrivono per noi: «Da un lato si tagliano otto miliardi di euro alle scuole pubbliche, dall'altro si continuano a finanziare scuole di lusso che niente hanno a che vedere con il merito». Fabio Mussi ricorda che a suo tempo con Padoa Schioppa fece «il diavolo a quattro» perché non fossero tagliati i fondi all'Università. Perché, ministro Tremonti, si vive di pane ma anche di sapere. Solo di pane vivono le bestie. Abbiamo all'Istruzione Mary Star Gelmini. «Il ministro che non c'è» ha come consigliere politico Giorgio Straquadanio, il teorico del meretricio come arma per fare carriera


mi sembra calzante no?
 >:(
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: yao_chan - Ottobre 10, 2010, 01:07:37 pm
Ah, ecco. Vorrei anche dire che io, che mi sono appena iscritta alla Statale di Milano, ho ricevuto una mail secondo la quale la didattica, quest'anno, andrà un po' a puttane...e probabilmente, se i tagli non vengono modificati, l'anno prossimo l'uni non potrà sopravvivere.
Quindi sto facendo il primo anno senza nemmeno sapere se potrò fare il secondo.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: cristina - Ottobre 10, 2010, 01:19:40 pm
Io sto cercando di prendere la maledetta laurea, mi manca un esame e non so se e quando potrò darlo. Per di più il mio relatore era un docente a contratto, devo decidermi a contattarlo per sapere se insegni ancora.
Già l'anno scorso ho rallentato gli studi perchè una docente di un bellissimo corso che avevo seguito era stata costretta a lasciare, causa annullamento dello stipendio, ed ho dovuto riempire quei 5 crediti con uno stage di 3 mesi.
Per dire.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: NuovaCarne - Ottobre 10, 2010, 01:25:07 pm
Per di più il mio relatore era un docente a contratto, devo decidermi a contattarlo per sapere se insegni ancora.
questo però non è un problema di tagli, il docente a contratto per definizione un anno c'ha il contratto, l'anno dopo non si sa. Come mai hai chiesto la tesi proprio a lui?  ???
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: cristina - Ottobre 10, 2010, 01:26:22 pm
Per di più il mio relatore era un docente a contratto, devo decidermi a contattarlo per sapere se insegni ancora.
questo però non è un problema di tagli, il docente a contratto per definizione un anno c'ha il contratto, l'anno dopo non si sa. Come mai hai chiesto la tesi proprio a lui?  ???

Perchè è a contratto ma c'è sempre, da anni. Perchè lo pagano. Se succedesse come con l'altra, che gli chiedono d'insegnare gratis?
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: NuovaCarne - Ottobre 10, 2010, 01:28:57 pm
Per di più il mio relatore era un docente a contratto, devo decidermi a contattarlo per sapere se insegni ancora.
questo però non è un problema di tagli, il docente a contratto per definizione un anno c'ha il contratto, l'anno dopo non si sa. Come mai hai chiesto la tesi proprio a lui?  ???

Perchè è a contratto ma c'è sempre, da anni. Perchè lo pagano. Se succedesse come con l'altra, che gli chiedono d'insegnare gratis?
eh sì in questo momento è possibile, intendevo dire che anche se c'è da anni non c'è nessuna garanzia che gli rinnovino il contratto, proprio perchè è "a contratto". E' un pò un azzardo imnbarcarsi in una tesi con uno che non può garantire la sua presenza fino alla fine.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: cristina - Ottobre 10, 2010, 02:00:39 pm
Sono stata costretta, quelli di ruolo hanno mille tesisti e nell'acettarne di nuovi favoriscono gli specialisti. Anchè perchè in un CdL come il mio i docenti hanno quasi tutti anche un altro lavoro, il loro (grafici, pubblicitari, ecc.) e magari accettano 4 tesisti l'anno :scapoccia:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: anne boleyn - Ottobre 10, 2010, 02:08:19 pm

In generale in tutta Italia c'è stata una buona parecipazione, ma la Gelmini ha già dichiarato che ‎
Citazione
Chi è sceso oggi in piazza ha riproposto solo "vecchi slogan", "vuole mantenere lo status quo", è "aprioristicamente contro qualsiasi tipo di cambiamento" e, in definitiva, "crede di usare la scuola come luogo di indottrinamento politico della sinistra"
:facepalm:

meglio che siano indottrinati a libro(scadente) e moschetto, come desidera il gerarca larussa.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: DDRD(evotchka) - Ottobre 10, 2010, 02:30:51 pm
copincollo lettera arrivata a tutti gli studenti del Politecnico:

Citazione
Torino, 8 ottobre 2010
LETTERA DEI PRESIDI DI INGEGNERIA AGLI STUDENTI ALL'INIZIO DELL'A. A. 2010-2011


Cari Studenti,
come Presidi delle tre Facolta' di Ingegneria del Politecnico di Torino dove state per cominciare o per proseguire gli studi, ci sentiamo in dovere di informarvi su cio' che sta avvenendo nell'Universita' e che riguardera' da vicino il vostro futuro in questa istituzione.

Le difficolta' e le incertezze che hanno provocato il rinvio dell'inizio delle lezioni al 4 ottobre per il primo anno e all'11
ottobre per gli altri anni di corso, del quale comunque ci scusiamo, sono dovute alla delicata situazione dell'Universita'
italiana, strangolata da fortissimi e insostenibili tagli ai finanziamenti ordinari in attesa dell'ennesimo e problematico
tentativo di riforma.

Come sapete, il corpo docente e' formato da Professori Ordinari e Associati e da Ricercatori, coadiuvati dal personale
tecnico-amministrativo. Tutti sono stati colpiti dai tagli in un modo che non trova eguale nel comparto pubblico e
particolarmente danneggiati sono risultati i Ricercatori, privi di uno stato giuridico chiaro e con prospettive di carriera
molto incerte. Senza di essi, che rappresentano il 40 % del corpo docente, le Facolta' non potrebbero rispondere alle
vostre giuste esigenze di formazione; la rinuncia ad assumere responsabilita' di insegnamenti (lecita, perche' i Ricercatori
non hanno obbligo in tal senso) da parte di molti di loro ha ritardato la programmazione in quasi tutte le Universita' italiane e anche nel nostro Politecnico.


Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: DDRD(evotchka) - Ottobre 10, 2010, 02:31:18 pm
Citazione
Quanto succede, e lo ripetiamo a gran voce, e' il frutto diretto sia dei tagli indiscriminati ai finanziamenti per la didattica e per la ricerca, sia della politica del personale che, con la drastica riduzione del ricambio generazionale dovuta alle
mancate nuove immissioni e ai pensionamenti indotti dalle nuove norme, ha fortemente intaccato la capacita' delle
Universita' di fornire un servizio adeguato alle necessita' del Paese.

Per giustificare questi tagli e' stata avviata una martellante e fuorviante campagna mediatica, mirata a presentare
un'Universita' italiana inefficiente e spendacciona, in mano ai baroni ed alle clientele, che tutto fa tranne l'interesse del
Paese.

E' facile dipingere una situazione fosca dell'Universita' se si da' impropria evidenza ad alcuni comportamenti scorretti e ad episodi di malaffare ingiustificabili, certamente non radicati nel nostro Politecnico considerato una delle piu' prestigiose Scuole tecniche europee.

E' altresi'  facile far credere che ogni euro speso nell'universita' potrebbe essere meglio speso altrove, specialmente se si dimenticano gli effetti a lungo termine dei mancati investimenti nella formazione e nella ricerca.
A chi denuncia i costi eccessivi, va ricordato che in una recentissima indagine OCSE (Education at a Glance 2010)
condotta su 33 nazioni, l'Italia si colloca al terzultimo posto per spesa in formazione universitaria, misurata come
percentuale del PIL.

A chi dipinge un'Universita' inefficiente e di scarsa qualita', bisogna ricordare che l'Italia occupa stabilmente l'ottava
posizione mondiale in termini di produzione scientifica (http://www.scimagojr.com/countryrank.php), superata solo da
Nazioni che investono assai piu' di noi in ricerca e sviluppo. Se si valuta il rendimento come rapporto tra produttivita'
scientifica e investimenti in ricerca e formazione, il nostro Paese si colloca nelle prime posizioni.

Qui ci pare di poter sinteticamente dire che, a fronte della necessita' di ridisegnare il sistema universitario italiano per
farne un moderno e adeguato attore dello sviluppo del nostro Paese, il progetto di riforma noto come D.D.L. 1905 in
discussione al Parlamento sembra essere prevalentemente condizionato dalla preoccupazione che la riforma non
comporti maggiori oneri finanziari, senza fare intravedere convincenti linee guida di futuro sviluppo del sistema
universitario. Anzi, i provvedimenti governativi in materia finanziaria degli anni piu' recenti rischiano di pregiudicare la
funzionalita' dell'Universita' pubblica gia' dal 2011, comportando l'impossibilita' di far fronte alle spese correnti e
un'intollerabile riduzione delle prestazioni didattiche  e dei servizi agli studenti.

Tutto cio' premesso, e' comunque doveroso da parte nostra sottolineare che, nonostante le grandi difficolta' incontrate, i Professori e i Ricercatori delle tre Facolta' di Ingegneria del Politecnico di Torino con la fattiva collaborazione del
Personale Tecnico-Amministrativo proseguono nel loro impegno per mantenere gli eccellenti livelli di formazione, ricerca e servizi  riconosciuti a livello internazionale.
Essi condividono senza riserve l'obiettivo di migliorare l'attuale Universita' secondo principi meritocratici e di efficienza, ma giudicano inaccettabile l'uso strumentale di tali principi a difesa di tagli indiscriminati e di provvedimenti legislativi che mettono in pericolo il funzionamento stesso dell'istituzione universitaria pubblica, invece di renderla sempre piu'
competitiva a livello internazionale e in grado di offrire strumenti di crescita per il Paese tutto e per i giovani in particolare.
Nell'assicurarvi dell'impegno di tutto il corpo docente e nostro personale nei vostri confronti, ci sia consentito di cogliere l'occasione per augurare a tutti voi un proficuo lavoro e per salutare cordialmente voi e le vostre famiglie, alle quali vi preghiamo di estendere questo messaggio.
 

I PRESIDI DELLE FACOLTA' DI INGEGNERIA
io veramente non so cosa fare, ho l'impressione che siamo tutti impotenti...
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Misia - Ottobre 10, 2010, 06:30:34 pm
io credo che a questi livelli non siamo mai arrivati
 :o

è desolante, davvero sembra uno smantellamento puntuale della pubblica istruzione e favore di un'istruzione privata

 :desolazione:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bisca - Ottobre 11, 2010, 09:09:41 pm
Io mi preoccupavo per i licei, ma adesso mi sa che dovrò iniziare ad angosciarmi anche per dove andare a parare con la maturità in mano.

