Le Malvestite

Psychiatric help => Speakers' corner => Topic aperto da: purple - Maggio 25, 2010, 01:25:10 pm

Titolo: ah, l'economia
Inserito da: purple - Maggio 25, 2010, 01:25:10 pm
Capita sempre così, si vedono le sottigliezze mentre si danno per scontate cose più corpose.
Ma se grazie al prezioso contributo dei lurkatori è diventato palese che c'è un thread per quasi tutto il bizzarro immaginabile e già si sapeva che se si volevano tessere lodi o il loro esatto contrario sul governo, l'opposizione, la religione, persino il tempo uno spazio apposito era lì pronto per noi, ecco cosa mancava ancora: la zona per scannarsi proporre opinioni, riflessioni o fornire notizie relative all'economia in generale (insomma non solo quella legata a doppio nodo alla politica, ma senza escludere anch'essa).

Sbizzarritevi.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Maggio 25, 2010, 01:32:38 pm
Parlare di economia con la crisi in atto è da masochisti però  ::)
per 2 anni mister testa d'asfalto l'ha negata, ora pezze al culo, acqua alla gola, turbinio di percentuali sui tagli ai top-manager (figuriamoci)
per dire il FT si chiede de l'eurozona sia insolvente  ::)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Maggio 25, 2010, 01:37:44 pm
ma l'economia può essere anche bella oltre che complicata ed interessante ( :P ).

E poi noi siamo masochisti -non ci sono dubbi, visti i thread precedenti-, ma così sfoghiamo la cosa.  ;)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: ninfeaalba79 - Maggio 25, 2010, 01:41:23 pm
siamo in bancarotta... ecco la nostra economia....
dopo aver spillato anche il sangue ai dipendenti/pensionati ora i poltici si tagliano ben 10000 euro annui dallo stipendio alla faccia del sacrificio (manco se li dimezzano fanno fatica a mandare avanti la carretta  ;D ) e si decidono a confrontare redditi-stili di vita dei liberi professionisti (wow)

ma andate a ca*are va... io e mio marito (fortunatissimi perchè lavoriamo a tempo indeterminato) con un neonato a carico facciamo fatica a tirare avanti e loro si tolgono 10000 euro dallo stipendio. ALL'ANNO!!!
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: DDRD(evotchka) - Maggio 25, 2010, 01:43:32 pm
io sono ignorante in economia, però capisco pure io che ai greci glielo stanno mettendo in culo senza vaselina, mentre continuano a ingrassare quelli delle banche.
e che cazzo.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Maggio 25, 2010, 01:47:12 pm
Le borse sono a picco perchè gli investitori si stanno di nuovo chiedendo cosa succede in Europa  ::)
soprattutto perchè sempre per restare calmi il FMI chiede un po' a tutti ( Spagna in primis se non sbaglio, noi a ruota) di fare tutte le riforme urgenti e necessarie sul mercato del lavoro e quello bancario.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: ninfeaalba79 - Maggio 25, 2010, 01:50:31 pm
Misia spiega meglio che è interessante... quali sarebbero le riforme urgenti??
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Maggio 25, 2010, 01:54:28 pm
il FMI: economisti puri, coi numerini, le belle tabelle ordinate e nessuna idea di come funzionino le cose "sulla terra" fuori dalle loro infallibili equazioni. O dalle pressioni dei governi più amici.

Una delle più belle lezioni d'economia a cui abbia assistito era relativa alla spiegazione del perchè il PIL (nonostate la base di quasi tutte le valutazioni si basi su di lui) sia un parametro fondalmente dannoso (oltre che inesatto); però sempre tanto apprezzato, visto che creato per dimostrare la fondamentale miglior correttezza e supremazia dell'andamento dell'economia americana. Ora che quella ha mostrato, meglio non ha più potuto nascondere le pecche, chissà come mai anche lui ha perso lo smalto d'un tempo.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Maggio 25, 2010, 01:58:37 pm
risanamento dei conti pubblici in primis per i deficit di bilancio, legato a doppio filo col mercato del lavoro e dunque la disoccupazione, da diminuire ovviamente per far crescere la produttività.


Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: ninfeaalba79 - Maggio 25, 2010, 02:41:12 pm
risanamento dei conti pubblici in primis per i deficit di bilancio, legato a doppio filo col mercato del lavoro e dunque la disoccupazione, da diminuire ovviamente per far crescere la produttività.




ah... insomma le solite storie che sento da mmmm vent'anni (prima giocavo con le barbie  ::) )
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: ninfeaalba79 - Maggio 25, 2010, 02:42:27 pm
e comunque vige sempre il detto
chi ne ha mangia e chi non ne ha guarda
[/s]
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Maggio 25, 2010, 05:04:35 pm
Perché non paralte del signoraggio?!? Vergogna!

Battute a parte finalmente un altro topic su un argomento che non capisco per nulla.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: cristina - Maggio 25, 2010, 05:58:13 pm
Volevo solo dichiarare pubblicamente il mio insano lovvo per la teoria microeconomica, in particolare per il vincolo di bilancio , ma soprattutto per Samuelson e la teoria della preferenza. Sapevatelo!
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Maggio 25, 2010, 05:59:58 pm
Samuelson-Nordhaus e la curva IS/LM è passata un'era geologica  :-[
Mi ricordo più na mazza  ???
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: cristina - Maggio 25, 2010, 06:04:49 pm
Io potevo pigliare un votone, ma dopo aver dato 3 esoneri su 4 e aver capito di aver raggiunto una discreta sufficienza, l'ultimo giorno ho preferito andare al bar  ;D Che scema, potessi tornare indietro!
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Maggio 25, 2010, 06:15:30 pm
cri mi sembra di capire che tu abbia qualche rimpiantino sulla tua vita universitaria, mi sbaglio?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: cristina - Maggio 25, 2010, 06:32:39 pm
Porca miseria, mi son data troppo al cazzeggio selvaggio con conseguente crollo della media e dell'entusiasmo.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: jules- - Maggio 25, 2010, 09:37:55 pm
Venerdì ho l'esame di macroeconomia. Ecco tutto il mio contributo a questo topic!  ;D
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Adriana - Maggio 25, 2010, 10:30:55 pm

Inviato di Ballarò, rivolgendosi a Berlusconi: 'Presidente, sarà una manovra dolorosa?'

Adri: 'Io comincerei a comprare la vaselina'.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Colui che lurka - Maggio 26, 2010, 09:17:23 am
Per rifondare l'economia, rileggerei il buon karletto marx.
Non per l'utopia comunista eh! Era già inapplicabile 100 anni fa con la rivoluzione d'ottobre e chiunque pensi il contrario, non ha ben presente ne il concetto di comunismo ne l'evoluzione economica e sociale.
Parlo del semplice discorso che il lavoro deve avere il predominio sulla finanza, finanza che deve essere al servizio del lavoro, legata strettamente ad esso e subordinata a esso.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: ninfeaalba79 - Maggio 26, 2010, 09:40:23 am
e anche applicare i buoni insegnamenti dei nostri nonni... se li hai li spendi sennò picche... negli Stati Uniti si sono impiccati con il credito al consumo  :P
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Colui che lurka - Maggio 26, 2010, 10:07:47 am
e anche applicare i buoni insegnamenti dei nostri nonni... se li hai li spendi sennò picche... negli Stati Uniti si sono impiccati con il credito al consumo  :P
Sul credito non sono così categorico. Ormai l'industria ha bisogno di finanziamenti senza se e senza ma e ognuno di noi ha ha del credito a consumo: anche un mutuo, acquistare un'auto a rate è credito al consumo.
Ovvio, senza esagerare (ditelo a Grillo che continua a menarla con "usate le carte di credito"...), ma una quota è necessaria.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: ninfeaalba79 - Maggio 26, 2010, 10:16:56 am
e anche applicare i buoni insegnamenti dei nostri nonni... se li hai li spendi sennò picche... negli Stati Uniti si sono impiccati con il credito al consumo  :P
Sul credito non sono così categorico. Ormai l'industria ha bisogno di finanziamenti senza se e senza ma e ognuno di noi ha ha del credito a consumo: anche un mutuo, acquistare un'auto a rate è credito al consumo.
Ovvio, senza esagerare (ditelo a Grillo che continua a menarla con "usate le carte di credito"...), ma una quota è necessaria.

purtroppo ci sono beni come una casa che, ormai, a meno che tu non sia paperon de paperoni, o la compri col mutuo (e ora bisogna dirsi fortunati se il mutuo si riesce a pagare) o ciccia... idem con le spese mediche o un'auto decente (non dico extralusso ma nemmeno un catorcio)... ci sono crediti al consumo che trovo inutili tipo il cellulare nuovo oppure il viaggio ai tropici...
PS a prop di credito al consumo anche i neonati ora si pagano a rate http://www.prestiti-ok.com/200924-prestiti-ai-neonati-e-bonus-bebe-la-guida.html
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Colui che lurka - Maggio 26, 2010, 10:42:08 am
e anche applicare i buoni insegnamenti dei nostri nonni... se li hai li spendi sennò picche... negli Stati Uniti si sono impiccati con il credito al consumo  :P
Sul credito non sono così categorico. Ormai l'industria ha bisogno di finanziamenti senza se e senza ma e ognuno di noi ha ha del credito a consumo: anche un mutuo, acquistare un'auto a rate è credito al consumo.
Ovvio, senza esagerare (ditelo a Grillo che continua a menarla con "usate le carte di credito"...), ma una quota è necessaria.

purtroppo ci sono beni come una casa che, ormai, a meno che tu non sia paperon de paperoni, o la compri col mutuo (e ora bisogna dirsi fortunati se il mutuo si riesce a pagare) o ciccia... idem con le spese mediche o un'auto decente (non dico extralusso ma nemmeno un catorcio)... ci sono crediti al consumo che trovo inutili tipo il cellulare nuovo oppure il viaggio ai tropici...
Ovvio, come ho detto, c'è credito al consumo e credito al consumo.
Trovo idiota gente che accende un finanziamento per potersi permettere la vacanza extralusso.
A questo punto, risparmia per un paio di anni e ottiene lo stesso risultato senza accendere l'ennesimo finanziamento no?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Eva Duarte - Maggio 26, 2010, 10:55:52 am
e anche applicare i buoni insegnamenti dei nostri nonni... se li hai li spendi sennò picche... negli Stati Uniti si sono impiccati con il credito al consumo  :P
Sul credito non sono così categorico. Ormai l'industria ha bisogno di finanziamenti senza se e senza ma e ognuno di noi ha ha del credito a consumo: anche un mutuo, acquistare un'auto a rate è credito al consumo.
Ovvio, senza esagerare (ditelo a Grillo che continua a menarla con "usate le carte di credito"...), ma una quota è necessaria.

purtroppo ci sono beni come una casa che, ormai, a meno che tu non sia paperon de paperoni, o la compri col mutuo (e ora bisogna dirsi fortunati se il mutuo si riesce a pagare) o ciccia... idem con le spese mediche o un'auto decente (non dico extralusso ma nemmeno un catorcio)... ci sono crediti al consumo che trovo inutili tipo il cellulare nuovo oppure il viaggio ai tropici...
Ovvio, come ho detto, c'è credito al consumo e credito al consumo.
Trovo idiota gente che accende un finanziamento per potersi permettere la vacanza extralusso.
A questo punto, risparmia per un paio di anni e ottiene lo stesso risultato senza accendere l'ennesimo finanziamento no?


Trovo il tuo ragionamento perfettamente sensato, ma vuoi mettere il figurone che si fa con i colleghi quando si dice "Quest'anno andremo in Chiapas, l'anno scorso siamo stati ai Caraibi ma era troppo turistico" (e poi magari mangia e fa mangiare a moglie/marito e figli pane e cipolle per pagare le rate del prestito) :(
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Colui che lurka - Maggio 26, 2010, 11:03:55 am
e anche applicare i buoni insegnamenti dei nostri nonni... se li hai li spendi sennò picche... negli Stati Uniti si sono impiccati con il credito al consumo  :P
Sul credito non sono così categorico. Ormai l'industria ha bisogno di finanziamenti senza se e senza ma e ognuno di noi ha ha del credito a consumo: anche un mutuo, acquistare un'auto a rate è credito al consumo.
Ovvio, senza esagerare (ditelo a Grillo che continua a menarla con "usate le carte di credito"...), ma una quota è necessaria.

purtroppo ci sono beni come una casa che, ormai, a meno che tu non sia paperon de paperoni, o la compri col mutuo (e ora bisogna dirsi fortunati se il mutuo si riesce a pagare) o ciccia... idem con le spese mediche o un'auto decente (non dico extralusso ma nemmeno un catorcio)... ci sono crediti al consumo che trovo inutili tipo il cellulare nuovo oppure il viaggio ai tropici...
Ovvio, come ho detto, c'è credito al consumo e credito al consumo.
Trovo idiota gente che accende un finanziamento per potersi permettere la vacanza extralusso.
A questo punto, risparmia per un paio di anni e ottiene lo stesso risultato senza accendere l'ennesimo finanziamento no?


Trovo il tuo ragionamento perfettamente sensato, ma vuoi mettere il figurone che si fa con i colleghi quando si dice "Quest'anno andremo in Chiapas, l'anno scorso siamo stati ai Caraibi ma era troppo turistico" (e poi magari mangia e fa mangiare a moglie/marito e figli pane e cipolle per pagare le rate del prestito) :(
Immagino, mia moglie ha fatto un anno come commessa alla Trony e mi ha raccontato scene da delirio, tipo gente che aveva così tanti finanziamenti per puttanate (dal cellulare all'ipod, dal phon all'aspirapolvere etc etc) che uno si chiede come faccia a vivere.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mirtillosa° - Maggio 26, 2010, 11:08:25 am
mutuo per le spese mediche??
ma dove vivi, negli USA?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: ninfeaalba79 - Maggio 26, 2010, 11:40:47 am
mutuo per le spese mediche??
ma dove vivi, negli USA?

be un mio amico per farsi un lavoro ai denti ha fatto un finanziamento...
mio papà ha speso 5000 euro per due apparecchi acustici perchè seppur col 70% di udito che gli manca per i parametri della Asl ci sente ancora troppo bene
io stessa solo con gli esami post gravidanza ho speso sui 500 euro (solo ticket eh... no visite private) e per un neo ho speso sui 60 euro col ticket
beata te che credi che lo stato ti aiuti  :-X
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: cristina - Maggio 26, 2010, 11:43:34 am
Non siate così categorici, i finanziamenti per il cellulare o per la vacanza non li vedo così assurdi. Da quando è una colpa concedersi dei piaceri? Se non puoi pagare sull'unghia e trovi una formula alternativa fai bene. Occhei, non bisogna accendere mille mutui, ma non si rusca solo per comprarsi la casa.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: ninfeaalba79 - Maggio 26, 2010, 11:48:41 am
Non siate così categorici, i finanziamenti per il cellulare o per la vacanza non li vedo così assurdi. Da quando è una colpa concedersi dei piaceri? Se non puoi pagare sull'unghia e trovi una formula alternativa fai bene. Occhei, non bisogna accendere mille mutui, ma non si rusca solo per comprarsi la casa.

non so... io preferisco prima risparmiare e poi comprare ma io ho gia' mutuo, macchina e un pupo e tre bestie da mantenere e con due stipendi da dipendente adesso non è proprio facile tirare avanti senza andare in bancarotta  :P
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mirtillosa° - Maggio 26, 2010, 11:49:40 am
in effetti al dentista non ci avevo pensato, quello è da mutuo. per il resto non credo che tu abbia speso molto
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: ninfeaalba79 - Maggio 26, 2010, 12:04:59 pm
in effetti al dentista non ci avevo pensato, quello è da mutuo. per il resto non credo che tu abbia speso molto

beata te che 500 euro ti sembrano pochi  :P
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Colui che lurka - Maggio 26, 2010, 12:24:24 pm
Non siate così categorici, i finanziamenti per il cellulare o per la vacanza non li vedo così assurdi. Da quando è una colpa concedersi dei piaceri? Se non puoi pagare sull'unghia e trovi una formula alternativa fai bene. Occhei, non bisogna accendere mille mutui, ma non si rusca solo per comprarsi la casa.

non so... io preferisco prima risparmiare e poi comprare ma io ho gia' mutuo, macchina e un pupo e tre bestie da mantenere e con due stipendi da dipendente adesso non è proprio facile tirare avanti senza andare in bancarotta  :P
Paro paro, solo con 3 bestie in meno e un pupo in più in arrivo.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Adriana - Maggio 26, 2010, 02:46:52 pm

Secondo me il problema di fare millemila finanziamenti è che uno si ipoteca lo stipendio ancora prima di riceverlo, e mi pare poco sensato. Io preferisco vedere i soldi che ho, fare i conti con calma, magari risparmiare e comprare le cose un po' per volta.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: la Malvista - Maggio 26, 2010, 07:34:11 pm

Secondo me il problema di fare millemila finanziamenti è che uno si ipoteca lo stipendio ancora prima di riceverlo, e mi pare poco sensato. Io preferisco vedere i soldi che ho, fare i conti con calma, magari risparmiare e comprare le cose un po' per volta.

Son d'accordo. Visto e considerato che su un mutuo ventennale di 100 mila euri la banca prende 60 mila euri di interessi aprire altri piccoli mutui è quasi masochismo. Se poi li chiami usurai ti denunciano anche, magari volevi solo fargli un complimento.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Maggio 26, 2010, 10:31:42 pm
Parlo del semplice discorso che il lavoro deve avere il predominio sulla finanza, finanza che deve essere al servizio del lavoro, legata strettamente ad esso e subordinata a esso.
esatto! speuclazioni e scatole vuote hanno portato colossi solidi dell'economia a disintegrarsi come panetti di burro in una padella rovente.
 ::)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Colui che lurka - Maggio 27, 2010, 08:29:25 am
Parlo del semplice discorso che il lavoro deve avere il predominio sulla finanza, finanza che deve essere al servizio del lavoro, legata strettamente ad esso e subordinata a esso.
esatto! speuclazioni e scatole vuote hanno portato colossi solidi dell'economia a disintegrarsi come panetti di burro in una padella rovente.
 ::)
Il bello è che nemmeno dopo questi fatti (es. Parmalat) si è corsi ai ripari...
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: ninfeaalba79 - Maggio 27, 2010, 09:33:41 am
tanto alla fine chi ci rimette e' la plebe (noi) che in fin dei conti non contiamo nulla... siamo solo vacche da mungere e basta...
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Maggio 27, 2010, 09:51:37 am
tanto alla fine chi ci rimette e' la plebe (noi) che in fin dei conti non contiamo nulla... siamo solo vacche da mungere e basta...
vedi l'ultima manovra finanziaria  ::)
prima o poi si scenderà con i forconi per le strade, spero presto!
 >:(
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: ninfeaalba79 - Maggio 27, 2010, 10:26:47 am
io non credo ho ben poca fiducia nell'italico popolo  :P
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Maggio 27, 2010, 10:32:43 am
io non credo ho ben poca fiducia nell'italico popolo  :P
c'hai ragione anche tu  ::)
il motto è: frega tu che frego anche io, perchè se non frego io mi freghi tu  :-X
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: ninfeaalba79 - Maggio 27, 2010, 10:49:26 am
io non credo ho ben poca fiducia nell'italico popolo  :P
c'hai ragione anche tu  ::)
il motto è: frega tu che frego anche io, perchè se non frego io mi freghi tu  :-X


ed e' vincente chi frega di più
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Maggio 27, 2010, 10:52:47 am
ed e' vincente chi frega di più
detto questo, bon, finita  :desolazione:
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: cristina - Maggio 27, 2010, 11:04:18 am
Suicidio di massa?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: ninfeaalba79 - Maggio 27, 2010, 11:14:54 am
no attesa che ritorniamo al baratto e alla pelle di animale (abbiamo due fini del mondo in programma come il Giacobbo ci ricorda un giorno si e un giorno anche  :D )
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Colui che lurka - Maggio 27, 2010, 11:29:39 am
Suicidio di massa?
Chiedere un'invasione da parte degli svedesi...

Italiani, popolo della Revolutio Interruptus...
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: ninfeaalba79 - Maggio 27, 2010, 01:30:44 pm
Suicidio di massa?
Chiedere un'invasione da parte degli svedesi...

Italiani, popolo della Revolutio Interruptus...


peccato che per interroperla bisognerebbe iniziarla  :predica:
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Maggio 29, 2010, 11:06:31 pm
probabilmente sono OT mettendo questa notizia qui, ma ci sono almeno altri 3-4 thread dove potrei inserirla (compreso per me il malvumore): l'elenco (http://www.unita.it/news/italia/99335/via_istituti_e_enti_culturalila_lista) delle fondazioni, istituzioni enti che non vedranno più un euro (se non dietro chissà quali modalità) dallo stato.
Alcuni li conosco e so che lavorano bene, per altri posso addirittura testimoniarlo in prima persona.  :'(
Sta qua perchè: è l'economia "bellezza", meglio tagliare qui alla cultura, meglio sacrificare questi investimenti non "produttivi" per il contamonete che le banche, le rendite dalle speculazioni, i benefit finanziari o gli evasori fiscali, ecc. ecc.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Adriana - Maggio 29, 2010, 11:16:15 pm

Mah, molti sembrano seri, altri però mi lasciano dubbiosa, forse non è proprio necessario finanziare l'Associazione dei Cavalieri italiani del sovrano militare Ordine di Malta, il Comitato Nazionale un secolo di Fumetto Italiano (con tutto che amo i fumetti) e la .Fondazione Bettino Craxi.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Maggio 29, 2010, 11:25:05 pm
Ce ne saranno sì una 50ina non "non finanziabili" ma bensì eliminabili (tipo tutti i comitati per la celebrazione di ***), ma molti altri sono enti di lunga vita e provata scientificità, riconosciuti a livello internazionale. Qualcuno è addirittura da stelletta nel curriculum (e non solo per noi italiani).
Titolo: !
Inserito da: DDRD(evotchka) - Maggio 29, 2010, 11:30:28 pm
ma poerché non togliere finanziamenti ai giornali di merda che legggono solo due-tre mentecatti?
Libero, Giornale, Foglio si parla di voi!!
almeno non farebbero più i set di dvd agiografici.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Giugno 01, 2010, 11:49:46 am
Citazione

Draghi: evasione e corruzione macelleria sociale per l´Italia. "La manovra era inevitabile, adesso le riforme"
"I giovani sono i più colpiti dalla crisi. Va completato il riordino delle pensioni"
ELENA POLIDORI
ROMA - Nelle nuove condizioni di mercato innescate dalla crisi greca, con gli attacchi all´euro e il rischio contagio, per il governo «era inevitabile agire». Ma attenzione: le restrizioni di bilancio «incidono sulle prospettive di ripresa»; i suoi effetti vanno monitorati. Mario Draghi, governatore della Banca d´Italia, invita «ad accompagnare le correzioni dei conti con il rilancio della crescita». Per riuscire invoca le riforme strutturali di sempre, in primo luogo un innalzamento dell´età pensionabile, insieme a tagli di «sprechi e duplicazioni» nella pubblica amministrazione.
Ma davanti al Gotha dell´economia, il governatore parla spesso a braccio. Ed è proprio qui che il suo messaggio diventa diretto, senza filtri, comprensibile a tutti, nuovo. Per esempio, con un linguaggio inconsueto per un banchiere centrale, «rozzo ma efficace», come lo definisce, Draghi dice che gli evasori sono «i primi responsabili della macelleria sociale». E lo sono perché solo nel triennio 2005-2008 hanno dribblato Iva per 30 miliardi l´anno, 2 punti di Pil. Se avessero pagato, «il nostro debito pubblico in rapporto al Pil sarebbe tra i più bassi della Ue». Come se non bastasse, l´evasione «è un freno alla crescita perchè richiede tasse più elevate per chi le paga». Una sua riduzione deve consentire «quella delle aliquote». Questo paragrafo delle Considerazioni finali è significativamente dedicato alla legalità. Anche la corruzione è un freno alla crescita: «Stretta è la connessione tra la densità della criminalità organizzata e il livello di sviluppo». Poi la denuncia: «Relazioni corruttive tra soggetti privati e amministrazioni pubbliche favorite dalla criminalità organizzata, sono diffuse. Le graduatorie internazionali collocano l´Italia in una posizione sempre più arretrata».
Anche il secondo messaggio a braccio ha una sua efficacia. «I giovani sono le maggiori vittime di questa crisi», scandisce. La recessione «ha acuito» il loro disagio. Draghi fa parlare i numeri: nella fascia tra i 20 e i 34 anni la disoccupazione è del 13%. Rispetto al 2008, la riduzione della quota di occupati è stata 7 volte quella degli anziani.I salari d´ingresso ristagnano da 15 anni. Le condizioni di lavoro tra le nuove generazioni e le precedenti «vanno ampliandosi a sfavore delle prime». E´ distruzione di capitale umano. Al dunque, ci giochiamo una generazione.
Draghi fa anche il conto dei costi della crisi 2008-2009: è un cimitero di segno meno. Dunque: -6 punti di Pil; -3,4 del reddito reale delle famiglie; -2,5 i loro consumi; -22 l´export; -16% gli investimenti delle imprese. E poi, boom della Cassa integrazione (+12%), 9400 fallimenti di imprese solo nel 2009, un quarto in più sull´anno precedente.
Il terzo messaggio riguarda il sistema bancario e parla da solo: «Nessuno ha interesse che la politica torni a gestire le banche». Nessuno. Draghi guarda alla crisi anche in chiave internazionale. Nota che «in forma brutale» ci ha ricordato l´importanza «dell´azione comune, della condivisione di obiettivi, politiche, sacrifici». E´ una lezione vale per tutti. Ricorda che le regole della finanza vanno cambiate e rafforzate: se le riparlerà in Corea, nel week-end, al vertice del G20. Poi lancia un messaggio ai mercati: l´area dell´euro è nel suo complesso «è più solida di altre». L´attacco che la colpisce non guarda al suo insieme, ma sfrutta l´opportunità offerta «dall´incompiutezza del progetto», da quella che Ciampi chiamava «la zoppìa». «Non c´è che una risposta. L´euro vive con tutti i suoi membri, grandi piccoli, forti e deboli». Ma va rafforzata la costruzione europea nella politica, con un governo Ue più attivo e un nuovo Patto di stabilità più vincolante ed esteso. «La sfida di oggi è coniugare rigore e sviluppo. Si combatte facendo appello ai valori che ci hanno permesso di vincere le sfide del passato», come nel 1992.
Fonte: La Repubblica - edizione cartacea del 1 giugno 2010, p. 10

Scusate se ho copia-incollato tutto, ma a pezzi e bocconi non teneva il senso, ed essendo preso dall'edizione cartacea non potevo linkare e basta.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Giugno 01, 2010, 11:51:54 am
Con tutta la (mia personale) gioia nel vedere che finalmente qualcuno dice le cose come stanno non solo al bar -e lasciati da parte i riferimenti chiari alla Lega ed alle sue banche padane, giusto per ricordare chi comanda-, ma davvero questo discorso è così rivoluzionario? Sono due giorni che tutti si stracciano le vesti per i complimenti (su come sia possibile che abbia soddisfatto tutti è un mistero), semplicemente perchè qualcuno ha detto che il signor Lapalisse un quarto d'ora prima di morire era vivo.  >:(
Per poi lasciare, nei fatti, evasione e gioco degli appalti come prima e caricare tutto il peso sui soliti "somari" sociali. E nel frattempo la disoccupazione fra i giovani tocca il 30% (http://www.repubblica.it/economia/2010/06/01/news/istat_disoccupazione-4486029/?ref=HREA-1): 1 su 3 è un bamboccione, suo malgrado. Che se ne fanno delle belle parole teoriche quando poi la pratica (e le azioni operative, firmate sempre e ciecamente) vanno sempre dall'altra parte?
Che c'è da giubilare solo perchè uno grida il re è nudo e poi tutti (lui compreso) lo guarda come se fosse vestito?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Giugno 01, 2010, 12:00:04 pm
e soprattutto: il governo ha voluto recepire solo ciò che gli ha fatto comodo da questo discorso.
il nano asfaltato in testa ha detto:
è stata apprezzata la nostra manovra  ???

 :sguish:
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Ottobre 28, 2010, 12:08:59 pm
le mini pensioni. Dopo 40 anni di lavoro, avrò la gioia di morire di fame. http://www.corriere.it/economia/10_ottobre_28/pensione-parasubordinati_ca2916fe-e251-11df-8440-00144f02aabc.shtml

Lo Stato mi pensa e prima di vedermi morta finalmente farà di me una silfide.

