Le Malvestite

Psychiatric help => Malvahoo answers => Topic aperto da: Allevi3MSC - Marzo 27, 2010, 12:34:34 pm

Titolo: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Allevi3MSC - Marzo 27, 2010, 12:34:34 pm
M'interessa sapere se anche voi avete dei classici (sopratutto letteratura, ma volendo non solo) verso i quali avete delle fortissime prevenzioni (magari completamente campate in aria), tanto che credete che non li affronterete mai. E viceversa dei classici che credevate non avreste mai affrontato o non vi sarebbero piaciuti e che invece vi hanno sorpreso.

Comincio io:

per la prima categoria Paradiso perduto di Milton, non so bene perché (puro pregiudizio) ma mi dà l'idea di un mattone indigeribile e anche invecchiato male, conosco qualcuno che l'ha letto ma io non credo che lo farò mai;

per la seconda categoria l'opera di Joyce in generale, ero convinto che non facesse per me, che non sarei mai riuscito a leggerlo, e mi dicevo anche che non dovevo vivere schiavo del dovere di leggerlo e del senso di colpa. Fu così che una domenica di una dozzina circa di anni fa presi in mano Dedalus con l'intenzione di dire "ci ho provato, ho avuto conferma che non mi piace e ora lo lascio stare per sempre"; invece ne rimasi incollato, per quel giorno non feci più altro: non lo lessi tutto d'un fiato ma mi pare in due o tre giorni.

Altra categoria magari potrebbe essere quella dei classici che vi ripromettete sempre di affrontare e poi rimandate sempre, o che avete cominciato cento volte senza mai superare un dato punto.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: momo - Marzo 27, 2010, 12:52:48 pm
Ora ci penso. Ma intanto parto con la terza categoria.

I due libri che ho iniziato millemila volte senza mai riuscire ad andare avanti più di tanto sono:

Anna Karenina, Tolstoj e Il pendolo di Foucault, Eco. Solo ora mi rendo conto che sono l'uno il libro preferito di una sorella e l'altro dell'altra. Sarà colpa loro?
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Allevi3MSC - Marzo 27, 2010, 12:59:22 pm
Possibile: dirmi di leggere un libro è il modo più sicuro per evitare che io lo faccia; forse anche tu funzioni così.

(Una delle tue sorelle ha gusti molto migliori dell'altra...  ::))
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: dott. Bartolini - Marzo 27, 2010, 01:00:06 pm
"Classici  verso i quali avete delle fortissime prevenzioni ":
L' Elogio della Follia di Erasmo (:zzz: :zzz:), perchè è la lettura preferita di lui :http://paz83.files.wordpress.com/2009/03/silvio-berlusconi-gesu.jpg (http://paz83.files.wordpress.com/2009/03/silvio-berlusconi-gesu.jpg), o i vari libri di formazione bimbominkia ( libri di Hesse, Salinger, Hemingway, etc.....): sono stati scritti da psicopatici e pervertiti  ;D,(e poi il 99% dei bimbominkia della mia generazione li ha letti,ancora non c'erano Moccia&co.).

"Classici che credevate non avreste mai affrontato o non vi sarebbero piaciuti e che invece vi hanno sorpreso":
Le Operette morali di Giacomo Leopardi: ammetto di essere stato ( e di essere ancora) un bimbominkia, e quindi avverso al Leopardi perchè considerato mainstream, ma appena inziato l'ho finito in poco tempo...sarà stato il mio essere byron a farmi amare il Leopardi? Boh...

"Classici che vi ripromettete sempre di affrontare e poi rimandate sempre, o che avete cominciato cento volte senza mai superare un dato punto": Proust, rimandato alle calende greche  ;D
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: NuovaCarne - Marzo 27, 2010, 01:00:15 pm
M'interessa sapere se anche voi avete dei classici (sopratutto letteratura, ma volendo non solo) verso i quali avete delle fortissime prevenzioni (magari completamente campate in aria), tanto che credete che non li affronterete mai.
fai prima a chiedermi verso quali classici non ho pregiudizi
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Melisande - Marzo 27, 2010, 01:01:01 pm
L'Ulisse di Joyce. Ho sempre creduto che fosse una tegola illeggibile, lungo prolisso inconcludente, pagine e pagine senza punteggiatura e via discorrendo.
Ho provato a leggerlo.
Sono ancora convinta che sia una tegola illeggibile XD
(Dubliners invece l'ho letto intorno ai sedici anni e mi era piaciuto.)

Eppoooi... Guerra e Pace. Ero convinta che mi sarebbe piaciuto, partivo lanciatissima... poi mi sono arenata sulla spiaggia della noia, delle citazioni in francese senza traduzione e dei baffetti della contessina sarcazzo.

Prima ancora di vedere Apocalypse Now, totalmente ignara che fosse liberamente tratto da un libro (beata ignoranza!), ho scoperto invece che "Heart of Darkness" è meraviglioso. E sì che mentre la prof ce lo spiegava a lezione pensavo di morire, me lo immaginavo di una pesantezza eterna. Invece l'ho divorato.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: NuovaCarne - Marzo 27, 2010, 01:02:59 pm
L'Ulisse di Joyce. Ho sempre creduto che fosse una tegola illeggibile, lungo prolisso inconcludente, pagine e pagine senza punteggiatura e via discorrendo.
Ho provato a leggerlo.
io l'ho iniziato 4 volte. Ma solo INIZIATO. Con questo ho detto tutto.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Melisande - Marzo 27, 2010, 01:05:47 pm
Io non sono mai arrivata oltre pagina cinquanta.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: NuovaCarne - Marzo 27, 2010, 01:08:29 pm
Io non sono mai arrivata oltre pagina cinquanta.
io non sono mai arrivata a pagina 20  ;D
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: momo - Marzo 27, 2010, 01:21:46 pm
Dell'Ulisse c'è anche la Guida alla lettura,  :)

Allevi, sì, probabilmente funziono così anch'io!

Doc, Proust sarà l'impresa di quest'estate, tutta la Recherche. Non appena verrò riammessa al prestito nella biblioteca vicino casa mia. Sono bandita fino a giugno.  :tze:
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: dott. Bartolini - Marzo 27, 2010, 01:25:39 pm

Doc, Proust sarà l'impresa di quest'estate, tutta la Recherche. Non appena verrò riammessa al prestito nella biblioteca vicino casa mia. Sono bandita fino a giugno.  :tze:
:rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl:
hai svaligiato mezza biblioteca?

momo esiste pirate bay anche per i libri, soprattutto per Proust

Ulysses??? :sgratsgrat: :sgratsgrat: :sgratsgrat: :sgratsgrat: se volete deprimervi vi consiglio Cioran o Onfray :P
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Melisande - Marzo 27, 2010, 01:26:17 pm
Oibò Momo, che hai combinato per farti bandire?
Tra l'altro è una punizione davvero vintage XD
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Allevi3MSC - Marzo 27, 2010, 01:28:27 pm
Momo, per favore non farlo.
Metti del tempo, mesi ma magari anni, tra un libro e l'altro. Leggere Proust di fila è un crimine. Grave.