:-\
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: yao_chan - Ottobre 11, 2010, 09:17:09 pm
Bisca, se continuamo così non sapremo che fare noi :facepalm: per quando arrivi tu mi sa che o è tutto a pezzi oppure è in ripresa.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bisca - Ottobre 11, 2010, 09:34:42 pm
Bisca, se continuamo così non sapremo che fare noi :facepalm: per quando arrivi tu mi sa che o è tutto a pezzi oppure è in ripresa.
Se la matematica non è un'opinione questo governo sarà già finito, ma a leggere le statistiche sembra altrettanto sicuro che stravinceranno.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: cristina - Ottobre 11, 2010, 09:37:19 pm
Elezioni a parte, se i danni continueranno ad aumentare e ad aggravarsi, ci vorrà un tempo fisiologico per la ripresa (ovvero nuove riforme + messa in atto delle stesse).
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bisca - Ottobre 11, 2010, 09:39:40 pm
Elezioni a parte, se i danni continueranno ad aumentare e ad aggravarsi, ci vorrà un tempo fisiologico per la ripresa (ovvero nuove riforme + messa in atto delle stesse).
Infatti, io sono fottuto anche nel migliore dei casi. Tanto vale fare bene il liceo, poi boh? Estero?
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: yao_chan - Ottobre 12, 2010, 12:20:04 am
Eh, guarda, siamo tutti nella stessa barca. Non so nemmeno se saranno tenuti i corsi nel secondo semestre! Ora comincio, e poi? :facepalm:
Se si continua così e non si rimedia al più presto va tutto a catafascio.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: purple - Novembre 03, 2010, 06:09:37 pm
Docenti universitari a contratto, pagati 100€ per un corso.
http://milano.repubblica.it/cronaca/2010/11/02/news/statale_docenti_low_cost_contro_i_tagli_contratti_da_100_euro_per_l_intero_corso-8683476/?ref=HREC2-1

Citazione
Come spiegano i presidi di facoltà, buona parte di questi corsi (inseriti soprattutto nei programmi delle lauree magistrali) viene tenuta da professori in pensione o da esterni, magari provenienti da aziende o centri convenzionati con l’università, disposti a insegnare gratis. «Nella mia facoltà, finora, questi corsi vengono tenuti quasi esclusivamente da docenti in pensione - spiega Daniele Checchi, preside di Scienze politiche - se si presentassero dei giovani non so neanche se me la sentirei di prenderli, perché significherebbe cominciare a creare un rapporto». E in tempi bui come questi poche facoltà possono permetterselo.
Non mettiamo troppe mani sul fuoco quindi sul tempo ed impegno dedicato all'insegnamento in queste condizioni. E sulla sua qualità.

Ancora più triste ed umiliante per chi purtroppo è costretto a farlo per accumulare punteggio nella vana speranza di riuscire un giorno a poter partecipare ad un concorso. Ovviamente solo benestanti, chi non può permettersi di essere mantenuto, per quanto bravo, è già scartato nei fatti.

Citazione
Molti precari, tuttavia, decidono di tenersi ugualmente questi corsi a costo zero perché fa curriculum. «Purtroppo è una triste realtà - spiega Loris Caruso, dello sportello ricercatori precari della Cgil - riceviamo telefonate di chi insegna in questo modo da anni e che nonostante tutto vuole continuare».

Quanta rabbia e amarissima rassegnazione.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: cristina - Novembre 03, 2010, 06:38:59 pm
è la situazione che ho io da un pezzo!
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: purple - Novembre 03, 2010, 06:40:47 pm
spero non a 100€.

I doppiolavoristi dell'università (quest'ultima considerata sempre un ripiego di potere del quale gliene frega un piffero in qualità), peraltro, sono la peste. Dovrebbero obbligarli a scegliere.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: cristina - Novembre 03, 2010, 06:43:17 pm
Ma peggio, l'anno scorso la situazione era come questa  http://www.sardies.org/index.php?option=com_content&view=article&id=5408:docenti-universitari-pagati-un-euro&catid=13:sassari&Itemid=16
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: purple - Novembre 03, 2010, 06:46:49 pm
Si certo, "nobile volontariato".
Diciamo piuttosto un ulteriore modo per chiudere la casta e peggiorare i livelli.
Non mi riferisco a quei proff. in buonafede che ci si imbarcano per evitare il totale dissesto dei corsi d'insegnamento (e peraltro se si deve "morire" forse è meglio farlo fino in fondo e costringere tutto e tutti all'evidenza) ma le masnade di professionisti che impestano i corsi con figli-mogli-amanti di; come se non bastassero quelli che sono già interni.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: purple - Novembre 16, 2010, 04:20:55 pm
Ovviamente dopo aver abbondantemente nutrito le scuole private, specialmente se confessionali, come si poteva dimenticante di ungere a pioggia i laureifici (http://www.repubblica.it/scuola/2010/11/16/news/fondi_per_le_universit_private-9163392/?ref=HREC1-3) o università comunque più coperte economicamente, mentre quelle pubbliche sono alla canna del gas?
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bisca - Novembre 16, 2010, 08:49:51 pm
L'unica consolazione è che il privato in Italia è ancora considerato una fabbrica di fogli da inquadrare, al contrario di (parte di) licei e università statali. :-\
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: cristina - Novembre 16, 2010, 09:09:21 pm
http://www.unionedeglistudenti.net/sito/index.php?/word/17-now-appello-italiano-della-giornata-internazionale-degli-studenti.html

Citazione
Il 17 Novembre del 1939 gli occupanti nazisti uccisero 9 studenti all'Università di Praga e i loro insegnanti. Il 17 Novembre del 1973 un carro armato abbattè il politecnico di Atene per reprimere la rivolta studentesca contro la dittatura militare. Il 17 Novembre 1989 in Cecoslovacchia la commemorazione del '39 divenne l'inizio della rivolta contro il regime.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Colui che lurka - Novembre 17, 2010, 09:25:02 am
L'unica consolazione è che il privato in Italia è ancora considerato una fabbrica di fogli da inquadrare, al contrario di (parte di) licei e università statali. :-\
Effettivamente Bocconi e Cattolica sono proprio considerati fabbrica di fogli....
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: DDRD(evotchka) - Novembre 18, 2010, 10:50:48 am
L'unica consolazione è che il privato in Italia è ancora considerato una fabbrica di fogli da inquadrare, al contrario di (parte di) licei e università statali. :-\
Effettivamente Bocconi e Cattolica sono proprio considerati fabbrica di fogli....
sei ironico o serio?al dilà della bontà di una scuola, io comunque sostengo l'equazione "privata"=ti arrangi per il bilancio, visto che si può contare sulle rette, che sono molto più salate di quelle di noi poveri stronzi che andiamo nelle università statali. nel momento in cui le scuole pubbliche soffrono in maniera indicibile finanziare a pioggia le scuole private è parte di un preciso e scopertissimo disegno che definirei criminale.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Colui che lurka - Novembre 18, 2010, 11:31:32 am
L'unica consolazione è che il privato in Italia è ancora considerato una fabbrica di fogli da inquadrare, al contrario di (parte di) licei e università statali. :-\
Effettivamente Bocconi e Cattolica sono proprio considerati fabbrica di fogli....
sei ironico o serio?al dilà della bontà di una scuola, io comunque sostengo l'equazione "privata"=ti arrangi per il bilancio, visto che si può contare sulle rette, che sono molto più salate di quelle di noi poveri stronzi che andiamo nelle università statali. nel momento in cui le scuole pubbliche soffrono in maniera indicibile finanziare a pioggia le scuole private è parte di un preciso e scopertissimo disegno che definirei criminale.
Pure io sono perchè gli istituti privati si arrangino da soli, senza manco 10 cents da parte dello stato.

Però ero ironico nel dire che Bocconi e Cattolica siano considerate università-sfornalauree.
Credo che chiunque se vede una laurea in Economia emessa da Università degli studi di Bergamo (statale) e una emessa dalla Bocconi pensi che l'idiota incapace sia quello con la prima laurea.

Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bisca - Novembre 18, 2010, 03:24:16 pm
Quelle della Bocconi sono consideratissime (a ragione?), di altre università private in generale anche.
Io parlavo più di licei privati sforna-100 e lodi a figli di papà a cui pesa il culo.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Artemis - Novembre 22, 2010, 08:18:39 pm

Perdonatemi. Sono arrivata a pagina dodici e non ho potuto continuare. Fa troppo, troppo male, mi viene da vomitare. Sono arrivata alle studentesse universitarie che protestano che vogliono fare lezione, quando POSSONO farla, passando per lo stravolgimento dei fatti di piazza Navona e altre piacevolezze.
Sto malissimo.
Il prossimo che mi dice che Cuba è una dittatura mentre l'Italia è libera gli sputo in un occhio, sul serio. Perché non hanno troppo da invidiarci le varie Cina e Cuba e altri paesi considerati da noi (noi generico) con condiscendenza perché, poverini, la loro informazione non è libera!
Ormai avete visto. Protestiamo coi fiori nei cannoni e ci prendono a sprangate, se non è la polizia sono moderne camice nere che casualmente passano inosservate e magari sono finanziate pure dallo stato. Sono intervistati dei coglioni, nessuno fa caso alla verità, nessuno fa caso a niente. Non ci ascoltano.
Mi sto aggrappando al mio essere sarda per non ammettere di essere italiana.

Comunque, sono liceale e ho sempre, sin dall'inizio, scioperato. Prendo molto a cuore queste cose, al punto che, come vedete, provo malessere fisico e una grande rabbia dentro.
Molte persone della mia età non manifestano perché "non serve a niente". ma appunto perché non ci cagano dovrebbero protestare. Appunto perché ci randellano, dovrebbero protestare. Appunto perché dicono bugie, dovrebbero protestare. E io lo faccio. Perché questa è una fottuta dittatura e i governi europei, Gran Bretagna in primis, lo dicono da anni. Sul Times ci hanno messo accanto alla Corea del Nord quanto a idolatria patetica mediatica del capo di stato. Tanto per non dire, del dittatore. Il riferimento mi sembra palese.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bisca - Novembre 23, 2010, 06:40:28 pm
Ho saputo da mio padre che gli studenti hanno occupato Porta Nuova da qualche ora. (Palazzo Nuovo è già occupato)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: NuovaCarne - Novembre 24, 2010, 11:40:58 pm
io sono d'accordo con buona parte dei punti della riforma Gelmini, anzi su alcune cose sarei assai più drastica  ::)
Elenca (magari nel topic apposito se continuiamo a parlarne, mi interessa).
mi riferisco alla parte sull'università, non quella sulla scuola (su cui non sono informata).

http://www.orizzonteuniversitario.it/universita/la-riforma-gelmini-i-punti-fondamentali/
http://www.repubblica.it/scuola/2010/11/24/news/universit_la_riforma_della_discordia_ecco_su_cosa_protestano_gli_atenei-9463701/?ref=HREA-1

- Ricercatori. Avranno un limite temporale di sei anni per riuscire a fare propria l'abilitazione all'insegnamento come associato. <--- mi sembra ragionevole

- Rettori. Anche l'incarico dei rettori avrà un limite temporale: fino ad oggi potevano rimanere in sella anche 16 anni, ma la riforma accorcia questo limite ad otto <--- perfettamente d'accordo

- In pensione a 70 anni. Per quanto riguarda l'età pensionabile dei professori ordinari, il limite massimo è stato ridotto, ma di soli due anni: da 72 a 70. <--- ma anche 68 come tutti i comuni mortali, per come la vedo io.