Aggiungo anche il contributo odierno di Brunetta al buon funzionamento del mercato del lavoro: 8.4% in meno di lavoratori nel pubblico impiego entro il 2013.
http://www.repubblica.it/economia/2010/10/28/news/brunetta_pubblica_amministrazione-8510628/?ref=HREA-1
Pur con tutti i difetti di ogni area, attendo con fiducia di vedere come riuscirà a sperequare, con la sua solita perizia, tagliando dove il personale serve e viceversa.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cheeza - Ottobre 28, 2010, 12:18:45 pm
giusto per completezza.
http://attivissimo.blogspot.com/2010/10/inps-precari-senza-pensione.html (http://attivissimo.blogspot.com/2010/10/inps-precari-senza-pensione.html)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Ottobre 28, 2010, 12:33:43 pm
Emigriamo  :ghismundicon: :ghismundicon: :ghismundicon:
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Ottobre 28, 2010, 12:35:24 pm
Citazione
Le misure di contrasto all'assenteismo "hanno comportato una riduzione media delle assenze per malattia pro capite dei dipendenti pubblici di circa il -35%", ha aggiunto Brunetta, per il quale "questo successo si traduce in 65 mila dipendenti in più ogni anno sul posto di lavoro, valore superiore a tutta la popolazione residente del comune di Viterbo. Anche in questo caso siamo riusciti a riallineare i valori tra settore pubblico e privato".

mai sentiti 'sti dati, ma dove li trova nell'ovetto kinder?
 ::)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: PiantaGrassa - Ottobre 28, 2010, 12:36:38 pm
Brunetta è uno che del lavoro nel settore pubblico non capisce una mazza
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Ottobre 28, 2010, 12:41:19 pm
Brunetta è uno che del lavoro nel settore pubblico non capisce una mazza
:nonono: Brunetta odia il pubblico (basta recuperare le sue uscite pre-elezioni e ogni volta sfagiolava il suo astio anche personale) ed è stato messo lì apposta.
Peraltro coi soliti ottimi risultati: privatizzare tutto e così spendere di più (se ci vien bene possibilmente anche con servizi peggiori o -tristemente- persino peggiori, dopo poco tempo)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Bellatrix - Ottobre 28, 2010, 12:58:53 pm
Non ho mai capito se la crisi esita o meno.


Qui gli industriali continuano a fare bella vita e le signore della Contea a rifornirsi dei borsoni di C***** e P*****
Forse adottano il metodo "pane e cipolle" di Lilith.


NOTA a margine: C e P sono dei costosi negozi. Sono una specie di indice del benessere delle Contea. L'anno scorso C ha dato fuori tutto a metà prezzo creando un forte panico nei dati economici, in realtà C svendeva per rinnovarsi ed ampliarsi.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Adriana - Ottobre 28, 2010, 07:24:04 pm

Secondo me la crisi c'è, e funziona così: chi è molto povero si impoverisce ancora di più, chi è ricco si arricchisce (magari già da prima evadeva le tasse). Chi è in mezzo sopravvive, ma non si sa per quanto. Non mi stupisco che gli industriali e le signore vivano bene: non penso che siano danneggiati. Ha molte difficoltà, invece, chi ha un lavoro precario (tanti giovani), chi viene licenziato (un solo esempio: le operaie dell'Omsa), le famiglie numerose e/o con malati e anziani a carico. Per queste categorie (e a volte anche per il 'ceto medio') il potere d'acquisto è diminuito: in parole povere, prima della crisi gli stipendi riuscivano a garantire un tenore di vita decoroso, ora no.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: NuovaCarne - Ottobre 28, 2010, 07:28:33 pm

Secondo me la crisi c'è, e funziona così: chi è molto povero si impoverisce ancora di più, chi è ricco si arricchisce (magari già da prima evadeva le tasse). Chi è in mezzo sopravvive, ma non si sa per quanto. Non mi stupisco che gli industriali e le signore vivano bene: non penso che siano danneggiati. Ha molte difficoltà, invece, chi ha un lavoro precario (tanti giovani), chi viene licenziato (un solo esempio: le operaie dell'Omsa), le famiglie numerose e/o con malati e anziani a carico. Per queste categorie (e a volte anche per il 'ceto medio') il potere d'acquisto è diminuito: in parole povere, prima della crisi gli stipendi riuscivano a garantire un tenore di vita decoroso, ora no.
esatto, e chi dice il contrario è in malafede, premier in testa.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: luca chin - Ottobre 29, 2010, 11:00:34 pm
Sul ceto medio avrei qualcosa da dire. Rilevo che c'è una certa categoria di persone (per lo più lavoratori dipendenti anche di livello medio basso, che definire ricchi è esagerato: è corretto definire al massimo benestanti) che dalla crisi trae un certo vantaggio. Prima della crisi si collocavano in un profilo più basso di oggi. Sono magari quelle coppie (marito e moglie, ad esempio), con casa di proprietà magari ereditata, le quali portano a casa un doppio stipendio che, nel totale, fa un certo gruzzoletto. Per questa categoria, categoria molto frequente, la crisi non solo non è avvertita, ma è addirittura 'na bbellezza (lo dico con ironia, intendiamoci). Loro si possono permettere molte cose che gli altri, spesso, non possono più nemmeno pensare.
La crisi, a mio parere, la sente soprattutto (lasciando stare i precari e i disoccupati, ovviamente) la famiglia monoreddito, se il reddito non è davvero rilevante.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Adriana - Ottobre 29, 2010, 11:16:02 pm

Mah, dipende: se la coppia è formata da due professori di liceo non è che se la passino alla grande (oltretutto probabilmente gli stipendi degli insegnanti verranno tagliati). Certo non siamo a livelli da fame, ma non c'è neanche tanto da stare allegri.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: luca chin - Ottobre 29, 2010, 11:19:05 pm

Mah, dipende: se la coppia è formata da due professori di liceo non è che se la passino alla grande (oltretutto probabilmente gli stipendi degli insegnanti verranno tagliati). Certo non siamo a livelli da fame, ma non c'è neanche tanto da stare allegri.

beh, due stipendi di liceo fanno circa 3.000 euro netti al mese, che entrano tutti i mesi. Se non c'è mutuo da pagare (ma anche se ci fosse...), non mi sembra male. Difficilmente un monoreddito arriverà a tanto. Se mi parli di due precari il discorso è differente, ma quelli li avevo esclusi anch'io.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Adriana - Ottobre 29, 2010, 11:24:03 pm

Per carità, non è male, ma alla fine non è che siano tantissimi, soprattutto se ci sono dei figli. Poi magari c'è il mutuo, due automobili, la spesa, le bollette, genitori anziani a carico..
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: luca chin - Ottobre 29, 2010, 11:28:29 pm
non sono tantissimi, hai ragione, ovviamente i conti la fai su entrate e uscite, certo. Ma, in linea generale, se due coniugi non hanno uscite rilevanti, con 3.000 € al mese vivono senza problemi e si permettono molto. Fidati, ne conosco diversi esempi.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: NuovaCarne - Ottobre 30, 2010, 12:17:49 am
dipende anche da dove vivono, a reggio starebbero da pascià  :sisisi:
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: PiantaGrassa - Ottobre 30, 2010, 10:27:51 am
Guerre tra poveri comunque, lucachin.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Bellatrix - Ottobre 30, 2010, 12:25:48 pm
So che la crisi esiste, il mio commento era un pò ironico.
Infatti il mio ex fidanzato era ricco, un ricco vero ma ora si è impoverino.
Ma non da fame, ora vive come io ho sempre vissuto. Ma per lui, per i suoi standard, è poverità acuta.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: luca chin - Ottobre 30, 2010, 03:28:40 pm
mah, non è importante avere tanto, è necessario avere ciò che serve. L'esubero
Guerre tra poveri comunque, lucachin.

Secondo me no. I poveri sono ben altri, e ce ne dimentichiamo troppo spesso.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Novembre 01, 2010, 09:35:56 pm
ovviamente le colpe sono solo degli operai, non di chi perde il 40% di vendite nel paese dove vende di più  ::)
http://www.repubblica.it/economia/2010/11/01/news/vendite_di_ottobre_per_la_fiat_-39_5_-8636945/
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: luca chin - Novembre 01, 2010, 10:38:59 pm
non credo mai che nessuna persona di buon senso possa (o intenda) dare colpe agli operai del calo di volume d'affari.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Adriana - Novembre 01, 2010, 10:46:48 pm

Sicuramente gli alti dirigenti della Fiat non sono tutti dei benefattori dell'umanità. Però è da una settimana che tutti danno addosso a Marchionne per quello che ha detto da Fazio. Io l'ho sentito e non ha detto 'Licenzieremo tutti', ma 'La Fiat non fa utili in Italia'. E' sgradevole, ma probabilmente è vero. E' inutile che uno indichi la luna e tutti guardino il dito.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: luca chin - Novembre 01, 2010, 10:53:37 pm

Sicuramente gli alti dirigenti della Fiat non sono tutti dei benefattori dell'umanità. Però è da una settimana che tutti danno addosso a Marchionne per quello che ha detto da Fazio. Io l'ho sentito e non ha detto 'Licenzieremo tutti', ma 'La Fiat non fa utili in Italia'. E' sgradevole, ma probabilmente è vero. E' inutile che uno indichi la luna e tutti guardino il dito.


non c'è dubbio. Lui DEVE ragionare così: è pagato (profumatamente) per gli interessi degli azionisti. Non ragionasse in quei termini sarebbe un pessimo AD.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Novembre 01, 2010, 11:08:11 pm
è facile fare utili altrove, se i finanziamenti altrove lì prendi tutti e senza fiatare, anzi.
Qui non è questione di guardare lune o dita, ma dati letti non faziosamente. Che non significa dire che fai profitti se non ci sono, ma neanche sconvolgere i parametri di lettura degli indici di produttività e compagnia cantando.
I giochini valutativi li fanno meglio i banchieri, che maneggiano mere cifre. Il fatto è che se vuoi guardare solo quelli ti apri una banca d'affari, non un'industria produttiva. Non fai i conti con gli oggetti.
Vale per un'automobile come per una lavatrice, un libro o una giacca.

Peraltro chiunque faccia i conti con gli oggetti (e non solo coi derivati) dovrebbe anche saperli vendere e che fiat senza spinte (dell'Italia o di altri) fatichi a commercializzare è un dato non di oggi e neanche di ieri.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: luca chin - Novembre 01, 2010, 11:11:37 pm
purple, non ho capito cosa intendi dire...
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Novembre 01, 2010, 11:21:24 pm
eh domani, io me ne vado a dormire.

Semplicemente, che i parametri vanno letti e comparati tutti, non solo quelli che ti fanno comodo, Marchionne style. Idem per gli indici. E gli incentivi che qui non si vogliono vengono -in altra forma- accolti a braccia aperte in altri paesi ed inseriti nel positivo di bilancio altrove.
Sennò meglio dedicarsi ai derivati e cambiare lavoro, almeno là a giocare coi numeri ben che ti vada fai un macello mondiale e la gloria personale ne trarrà ulteriore giovamento.  Non è un economista che studia teorie per far bella figura a Davos è un AD, la differenza c'è, anche se alcuni non se ne rendono conto; soprattutto quelli che vanno a Davos.

Non dubito che magari le quote fiat italiche non vadano in attivo, se non neanche in pareggio, ma il discorsetto era faziosetto, da Fazio.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: hallymay - Novembre 01, 2010, 11:26:21 pm
io dico che anche i AD della general motors negli anni ottanta dicevano la stessa cosa. Chiusero gli stabilimento del Michigan portando al disastro sociale intere città (vedi Roger and me di Micheal Moore)
Adesso la GM è sotto amministrazione controllata
Anche la Toyota fa i suoi utili in america non in Giappone
Eppure in giappone le fabbriche non le chiudono
é da una vita che ci dicono che delocalizzare avrebbe servito a rendere le nostre economie più competitive
Risultato?
La peggiore catastrofe economica dal 1929
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: luca chin - Novembre 01, 2010, 11:48:19 pm
ok, notte...ma...lui immagino li compari proprio ma proprio tutti, i parametri, ne starei piuttosto certo: lo fa (lo deve fare) solo per i suoi azionisti però, non per Fazio (il discorso non l'ho sentito, ma immagino abbia "glissato" su alcune cose, da ciò che dici), non per i giornali, non per altri se non per gli azionisti, dai quali è pagato (molto adeguatamente) per fare solo (ed esclusivamente) i loro interessi. Se è ancora lì a loro sta bene e immagino sia perchè l'analisi del bilancio fiat la sa fare con una certa avvedutezza. La Fiat vuole Marchionne e lo paga molto bene: quale sarà il perchè? sicuramente non perchè non capisce parametri e indici.
Non ci debbono essere, insomma, se non sul piano strettamente umano, altre finalità che lo distraggano dagli interessi dell'azienda (nei limiti di legge, s'intende) di produrre dividendi per gli azionisti.
Quanto alla crisi dell'auto italiana: esiste da prima di Marchionne, adesso ci sta facendo i conti lui nel modo che ritiene adeguato (per la società, non per i dipendenti): sbaglierà forse, così come forse potrebbe non sbagliare (ribadisco: deve agire nell'esclusivo interesse dell'azienda, e di nessun altro soggetto se non in via del tutto subordinata).
Sì, la GM in amministrazione controllata, e così via, certo. Può darsi che Marchionne stia sbagliando tutto ed in quel caso è la Fiat che sbaglia tutto: si vedrà.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: hallymay - Novembre 01, 2010, 11:56:26 pm
non so: dico anche che grazie al cavolo che la FIAT fa utili in paesi in Brasile
Quelli sono paesi emergenti, o come direbbe Solow, in fase di convergenza economica
Dato che NESSUN  economista ha trovato la formula economica e il risultato empirico per la crescita perenne
la vedo dura prima che una multinazionale dell'auto possa fare i risultati che fa in India, cina e Brasile anche in Occidente
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: luca chin - Novembre 02, 2010, 12:14:27 am
beh, forse (ne dico a caso un paio senza sapere):
- in giappone le industrie Toyota non chiudono perchè producono dividendi, cosa che non accade in Italia
- la Fiat intende spostare possibilmente l'attività all'estero non solo limitatamente alla previsione di maggiori entrate, ma anche e soprattutto perchè l'Italia è tra i paesi che maggiormente (anzi, credo sia in testa) tassa il lavoro dipendente (ad esempio, saprete forse che il lavoro dipendente in Italia è del tutto indeducibile ai fini del calcolo dell'irap: immaginiamo quanto possa incidere l'Irap in rapporto al valore della produzione Fiat, considerata la quota relativa al costo del lavoro), che impone obblighi stringenti in capo al sostituto d'imposta e non mi riferisco al lavoro dei sindacati ma agli obblighi ex lege, che produce controlli serrati in materia fiscale, previdenziale e assistenziale, che ha tempi contenziosi eterni e così via.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Novembre 02, 2010, 09:56:14 am
- la Fiat intende spostare possibilmente l'attività all'estero non solo limitatamente alla previsione di maggiori entrate, ma anche e soprattutto perchè l'Italia è tra i paesi che maggiormente (anzi, credo sia in testa) tassa il lavoro dipendente (ad esempio, saprete forse che il lavoro dipendente in Italia è del tutto indeducibile ai fini del calcolo dell'irap: immaginiamo quanto possa incidere l'Irap in rapporto al valore della produzione Fiat, considerata la quota relativa al costo del lavoro), che impone obblighi stringenti in capo al sostituto d'imposta e non mi riferisco al lavoro dei sindacati ma agli obblighi ex lege, che produce controlli serrati in materia fiscale, previdenziale e assistenziale, che ha tempi contenziosi eterni e così via.
non ne posso più di questa giustificazione da 4 soldi 4
bieca e ridicola nella sua supposta centralità del problema, ti prego lasciala agli industriali.
E non dico altro, ho già capito che è inutile.

Perchè se vogliamo parlare di regolamenti e tassazione e meglio che lasciamo stare le super-industrie.

E ribadisco che l'economia da "XIX secolo" che applicano questi AD fa pena. Pena non perchè lo dico io, ma perchè credono che il capitalismo spinto sia il messia (per carità magari un giorno ci farà la grazia di comunicarcelo via fax o per e-mail certificata il signore lassù sull'empireo), mentre in realtà non sanno niente del resto. Qualche ora in meno di matematica e qualche ora di storia del mercato, dell'economia, delle banche o quel che è e forse ne trarrebbero giovamento. Non hanno altre risposte semplicemente perchè non sanno neanche che esistono, convinti di avere l'onniscienza economica in mano.

E ribadisco chiudo. Non ho neanche voglia di mettermi a discutere.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Crocs - Novembre 02, 2010, 10:34:54 am
- la Fiat intende spostare possibilmente l'attività all'estero non solo limitatamente alla previsione di maggiori entrate, ma anche e soprattutto perchè l'Italia è tra i paesi che maggiormente (anzi, credo sia in testa) tassa il lavoro dipendente (ad esempio, saprete forse che il lavoro dipendente in Italia è del tutto indeducibile ai fini del calcolo dell'irap: immaginiamo quanto possa incidere l'Irap in rapporto al valore della produzione Fiat, considerata la quota relativa al costo del lavoro), che impone obblighi stringenti in capo al sostituto d'imposta e non mi riferisco al lavoro dei sindacati ma agli obblighi ex lege, che produce controlli serrati in materia fiscale, previdenziale e assistenziale, che ha tempi contenziosi eterni e così via.
non ne posso più di questa giustificazione da 4 soldi 4
bieca e ridicola nella sua supposta centralità del problema, ti prego lasciala agli industriali.


Sarà bieca e ridicola, il problema è che, purtroppo, è vera.
Secondo me Marchionne ha ragione a dire che la Fiat non fa utili in Italia, mi sembra abbastanza lampante.
Il problema è che secondo me, come gli è stato fatto notare, non è un discorso molto onesto minacciare velatamente di chiudere gli stabilimenti in Italia quando è stata proprio l'Italia a sostenere la Fiat per anni con finanziamenti statali, per non parlare di tutti quei ridicoli incentivi (e ci metto anche la ZTL eh!). Beninteso, non sono certa che questo sia stato un bene (per esempio l'economia fiat-centrica ha fatto dei grandi danni alle piccole e medie imprese nel torinese), però è così e non è che adesso possano tirarsi indietro.
Credo che la Fiat abbia un debito nei confronti dei contribuenti italiani, e se per ripagarlo devono rinunciare a degli utili in Italia, purtroppo, almeno in questa fase, secondo me devono accettarlo.


PS, per DDRD: "il Giornale" è uno dei pochi quotidiani (forse l'unico?) che non prende finanziamenti statali. E' privato.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: luca chin - Novembre 02, 2010, 10:41:34 am
tu dici che è da 4 soldi, era un esempio: ce ne sono altri cento (il mercato differente, o le pex, ad esempio, o le differenze delle aliquote: si chiama pianificazione fiscale). Ed oltre al fisco ci sono un mare di altre motivazioni. In ogni caso, non devono giustificare niente a nessuno: fanno le scelte che ritengono opportune.
Purple, sarò sincero: mi sembri alquanto imprudente nell'affermare che questi AD "non sappiano niente del resto". Forse nella srl che hai sotto casa può capitare.
Per quanto attiene Marchionne, si tratta di una enorme multinazionale che ha scelto lui (e ciò che lui costa) tra milioni di persone qualificate: non hanno scelto te, me, nessun altro. Ripeto: ci sarà un perchè, con tutto che potrà sbagliare anche lui (ed il rischio casca tutto in Fiat).
Fine della discussione anche per me.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Colui che lurka - Novembre 02, 2010, 12:33:47 pm
Per quanto attiene Marchionne, si tratta di una enorme multinazionale che ha scelto lui (e ciò che lui costa) tra milioni di persone qualificate: non hanno scelto te, me, nessun altro. Ripeto: ci sarà un perchè, con tutto che potrà sbagliare anche lui (ed il rischio casca tutto in Fiat).
Evvabbè! Ma stiamo parlando dell'enorme multinazionale che ha svenduto la Seat e ha fabbricato gioielli come la Duna eh!
Siamo sicuri che vogliamo considerarla un metro di paragone/un esempio di lucidità manageriale e societaria??!?! :P

Aldilà degli scherzi, il concetto "il lavoratore costa troppo" mi sa un poco di palla eh!
In Giappone il costo è abbastanza simile, e la Toyota produce ancora lì.
In Germania dove ci sono due enormi gruppi automobilistici non mi sembra che i lavoratori si svendano....
In Francia idem...

In questo ha ragione un po' Purple buttarla su "ah, colpa del governo ladro che tassa troppo" è quanto meno ridicolo.
Avrei creduto più se avesse detto "ok, le infrastruttura fanno cagare, la legislazione è caotica e ci costa l'ira di dio seguire la vostra cacchio di burocrazia".

La Fiat non fa utili in Italia? Beh, dove spera di farli? In Germania? Francia? In Inghilterra? In India dove viene mangiata viva dalla Tata appena prova ad andare sul mercato? In Cina dove puntano sostanzialmente ad un'autarchia (e possono permetterselo)?

La Fiat non fa utili perchè non è capace di creare qualcosa di decente per il mercato automobilistico (aldilà dei motori che, oggettivamente, hanno diverse novità tecnologiche mica da scherzo).


Alla prossima minaccia del tipo "oh! il mercato è in crisi profondaaaaa! Aiutateci o lasciamo a casa qualche migliaio di lavoratori" inizierei a statalizzare l'azienda U_U
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: luca chin - Novembre 02, 2010, 02:53:49 pm
capperi, è vero: non ricordavo la DUNA!
comunque:
in Giappone il costo del lavoro sarà anche simile, ma è probabile sia meno penalizzato sotto il profilo fiscale e contributivo. Il costo (così come il componente positivo) non è l'unico parametro: al costo (o al componente positivo) si somma il trattamento fiscale di quel costo (o di componente positivo): se quel costo non solo è alto ma non me lo lasci dedurre permetti che se posso trovo il luogo dove ciò possa accadere, specie se quel costo è una componente rilevante? Stesso dicasi per Germania e Francia, paesi euro ma sensibilmente diversi dall'Italia.
Con ciò non intendo dire "è lo stato che tassa troppo", perchè le politiche fiscali in Italia hanno una loro coerenza complessiva, intendo però dire che sovente le multinazionali che possono farlo (non solo dell'auto, ma in genere) "collocano" il reddito d'impresa altrove, perchè così facendo ciò che rimane in tasca agli azionisti è sensibilmente superiore. Anche tu vai dove ti pagano meglio, a parità di lavoro, giusto? Bene, è la stessa cosa.
A ciò aggiungo che addirittura in Italia la Fiat lavora IN PERDITA (significa che a fine anno, messi sulla bilancia costi e ricavi PREVALGONO i costi). Quindi il problema è assai più grave: l'attività così come è posta in essere non ha convenienza economica.
Tutto ciò significa che la Fiat sta facendo bene? no, sarà tutto da vedere, siamo d'accordo, potrà essere come paventate l'ennesimo flop, ma intendo dire che i criteri nelle scelte NON POSSONO tener conto delle esigenze lavorative dei dipendenti, se non entro certi limiti e, rispetto agli interessi dell'azianda, quelle esigenze interesseranno l'azienda del tutto marginalmente.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Colui che lurka - Novembre 02, 2010, 03:02:56 pm

A ciò aggiungo che addirittura in Italia la Fiat lavora IN PERDITA (significa che a fine anno, messi sulla bilancia costi e ricavi PREVALGONO i costi). Quindi il problema è assai più grave: l'attività così come è posta in essere non ha convenienza economica.
Ma alla Fiat è sempre andato bene così, visto i treni di soldi pubblici che si è intascata (aldilà che la cosa ha avuto effetti-volano, per quanto limitati nel tempo, sull'economia intera).
Ora arrivare a dire "ciao, è stato bello" è quanto meno immorale (e ok, lo sanno anche i sassi che economia e morale non vanno a braccetto ultimamente) e uno Stato decente punterebbe i piedi pretendendo a questo punto il rimborso delle sovvenzioni.

Citazione
Tutto ciò significa che la Fiat sta facendo bene? no, sarà tutto da vedere, siamo d'accordo, potrà essere come paventate l'ennesimo flop, ma intendo dire che i criteri nelle scelte NON POSSONO tener conto delle esigenze lavorative dei dipendenti, se non entro certi limiti e, rispetto agli interessi dell'azianda, quelle esigenze interesseranno l'azienda del tutto marginalmente.
Cavoli! Siamo indietro di 100 anni qui :|
Lo stesso Ford aveva capito che non ha senso produrre qualcosa che i tuoi lavoratori non possono permettersi.
E' vero che ora è arrivata l'economia dei marchi di lusso, ma sostanzialmente l'affermazione di Ford ha ancora senso e dovrebbe essere tenuta in considerazione. E la Fiat non opera nel settore del lusso.

Dire "me ne sbatto dei lavoratori" (iperbole) vuol dire tagliarsi le palle da soli perchè chi cacchio te lo compra poi il prodotto? Gli alieni?

Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: luca chin - Novembre 02, 2010, 03:08:21 pm
1. se alla Fiat è andato bene prima, non significa che debba andar bene adesso: infatti non le va più bene.
2. Il rimborso di sovvenzioni date a fondo perduto è inimmaginabile, ci vorrebbe una previsione contrattuale che evidentemente non esiste (immagino che una simile clausola non sarebbe mai stata accettata).
3. Siamo d'accordo: il lavoro del dipendente è una risorsa. Anche all'estero. Il prodotto lo venderò lì.

Lo so che il discorso è spietato, ma è questo il loro ragionamento, stringi stringi. Si parla di soldi, come sempre.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Novembre 02, 2010, 03:12:21 pm
nessuno pretende che la Fiat resti in Italia, anzi se ne vada definitivamente. Finalmente. L'abbiamo già mantenuta per troppi decenni.

Io, almeno, non contesto la scelta di una multinazionale, ma la visione da padreterno dell'economia di uno che bravo quanto vuoi dimostra con le sue azioni di non sapere null'altro che non sia l'economia applicata al qui ed ora. Peraltro mica è il solo.

Essere privi di visione significa anche, per me, vedere l'economia rinchiusa solo fra un ciclo di Juglar ed uno di Kondratiev, trovare inattuabile qualsiasi cosa esca da uno schema che riesce a guardare al massimo dentro un secolo e in un ristrettissimo ambito territoriale.
Inutile poi, sempre a mio avviso, discutere dei dati che porta questo singolo caso, perchè andrebbero vagliati, contestualizzati, confrontati, non usati quelli che mi fanno comodo sì e gli altri li taccio  ::). Andrebbe analizzata la fonte. Se avete voglia lanciatevi, io di certo non mi metto a lavorare per un dibattito infinito sul forum.
Ripetere sempre la stessa solfa di defiscalizzazione, ad libitum, suona più o meno -ripetuta all'infinito- o mi fai fare quello che voglio (tanto al massimo carica l'80% di tasse ai co.co.pro.) o io ti lascio il dissesto. Non è più il "giusto" opportunismo dell'imprenditore, ma più o meno menefreghismo sociale.

Eh peccato che gli AD ed in generale gran parte di quelli che insegnano od escono dalle facoltà di economia pensino di essere dei matematici, dei "ragionieri", e non che maneggiano una delle principali scienze sociali.
Guardare indietro per vedere cosa già c'è stato, gli effetti che ha provocato, le soluzioni, no non esiste niente, esiste solo il conto di bilancio immediato. Questo non è trovare soluzioni.
Ed è un discorso generale, non solo dell'amministratore della s.r.l. sotto casa. Mica solo lui -l'amministratore dell's.r.l. del sottoscala- crede che l'unica forma esistente sia la scuola di Chicago con le sue varianti. E crede di essere l'innovatore scoprendo l'acqua calda che avevano già capito 300 anni prima di lui.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: luca chin - Novembre 02, 2010, 03:13:56 pm
sui treni di soldi pubblici percepiti aggiungerei che (verosimilmente) sono anch'essi componente positivo per l'impresa che li percepisce: ne deduco che NONOSTANTE i treni di soldi pubblici la Fiat rimane in perdita. Mi pare che la cosa si spieghi da sè.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: luca chin - Novembre 02, 2010, 03:17:59 pm
va bene purple, hai ragione. Ciò che sostieni però è economia sociale, scelta economica che guardi oltre e lontano. C'è un fiume di letteratura al riguardo. Peccato che l'AD debba rispondere periodicamente alla società, la quale VUOLE soldi adesso, non fra un secolo.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Novembre 02, 2010, 03:22:10 pm
e allora va a farsi le macchinette dove va in pari o in guadagno se pensa e ripensa non trova altre soluzioni o interessi d'impresa e smette di ricattare uno stato e -soprattutto- il suo sistema contrattuale già sconquassato e fragile.
Col sempre di moda sistema del chiagn'e fotte.