Guerra e pace rimarrà per sempre uno dei miei libri preferiti; è vero però che la rilettura integrale la rimando alla tarda mezza età.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: momo - Marzo 27, 2010, 01:34:50 pm
Ho riportato i libri con un ritardo mostruoso e quindi la punizione è che non posso prenderne in prestito altri per un periodo di tempo pari a quello del ritardo.

 ;D

Non mi carica la baia dei pirati, comunque non ce la farei a leggere libri sul pc, mi piace tenerli in mano, e anche andare in biblioteca. E' che non riesco ad adeguarmi alle loro tempistiche!

Allevi, no, non intendo finirla tutta entro quest'estate. Inizio quest'estate.  ;)
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: dott. Bartolini - Marzo 27, 2010, 01:45:12 pm
Ho riportato i libri con un ritardo mostruoso e quindi la punizione è che non posso prenderne in prestito altri per un periodo di tempo pari a quello del ritardo.

 ;D

Non mi carica la baia dei pirati, comunque non ce la farei a leggere libri sul pc, mi piace tenerli in mano, e anche andare in biblioteca. E' che non riesco ad adeguarmi alle loro tempistiche!

Allevi, no, non intendo finirla tutta entro quest'estate. Inizio quest'estate.  ;)
Questa estate???
Temo che dovrai posticipare Proust, perchè  i Pearl Jam suoneranno al Parco San Giuliano di Mestre  il 6 Luglio...... ;D
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Allevi3MSC - Marzo 27, 2010, 01:58:48 pm
Ah: Leopardi è il più grande poeta del XIX secolo. Non italiano: del mondo, ha vinto ai punti con Puskin. Tutti gli altri li ha stracciati.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Chopper - Marzo 27, 2010, 02:03:25 pm
classico verso il quale ho SERI pregiudizi:
THOMAS MANN. la morte a venezia l'ho letto, e mi ha fatto vomitare, letteralmente, mi è sembrato piuttosto squallido. Non contento, ho provato pure a leggere la montagna incantata, che ovviamente non ho finito,  sancendo così definitivamente il mio odio profondo per questo autore.
Ah, oi non sono mai riuscito a finire il pallosissimo "i tre moschettieri" di dumas e ci ho provato moooooooltissime volte.


Classici che credevate non avreste mai affrontato o non vi sarebbero piaciuti e che invece vi hanno sorpreso:

I miserabili. don chisciotte. Moby Dick. Che belli  :)

Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: dott. Bartolini - Marzo 27, 2010, 02:05:50 pm
Ah: Leopardi è il più grande poeta del XIX secolo. Non italiano: del mondo, ha vinto ai punti con Puskin. Tutti gli altri li ha stracciati.

io (http://www.ahistoryofgreece.com/biography/byron.jpg)? Chi sono ? Il figlio della Filippa?


Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Allevi3MSC - Marzo 27, 2010, 02:10:37 pm
Don Chisciotte è al primo posto nella mia terza categoria. Non supero mai le poesie iniziali. Ma è molto che non ci provo.

Mi spiace, doc: tu non sei nemmeno in top five, al contrario del tuo amico Percy.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: NuovaCarne - Marzo 27, 2010, 02:10:47 pm
io ho pregiudizi verso la poesia.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: dott. Bartolini - Marzo 27, 2010, 02:12:23 pm
Don Chisciotte è al primo posto nella mia terza categoria. Non supero mai le poesie iniziali. Ma è molto che non ci provo.

Mi spiace, doc: tu non sei nemmeno in top five, al contrario del tuo amico Percy.
Percy era cornuto e pure sgualdrino
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Allevi3MSC - Marzo 27, 2010, 02:14:46 pm
io ho pregiudizi verso la poesia.

Sono molto comuni. In realtà li abbiamo quasi tutti, qualcuno però li affronta. Io ho forti pregiudizi verso la poesia dalla seconda metà del '900 in poi, ma ho torto. Più che altro sono pigro e ignorante.

Oh, ma il valore dei versi non ha a che vedere con la moralità, zoppo incestuoso.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: dott. Bartolini - Marzo 27, 2010, 02:17:17 pm
io ho pregiudizi verso la poesia.

Sono molto comuni. In realtà li abbiamo quasi tutti, qualcuno però li affronta. Io ho forti pregiudizi verso la poesia dalla seconda metà del '900 in poi, ma ho torto. Più che altro sono pigro e ignorante.

Oh, ma il valore dei versi non ha a che vedere con la moralità, zoppo incestuoso.
:rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl:
Così come il taglio alla Battisti non ti fa diventare il Mozart italiano......
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Eva Duarte - Marzo 27, 2010, 02:30:49 pm
Prima categoria:
Idiosincrasia pura verso TUTTI i classici definiti tali: Joyce, Proust, Tolstoj, Jane Austen, Virginia Woolf, etc etc etc
Se invece alla definizione "classici della letteratura" aggiungiamo la parola "horror gotica" allora potete sottopormi tutto quello che volete che me lo leggo senza problemi ;D

Seconda categoria:
Moby Dick: pensavo fosse un mattone improponibile, invece l'ho letto senza troppi patemi d'animo e mi è pure piaciuto :o.

Terza categoria:
Il pendolo di Foucault - :bleah: no comment
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Allevi3MSC - Marzo 27, 2010, 02:32:12 pm
Ah: Leopardi è il più grande poeta del XIX secolo. Non italiano: del mondo, ha vinto ai punti con Puskin. Tutti gli altri li ha stracciati.

Intendiamoci: Goethe è stato assegnato al secolo precedente.

Sorprendete che i due al primo posto abbiano vissuto gli stessi anni, con solo un anno di scarto.

Eva, mi spiace molto per te: ti perdi il meglio che ci sia la mondo. Purtroppo è un problema diffuso.
Però aspetta, se il Pendolo NON ti piace non rientra nella terza categoria come la intendevo io: classici che non riusciamo ad affrontare ma che ci affascinano e di cui riconosciamo il valore.

Comunque io Eco non lo metterei proprio tra i classici (ma nemmeno tra i veri scrittori  ::))
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: dott. Bartolini - Marzo 27, 2010, 02:38:32 pm
Prima categoria:
Idiosincrasia pura verso TUTTI i classici definiti tali: Joyce, Proust, Tolstoj, Jane Austen, Virginia Woolf, etc etc etc
Se invece alla definizione "classici della letteratura" aggiungiamo la parola "horror gotica" allora potete sottopormi tutto quello che volete che me lo leggo senza problemi ;D

Seconda categoria:
Moby Dick: pensavo fosse un mattone improponibile, invece l'ho letto senza troppi patemi d'animo e mi è pure piaciuto :o.