I docenti dovranno lavorare almeno 1500 ore l’anno delle quali almeno 350 dovranno essere dedicate ad attività didattiche di sostegno e assistenza agli studenti. I docenti dovranno inoltre certificare la loro presenza a lezione. <--- ERA ORA

L’attività didattica e la ricerca saranno soggette a continue verifiche da parte di un’apposita Anagrafe Nazionale, da qui la necessità per docenti e ricercatori di dimostrare i risultati raggiunti attraverso la pubblicazione di articoli scientifici o libri. Lo spessore delle pubblicazioni e la qualità delle lezioni svolte in aula diventeranno fondamentali per ottenere i finanziamenti: infatti i due terzi del fondo ordinario saranno assegnati in base alla qualità della ricerca e un terzo in base alla qualità della didattica. <--- ERA ORA, così la si finisce con le pubblicazioni senza nessun reale interesse scientifico fatte tanto per fare numero e allungare il curriculum "scientifico" (HAHAHA), e si comincia a fare ricerca SERIA, e chi non la fa... a casa a calci nel sedere e avanti il prossimo.

Concorsi. Le selezioni saranno affidate a una commissione composta da quattro docenti ordinari estratti a sorte. <--- allucinante che prima non fosse così

Chi passerà la selezione acquisirà l'abilitazione all'insegnamento ed entrerà a far parte di un'unica lista nazionale, da cui tutte le università italiane attingeranno, all'occorrenza, i propri docenti. I professori da prescegliere saranno eletti a loro volta da una lista di docenti ordinari del settore disciplinare oggetto del bando e da un solo ordinario nominato dalla facoltà che ha richiesto il bando. <--- mi sembra giusto, così la si finisce coi concorsi farlocchi dove già si sa che deve passare "l'assistente di tizio", che praticamente non sono concorsi ma promozioni per anzianità di onorato servizio di lecchianggio.

Atenei. Prevista anche la fusione degli atenei più piccoli: con questa "mossa" il Miur cercherà, contemporaneamente, di ridurre le spese e migliorare l'offerta formativa. Ogni università potrà avere, ad esempio, non oltre 12 facoltà. Ed è prevista anche un'ulteriore operazione di "pulizia" dagli atenei dei mini-corsi accademici cui sono iscritti, a volte, anche meno di dieci studenti.  <--- mi sembra cosa buona e giusta, ad esempio è ridicolo che ci siano nel giro di 5 km due facoltà di Giurisprudenza come nel caso di Reggio e Messina. Fate un'unica università GRANDE e amen.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bisca - Novembre 24, 2010, 11:46:28 pm
Ah, ok, pensavo parlassi dei licei :ghignomalefico:

Sì, i punti da te citati sono sicuramente :up:, così come nella riforma delle superiori, ma ovviamente tutto ciò è affondato in un mare di merda tremontiana da sforbiciaggio economico incontrollato. :-\
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: yao_chan - Novembre 24, 2010, 11:49:02 pm
Infatti per esempio era ORA che si riformasse della roba, ma se contemporaneamente sforbici, allora vaffanculo.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: purple - Novembre 25, 2010, 12:17:22 am


- Ricercatori. Avranno un limite temporale di sei anni per riuscire a fare propria l'abilitazione all'insegnamento come associato. <--- mi sembra ragionevole
e solo 1 su 3 verrà assunto, in base ai fondi previsti. Il sistema dovrebbe mutuare quello tedesco, peccato che in Germania i 2/3 di 35-40enni non vengano lasciati a casa, ma solo una quota minima per manifesta incapacità, visto che la selezione dura è a monte.
Citazione
L’attività didattica e la ricerca saranno soggette a continue verifiche da parte di un’apposita Anagrafe Nazionale, da qui la necessità per docenti e ricercatori di dimostrare i risultati raggiunti attraverso la pubblicazione di articoli scientifici o libri. Lo spessore delle pubblicazioni e la qualità delle lezioni svolte in aula diventeranno fondamentali per ottenere i finanziamenti: infatti i due terzi del fondo ordinario saranno assegnati in base alla qualità della ricerca e un terzo in base alla qualità della didattica. <--- ERA ORA, così la si finisce con le pubblicazioni senza nessun reale interesse scientifico fatte tanto per fare numero e allungare il curriculum "scientifico" (HAHAHA), e si comincia a fare ricerca SERIA, e chi non la fa... a casa a calci nel sedere e avanti il prossimo.
rido :rotfl: resterà tutto come prima, con la sola differenza che chi non ha l'appoggio giusto e chissà perchè è serio e ci mette il tempo che deve metterci per pubblicare (della serie non le 500 pubblicazioni annue di alcuni ricercatori che pubblicano le loro ricerce a rate solo per far numero) se la prenderà ancora di più sui denti. Chi decide cosa vale o cosa no? Chi decide i titoli scientifici delle pubblicazioni? Il peer review richiede tempo (quindi non numero) e peraltro anche dove viene praticato può essere facilmente aggirato

Citazione
Concorsi. Le selezioni saranno affidate a una commissione composta da quattro docenti ordinari estratti a sorte. <--- allucinante che prima non fosse così

Chi passerà la selezione acquisirà l'abilitazione all'insegnamento ed entrerà a far parte di un'unica lista nazionale, da cui tutte le università italiane attingeranno, all'occorrenza, i propri docenti. I professori da prescegliere saranno eletti a loro volta da una lista di docenti ordinari del settore disciplinare oggetto del bando e da un solo ordinario nominato dalla facoltà che ha richiesto il bando. <--- mi sembra giusto, così la si finisce coi concorsi farlocchi dove già si sa che deve passare "l'assistente di tizio", che praticamente non sono concorsi ma promozioni per anzianità di onorato servizio di lecchianggio.
idem resterà tutto uguale. L'estrazione a sorte è un palliativo, in ambienti tanto piccoli non muta le cose nella sostanza. Inoltre questo dimostra ancora una volta che chi ha pensato la legge se ne frega o ignora le differenze metodologiche di ricerca per i diversi ambiti. Tutte le attività scientifiche che sono non per motivi di vantaggio carrierisitico ma per esigenze connaturate alla loro natura legate ad un territorio diventeranno difficili da portare avanti. Non esistono solo quelli che se ne stanno in laboratorio o che pensano astrattamente in uno studio, c'è chi si deve confrontare con un posto per portare avanti le sue ricerche. Ci sarà chi morirà secoli nella lista e altri che chissà come chissà perchè balzeranno spavaldi avanti. Non che l'estrema regionalizzazione sia un bene, anzi, ma passare da un estremo all'altro significa modificare il problema, non risolverlo.

Citazione
Atenei. Prevista anche la fusione degli atenei più piccoli: con questa "mossa" il Miur cercherà, contemporaneamente, di ridurre le spese e migliorare l'offerta formativa. Ogni università potrà avere, ad esempio, non oltre 12 facoltà. Ed è prevista anche un'ulteriore operazione di "pulizia" dagli atenei dei mini-corsi accademici cui sono iscritti, a volte, anche meno di dieci studenti.  <--- mi sembra cosa buona e giusta, ad esempio è ridicolo che ci siano nel giro di 5 km due facoltà di Giurisprudenza come nel caso di Reggio e Messina. Fate un'unica università GRANDE e amen.
in questo caso il problema è il 3+2 non tanto il numero. Basterebbe togliere le millemila sedi staccate. E far funzionare quelle che ci sono. Le università solo perchè sono grandi non significa siano migliori, anzi i dati sulla qualità dimostrano il contrario. Sarebbe sufficiente razionalizzarle e soprattutto far finire i campanili nel volere la piccola sede propria solo per dire che "si ha l'università" quando invece grande o piccola di essa non si tratta, ma di una succursale mangiasoldi.

E sono OT, amen.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: NuovaCarne - Novembre 25, 2010, 01:00:31 am
rido :rotfl: resterà tutto come prima, con la sola differenza che chi non ha l'appoggio giusto e chissà perchè è serio e ci mette il tempo che deve metterci per pubblicare (della serie non le 500 pubblicazioni annue di alcuni ricercatori che pubblicano le loro ricerce a rate solo per far numero) se la prenderà ancora di più sui denti. Chi decide cosa vale o cosa no? Chi decide i titoli scientifici delle pubblicazioni. Il peer review richiede tempo (quindi non numero) e peraltro anche dove viene praticato può essere facilmente aggirato
giusto, quindi lasciamo tutto così, senza nessuna forma di valutazione e controllo sull'operato di gente che sta lì a scaldare la sedia e produce chilogrammi di cartacce inutili fingendo di fare ricerca.
All'estero funziona, non vedo il problema. Anzi il fatto che lo osteggino con tanta veemenza mi fa pensare che funzioni troppo bene :ihih:

Citazione
Citazione
Concorsi. Le selezioni saranno affidate a una commissione composta da quattro docenti ordinari estratti a sorte. <--- allucinante che prima non fosse così
idem resterà tutto uguale. L'estrazione a sorte è un palliativo, in ambienti tanto piccoli non muta le cose nella sostanza.
ambienti piccoli? ma che dici? per la formazione delle liste degli abilitati l'estrazione avviene tra docenti esterni, non interni alla facoltà, a quanto spiega lì. ::)
E ci mancherebbe, dove starebbe la differenza con lo stato di fatto sennò?  :-X

Citazione
ignora le differenze metodologiche di ricerca per i diversi ambiti. Tutte le attività scientifiche che sono per motivi non di vantaggio ma connaturate alla loro natura legate ad un territorio. Non esistono solo quelli che se ne stanno in laboratorio o che pensano astrattamente in uno studio, c'è chi si deve confrontare con un posto per portare avanti le sue ricerche.
e quindi? Nei concorsi uno dei 4 mmbri della commissione verrà nominato dall'Ateneo che bandisce il posto, mi sembra una garanzia sufficiente che anche le ricerche legate al territorio e bla bla bla trovino spazio. Se non verranno scelte sarà perchè evidentemente saranno meno interessanti o urgenti di altre (e ci mancherebbe che non fosse così).

Citazione
Le università solo perchè sono grandi non significa siano migliori, anzi i dati sulla qualità dimostrano il contrario.
e quindi? (a parte che dipende dalla facoltà) che c'entra?