E aggiungo che ci deve essere un'etica nel proprietario. Sennò prima te ne liberi e meglio è. Io mica voglio farlo morire di fame il parùn, ma neanche lui può solo volere. Nel processo economico-produttivo non esiste solo un attore preferenziale.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: luca chin - Novembre 02, 2010, 03:30:58 pm
no, aspetta: lui va e non ci sono storie. Il ricatto quale sarebbe? Le storie le fanno altri, perchè chiudere una grossa fabbrica comporta sempre l'interesse (sempre diverso) di lavoratori, sindacati, media. A lui piacerebbe che tutto ciò non ci fosse, che nessuno fosse interessato, e se ne andrebbe silente, ma deve rendere conto alle parti che chiedono.
Sul resto hai ragione ancora, ma l'etica economica non è prevista per legge, è solo auspicabile (ed io sono il primo che l'auspica).
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Colui che lurka - Novembre 02, 2010, 03:38:27 pm
sui treni di soldi pubblici percepiti aggiungerei che (verosimilmente) sono anch'essi componente positivo per l'impresa che li percepisce: ne deduco che NONOSTANTE i treni di soldi pubblici la Fiat rimane in perdita. Mi pare che la cosa si spieghi da sè.
Dai che lo sai meglio di me e dei miei 5 anni di ragioneria che presentare bilanci in rosso o in attivo è questione di attimi, basta scegliere come imputare determinati costi (es Ammortamenti?) .

Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: luca chin - Novembre 02, 2010, 03:44:21 pm
beh, se intendi dire che la Fiat falsifica i bilanci....no, non è questione di attimi: i bilanci sono redatti ai sensi del codice civile e (per le società rilevanti) dei principi contabili internazionali. Se il bilancio è falso (e nel caso della Fiat non abbiamo alcun elemento per poterlo dire) di regola lo è per certificare redditi ove c'è perdita, non il contrario, per logici motivi.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Novembre 02, 2010, 03:50:16 pm
Io non farei santificazioni; nè lui nè nessun'altro degli attori in causa.
Per il resto il ricatto c'è nel preciso momento in cui tu sai che se ottieni un ulteriore infragilimento (termine che nel caso specifico si può usare traslando) delle posizioni contrattuali dei lavori esso cadrà a pioggia e probabilmente in modo molto più incontrollato in larga parte dei settori economici. Persino quelli che già al momento sono più fragili del tuo.
Fregarsene è una enorme disonestà intellettuale (se proprio il minimo di etica morale lo si vuole abbonare).
Sapere di avere una posizione di vantaggio, rinnegare quando non fa comodo un passato od il ruolo anche sociale che si ricopre ed approfittarsene  di contro è un ricatto.

"Governare" un'industria non si riduce a pensare a quel 3% di persone che si spartirà i sopravanzi, ma al 100% di quelle che vi sono coinvolte ed alle conseguenze che genera. Altrimenti come dicevo ieri vai a studiare i derivati per le banche d'affari e te ne freghi platealmente di persone o oggetti, vivi di numeri e della loro moltiplicazione senza neanche darti la pena di giustificarti in maniera ipocrita.

E bon, ho già speso troppe parole anche per oggi. Vado ad essere "produttiva" altrove. Sennò poi mi accuseranno di non far girare l'economia. Sennò sento che tra un po' mi metterò a parlare di sistemi di tassazione e ciò è male.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Colui che lurka - Novembre 02, 2010, 03:56:41 pm
beh, se intendi dire che la Fiat falsifica i bilanci....no, non è questione di attimi: i bilanci sono redatti ai sensi del codice civile e (per le società rilevanti) dei principi contabili internazionali. Se il bilancio è falso (e nel caso della Fiat non abbiamo alcun elemento per poterlo dire) di regola lo è per certificare redditi ove c'è perdita, non il contrario, per logici motivi.
Non parlo di falsificazioni di bilanci.
Un cliente per cui lavoro è SOX compliant (borsa usa, mica robetta) e ci sono modi legali per spostare le cifre di qui e di là senza troppi problemi.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: yao_chan - Novembre 02, 2010, 04:02:53 pm
Scusate, posso dire solo una cosa dal basso della mia ENORME ignoranza? ;D
Più che altro, mi pare che comunque la Fiat abbia ciucciato soldi pubblici in abbondanza, e ora stanno ricattando dei lavoratori terrorizzati dalla disoccupazione imponendo loro contratti illegali (il diritto di sciopero è un diritto, con un cotillon da giostra di paese) eccetera eccetera.
Ora, un'azienda non è un ammortizzatore sociale. Ma se ti sei preso dei finanziamenti PUBBLICI, gravando sulle spalle nostre, ora stai qui e non te ne vai affarinculo chissà dove per fare utili. Scusate, a me sembra una cosa che magari non sarà legata alle "leggi del mercato" ma che è logica.
Poi boh, anche a me sembra, dalla mia ignoranza abissale, che si consideri il capitalismo spinto come l'unica e sola alternativa. È ovvio che non si può pretendere che il mercato di prodotti come le automobili sia in crescita, in uno stato come il nostro. Non può crescere.
Non si può puntare sempre ad aumentare la produttività, a chi cavolo le vendi ste macchine?
E poi anche...tutto questo pensare alle logiche dell'azienda...a me pare che si sia perso di vista il fatto che l'azienda pensa agli interessi suoi, e gli operai ai propri.
A me dà fastidio giustificare "il padrone" che fa la pelle agli operai.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: luca chin - Novembre 02, 2010, 04:19:04 pm
beh, se intendi dire che la Fiat falsifica i bilanci....no, non è questione di attimi: i bilanci sono redatti ai sensi del codice civile e (per le società rilevanti) dei principi contabili internazionali. Se il bilancio è falso (e nel caso della Fiat non abbiamo alcun elemento per poterlo dire) di regola lo è per certificare redditi ove c'è perdita, non il contrario, per logici motivi.
Non parlo di falsificazioni di bilanci.
Un cliente per cui lavoro è SOX compliant (borsa usa, mica robetta) e ci sono modi legali per spostare le cifre di qui e di là senza troppi problemi.


spostare quote di reddito in altri stati con l'esclusivo fine di risparmiare le imposte in Italia, magari fittiziamente attraverso esterovestizioni, è contro la norma, non si può. Se ti sposti DEVI farlo veramente. C'è una norma specifica, inoltre, che semplicemente riconduce al "valore normale" le transazioni infragruppo che hanno invece comportato valutazioni "favorevoli", finalizzata anch'essa all'evitare che i redditi siano spostati a piacere all'estero. La norma si chiama in gergo "transfer pricing" e la trovi nell'art. 110 del TUIR.
Ciò detto, che c'azzecca con il problema dello stabilimento della Fiat?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: luca chin - Novembre 02, 2010, 04:26:12 pm
Scusate, posso dire solo una cosa dal basso della mia ENORME ignoranza? ;D
Più che altro, mi pare che comunque la Fiat abbia ciucciato soldi pubblici in abbondanza, e ora stanno ricattando dei lavoratori terrorizzati dalla disoccupazione imponendo loro contratti illegali (il diritto di sciopero è un diritto, con un cotillon da giostra di paese) eccetera eccetera.
Ora, un'azienda non è un ammortizzatore sociale. Ma se ti sei preso dei finanziamenti PUBBLICI, gravando sulle spalle nostre, ora stai qui e non te ne vai affarinculo chissà dove per fare utili. Scusate, a me sembra una cosa che magari non sarà legata alle "leggi del mercato" ma che è logica.
Poi boh, anche a me sembra, dalla mia ignoranza abissale, che si consideri il capitalismo spinto come l'unica e sola alternativa. È ovvio che non si può pretendere che il mercato di prodotti come le automobili sia in crescita, in uno stato come il nostro. Non può crescere.
Non si può puntare sempre ad aumentare la produttività, a chi cavolo le vendi ste macchine?
E poi anche...tutto questo pensare alle logiche dell'azienda...a me pare che si sia perso di vista il fatto che l'azienda pensa agli interessi suoi, e gli operai ai propri.
A me dà fastidio giustificare "il padrone" che fa la pelle agli operai.


non ti capisco: se ti sei preso i finanziamenti pubblici li hai presi in forza di un rapporto contrattuale, magari che si rifà a norme, giusto? Se decidi di andartene e lo fai violando quel contratto, o la norma al quale si riferisce, ne pagherai la penalità, se esiste una penalità. Esiste? non lo so. Se non esiste e non è prevista alcuna penalità (cosa che immagino, perchè immagino che i contributi abbiano vincolato solo il periodo in cui venivano percepiti, non quello successivo, ovvero non oggi che non ne percepisce più) te ne vai e fine delle trasmissioni: gli altri stanno a guardare, ne parlano, si indignano ma tu te ne vai. E' brutto, è pessimo ma così è.
Ripeto: la Fiat farà i suoi interessi.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Colui che lurka - Novembre 02, 2010, 04:32:02 pm
beh, se intendi dire che la Fiat falsifica i bilanci....no, non è questione di attimi: i bilanci sono redatti ai sensi del codice civile e (per le società rilevanti) dei principi contabili internazionali. Se il bilancio è falso (e nel caso della Fiat non abbiamo alcun elemento per poterlo dire) di regola lo è per certificare redditi ove c'è perdita, non il contrario, per logici motivi.
Non parlo di falsificazioni di bilanci.
Un cliente per cui lavoro è SOX compliant (borsa usa, mica robetta) e ci sono modi legali per spostare le cifre di qui e di là senza troppi problemi.


spostare quote di reddito in altri stati con l'esclusivo fine di risparmiare le imposte in Italia, magari fittiziamente attraverso esterovestizioni, è contro la norma, non si può. Se ti sposti DEVI farlo veramente. C'è una norma specifica, inoltre, che semplicemente riconduce al "valore normale" le transazioni infragruppo che hanno invece comportato valutazioni "favorevoli", finalizzata anch'essa all'evitare che i redditi siano spostati a piacere all'estero. La norma si chiama in gergo "transfer pricing" e la trovi nell'art. 110 del TUIR.
Ciò detto, che c'azzecca con il problema dello stabilimento della Fiat?
All'interno del bilancio.
Non spostare soldi tra divisioni in stati diversi.
All'interno del bilancio italiano, alcune voci che giacciono nel limbo vengono messe dove più fa comodo.
La norma non prevede ogni singola voce di bilancio, ma dei macrogruppi se non ricordo male.
Come riempi quei macrogruppi? Con le varie voci di costo/voci di ricavo.
Il problema è sempre lo stesso: come determinare dove vanno le varie voci? Chi redige i bilanci sa come giocare, legalmente su queste cose.
Si è finiti a parlare di questo per il discorso perdita/guadagno.


La fiat faccia i suoi interessi, chi dice nulla? Mi sembra si stia contestando semplicemente il lato etico/morale della cosa e come viene propinata la stessa, quasi fosse colpa di quei cattivoni di italiani che non comprano fiat e la faranno fallire.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: yao_chan - Novembre 02, 2010, 04:59:40 pm
Scusate, posso dire solo una cosa dal basso della mia ENORME ignoranza? ;D
Più che altro, mi pare che comunque la Fiat abbia ciucciato soldi pubblici in abbondanza, e ora stanno ricattando dei lavoratori terrorizzati dalla disoccupazione imponendo loro contratti illegali (il diritto di sciopero è un diritto, con un cotillon da giostra di paese) eccetera eccetera.
Ora, un'azienda non è un ammortizzatore sociale. Ma se ti sei preso dei finanziamenti PUBBLICI, gravando sulle spalle nostre, ora stai qui e non te ne vai affarinculo chissà dove per fare utili. Scusate, a me sembra una cosa che magari non sarà legata alle "leggi del mercato" ma che è logica.
Poi boh, anche a me sembra, dalla mia ignoranza abissale, che si consideri il capitalismo spinto come l'unica e sola alternativa. È ovvio che non si può pretendere che il mercato di prodotti come le automobili sia in crescita, in uno stato come il nostro. Non può crescere.
Non si può puntare sempre ad aumentare la produttività, a chi cavolo le vendi ste macchine?
E poi anche...tutto questo pensare alle logiche dell'azienda...a me pare che si sia perso di vista il fatto che l'azienda pensa agli interessi suoi, e gli operai ai propri.
A me dà fastidio giustificare "il padrone" che fa la pelle agli operai.


non ti capisco: se ti sei preso i finanziamenti pubblici li hai presi in forza di un rapporto contrattuale, magari che si rifà a norme, giusto? Se decidi di andartene e lo fai violando quel contratto, o la norma al quale si riferisce, ne pagherai la penalità, se esiste una penalità. Esiste? non lo so. Se non esiste e non è prevista alcuna penalità (cosa che immagino, perchè immagino che i contributi abbiano vincolato solo il periodo in cui venivano percepiti, non quello successivo, ovvero non oggi che non ne percepisce più) te ne vai e fine delle trasmissioni: gli altri stanno a guardare, ne parlano, si indignano ma tu te ne vai. E' brutto, è pessimo ma così è.
Ripeto: la Fiat farà i suoi interessi.
Certo. Non dico che non si PUÒ fare, se lo faranno senza che nessuno dica niente significa che si può.
Però voglio andare un po' al di là del lecito e dell'illecito. Nel caso lo facciano, sarebbero dei grandissimi paraculi ingrati e parassiti e piuttosto che comprare qualcosa della fiat me ne andrei a piedi da qui fino a Roma.
Certo, capisco che la tua ottica sia del "si può, lo fanno". La mia ottica è del "vi abbiamo riempito di soldi, adesso se ve ne andate lasciandosi a casa migliaia di lavoratori cagateli fuori tutti".
Cos'è, lo stato, una banca fatta di pirla?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: lucaluca - Novembre 02, 2010, 05:02:30 pm
io sono semplicistico:
ho molti dubbi su questa estrema bravura dei supermanager alla marchionne, non fosse altro che ultimamente sono fallite megabanche, megaimprese e megacazzi. E altre non sono fallite perchè ci hanno buttato dentro miliardi di carta stampata dalle zecche , quindi dallo stato e quindi dai contribuenti e risparmiatori, che poi si beccheranno l'inflazione conseguente.
Non ultime la GM e la Chrysler, che più che da marchionne,  sono state salvate dallo stato iussei.
Quindi sarei anche d'accordo che si becchino i megastipendioni, ma se poi le cose vanno male  dovrebbero essere lapidati in piazza altro che licenziare e cassaintegrare e/o dare la colpa ad altri.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: luca chin - Novembre 03, 2010, 01:03:11 am
colui che lurka, intanto mi scuso del ritardo nella risposta ma oggi "panico". Avrei diverse cose da puntualizzare al riguardo di ciò che dici. Non mi sembra però il caso di parlare qui di corretta redazione del bilancio d'esercizio, per almeno due motivi: il primo che mi sembra irrilevante al fine della tematica Fiat, il secondo che diventerebbe argomento troppo tecnico in relazione al contesto (per quanto divertente). Quindi, a meno che non ritenga di approfondire comunque la tematica che poni (lo potremo fare in privato, se ti può interessare), la finirei qui.

purple, se ben comprendo ti stai riferendo agli accordi contrattuali che intenderebbero derogare princìpi fondamentali, costituzionalmente garantiti, di cui ho sentito accenni in tv (ammetto di non aver approfondito e di averli dimenticati quando discutevamo precedentemente). Forse ti riferisci alla presa di posizione della Fiom in questo merito. Guarda, in linea di princìpio su questo sono più radicale di te e per motivi di legittimità ancor prima che di merito. Ragiono, magari sbagliando: non si dovrebbe derogare mai a diritti costituzionali, nè per legge, nè per contratto (anzi, non solo non si dovrebbe, ma non si può: la legge o il contratto contrari a fonte di rango superprimario, qual è la costituzione, sono sempre un pugno nell'occhio e sono nulli ab origine). Detto questo, se la Fiat "approfitta" della posizione di vantaggio per imporre condizioni anticostituzionali al lavoratore che si trova in posizione di soggezione, non solo determina una condizione deprecabile, ma determina una condizione nulla, che non può produrre effetti giuridicamente rilevanti. Bisogna vedere però quanto c'è di vero in tutto ciò, e ripeto: sono disinformato nello specifico, io parlo in linea generale. Questo però è tutt'altro discorso rispetto al potere che l'azienda ha di compiere le proprie scelte legittime in piena autonomia. Il resto, a cui ti riferisci, il lavoratore dipendente, come già detto a mio avviso è etica dell'amministrazione, importante certamente ma subordinata all'ammnistrazione "principale" che tende al vantaggio dell'azienda. Hai ragione certamente quando sostieni l'importanza del benessere e della valorizzazione del dipendente, o del posto sicuro, il tutto "a vantaggio" del risultato d'esercizio e quindi dell'imprenditore, chi non può essere d'accordo, ma il caso Fiat ha problemi di ben altro tipo da risolvere: ecco come la vedo io.

lucaluca, perchè possa accadere quello che auspichi serve un contratto tra società e AD che preveda penalità di quel tipo: non credo sarebbe firmato facilmente.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Colui che lurka - Novembre 03, 2010, 09:28:48 am
colui che lurka, intanto mi scuso del ritardo nella risposta ma oggi "panico". Avrei diverse cose da puntualizzare al riguardo di ciò che dici. Non mi sembra però il caso di parlare qui di corretta redazione del bilancio d'esercizio, per almeno due motivi: il primo che mi sembra irrilevante al fine della tematica Fiat, il secondo che diventerebbe argomento troppo tecnico in relazione al contesto (per quanto divertente). Quindi, a meno che non ritenga di approfondire comunque la tematica che poni (lo potremo fare in privato, se ti può interessare), la finirei qui.
La mia era solo una puntualizzazione sul fatto "ah, i bilanci sono in rosso!", nulla più :)
Con la questione Fiat c'entra molto marginalmente :)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: luca chin - Novembre 03, 2010, 10:10:19 am
beh, visto che la puntualizzazione verteva su quello, molto semplicemente, allora mi permetto di precisare che, nel caso specifico, ritengo assai improbabile che i bilanci fiat siano in perdita per "accorta" imputazione. I bilanci immagino siano in perdita, senza cercare il motivo in "particolari artifizi contabili", perchè (molto semplicemente) i costi di esercizio hanno di fatto superato di gran lunga i ricavi, a nulla rilevando elementi di "stima" o di "accorta imputazione".
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Ghismunda - Novembre 04, 2010, 07:25:16 am
Citazione
So che la crisi esiste, il mio commento era un pò ironico.
Il mio ex fidanzato era ricco, un ricco vero ma ora si è impoverino.
Ma non da fame, ora vive come io ho sempre vissuto.

Sul caso Fiat ancora devo farmi una opinione seria che non contega brutte parole.

Io credo che la crisi esista eccome e ne risentano soprattutto le classi "medie", scusate il termine poco diplomatico.
Credo che il tenore di vita in una famiglia con due stipendi (che quindi tolte le spese fino a sei anni fa si faceva le sue vacanze in tutta tranquillità, dico vacanze come lusso) si sia abbassato, vedo persone ragionevoli (e non tirchi di professione ;)) pensare alle spese (piccole o grandi) con sempre più attenzione.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Colui che lurka - Novembre 04, 2010, 09:37:50 am
Citazione
So che la crisi esiste, il mio commento era un pò ironico.
Il mio ex fidanzato era ricco, un ricco vero ma ora si è impoverino.
Ma non da fame, ora vive come io ho sempre vissuto.

Sul caso Fiat ancora devo farmi una opinione seria che non contega brutte parole.

Io credo che la crisi esista eccome e ne risentano soprattutto le classi "medie", scusate il termine poco diplomatico.
Credo che il tenore di vita in una famiglia con due stipendi (che quindi tolte le spese fino a sei anni fa si faceva le sue vacanze in tutta tranquillità, dico vacanze come lusso) si sia abbassato, vedo persone ragionevoli (e non tirchi di professione ;)) pensare alle spese (piccole o grandi) con sempre più attenzione.
Senza ombra di dubbio.
E non vedo cosa ci sia da scusarsi parlando di ceto medio O.o
Io dovrei essere il ceto medio e valuto pure se fare un regalo di Natale in più quest'anno, fai un po' te.
Sto spazzando ogni banca possibile per abbassare una rata del mutuo che due anni e mezzo fa consideravo accettabile e che non mi causava angosce.
Mia moglie ora è a casa in maternità e il suo capo ha simpaticamente risposto "bisogna vedere se c'è lavoro quando rientri".

Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: luca chin - Novembre 04, 2010, 10:13:32 am
non sono d'accordo completamente. Cioè, sì, veramente tutti, e quindi anche la famiglia del cosiddetto ceto medio risente del periodo di crisi, e ne risentirà. Ma credo sia un problema marginale, rispetto a chi al ceto medio manco arriva. Ragiono su di me: abbiamo due stipendi normali (di cui uno precario), mutuo, spese di ogni genere, figlio, macchine rotte, eppure non me la sento di lamentarmi troppo. Non ho dovuto correggere il mio stile di vita, per dirla tutta, e quando l'ho fatto è stato in misura non propriamente drammatica (regali, vacanze e così via). Credo invece che la crisi la senta in primis chi è sotto questo tetto di benessere che comunque permane, mi rifrisco magari al monoreddito con spese rilevanti. Quel soggetto faceva i conti tutti i giorni ben prima della crisi, oggi che fa? noi possiamo comprare le uova al posto del pesce, ma viviamo lo stesso. Lui già prima comprava uova, ed oggi deve continuare a farlo "per vivere". Questo secondo me è il vero soggetto in crisi, non il "ceto medio".
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Ghismunda - Novembre 04, 2010, 10:28:26 am
Citazione
Non ho dovuto correggere il mio stile di vita, per dirla tutta, e quando l'ho fatto è stato in misura non propriamente drammatica (regali, vacanze e così via). Credo invece che la crisi la senta in primis chi è sotto questo tetto di benessere che comunque permane, mi rifrisco magari al monoreddito con spese rilevanti


luca chin
mi sono espressa frettolosamente, come al solito.
Tu sei una persona di buon senso che, ragionevolmente non ha tagliato tutto ma cerca di andare avanti (non parlo di un mese, parlo di semestri) nel miglior modo possibile con standard alla tua portata.
Io mi riferivo ai dati della Caritas ( quelle vere che danno la spesa senza levarti le mutande :-X emm) degli ultimi mesi; a chiedere aiuto non  sono stati solo stranieri ma persone che magari si sono separate, quindi fra assegni e lavori sempre più traballanti si sono rivolte a queste associazioni per cibo o per difficoltà varie.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: luca chin - Novembre 04, 2010, 10:40:18 am
ah ma tu sollevi un altro rilevantissimo problema: i separati con stipendio medio basso e sentenza del giudice tra capo e collo. Ecco i nuovi poveri. Anche questo livello di povertà risente però marginalmente della crisi: è una considerazione brutale, intendo dire che erano poveri anche prima.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Ghismunda - Novembre 04, 2010, 10:53:27 am
Incoscenti? :o
Ottimisti di natura? (beati loro... ::))

http://www.repubblica.it/economia/2010/11/04/news/istat-8728815/?ref=HREC1-3 (http://www.repubblica.it/economia/2010/11/04/news/istat-8728815/?ref=HREC1-3)

Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Novembre 04, 2010, 11:05:27 am
eh certo, è l'Istat a confermarlo  ::) (devono aver applicato -in proporzione- i criteri che adottano per far risultare la disoccupazione più bassa di 5-6 punti del reale).

Comunque consoliamoci, l'hanno capito i teorici francescani di quasi 600 anni fa che per far girare la baracca bisogna far stare in piedi il ceto medio; forse un giorno qualche economista crederà di riavere la pensata (ovviamente lui penserà di essere il primo ad averla avuta).
Sull'applicazione -ovviamente- non garantisce nessuno.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: luca chin - Novembre 04, 2010, 11:14:07 am
sono solo dati statistici, che vanno interpretati. Certo è che sono una conferma di quanto verosimile sia quel che dico, ovvero che dal "ceto medio" in su non va poi così male.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Colui che lurka - Novembre 04, 2010, 11:23:02 am
non sono d'accordo completamente. Cioè, sì, veramente tutti, e quindi anche la famiglia del cosiddetto ceto medio risente del periodo di crisi, e ne risentirà. Ma credo sia un problema marginale, rispetto a chi al ceto medio manco arriva. Ragiono su di me: abbiamo due stipendi normali (di cui uno precario), mutuo, spese di ogni genere, figlio, macchine rotte, eppure non me la sento di lamentarmi troppo. Non ho dovuto correggere il mio stile di vita, per dirla tutta, e quando l'ho fatto è stato in misura non propriamente drammatica (regali, vacanze e così via). Credo invece che la crisi la senta in primis chi è sotto questo tetto di benessere che comunque permane, mi rifrisco magari al monoreddito con spese rilevanti. Quel soggetto faceva i conti tutti i giorni ben prima della crisi, oggi che fa? noi possiamo comprare le uova al posto del pesce, ma viviamo lo stesso. Lui già prima comprava uova, ed oggi deve continuare a farlo "per vivere". Questo secondo me è il vero soggetto in crisi, non il "ceto medio".
C'è da dire che dipende molto la definizione di ceto medio in base a stipendio mensile e costo della vita dove si abita eh!
Per l'amor del cielo, non sono sotto un ponte, però c'è da dire che rispetto a solo 3 anni fa, faccio molti meno progetti e cerco in ogni modo di accantonare qualcosa (operazione assai difficile)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: luca chin - Novembre 04, 2010, 11:37:29 am
è semplicemente quello che dici, ciò che intendevo. Tenuto conto certamente del luogo in cui vivi, della consistenza delle spese che sopporti e così via. Non voglio dire che la crisi non sia avvertita dal "ceto medio" (passa la definizione, immagino che ci capiamo: diciamo la normale famiglia con figli, mutuo e doppio stipendio medio o monoreddito ma di un certo rilievo minimo), dico solo che in tal caso incide in misura poco rilevante (anche in zone dove il costo della vita si fa sentire: io abito in una di quelle zone, tra le prime 5 o 6 in Italia dicono) se rapportata a problemi di ben altro tipo. Lo dici tu: non sei sotto ad un ponte (così come non lo sono io, sia chiaro). C'è chi, invece, è passato a quella condizione perchè pre-crisi si trovava già al limite.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Crocs - Novembre 04, 2010, 11:42:05 am
sono solo dati statistici, che vanno interpretati. Certo è che sono una conferma di quanto verosimile sia quel che dico, ovvero che dal "ceto medio" in su non va poi così male.

Secondo me dipende soprattutto dal tipo di contratto che uno ha.
Per esempio, per chi ha il contratto dipendente, a tempo indeterminato, non cambia molto: prendeva quella cifra mensile prima, e la prende ancora adesso. Magari ha meno aspettative di carriera, ma non è che deve cambiare il suo stile di vita anzi, con il fatto che per molte cose i prezzi si sono abbassati (il mercato immobiliare, tanto per dirne uno), in certi casi può permettersi cose a cui prima della crisi non avrebbe avuto accesso.
Invece è chi è precario, o si trova a perdere il lavoro, o lavora in proprio a risentirne.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: luca chin - Novembre 04, 2010, 12:23:40 pm
esattamente, Crocs. Mercato immobiliare che cede, ed anche mobiliare, come sappiamo. E sai quanti ce ne sono di questi dipendenti a tempo indeterminato, magari sposati tra loro? 'na marea. Ecco il dato statistico.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Colui che lurka - Novembre 04, 2010, 12:45:18 pm
esattamente, Crocs. Mercato immobiliare che cede, ed anche mobiliare, come sappiamo. E sai quanti ce ne sono di questi dipendenti a tempo indeterminato, magari sposati tra loro? 'na marea. Ecco il dato statistico.
Che non vuol dir niente.
Conosco una coppia di dipendenti a tempo indeterminato fino a 2 anni fa.
Ora lui prende lo stipendio dopo 4 mesi, lei è in cassa fino a dicembre e poi la ditta chiude.

Io e mia moglie siamo dipendenti a tempo indeterminato, ma comunque il timore per il futuro c'è.

Soprattutto perchè mia moglie lavora in quel campo immobiliare che sta crollando (e chi ci rimette? Il costruttore o chi lavora per lui anche se dipendente a tempo indeterminato?).

Il mio stipendio è fisso da 5 anni e con la scusa della crisi per altri 5 resterà quello. Aumenti contrattuali? Tutti nel superminimo e chi si è visto, si è visto.