Terza categoria:
Il pendolo di Foucault - :bleah: no comment
Letteratura gotica come Polidori, Radcliffe, Lovercraft, Lewis, Shelley (Mary  :-*) etc..?
 :adorazione: :adorazione: :adorazione: :adorazione:

@ Allevi: ti stai rimangiando il Leopardi per Goethe? Leopardi è il Jimi Hendrix della poesia, Goethe l'ho sempre vissuto come un doppione del basettone (Foscolo: Jacopo Ortis-Werther)......
Per poeti della seconda metà del '900 intendevi i beat americani? ::)
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Eva Duarte - Marzo 27, 2010, 02:46:52 pm
Ah: Leopardi è il più grande poeta del XIX secolo. Non italiano: del mondo, ha vinto ai punti con Puskin. Tutti gli altri li ha stracciati.

Intendiamoci: Goethe è stato assegnato al secolo precedente.

Sorprendete che i due al primo posto abbiano vissuto gli stessi anni, con solo un anno di scarto.

Eva, mi spiace molto per te: ti perdi il meglio che ci sia la mondo. Purtroppo è un problema diffuso.
Però aspetta, se il Pendolo NON ti piace non rientra nella terza categoria come la intendevo io: classici che non riusciamo ad affrontare ma che ci affascinano e di cui riconosciamo il valore.

Comunque io Eco non lo metterei proprio tra i classici (ma nemmeno tra i veri scrittori  ::))

No no, sta proprio nella terza categoria: lo vorrei leggere fino alla fine per due motivi: mi faccio un punto d'onore di finire tutti i libri che inizio, anche se non mi piacciono, e perché provo per questo libro la stessa fascinazione che un cardiopatico goloso ha verso il Big Mac: sa che gli fa male (ed anche un poco schifo) ma non può fare a meno di mangiarlo. Solo che a me il Pendolo non fa neppure schifo, è che mi ci addormento proprio sopra :sbadiglio: :zzz:

Aggiungo una nota per il dott. Bartolini: sisisisisi :metallaro:, ed anche Sheridan Le Fanu, Bram Stoker, Horace Walpole, quella gentaglia là ;D :slurp:

Edit: Shame on me!!! Dimenticavo E.A.Poe!!! :imbarazzo: la poesia "Il Corvo" è di una bellezza/tristezza incredibile :'(
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: DDRD(evotchka) - Marzo 27, 2010, 03:01:06 pm
ecco, dopo averne letto la trama, ho deciso che DEVO vedere Videodrome, pare una sacrosanta figata.
com'è come non è sono andata a  fare il tirocinio presso un'associazione che ha lavorato per cronenberg. ;D
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: dott. Bartolini - Marzo 27, 2010, 03:09:08 pm
ecco, dopo averne letto la trama, ho deciso che DEVO vedere Videodrome, pare una sacrosanta figata.
com'è come non è sono andata a  fare il tirocinio presso un'associazione che ha lavorato per cronenberg. ;D
(http://cinerarium.files.wordpress.com/2008/10/videodrome2a.jpg)
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Adriana - Marzo 27, 2010, 03:12:20 pm

Classici che non sono (ancora) riuscita a leggere: 'Guerra e pace', 'Anna Karenina', 'Il profumo'.

Classici che pensavo fossero mattonate e invece mi sono piaciuti: molti romanzi di Dostoevskij.

Un classico che invece non ho apprezzato è 'Sulla strada'. L'ho letto a quindici anni e forse non avevo tutti gli strumenti per comprenderlo, perchè quando l'ho finito mi sono chiesta: 'Ah, e allora? Cosa voleva comunicare questo signore?'.

A proposito del 'Pendolo di Foucault', l'ho letto qualche anno fa per un corso universitario e non mi è dispiaciuto, anche se non me la sentirei di consigliarlo, scorre lentiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii iiiiiiissimo.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: jules- - Marzo 27, 2010, 03:20:02 pm
A me è piaciuto il libro Cuore e ho amato moltissimo Il Giornalino di Gian Burrasca. Ho letto anche Pollyanna e la Freccia Nera, sempre il tenera età. I Viaggi di Gulliver è uno dei miei libri preferiti.

Qualcun altro aveva gusti letterari vintage, in fatto di letteratura per l'infanzia? Io in realtà leggevo anche la buona parte dei romanzi che prendeva in biblioteca mia madre. Mio padre ci aggiungeva Sherlock Holmes e io prendevo anche Stephen King.

Ho letto molto di più dai tre agli undici che non dagli undici ai diciannove. Non facevo praticamente altro.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: dott. Bartolini - Marzo 27, 2010, 03:22:05 pm
A me è piaciuto il libro Cuore e ho amato moltissimo Il Giornalino di Gian Burrasca. Ho letto anche Pollyanna e la Freccia Nera, sempre il tenera età. I Viaggi di Gulliver è uno dei miei libri preferiti.

Queste sono le cose che vuole sapere  la Medaglia   su di te......;D.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Adriana - Marzo 27, 2010, 03:40:47 pm

Anche a me era piaciuto 'Il giornalino di Gian Burrasca'. 'Cuore' no, per i miei gusti ci sono troppi buoni sentimenti.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: jules- - Marzo 27, 2010, 03:42:14 pm

Anche a me era piaciuto 'Il giornalino di Gian Burrasca'. 'Cuore' no, per i miei gusti ci sono troppi buoni sentimenti.


Mi piaceva per contrasto. Ero una bambina cattiva, mi affascinava l'universo della bontà fine a se stessa.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Adriana - Marzo 27, 2010, 03:45:48 pm

Bambina cattiva  :frusta:

 ;D
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: momo - Marzo 27, 2010, 03:49:01 pm
Temo che dovrai posticipare Proust, perchè  i Pearl Jam suoneranno al Parco San Giuliano di Mestre  il 6 Luglio...... ;D

Già. So. Forse vado. E' che poi ci sarebbero pure i Motorhead, gli Aerosmith, i Kiss, gli AC/DC, i Gogol Bordello, gli ZZ Top, i Misfits. E poi si mormora di una data italiana del tour di Axl e soci.
Mi devo trovare un lavoro.

Perdonate l'OT.

Seconda categoria, dei classici che ci sorprendono, Le notti bianche, Dostoevskij. Ma in realtà non è che avessi un pregiudizio nei confronti del libro o dell'autore. Semplicemente mi è piaciuto da morire, e non me l'aspettavo.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Allevi3MSC - Marzo 27, 2010, 03:53:53 pm
No, non rimangiavo niente, stavo solo mettendo dei paletti. Comunque se mai è Foscolo a essere un doppione... va bene non credere alla linearità del tempo, pero...