Citazione
Sarebbe sufficiente razionalizzarle e soprattutto far finire i campanili nel volere la piccola sede propria solo per dire che "si ha l'università" quando invece grande o piccola di essa non si tratta, ma di una succursale mangiasoldi.
se è sufficiente o no non ho gli strumenti per dirlo (tu sì?), comunque tranquilla che manco questo gli faranno fare, sti studenti contestatori :asd:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: luca chin - Novembre 26, 2010, 09:39:38 am
e la ministra Gelmini sbaglia e si vota contro.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: ninfeaalba79 - Novembre 26, 2010, 10:49:35 am
e la ministra Gelmini sbaglia e si vota contro.
:facepalm: :facepalm: che cretina...
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Betty Moore - Novembre 26, 2010, 10:58:30 am
tre opzioni su questo OT:
- lo unisco al topic riforma della scuola (http://forum.malvestite.net/index.php?topic=1044.0)
- lo unisco al topic universitari & co (http://forum.malvestite.net/index.php?topic=539.0)
- apro un nuovo topic sulla riforma universitaria
sono indecisa  :sgratsgrat:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: PiantaGrassa - Novembre 26, 2010, 10:59:36 am
Visto che si parla solo delle proposte relative alle università, lo metterei in universitari&co
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Betty Moore - Novembre 26, 2010, 11:00:49 am
però in universitari & co di solito si parla di ansie da esami e cose simili. mi sembrerebbe un po' OT anche lì.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Misia - Novembre 26, 2010, 11:02:02 am
riforma della scuola credo sia più adatto

Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: PiantaGrassa - Novembre 26, 2010, 11:09:11 am
però in universitari & co di solito si parla di ansie da esami e cose simili. mi sembrerebbe un po' OT anche lì.

ah sì? l'ho aperto un paio di volte, lo ammetto, ma mi ricordavo ci fossero anche commenti sull'ordinamento in variazione. Magari ricordo male io eh (probabile)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Misia - Novembre 26, 2010, 11:12:37 am
in effetti è tutto un po' mescolato negli universitari, io lo leggo anche poco  :P

per non creare ancora più confusione forse è meglio un topic a sè sulla riforma dell'università, ma aspetta ancora un po' Betty, la Gelminchia minaccia di ritirare tutto  :asd:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: PiantaGrassa - Novembre 26, 2010, 11:14:14 am
in effetti è tutto un po' mescolato negli universitari, io lo leggo anche poco  :P

per non creare ancora più confusione forse è meglio un topic a sè sulla riforma dell'università, ma aspetta ancora un po' Betty, la Gelminchia minaccia di ritirare tutto  :asd:

Un topic a sè forse è troppo.
Voto l'opzione Dyo e dico che è cosa buona e giusta spostare in riforma della scuola
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Betty Moore - Novembre 26, 2010, 11:32:30 am
ok, per ora lo metto in riforma della scuola. poi se la notizia diventa più succosa faccio un topic a sé.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Misia - Novembre 26, 2010, 11:48:41 am
ok, per ora lo metto in riforma della scuola. poi se la notizia diventa più succosa faccio un topic a sé.

bene così
 :up:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Artemis - Novembre 26, 2010, 10:02:55 pm
Le proteste si fanno in mille modi e tutti i modi singolarmente sono inutili, ma tutti assieme sono una forza. Quindi, sì alle occupazioni, se fuori ci sono cortei, sit-in, manifestazioni varie. Si alle occupazioni se in tanti lo fanno. Perché me ne sbatte poco di saltare una lezione, se fra un anno non potrò andare all'uni perché chiude/perché avrà prezzo così alto che una persona di estrazione proletaria come me non si potrà permettere di frequentarla.
A parte che a volte le occupazioni stesse sono accompagnate da sedute di studio (una volta abbiamo scioperato fuori dal mio liceo, la preside al telefono ci urlava che era solo per non studiare, ma in realtà stavamo tutti studiando greco o filosofia seduti sui gradini aiutandoci a vicenda... e noi non siamo certo una classe particolarmente strana) che possono essere anche più utili di una lezione, che comunque si può recuperare.
Non esiste uno sciopero efficace, perché un solo sciopero, comunque lo si faccia, di per sé non lo è. Occorre destabilizzare, bloccare. Se gli operai protestano, DEVONO bloccare le strade, altrimenti sono solo idioti con un cartello che non hanno voglia di lavorare. Devono bloccare, creare disturbo. In ambito scolastico, bloccare gli scrutinii. Marciare fino al senato e fare casino, ma tanto, anzi, venire lì con le ruspe che c'è della gente da mandare via e non siamo certo noi.
Basta poi con sta storia che il sessantotto non ha portato a nulla (non che qualcuno di voi l'abbia insinuato, almeno credo): ok, gente che protestava allora, oggi non si schioda dalla sedia, ma grazie a loro abbiamo avuto la costituzione delle studentesse e degli studenti, le assemblee, i rappresentanti, dei diritti. Poi però è stata la generazione dopo e quella dopo ancora a permettere che queste cose non valessero più un cazzo agli occhi di nessuno. Le proteste hanno portato alla legalizzazione dell'aborto. Anche l'eutanasia sarebbe legale, se protestassimo con lo stesso fervore. Queste cose si sono raggiunte così, per avere le assemblee ci siamo mobilitati noi, non è che sia arrivato Gesù Cristo in croce a farci il favore.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: hallymay - Novembre 26, 2010, 10:17:43 pm
sono d'accordo, una protesta funzione nel momento in cui si è costretti a dare una risposta, quindi nel momento in cui dà l'impressione di adottare una strategia efficace
Un po' come la non violenza. A tutti gli effetti è una lotta che non usa le armi, ma punta a mandare in tilt la vita civile comune partendo dal presupposto "non possono metterci tutti in prigione". Infatti si basa su boicottaggi, scioperi generali continui, marce... tutto pensato per fare impazzire la società civile e portare ad una risposta che non sia la repressione
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: DDRD(evotchka) - Novembre 26, 2010, 11:07:51 pm
Le proteste si fanno in mille modi e tutti i modi singolarmente sono inutili, ma tutti assieme sono una forza. Quindi, sì alle occupazioni, se fuori ci sono cortei, sit-in, manifestazioni varie. Si alle occupazioni se in tanti lo fanno. Perché me ne sbatte poco di saltare una lezione, se fra un anno non potrò andare all'uni perché chiude/perché avrà prezzo così alto che una persona di estrazione proletaria come me non si potrà permettere di frequentarla.
A parte che a volte le occupazioni stesse sono accompagnate da sedute di studio (una volta abbiamo scioperato fuori dal mio liceo, la preside al telefono ci urlava che era solo per non studiare, ma in realtà stavamo tutti studiando greco o filosofia seduti sui gradini aiutandoci a vicenda... e noi non siamo certo una classe particolarmente strana) che possono essere anche più utili di una lezione, che comunque si può recuperare.
Non esiste uno sciopero efficace, perché un solo sciopero, comunque lo si faccia, di per sé non lo è. Occorre destabilizzare, bloccare. Se gli operai protestano, DEVONO bloccare le strade, altrimenti sono solo idioti con un cartello che non hanno voglia di lavorare. Devono bloccare, creare disturbo. In ambito scolastico, bloccare gli scrutinii. Marciare fino al senato e fare casino, ma tanto, anzi, venire lì con le ruspe che c'è della gente da mandare via e non siamo certo noi.
Basta poi con sta storia che il sessantotto non ha portato a nulla (non che qualcuno di voi l'abbia insinuato, almeno credo): ok, gente che protestava allora, oggi non si schioda dalla sedia, ma grazie a loro abbiamo avuto la costituzione delle studentesse e degli studenti, le assemblee, i rappresentanti, dei diritti. Poi però è stata la generazione dopo e quella dopo ancora a permettere che queste cose non valessero più un cazzo agli occhi di nessuno. Le proteste hanno portato alla legalizzazione dell'aborto. Anche l'eutanasia sarebbe legale, se protestassimo con lo stesso fervore. Queste cose si sono raggiunte così, per avere le assemblee ci siamo mobilitati noi, non è che sia arrivato Gesù Cristo in croce a farci il favore.
applausi. tranne per il sessantotto, sul quale ho delle riserve.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Artemis - Novembre 27, 2010, 05:43:33 pm
Le occupazioni di un'università bloccano le lezioni, sì. Quelle di una strada, bloccano il traffico. Eccetera eccetera.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: hallymay - Novembre 27, 2010, 05:52:41 pm
Citazione
Occorre destabilizzare, bloccare
Cosa blocca l'occupazione di una facoltà? Non mi viene in mente niente, a parte le lezioni.
quella protesta infatti non serve a nulla. è un mero atto simbolico, ma sai quanto durano i simboli in politica? zero. soprattutto se sono vecchi. in politica come in guerra contano i risultati.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Betty Moore - Novembre 28, 2010, 09:12:27 pm
[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=Otmm9q2yEqo[/youtube]

"un popolo civile, quale noi siamo, dovrebbe intervenire e menarli"

 :malaticcio:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: NuovaCarne - Novembre 28, 2010, 09:17:23 pm
non ti preoccupare ha avuto subito pure lui un assaggio di civiltà  :asd:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2010/11/25/emilio-fede-picchiato-in-un-ristorante-dallimprenditore-dellamaro-giuliani/78710/
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Cheeza - Novembre 28, 2010, 09:19:49 pm
l'unica cosa brutta è che adesso fede potrà anche fregiarsi dell'appellativo di martire...
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: NuovaCarne - Novembre 28, 2010, 09:22:52 pm
ma quale martire, si è trattata di una squallida lite per motivi di femmine  :asd:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Cheeza - Novembre 28, 2010, 09:23:48 pm
ah beh, lui mica dirà che è questo il motivo :p, immagino già la scena quando potrà dare al tg la notizia del rinvio a giudizio del tizio...
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: NuovaCarne - Novembre 28, 2010, 09:24:48 pm
ah beh, lui mica dirà che è questo il motivo :p
ma se ormai lo sanno pure i sassi  ::)

Edit: manco il Giornale gli regge il gioco  :'(  :asd:
http://www.ilgiornale.it/interni/fede_picchiato_donna_che_pero_e_amica_bettarini/26-11-2010/articolo-id=489484-page=0-comments=1
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Cheeza - Novembre 28, 2010, 09:30:16 pm
:rotfl:
ah beh, se manco il giornale gli para le chiappe sta messo bene :asd:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bisca - Novembre 30, 2010, 08:20:36 pm
La riforma è passata alla camera. 'Sti troietti dei finiani votano contro solo sulla roba inutile.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Melisande - Novembre 30, 2010, 08:28:26 pm
Merda.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bisca - Novembre 30, 2010, 08:30:22 pm
(e figuriamoci se al senato la bloccano ::))
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Misia - Dicembre 03, 2010, 12:59:49 pm
sprechi, tagli e tutto il cucuzzaro  :P

http://www.unita.it/scuola/gelmini-cittadinanza-e-costituzione-i-tagli-e-gli-sprechi-1.257440
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: ninfeaalba79 - Dicembre 03, 2010, 02:11:27 pm
 :facepalm:

stiamo allevando capre non futuri cittadini...
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bisca - Dicembre 03, 2010, 09:20:54 pm
sprechi, tagli e tutto il cucuzzaro  :P

http://www.unita.it/scuola/gelmini-cittadinanza-e-costituzione-i-tagli-e-gli-sprechi-1.257440
(oggi la nostra prof di inglese è arrivata esterrefatta perché in segreteria le hanno risposto che sistemeranno le cuffie del laboratorio d'inglese quando avranno pagato le bollette della luce :facepalm:)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Misia - Dicembre 04, 2010, 10:58:13 am
più più più