Anche perchè poi non avrò più un CCNL grazie a CISL, UIL e Fiat U_U
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: luca chin - Novembre 04, 2010, 01:55:57 pm
Colui che lurka, non intendo certo minimizzare. Mi riferisco soprattutto al settore pubblico.
In ogni caso NON CREDO PROPRIO che il mercato immobiliare stia crollando: ha avuto, per come la vedo, solo una flessione momentanea. Sarà il primo settore in netta ripresa, dalla fine dell'anno prossimo si dice. La fede nel mattone resta.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Colui che lurka - Novembre 04, 2010, 01:58:12 pm
Colui che lurka, non intendo certo minimizzare. Mi riferisco soprattutto al settore pubblico.
In ogni caso NON CREDO PROPRIO che il mercato immobiliare stia crollando: ha avuto, per come la vedo, solo una flessione momentanea. Sarà il primo settore in netta ripresa, dalla fine dell'anno prossimo si dice. La fede nel mattone resta.
Permettimi di essere scettico vedendo cosa sta accadendo alla società per cui lavora mia moglie.
Società che costruisce letteralmente ogni cosa eh! Dai capannoni, al condominio "ceto medio" alle ville da favola.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: yao_chan - Novembre 04, 2010, 02:38:17 pm
Beh, ho sentito che alla caritas ci sono finiti anche tantissimi che avevano pensato, prima, che mai sarebbe successo. Il cosiddetto "ceto medio".
Chi è in una botte di ferro (almeno per ora) sapendo di non essere licenziato ed è a tempo indeterminato è abbastanza tranquillo. E questo accade più nel pubblico che nel privato (lasciando da parte la situazione drammatica della scuola)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: luca chin - Novembre 04, 2010, 03:14:36 pm
Colui che lurka, non intendo certo minimizzare. Mi riferisco soprattutto al settore pubblico.
In ogni caso NON CREDO PROPRIO che il mercato immobiliare stia crollando: ha avuto, per come la vedo, solo una flessione momentanea. Sarà il primo settore in netta ripresa, dalla fine dell'anno prossimo si dice. La fede nel mattone resta.
Permettimi di essere scettico vedendo cosa sta accadendo alla società per cui lavora mia moglie.
Società che costruisce letteralmente ogni cosa eh! Dai capannoni, al condominio "ceto medio" alle ville da favola.


però non "svende", non nel senso di privarsi di un immobile per pochi soldi (intendo, per immobile, il bene oggetto dell'attività e non l'immobilizzazione: resterà tra le rimanenze finali a fine dell'anno), anche se tenerlo costa: flessione del mercato alla quale corrisponde solo in minima parte flessione del prezzo di vendita. Lo tiene, invece, e aspetta di vendere bene. L'immobile non perde di valore, la ditta sa di dover aspettare (non è la prima volta, ricordo - e come le ricordo io le ricordano gli immobiliaristi - altre recessioni in Italia, peggiori). Piuttosto si ferma un po', rallenta (e licenzia, perchè il personale quando rallenti è un costo inutile). Discorso cinico ma, credo, abbastanza realistico.
L'immobile "lusso", poi, quello non conosce crisi: il ricco sempre lì investe, ed il ricco soldi ne ha a palate oggi più di ieri. I beni di lusso seguono tutt'altra strada.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: luca chin - Novembre 04, 2010, 03:17:33 pm
Beh, ho sentito che alla caritas ci sono finiti anche tantissimi che avevano pensato, prima, che mai sarebbe successo. Il cosiddetto "ceto medio".
Chi è in una botte di ferro (almeno per ora) sapendo di non essere licenziato ed è a tempo indeterminato è abbastanza tranquillo. E questo accade più nel pubblico che nel privato (lasciando da parte la situazione drammatica della scuola)


già...
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Colui che lurka - Novembre 04, 2010, 03:21:08 pm
Colui che lurka, non intendo certo minimizzare. Mi riferisco soprattutto al settore pubblico.
In ogni caso NON CREDO PROPRIO che il mercato immobiliare stia crollando: ha avuto, per come la vedo, solo una flessione momentanea. Sarà il primo settore in netta ripresa, dalla fine dell'anno prossimo si dice. La fede nel mattone resta.
Permettimi di essere scettico vedendo cosa sta accadendo alla società per cui lavora mia moglie.
Società che costruisce letteralmente ogni cosa eh! Dai capannoni, al condominio "ceto medio" alle ville da favola.


però non "svende", non nel senso di privarsi di un immobile per pochi soldi (intendo, per immobile, il bene oggetto dell'attività e non l'immobilizzazione: resterà tra le rimanenze finali a fine dell'anno), anche se tenerlo costa: flessione del mercato alla quale corrisponde solo in minima parte flessione del prezzo di vendita. Lo tiene, invece, e aspetta di vendere bene. L'immobile non perde di valore, la ditta sa di dover aspettare (non è la prima volta, ricordo - e come le ricordo io le ricordano gli immobiliaristi - altre recessioni in Italia, peggiori). Piuttosto si ferma un po', rallenta (e licenzia, perchè il personale quando rallenti è un costo inutile). Discorso cinico ma, credo, abbastanza realistico.
L'immobile "lusso", poi, quello non conosce crisi: il ricco sempre lì investe, ed il ricco soldi ne ha a palate oggi più di ieri. I beni di lusso seguono tutt'altra strada.
Ehm, no.
Mi spiace, non è così.
Appartamenti venduti col 25% di sconto per me è svendere :\

E anche le costruzioni di lusso son lì ferme.

Hanno pure allungato i tempi di consegna di 2 anni di un nuovo progetto e svenduto un progetto da 120 appartamenti/uffici/negozi con tanto di terreno e progetti già pronti ad un'altra società, tanto per dire.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: luca chin - Novembre 04, 2010, 03:23:30 pm
25% è svendere, in effetti, ed anche il resto non lascia ben sperare....dove, se posso?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Colui che lurka - Novembre 04, 2010, 03:24:38 pm
25% è svendere, in effetti, ed anche il resto non lascia ben sperare....dove, se posso?
Bergamo e provincia, ma la società è un grosso gruppo che affitta anche macchine edili ed è rivenditore italiano di alcuni marchi. E anche lì, sono due anni che sta facendo cassa integrazione a singhiozzo.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: luca chin - Novembre 04, 2010, 03:25:58 pm
....e quindi via al licenziamento...
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Colui che lurka - Novembre 04, 2010, 03:28:37 pm
....e quindi via al licenziamento...
Per fortuna il capo nonchè azionista col 70% delle azioni è uno che è stato per anni sotto altri e quindi sta dando fondo alle liquidità per evitarlo. Ma ci sono ovviamente limiti :\ Senza liquidità, le banche non finanziano volentieri progetti :|
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Novembre 04, 2010, 03:32:16 pm
E' vero il mercato del lusso viaggia sempre su un altro piano; anche per dimensioni, però.
La fiducia sul fatto che la bolla immobiliare italiana non esploda, come capitato ad es. negli USA o in Spagna, mi sembra un po' illusoria. Che lo stiano tenendo coi denti è evidente, ma continuare a "negare" nella speranza di capitalizzare non so quanto sia sano. Per il momento serve alle banche (le prime ad andare sotto, causa pignoramenti, ipoteche e proprietà di fatto se salta il pagamento dei mutui) che non vogliono perdere capitali che sono vincolati loro, ma ripeto non so quanto a lungo possa alla fine rimanere la scatola esplosiva in mano ne quanto sia sano per l'economia in generale portarsene il fardello.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Crocs - Novembre 04, 2010, 04:42:58 pm
Comunque il mercato immobiliare DOVEVA avere una flessione a un certo punto: almeno nella mia zona, i prezzi continuavano ad aumentare, aumentare, aumentare, in modo assolutamente spropositato rispetto agli stipendi medi (basti dire che non è possibile comprare un bilocale a meno di non fare un mutuo trentennale)...
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: luca chin - Novembre 04, 2010, 07:20:36 pm
a mio avviso il mercato immobiliare tornerà più forte di prima. E' solo questione di un po' di tempo, immagino comunque che sarà il primo settore importante in ripresa (gli informati parlano del secondo semestre 2011). Tenete conto, tra l'altro, che l'immobile non funge solo da garanzia per imprese private, quali le banche (come già osservato da purple), che comunque hanno notevole interesse nella sostanziale tenuta (o incremento di tenuta) dell'effettivo valore di mercato, ma funge da garanzia per il debito pubblico nei confronti dei terzi (ecco perchè il federalismo deve partire dal federalismo demaniale). Tutta la politica, compresa la politica fiscale, ne deve prendere atto per forza di cose.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Febbraio 09, 2011, 06:27:33 pm
Scempio. Scempio costituzionale e morale.

http://www.repubblica.it/economia/2011/02/09/news/approvato_il_disegno_di_legge_ecco_gli_articoli_soggetti_a_modifiche-12240721/?ref=HRER1-1

Citazione
L'articolo 41 recita "L'iniziativa economica privata è libera" e  "non può svolgersi in contrasto con l'utilità sociale o in modo da recare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana." Nell'ultimo punto: "La legge determina i programmi e i controlli opportuni perché l'attività economica pubblica e privata possa essere indirizzata e coordinata a fini sociali."
La nuova formulazione. "L'attività economica privata è libera ed è permesso tutto ciò che non è espressamente vietato dalla legge. Non può svolgersi in contrasto con l'utilità sociale, con gli altri principi fondamentali della costituzione o in modo da recare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana".
Io non oso neanche immaginare cosa una roba del genere può produrre in un paese come il nostro dove l'unica virtù riconosciuta è fregare il prossimo il più possibile.

Edit: un paese dove uno come Calderoli si è permesso di cancellare leggi (=divieti) con l'unico criterio della data, genere pulizia delle scatolette scadute in dispensa un tanto al chilo, lasciando vuoti che secondo me ancora non si sono scoperti.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Febbraio 09, 2011, 06:31:03 pm
Non ne parliamo, io sono senza parole, qui un commento  :facepalm:

http://tv.repubblica.it/copertina/modificare-l-articolo-41-solo-uno-spot/61677?video=&ref=HRER1-1
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: DDRD(evotchka) - Febbraio 09, 2011, 06:36:54 pm
ho letto gli interventi precedenti a questi, che mi ero persa e ho avuto un vero rigurgito di schifo per la faccia di tolla che si può arrivare ad avere.

scusate.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Febbraio 09, 2011, 06:38:01 pm
non scusarti DDR ma a cosa ti riferisci?  ???
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: DDRD(evotchka) - Febbraio 09, 2011, 06:40:00 pm
non scusarti DDR ma a cosa ti riferisci?  ???
a dei discorsi sulla speculazione fiat, a chi pensa che Marchionne sia nel diritto di fare ciò che fa e gli fornisce un sacco di giustificazioni farlocche.

comunque invece di sparare cagate sugli articoli base della Costituzione berlusconi farebbe meglio a preparare le valige per scappare ad antigua e levarsi finalmente fuori dai coglioni
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Febbraio 09, 2011, 06:40:23 pm
Non ne parliamo, io sono senza parole, qui un commento  :facepalm:

http://tv.repubblica.it/copertina/modificare-l-articolo-41-solo-uno-spot/61677?video=&ref=HRER1-1
Riva parla di spot elettorale, che vista la situazione ci può anche stare. Però il mio pessimismo pragmatismo mi dice che se riuscisse mai a passare una tale riforma (e grazie al cielo l'iter è lungo ma me li vedo in tanti a osannarla, non solo i furbetti vari, provate a metterla in mano alla mentalità del leghista medio neandhertaliano o del marchionnino della porta accanto, per dire) sarebbe peggio della peggiore ipotesi di jungla.
Trovo offensivo già proporre una simile opzione che umilia tutta la filiera produttivo-commerciale eccetto il sciur parùn del caso.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Febbraio 09, 2011, 06:48:09 pm
non scusarti DDR ma a cosa ti riferisci?  ???
a dei discorsi sulla speculazione fiat, a chi pensa che Marchionne sia nel diritto di fare ciò che fa e gli fornisce un sacco di giustificazioni farlocche.

comunque invece di sparare cagate sugli articoli base della Costituzione berlusconi farebbe meglio a preparare le valige per scappare ad antigua e levarsi finalmente fuori dai coglioni

Si, capito grazie :up:
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: fedevì - Febbraio 09, 2011, 09:27:58 pm
Uno spottone adatto al pantano attuale, per ricordare che questo è il governo del fare e per servire un assist alla Confindustria, dato che manca soltanto la sua presenza attiva in parlamento- ahhhhhh.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: PiantaGrassa - Febbraio 10, 2011, 08:40:40 am
Si aprono inquietanti scenari, purtroppo.
Continuo a sperare che certe cose non passino. Continuo, stupidamente, a sperare.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Febbraio 15, 2011, 01:42:34 pm
Della serie: ricerche che scoprono l'acqua calda

la crisi finanziaria causa suicidi ed un aumento della depressione  (http://www.corriere.it/economia/11_febbraio_14/crisi-economica-suicidi-aumento-pappagallo_b64d3e6e-387b-11e0-ba7c-0ed13fe12a59.shtml)


Citazione
ricercatori australiani hanno verificato un aumento dei disturbi d’ansia nei soggetti con lavoro precario, ma non in quelli con lavoro stabile.

(http://images3.wikia.nocookie.net/__cb20090510134834/nonciclopedia/images/9/9a/Capitan_Ovvio_papocchio.jpg)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: hallymay - Febbraio 18, 2011, 08:29:18 pm
Della serie: ricerche che scoprono l'acqua calda

la crisi finanziaria causa suicidi ed un aumento della depressione  (http://www.corriere.it/economia/11_febbraio_14/crisi-economica-suicidi-aumento-pappagallo_b64d3e6e-387b-11e0-ba7c-0ed13fe12a59.shtml)


Citazione
ricercatori australiani hanno verificato un aumento dei disturbi d’ansia nei soggetti con lavoro precario, ma non in quelli con lavoro stabile.

(http://images3.wikia.nocookie.net/__cb20090510134834/nonciclopedia/images/9/9a/Capitan_Ovvio_papocchio.jpg)
spero gli diano l'IgNobel!
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Febbraio 27, 2011, 04:56:54 am
Il Governatore della Banca d'Italia  Mario Draghi pare essere in corsa per la presidenza alla BCE (banca centrale europea) MA (!) la reputazione di B. rende tutto più difficile.



http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/02/25/corsa-alla-bce-in-prima-fila-draghi-ma-lostacolo-ora-e-la-reputazione-di-berlusconi/93985/
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Bisca - Febbraio 27, 2011, 12:08:42 pm
(Cetty, immagino che tu ne sappia di più:) Ma com'è 'sto Draghi? Nella media della classe dirigente italiana (http://t2.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcSynUupgp-xBBIzFtQ1Dtbxp5DsEnvvns2O3faV7hlAM8c4gCYgoqEqPwNUwQ) o no?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Febbraio 27, 2011, 06:55:11 pm
Bisca tenendo conto che chi arriva molto in alto deve per forza aver stretto qualche patto col diavolo, per gli economisti il Governatore è un personaggio illustre, uno studioso che non può permettersi né scivoloni né tanto meno disattenzioni. E' una persona preparata e che sa davvero come funziona l'economia, l'ha studiata coi maggiori luminari del secolo scorso come ad esempio Modigliani e Solow, entrambi padri di teorie e modelli che si studiano nelle università di tutto il mondo. Per non parlare di Federico Caffè, che fu anche docente del mio prof di politica economica: il terrore dell'intera facoltà.
Ogni anno il 31 maggio esce la Relazione del Governatore della Banca d'Italia, viene descritto punto per punto il momento economico e finanziario che viene attraversato dal paese, vengono illustrate le politiche economiche da adottare ed i risultati attesi. Secondo me è lo specchio della realtà, senza che vi sia la strumentalizzazione di mass media che incoraggiano al consumo che tanto la crisi non c'è ed edulcorazioni di ogni sorta.

Questo per dirti che secondo me non può stare allo stesso livello della dirigenza italiana media, assolutamente no.  
Pensa che i precedenti Presidenti della BCE sono stati un olandese (Duisenberg) ed un francese (Trichet-attualmente in carica), se adesso dovesse essere il turno di un italiano significherebbe molto a livello europeo, sarebbe l'unico lustro dopo mesi di prese in giri mondiali.

(per chi fosse interessato la Relazione del Governatore è disponibile sul sito della Banca d'Italia)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Marzo 10, 2011, 10:02:05 pm
Adesso si ricordano della legge di Engel?
C'è sempre stata, anche quando uno se ne dimentica.


Tremonti ha fatto un ripasso di storia economica, che sta illustrando ad Annozero, ma secondo me ha mescolato delle dispense.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: hallymay - Marzo 11, 2011, 01:34:00 am
ehi, chi ne capisce di economia sa darmi un parere disinteressato di Loretta Napoleoni? a me è scesa un sacco dopo che ho letto maonomics, colava saliva da tutte le parti per la Cina (per non parlare del capitolo dedicato al fatto che la Cina, oh myo dyo, è il paese che investe di più in energie pulite e rinnovabili, capitolo che cita ben UNA fonte,un articolo... di giornale)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cheeza - Marzo 12, 2011, 04:12:30 pm
ecco come risollevare l'economia abbattendo l'evasione fiscale.... :facepalm:

Il Fisco userà Facebook per stanare gli evasori
http://www.iltempo.it/economia/2011/03/11/1242855-fisco_usera_facebook.shtml (http://www.iltempo.it/economia/2011/03/11/1242855-fisco_usera_facebook.shtml)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Aprile 12, 2011, 12:49:42 pm
è il turno (http://www.repubblica.it/economia/2011/04/11/news/contratto_fini-14798508/?ref=HREC2-6)di Fini di spiegarci come abolire le debolezze del precariato:

contratto a tempo indeterminato per tutti + abolizione dell'articolo 18 più libera possibilità di licenziare quando non gli fai più comodo dopo che ti hanno spremuto come un limone

mi sembra lapalissiano, per equiparare il lavoro precario a quello fisso, basta farlo diventare tutto precario.

E' ovvio che ci devono essere modalità per non impantanarsi (come spesso capita ora) se c'è da licenziare un dipendente che effettivamente danneggia, ma qua invece continuano solo a percorrere la via verso il caos e la disparità di forza contrattuale spinta. Affidarsi alle idee del ramo economico del PD, poi, è quanto di meno saggio si possa fare, visto che il sistema disastroso attualmente in vigore l'hanno congegnato loro (e poi gli altri ci hanno mano per "perfezionalo").

Edit: e aggiungo che lo fanno mentre vanno di machete sullo stato sociale che dovrebbe fare da cuscino nei casi dove il lavoro è più mobile.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: PiantaGrassa - Maggio 06, 2011, 09:39:08 am
Per ora lo metto qui, gli argomenti sono tanti.
Decreto sviluppo approvato

http://www.repubblica.it/economia/2011/05/05/news/dl_sviluppo-15811623/?ref=HREC1-1
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Agosto 03, 2011, 12:58:36 pm
http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/11_agosto_3/modella-1901227912456.shtml

Ex soubrette che fa vita lussuosa arrestata sul suo yacht. Mi chiedo: e se non fosse stata implicata la modella cinese ne avrebbero parlato? credo che per chi vive a Roma e provincia non siano nuovi questi nomi.

Citazione
al centro dell'inchiesta, c'è una truffa in stile «Madoff dei Parioli». Nello studio che il commercialista condivide con il padre Aldo, avvocato, la Finanza ha sequestrato l'archivio dei clienti caduti in trappola. Stavolta però ad architettare il raggiro sarebbero state due promotrici finanziarie, abbastanza abili da sfruttare i contatti dell'epoca in cui erano dipendenti di banche: Bruna Giri, 61 anni, e Maria Caterina Di Leo, 58 anni. Promettendo interessi del dieci per cento all'anno, tra il 2005 e il 2010 avrebbero rastrellato 35 milioni di euro. Denaro appartenuto a 470 investitori e sparito nel nulla: fra le vittime, Nicola Cordero di Montezemolo, parente del presidente della Ferrari, che ci avrebbe rimesso 750 mila euro. In 170 hanno denunciato il raggiro.

il 10% ???
O questi erano molto convincenti, oppure i clienti erano degli sprovveduti. Chi ha un minimo di sale in zucca, o chi si avvale di un consulente finanziario sa che il 10% è troppo. E poi quando ci sono percentuali simili c'è una sola eguaglianza ALTO RENDIMENTO=ALTO RISCHIO  (a meno che non si tratti di titoli garantiti dello stato o di covered bonds)
Ecco perché hanno denunciato solo in 170, gli altri 300 sanno che tanto non caveranno un buco dal ragno, fa parte del "gioco".

Citazione
il marito è finito in carcere come curatore di un fallimento: secondo l'accusa, si sarebbe impossessato di un credito Iva di 403 mila euro destinato ai creditori.

Giusto quattro spicci, non se ne sarebbe accorto nessuno.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: lucaluca - Agosto 03, 2011, 01:38:20 pm
10% è una miseria io riesco a darvi il 70%!
quindi affidatemi i vostri soldi!




restituzione postmortem (vostra ovviamente)

Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: PiantaGrassa - Settembre 07, 2011, 10:44:50 am
La manovra finanziara e la rincorsa alla fiducia

http://www.adnkronos.com/IGN/News/Economia/Manovra-governo-mette-la-fiducia-Rialzo-dellIva-al-21-Pensioni-aumento-eta-per-donne-dal-2014_312421950428.html

Citazione
Tra le novità del nuovo testo, comunicate da Palazzo Chigi, l'aumento di un punto iva, dal 20 al 21%, con destinazione del maggior gettito a miglioramento dei saldi del bilancio pubblico; l'adeguamento delle pensioni delle donne nel settore privato a partire dal 2014 e fino al pareggio di bilancio, un contributo del 3% sopra i 300.000 euro, tetto modificato al fotofinish dal premier Silvio Berlusconi rispetto ai 500.000 comunicati inizialmente da Palazzo Chigi.
Secondo quanto si apprende si allenta la stretta sulle manette agli evasori. Il carcere con le correzioni che arriveranno con il maxiemendamento potrà scattare solo se l'evasione, oltre a raggiungere i 3 milioni sarà pari almeno al 30% del fatturato.
Giovedi' inoltre il Consiglio dei Ministri approvera' l'introduzione in Costituzione della ''regola d'oro'' sul pareggio di bilancio e l'attribuzione alle Regioni delle competenze delle Province.

Allentare, ma perché? ::)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Settembre 07, 2011, 11:49:59 am
::)  Chissà!
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: yao_chan - Settembre 08, 2011, 09:46:01 am
"un contributo del 3% sopra i 300.000 euro, "

Praticamente li si riduce sul lastrico
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Settembre 08, 2011, 10:01:06 am
Per l'eccedente?! (non ho ancora letto)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Settembre 20, 2011, 10:17:36 am
Ci hanno declassati.

Quindi?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: lucaluca - Settembre 20, 2011, 11:44:40 am
quindi basta guardie
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Settembre 20, 2011, 11:58:36 am
Si aspettava il rating di Moody's ed è arrivato questo. S&P's fonda i propri giudizi di rating sulla possibilità di default. Più scende il rating e più sarà alta la possibilità che non verranno rimborsati alla scadenza i titoli di Stato.
Il giudizio di per sè non è brutto come sembra, parlando in linea generale. Per un paese come l'Italia, facente parte della zona Euro, dell'Unione Europea e paese fondatore della Cee..è basso.
Comunque ci sono ancora Moody's e Fitch che potrebbero dare ratings diversi visto che utilizzano paramentri diversi. Moody's ad esempio si basa sulle perdite attese e non sul default.

Tabella rating:
http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2011-09-20/governo-contro-taglio-rating-084817.shtml?grafici
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Settembre 20, 2011, 04:34:38 pm
La recessione colpisce la birra! (http://www.cronachedibirra.it/notizie/4887/birra-in-calo-pericolo-recessione-per-leuropa)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Settembre 20, 2011, 04:36:49 pm
La recessione colpisce la birra! (http://www.cronachedibirra.it/notizie/4887/birra-in-calo-pericolo-recessione-per-leuropa)
Vigliacca!
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Settembre 20, 2011, 04:46:53 pm
Vabbè quello è il minimo!
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Betty Moore - Settembre 21, 2011, 11:35:33 am
http://www.repubblica.it/economia/2011/09/20/news/media_tedeschi-21936543/?ref=HREA-1

certo che sarebbe proprio la ciliegina sulla torta se berlusconi facesse implodere su se stesso tutta l'europa.
noi pensavamo che fosse un cazzo di herpes locale, invece invece era un cazzo di cancro planetario.

Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Settembre 21, 2011, 11:40:41 am
Era già dietro alla crisi del '29...
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: mikyhell79 - Settembre 21, 2011, 11:42:38 am
http://www.repubblica.it/economia/2011/09/20/news/media_tedeschi-21936543/?ref=HREA-1

certo che sarebbe proprio la ciliegina sulla torta se berlusconi facesse implodere su se stesso tutta l'europa.
noi pensavamo che fosse un cazzo di herpes locale, invece invece era un cazzo di cancro planetario.
Minchia.....  :facepalm:
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Betty Moore - Settembre 21, 2011, 11:52:23 am
Era già dietro alla crisi del '29...

 :asd:
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Settembre 21, 2011, 01:38:17 pm
Oh, io l'ho scritto alcuni giorni fa...
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Settembre 29, 2011, 08:26:33 pm
Ma 'sto documento segreto della BCE?