Lovercraft magari potrà anche essere gotico, ma Lovecraft no.

In ogni caso per ciò che non vi piace ci sono altri spazi, qui si parla di:

a) mostri sacri che non vi dicono nulla per puro pregiudizio, e che non leggerete a meno di cambiare radicalmente idea;
b) autori e opere che credevate appartenessero alla categoria a, ma appunto avete cambiato idea e vi sono piaciuti contro tutte le aspettative;
c) mostri sacri che vi fanno un sacro terrore, che vorreste affrontare ma non ne avete il coraggio, o che avete provato ad affrontare e vi hanno volto in fuga, ma volete riprovarci in futuro.

Ah: per poeti della seconda metà del '900 intendevo tutti, Da Auden a Zanzotto. Sui beat americani ho un pregiudizio che sfuma nel giudizio, perché un po' li ho letti. E in effetti non sono il mio genere.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Adriana - Marzo 27, 2010, 03:59:14 pm

Cercando su Google si trova sia Lovecraft che LoveRcraft, e mi pare che siano sempre la stessa persona  ???
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Allevi3MSC - Marzo 27, 2010, 04:00:52 pm
Appunto, era una battuta. Così come per Bartolini era un errore di battuta, che ha corretto.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: dott. Bartolini - Marzo 27, 2010, 04:02:09 pm
???
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: dott. Bartolini - Marzo 27, 2010, 04:07:28 pm
Dunque
LoveRcraft e Lovecraft sono la stessa persona: la R veniva usata dallo stesso autore per creare un gioco di parole (lover= amante) : lui era anche un ghost-writer di storie più pulp e voleva tenere divisi i due stili....E poi, io ho corretto beat, da beat a beat+ ::)...
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Allevi3MSC - Marzo 27, 2010, 04:11:01 pm
Lovecraft non è uno scrittore di horror gotici, al massimo lo possono essere alcuni suoi racconti giovanili, ma per epoca, per stile e per tematiche appartiene a un'altra corrente. Anzi: inaugura una corrente, è il primo e il più importante esponente dell'horror cosmico.

Sono stato un carampano feroce di Lovecraft da adolescente, erano gli anni in cui sia la Mondadori sia la Fanucci pubblicavano per la prima volta (in Italia) l'integrale dei suoi racconti, nonché una vasta scelta del suo epistolario, che sulla distanza è la cosa che mi è rimasta di più.
La trasformazione di un conservatore razzista per pura ignoranza e pregiudizio (come lui stesso ammette) in un democratico progressista e quasi socialista è bellissima e quasi commuovente.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: purple - Marzo 27, 2010, 05:13:12 pm


a) mostri sacri che non vi dicono nulla per puro pregiudizio, e che non leggerete a meno di cambiare radicalmente idea;
la mia feroce antipatia per i francesi porta come conseguenza proprio questo: mi tengo a debita distanza da molti "mostri sacri" transalpini

ed anche Kafka, che conosco più per voce riportata che per volontà personale

Citazione
b) autori e opere che credevate appartenessero alla categoria a, ma appunto avete cambiato idea e vi sono piaciuti contro tutte le aspettative;
  :-[ solitamente mi aspetto il peggio e trovo il peggio; malgrado ciò sono pochissimi i libri/film/opere che abbia abbandonato a metà, non fosse che per puntiglio li finisco.
Devo pensarci meglio, delle tre "categorie" mi sembra la più interessante. Così a memoria il primo che mi viene in mente è Henry Fielding.

Citazione
c) mostri sacri che vi fanno un sacro terrore, che vorreste affrontare ma non ne avete il coraggio, o che avete provato ad affrontare e vi hanno volto in fuga, ma volete riprovarci in futuro.
la letteratura russa, masticata a spizzichi e bocconi, ma senza che riesca mai a trovare lo stato d'animo e la predisposizione mentale giusta per andare oltre nella conoscenza di autori importanti, dei quali magari conosco un'opera, ma che dovrei approfondire;
ed anche gran parte della letteratura italiana dell'Ottocento, ma in questo caso perchè i pezzetti assaggiati mi hanno disgustata; ciò non toglie che dovrei tornarci sopra, se non altro per completezza (eccetto Manzoni, quello che paradossalmente conosco meglio e detesto di più).
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Bisca - Marzo 27, 2010, 08:16:00 pm
Ho letto molto di più dai tre agli undici che non dagli undici ai diciannove. Non facevo praticamente altro.
:o Tu sei stata me (solo ora sto rincominciando a leggere spesso, alle medie ho avuto una ricaduta impressionante perché mi impegnavo in millemila attività assorbi-tempo).

Uhm, ho poco da dire ma: 1984 pensavo fosse una roba pesantissima, invece l'ho lovvato dall'inizio alla fine - come qualsiasi Orwell mettiate a distanza abbastanza ravvicinata da me perché non subisca miopia, ho poi scoperto.
Il cavaliere inesistente mi ha scartavetrato le palle (ero obbligato a leggerlo) fino all'inizio della conclusione.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: jules- - Marzo 27, 2010, 08:52:35 pm
Ah, Il deserto dei Tartari mi ha annoiata oltre ogni possibile immaginazione. E sì che ho amato Un amore, che praticamente sono una manciata di centinaia di pagine di Buzzati che si lagna della sua prezzolata amante di riferimento.

Il cavaliere inesistente non l'ho letto, però Il barone rampante mi è piaciuto molto.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: dott. Bartolini - Marzo 27, 2010, 08:55:23 pm
Ah, Il deserto dei Tartari mi ha annoiata oltre ogni possibile immaginazione. E sì che ho amato Un amore, che praticamente sono una manciata di centinaia di pagine di Buzzati che si lagna della sua prezzolata amante di riferimento.