(segue gesto con la mano a indicare sgozzamento)

:facepalm:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: ninfeaalba79 - Dicembre 07, 2010, 11:50:21 am
http://notizie.virgilio.it/notizie/top_news/2010/12_dicembre/07/scaricato_sterco_davanti_alla_casa_della_gelmini_a_bergamo,27348660.html

a poi la chiamano MariaStalla....  ;D
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Misia - Dicembre 07, 2010, 12:04:24 pm
ma porella MaryStar  :'(








:asd: :asd: :asd:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: MadDog - Dicembre 07, 2010, 01:35:50 pm
E la miseria, ho appena ripulito il pollaio, cavolo, ma potevan anche dirlo che contribuivo volentieri con la materia prima.
 ;D ;D
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: ninfeaalba79 - Dicembre 07, 2010, 01:37:16 pm
io con due cani ho sempre materia di ottima qualità dopo la bonifica del giardino  ;D
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: DDRD(evotchka) - Dicembre 19, 2010, 09:20:50 pm
http://www.ilriformista.it/stories/Prima%20pagina/315907_la_minestra_non_scende_dal_cielo_di_giampaolo_pansa/


???
ah, ho capito, il solito vecchiettismo su "i giovani vizzzziati con l'ipod"  ::)

beh, vecchi  arteriosclerotici, di  voi e soprattutto del vostro revisionismo da discount me ne fotto e per me potreste crepare sotto un ponte senza la pensione pagata da chi lavora. :P
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: hallymay - Dicembre 19, 2010, 09:29:29 pm
ma DDR a loro che gliene fotte? scrivono per un giornale che campa con gli aiuti dello stato!
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: DDRD(evotchka) - Dicembre 19, 2010, 09:33:13 pm
ma DDR a loro che gliene fotte? scrivono per un giornale che campa con gli aiuti dello stato!
ah è vero, non avevo notato che il tizio scrive per il Riformista, ovvero l'houseorgan dei dalemaboys ovvero un giornale che non si incula nessuno :asd:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: hallymay - Dicembre 19, 2010, 09:52:07 pm
guarda se togliessero sto cavolo di contributo solo quattro giornali rimarrebbero in Italia!
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bisca - Dicembre 19, 2010, 09:55:16 pm
guarda se togliessero sto cavolo di contributo solo quattro giornali rimarrebbero in Italia!
Immoliamoci al risparmio di carta, allora! ;D
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: hallymay - Dicembre 19, 2010, 10:03:13 pm
anfatti
ma lucachin ha detto la sua in questo topic? o ancora no?
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: yao_chan - Dicembre 19, 2010, 10:53:33 pm
anfatti
ma lucachin ha detto la sua in questo topic? o ancora no?

sssst, poi pensa che ce l'abbiamo tutti con lui :ihih:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: DDRD(evotchka) - Gennaio 15, 2011, 02:48:43 pm
io invece sono andata in una media sgarrupatissima, e non sono certo indigente.

il problema è che qui passa l'equazione scuola pubblica=troiaio sempre e comunque
scuola privata=scuola frequentata da galantuomini e signorine perbene.

al dilà delle opinioni personali sulla validità delle scuole private  è criminale  giustificare i tagli alla scuola dicendo che non ci sono soldi e poi regalare a pioggia fondi alle scuole private, che tra l'altro si possono permettere di rigettare alunni con disabilità e problemi di apprendimento. preferirei iscrivere un figlio a una scuola pubblica perché dovrebbe rappresentare un'ideologia laica e omnicomprensiva, e non una corrente educativa, partitica o religiosa.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Cettyola - Gennaio 15, 2011, 10:19:42 pm
Scuole pubbliche anche per me. C'è una scuola privata in zona che viene gestita da delle suore. Quando ero ragazzina quelli che andavano dalle suore passavano per scemotti senza voglia di studiare che tanto venivano promossi comunque visto che pagavano.

Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: cristina - Gennaio 16, 2011, 05:59:42 pm
venivano promossi comunque visto che pagavano.

E di fatto e così.
Io conosco un po' di gente che ha frequentato un liceo privato qui vicino. Usciti con voti altissimi, anche la più capra.
Nel mio liceo avrebbero avuto vita dura. Io credo che sarei uscita con 160 su 100.
Però devo dire che ha lasciato loro addosso una sicurezza incredibile in merito alle loro capacità.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: jules- - Gennaio 16, 2011, 06:30:52 pm
Non è vero in generale. Da me si bocciava parecchio.

Poi certo, c'era un liceo statale nel paese a fianco in cui io sarei stata bocciata in prima (severissimi e bravissimi), e un altro in cui erano TUTTI genii del male pieni di 8 in pagella, e facevano 24 ore la settimana. ::)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bisca - Gennaio 16, 2011, 07:08:13 pm
Anche qua il pensiero comune è quello (elementari e medie, le superiori private sono praticamente inesistenti). Comunque, nostre opinioni a parte, nella famosa classifica delle superiori (http://www.lastampa.it/multimedia/multimedia.asp?p=56&pm=1&IDmsezione=14&IDalbum=25131&tipo=FOTOGALLERY#mpos) del Piemonte il primo istituto privato è trentaduesimo. (ergo ciò che si paga è in minima parte la qualità d'insegnamento)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Karma Houdini - Febbraio 09, 2011, 08:31:07 pm
La Corte Costituzionale dichiara illegittima la norma che impediva ai precari del sud di conservare il proprio punteggio se cambiavano provincia. In arrivo migliaia di ricorsi e richieste di risarcimento al ministero. (http://www.repubblica.it/scuola/2011/02/09/news/supplenti_graduatorie_nel_caos_la_consulta_boccia_la_gelmini-12265484/)

Ed ora mi chiedo: chi pagherà tutti i ricorsi che sicuramente i supplenti bloccati da tale norma faranno al ministero della pubblica istruzione?
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: purple - Febbraio 23, 2011, 10:32:28 am
Ed i leghisti aggirano l'ostacolo grazie al voto di fiducia. :desolazione:
http://palermo.repubblica.it/cronaca/2011/02/23/news/la_supplente_rispedita_in_sicilia_cos_ha_voluto_la_lega_nord-12794399/?ref=HREC1-8
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Hobbes - Febbraio 24, 2011, 09:07:39 pm
http://www.ilriformista.it/stories/Prima%20pagina/315907_la_minestra_non_scende_dal_cielo_di_giampaolo_pansa/
???
ah, ho capito, il solito vecchiettismo su "i giovani vizzzziati con l'ipod"  ::)
beh, vecchi  arteriosclerotici, di  voi e soprattutto del vostro revisionismo da discount me ne fotto e per me potreste crepare sotto un ponte senza la pensione pagata da chi lavora. :P

L'ho letto solo adesso, e mi ha afflitta. Perchè gli anziani sentono il bisogno di preoccuparsi per il futuro? Perchè? Tanto saranno morti, cristdiddyo.

Un'altra cosa che trovo fastidiossima è la tendenza a fare di tutta l'erba un fascio, e quel modo meschinissimo di far sembrare tutti gli studenti dei giganteschi imbecilli.
Quando, a dicembre, abbiamo occupato il mio liceo, sono arrivati un bel po' di giornalisti alla ricerca di gente che beveva/faceva casino/distruggeva qualcosa, ma sono rimasti delusi ;D Son soddisfazioni.
Ovviamente ci sono stati comuque gli intelligentissimi commenti del tipo "ma perchè, invece di pensare a protestare, non studiate per il vostro futuro?" e "speriamo che usciti da quella scuola sappiate almeno tenere una matita in mano" (grazie della considerazione, ah), ma era inevitabile :-X
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: hallymay - Febbraio 24, 2011, 09:59:44 pm
invece, almeno da me a ragusa, se uno si iscrive alla scuola privata, significa che era troppo pippa per fare la scuola
Altro discorso è per l'università ma qui si considera al massimo la cattolica facoltà di medicina, perchè dopo che hai sborsato quelle rette un posto alla specializzazione te lo trovano sempre
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: mikyhell79 - Marzo 22, 2011, 05:49:19 pm
Così la riforma Gelmini ha fermato le università (http://www.repubblica.it/scuola/2011/03/22/news/caos_universita_1-13944557/) Minchia!   :miarrendo:
Citazione
Il motivo principe del motore fermo, e quindi dello spaesamento di matricole, studenti di lungo corso, assegnisti, ricercatori, finanche dei "prof" vicini alla cattedra, dipende dal fatto che la riforma universitaria è un tomo lungo e complesso e i decreti attuativi di cui abbisogna per essere trasformata in sostanza richiederebbero Consigli dei ministri in seduta permanente e non occupati dall'incandescente quotidianità della cronaca nazionale e internazionale.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bellatrix - Marzo 22, 2011, 06:27:36 pm
Cazzo  >:(. A Venezia, alla magistrale, vogliono togliere l'unico indirizzo di antropologia del triveneto. Che poi è l'unico Italia con curriculum etnolingustico.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: purple - Aprile 12, 2011, 01:01:21 pm
Lo metto qua per sottolineare l'alta opinione della scuola e della dignità dell'insegnante che si vuol propagandare

http://www.kataweb.it/tvzap/2011/04/11/reality-sui-precari-della-scuola-e-bufera-su-mediaset-161801/?ref=HREC2-9
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: angie - Aprile 12, 2011, 01:16:25 pm
avevo visto la pubblicità ed ero inorridita.
(la cosa mi tocca particolarmente perché come sapete auspico ad entrare a far parte della categoria)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Demart81 - Aprile 12, 2011, 06:01:05 pm
Giuro che me lo guardo. Voglio sapere a che punto del baratro siamo arrivati. Farsi spernacchiare dall'ignorantone checciàisordi? Istruire subumani? Per quelli che votano Silviuccio ci vuole questo ed altro.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Karma Houdini - Aprile 12, 2011, 08:58:05 pm
Giustamente prima li affamano fino alla disperazione e poi ne approfittano per sfruttarli in tutti i modi. La cosa che temo maggiormente è che alcuni di questi disperati potrebbero benissimo mettere la dignità da parte e mettere il muso sul piatto senza fiatare.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Fraulein Claire - Aprile 12, 2011, 09:24:48 pm
La cosa che temo maggiormente è che alcuni di questi disperati potrebbero benissimo mettere la dignità da parte e mettere il muso sul piatto senza fiatare.