E' una roba importante, ma ovviamente io non ci capisco niente.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: hallymay - Ottobre 08, 2011, 03:52:36 pm
praticamente la BCE per rientrare nel debito propone le stesse bellissime ricette neoliberiste che hanno portato l'occidente sull'orlo del baratro
-privatizzazioni
-flessibilità
-taglio della spesa pubblica
che fantasia!
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Demart81 - Ottobre 08, 2011, 04:09:34 pm
Ultime notizie: riesumate le salme di John Maynard Keynes e di Franklin Delano Roosevelt. Trovate le ossa tutte mescolate.
Commenta Hitler: Ach, potefano penzarci zettant'anni fa!
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: hallymay - Ottobre 08, 2011, 04:45:53 pm
in fondo in fondo anche la politica economica di Hitler non era tanto dissimile da quella di Roosvelt (ma invece di investire in strade e ponti investì nelle armi che avrebbero distrutto l'Europa: ma sempre le industrie ci vogliono per fare carri armati e zyklon B!)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: yao_chan - Ottobre 08, 2011, 04:46:47 pm
Perservero nel mio totale disprezzo per gli economisti. La maggior parte sono più scemi del mio coniglio scemo.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: hallymay - Ottobre 08, 2011, 04:56:34 pm
Perservero nel mio totale disprezzo per gli economisti. La maggior parte sono più scemi del mio coniglio scemo.
io non sopporto gli economisti che si sentono fisici e non capiscono che invece studiano una scienza sociale.
Ancora penso all'Epic Win di Sartori a Ballarò che quando crollò la Lehman Brothers si bullò di questi studiosi dicendo "avete sbagliato tutto, come avete fatto a non prevedere questo tonfo?"
Il mio professore di Politica Economica il giorno dopo a lezione impiegò mezz'ora a dire che Sartori era un cretino (che è un po' come dire che Shakespeare è un modesto sceneggiatore, comunque, per fare capire la coda di paglia)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Demart81 - Ottobre 08, 2011, 05:12:12 pm
in fondo in fondo anche la politica economica di Hitler non era tanto dissimile da quella di Roosvelt (ma invece di investire in strade e ponti investì nelle armi che avrebbero distrutto l'Europa: ma sempre le industrie ci vogliono per fare carri armati e zyklon B!)
Certo, ma senza quella politica (e anche la legge sui prestiti, figuriamoci se ora l'avrebbero fatta gli ammeregani nelle medesime condizioni storiche) col cazzo che gli Alleati avrebbero vinto. L'America si sarebbe risollevata a fatica e certo non si sarebbe impegnata nel conflitto.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Ottobre 08, 2011, 05:22:54 pm
Perservero nel mio totale disprezzo per gli economisti. La maggior parte sono più scemi del mio coniglio scemo.

non siamo tutti uguali  :'(
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: yao_chan - Ottobre 08, 2011, 05:36:52 pm
Infatti ho detto "la maggior parte" ;D
Però non ci riesco, sarà un pregiudizio ma vedere l'arroganza e la miopia di questa gente mi fa incazzare. Non imparano dagli errori passati, pensano che tutto vada necessariamente come hanno studiato.
Mi sembra che si ammantino di scientificità, ma scientifici non sono: uno scienziato vero, o uno che usa metodo scientifico, è sempre pronto a considerare che il mondo sia diverso da come gli è stato insegnato. Invece vedo negli economisti la granitica certezza che quello che hanno studiato si applichi nella realtà in modo perfetto.
È forse un mio limite, però non riesco a cambiare idea
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: hallymay - Ottobre 08, 2011, 05:44:36 pm
bè no dai, ci sono studiosi e studiosi: stiglitz ha vinto il nobel ed è stato il primo accademico a rompere con lo strapotere della Scuola di Chicago e la dittatura accademica dei neoliberisti!
Lo stesso Krugman, ha vinto il nobel ed è stato assieme a Roubini uno dei pochi a dire che il sistema della finanza derivata avrebbe portato l'economia al disastro.
Le teste di cazzo ci sono da filosofia ad economia domestica, il punto è il peso che ogni dipartimento ha. I soldi che si ciucciano per ricerca i dipartimenti di economia sono enormi rispetto alle altre scienze SOCIALI. Questo perchè comunque lo studente di economia ha delle competenze molto richieste dal mercato e fa sì che convogli anche molti investimenti. Senza contare poi il peso delle istituzioni economico politiche (domanda da un milione di dollari: ha più potere la Banca Mondiale o l'ONU? Intendo nei fatti). E questo ha portato ad un'aura di onnipotenza lo studioso di economia, con annessa ignoranza/servilismo del giornalista economico di turno (che spesso non è nemmeno laureato) che ha sempre riportato papale papale le parole del professorone alla moda, senza chiedersi: ma che cazzo stai dicendo?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Ottobre 08, 2011, 06:25:57 pm
Uscendo dalle antipatie/simpatie oggi a studio aperto il giornalista ha fatto un pippone su quanto siano cattive ed inaffidabili le agenzie di rating. Ha fatto intendere che queste brutte brutte società sparano giudizi e " tanto lo sanno tutti che non avevano nemmeno previsto il crack di Lehman Brothers ecc ecc.." e quindi se dicono che i titoli dello Stato sono meno sicuri rispetto a prima è perché si divertono a farlo. Tanto qui va tutto beneeeeeeeee!
Secondo me forse non gli hanno spiegato che:
-non lo fanno per divertimento
-sono società private e vengono pagati profumatamente dall'emittente (in questo caso lo Stato Italiano)affinché esprimano il loro parere.
-il fatto che da una società all'altra il giudizio cambio non è perché ad alcuni stiamo simpatici ed ad altri no ma perché usano parametri di riferimento diversi

Non dovrebbero arrivare altre notizione sul rating nei prossimi giorni, anche perché le maggiori società si sono espresse (S&P, Moody's e Fitch).
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: hallymay - Ottobre 08, 2011, 07:38:04 pm
si ma poi senza le agenzie di rating, uno gli investimenti come li fa? sceglie l'azienda in base alla grandezza del grattacielo?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Ottobre 08, 2011, 11:05:11 pm
si ma poi senza le agenzie di rating, uno gli investimenti come li fa? sceglie l'azienda in base alla grandezza del grattacielo?

no in base alla lunghezza dell'insegna :asd:
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: lucaluca - Ottobre 09, 2011, 04:40:27 am
che i servi di silviob. si stiano affannando, ora, contro le agenzie di rating è comprensibile, però è vero che non hanno, o meglio non volevano,  prevedere il crac lehman e tutte le cose che ci stavano attorno, poi hanno fatto in modo che un certo tipo di prodotti finanziari siano stati i più appetibili per anni per le banche e poi sono diventati tra i più tossici, e infine, assieme a qualche grossa banca, hanno aiutato la grecia a truccare i conti in passato per nasconderli ai controlli dell'ue ben sapendo che alla fin fine si è arrivati al fallimento prossimo venturo.
Quindi sono dentro al sistema di cacchen in tutto e per tutto.
Io non sarò un grande economista ma mi devono spiegare come ha fatto una mininazione come la grecia a fare un debito del genere, che ogni greco si è comprato ferrari e piscina con la jacuzzi? e tutti i grandi espertoni se ne sono accorti solo ora?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: yao_chan - Ottobre 09, 2011, 07:36:42 pm
Boh, razionalmente so che non tutti gli economisti sono dei cazzoni, eh.
Però...ecco, dal punto di vista pratico non ci riesco, anche perchè moltissimi idioti che conosco sono andati a fare economia confermandomi il pregiudizio.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: lucaluca - Ottobre 10, 2011, 08:15:55 pm
oggi, nelle mie peregrinazioni di recupero materiale e riscossione crediti, sono passato in un centro commerciale praticamente deserto.
Tanto che al mio interlocutore ho detto "azz si vede che siamo in crisi nera, mai visto un centro commerciale in cui ci sono più addetti che clienti"
E questo tutto scandalizzato mi fa "non è un centro commerciale, è un centro direzionale"

Ora non so se aggiungere una filiale delle generali, uno studio grafico e un paio di installatori di robe solari  al classico centro commerciale con supermercato, bar, gelateria, negozi di scarpe e vestiti, e un tutto a un euro, ecco insomma lo renda direzionale.
Il punto è che mi sa che molte persone in veneto ormai siano passate all'autoipnotismo, per non rendersi conto della situazione: forse che un centro direzionale deserto è meglio di un centro commerciale deserto?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Ottobre 10, 2011, 08:21:38 pm
Autoipnotismo... mi sembra una descrizione sensata.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: hallymay - Ottobre 10, 2011, 08:37:40 pm
Boh, razionalmente so che non tutti gli economisti sono dei cazzoni, eh.
Però...ecco, dal punto di vista pratico non ci riesco, anche perchè moltissimi idioti che conosco sono andati a fare economia confermandomi il pregiudizio.
mi sa che economia sta diventando la nuova giurisprudenza...
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: hallymay - Ottobre 10, 2011, 08:39:28 pm
che i servi di silviob. si stiano affannando, ora, contro le agenzie di rating è comprensibile, però è vero che non hanno, o meglio non volevano,  prevedere il crac lehman e tutte le cose che ci stavano attorno, poi hanno fatto in modo che un certo tipo di prodotti finanziari siano stati i più appetibili per anni per le banche e poi sono diventati tra i più tossici, e infine, assieme a qualche grossa banca, hanno aiutato la grecia a truccare i conti in passato per nasconderli ai controlli dell'ue ben sapendo che alla fin fine si è arrivati al fallimento prossimo venturo.
Quindi sono dentro al sistema di cacchen in tutto e per tutto.
Io non sarò un grande economista ma mi devono spiegare come ha fatto una mininazione come la grecia a fare un debito del genere, che ogni greco si è comprato ferrari e piscina con la jacuzzi? e tutti i grandi espertoni se ne sono accorti solo ora?
semplice: la grecia ha truccato i conti. sennò l'europa la vedeva dallo spioncino.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: lucaluca - Ottobre 10, 2011, 08:43:57 pm
sì certo ma chi ha tecnicamente truccato i conti per la grecia? un misto tra grandi banche americane (quelle stesse coinvolte con la prima crisi americana) e gente delle agenzie di rating. è volata qualche testa minore poi ma niente di che.
Le stesse agenzie di rating davano il voto massimo a non mi ricordo che prodotto finanziario, che è stato poi uno dei più "tossici", quindi tutta sta fiducia nelle agenzie di rating come fossero l'oracolo non la darei. Tanto più che non mi pare abbiano previsto crolli improvvisi tipo islanda o argentino.
Mi resta la curiosità di capire dove sarebbero finiti tutti sti soldi per cui la grecia è fuori? ogni greco si è fatto i denti di diamante?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: hallymay - Ottobre 10, 2011, 08:51:46 pm
hai presente la spesa pubblica della sicilia? moltiplicala per 100. Ecco, il debito pubblico greco. Avevo letto su Internazionale che lì la reversibilità delle pensioni ce l'hanno anche i nipoti!
Per carità, nemmeno io vado pazza per le agenzie di rating, chissà la merda che c'è dietro e la corruzione: lo sanno tutti che la finanza è totalmente deregolamentata.
Il concetto è che "in sè" l'agenzia di rating serve, quando è onesta, perché dà delle indicazioni agli investitori su dove puntare i propri soldi.
E nel caso dell'Italia non vedo enormi complotti internazionali, visto che i loro rilievi sono innegabili: i titoli del nostro debito non sono affidabili, il rischio che non vengano pagati è molto alto perché non c'è crescita (e fin qui ci siamo) e perché non c'è un governo solido e credibile che possa fare delle riforme economiche serie (e mi sembra che anche qui non ci siano tanti dibattiti). Quindi visto che il rischio di non pagare i creditori sale, sale l'interesse.
L'argentina era praticamente uguale, ma le agenzie di rating non dissero nulla, le banche addirittura consigliarono di acquistare debito argentino... e come andò a finire lo sanno tutti!
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Demart81 - Ottobre 10, 2011, 08:58:44 pm
Il problema è che sono contigue alle grandi banche e alla grande finanza, la stessa che ha creato la crisi che c'è giocherellando con soldi che non esistono.
Questo è il grande problema. Bisognerebbe che un po' tutti si sveglino dalla sbornia. Ma purtroppo non c'è un Roosevelt, e il grande capitale non è in stato di shock come nel '29.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: hallymay - Ottobre 10, 2011, 09:01:10 pm
Penso che le agenzie che si occupano del debito sovrano dovrebbero essere degli organismi internazionali. Insomma renderle terze in qualche modo. Perché si gioca veramente con la sovranità di interi popoli, ed è orribile. Se si pensa che poi queste agenzie non sono certo di fama specchiata è peggio ancora.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Demart81 - Ottobre 10, 2011, 09:05:37 pm
Esattamente, un organismo di controllo (unico, non ciascuno che adotta parametri diversi facendo il cazzo che vuole) sovranazionale e controllato a sua volta da altri organismi.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: hallymay - Ottobre 10, 2011, 09:07:26 pm
e una banca mondiale SERIA, visto che i motivi per cui è stata fondata non sono mai stati messi in campo. con annesso FMI
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Demart81 - Ottobre 10, 2011, 09:14:42 pm
Che poi non so se mi spiego: si abbassa il rating a governi più o meno di sinistra o quantomeno non proni al gran capitale (Grecia, Spagna, addirittura USA) o a governi di destra fortemente sputtanati (il nostro).
Non mi pare un caso eh.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: lucaluca - Ottobre 10, 2011, 09:41:50 pm
veramente sono decenni che il nostro debito è enorme (però mi pare che sia quasi tutto in mani italiane), e da parecchi  anni che la crescita è vicina allo zero, quindi come mai tutto sto sbattimento ora?
poi ne fanno sempre un problema di crescita e di pil, è un problema distributivo invece credo.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: hallymay - Ottobre 10, 2011, 09:55:43 pm
assolutamente: alla fine il Pil è un indice del cazzo che calcola solo il valore dei servizi e delle attività di un paese in un determinato periodo.
Però non calcola in che modo questo valore si forma: se per esempio l'1% della popolazione più ricca aumenta il valore delle proprie attività per il, boh, 300% anche il PIl aumenterà. Ma se il restante 99% della popolazione si impoverisce il PIL non lo calcola. Insomma non calcola la distribuzione della ricchezza, solo la quantità. Esistono degli strumenti per il calcolo della distribuzione della ricchezza, tipo il coefficiente di Gini, ma lo usano solo organizzazioni fricchettone e che non si incula nessuno come la FAO. Fottesega qualcosa a Moody's: se il PIL aumenta vuol dire che il rimborso del debito è sicuro e ti da il buon voto in pagella.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: yao_chan - Ottobre 10, 2011, 10:28:26 pm
Ecco, pensandoci credo che la mia diffidenza per l'economia sia proprio basata sulla finanza.
Non si parla più di cose concrete, sono giochi di fantasoldi in cui alcuni guadagnano e tutti gli altri perdono.
Come con le aziende: non gliene frega a nessuno se un'azienda è davvero solida, la finanza è staccata dalla realtà. Almeno, è quello che sembra con tutti i giochini di azioni che si fanno.

In questo caso rappresento l'uomo medio, dato che di economia non ci ho mai capito una mazza. Non saprei neanche come si potrebbe fare per risolvere la situazione...però mi sembra di avere una spada di Damocle sulla testa quando penso all'Argentina.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Ottobre 11, 2011, 01:14:56 am

L'argentina era praticamente uguale, ma le agenzie di rating non dissero nulla, le banche addirittura consigliarono di acquistare debito argentino... e come andò a finire lo sanno tutti!


Nessuna banca conscia di detenere prodotti finanziari fallimentari dirà  al cliente: "non compri questi che tanto non vedrà un quattrino". Anzi, proprio quando spingono per la vendita di un titolo significa che cercano di togliersi la patata bollente dalle mani prima che sia troppo tardi e li brucino loro i soldi. In poche parole scaricano sul risparmiatore il rischio.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: hallymay - Ottobre 11, 2011, 01:20:05 am
E' bello sapere che c'è qualcuno a vigilare sulle magagne di queste agenzie/banche d'affari. Veramente.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Ottobre 11, 2011, 01:23:27 am
Ecco, pensandoci credo che la mia diffidenza per l'economia sia proprio basata sulla finanza.
Non si parla più di cose concrete, sono giochi di fantasoldi in cui alcuni guadagnano e tutti gli altri perdono.
Come con le aziende: non gliene frega a nessuno se un'azienda è davvero solida, la finanza è staccata dalla realtà. Almeno, è quello che sembra con tutti i giochini di azioni che si fanno.

In questo caso rappresento l'uomo medio, dato che di economia non ci ho mai capito una mazza. Non saprei neanche come si potrebbe fare per risolvere la situazione...però mi sembra di avere una spada di Damocle sulla testa quando penso all'Argentina.

La finanza è un argomento articolatissimo, si basa tutto su previsioni, bolle speculative, bear e bull.. Però non confondiamo la finanza con l'assetto economico italiano. L'attenzione che i giornali stanno dando al rating è esagerata e non spiegano nemmeno che dannazione significhi, quindi è normale che la gente si confonda. Ma alla fine se proprio vogliamo farla semplice è che prima l'Italia c'aveva 8 e adesso c'ha 8- secondo le agenzie. Alla fine al cittadino medio non cambia la vita questa cosa. Gli interventi statali sulla produttività, sulla crescita, sull'aiuto alle PIM(piccole e medie imprese), l'aumento dei soldi nelle tasche di tutti, quello sì che interessa il l'italiano medio.

lucaluca tu però che indagine fai di lunedì al centro commerciale? è la giornata più morta della settimana. Non vale, figuriamoci poi in una regione piena di impresari e gente piena di sghei
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Ottobre 11, 2011, 01:24:24 am
E' bello sapere che c'è qualcuno a vigilare sulle magagne di queste agenzie/banche d'affari. Veramente.

il problema è sempre lo stesso. Chi controlla i controllanti?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: hallymay - Ottobre 11, 2011, 01:38:49 am
Bè ma qui si va sul penale secondo me. Perché se le banche hanno avuto mano libera a truffare letteralmente i propri clienti quasi quasi alla luce del sole, il problema non è economia vs resto del mondo. Non sono le banche o gli istituti finanziari in sè. E' puramente politico, riguarda gli stati, i governi che legiferano.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: lucaluca - Ottobre 11, 2011, 09:37:01 am


lucaluca tu però che indagine fai di lunedì al centro commerciale? è la giornata più morta della settimana. Non vale, figuriamoci poi in una regione piena di impresari e gente piena di sghei

beh mica faccio indagini, per me il lunedì è ottimo per andare a caccia dei soldi che avanzo, sarà la giornata morta per eccellenza ma meno clienti che addetti io non l'avevo mai visto in un centro commerciale.
comunque sul veneto e la sua crisi, che in particolare è l'incapacità, o la non volontà, dei veneti di rendersi conto della cosa ecco la migliore analisi per me:
[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=hdLv9VOobHM&feature=share[/youtube]
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: mikyhell79 - Ottobre 29, 2011, 09:58:49 pm
[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=kVAe8-PRTsM[/youtube]




P.S. Che merda di canzone :P
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Adriana - Ottobre 30, 2011, 10:50:19 pm
E' bello sapere che c'è qualcuno a vigilare sulle magagne di queste agenzie/banche d'affari. Veramente.

il problema è sempre lo stesso. Chi controlla i controllanti?

(http://blogs.citypages.com/gimmenoise/watchmen.jpg)

(Scusate l'ot, non ho resistito)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Novembre 14, 2011, 12:07:40 pm
Per continuare a parlare di Keynes spostiamoci qui.

Come sapete io non ne capisco una ceppa di minchia, però voglio riportare un'opinione di mio zio l'altra sera in osteria (detta così...  ;D): parlando di un suo amico economista sostanzialmente keynesiano diceva che costoro sono per impostazione incapaci di accettare che possa esistere un limite allo sviluppo imposto dall'ambiente.

Se così fosse sarebbe per me il classico esempio di persone che tirano fuori grosse risorse d'intelligenza in campi complessi ma sono resi stupidi dalla mancanza di adesione al reale.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Novembre 14, 2011, 12:12:56 pm
Indi avrebbero un cervello molto veloce più che una intelligenza autentica.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Novembre 14, 2011, 12:14:24 pm
Purtroppo ho smesso di dare lezioni d'italiano all'economista e non lo vedo da un po', parlare con lui mi serviva.
Anzi, oggi lo chiamo.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Novembre 14, 2011, 12:16:24 pm
Uno scambio di conoscenze non lo potevi attuare?!
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Novembre 14, 2011, 12:19:07 pm
Inoltre si tratterebbe di lavorare sui deficit, più in topic di così...
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Novembre 14, 2011, 12:19:34 pm
Beh di fatto era così, solo che in più mi pagava anche qualche euro...  ;D
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Novembre 14, 2011, 12:21:39 pm
Umh, brillante allora... ;D ;D
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: hallymay - Novembre 14, 2011, 12:52:35 pm
il fatto che molti economisti, o peggio troppi politici che prendono spunto da alcune teorie, non si rendono conto che tra le loro teorie e la realtà ci può essere uno scarto. Un modello matematico può funzionare sulla carta, ma non nella realtà, soprattutto se si parla di crescita.
E' una stronzata. Il modello economico è qualcosa di ultra semplificato che descrive un modello generale che non può tenere conto delle innumerevoli variabili sociali, economiche e politiche sul campo. L'esempio principe è la favolosa curva di Laffer, che prevede come la diminuzione del carico fiscale porti alla crescita economica perché libera i soldi per gli investimenti delle aziende, quindi in sostanza aumentano le entrate fiscali grazie alla crescita.
Com'è andata a finire lo sappiamo. Gli investimenti non sono aumentati in attività produttive, anzi. Mica il modello matematico può quantificare il libero arbitrio dell'imprenditore, il quale con i soldi risparmiati in tasse può si, investire in azienda, ma può anche prendere i soldi e ficcarli in una cassetta di sicurezza in Svizzera. Con buona pace del PIL e delle entrate fiscali.
Ma non è un atteggamento solo dell'economia, ma anche della Scienza Politica giocare a sentirsi fisici della società. Qualcuno ricorda Francis Fukuyama e le stronzate sulla fine della storia dopo il crollo della cortina di ferro?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Novembre 14, 2011, 12:55:23 pm
Sì, certo: gli anno dedicato la birra-scoiattolo.  ;D

Mi pare che sia stato citato qualche volta qui nel forum, il vecchio Francis.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: DDRD(evotchka) - Novembre 23, 2011, 11:21:28 am
cosa ne pensate?

http://it.finance.yahoo.com/notizie/Donne-prevede-la-riforma-yfin-1208543532.html?x=0


la trovo una cosa inutilmente discriminatoria e soprattutto stupida.
il problema è la mancanza di aiuti per le madri, penalizzare il lavoro maschile non servierà ad aiutare le donne a trovare lavoro, perché mancano gli asili nido, perché in Italia chi riesce a conciliare maternità e lavoro al 99% ha dei nonni dietro disposti a camallarsi la nipotanza. i casi quindi sono due, o firmi un contratto dove ti impegni a non avere figli, o li fai e non lavori.

andiamo a ridere poi nelle famiglie dove solo l'uomo lavora ::)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: lucaluca - Novembre 23, 2011, 11:25:32 am
infatti è fatta per fare cassa con una scusa pseudodesinistra, perchè non sarà assunta una donna in più mentre la massa dei lavoratori pagherà un punto in più di irpef
altro che parità di bilancio
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: PiantaGrassa - Novembre 23, 2011, 11:29:20 am
L'assunzione al femminile in certi settori è fortemente condizionata da altre condizioni, come la maternità e la meno disponibilità a fare straordinari se ci sono dei figli da seguire.
Ci starebbe più una riforma che punti sul sociale, quindi come giustamente dici tu aumento del numero di asili nido e agevolazioni economiche per usufruirne. Allo stato attuale nel momento in cui partorisci praticamente devi mettertiin lista d'attesa per far prendere il pargolo al nido. E la lista è lunga.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: DDRD(evotchka) - Novembre 23, 2011, 11:57:18 am
infatti è fatta per fare cassa con una scusa pseudodesinistra, perchè non sarà assunta una donna in più mentre la massa dei lavoratori pagherà un punto in più di irpef
altro che parità di bilancio
:clapclap:
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Demart81 - Novembre 23, 2011, 02:30:41 pm
La sinistra, peraltro, non è per favoritismi di sorta, ma per l'eguaglianza. Sono pure ignoranti, oltre che imbroglioni.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: DDRD(evotchka) - Novembre 28, 2011, 08:53:41 pm
http://www.cadoinpiedi.it/2011/11/28/litalia_e_fallita_si_torna_alla_lira.html


:o

la mania di usare titoli sensazionalistici....


Hallymay, tu che AMI la napoleoni, ma secondo te ci è o ci fa? io ho cercato di capire che cazz volesse dire tutto questo ma non l'ho mica capito. perlomeno la seconda parte
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: lucaluca - Novembre 29, 2011, 11:29:38 am
mi sfugge il senso della "raccomandazione" o meglio dell'ordine europeo che se entriamo in recessione le pensioni devono essere bloccate.
ora visto che è una recessione inflazionistica diminuire ancora la capacità di spesa di milioni di poveri cristi in che modo dovrebbe fare ripartire l'economia?
E secondo perchè, se proprio si devono tagliare spese statali, sti europei non dicono mai "finchè siete in recessione tagliate le spese militari", se fosse un mondo normale tra far vivere i suoi cittadini e spedire soldati ai quattro angoli del globo con discutibili risultati non sarebbe meglio la prima?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: yao_chan - Novembre 29, 2011, 03:24:05 pm
E soprattutto ha senso anche bloccare e diminuire gli stipendi statali? Così si comprimono ancora di più i consumi.
Intelligentoni.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Demart81 - Novembre 29, 2011, 03:25:34 pm
Stagflazione rulez!
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: hallymay - Novembre 29, 2011, 03:32:55 pm
ieri all'infedele facevano un parallelo tra la crisi di ora e quella del 1929. Anche durante il '29 si pensò che mantenendo a posto i bilanci la mano magica del mercato avrebbe rimesso tutto a posto. Allora riportarono in calce la frase di Keynes che disse "Sono degli stupidi. Una crisi come quella che c'è adesso (1929) non si cura con maggiore avidità, ma solo con la magnanimità. La speculazione su una moneta non porta mai a niente di buono" (4 anni dopo salì al potere hitler)
Capito lucaluca il perché? Anche Obama oggi a Rumpuy ha fatto una testa così: non potete pensare ai bilanci se prima non crescete, se andate i in recessione andate in default, se andate in default voi ci va tutto il mondo"
Però niente, costa di meno bloccare l'adeguamento dei salari al costo reale della vita che portare via dall'afghanistan i militari.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Demart81 - Novembre 29, 2011, 03:36:05 pm
Sarai la mia ministra dell'economia quando farò il colpo di stato e prenderò il potere, sallo.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: hallymay - Novembre 29, 2011, 03:44:19 pm
grazie tresor ;D :-*
bello questo articolo di rampini vi consiglio di leggerlo (ecco, perché rampini non si limita a fare il giornalista economico invece di scrivere saggi cretini sulla Cina?)
http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/se-crolla-leuro-tracolla-anche-obama-se-invece-leuro-dimezza-il-proprio-valore-il-32669.htm (http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/se-crolla-leuro-tracolla-anche-obama-se-invece-leuro-dimezza-il-proprio-valore-il-32669.htm)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: lucaluca - Novembre 29, 2011, 09:07:07 pm
demart a scanso di equivoci il mondo è miooooooooooooooooooooooooo!
per la guerra sono già pronto.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Karma Houdini - Novembre 29, 2011, 10:23:58 pm
demart a scanso di equivoci il mondo è miooooooooooooooooooooooooo!
per la guerra sono già pronto.

AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH!
(http://www.animeclick.it/prove/serie/Fantaman/Fantaman11.jpg)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Teresa - Dicembre 02, 2011, 01:14:51 am
Incredibile, ho capito un articolo di economia! (http://temi.repubblica.it/micromega-online/da-atene-ad-harvard-processo-all%e2%80%99ortodossia-economica/?com=21303#scrivicommenti)

Chi ne sa qualcosa lo legge e mi dice che ne pensa?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Dicembre 02, 2011, 12:18:53 pm
Incredibile, ho capito un articolo di economia! (http://temi.repubblica.it/micromega-online/da-atene-ad-harvard-processo-all%e2%80%99ortodossia-economica/?com=21303#scrivicommenti)

Chi ne sa qualcosa lo legge e mi dice che ne pensa?

Sì l'articolo è molto chiaro a tutti :)
A parte il teatrino iniziale in cui si racconta della contestazione degli studenti al Prof. Mankiw (io ho studiato sul Fischer link (http://it.wikipedia.org/wiki/Irving_Fisher)   non sul Mankiw) penso che ormai si stia andando per tentativi in Italia.
Il Governo Berlusconiano ha dato il colpo finale alla situazione italiana sia in termini economici con riforme sbagliate che di credibilità.  Quindi via di governo tecnico, i primi giorni sembrava che i mercati rispondessero bene, ma poi si è tornato al ritmo ballerino ed incerto di prima. Adesso c'è da decidere sul destino dell'Euro.
Forse 150 anni fa i monetaristi avevano ragione, ma adesso lasciare che il mercato si aggiusti da sè avrebbe come minimo del miracoloso. E' necessario l'intervento degli Stati e della BCE (Banca Europea).
I mercati richiedonoo interessi sempre più alti sui nostri titoli di Stato perchè siamo un paese in recessione e quindi i BTP sono più richiosi. Maggiore rischio=maggiore rendimento. E lo stato è in grado di pagare questi sostanziosi interessi? Potrebbe farlo per un periodo breve, ma poi collasserebbe. E' qui che devono intervenire gli organi europei e stabilire una % massima di interessi sui titoli del tesoro.


EDIT: interessante anche questo http://temi.repubblica.it/micromega-online/appello-degli-economisti-le-politiche-restrittive-aggraveranno-la-crisi/
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Dicembre 02, 2011, 12:30:11 pm
Una fotografia della crescita del Pil di alcuni paesi Europei nel decennio 2000-2010
Italia 4%
Germania 9,7%
Francia 11,9%
UK 17,7%

Ed inoltre
Citazione
Ma anche un Paese come la Spagna, che pure nel decennio è stato protagonista di un boom occupazionale senza precedenti (+14,5%), ha visto aumentare il proprio Pil in misura molto più sostenuta dell'Italia (+22,7%).
http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2011-12-02/nellultimo-decennio-sceso-termini-104545.shtml?uuid=Aam6LaQE
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: yao_chan - Dicembre 02, 2011, 12:51:12 pm
Io non capisco una cosa: perchè è importante che il pil cresca?
Cioè, se rimane costante cosa c'è che non va? È necessario produrre sempre di più, consumare sempre di più per stare in piedi?
C'è un limite a quanto ci si può espandere, non si può pensare di continuare per sempre così
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: DDRD(evotchka) - Dicembre 02, 2011, 12:55:22 pm
Io non capisco una cosa: perchè è importante che il pil cresca?
Cioè, se rimane costante cosa c'è che non va? È necessario produrre sempre di più, consumare sempre di più per stare in piedi?
C'è un limite a quanto ci si può espandere, non si può pensare di continuare per sempre così
ecco, io tendo a pensarla come yao. perché un bel +0 è il dimogno?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Demart81 - Dicembre 02, 2011, 12:59:50 pm
Perché sennò i Marchionne vari non possono comprarsi la settordicesima barca e poi smettono di pagare i vari Monti ecc.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Teresa - Dicembre 02, 2011, 01:12:21 pm
Grazie Cetty :)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Dicembre 02, 2011, 01:17:46 pm
DDR e yao-chan Per rispondere molto semplicemente: La popolazione cresce, sia grazie alle nascite di italiani che di gente immigrata che forma una famiglia qui.
Nel 2000 in Italia si contavano 56.915.744 abitanti
Al 1°gennaio 2010 eravamo in 60.340.328

In 10 anni siamo aumentati di 4 milioni di unità, se il Pil cresce così poco  nonostante i 4 milioni di abitanti in più significa che mediamente siamo diventati tutti più poveri. Per questo motivo se rimane costante è grave, perchè significa che la ricchezza è la stessa ma divisa tra molte più persone.

Inoltre il Pil non è il risultato di sole due variabili come la produzione ed il consumo ma ne entrano in campo altre importanti come gli investimenti delle imprese tra le altre cose come puoi vedere da questa formula

identità keynesiana Y = C + G + I + (X − M)  (questa è una delle basi dell'economia)
Y =PIL
C=consumi finali
G=spesa dello Stato
I= investimenti
X=expo
M=importazioni
I beni prodotti ma non venduti diventano scorte e quindi investimenti.
Quindi come vedete rientrano tanti fattori in gioco, non dipende solo dai consumi ma anche da quanto esportiamo e quanto importiamo. Da quanti investimenti riusciamo ad attrarre(non solo da parte di imprese italiane ma dall'estero soprattutto). E la spesa dello Stato, se lo stato spende meno, si va verso un segno meno sul Pil anzichè +. E qui si ricollega l'articolo che ho linkato prima, se lo stato opera interventi restrittivi andrà sempre peggio.