Un amore è bellisshimo: ho sempre sognato di incontrare una Laide :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'(
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: jules- - Marzo 27, 2010, 08:57:06 pm
Masochista!
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: dott. Bartolini - Marzo 27, 2010, 09:03:51 pm
 :frusta: :frusta: :frusta: :frusta: :frusta: :frusta:
sado-....... ;D ;D ;D ;D
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: elfofemmina - Marzo 28, 2010, 12:59:04 pm
a) mostri sacri che non vi dicono nulla per puro pregiudizio, e che non leggerete a meno di cambiare radicalmente idea;
b) autori e opere che credevate appartenessero alla categoria a, ma appunto avete cambiato idea e vi sono piaciuti contro tutte le aspettative;
c) mostri sacri che vi fanno un sacro terrore, che vorreste affrontare ma non ne avete il coraggio, o che avete provato ad affrontare e vi hanno volto in fuga, ma volete riprovarci in futuro.

a) Don Chisciotte et similia.
b) Dubliners; la tragedia greca in generale, Sofocle in particolare.
c)i Russi (sono stata traumatizzata in giovane età da Delitto e castigo)
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Allevi3MSC - Marzo 28, 2010, 01:33:29 pm
Cosa intendi per similia di Don Chisciotte? (Il libro preferito di mio nonno paterno... anche per questo per me è al primo posto nella terza categoria).
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: elfofemmina - Marzo 28, 2010, 03:24:10 pm
in effetti la similitudine è solo nella mia testa :). Non mi so spiegare bene anche perché non sono per niente ferrata in materia, intendo quelle opere '500esche che narrano di cavalieri, avventure ecc ecc (so che non c'entrano niente, ma nella mia testa sono assimilate)
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Misia - Marzo 28, 2010, 04:02:16 pm
ci devo pensare  :sgratsgrat:
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: fedevì - Marzo 28, 2010, 05:37:25 pm
Idiosincrasia pura verso TUTTI i classici definiti tali: Joyce, Proust, Tolstoj, Jane Austen, Virginia Woolf, etc etc etc

In ginocchio sui ceci  :frusta:

(hai letto "Il monaco" di Lewis?)
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: lucaluca - Maggio 02, 2011, 07:22:21 pm
non ho capito l'avversione per joyce, tranne finnegan's wake che sinceramente non ho capito e ho smesso dopo poco, a me piace molto e non mi pare pesante

non sopporto tolstoJ e si che i russi sono tutti bravissimissimi (bulgakov turgenev e dostojevskjy -le metto tutte per sicurezza - per primi)
non sopporto nemmeno proust e questo senza mai averlo letto
tutti gli altri classici che ho letto li considero super, e guai a chi parla male del don chisciotte!
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Bellatrix - Maggio 02, 2011, 07:28:54 pm
Ho appena finito di leggere Anna Karenina.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: angie - Maggio 02, 2011, 07:53:19 pm
Ho appena finito di leggere Anna Karenina.
è stato uno dei libri che ha più influito sulla mia vita reale, uno di quei libri che segnano. che ti ricordi chi eri e cosa facevi e cosa pensavi quando lo stavi leggendo. e sai perfettamente come ti ha fatto cambiare.
<3
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: lucaluca - Maggio 02, 2011, 08:50:14 pm
attente ai treni allora
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: PiantaGrassa - Maggio 02, 2011, 09:47:28 pm
Ho appena finito di leggere Anna Karenina.

tra i classici che voglio assolutamente leggere, ma prima devo trovare il giusto tempo e la giusta concentrazione.
i demoni di dostoevskij è tra i miei libri preferiti, in assoluto
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Bellatrix - Maggio 02, 2011, 09:49:41 pm
L'ho ricominciato due volte e a leggerlo integralmente ci ho messo quasi 12 mesi.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: PiantaGrassa - Maggio 02, 2011, 09:50:49 pm
L'ho ricominciato due volte e a leggerlo integralmente ci ho messo quasi 12 mesi.

intendi anna karenina?
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Bellatrix - Maggio 02, 2011, 09:52:20 pm
L'ho ricominciato due volte e a leggerlo integralmente ci ho messo quasi 12 mesi.

intendi anna karenina?

Si. Non te lo dico per spaventarti, anzi. Io l'ho ricominciato perchè alcune cose non me le ricordavo bene e mi dispiaceva, e allora ho iniziato dal principio.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Adriana - Maggio 02, 2011, 09:54:35 pm

Pure io l'ho già cominciato due volte, ma non sono riuscita a finirlo. Forse non sono ancora pronta (sul serio, è uno di quei libri che richiedono un periodo particolare della vita).
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: PiantaGrassa - Maggio 02, 2011, 10:04:37 pm
Non mi spaventi bella, figurati!
Non è un libro che si finisce in poco tempo, e per questo dico che attendo il momento giusto. Necessita di attenzione continuata
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: lucaluca - Maggio 02, 2011, 10:06:56 pm
pg te lo sconsiglio: ha poche figure
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: PiantaGrassa - Maggio 02, 2011, 10:08:16 pm
pg te lo sconsiglio: ha poche figure

comprerò le cassette del libro recitato :sisisi:
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Demart81 - Maggio 02, 2011, 10:19:06 pm
L'anno scorso ho passato Pasqua e Pasquetta a leggere Pinocchio per la prima volta. Sono contentissimo di averlo letto da adulto, da bambino non avrei apprezzato molte cose che invece ci sono dentro e di cui non mi sarei reso conto.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Bellatrix - Maggio 03, 2011, 11:32:12 pm
Tendo sempre ad essere ingiusta nei confronti delle persone, ogni volta che succede ripenso a questa frase tratta da Anna K. :

Tutte le parole più dure che un uomo grossolano avrebbe potuto pronunciare, Vronski le disse ad Anna nella immaginazione di lei; ed ella non gliele perdonava, come se le avese udite realmente.

Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: angie - Maggio 03, 2011, 11:37:36 pm
nel senso che le tratti male, come non meriterebbero?
anna karenina è il personaggio letterario con cui sento più affinità, a cui mi sento davvero vicina. leggere quel romanzo ha fatto prendere alla mia vita una certa piega e ringrazierò (mentalmente) sempre tolstoj per averlo scritto.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Bellatrix - Maggio 03, 2011, 11:40:24 pm
nel senso che le tratti male, come non meriterebbero?

Nel senso che non lascio loro il beneficio del dubbio, le tratto (nella mia mente) come se avessero già commesso il "delitto" di cui io le incolpo. Non le incolpo di nulla di male nella realtà ma, come Anna, nella mia mente è scontato che si macchieranno di certe bassezze perchè IO, e solo io, l'ho deciso.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: angie - Maggio 03, 2011, 11:46:07 pm
nel senso che le tratti male, come non meriterebbero?