Già.
Dyo che amarezza.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Bisca - Aprile 12, 2011, 09:28:08 pm
CHE SCHIFO. Altro che "Il Contratto".
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: hallymay - Aprile 12, 2011, 09:29:34 pm
CHE SCHIFO. Altro che "Il Contratto".
non c'è paragone, quello al massimo era un programma buono al momento sbagliato, questo è un crimine
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: purple - Aprile 13, 2011, 10:15:20 am
La commissione parlamentare d'inchiesta per mettere all'indice i libri comunisti coi quali orde di storici travierebbero  le giovani menti a fini elettorali
http://www.unita.it/italia/pdl-ecco-i-libri-da-mettere-br-all-indice-comunisti-1.282312

Citazione
Secondo 19 deputati del Pdl, capitanati da Gabriella Carlucci, i testi scolastici di storia, su cui studiano migliaia di ragazzi, nesconderebbero «tentativi subdoli di indottrinamento» per «plagiare» le giovani generazioni «a fini elettorali» dando «una visione ufficiale della storia e dell'attualità asservita a una parte politica», il centrosinistra, «contro la parte politica che ne è antagonista», ossia il centrodestra. Di fronte a questa situazione definita «vergognosa», secondo i parlamentari del Pdl, il parlamento «non può far finta di non vedere» e per questo chiedono, attraverso una proposta di legge, l'istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta «sull'imparzialità dei libri di testo scolastici». Il progetto di legge è stato depositato alla Camera da Carlucci il 18 febbraio scorso e assegnato alla commissione Cultura il 14 marzo.

Citazione
Il ministro all'Istruzione, Mariastella Gelmini, non si dissocia, anzi, la proposta verrà seriamente presa in considerazione: «Nei libri di testo non debba entrare la politica ma una visione oggettiva dei fatti e soprattutto degli eventi storici. Il Parlamento è sovrano, la commissione Cultura e Istruzione tratterà questo tema».

Da quando in qua è il parlamento a fare analisi storica? Cosa facciamo assumiamo 3-4 giornalisti revisionisti e li mettiamo a scrivere i sussidiari?
Oppure si preferisce creare il "mito" storico come in ancien régime? Un bello storico ufficiale assunto o affiliato al governo come allora?

Rendiamo la storia neutrale sbloccando tutti gli archivi? Ma proprio tutti; e fino all'altroieri se i contemporaneisti dovranno arrivare agli anni '90 (follia!).
Ma soprattutto l'ennesima offesa ad una materia ritenuta normalmente inutile se non quando fa i propri interessi e che, ancora una volta, viene considerata esclusivamente come un fine e non come uno strumento di analisi, che in quanto tale ha regole per essere maneggiato adatte a scongiurare ipotesi di propaganda (roba vecchia eh, almeno almeno dalla scuola tedesca ottocentesca). SE solo si avesse la minima conoscenza di come la ricerca storica funziona e del fatto che "persino" lei ha dei criteri scientifici da rispettare, per essere chiamata tale e non racconto, favoletta o peggio storia romanza da giornalista; che sembra essere la sola che in Italia per storia si spaccia alla "massa" (che si badi bene è diversa dalla storia divulgativa, poichè quest'ultima storia resta perchè anche in quel caso vigono gli stessi crismi)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: purple - Aprile 14, 2011, 10:36:00 am
chissà se questa sarebbe approvata dalla Carlucci.
http://milano.repubblica.it/cronaca/2011/04/14/news/la_prof_negazionista_del_manzoni_basta_con_il_mito_dell_olocausto-14910024/?ref=HREC1-4
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Misia - Aprile 14, 2011, 10:48:50 am
dovremmo chiamarla forse  :sisisi:

 :asd:

(http://scavicchialanotizia.files.wordpress.com/2009/09/0230010377921.jpg?w=300&h=225)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: mikyhell79 - Aprile 14, 2011, 10:51:35 am
 :D
Citazione
...È il pensiero di una docente milanese, Barbara Albertoni, articolato nel suo blog Cloro al Clero, una raccolta di decine e decine di post intrisi di antisemitismo e di insulti verso alcune personalità ebraiche italiane.
Che nome malvo   :asd:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Allevi3MSC - Ottobre 05, 2012, 07:20:25 pm
Oggi qui a Milano si è protestato parecchio... e in risposta hanno manganellato duro.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Mirtillosa° - Ottobre 06, 2012, 05:52:56 pm
Lo metto qua per sottolineare l'alta opinione della scuola e della dignità dell'insegnante che si vuol propagandare

http://www.kataweb.it/tvzap/2011/04/11/reality-sui-precari-della-scuola-e-bufera-su-mediaset-161801/?ref=HREC2-9

ma alla fine l'hanno fatto?
io comunque so che ci sono ragazzini che escono da scuola alle 12 o anche alle 11 di mattina, praticamente ci sono alcune cattedre vuote :desolazione:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Mbee - Ottobre 06, 2012, 07:36:49 pm
Mio fratello è in quarta scientifico e a oggi, a un mese dall'inizio della scuola, ancora non ha il prof di MATEMATICA E FISICA. Quindi esce ore prima, ma soprattutto non fa nessuna delle due materie!
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Chopper - Ottobre 07, 2012, 11:23:15 am
so anchde di numerosi istituti senza direttore scolastico preside.

Che amarezza, io ci volevo anche provare a fare l'insegnante, ma il percorso è veramente a ostacoli. Senza contare che posso insegnare poche cose.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Mbee - Ottobre 07, 2012, 09:57:20 pm
so anchde di numerosi istituti senza direttore scolastico preside.

Che amarezza, io ci volevo anche provare a fare l'insegnante, ma il percorso è veramente a ostacoli. Senza contare che posso insegnare poche cose.

Tecnicamente manca anche quello, ma c'è un preside di altri due istituti che fa il reggente, sia per la centrale (quella di mio fratello), sia per la succursale, avendo quindi 4 scuole da gestire.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Adriana - Ottobre 08, 2012, 12:50:56 pm

In realtà c'è stato proprio un processo di accorpamento di vari istituti in modo da ridurre il numero dei presidi. Poi però, senza il dono dell'ubiquità, servono i vicepresidi o altre figure.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: purple - Ottobre 08, 2012, 01:07:46 pm
un vicepreside costa meno di un preside. Il motivo è tutto lì.
Inoltre per alcuni casi estremi (tipo quello segnalato da Mbee) credo dipenda dagli infauti esiti del concorsone per presidi della primavera scorsa, affossato dai ricorsi (si contavano irregolarità di ogni tipo) e quindi niente nuove nomine.

Inoltre il tutto serve nella prospettiva d accorpare il personale di segreteria, visto che dopo le elementari-medie, ora si dovrebbero rendere "istituti comprensivi" anche quelli superiori.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Adriana - Ottobre 10, 2012, 03:50:20 pm

Sì, ma gira che ti rigira il personale non è mai abbastanza.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Mixarchagevas - Novembre 08, 2012, 08:38:33 pm
http://www.ansa.it/mobile/fdg/7760785.html (http://www.ansa.it/mobile/fdg/7760785.html)

Eh si, inni per legge, a gran voce copriamo i lamenti...
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Allevi3MSC - Dicembre 19, 2012, 08:05:13 pm
300 milioni in meno all'università.
Olé.


Theo prepara la valigia e i panni pesanti...
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Theodorus - Dicembre 19, 2012, 08:19:18 pm
Da moooooooo che si erano fatte proiezioni in merito, non temere.
Tieni conto che per il prossimo anno useremo i soldi messi da parte l'anno scorso.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Allevi3MSC - Gennaio 09, 2013, 05:14:16 pm
http://nipponhakken.blogspot.it/2012/05/addio-allisiao-litalia-ha-scelto.html (http://nipponhakken.blogspot.it/2012/05/addio-allisiao-litalia-ha-scelto.html)

Chiudono una mia alma mater; nel 2008 il governo puttaniere aveva deciso che era un ente inutile.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Mae - Gennaio 09, 2013, 05:24:10 pm
 :furioso:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Mixarchagevas - Gennaio 09, 2013, 05:57:25 pm
...ah, ne avevo accennato ad un giovanissimo che si sta applicando nelle questioni nipponiche; comunque, probabilmente, andrà in via diretta a Venezia.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Mae - Gennaio 10, 2013, 03:11:06 pm
Giapponese si può studiare anche a Milano (non so se a Venezia sia meglio, ma è possibile).
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: purple - Marzo 06, 2013, 06:26:06 pm
Lo metto qua, perché anche tutte queste sciagurate riforme dell'istruzione hanno una parte nel creare questo (http://www.repubblica.it/scuola/2013/03/06/news/crollo_degli_iscritti_nelle_universit_italiane_mai_cos_bassi_da_25_anni_e_cala_la_qualit-53971626/?ref=HREC2-9) dato.

Ci sarebbe tanto (probabilmente troppo) da dire e va anche premesso che quel genere di classifiche è costruito su criteri modellati sul far primeggiare il sistema all'anglosassone, ma in ogni caso il complesso è avvilente. Ed è meglio che non aggiunga altro.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Misia - Marzo 19, 2013, 11:55:47 am
Non è proprio una riforma, ma insomma si farà un referendum consultivo piuttosto importante.


http://www.internazionale.it/opinioni/wu-ming/2013/03/18/bologna-il-referendum-e-il-partito-poco-democratico/
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Mae - Marzo 20, 2013, 04:33:29 pm
Lo metto qua, perché anche tutte queste sciagurate riforme dell'istruzione hanno una parte nel creare questo (http://www.repubblica.it/scuola/2013/03/06/news/crollo_degli_iscritti_nelle_universit_italiane_mai_cos_bassi_da_25_anni_e_cala_la_qualit-53971626/?ref=HREC2-9) dato.

Ci sarebbe tanto (probabilmente troppo) da dire e va anche premesso che quel genere di classifiche è costruito su criteri modellati sul far primeggiare il sistema all'anglosassone, ma in ogni caso il complesso è avvilente. Ed è meglio che non aggiunga altro.

Ma è pur vero che la situazione del mercato del lavoro c'entra tantissimo con il calo di iscrizioni... A me non sembra necessariamente un male. Non so quanti, ma mi pare che fossero tanti anche gli abbandoni delgi studi. Si potrebbe calcolare il calo di iscrizioni al netto degli abbandoni del passato, come se la scelta dell'università ora fosse più ponderata.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Betty Moore - Marzo 21, 2013, 02:46:03 pm
Lo metto qua, perché anche tutte queste sciagurate riforme dell'istruzione hanno una parte nel creare questo (http://www.repubblica.it/scuola/2013/03/06/news/crollo_degli_iscritti_nelle_universit_italiane_mai_cos_bassi_da_25_anni_e_cala_la_qualit-53971626/?ref=HREC2-9) dato.

Ci sarebbe tanto (probabilmente troppo) da dire e va anche premesso che quel genere di classifiche è costruito su criteri modellati sul far primeggiare il sistema all'anglosassone, ma in ogni caso il complesso è avvilente. Ed è meglio che non aggiunga altro.