Per l'ultima domanda: sarebbe logico dire che tutto trova un limite ma adesso è inimmaginabile un Pil che non ha più bisogno di crescere. Per qualsiasi paese.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: DDRD(evotchka) - Dicembre 02, 2011, 01:19:38 pm
ah, pensavo che il pil fosse di per sé commisurato alla popolazione. grazie.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Dicembre 02, 2011, 01:25:16 pm
ah, pensavo che il pil fosse di per sé commisurato alla popolazione. grazie.

Prego  DDR :) Se avete altre domande chiedete pure
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Dicembre 02, 2011, 01:50:03 pm
Quindi in un paese con problemi strutturali di incremento di PIL, un incremento puro di popolazione è un danno, determinando una competizione su risorse -molto- scarse?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: yao_chan - Dicembre 02, 2011, 01:51:18 pm
grazie cetty, ho afferrato!
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Dicembre 02, 2011, 01:58:44 pm
Per l'ultima domanda: sarebbe logico dire che tutto trova un limite ma adesso è inimmaginabile un Pil che non ha più bisogno di crescere. Per qualsiasi paese.

Veramente no: è inaccettabile secondo il paradigma dominante, ma non è affatto inimmaginabile. C'è tutto il pensiero della decrescita che lo immagina eccome.
Con questo non voglio dire che lo faccia mio, solo che è un pensiero diverso è possibile.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Dicembre 02, 2011, 02:10:02 pm
Per l'ultima domanda: sarebbe logico dire che tutto trova un limite ma adesso è inimmaginabile un Pil che non ha più bisogno di crescere. Per qualsiasi paese.

Veramente no: è inaccettabile secondo il paradigma dominante, ma non è affatto inimmaginabile. C'è tutto il pensiero della decrescita che lo immagina eccome.
Con questo non voglio dire che lo faccia mio, solo che è un pensiero diverso è possibile.

Infatti ho scritto che adesso è inimmaginabile, magari tra 300 anni lo sarà. Ma non ci sarò per poter intervenire sul forum :D
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Dicembre 02, 2011, 02:13:25 pm
Quindi in un paese con problemi strutturali di incremento di PIL, un incremento puro di popolazione è un danno, determinando una competizione su risorse -molto- scarse?

Il danno non è l'incremento della popolazione( ci mancherebbe solo che si  inizi a pensare al controllo delle nascite) anzi se non fosse per i figli degli immigrati saremmo messi molto peggio per quanto riguarda le nascite. Il danno sono i mancati interventi tutti  intorno, adesso vado a pranzo, a più tardi.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Dicembre 02, 2011, 02:16:58 pm
Cettyola, NON sono d'accordo con te: è immaginabile anche adesso.
Che poi sia visto come un'aberrazione dal 99% degli economisti è un discorso diverso.
Io vedo come un'aberrazione l'economia  ::)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Dicembre 02, 2011, 02:38:47 pm
Cettyola, NON sono d'accordo con te: è immaginabile anche adesso.
Che poi sia visto come un'aberrazione dal 99% degli economisti è un discorso diverso.
Io vedo come un'aberrazione l'economia  ::)

Comprendo il tuo pensiero.
Io però sono abituata al concetto " se si può immaginare, si può anche fare". Da questo lo definisco inimmaginabile=irrealizzabile. 
Se ci pensi però Allevi l'economia serve a tutti, anche all'eremita che vive tra le campagne(non in termini di denaro ma di razionalizzazione delle risorse).
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Dicembre 02, 2011, 02:54:18 pm
Quindi in un paese con problemi strutturali di incremento di PIL, un incremento puro di popolazione è un danno, determinando una competizione su risorse -molto- scarse?

Il danno non è l'incremento della popolazione( ci mancherebbe solo che si  inizi a pensare al controllo delle nascite) anzi se non fosse per i figli degli immigrati saremmo messi molto peggio per quanto riguarda le nascite. Il danno sono i mancati interventi tutti  intorno, adesso vado a pranzo, a più tardi.
Però se, oggettivamente, mancano gli interventi e le risorse quindi non incrementano, mettere più persone attorno a quelle risorse che non crescono può causare problemi?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Dicembre 02, 2011, 03:25:00 pm
l'impressione, non essendo del mestiere, e che mi interessa vedere di superare, è che l'immissione di un potenziale, umano e numerico, che rimane forzatamente inespresso, possa non tradursi in un vantaggio effettivo.

Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: hallymay - Dicembre 02, 2011, 03:34:36 pm
sono d'accordo, ma nel caso dell'Europa è una manna l'arrivo di nuova gente, sennò la Fornero in Italia ci manderebbe in pensione a 85 anni.
Rivedrei anche la tiritera della ricerca come fattore di sviluppo. Sviluppo di cosa, visto che la manifattura va tutta in estremo oriente? Le economie completamente strutturate sui servizi sono palesemente ipertrofiche, e stanno affondando una ad una.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Dicembre 02, 2011, 04:00:32 pm
Quindi in un paese con problemi strutturali di incremento di PIL, un incremento puro di popolazione è un danno, determinando una competizione su risorse -molto- scarse?

Il danno non è l'incremento della popolazione( ci mancherebbe solo che si  inizi a pensare al controllo delle nascite) anzi se non fosse per i figli degli immigrati saremmo messi molto peggio per quanto riguarda le nascite. Il danno sono i mancati interventi tutti  intorno, adesso vado a pranzo, a più tardi.
Però se, oggettivamente, mancano gli interventi e le risorse quindi non incrementano, mettere più persone attorno a quelle risorse che non crescono può causare problemi?


E ma come si fa a"frenare" l'aumento della popolazione? Il nostro paese ha aderito all'accordo di Schengen quindi libera circolazione di persone, denaro e merci. 
Però ripeto, secondo me non è un problema l'aumento della popolazione, come ricorda hallymay  nel caso degli immigrati, molti pagano i contributi ai nostri pensionati. Per quanto riguarda le nascita, per carità ne nascono sin troppo pochi. Ma ne nascono sin troppo pochi perchè se pensi di non avere un lavoro che tipermetta di crescere un figlio non ne fai.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Dicembre 02, 2011, 04:08:52 pm
Il fatto che non sia frenabile non implica che non possa essere un problema.

Esistono possibili problemi al riguardo?

Abbiamo invece appurato, come si sapeva, che per l'attuale sistema lavoro/pensione, l'immissione può essere positiva.


Se non ci sono problemi, sembra essere un fatto interamente positivo (per le questioni che riguardano l'economia).



Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Dicembre 02, 2011, 04:12:42 pm
Il fatto che non sia frenabile non implica che non possa essere un problema.

Giusto, ma anzichè progredire andremmo a fare passi indietro.
Ed a proposito di "limiti", una cosa che ritengo giusta sia il protezionismo nei confronti dei prodotti italiani. Aumentare i dazi nei confronti dei prodotti cinesi. Ci stanno sommergendo. E magari lavorerebbero di più gli operai italiani e non gli operai cinesi che hanno una crescita del PIL esponenziale.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Dicembre 02, 2011, 04:30:38 pm
Il fatto che non sia frenabile non implica che non possa essere un problema.

Giusto, ma anzichè progredire andremmo a fare passi indietro.

Ragionevole.

Un breve elenco dei passi indietro (oltre la pensione)?


Ne approfitto per una questione attinente perché anche questa mi pare utile chiarirla:

L'immissione di manodopera esterna permette di introdurre lavoro che pagherà le pensioni nel futuro.

Il lavoro, per pagare le pensioni in futuro, deve essere lavoro regolare, credo.

Se il lavoro è regolare va a riempire sacche di carenza di lavoro lasciate dalla manodopera non immessa dall'esterno.

La manodopera non immessa dall'esterno dovrebbe occupare posizioni nuove, oltre alle tradizionali, in un meccanismo di emancipazione, cui tenderebbe in futuro anche la manodopera immessa.

In caso non ci sia spazio da riempire in nuove posizioni, si manifesterebbe un fenomeno di sostituzione fatta e finita e non di passaggio di consegne, tra chi avanza e chi arriva a ricoprire il posto lasciato?




Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: hallymay - Dicembre 03, 2011, 12:48:20 am
si ma poi nel WTO  ci sono fior fiori di regole antidumping, che fine hanno fatto nel caso della Cina?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Dicembre 03, 2011, 11:07:16 am
si ma poi nel WTO  ci sono fior fiori di regole antidumping, che fine hanno fatto nel caso della Cina?

Me lo chiedo anche io. E' evidente che non vogliono limitare la merce che arriva dalla Cina perchè prima di tutto ci perderebbero gli imprenditori che dicono di venderti la borsa made in Italy e poi invece è stata assemblata in qualche fabbrica a Pechino e l'etichetta ce l'hanno attaccata a Milano.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Dicembre 03, 2011, 11:08:45 am
Per nostalgici della lira vi allego un articolo che spiega perchè non si può tornare alla lira
link (http://finanza.it.msn.com/speciali/ecco-perch%C3%A9-non-si-pu%C3%B2-tornare-alla-lira)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Dicembre 03, 2011, 12:30:37 pm
Scemo io, ma non trovo l'articolo...

Ah, bisogna cliccare avvia...
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Dicembre 03, 2011, 02:05:06 pm
Ho appena finito una telefonata con una delle persone che più stimo e che purtroppo vedo molto poco, il mio amico Silvano: dopo aver esaurito gli argomenti più seri e importanti (fondamentalmente il cinema d'animazione) abbiamo anche parlato d'economia; è più radicale di me nel non dare fiducia e patenti di scientificità e affidabilità agli economisti, ma ammette che la mia visione sulla loro capacità di determinare il reale nella figura di profezie autoavverantesi ha senso.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Bellatrix - Dicembre 03, 2011, 02:08:01 pm
(Non ci hai mai parlato di Silvano. Si? No? Sbaglio?)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Dicembre 03, 2011, 02:14:21 pm
OT Mi pare di no. Ha un po' meno di una decina di anni più di me, un bambino molto simpatico, è mezzo italiano e mezzo belga, è molto colto, estremamente gentile e ha la capacità di estrarre il meglio da chiunque, parlando con lui si diventa più intelligenti e più buoni.
Lavora nel campo del mercato dell'arte (mai capito esattamente cosa faccia) e ha una conoscenza immensa in campo cinematografico, specie nell'animazione (quella occidentale, però).
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Demart81 - Dicembre 03, 2011, 02:15:37 pm
Lavora nel campo del mercato dell'arte (mai capito esattamente cosa faccia)
Il ricettatore?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: hallymay - Dicembre 03, 2011, 03:14:47 pm
 :rotfl:
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Dicembre 03, 2011, 03:16:09 pm
Lavora nel campo del mercato dell'arte (mai capito esattamente cosa faccia)
Il ricettatore?

è anche quello per far girare l'economia ;D la sua.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Dicembre 03, 2011, 03:23:04 pm
Beni e consumi più tassati per aiutare le imprese.
Eppure ad agosto hanno già passato l'iva dal 20 al 21%

http://www.ilsole24ore.com/art/economia/2011-12-01/beni-consumi-tassati-sostenere-231811.shtml?uuid=Aa3P2UQE

L'articolo dice che i proventi di questi aumenti serviranno ad aiutare le imprese e quindi i lavoratori, agevolando le esportazioni
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Karma Houdini - Dicembre 03, 2011, 03:32:22 pm
Sciocco io che ero rimasto alla svalutazione monetaria.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Demart81 - Dicembre 03, 2011, 03:32:41 pm
E mia nonna è viva, certo.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Dicembre 07, 2011, 02:56:27 pm
Oggi l'arresto del boss casalese ha rubato il titolo allo spread Btp-Bund che dopo il miglioramento dei giorni scorsi in seguito alla manovra Monti torna ad ampliarsi.

"lo spread Btp-Bund, in netta discesa nei giorni scorsi dopo il varo della manovra di Monti, a tornare sui 370 punti base con il rendimento del decennale italiano in rialzo al 5,84%. I differenziali di Francia e Spagna rispetto alla carta tedesca viaggiano rispettivamente 110,6 e 313 punti."

Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: hallymay - Dicembre 07, 2011, 03:19:35 pm
bè almeno questa manovra non è stata bruciata in un giorno come le altre 4.
Certo che i cacciabombardieri potevano anche evitare di comprarli, ma chi dobbiamo invadere? La svizzera (magari)?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Dicembre 07, 2011, 04:47:49 pm
bè almeno questa manovra non è stata bruciata in un giorno come le altre 4.

In 2 giorni. Non abbiamo ancora abbastanza fiducia da parte dei mercati
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: hallymay - Dicembre 07, 2011, 05:26:07 pm
ho letto da molte parti che dietro questi tagli rating a raffica ci sia dietro una mano politica.
Anche perché il rating della Nigeria si è rialzato (della Nigeria!)
Non so, io ai complottismi ci credo poco di solito, e l'ITalia sarà in recessione l'anno prossimo, ma davvero mettere sotto controllo tutta l'eurozona mi sembra sia precipitoso
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Dicembre 07, 2011, 06:38:18 pm
Sì ho letto anche io qualcosa, tutto è possibile. Per il momento possiamo solo attendere. Del resto se io fossi una con tanti dindini che vuole far fruttare i risparmi comprerei Bund e non Btp.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Demart81 - Dicembre 07, 2011, 07:22:43 pm
Posso dire che auguro a certa gente di trovarsi con le pezze al culo? Parlo di bocconiani più giovani di me che bloggheggiano contro i sindacati cattivi che vogliono mantenere lo status quo sulle pensioni e sui 20-30enni che protestano.
Si professano anche di sinistra.
Mi fanno una tristezza immensa, oltre allo schifo. Mi auguro che almeno li paghino bene.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Dicembre 07, 2011, 07:57:27 pm
Ma quelli che scrivono così sono indottrinati, ripetono cose sentite dai loro mentori.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Demart81 - Dicembre 07, 2011, 07:59:15 pm
Ti ripeto, mi auguro che tanta dedizione alla causa sia ben retribuita. Almeno avrebbero una motivazione, il classico tengofamiglia all'italiana.
Non posso credere che gente che per altri motivi (Wikipedia in particolare, parlo di un admin e di un altro paio che lo spompinano) stimo ci credano realmente.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Dicembre 07, 2011, 08:06:34 pm
Ah ti riferisci ad un caso in particolare.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Demart81 - Dicembre 07, 2011, 08:07:10 pm
Temo non sia il solo. Però sì, mi riferivo a questo caso.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Demart81 - Dicembre 08, 2011, 06:02:33 pm
http://forum.malvestite.net/index.php?topic=2168.msg432745#msg432745
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Demart81 - Dicembre 08, 2011, 08:16:55 pm
Temo non sia il solo. Però sì, mi riferivo a questo caso.
Ne ha cacciata un'altra (sempre il solone bocconian-wikipediano). La manovra colpisce lo 0,8% dello stipendio di un precario, il 3% di quello di un manager. Che i valori siano relativi non lo sfiora affatto, che il 3% per un manager è uno sputo mentre lo 0,8% per un precario è molto.

Sul serio, che tristezza. Che pena. Mi vergogno io per lui. È più giovane di me, basti questo.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Dicembre 09, 2011, 01:07:08 am
http://forum.malvestite.net/index.php?topic=2168.msg432745#msg432745

perchè un ingegnere è anche economista. Non lo sapevi??
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Dicembre 09, 2011, 01:08:00 am
Stanotte si sta decidendo del destino dell'Euro e dell'Europa
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: hallymay - Dicembre 09, 2011, 05:51:12 pm
vista la credibilità pari a zero di certi soloni economisti, non credo più nemmeno io che uscire fuori dall'euro abbia DAVVERO tutte queste conseguenze catastrofiche. Secondo me nascondono volontariamente anche i vantaggi
P.S.
Mattia Butta spara merda volontariamente, è di destra, per lui chi è povero è perché se lo è meritato
Io ho studiato con le odiate borse di studio e dalla mia posso dire che chi non le riceve è perché ha un ISEE alto, e questo viene dato da
-metratura casa: hai una prima casa e solo quella, ma mica dello IACP, una villetta di 200 m2, con giardino e garage. Hai i soldi per un mutuo del genere e pretendi pure la borsa di studio? Ma vattene affanculo! Vendi la casa e fai studiare tuo figlio, che è più importante.
-stipendio annuo: tesoro sei figlio di operaio, o caporeparto? Perché nel secondo caso sei sempre operaio ma ti porti a casa 1600 euro netti
-Altri introiti: hai mica due stipendi? Perché se ne hai due sei fuori dai giochi
Certo i livelli ISEE ormai sono ridicoli, ma non la butterei sempre in caciara. Ad esempio a chi dichiara ISEE 0 la borsa non la danno (quanti terroni conoscevo che vivevano in casa di proprietà e i genitori che si ingrassavano e bene lavorando in nero!): mica sono scemi!
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: AlePato - Dicembre 13, 2011, 08:50:40 am
A Roma è stato già annunciato il passaggio da 1 euro a 1,50 dei ticket dei mezzi pubblici a partire da giugno 2012.

Quindi, ne deduco, migliorerà il servizio del 50%.

Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: lucaluca - Dicembre 13, 2011, 10:31:20 am
non capisco perchè dobbiamo avere la fiducia dei mercati a tutti i costi, mica ho fiducia nei mercati io eppure loro non si scompongono, e poi chi sono sti mercati? ci avranno un nome e cognome alla fine
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Dicembre 14, 2011, 12:55:11 am
non capisco perchè dobbiamo avere la fiducia dei mercati a tutti i costi, mica ho fiducia nei mercati io eppure loro non si scompongono, e poi chi sono sti mercati? ci avranno un nome e cognome alla fine

Sì, mercati regolamentati e mercati Over the counter.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Roybatti - Dicembre 14, 2011, 01:10:14 am
Certo i livelli ISEE ormai sono ridicoli, ma non la butterei sempre in caciara. Ad esempio a chi dichiara ISEE 0 la borsa non la danno (quanti terroni conoscevo che vivevano in casa di proprietà e i genitori che si ingrassavano e bene lavorando in nero!): mica sono scemi!

Non credi che le ultime due righe siano un tantinello fuori luogo? Perchè quello di Padova che aveva la borsa di studio e andava in facoltà con la Porsche? Oppure del tipo di Vicenza che aveva un'azienda con 300 dipendenti tutti in nero? Oppure quell'altro di Mestre che ha dichiarato 10 (DIECI) euro al fisco e in Lussemburgo aveva 200 MILIONI di euro?  Dai su che adesso Bossi è passato a dare addosso ai comunisti...
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Cettyola - Dicembre 14, 2011, 02:45:29 pm
anche hallymay è terrona, forse lo ha scritto perché frequentava solo studenti del sud fuorisede
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Roybatti - Dicembre 14, 2011, 02:55:14 pm
anche hallymay è terrona, forse lo ha scritto perché frequentava solo studenti del sud fuorisede
a maggior ragione!
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Demart81 - Marzo 16, 2012, 11:22:43 am
Sapete che sta per passare al Senato in seconda lettura la modifica costituzionale del pareggio di bilancio? E che se passa con il voto dei 2/3 non potremo scegliere di non confermarla con il referendum? E che se passa SIAMO ROVINATI e Keynes andrà fuorilegge?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Princess_Beyoncé - Marzo 16, 2012, 04:38:41 pm
anche hallymay è terrona, forse lo ha scritto perché frequentava solo studenti del sud fuorisede
a maggior ragione!
si tesoro, io conoscevo solo terroni fuorisede, quindi dico quello che vedo. Poi che l'evasioni fiscale al nord sia un botto è pacifico, ma non credere che al sud siano tutti angeli.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Princess_Beyoncé - Marzo 16, 2012, 04:39:38 pm
Sapete che sta per passare al Senato in seconda lettura la modifica costituzionale del pareggio di bilancio? E che se passa con il voto dei 2/3 non potremo scegliere di non confermarla con il referendum? E che se passa SIAMO ROVINATI e Keynes andrà fuorilegge?
ma è possibile che nessuno stia dicendo niente? non si può promuovere un referendum? per le modifiche costituzionali non c'è bisogno del quorum (erano proprio furbi i padri costituenti ora che ci penso)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Demart81 - Marzo 16, 2012, 04:48:37 pm
Se passa con più dei 2/3 non si può fare il referendum.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Teresa - Marzo 16, 2012, 11:37:50 pm
(http://a1.sphotos.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-ash4/425269_353740917998159_100000867604564_1037096_923268563_n.jpg)

(http://a7.sphotos.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-ash4/s320x320/422903_3038464273318_1014337603_2805380_1292888994_n.jpg)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: lucaluca - Marzo 20, 2012, 01:04:15 pm
il segreto di pulcinella
http://www.repubblica.it/economia/2012/03/20/news/commento_clericetti-31875612/
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: lucaluca - Marzo 22, 2012, 09:12:58 pm
leggendo il primo bellissimo volume delle memorie di Casanova arrivato fresco fresco stamattina ho fatto un pensierino economico.
Lui era nella Francia di luigi 15 il problema era che lo stato non aveva soldi, i ricchi cioè i nobili e  i preti non intendevano proprio pagare tasse, ma avendo quasi tutta la ricchezza in mano loro, dove cazzo li prendeva i soldi il re per le spese statali? le tasse i poveri, cioè la stragrande maggioranza della popolazione ne pagavano anche oltre le loro possibilità.
Così hanno tentato giochetti finanziari (finiti tutti in modo più o meno disastroso) poi con le lotterie (Casanova aiuterà i francesi a creare una lotteria moderna).
Però finiti i giochetti il problema restava e di tassa in tassa sui poveri cristi e nessuna tassa sui nobili che gli pareva brutto si è arrivati alla rivoluzione.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Demart81 - Marzo 22, 2012, 09:14:03 pm
Amen.
Però ce ne hanno messo di tempo i francesi eh.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Teresa - Marzo 22, 2012, 09:28:14 pm
Amen.
Però ce ne hanno messo di tempo i francesi eh.

Noi di più.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Demart81 - Marzo 22, 2012, 09:29:36 pm
Abbiamo fatto la rivoluzione? E quando?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Teresa - Marzo 22, 2012, 09:30:42 pm
Abbiamo fatto la rivoluzione? E quando?

Appunto, ci stiamo mettendo molto più tempo.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Teresa - Marzo 23, 2012, 11:35:08 pm
(http://a4.sphotos.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-prn1/542627_277965872279719_100001989242077_641844_2045966879_n.jpg)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: lucaluca - Marzo 24, 2012, 12:36:34 pm
(https://fbcdn-sphotos-a.akamaihd.net/hphotos-ak-ash3/553418_418267774855176_128326730515950_1961745_1605903327_n.jpg)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: lucaluca - Aprile 01, 2012, 05:27:44 pm
e poi dicono che il nostro sistema economico è razionale
http://www.repubblica.it/economia/2012/04/01/news/bankitalia_nel_nostro_paese_i_10_pi_ricchi_hanno_come_3_milioni_pi_poveri-32569700/
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: lucaluca - Aprile 05, 2012, 01:44:51 pm
azz ultimamente se ne stanno suicidando 2 al giorno qui nel ricco nordest, deve essere un modo molto efficace per risolvere il problema pensioni
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: DDRD(evotchka) - Aprile 05, 2012, 04:29:30 pm
vorrei fare una battuta su la fornero al cimitero ma non so se è il caso.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Demart81 - Aprile 05, 2012, 04:38:05 pm
È il caso.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: DDRD(evotchka) - Aprile 05, 2012, 04:40:36 pm
adesso ho perso lo slancio, però quando la fornero la si invita al cimitero si scandalizzano tutti, se delle persone si invitano al cimitero da sole per la disperazione evabbé

non fa ridere, dovrebbe far piangere
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Demart81 - Aprile 05, 2012, 04:41:01 pm
Infatti. E hai perfettamente ragione.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Princess_Beyoncé - Aprile 05, 2012, 06:49:52 pm
DDR, sei una fanatica terrorista di sinistra ti facciamo fare la fine di Pinelli a te e a tutti quelli che dichiarano di avere dei diritti umani, chiaro?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Teresa - Maggio 05, 2012, 04:41:14 pm
I falansteri! (http://www.gen.ecovillage.org/)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Demart81 - Maggio 05, 2012, 04:42:41 pm
E io che sono pure andato a cliccare. :tze:
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Teresa - Maggio 05, 2012, 04:53:49 pm
E io che sono pure andato a cliccare. :tze:

Gli ecovillaggi sono i falansteri del futuro :pfui:
certo non quelli che piacciono a te... :asd:
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: lucaluca - Maggio 14, 2012, 11:18:46 am
Ina Drew, il capo degli investimenti di JP Morgan... è una delle donne più potenti di Wall Street e il quarto manager più pagato all'interno della banca (lo scorso anno ha ricevuto un compenso di 14 miliardi di dollari)


ma è vero? azz ecco perchè l'economia va a meraviglia, ma poi come stracazzo fa a spendere 14 miliardi di dollari all'anno? mangia ogni due minuti? si mette gli assorbenti in diamante?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Princess_Beyoncé - Maggio 15, 2012, 12:22:46 pm
Questa è la risposta a chi dice che se le donne fossero a capo della finanza ci sarebbero più giardinetti. Di fronte ai soldi tutti iene diventiamo, al massimo se ci sono meno donne è per il fenomeno del "Soffitto di Vetro"
Comunque JP morgan ha un buco di 2 miliardi di dollari. Meno male che Obama doveva regolamentare Wall Street, e se fallisce pure questa di banca?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: lucaluca - Maggio 15, 2012, 12:48:01 pm
soffitto di vetro?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Princess_Beyoncé - Maggio 15, 2012, 01:52:10 pm
http://it.wikipedia.org/wiki/Glass_ceiling (http://it.wikipedia.org/wiki/Glass_ceiling)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: lucaluca - Maggio 15, 2012, 01:53:14 pm
azz beyonce ma devi sempre parlare ammericano tu!
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Teresa - Maggio 15, 2012, 05:51:17 pm
Questa è la risposta a chi dice che se le donne fossero a capo della finanza ci sarebbero più giardinetti. Di fronte ai soldi tutti iene diventiamo, al massimo se ci sono meno donne è per il fenomeno del "Soffitto di Vetro"

E poi è ovvio che in certi ambienti si viene accettati solo se il proprio pensiero è simile a quello della maggioranza dei componenti. Per imporre un altro modo di pensare si dovrebbe prima far tabula rasa della vecchia nomenklatura.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: lucaluca - Giugno 10, 2012, 11:12:32 pm
mi sono letto un po' di robe sulle banche spagnole:
hanno buttato soldi in modo allucinante, puntando molto su una crescita immobiliare che anche un bimbo avrebbe definito drogata, eppure se ne sono accorti solo post, eppure sti tecnici poi sanno tutto tuttissimo.
altrettanti ne hanno buttati per finanziare le loro megasquadre di calcio e altrettanti ne hanno buttati per le clientele politiche (banchette rette da consigli di amministrazioni pieni di saltimbanchi amici e parenti degli amici e parenti di politici).
Qualche mese fa hanno attinto a un sacco di soldoni prestati ad interesse minimissimo dalla BCE e HANNO CONTINUATO.
Ora di nuovo sull'orlo del fallimento in quattro e quattro otto gli danno 100 miliardi di euro senza problemi (ma si parla di 300 miliardi alla fine).
Ora ammettendo che i cittadini greci abbiano delle colpe, mi sembrano meno gravi di quelle dei banchieri spagnoli: ai greci si chiede il salto nel cerchio di fuoco e li abbiamo portati a livelli di sussistenza africani per dargli (forse) meno della metà (nel caso di soli 100 miliardi), ai banchieri spagnoli toh ecco soldi pronti mi raccomando però fate i bravini con questi.

azz devo fondare una banca
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: lucaluca - Luglio 04, 2012, 11:43:17 pm
http://www.repubblica.it/esteri/2012/07/04/foto/angola_la_citt_fantasma_made_in_china_-38520425/1/?ref=HRESS-21
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Princess_Beyoncé - Luglio 04, 2012, 11:59:38 pm
bè gli angolani potrebbero occuparle quelle case, tanto non hanno mercato!
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: lucaluca - Settembre 22, 2012, 12:04:30 pm
un uomo saggio (tranne per l'ammirazione, ma mi sa che è solo un espediente retorico):
http://www.repubblica.it/economia/2012/09/22/news/de_benedetti_l_industria_investa_senza_tecnologia_gi_sconfitta-43023128/
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: lucaluca - Novembre 21, 2012, 09:46:13 pm
non capisco una cosa, mi sembrano tutti d'accordo che sia una crisi di sovrapproduzione, e il nostro governo spende soldi per aumentare la produttività?
tipo se la fiat produce più macchine alla fine ha ancora più invendute che io sappia.
o forse ci sono meccanismi economici che mi sfuggono
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Novembre 21, 2012, 10:28:41 pm
mistero

sarà produttività al servizio di investitori che sanno cosa e dove vendere?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: lucaluca - Dicembre 10, 2012, 03:27:57 pm
uno degli economisti che mi da più fiducia
[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=wfrr5c7xhEM[/youtube]
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: lucaluca - Dicembre 11, 2012, 10:54:14 am
si ritorna ai vecchi tempi
http://www.huffingtonpost.it/2012/12/11/dati-ismu-sullimmigrazione_n_2274780.html?utm_hp_ref=italy
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Dicembre 13, 2012, 12:23:27 pm
Dipende da come si svegliano la mattina  ::)

http://www.huffingtonpost.it/2012/12/13/crisi-governo-moodys-rassicura_n_2290847.html?ref=topbar (http://www.huffingtonpost.it/2012/12/13/crisi-governo-moodys-rassicura_n_2290847.html?ref=topbar)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: lucaluca - Dicembre 19, 2012, 03:31:16 pm
http://www.repubblica.it/economia/finanza/2012/12/19/news/derivati_milano_condanna-49089401/?ref=HRER1-1


spero abbia un seguito
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Archibald - Dicembre 19, 2012, 05:23:52 pm
http://www.repubblica.it/economia/finanza/2012/12/19/news/derivati_milano_condanna-49089401/?ref=HRER1-1


spero abbia un seguito
Speriamo proprio. Bastardi.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Dicembre 19, 2012, 05:25:22 pm
Non c'ho capito gran che, ma arrivano soldi per nuove piste ciclabili nella mia città?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: lucaluca - Dicembre 19, 2012, 05:31:12 pm
come al solito hai visto il dito e non la luna allevi
(sai che casso me frega dei ciclisti di milano)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Dicembre 19, 2012, 05:40:21 pm
Ne ero consapevole, ma frega a me.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: lucaluca - Dicembre 19, 2012, 05:44:09 pm
beh allora ti faccio la profezia adatta
"sì faranno le nuove piste ciclabili, tu ci andrai all'inaugurazione  e un tir fuori controllo ti investirà sulla pista ciclabile"
Anathema sit!
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Dicembre 19, 2012, 05:46:43 pm
Comunque sono anche contrario all'uso dei derivati...