Nel senso che non lascio loro il beneficio del dubbio, le tratto (nella mia mente) come se avessero già commesso il "delitto" di cui io le incolpo. Non le incolpo di nulla di male nella realtà ma, come Anna, nella mia mente è scontato che si macchieranno di certe bassezze perchè IO, e solo io, l'ho deciso.
comprendo la sensazione. magari anna può aiutarti a smussare questo lato del tuo carattere, nel caso tu lo voglia  :)
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: PiantaGrassa - Giugno 19, 2011, 05:34:44 pm
Non mi spaventi bella, figurati!
Non è un libro che si finisce in poco tempo, e per questo dico che attendo il momento giusto. Necessita di attenzione continuata

Come diocevo qualche mese fa, è arrivato il momento: inizio ufficialmente Anna Karenina! :D
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: hallymay - Giugno 19, 2011, 05:37:55 pm
classico verso cui ho una marea di pregiudizi
Il nome della rosa
non l'ho mai letto ma ha tutti gli elementi che mi rendono indigeribile un romanzo
Medioevo
Frati
Un mistero da risolvere
tutto quello che non cerco mai in una storia
Cime Tempestose
perché mi sembra una telenovela di channel 4 e tutti me ne parlano male
Classico surprise
Orgoglio e pregiudizio
pensavo fosse una mattonata ottocentesca terrificante e invece è geniale!
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: PiantaGrassa - Giugno 19, 2011, 05:39:39 pm
Tre libri che ho adorato hallymay, in particolare Pride&Prejudice
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: hallymay - Giugno 19, 2011, 05:41:34 pm
mmmmh allora magari mi avvicino prima a cime tempestose, anche perché per Eco ho un'antipatia irrazionale fortissima (e sono anche OT)
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Adriana - Giugno 19, 2011, 05:42:11 pm

A me Il nome della rosa è piaciuto, ma bisogna accettare il fatto che, almeno all'inizio, scorre lento (ma mai quanto Il pendolo di Foucault  ;D). Cime tempestose l'ho trovato un po' pesante, forse non è il mio genere. Orgoglio e pregiudizio mi ha fatto desiderare di conoscere i protagonisti per dirgli 'Ma parlatevi e finitela con queste storie'  ;D
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: momo - Giugno 19, 2011, 07:06:24 pm
Ah, Jane Austen.  :adorazione:

Io non ho ancora vinto la battaglia con i miei due scogli. Gli stessi di inizio topic, Anna Karenina e Il pendolo di Foucault. Ora, poi, Anna Karenina non l'ho più sotto mano, ché la sorella-proprietaria l'ha portato a vivere con lei.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Chopper - Giugno 19, 2011, 07:48:58 pm
avevo letto la sorella proletaria.... :facepalm:
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Adriana - Giugno 19, 2011, 10:39:49 pm

Eh, Il pendolo di Foucault non è leggerissimo. A me è piaciuto, però credo che vada considerato essenzialmente come uno sfoggio della cultura di Eco.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Allevi3MSC - Giugno 19, 2011, 10:47:16 pm
Mi rifiuto di accettare Il nome della rosa tra i classici.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Allevi3MSC - Giugno 19, 2011, 10:48:36 pm
Ed Eco tra i veri scrittori (e non è antipatia, anzi).
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Adriana - Giugno 19, 2011, 10:50:41 pm

Dipende da cosa si intende per classico. Magari nel 2400 i libri di Eco rientreranno fra i classici del ventunesimo secolo, è anche una questione di prospettiva storica.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Allevi3MSC - Giugno 19, 2011, 10:53:38 pm
No, non è questo il caso, a mio avviso. Eco, non è uno scrittore, non è un artista. E' un grande letterato, un erudito, un fine umorista, e possiede un po' di talento unito a una conoscenza enorme dei meccanismi narrativi, ma non è uno scrittore.

N.B.
Io i libri di fiction di Eco non li ho letti, nessuno, ma so di aver ragione.  ;D
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: angie - Giugno 19, 2011, 10:55:46 pm
a me il nome della rosa è molto piaciuto e apprezzo eco come letterato, erudito, fine umorista e tutto il resto che dice allevi.
ma decisamente non è un classico.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Adriana - Giugno 19, 2011, 10:59:12 pm

Parlavo in linea ipotetica, concordo sul fatto che Eco sappia come funzionano i meccanismi della narrazione ma questo non basta a fare di lui uno scrittore. In realtà però ho letto solo Il nome della rosa e Il pendolo di Foucault.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Mixarchagevas - Giugno 19, 2011, 11:00:36 pm
Mi sono visto il film; ho fatto prima e mi sono risparmiato interminabili pippe criticoidi...
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: hallymay - Giugno 19, 2011, 11:01:09 pm
non so io mi affido alla dicitura tipica di classico, ovvero l'opera che ha sempre da dire indifferentemente dall'età
Sono trent'anni che questo libro è sulla bocca di tutti, un motivo ci sarà, di certo non è il tipico best seller strappalacrime stile il cacciatore di boccalo... ehm aquiloni
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Adriana - Giugno 19, 2011, 11:04:05 pm

Secondo me molte persone ne parlano senza averlo letto, cosa che peraltro accade spesso con i classici.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Demart81 - Giugno 19, 2011, 11:05:07 pm
Non scherzate, per favore. Il vero classico del XXI secolo è Tre metri sopra il cielo. O se preferite Il labirinto femminile.
Grande capo Demart ha parlato. Augh.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Adriana - Giugno 19, 2011, 11:07:17 pm

Se consideriamo 'classico' un testo che risponde ai bisogni 'letterari' di una generazione, allora sì. A suo modo è un classico  ;D
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Allevi3MSC - Giugno 19, 2011, 11:07:49 pm
Va beh, Via col vento (il romanzo) sono tre quarti di secolo, il triplo del nome della rosa, che vende bene, ma ciò non gli dà la statura di classico (e il ogni caso del tardo XX secolo se mai, non certo del XXI).

Comunque, quando ho aperto il topic intendevo per classici le grandi opere della letteratura mondiale (il che esclude tanto Eco quanto la Mitchell).
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: hallymay - Giugno 19, 2011, 11:08:07 pm
Non scherzate, per favore. Il vero classico del XXI secolo è Tre metri sopra il cielo. O se preferite Il labirinto femminile.
Grande capo Demart ha parlato. Augh.
così come Licia Troisi è la nuova Ursula Le Guin. Augh
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: hallymay - Giugno 19, 2011, 11:08:42 pm
Va beh, Via col vento (il romanzo) sono tre quarti di secolo, il triplo del nome della rosa (perché non sono ancora 30 anni), che vende bene, ma ciò non gli dà la statura di classico (e il ogni caso del tardo XX secolo se mai, non certo del XXI).

Comunque, quando ho aperto il topic intendevo per classici le grandi opere della letteratura mondiale (il che esclude tanto Eco quanto la Mitchell).
si ma non è che il classico è un genere letterario, al massimo è un liceo!
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Demart81 - Giugno 19, 2011, 11:09:38 pm

Se consideriamo 'classico' un testo che corrisponde ai bisogni corporali di una generazione, allora sì. A suo modo è un classico  ;D
Ari-fixed.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Adriana - Giugno 19, 2011, 11:16:52 pm

 ;D

(Vorrei creare dei libri stampati su carta morbida, così se non ti piacciono li porti con te in bagno e gli dai un'utilità  ;D)
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Bellatrix - Giugno 19, 2011, 11:24:32 pm
Mi rifiuto di accettare Il nome della rosa tra i classici.