Ma è pur vero che la situazione del mercato del lavoro c'entra tantissimo con il calo di iscrizioni... A me non sembra necessariamente un male. Non so quanti, ma mi pare che fossero tanti anche gli abbandoni delgi studi. Si potrebbe calcolare il calo di iscrizioni al netto degli abbandoni del passato, come se la scelta dell'università ora fosse più ponderata.

sono d'accordo.
poi se ci sono meno iscritti ai corsi di laurea tappabuco dove prendi un 28 studiando 24 ore è solo un bene.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Misia - Maggio 07, 2013, 04:38:49 pm
Non è proprio riforma, ma vabbè si tratta del dualismo finanziamento pubblico/privato della scuola


 http://temi.repubblica.it/micromega-online/la-buona-azione-di-bologna/

Citazione
Il cardinale Bagnasco ha dichiarato che quel finanziamento permette allo Stato di risparmiare.

 ::)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Misia - Maggio 21, 2013, 12:14:39 pm
Prodi vs GUccini  :pippotto:

http://www.corriere.it/politica/13_maggio_21/prodi-scuola-paritaria-referendum_8072dd0e-c1da-11e2-a4cd-35489c3421dc.shtml
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Allevi3MSC - Maggio 27, 2013, 12:44:42 am
http://bologna.repubblica.it/cronaca/2013/05/26/news/referendum_scuole_vince_la_a_ma_l_affluenza_ai_minimi_storici-59711026/?ref=HREC1-1

Bene.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Dark Star - Maggio 27, 2013, 12:56:15 am
dove prendi un 28 studiando 24 ore è solo un bene.
In Bocconi? AH, no, lì l' equazione è: 3+90= 30. Tempo di percorrenza linea 3+ filobus 90= 30 in "Pi A".
E io che, ingenua, mi chiedevo, prima di scoprire bene, cos' avrebbe detto Carlo Cipolla dele loro dispensine di Storia Economica...non avevo visto niente. Cipolla chiiii?
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Dark Star - Maggio 27, 2013, 01:04:49 am
Questo topic è ulceroso...Potrei postare- ma non lo faccio- i temi d' esame dell' ultimo concorsone della scuola, temi scritti di matematica. Così si comprenderebbe che menti raffinate ci sono dietro: un compito di matematica 'qualitativa'. Giustamente, creato per poter 'interpretare', ahem...i numeri son troppo precisi, no? Scandaloso. Il paradigma dei concorsi.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Theodorus - Maggio 27, 2013, 01:24:45 am
Invece quelli di lettere erano quantitativi.

Voi non capite, c'è dietro un grande progetto di rivoluzione culturale.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Allevi3MSC - Maggio 27, 2013, 02:27:18 am
 :rotfl:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Betty Moore - Maggio 27, 2013, 01:37:10 pm
Invece quelli di lettere erano quantitativi.

Voi non capite, c'è dietro un grande progetto di rivoluzione culturale.

giusto! sennò poi come fa un povero umanista a rispondere alle fondamentali domande del tipo "quante tessere di mosaico ci sono su questa parete"?
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Misia - Maggio 27, 2013, 01:39:44 pm
Tipo i fagioli della Carrà :asd:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Kro - Maggio 27, 2013, 01:52:45 pm
Tipo i fagioli della Carrà :asd:

Però li, almeno, vincevi soldi.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Allevi3MSC - Ottobre 13, 2013, 08:50:54 pm
http://www.leggo.it/SOCIETA/SCUOLA/scuola_petizione_storia_arte/notizie/337919.shtml

Ma è vero?
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Theodorus - Ottobre 13, 2013, 08:52:00 pm
Aha.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Allevi3MSC - Ottobre 13, 2013, 08:54:55 pm
 :facepalm: :scapoccia: :furioso:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Betty Moore - Ottobre 13, 2013, 09:15:06 pm
anche dalle scuole a indirizzo artistico?
ma cosa dovrebbero studiare allora nelle scuole a indirizzo artistico? ingegneria nucleare?  ???  :patpat:
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Allevi3MSC - Ottobre 13, 2013, 09:29:45 pm
Intendiamoci, al liceo artistico resta.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: purple - Ottobre 13, 2014, 11:33:34 am
http://www.repubblica.it/scuola/2014/10/10/news/dispersione_scolastica_record_e_il_governo_taglia_i_fondi-97837341/

solleciti italiani, rispondono da soli alle richieste di Confindustria di abbassare l'obbligo scolastico
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Misia - Maggio 05, 2015, 01:15:15 pm
Di nuovo argomento caldo per questo governo.

http://www.ilpost.it/2015/05/05/riforma-scuola-la-buona-scuola/

http://espresso.repubblica.it/palazzo/2015/05/04/news/p-margin-bottom-0-21cm-la-protesta-contro-la-buona-scuola-di-renzi-scende-in-piazza-1.210475?ref=HEF_RULLO
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Misia - Maggio 06, 2015, 11:52:09 am
http://www.roars.it/online/la-buona-scuola-e-il-crollo-del-buonsenso/

Citazione
DA OGGI I MIEI INTERVENTI SULLA STAMPA SONO FINITI

Questo articolo doveva essere pubblicato da giorni sul quotidiano di cui “ero” editorialista, e di giorno in giorno è stato rinviato, fino a che oggi rappresenta l’estremo limite perché non diventi obsoleto. Lo propongo qui in una versione un po’ espansa.

In cambio, al suo posto, è stato pubblicato un articolo-appello a non scioperare che imputa allo sciopero il rigetto del tema del MERITO – insomma una predica sull’importanza del merito. Il “bello” è che l’autore della predica è persona che ha millantato due lauree e un master di economia mai conseguiti, e altre titoli di “merito” inesistenti.

L'ineffabile Oscar Giannino  :asd:

http://www.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/CRONACA/sciopero_prof_dimentica_merito/notizie/1332258.shtml
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Betty Moore - Giugno 26, 2015, 09:51:01 am
http://www.repubblica.it/scuola/2015/06/25/news/scuola_boschi_chiede_la_fiducia_grasso_convoca_la_capigruppo-117642505/?ref=HRER3-1

ammetto di non essere informatissima su quest'ultima riforma, non ho seguito molto le notizie, ma per quel poco che ho letto mi pare una cacata senza precedenti, soprattutto la storia del preside coi superpowers.
sir perce ha scritto qualcosa da qualche parte sull'argomento? mi piacerebbe leggere un suo parere.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Allevi3MSC - Giugno 26, 2015, 10:50:15 am
Io ho seguito un po' la cosa sopratutto grazie alla trasmissione del giovedì sera a radio pop... rispetto agli anni scorsi ho invece parlato molto meno con chi nella scuola ci lavora.
I nuovi poteri del preside fanno rabbrividire; tra le altre cose possiamo realisticamente aspettarci un boom dei ricatti sessuali, dato che la popolazione degli insegnanti è a schiacciante maggioranza femminile, ma STRANAMENTE la percentuale di maschi tra i presidi è altissima.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Betty Moore - Giugno 26, 2015, 02:04:58 pm
OT, io ho sempre avuto presidi femmine, elementari, medie e superiori.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Mixarchagevas - Giugno 26, 2015, 08:07:02 pm
http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/06/26/scuola-la-riforma-di-destra/1819530/
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: purple - Giugno 27, 2015, 09:26:43 am
Tutto quello che fa questo governo è di destra.  Il metodo biecamente ricattatorio e dogmatico con il quale questa porcheria e tutte le altre vengono fatte passare in stile "come osate andare contro il divino verbo renziano" se ci provate vi mando a casa, la dice tutta sull'ideologia di fondo non tanto nello specifico, ma nella concezione generale.
Un passo più nello specifico, tutte le riforme che riguardano - anche di striscio -  il lavoro sono solo ed esclusivamente fondate su concetti neoliberisti, più o meno mediati.

La ministra sarà al settimo cielo, visto che a sentire le sue interviste l'unico desiderio nella vita parrebbe essere vedere aumentato il peso e soprattutto il finanziamento delle scuole confessionali (mi rifiuto di chiamarle parificate). Non per niente tutti i suddetti istituti, almeno nella mia città, sono tappezzati di striscioni in cui rivendicano di essere loro la "vera" buona scuola.
In effetti corrisponde al modello renziano. Ne ho sentite di ogni colore da persone che ci hanno insegnato (imposizioni varie che vanno dall'obbligo di non dare mai voti inferiori al 7 "o ti caccio", sino a quello di obbligare i docenti a recitare l'Ave Maria ad ogni cambio ora - giuro che non ci credevo la prima volta che mi hanno detto questa, ma così capitava -) e io consiglio di usarle proprio a modello queste fulgide idee  :desolazione:
Evito di elencare serie di assurdità già in uso quotidiano da parte dei presidi (una fra le mie "preferite" è stata minacciare di richiamo scritto la docente per essersi andata a lamentare e chiedere un confronto con i genitori di un ragazzino che aveva minacciato in classe pubblicamente di aspettarla in cortile coi suoi amici e menarla se non gli cambiava subito il voto da 4 a 6; o un altro docente che si è sentito dire che se i ragazzi copiano col cellulare lui non può fare niente perché lei, la preside, ha deciso che per non avere rogne coi genitori i ragazzini hanno diritto all'uso continuo del cellulare in classe per prevenire emergenze ??? ).


Sulla riforma in sè, mi sembra solo il modo per parificare definitivamente, e in grande stile,  il comparto della scuola agli altri ambiti lavorativi italiani: se vuoi trovare impiego basta che tu sia raccomandato e/o estremamente servile (e poco propenso a muovere critiche costruttive). Meglio entrambi. Merito, conoscenza della materia, autonomia di giudizio, etc. sono qualità non necessarie, anzi potenzialmente dannose.
Io personalmente preferisco alla peggio alcuni insegnanti schifati e svogliati come possono essercene ora a schiere di istituti compattati intorno a un pensiero unico (qualsiasi esso sia, ma quello della dirigenza e a salire di chi quella dirigenza ha nominato) come è il rischio accada man mano che negli anni le scelte dei presidi confermeranno la composizione del corpo docente dentro un istituto. Anche se un preside se ne va sarà il corpo dei docenti a portarlo avanti. Basti pensare a quegli esercizi di stile che sono gli elenchi dei titoli necessari per partecipare ad un concorso, perfetti profili del candidato vincitore, studiati per essere inattaccabili e disegnati su una persona sui 6 miliardi esistenti, che hanno creato e soprattutto perpetuano in maniera più sfacciata e al ribasso qualitativamente parlando tante belle corti a livello universitario - per restare sempre in ambiente di istruzione -; ma che si possono trovare per qualsiasi settore. Qui non avranno neanche la fatica di prepararli, ancora più facile e veloce. Il fatto che possano pescare dentro un determinato bacino e non ovunque non aiuta né media il potenziale di discrezionalità pura. Io non mi aspetto usito nessun altro criterio.


E' perfettamente inutile copiare (male) un sistema "all'anglosassone" in un ambiente come quello lavorativo italiano dove il dirigente (in qualsiasi campo, ancor più nel pubblico) ha tutte le discrezionalità possibili, ma mai alcuna responsabilità in proprio.
Al contrario che nel modello originario se le scelte sono sbagliate non salterà il banco nel suo insieme, ma solo - forse - l'ultima pedina.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: purple - Giugno 27, 2015, 09:26:56 am
A livello didattico, non faranno altro che potenziare le diseguaglianze fra scuole, che già purtroppo esistono.
Per non avere rogne il preside farà quello che vogliono i genitori - come già ora capita, ma capiterà di più - e via cosi.
Il consiglio d'istituto raramente media; sempre se non è d'accordo in partenza.