... nella birrificazione, solo materie prime sane e naturali.  :P
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: lucaluca - Dicembre 19, 2012, 05:49:42 pm
mi ero dimenticato nella profezia che il tir sarà carico di acido arancione
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Dicembre 21, 2012, 01:17:58 pm
Ma vi ricordate cosa diceva il nano malefico quando "salvarono" Alitalia nel 2008?
Azienda sana che non peserà più sulle spalle dei contribuenti  (quasi cit.)

 :patpat:

http://www.ilpost.it/2012/12/21/alitalia-perdite-livini-repubblica/ (http://www.ilpost.it/2012/12/21/alitalia-perdite-livini-repubblica/)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Gennaio 18, 2013, 11:46:05 am
Più lusso per tutti  :sisisi:

http://www.huffingtonpost.it/davide-traxler/daccordo-con-armani-il-pr_b_2485880.html?utm_hp_ref=italy (http://www.huffingtonpost.it/davide-traxler/daccordo-con-armani-il-pr_b_2485880.html?utm_hp_ref=italy)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Gennaio 23, 2013, 11:41:06 am
http://www.repubblica.it/economia/finanza/2013/01/22/news/mussari_si_dimette_dall_abi_l_ex_presidente_del_monte_dei_paschi_lascia-51082192/ (http://www.repubblica.it/economia/finanza/2013/01/22/news/mussari_si_dimette_dall_abi_l_ex_presidente_del_monte_dei_paschi_lascia-51082192/)

E dunque?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Gennaio 23, 2013, 11:59:29 am
E dunque non sono buone notizie  :flush:

http://www.corriere.it/economia/13_gennaio_23/rizzo-dimissioni-mussari_5cbd2a22-6523-11e2-a9ef-b9089581fbcf.shtml (http://www.corriere.it/economia/13_gennaio_23/rizzo-dimissioni-mussari_5cbd2a22-6523-11e2-a9ef-b9089581fbcf.shtml)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Gennaio 23, 2013, 06:57:07 pm
http://www.giornalettismo.com/archives/727185/leconomista-impostore-che-esalta-il-portogallo/ (http://www.giornalettismo.com/archives/727185/leconomista-impostore-che-esalta-il-portogallo/)

Citazione
“Era gentile, sembrava una persona preparata non ho mai pensato che potesse essere un impostore” ha rivelato Mario Nunes, dell’Academia do Bacalhau a El Pais.

Eh? Ma costui non dovrebbe occuparsi di piatti tipici?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Febbraio 06, 2013, 11:14:26 am
Lo SPREAD  :pippotto:

http://www.lavoce.info/monti-brunetta-berlusconi-spread-costo/#more-5990 (http://www.lavoce.info/monti-brunetta-berlusconi-spread-costo/#more-5990)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Febbraio 27, 2013, 02:58:26 pm
Spread a 340. Circa 70 punti, in 2 giorni.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Marzo 26, 2013, 11:19:15 am
Un astro nascente il nuovo presidente dell'eurogruppo che ieri a mercati aperti ha fatto dichiarazioni da arresto  :malaticcio:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/03/25/eurogruppo-prelievo-forzoso-a-cipro-e-nuovo-modello-per-salvataggi/541852/
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: lucaluca - Febbraio 13, 2014, 07:40:09 pm
Geniali!
http://www.huffingtonpost.it/2014/02/13/troika-parlamento-europeo_n_4780175.html?utm_hp_ref=italy
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Aprile 24, 2014, 04:14:07 pm
Citazione
Il New York Magazine lo ha chiamato un “economista rockstar” e Piketty ha riscosso un certo successo anche a Washington.

 :pippotto:

http://www.ilpost.it/2014/04/23/capital-in-the-twenty-first-century-thomas-piketty/
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Aprile 24, 2014, 04:19:19 pm
robe da Rinascimento
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Aprile 24, 2014, 09:15:34 pm
Non ci sono più i neo-liberisti di una volta.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Aprile 26, 2014, 01:34:16 pm
Magari capire anche quanto durano.

http://www.linkiesta.it/chi-finanzia-ristoranti
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Maggio 02, 2014, 10:05:58 am
trovato in un commento ad un articolo sui conbini nippi...

http://temi.repubblica.it/micromega-online/un-francese-a-new-york-da-lezioni-di-economia/
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Betty Moore - Maggio 02, 2014, 12:55:02 pm
interessante.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Giugno 17, 2014, 05:03:58 pm
http://www.repubblica.it/economia/2014/06/17/news/mercato_smartphone_apple_samsung-89203609/
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Giugno 20, 2014, 09:35:00 am
2,2 anni, lordi...

http://www.repubblica.it/economia/2014/06/19/news/deloitte_case_londra_budapest_italia-89407181/

Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Giugno 20, 2014, 09:37:18 am
Tra l'altro sentivo stamane a Radiopop, Locuste, notizie sulla bolla immobiliare Cinese...
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Giugno 20, 2014, 10:45:29 am
Sì, un appartamento in un palazzo settecentesco di Budapest lo comprerei volentieri.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Giugno 20, 2014, 10:55:56 am
O un intero hotel  ;D

(http://newswatch.nationalgeographic.com/files/2014/03/the-grand-budapest-hotel-uk-quad-poster.jpg)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Giugno 20, 2014, 11:02:53 am
A poterselo permettere  (:patpat: cioè nella prossima vita, forse) avrei comprato casa a Madrid, già qualche anno fa.
Era il momento, ma io non sono nè mai sarò tempista.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Giugno 20, 2014, 11:58:07 am
http://www.repubblica.it/economia/2014/06/19/news/poveri_londra_twitter_tesoro-89418820/
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Giugno 20, 2014, 03:31:20 pm
http://www.huffingtonpost.it/2014/06/19/sciopero-fiat-sergio-marchionne_n_5510525.html

Chi ha dimestichezza con le questioni di economia industriale può sintetizzare il perché lo sciopero ha frustrato lo sfruttamento di picchi di vendita di un bene di lusso come la Maserati, mezzo che si attende, una volta acquistato, per tempi lunghi?

Forse è cosa differente dalla Ferrari, che, leggevo, ha già ordini, e mi pare incassi, incamerati per anni a venire, con la conseguenza che le produzioni da effettuare saranno consegnate, probabilmente già pagate, fra, dico, magari, un anno...
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Luglio 04, 2014, 09:48:33 am
http://www.huffingtonpost.it/2014/07/04/nessuno-compra-i-gioielli-dello-stato_n_5557086.html?1404459024&utm_hp_ref=italy
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Luglio 04, 2014, 10:32:14 am
Per Poveglia una era la raccolta di fondi popolare e l'altra era uno schiaffo alla realtà per la sua irrisorietà rispetto ai prezzi veneziani - con tanto di proclami alla "lo faccio per il bene del Paese" -; la seconda avrebbe vinto comunque, se lo Stato non avesse bloccato il tutto solo perché vuole intascare di più.

Nessuno sente il bisogno dell'ennesimo albergone-resort in una delle poche zone che potrebbero essere veramente dei veneziani, se ben usata. Sicuramente attendono quello. Anzi già che ci sono, che invitino all'acquisto le compagnie croceristiche.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Luglio 09, 2014, 09:52:33 am
2000 euro al mese

eccheccazzo...

http://www.vocidimilano.it/articolo/lstp/43028/
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Luglio 10, 2014, 04:34:16 pm
è sempre bello vedere quando si "scopre" l'ovvio
http://www.repubblica.it/economia/2014/07/10/news/salute_depressione_crisi-91188338/
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Luglio 11, 2014, 10:34:25 am
 :malaticcio:

http://www.pagina99.it/news/economia/6335/Analfabeti-finanziari--i-giovani-italiani.html

Citazione
tutte le regioni del Sud stanno sotto la media italiana, e l’ultima, la Calabria, a 415 punti è appena sopra Medellin (Colombia)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Luglio 11, 2014, 10:43:36 am
Si ok ma cosa sia in effetti una fattura, in senso tecnico e con tutte le implicazioni contabili, lo si impara in una scuola specifica. Puoi e dovresti sapere a cosa serve, questo si.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Luglio 21, 2014, 08:59:26 am
Non seguo molto la parte riservata alle soluzioni ma la descrizione del problema la trovo interessante.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/07/20/neoliberismo-vs-welfare-se-continua-cosi-torneremo-a-farci-preti-o-militari/1059725/
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Luglio 21, 2014, 09:49:24 am
oratores, bellatores, laboratores.

Ovviamente ripartizione dovuta ad istituzione divina. Fosse mai.



Almeno che si torni al modello originale.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Settembre 19, 2014, 08:02:17 pm
Su Rai News un esperto del Politecnico milanese spiegava le componenti di questo progetto imprenditoriale, che provoca scambio tra imprese (particolare distintivo) oltre che tra privati, più altre caratteristiche (alcune non le ho seguite) che lo fanno più completo rispetto agli omologhi occidentali...
Però resto sempre perplesso di fronte alla impalpabilità, più che semplicità, di questi sistemi di comunicazione commerciale tra soggetti necessitati a comunicare (imprese) o desiderosi di farlo (privati)
Sarà un affare, sul lungo termine, tutta questa devoluzione, specialmente per le imprese?

http://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2014/09/19/alibaba-a-wall-street-ipo-da-record_e4abc73c-85e7-4e63-ac62-60317c056894.html
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Febbraio 05, 2015, 02:52:58 pm
Sinistra paura

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/02/05/grecia-ricatti-varoufakis-provoca-berlino-paesi-umiliati-rischio/1398843/
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Febbraio 09, 2015, 07:30:57 pm
Ridare nuova linfa all'espressione "passare per le armi"...

http://mobile.ilsole24ore.com/solemobile/main?fn=swipefeed&id=LETTI/AB5FAcrC
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Marzo 03, 2015, 01:25:48 pm
http://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2015/03/03/-ferrarimarchionnecontinuera-pagare-tasse-in-italia-_8dfe0932-65ef-4428-a1f8-2ab239e059e9.html
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Aprile 25, 2015, 12:38:12 am
Родина-Мать...

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/04/24/grecia-eurogruppo-contro-varoufakis-perditempo-dilettante/1620568/
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Aprile 30, 2015, 08:05:52 pm
http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/04/30/conti-pubblici-consulta-trova-falla-in-riforma-fornero-danno-da-5-miliardi/1640365/

Sembrano valutazioni corrette.
Per chi non ha, tuttavia, resta l'indifferenza...
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Giugno 14, 2015, 01:47:34 pm
Capitalisti coraggiosi...

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/06/13/ntv-i-treni-italo-in-crisi-fanno-marcia-indietro-meno-lusso-piu-tratte-low-cost/1774971/
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Giugno 26, 2015, 01:52:01 pm
"Alla bellezza dei margini"...

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/06/26/apple-watch-in-uscita-in-italia-prezzi-da-399-a-18mila-euro-versioni-e-dimensioni/1816734/
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Giugno 27, 2015, 08:55:03 pm
La Grecia pare cada...
Secondo voi fra qualche decennio si torna a massacrarsi old stailia?!
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Giugno 28, 2015, 11:39:44 pm
http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/06/28/crisi-grecia-la-doppia-faccia-di-pechino-e-mosca-che-tendono-la-mano-a-tsipras/1821126/
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Luglio 08, 2015, 10:33:26 am
Ah, l'economia... ?!

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/07/08/asia-crollano-le-borse-di-tokyo-e-shanghai-timori-per-grexit-e-bolla-cinese/1854455/#disqus_thread
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Luglio 08, 2015, 10:50:47 am
Oggi nell'ordine ho letto:

http://www.internazionale.it/opinione/gwynne-dyer/2015/07/07/crisi-grecia-miracoli

Citazione
La verità è che il 90 per cento dei prestiti che la Grecia ha ricevuto dalla zona euro è direttamente impiegato per rimborsare le banche europee.

http://www.giampaologalli.it/2015/06/i-nostri-soldi-hanno-salvato-la-grecia-non-le-banche-tedesche-ecco-perche/

Citazione
all’inizio della crisi le banche, specialmente quelle di Francia e Germania, erano fortemente esposte verso la Grecia. Nel corso della crisi e sino alla ristrutturazione (PSI, Private Sector Involvement, avvenuto nel febbraio 2012) le banche hanno avuto il tempo di vendere i titoli i portafoglio o di non rinnovare quelli in scadenza. Per cui la loro esposizione si è pressoché azzerata.

(http://www.dagospia.com/img/foto/06-2015/scena-del-film-il-sesto-senso-678515_tn.jpg)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Luglio 08, 2015, 11:02:12 am
Il crollo della Cina è una roba grossa...
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Luglio 08, 2015, 11:05:14 am
Molto.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Luglio 08, 2015, 11:06:33 am
Pochi minuti fa, bionda che fuma in un cortile "con quello che succede devo spostare quei 100.000€" altra "perché, li hai investiti nella Grecia?" "No, non sono scema... ma questo fondi sono in tante cose... devo stare attenta prima di diventare una ragazza povera".
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Luglio 08, 2015, 11:21:59 am
E tu 'ste considerazioni le senti dalla strada, io ci ho vissuto in mezzo anni (e nessuno se li era neppure guadagnati)...
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Luglio 08, 2015, 12:04:36 pm
Panico. Tutte le volte mi viene in mente Una poltrona per due  :sisisi: :asd:

http://www.ilpost.it/2015/07/08/bolla-finanziaria-cinese/

(http://www.anni80.info/img/movies/poltrona_borsa.jpg)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Agosto 24, 2015, 04:14:21 pm
http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/08/24/borse-la-sindrome-cinese-manda-picco-le-piazze-finanziarie-di-tutto-il-mondo/1978190/

C'è già chi parla delle grandi opportunità per la ridefinizione del mercato interno cinese.

Ottimismo!
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Agosto 31, 2015, 11:00:59 am
Tenero...

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/08/31/fiat-chrysler-marchionne-rilancia-su-fusione-con-gm-facciamo-pressione/1995893/
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Agosto 31, 2015, 07:57:03 pm
Kim Jong-un era Disney, in confronto...

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/08/31/cina-giornalista-arrestato-confessa-in-diretta-tv-crollo-delle-borse-colpa-mia/1996610/
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Settembre 17, 2015, 09:44:55 am
Se proprio non sapete decidere, chiedete lumi alla banca di Braavos  :sisisi: :owno:

http://www.ilpost.it/2015/09/17/fed-tassi-di-interesse/
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Ottobre 19, 2015, 08:11:07 pm
Sono ormai vecchi pure loro?

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/10/19/mcdonalds-indagine-tra-i-concessionari-usa-siamo-in-crisi-forse-chiudiamo/2141717/
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Ottobre 22, 2015, 12:29:09 pm
http://www.ansa.it/sito/notizie/tecnologia/internet_social/2015/10/22/youtube-lancia-red-servizio-a-pagamento_24305ce2-d59c-48c0-8349-855d74024b8b.html
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Dark Star - Ottobre 22, 2015, 12:47:17 pm
poiché è arrivato netflix, mi sa.


E tu 'ste considerazioni le senti dalla strada, io ci ho vissuto in mezzo anni (e nessuno se li era neppure guadagnati)...
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Dicembre 11, 2015, 11:51:59 am
Lo sapevamo ma è bene vederlo scritto...

http://www.internazionale.it/opinione/giovanni-de-mauro/2015/12/11/soldi-4
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Betty Moore - Dicembre 11, 2015, 06:14:35 pm
Lo sapevamo ma è bene vederlo scritto...

http://www.internazionale.it/opinione/giovanni-de-mauro/2015/12/11/soldi-4

 :benebene:

(ma ci vorrebbe una faccina che annuisce triste)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Dicembre 31, 2015, 11:01:33 am
In fondo, ti diranno, è per natura necessario che l'impresa guadagni. L'impresa.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/12/31/olio-doliva-extravergine-o-contraffatto-il-confronto-tra-costi-al-pubblico-e-profitti-per-il-produttore-onesto-o-truffatore/2340589/
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Gennaio 05, 2016, 12:14:42 am
http://www.ansa.it/sito/notizie/flash/2016/01/04/-borsa-tonfo-asia-con-cina-tensioni-medio-oriente-_28180844-2f47-4b86-8769-a62c59fc32ee.html
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Febbraio 22, 2016, 12:50:25 pm
http://www.ilpedante.org/post/lincubo-no-cash-e-il-teorema-di-pangloss/

Citazione
il denaro elettronico ha un costo peraltro sacrosanto in quanto è un servizio che implica competenze, lavoro e infrastrutture. Sicché non sappiamo che cosa passi nelle menti deteriorate di chi sogna transazioni gratuite per un mondo senza contanti. Chi mettiamo negli uffici AmEX e VISA? I boy scout? Gli elfi di Babbo Natale? I volontari della San Vincenzo?

 :sisisi:
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Febbraio 22, 2016, 12:59:37 pm
:sisisi:

la precarietà assoluta come condizione imposta.
Comunque il problema del risparmio già stanno studiando come eliminartelo sul nascere.

http://www.huffingtonpost.it/2016/02/22/lettera-datore-lavoro-licenziata_n_9288692.html?utm_hp_ref=italy
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Febbraio 22, 2016, 01:02:34 pm
 :desolazione:
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Febbraio 22, 2016, 01:26:54 pm
http://www.ilpedante.org/post/lincubo-no-cash-e-il-teorema-di-pangloss/

Citazione
il denaro elettronico ha un costo peraltro sacrosanto in quanto è un servizio che implica competenze, lavoro e infrastrutture. Sicché non sappiamo che cosa passi nelle menti deteriorate di chi sogna transazioni gratuite per un mondo senza contanti. Chi mettiamo negli uffici AmEX e VISA? I boy scout? Gli elfi di Babbo Natale? I volontari della San Vincenzo?

 :sisisi:

Ok, però... i materassi?! Manco quelli hanno salvato gente dai disastri...
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Febbraio 22, 2016, 01:28:12 pm
:sisisi:

la precarietà assoluta come condizione imposta.
Comunque il problema del risparmio già stanno studiando come eliminartelo sul nascere.

http://www.huffingtonpost.it/2016/02/22/lettera-datore-lavoro-licenziata_n_9288692.html?utm_hp_ref=italy

Sto già sperimentando il post precarietà-non autonomizzante...
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Febbraio 22, 2016, 01:34:17 pm
Infatti è una prospettiva sconfortante che ci hanno riversato in testa.
Io mi faccio pena da sola se penso a come, alla mia età, potevano progettare (o avevano già progettato) i miei; senza guardare tanto lontano. Al contrario io posso dirmi già fortunata se passo di precarietà in precarietà. Che si badi, non ho scelto da amante eterna della sfida e aspirante self-made woman o peggio donna in carriera rampante.
La cosa veramente triste a livello sociale è che non sono un caso isolato, limite (sfigato, quel che si vuole) ma una in una massa di tanti.

(Mixar, spero che la tua situazione cambi presto)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Febbraio 22, 2016, 01:55:00 pm
Ero arrivato a sperare nella precarietà ciclica... ;D
(Thanks! Anche se la ragione mi dice che è una situazione difficile da rovesciare)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Febbraio 28, 2016, 12:19:22 pm
http://www.repubblica.it/economia/2014/02/14/news/john_elkann_giovani_non_trovano_lavoro_perche_stamnno_bene_a_casa-78592759/?refresh_ce


è pronto per fare il ministro tecnico


(soprattutto grazie alla toppa che è peggio del buco già fatto: http://www.repubblica.it/economia/2014/02/17/news/elkann_sono_rammaricato_volevo_incoraggiare_i_giovani-78863900/?ref=NRCT--2 )
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Chopper - Marzo 01, 2016, 03:52:21 pm
http://ilpedante.org/post/reddito-di-sudditanza/ (http://ilpedante.org/post/reddito-di-sudditanza/)

sono piuttosto convinto di quello che scrive, ma le mie conoscenze (e attitudini) economiche sono come l'inglese di renzi
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Marzo 02, 2016, 11:13:12 am
http://www.repubblica.it/economia/2016/03/02/news/un_posto_solo_per_4_800_candidati_e_il_popolo_dei_concorsi_si_mette_in_fila-134601670/?ref=HRER2-1


Apice dell'avvilente, credo sappiamo tutti che quel posto era già stato assegnato ben prima di avviare la procedura concorsuale, la cui unica utilità è stata fare cassa sulla precarietà altrui.
Anche l'illusione che "tanto le graduatorie scorrono" a me sembra sfumata rispetto a qualche anno fa.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Marzo 16, 2016, 11:52:25 am
http://www.repubblica.it/economia/finanza/2016/03/16/news/borse_londra_e_milano_si_fondono_con_francoforte-135589864/

prove tecniche (e non solo) per tenere Londra "in"? ???
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Chopper - Marzo 16, 2016, 05:26:49 pm
madò quanto ci capisco poco, di economia...
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Aprile 29, 2016, 09:53:14 am
http://www.radiopopolare.it/2016/04/whistleblower-anticapitalisti-alla-sbarra/
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Fla - Aprile 29, 2016, 10:06:31 am
http://www.repubblica.it/economia/finanza/2016/03/16/news/borse_londra_e_milano_si_fondono_con_francoforte-135589864/

prove tecniche (e non solo) per tenere Londra "in"? ???
No, invece secondo me un modo dei grandi capitali di aprire il "paracadute" se Londra davvero esce dall'UE
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Aprile 29, 2016, 10:07:55 am
http://www.radiopopolare.it/2016/04/whistleblower-anticapitalisti-alla-sbarra/

Altro che Pulitzer  :spiaggiato:

Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Fla - Aprile 29, 2016, 10:08:08 am
http://www.radiopopolare.it/2016/04/whistleblower-anticapitalisti-alla-sbarra/

 :o

WTF?

Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Aprile 29, 2016, 10:30:34 am
Eh sì.
Non solo a Radio Pop, ne parlavano anche a Radio3.
Così vanno le cose così devono andare.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Aprile 29, 2016, 10:37:52 am
Risorse ILLIMITATE  :desolazione:

http://www.internazionale.it/opinione/gian-paolo-accardo/2016/04/26/lussemburgo-processo-luxleaks
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Betty Moore - Aprile 29, 2016, 11:11:23 am
triste.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Aprile 29, 2016, 11:22:12 am
Certo è blasfemia.
Il capitalismo più spinto è l'unica religione da accogliere acriticamente. E va praticato secondo l'aurea regola delle 3 scimmiette.

Pensare e dire il contrario per ora merita solo la condanna. A quando la morte?
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Fla - Aprile 29, 2016, 11:47:09 am
Sì, ma:

Citazione
ha scritto di “fare fatica ad accettare che i comuni mortali non possano evitare di pagare le tasse come invece è il caso delle grandi multinazionali”.

Proprio un volantino delle BR guarda!  ::)

Mi pare che nel sistema attuale stiano andando a ramengo proprio i parametri.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Aprile 29, 2016, 11:47:23 am
Certo è blasfemia.
Il capitalismo più spinto è l'unica religione da accogliere acriticamente. E va praticato secondo l'aurea regola delle 3 scimmiette.

Pensare e dire il contrario per ora merita solo la condanna. A quando la morte?
Senza lavoro e sostegno sociale arriva anche quella, in maniera morbida, come da modus operandi tipico. Una struttura sociale conformata per espellere rapidamente e tenere fuori senza sforzo il dissenso, che si consumerà nell'impotenza e nell'indigenza.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Aprile 29, 2016, 11:56:21 am
In quel senso Mixar hai perfettamente ragione, è già subdolamente prevista.

Tutto ciò è inqualificabile. Persino a livelo di mera teoria economica, non di vita e realtà dove neanche a parlarle.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Aprile 29, 2016, 12:53:11 pm
Non avendo una formazione in ambito economico stavo valutando con le pinze alcune considerazioni circa il cambiamento di stato del capitale, che esce dalle logiche di produzione/mercato e può permettersi una società impoverita perché non più essenziale per la sua sopravvivenza.
In senso invece contrario (quasi una speranza):
http://www.stradeonline.it/istituzioni-ed-economia/1982-un-mercato-senza-consumatori-una-sfida-per-il-capitalismo

Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Aprile 29, 2016, 07:50:06 pm
Eh...
http://gilioli.blogautore.espresso.repubblica.it/2016/04/28/che-cose-semplicemente-il-neoliberismo/?ref=fbpr
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Chopper - Aprile 30, 2016, 09:07:58 am
Eh...
http://gilioli.blogautore.espresso.repubblica.it/2016/04/28/che-cose-semplicemente-il-neoliberismo/?ref=fbpr

bello, condiviso anche su FB
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Aprile 30, 2016, 10:42:20 am
:benebene:
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Aprile 30, 2016, 10:46:51 am
Interessante. Soprattutto perché una volta tanto chiaro e accessibile al pubblico a cui si rivolge senza rasentare l'eccesso di semplificazione.


Tutte 'ste belle storie, peraltro, sarebbero evidenti senza ricorrere a chissà cosa se i nostri BraviBuoniEBelli economisti (che sono in genere la quota più insulsa del genere umano, nonché continua prova vivente della "teoria della stupidità" cipolliana, che almeno quella per passatempo potrebbero leggersela e farsi due domande) si ricordassero che esiste quella roba negletta di cui devono aver dato un esame solo perché obbligati e che poi dimenticano per il resto della loro vita: la storia economica. Ovviamente anche in quel casodedicandosi a qualche insulsa analisi cliometrica relativa al secondo Novecento e passandola per chissà cosa.
La cenerentola senza principe di ogni ambito di ricerca, sia umanistico che delle scienze sociali :spiaggiato:  :'(
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Aprile 30, 2016, 11:57:33 am
Ovviamente ho degli amici su fb che già da giorni sfottono pesantemente quell'articolo e ribadiscono che considerano Gilioli la forma più bassa di vita sulla terra.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Aprile 30, 2016, 12:26:29 pm
Alti Passeri
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Aprile 30, 2016, 02:13:55 pm
Sondaggista DOXA: "Lei sa dirmi se avendo 100 con interessi al 2% fra un anno avrà più o meno di 102?".
No, dovrei calcolare tutti i fattori in gioco per capire se il mio conto sarà più o meno di questa cifra e se con l'inflazione avrò potere d'acquisto maggiore o minore.
"Bene, mettiamo  <<non so cosa rispondere>>".
Poi, per farti sentire stupido e farti abbassare la cresta chiedono "se ha 100 con interessi all'1% e inflazione al 2% sa calcolarmi da qui a 5 anni?!"
NO.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Maggio 20, 2016, 11:55:56 am
http://www.repubblica.it/economia/2016/05/20/news/rapporto_istat-140167345/

Senza troppi giri di parole, una società sempre più classista, dove conta solo il cognome e che ora lo è più di prima in modo sfacciato, ma soprattutto convinta di essere nel solo e unico giusto possibile.