Penso che la mia tesi sarà proprio su Il nome della rosa, come ipotetica (non dico che lo sia, sia chiaro) continuazione del romanzo storico da Scott - Manzoni - Nievo - Eco.

Azzardato? Insomma. Ma vedremo che si può ricavare.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Demart81 - Giugno 19, 2011, 11:36:05 pm
Super Bellatrix tesista ambiziosa ok!
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Bellatrix - Giugno 19, 2011, 11:39:25 pm
Tu solo puoi capire le mie stramberie accademiche!
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Demart81 - Giugno 19, 2011, 11:43:21 pm
 :adorazione:
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: yao_chan - Giugno 19, 2011, 11:53:12 pm
Mi vergogno di ammettere che ho provato a leggere il nome della rosa cinque (CINQUE) volte, ma mi sono fermata a pagina due con le palpebre che crollavano.
Non lo reggo proprio.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Bellatrix - Giugno 19, 2011, 11:54:30 pm
In effetti ho anche io problemi a finirlo, infatti spero che l'obbligo accademico mi dia la marcia in più per completarlo.

Il libro di Eco è la mia ossessione.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Demart81 - Giugno 19, 2011, 11:57:25 pm
Hai già le ossa forti sulla cultura medievale, no?
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Bellatrix - Giugno 19, 2011, 11:59:38 pm
Ho fatto un corso di storia medievale  :ghismundicon:
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Demart81 - Giugno 20, 2011, 12:00:05 am
E a filosofia medievale come sei messa?
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Bellatrix - Giugno 20, 2011, 12:01:59 am
Bene.


( :asd:). Comunque il manuale riportava anche le problematiche religiose  :sisisi:, le varie sette, S. Franceschi e compagnia.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Demart81 - Giugno 20, 2011, 12:02:43 am
Mai utile quanto Abbagnano (ovviamente non è completissimo, ma...)
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Bellatrix - Giugno 20, 2011, 12:04:00 am
Avevo il Piccinini. Una porcata?
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Demart81 - Giugno 20, 2011, 12:06:48 am
Ma di storia il Piccinini! (Buono)
Abbagnano è invece un'ottima storia della filosofia in 4 volumi, il primo comprende età antica e medioevo. Per i rudimenti va più che bene. In particolare per capire le pippe mentali che si facevano all'epoca sui concetti di forma, materia, intelletto attivo, intelletto possibile ecc. E ovviamente anche il dizionario di Abbagnano.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: angie - Giugno 20, 2011, 12:08:36 am
ho studiato sul piccinni, davvero buono. ne esiste una versione lunga e una breve, io ho studiato la breve ma miro ad acquistare anche l'altra, magari ci sono approfondimenti interessanti (sapete che io lovvo il medioevo ho mille libri sulla questione)

l'abbagnano l'avevo alle superiori.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Teresa - Giugno 20, 2011, 01:53:28 am
Penso che la mia tesi sarà proprio su Il nome della rosa, come ipotetica (non dico che lo sia, sia chiaro) continuazione del romanzo storico da Scott - Manzoni - Nievo - Eco.

E' un romanzo storico, ma anche (o soprattutto?) una scusa per parlare dell'attualità politica di allora.
Così come il Pendolo è un romanzo sulla mutazione politico-antropologica in corso tra gli anni 70 e gli 80, e non uno sfoggio di erudizione fine a sè stesso.

Ma voi siete troppo ggiovani per cogliere certi riferimenti, mi sa ::)
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Allevi3MSC - Giugno 20, 2011, 02:06:06 am
C'è anche la versione universitaria dell'Abbagnano, in cui la medioevale ha un volume tutto per sé...
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: PiantaGrassa - Giugno 20, 2011, 09:41:50 am
Thomas Mann, pregiudizio enorme come un capannone industriale. Ho letto solo Morte a Venezia, e quando dico letto intendo che mi sono fermata dopo una trentina di pagine neanche per ben tre volte per sopraggiunta morte cerebrale e nausea incontenibile. Il quarto tentativo non credo ci sarà, ma mai dire mai.
Non ce la faccio, non so perché, non riesco a rendermelo interessante.
Cosa simile per Kafka, che invece qualcosa ho letto, ma trovo comunque piuttosto barboso.
Sarà perché li leggevo in lingua?
Goethe invece mi ha sorpreso: mi è piaciuto molto Le affinità elettive
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Impenitente - Giugno 20, 2011, 01:24:51 pm
Kafka è sopravvalutato (sebbene abbia letto soltanto il processo di lui)
io vorrei tanto leggere il Faust, dev'essere una figata bestiale  :occhicuore:
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: PiantaGrassa - Giugno 20, 2011, 01:26:14 pm
io vorrei tanto leggere il Faust, dev'essere una figata bestiale  :occhicuore:

Leggilo fniti gli esami ;)
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Impenitente - Giugno 20, 2011, 01:55:33 pm
mi mancano due volumi della Recherche e poi devo assolutamente leggere i fratelli Karamazov, saranno otto mesi che non leggo nulla di Dostoevsky. Poi volevo leggere anche qualcosa di Gogol e Puskin, poi mi stuzzica molto pure Celine e un'altra caterva di roba. La vita è troppo corta :(
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Demart81 - Giugno 20, 2011, 02:40:38 pm
C'è anche la versione universitaria dell'Abbagnano, in cui la medioevale ha un volume tutto per sé...
È una ristampa TEA del volumone unico UTET. Io ho l'una e l'altra (quella medievale è ormai tricroma: nero dell'inchiostro di stampa; grigio chiaro della matita chiara per sottolineare le cose importanti; grigio scuro della matita 4B per sottolineare le cose MOOOOLTO importanti e per fare chiose e collegamenti).
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Adriana - Giugno 20, 2011, 03:17:32 pm
Penso che la mia tesi sarà proprio su Il nome della rosa, come ipotetica (non dico che lo sia, sia chiaro) continuazione del romanzo storico da Scott - Manzoni - Nievo - Eco.

E' un romanzo storico, ma anche (o soprattutto?) una scusa per parlare dell'attualità politica di allora.
Così come il Pendolo è un romanzo sulla mutazione politico-antropologica in corso tra gli anni 70 e gli 80, e non uno sfoggio di erudizione fine a sè stesso.