Di tutti i tanti insegnanti e aspiranti tali che conoscono: i più giovani e precari sono demoralizzati, sfiduciati, schifati (quella più appassionata della sua professione, per fare la quale da precaria ha lasciato un impiego a tempo indeterminato in altro settore, giusto ieri mi ha detto che si è pentita; non è bello sentirselo dire da quella che a livello didattico e d'amore per l'insegnamento era la più qualificata); quelli di mezza età ma stabilizzati se ne fregano abbastanza (della serie ci ho messo un secolo ad avere un posto, mi hanno schifato, facciano quello che vogliono basta che non rompano) e i più vecchi sostengono che la scuola è una macchina che ingoia, digerisce e alla fine sputa tutto decidendo lei come. Ovvero che alla fine piano piano la riforma verrà tamponata dalla "macchina" stessa sul piano concreto, sgonfiando quello ideologico.
Personalmente preferirei avessero ragione gli ultimi, ma temo che siano solo quelli illusi dal fatto che in passato cambiamenti ce ne sono stati. Temo piuttosto che sia l'atteggiamento dei mediani a dirla tutta.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Betty Moore - Giugno 28, 2015, 01:13:19 am
grazie purple per il parere.
sono particolarmente d'accordo con il discorso sul sistema anglosassone monco.
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Misia - Luglio 09, 2015, 12:44:21 pm
http://www.ilpost.it/2015/07/09/riforma-scuola-legge/

Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: purple - Marzo 22, 2016, 12:33:05 pm
http://www.repubblica.it/scuola/2016/03/21/news/primavera_dell_universita_la_fuga_dei_cervelli_e_costata_23_miliardi_-136012731/?ref=HREC1-31

Citazione
“Chi ci guarda dall’estero si stupisce della nostra capacità di resistenza: la legge Gelmini ha portato a una diminuzione del 100 per cento dei progetti di ricerca. Occorre fare in fretta e portare nuova linfa alle università, i miracoli non durano nel tempo”

un'opera che solo in pochi potevano realizzare :spiaggiato:


La situazione si traduce con la parola disperazione, ma anche quando se la cantano e se la suonano delle loro virtù ci sarebbe molto da ridire  ::)
A meno che non li applaudano la schiera di yes people che sono gli unici attualmente a scannarsi per i pochissimi posti disponibili.


(metto qui perché non ricordo se c'è uno spazio più specifico)
Titolo: Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Misia - Marzo 22, 2016, 12:47:31 pm
La Gelmini, pietà  :malaticcio: :facepalm:
Titolo: Re:Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Allevi3MSC - Giugno 20, 2017, 10:02:52 am
http://www.repubblica.it/speciali/scuola/maturita/edizione2017/2017/06/20/news/errore_d_ortografia_sul_sito_della_maturita_critiche_sui_social_e_il_ministero_si_scusa-168574329/?ref=fbpr

Olè.
Titolo: Re:Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Chopper - Giugno 20, 2017, 12:10:23 pm
L'automeme del MIUR. Imbarazzo
Titolo: Re:Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Misia - Ottobre 20, 2017, 01:31:14 pm
http://www.glistatigenerali.com/occupazione_scuola/i-millenials-viziatelli-mi-hanno-francamente-rotto-le-palle/

Mi sono già girate le scatole per un articolo che comincia con: "settimana scorsa"

 :nanna:

Titolo: Re:Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: PiantaGrassa - Ottobre 20, 2017, 02:20:12 pm
Arrogante e populista comunque. Porta esempi suoi che non sono paragonabili all'attuale perché il mercato del lavoro è cambiato moltissimo. Un commento allo scritto pone il problema (se pur in maniera un poco confusionaria)
Titolo: Re:Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Allevi3MSC - Gennaio 31, 2018, 02:46:16 pm
Di già le materie della "maturità"? Io mi ricordo che venivano stabilite più tardi.


(Greco... come il mio anno; e ricorre il quarto di secolo)
Titolo: Re:Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: purple - Febbraio 01, 2018, 12:16:18 pm
Primo scritto il 20 giugno.
Giustamente, il clima in Italia a luglio è così adatto allo studio e a star chiusi a sostenere prove stressanti in edifici forno.
Titolo: Re:Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Mixarchagevas - Febbraio 09, 2018, 03:44:42 pm
Segnalato da una antica utente, fu vecchio forum:

http://m.flcgil.it/rassegna-stampa/nazionale/qui-niente-poveri-ne-disabili-le-pubblicita-classiste-dei-licei.flc
 
Titolo: Re:Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: purple - Febbraio 04, 2019, 07:24:56 pm
https://www.corriere.it/opinioni/19_febbraio_03/boom-iscritti-liceo-disoccupati-meglio-meritocrazia-tedesca-db08f494-27df-11e9-84f8-838f47b6747c.shtml

Quando si dice scrivere di ciò che non si conosce. E mistificarlo.

Se c'è un sistema immeritocratico è quello tedesco. Intendo area EU perché meglio lasciar stare le derive orientali. Da noi poi da adulto ti trovi il muro di gomma, ma lì altri ti segnano l'esistenza prima che uno ne abbia coscienza.

Il marmocchio crucco viene vincolato a vita dalle ridenti maestrine nel pieno della sua infanzia. Ciò perché in Germania (e in generale nel mondo tedescofono) non esiste il concetto di "poter" cambiare ambito di lavoro varie volte nella vita, se lo si vuole. O se si deve.
In linea di principio e regola il lavoro dei 20 anni lo dovrai tenere a vita, in una maniera o nell'altra. Se lo perdi sei un "fallito" e dovrai adattarti. Cosa che tutto sommato si può accettare, si potrebbe ecceppire (ma anche no). Molto, molto peggio, è se non lo perdi ma semplicemente vuoi cambiare: sei considerato divergente dalla regola. Orrore.

Si parla di un contesto in cui per fare il commesso "seriamente" devi avere un corso triennale professionalizzante solo da commesso. Non sei ritenuto "capace" / "adatto" a fare niente altro. Cambi ruolo? Si riparte. Sennò puoi adattarti ai lavoretti mal pagati, da immigrato per capirci. Da qui si capisce perché cambiare sia impossibile e insensato, avresti anni da coprire da solo di disoccupazione. (Diverso il sistema dei centri impiego, coi quali però la stragrande maggioranza viene demansionata e per la mentalità di cui sopra avrà vita difficilissima nel trovare un impiego pari e/o simile al primo).

Allora, al netto che il sistema può anche funzionare nel nostro caro mondo neolib e che reddito e livello di istruzione viaggiano su binari non necessariamente collegati, anzi il contrario (ad es. un operaio specializzato può avere uno stipendio molto più alto di un docente laureato, quindi può essere molto più allettante essere il primo) e senza voler toccare quel tasto, il fatto che la tua vita (e appunto per quanto detto non necessariamente il reddito) sia deciso su un pre-adolescente è ridicolo. Per non dire orrendo. Altro che modello.

Di tutte, tutte(!), le persone che conosco e sono italiane non ce n'è una che non viva nell'angoscia di affrontare quel sistema. Le coppie miste fanno conto sul fatto che un genitore è tedesco. Ho visto docenti universitari terrorizzati che il consorte germanico non bastasse a far accettare la prole come adatta al liceo.

Le coppie di due immigrati, poi, sono mediamente rassegnate a una fine scolastica prevedibile. O la accettano, o rientrano. Una coppia di amici, dopo più di 3 anni ed ora con un'ottima posizione lavorativa per entrambi lo sta già programmando. Perché? Lei ha la 'sventura' di lavorare in una scuola: 9 bambini su 10 figli di entrambi i genitori stranieri sono selezionati dalle maestre per le classi differenziate per persone con ritardi nell'apprendimento. Motivazione standard: perché non hanno il tedesco-dialetto di un locale, quindi sono considerati dotati di QI inferiore, in quanto tali differenziati. Chi ha il marchio della classe differenziata ha una possibilità di raggiungere l'ammissione al liceo* nell'ordine dello 0,...%. Lei poi ci lavora anche con quei bimbi (insieme agli altri considerati "normali" secondo le maestre) e non vede alcuna di queste tare. Anzi, spesso su certe attività sono i più svegli per questioni di bilinguismo (anche se non perfetto). Chi cerca di tamponare spende stipendi e fa rincretinire la prole con ore e ore di lezioni private di tedesco.
Ha deciso che i suoi figli vuole facciano/inseguano qualsiasi carriera vogliano, non che le maestre decidano per loro a 7-8 anni, senza che né lei né il marito possano mettere bocca. Qualsiasi carriera/lavoro, e certamente scelgano oltre i 10 anni.

Non è una questione economica, è una questione etica.



* senza liceo non si entra all'università ed è complessa anche l'ammissione alle scuole tecniche di grado inesistente in Italia ma che si potrebbero definire parauniversitarie.
Titolo: Re:Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: Mixarchagevas - Febbraio 04, 2019, 07:56:38 pm
Sbaglio o c'è comunque una non troppo nascosta vicinanza, per l'essenza del modello, anche da parte dell'autrice dell'articolo?
Titolo: Re:Riforma della scuola... Perche' protestare??
Inserito da: purple - Febbraio 04, 2019, 10:00:01 pm
L'autrice è convintissima, infatti.

Ma siccome è radical-chic e non può - almeno pubblicamente - mostrarsi pro-discriminazione, ne deduco che non lo conosca bene, sennò avrebbe usato un altro esempio.
Tutto il suo discorso ruota solo e soltanto intorno al reddito (e probabilmente è anche convinta che la posizione o si eredita o si è geneticamente inferiori), quindi porta a modello ciò che un vero radical-chic dall'ipocrisia pelosa non dovrebbe. Ma poi pensa. Non percependo che invece il modello tedesco non gioca sul reddito, ma sull'etica. In tal senso è un discorso che qua non funziona, perché ci manca dalla mentalità la propensione ai "gradi militari" irremovibili che invece là lo rende accettato e considerato l'unico sensato. E, infatti, sulle quote con cui le maestrine smistano tutti i bambini non hanno nemmeno piena autonomia didattica, ci sono "suggerimenti" dei vari länder in base a previsione e pianificazione del mercato di lavoro di lì a tot anni (perché il secondo corollario è che uno deve anche restare con le radici dove nasce, solo a livello professionale alto si contempla maggiormente la mobilità. Praticamente un modello sociale - più che economico - ottocentesco).

Nel caso del mamozzo, invece, è uno spot per confindustria "bisogna mandare tutti all'istituto tecnico, chi va al liceo se non è ricco di famiglia è parassita", riuscito con l'esempio peggiore. Anche perché mica pagano in Italia quelli usciti dal tecnico come si farebbe in Germania.