Ma voi siete troppo ggiovani per cogliere certi riferimenti, mi sa ::)

Ho colto i riferimenti, ma umilmente mi permetto di pensare che avrebbe potuto trattare l'argomento anche in modo un filino meno dispersivo.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: hallymay - Giugno 20, 2011, 08:42:54 pm
Viaggio al termine della notte è bellissimo Impenitente, solo che è una mattonata: Celine non era negativo, era un proprio un buco nero... se lo devi leggere che sia un periodo MOLTO positivo
Lo stessa dicasi per Kafka: ho letto La Metamorfosi, un libro geniale, ma dopo bisogna annegarsi nella nutella di quanto è triste
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Allevi3MSC - Giugno 20, 2011, 09:08:18 pm
Stiamo andando un po' OT: ricordo che l'argomento specifico sono i classici che pensiamo di non leggere mai nella nostra vita (credo di averli già citati all'inzio ma mi ripeto, i primi che mi vengono in mente sono Nievo e Milton) e quelli che pensavano non avremmo mai letto o non ci sarebbero piaciuti e invece ci hanno sorpreso.

Quindi parlare di cosa si vorrebbe leggere è completamente OT.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: hallymay - Giugno 20, 2011, 09:15:17 pm
ok torniamo IT
altro libro che non riesco a tenere in mando
La coscienza di Zeno
mi sembra una mattonata senza precedenti
Classico all'improvviso
Orlando
Un capolavoro. Ironico, avventuroso, polemico, romantico... non ho mai letto un romanzo in cui potevo percepire chiaramente la gioia dell'autrice (parlo in senso lato)
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: angie - Giugno 20, 2011, 09:24:15 pm
come ho già detto altrove:
la coscienza di zeno è il miglior romanzo italiano del novecento.
non possono esserci dubbi su questo, non c'è discussione che tenga.
 ;)
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: hallymay - Giugno 20, 2011, 09:25:07 pm
eh ma infatti il mio è un pregiudizio!
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: angie - Giugno 20, 2011, 09:26:17 pm
superalo, daiiiii  ;D
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: hallymay - Giugno 20, 2011, 09:28:38 pm
un attimo sto leggendo Todo Modo!
(e sono di nuovo OT!)
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Demart81 - Giugno 20, 2011, 09:37:32 pm
altro libro che non riesco a tenere in mando
La coscienza di Zeno
mi sembra una mattonata senza precedenti
Potrei ucciderti.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: hallymay - Giugno 20, 2011, 09:40:45 pm
Vado a crocifiggermi in sala mensa  :bambambam:
(http://1.bp.blogspot.com/_hYMrySpaxFk/S7ML8k95XYI/AAAAAAAAAMM/byYXtKSxIHI/s1600/croce.jpg)
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Adriana - Giugno 20, 2011, 10:03:13 pm
come ho già detto altrove:
la coscienza di zeno è il miglior romanzo italiano del novecento.
non possono esserci dubbi su questo, non c'è discussione che tenga.
 ;)

Il giorno in cui riuscirò a leggerlo ti saprò dire la mia opinione.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Allevi3MSC - Giugno 21, 2011, 01:10:47 am
la coscienza di zeno è il miglior romanzo italiano del novecento.

OT OT OT OT OT OT OT OT
Non è che abbia tutta questa concorrenza...
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: lucaluca - Giugno 23, 2011, 06:19:47 pm
anche a me la coscienza di zeno è piaciuto molto.
però non so se sia il migliore degli italiani boh.
tipo mi piace tanto anche un certo stuparich
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Allevi3MSC - Gennaio 30, 2015, 12:08:47 pm
Notre-Dame de Paris di Hugo. Ne ho appena sbirciato qualche pagina (tra le quali la morte dell'arcidiacono Claude Frollo per ringalluzzirmi), ma è un libro che credo non leggerei mai per intero. Da quel poco che ne ho letto e saputo negli anni è un susseguirsi di pagine e pagine di erudizione storico-architettonica, inframmezzate da qualche scena molto melodrammatica e qualche altra di studio di caratteri, magari anche con arguzia; il tutto però lo percepisco come un pasticcio lontano dal gusto attuale.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Betty Moore - Gennaio 30, 2015, 12:15:29 pm
l'ho letto una decina di anni fa e mi era piaciuto moltissimo. non me l'aspettavo, avevo iniziato distrattamente e svogliatamente. mi piacerebbe provare a rileggerlo e vedere se mi ri-piace, me lo ricordo poco a parte alcune scene vivide. ricordo che mi era piaciuta la caratterizzazione dei personaggi, soprattutto il soldato scopafemmine senzacuore completamente diverso dal cavaliere senza macchia che si vede sia nel film disney che in quella porcatona del musical di cocciante.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Allevi3MSC - Gennaio 30, 2015, 12:18:31 pm
Perfetto, per me è nella prima categoria e per te nella seconda.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Mixarchagevas - Gennaio 30, 2015, 12:27:50 pm
Ce l'ho ma non l'ho ancora toccato (Notre Dame etc.)
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Chopper - Febbraio 01, 2015, 10:30:59 am
è il primo di hugo che ho letto, e quelloche mi ha fatto appassionare all'autore. Poi ho letto a ruota i miserabili e l'uomo che ride. Superfluo dire che mi è piaciuto abbestia, e io odio la robapaccosa ottocentesca che descrivevi tu, allevi. A proposito di stronzi,
(click to show/hide)
. tuttavia, non so perché, lo ricordo pochissimo. (l'avrò letto circa dieci anni fa)
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Dark Star - Novembre 05, 2015, 08:38:06 am
Ieri ho riaperto quel libro e ne sono contenta: nell'introduzione ho letto dopo anni "ananke", e ho avvertito una specie di conforto.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Chopper - Aprile 11, 2016, 11:43:13 am
ho finito "gita al faro" da poco. L'elemento del quadro mi è piaciuto molto, e la parte centrale "di separazione" tra la prima e la terza è veramente splendida.

Faticosetto all'inizio, pensavo meno.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Allevi3MSC - Aprile 11, 2016, 11:49:23 am
Ecco no, per la mia vita questo libro non c'entra in questo topic; anzi l'esatto contrario, è stato molto a lungo nella sezione opposta "il classico che vi sta aspettando": l'ho letto effettivamente solo pochi anni fa (frequentavo già questo forum), ma sapevo sin da bambino che l'avrei letto e amato, solo in alcuni periodi della vita seguivo altri percorsi che non mi portavano a lui, e poi è arrivata la distruzione della mia vita intellettuale e spirituale.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Chopper - Aprile 11, 2016, 12:00:15 pm
io avevo seriamente paura, nonostante non voluminoso. Avevo il timore che fosse cervellotico a dismisura, e di una scrittura che non si confacesse alle mie caratteristiche.

Mi sbagliavo e ne sono contento.
Titolo: Re: Il classico che non vi aspetta e quello che non vi aspettavate
Inserito da: Theodorus - Aprile 11, 2016, 09:18:41 pm
Rispetto a quanto dicono e a quanto mi aspettavo, sto preferendo DI GRAN LUNGA "Villette" rispetto a "Jane Eyre".

Peraltro Villette dovrebbe piacere anche a Allevy.