La cosa tragicomica è che gli ultimi governi stanno anche mortificando le possibilità di lavoro per gli ultra 30enni (perché si sa che appena arrivano le 30 candeline sei scaduto se non hai già un posto a tempo indeterminato, famiglia, figli, casa di proprietà, insomma tutto il pacchetto che andava bene fino ormai a qualche decennio fa) senza riuscire ad aumentare in concreto occupazione seria e stabile neanche per quelli sotto.
Quindi se gli ultra30 sono buttati come scarti, gli under sono destinati a trascinarsi fino alla soglia della stessa età e fare la stessa fine.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Maggio 20, 2016, 12:01:29 pm
Citazione
Aumentano le disuguaglianze: il futuro determinato dalla posizione dei genitori.

 :desolazione:
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Maggio 20, 2016, 12:36:05 pm
Già, purple.
Ieri ne ho avuta una pessima, per altro gratuita, conferma sul campo.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Maggio 20, 2016, 12:51:16 pm
Citazione
Rimangono alcune chance, per i più volenterosi: nel 2015 così come nel 1991 continua ad avere alte possibilità di occupazione chi si laurea in ingegneria, materie scientifiche o del gruppo chimico-farmaceutico; il voto finale alto è quasi sempre un fattore di vantaggio, e lo è anche la partecipazione a programmi di mobilità studentesca all'estero, come l'Erasmus.
Il voto è l'unico fattore di merito, e indice dell'essere volenterosi, tra i tre.
La scelta della facoltà non è in sé né un indice dell'essere volenterosi né un merito.
Non lo è in alcun caso l'esperienza all'estero "come l'Erasmus".

Proprio distorti fino all'ultimo.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Betty Moore - Maggio 20, 2016, 02:37:53 pm
Non lo è in alcun caso l'esperienza all'estero "come l'Erasmus".

ma infatti, dai, lo sanno tutti che l'erasmus è il paradiso dei festaioli!
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Maggio 27, 2016, 11:14:16 am
http://www.repubblica.it/economia/finanza/2016/05/26/news/foxconn_sostituisce_60mila_diopendenti_con_i_robot-140677080/?ref=fbpr
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Giugno 08, 2016, 07:59:37 pm
Eh.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/06/07/ideologia-neoliberista-come-liberarsene/2804872/
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Giugno 08, 2016, 10:13:16 pm
Più che neoliberismo e basta dovrebbero dargli il nome e cognome intanto di specifiche scuole di pensiero accademiche e in seconda battuta dei loro docenti e di quanti danni allievi ormai da decenni occupino tutti i posti di potere. Sarebbe più onesto che il concetto impersonale.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Luglio 05, 2016, 10:19:47 am
http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/07/04/volkswagen-mueller-nessuna-compensazione-per-i-clienti-vw-in-europa/2880900/
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Luglio 06, 2016, 12:03:49 pm
Io veramente non capisco in che misura lo scontrino fisico serva nella lotta all'evasione.

Io li odio gli scontrini, e ne sono ossessionato: a me sembra che tutta questa maledetta carata termica (e quindi non riciclabile) debba necessariamente danneggiare il pianeta.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Luglio 06, 2016, 12:26:15 pm
Lo dicono da anni che devono renderlo elettronico/telematico  ::)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Luglio 12, 2016, 09:20:28 pm
http://www.repubblica.it/tecnologia/prodotti/2016/07/11/news/smartphone_android_da_4_dollari_farsa-143855342/?ref=fbpr
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Luglio 27, 2016, 09:49:42 am
http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/07/26/aziende-di-famiglia-tassare-o-non-tassare-la-successione/2933849/

Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Misia - Luglio 28, 2016, 10:19:45 am
http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/07/26/aziende-di-famiglia-tassare-o-non-tassare-la-successione/2933849/

Successione Agnelli per l'appunto. E buon giovedì  :desolazione:

https://www.left.it/2016/07/28/gli-agnelli-che-scappano-nella-penombra/?utm_content=buffer1e8c8&utm_medium=social&utm_source=twitter.com&utm_campaign=buffer
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Settembre 12, 2016, 09:14:58 pm
http://www.repubblica.it/economia/2016/09/12/news/esselunga_-147635745/?ref=fbpr

Però.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Settembre 15, 2016, 11:11:33 pm
Nessuno che dice niente sulla bayer che compra la monsanto...
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Settembre 15, 2016, 11:17:23 pm
L'informazione senza possibilità di azione è frustrante.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Chopper - Settembre 16, 2016, 10:37:27 am
più prosaicamente, passa inosservato il fallimento hanjin
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Settembre 17, 2016, 10:45:08 pm
http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/16_maggio_12/expo-costata-22-miliardi-rendiconto-esercizio-patrimonio-netto-conti-34cd4fd6-183c-11e6-a192-aa62c89d5ec1.shtml

Qualcuno me lo sa spiegare?

Lasciate perdere, non credo sia possibile.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Settembre 17, 2016, 11:55:35 pm
Zorro? Non è del ramo?!
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Settembre 18, 2016, 12:03:00 am
Ah, quindi provo di là.
Ma non ho proprio capito se quindi è in perdita o no.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Chopper - Settembre 18, 2016, 09:49:46 am
chi è zorro?E non mi rispondte don Diego de la Vega
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Settembre 18, 2016, 11:23:46 am
Il Capitano.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Settembre 18, 2016, 11:24:33 am
(Uno del forum da cui proveniamo io e arch., di fatto noi tre siamo gli unici che ancora lo frequentiamo)
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Settembre 20, 2016, 11:54:53 am
http://www.internazionale.it/reportage/christian-raimo/2016/06/08/carrefour-aperti-notte-supermercati
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Settembre 20, 2016, 11:59:09 am
Quando vado al birrificio La Ribalta di solito poi al ritorno (tra le 23 e le 2) mi fermo al carrefour di via Farini e compro schifezze.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Settembre 20, 2016, 12:08:08 pm
E no, non sono di quelli contrari per principio alle aperture domenicali e notturne: è vero che solitamente e nei fatti questa pratica si trasforma in straordinari obbligati e riduzione dei diritti dei lavoratori, ma in teoria potrebbe essere un'ottima occasione per rispolverare il vecchio "lavorare MENO lavorare tutti".

Credo nel diritto inalienabile al riposo, non all'obbligatorietà che questo riposo sia notturno e domenicale.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Chopper - Settembre 20, 2016, 12:52:21 pm
l'argomento è tornato alla ribalta col povero Gianni morandi che ha postato la sua spesa omenicale, ed è stato infamato da mezzo "popolo di facebook". Io non so come la penso sulla questione, sono combattuto.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Settembre 20, 2016, 12:53:38 pm
A me l'idea piace molto. Anzi, da un punto di vista narrativo è affascinante. Forse perché non la vivo, né da dentro né da fruitore.
Però non lavori meno, se bene hai letto una di queste entità intermediarie disponeva, a seguito di alcune problematiche, di "non lavorare più di 200 ore al mese".
A me pare lavorare di più...
La teoria che muore nella pratica è meno di una sega triste.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Settembre 20, 2016, 01:11:13 pm
Certo, lo vedo che nella pratica è sempre un lavorare di più, però non è che debba esserlo per forza, per una legge fisica. La lotta per i diritti secondo me non passa attraverso la conservazione di orari "tradizionali"; anche perché è evidente che come battaglia è perdente.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Settembre 20, 2016, 01:37:14 pm
Vedo la battaglia perdente ma non più il campo di battaglia.
Non c'è l'opzione di contenimento come non c'è la possibilità di acquisizione e riacquisizione.
Addirittura comincio a credere non esistano neppure più i contendenti. Come una pacificazione imposta dalla prevalenza di un metodo accettato dalla maggioranza della compagine sociale, diciamo l'equivalente di uno stato che ha acquisito e reso parte di sé "l'assetto democratico".
Al limite ipotizzo una forma di "guerriglia dei diritti", destinata a fallire e a provocare reazioni addirittura contrarie.
Forse il novecento, con le sue enormi convulsioni, aveva illuso.

Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Settembre 20, 2016, 01:41:29 pm
Per quello che ho capito del tuo intervento, concordo.

Ma - per limitarsi allo specifico - secondo me NON è boicottando le aperture domenicali e notturne della grande distribuzione che si combatte per i diritti dei lavoratori, come invece alcuni sostengono.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Settembre 20, 2016, 01:57:53 pm
Certo che no. Oltretutto è completamente sbagliato il destinatario della campagna, "il consumatore". Che consuma secondo il proprio interesse.
L'articolo non sosteneva questa tesi, in ogni caso. Mi era sembrato uno scritto interessante, in grado di fornire una inquadratura abbastanza ampia.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Settembre 20, 2016, 02:02:36 pm
OT.
Curioso quel che leggevo qualche giorno fa sulla politica di intensa robotizzazione della produzione (e non solo) avviata, e sostenuta centralmente, in Cina.
Sembra che il dogma del costo del lavoro abbia fatto il suo tempo e ora si possa giocare a carte scoperte.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Chopper - Settembre 20, 2016, 02:16:36 pm
il discorso sulla produttività cinese è molto ampio. sappiate che lo stato cinese dà incentivi economici (proprio soldi) alle aziende produttive perché continuino a produrre. Il risultato? Nel mio settore, il prodotto FINITO cinese ha un prezzo pari all'80% del COSTO DI PRODUZIONE del prodotto italiano. C'è tutta una discussione in corso sui dazi, perché così è un problema mica da ridere.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Settembre 20, 2016, 02:48:40 pm
Guerra con altri mezzi...
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Chopper - Settembre 20, 2016, 03:00:07 pm
chi produce in italia punta su qualità (garantiscono scarto zero su lotti di 3 000 000 di pezzi), tempi di produzione, servizio "assistenza". Sul prezzo è persa in partenza.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Settembre 20, 2016, 10:17:27 pm
Vedere la Fornero che pontifica rende il suo classismo esasperato e ottuso ancora più squallido.
Ha uno snobismo decadente da risultare insultante anche se parlasse solo facendo seguire ininterrottamente congiunzioni e nulla avesse senso.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Betty Moore - Settembre 20, 2016, 10:19:47 pm
E no, non sono di quelli contrari per principio alle aperture domenicali e notturne: è vero che solitamente e nei fatti questa pratica si trasforma in straordinari obbligati e riduzione dei diritti dei lavoratori, ma in teoria potrebbe essere un'ottima occasione per rispolverare il vecchio "lavorare MENO lavorare tutti".

Credo nel diritto inalienabile al riposo, non all'obbligatorietà che questo riposo sia notturno e domenicale.

sono d'accordo con allevi.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: purple - Settembre 20, 2016, 10:32:56 pm
Il problema è che spesso in realtà ciò si trasforma in lavoratori precari (contratti a termine quasi di norma, o a chiamata) che vengono assunti solo per farli lavorare il fine settimana e/o negli orari "fuori norma", a fronte dei pochi miracolati a tempo indeterminato ai quali per non pagare lo straordinario non si fanno fare quei turni (se non estremamente di rado). Ovviamente, la legge più recente lo consente, agli assunti "appositi" non spettano incentivi di alcun tipo per il lavoro festivo o con orari particolari.

Se è vero che è comunque lavoro per chi non ne avrebbe, dall'altro lato è lavoro di qualità infima sia a livello di stipendio che di garanzie.


La questione etica (non ne parliamo per chi la declina in senso religioso) sinceramente non la capisco. Se fosse lavoro ben considerato e organizzato non vedo il problema di una suddivisione dei carichi periodici di qualche fine settimana o festività o orario notturno (certo diverso è per il precario che invece sa che gli orari scomodi sono tutti, sempre, suoi).
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Settembre 20, 2016, 11:05:26 pm
Mi pare che nel settore GDO i festivi se li facciano regolarmente anche gli indeterminati autentici.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Settembre 20, 2016, 11:11:24 pm
E comunque non è paragonabile, il lavoro in uno studio professionale o al servizio di una attività intellettuale, per seguire il quale sei attivo anche il sabato e la domenica, al turno organizzato. Spesso non si ragiona a sufficienza su questa differenza, non avendone esperienza.
Perciò sarà antistorico il punto di vista, è di certo fuori fuoco il tipo di opposizione ma il problema orari e giorni è molto molto molto concreto, per chi lo vive.
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Chopper - Settembre 21, 2016, 08:40:35 am
Il problema è che spesso in realtà ciò si trasforma in lavoratori precari (contratti a termine quasi di norma, o a chiamata) che vengono assunti solo per farli lavorare il fine settimana e/o negli orari "fuori norma", a fronte dei pochi miracolati a tempo indeterminato ai quali per non pagare lo straordinario non si fanno fare quei turni (se non estremamente di rado). Ovviamente, la legge più recente lo consente, agli assunti "appositi" non spettano incentivi di alcun tipo per il lavoro festivo o con orari particolari.

Se è vero che è comunque lavoro per chi non ne avrebbe, dall'altro lato è lavoro di qualità infima sia a livello di stipendio che di garanzie.


La questione etica (non ne parliamo per chi la declina in senso religioso) sinceramente non la capisco. Se fosse lavoro ben considerato e organizzato non vedo il problema di una suddivisione dei carichi periodici di qualche fine settimana o festività o orario notturno (certo diverso è per il precario che invece sa che gli orari scomodi sono tutti, sempre, suoi).

sono andato a farmi i capelli al centro commerciale, c'era un cartellone che diceva "cercasi personale SOLO per il sabato e la domenica".
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Novembre 16, 2016, 08:13:03 pm
Anomalie.

http://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2016/11/16/bollette-effetti-stop-nucleare-francia_55c21335-a32a-4919-b849-3ceeda9929f5.html
Titolo: Re: ah, l'economia
Inserito da: Chopper - Novembre 17, 2016, 08:46:01 am
vediamo che risalto verrà dato alla questione...
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Giugno 30, 2017, 09:52:09 pm
Successo, modalità del successo, esiti del successo, convenienza percepita e fruitori primi della convenienza, etc., etc.

https://www.internazionale.it/notizie/robinson-meyer/2017/06/29/monopolio-amazon.

 
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: purple - Luglio 13, 2017, 11:43:53 am
http://www.repubblica.it/cronaca/2017/07/12/news/basta_vivere_di_speranze_smetto_con_la_ricerca_per_vendere_ricambi_d_auto-170579634/?ref=RHRS-BH-I0-C6-P19-S1.6-T1

Calcolando che ho il 99% di fare la stessa fine fra pochi mesi, non è neanche la storia in sè ad amareggiarmi, ma i commenti meschini da "gli sta bene, gnegnegne, non lo sa che solo i ricchi possono permettersi di fare cose inutili". In tal senso molti "amici di calcetto" in qualsiasi settore e i piccoli baroncini in erba del settore hard science sono sempre i migliori (questi ultimi, poi, col pregio che godono ancora di più nel perculare i loro colleghi di scienze dure più sfigatelle con la virulenza del bulletto fallito).
O il sempreverde che mi è stato ripetuto a più di un colloquio: "ma lei non aveva proprio altro di meglio da fare?"

"No, pirla" purtroppo non gli si può rispondere.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Misia - Luglio 13, 2017, 12:00:07 pm
Lo leggevo ieri, deprimente è un eufemismo  :-\
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Luglio 13, 2017, 12:12:04 pm
Mi rendo conto che veramente sono cresciuto in un mondo all'incontrario.


Se proprio vogliamo era un mondo stronzo anche quello, perché magari giudicava una merda chiunque non fosse un ricercatore puro (per dire, mio padre si salvava in corner perché fisico TEORICO, ma comunque tutti quelli che si dedicavano alle hard science erano visti come un po' volgari, al confine con gli infimi tecnici).
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Chopper - Luglio 14, 2017, 12:22:38 pm
incommentabile. Mi dispiace davvero, mio fratello pur rimanendo nel suo campo (quello della chimica farmaceutica) ha dovuto rinunciare dopo dottorato e quattro assegni annuali.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Misia - Luglio 19, 2017, 12:35:07 pm
Scenari fantasiosi dalla rubrica The World if

http://worldif.economist.com/


Citazione
se i confini politici del mondo venissero del tutto aboliti


http://www.ilpost.it/2017/07/17/immigrazione-economist/
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Settembre 18, 2017, 01:54:58 pm
Ambiente, sanità, strategie industriali e interventi sul mercato... ma in quali proporzioni?
La lotta al diesel di cosa si compone?


http://www.ansa.it/canale_ambiente/notizie/inquinamento/2017/09/18/dieselgate-da-eccesso-emissioni-1.250-mortianno-in-italia_631469e7-2f41-43b4-bc6d-8c26e8ba66d7.html
 
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Settembre 24, 2017, 12:58:21 am
Dopo anni passati a spalmare merda in faccia, tra articoli e commenti, a chi provava a ridimensionare le magnifiche sorti e progressive, ecco qui la medesima saccenza scendere a spiegare, adesso, cosa non funziona...

http://www.econopoly.ilsole24ore.com/2017/09/23/ryanair-uber-reputazione-tallone-achille/
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Settembre 24, 2017, 01:02:20 am
Gli economisti e i divulgatori di economia rischiano di presentarsi come i frenologi della contemporaneità.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Chopper - Settembre 24, 2017, 08:33:43 am
Dopo anni passati a spalmare merda in faccia, tra articoli e commenti, a chi provava a ridimensionare le magnifiche sorti e progressive, ecco qui la medesima saccenza scendere a spiegare, adesso, cosa non funziona...

http://www.econopoly.ilsole24ore.com/2017/09/23/ryanair-uber-reputazione-tallone-achille/

L'articolo è approssimativo. uber e ryanair sono profondamente diverse come compagnie, e anche come impostazione di impresa. Il difetto di uber è quello della sicurezza e del fortissimo rischio sfruttamento autisti (preso uber a Los Angeles una corsa di 7 km pagata tre dollari).quello di ryanair è il servizio scarso, tipo i sedili scomodi e che si sta appiccicati come sardine.

Uber si propone come una realtà che fa della connettività (pagamento da smartphone, arrivo del taxi gestito da app) la sua forza e la sua" visione" aziendale. Ryanair è molto più vecchia, fino a poco tempo fa aveva un sito che faceva vomitare, fanno promozioni tipo gita parrocchiale e ha una vecchissima logica di "paghi poco, godi poco". Mischiare queste due cose è davvero metter a confronto mele e pere, non c'entrano una mazza.

Dei taxi io ho smesso di parlare perché ho rischiato di compromettere un'amicizia storica con un mio amico tassista, ma hanno il monopolio e fanno quotidianamente il cazzo che gli pare, pretendendo la libertà del lavoro autonomo abbinata alla sicurezza del dipendente.

Del mondo delle compagnie aeree conosco molto poco, ma da quando c'è ryanair GUARDA CASO hanno abbassato i prezzi anche air france, lufthansa, brotish etc.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Settembre 24, 2017, 12:18:02 pm
No, ma ciò che mi premeva non è la questione delle singole aziende e delle loro caratteristiche, quanto l'estrema tracotanza e l'estrema ipocrisia dell'informazione economica, della divulgazione economica e di parte (consistente) dell'accademia economica, fino al sospetto che quella da loro manipolata si stia trasformando in una crassa idiozia culturale (da lì l'accostamento alla frenologia e ai suoi successi), perdendo i contatti con le regioni, e le ragioni, della scientificità.



Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: purple - Settembre 24, 2017, 02:15:06 pm
Più che altro chi ha scritto quell'articolo mi chiedo se abbia realizzato che il concetto di fides (o facciamolo contento 'trust', 'fiducia') è elemento chiave del dibattito economico da tipo 800 anni?
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Settembre 24, 2017, 04:25:13 pm
Appunto...
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: purple - Ottobre 06, 2017, 05:24:59 pm
http://www.repubblica.it/economia/2017/10/06/news/manovra_lo_sconto_per_i_neoassunti_si_ferma_a_29_anni-177536997/?ref=RHRS-BH-I0-C6-P2-S1.6-T1

cvd

Non c'erano dubbi, tutto si conferma. Sono talmente prevedibili che non ha senso nemmeno scommettere, le puntante avrebbero irrisorio guadagno.

1) nello stesso istante in cui scattano le 30 candeline, se sei in Italia: a) o sei stato tanto bravo da avere già un contratto a tempo indeterminato da oltre 3 anni (o in alternativa esserti trovato coniuge ricco e ricattabile - sia mai voglia/possa divorziare); b) o puoi buttarti a mare;

2) che - mi raccomando - gli sgravi siano sempre triennali, in modo che l'azienda ne benefici al massimo lei sola e possa, al giorno "3 anni meno uno" licenziarti con poco in forza del jobs act. Se sei bravo nel frattempo avrai anche raggiunto il punto 1, quindi puoi tranquillamente buttarti a mare.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Ottobre 06, 2017, 09:04:45 pm
Punto 1, lettera a) bis: hai chi ti introduce.

Lo sto osservando da vicino.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Misia - Ottobre 09, 2017, 09:51:38 am
Quelli del calcetto del ministro Poletti, tipo.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: purple - Ottobre 09, 2017, 10:24:07 am
ovvio
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: purple - Ottobre 26, 2017, 12:05:02 pm
Non mi pare abbiamo un thread sulle banche, metto qua.

http://www.huffingtonpost.it/2017/10/24/vendesi-opere-darte-mps-torna-in-borsa-dopo-10-mesi-e-cede-la-sua-collezione-da-121-milioni-per-fare-cassa_a_23254259/

Non mi stupisce che usino le opere d'arte, né che ne ipotizzino la cessione. (giusto per dare l'idea, beni demaniali come i documenti conservati negli archivi di stato sono valutati standard - tutto uguale - al metro lineare e lo Stato li usa per il pareggio di bilancio; la pensata e del mai dimenticato 3Monti)
Il mio timore è di come la attueranno; perché direi che dentro quell'insieme di maneggi è: a) scontata; b) inevitabile.
Da una parte il codice dei bb.cc. e tutta la legislazione in materia con il controllo previsto dalla soprintendenza dovrebbe rassicurare (anche se temo smembreranno tutto) sul fatto che almeno non esca a caso dai confini, ma dall'altro tutta quella serie di normine e normarelle inserite per lo più BIIIIIPPP dentro i vari emendamenti alla "qualsiasi" mi fa temere che esistano mezzucci per fare come gli pare. Quest'estate così ne hanno approvato uno che di fatto distrugge la possibilità di frenare indiscriminate vendite nel settore del libro antiquario, temo che alla bisogna spunti magicamente qualche interpretazione da usare anche in questo caso.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: purple - Ottobre 26, 2017, 06:15:06 pm
https://www.roars.it/online/il-mito-dellequilibrio-economico/

interessante. Sento già richieggiare in testa almeno 10-15 punti e teorie che i neoliberal contesterebbero, ma mi fa molto ridere che uno che sa padroneggiare i numeri e le teorie meglio di loro  - e senza nemmeno essere un collega - li riporti alla realtà con, alla fine, cosi' poco sforzo.

Dopo ci sarebbero tante cose da dire, ma io ormai con gli economisti puri di tale parte mi limito solo a pesanti insulti che vi risparmio. Tanto non capiscono niente, sono ottusi peggio degli estremisti religiosi. E hanno la stessa impostazione mentale.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: purple - Dicembre 04, 2017, 10:14:09 am
http://www.repubblica.it/cronaca/2017/12/02/news/lavoro_azienda_padovana_cerca_dipendenti_ma_non_li_trova_mancano_le_competenze_-182803912/?ref=RHRS-BH-I0-C6-P21-S1.6-T1

questo tipo di notizie è puro inquinamento mentale, tossicità.

La suddetta ditta non trova perché non vuole. Fonte? Familiare che con pluridecennale esperienza nello stesso comparto non aveva il profilo perché non volevano spendere 3-4gg a fargli far pratica, devi essere produttivo al 100% dal secondo 1.
Ah e si dimentica che i posti sono per contratti a breve scadenza.


Per la precisione: la mentalità da "fabbrichetta" alla faccia dell'innovazione è tutta qua
Citazione
Forse i giovani di oggi vogliono fare tutti il medico o l'avvocato, ma non credo che riusciranno a trovare pane per i loro denti nell'Italia in cui viviamo".
Il malcelato disprezzo per qualsiasi forma d'istruzione non finalizzata a "fare i schei" nell'immediato.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Misia - Dicembre 05, 2017, 11:12:41 am
Disonesti.
http://www.valigiablu.it/carraro-lavoro-giovani/
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Chopper - Dicembre 05, 2017, 11:51:09 am
qualche esperto di economia mi spiega come mai l e banche non possano fallire? Cioè, se piace così tanto il libero mercato, perché non le considerano come delle imprese - che quindi possono anche andare male - e come mai non ci sono sistemi di tutela dei risparmiatori a livello legale? Oppure ci sono e io non ci ho capito una mazza?
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: purple - Dicembre 06, 2017, 12:05:02 pm
Sistemi di rete e investimenti incrociati.
Livelli di forza. O meglio subalternità.


Peccato che non ci siano più le belle e coerografiche pene infamanti medievali, previste per il caso.


Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Lilly Hicks - Dicembre 06, 2017, 05:52:27 pm
http://www.repubblica.it/cronaca/2017/12/02/news/lavoro_azienda_padovana_cerca_dipendenti_ma_non_li_trova_mancano_le_competenze_-182803912/?ref=RHRS-BH-I0-C6-P21-S1.6-T1

questo tipo di notizie è puro inquinamento mentale, tossicità.

La suddetta ditta non trova perché non vuole. Fonte? Familiare che con pluridecennale esperienza nello stesso comparto non aveva il profilo perché non volevano spendere 3-4gg a fargli far pratica, devi essere produttivo al 100% dal secondo 1.
Ah e si dimentica che i posti sono per contratti a breve scadenza.


Per la precisione: la mentalità da "fabbrichetta" alla faccia dell'innovazione è tutta qua
Citazione
Forse i giovani di oggi vogliono fare tutti il medico o l'avvocato, ma non credo che riusciranno a trovare pane per i loro denti nell'Italia in cui viviamo".
Il malcelato disprezzo per qualsiasi forma d'istruzione non finalizzata a "fare i schei" nell'immediato.

Mi domando se le aziende siano ormai davvero così stupidine o se il giornalismo vada a proporre i 'pezzi' già scritti alle aziende che sembrano propense a questo genere di propaganda. O se anche il giornalismo sia pervaso da un'ingenuità allarmante.

Sarà la centesima notizia simile. Su FB vedo una pratica di reazione in cui si diffonde la ragione sociale; subito dopo la ditta bisognosa riceve una valanga di cv, e si rimangia tutto. Seguo "lavoro anomalo" che lo fa.

Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Dicembre 13, 2017, 02:26:30 pm
Sì ma anche no:

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=10156640647346151&id=179618821150


https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1778048105560969&id=111587468873716&fs=1
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Dicembre 18, 2017, 12:09:24 pm
https://www.agi.it/blog-italia/digitale/bitcoin_prezzo_valutazione-3284001/post/2017-12-17/
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: purple - Dicembre 18, 2017, 03:39:15 pm
adesso è scoppiata la moda giornalistica e ne parlano senza capirne neanche la natura, visto che non è una moneta, ma una commodity; per giunta virtuale. E come tale soggetta a rischi e speculazioni diverse.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Chopper - Gennaio 05, 2018, 09:32:37 am
io sta cosa dei bitcoin non l'ho capita. Mi sento un po' di FOMO
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Chopper - Gennaio 05, 2018, 09:34:13 am
adesso è scoppiata la moda giornalistica e ne parlano senza capirne neanche la natura, visto che non è una moneta, ma una commodity; per giunta virtuale. E come tale soggetta a rischi e speculazioni diverse.

mi stanno facendo una testa così co sti bitcoin persone diverse ma di estrazione sociopolitica simile: turbocapitalisti di destra.
Uno ieri mi diceva che nel futuro non esisteranno più monete ma solo criptovalute con sistema blockchain. E con futuro intendeva da qui a dieci anni
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Gennaio 30, 2018, 03:01:59 pm
http://www.repubblica.it/economia/diritti-e-consumi/diritti-consumatori/2018/01/30/news/gli_schermi_pubblicitari_in_stazione_ci_osservano_interviene_il_garante-187591395/?ref=fbpr
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Misia - Gennaio 30, 2018, 03:43:56 pm
Ed è subito PoI

(https://nouwcdn.com/12/1275000/1260000/1254499/pics/20166521435444411254499_sbig.jpg)
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Febbraio 06, 2018, 05:46:39 pm
Ma 'sto crollo delle borse è uno dei tanti, o è di quelli grossi?
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Febbraio 06, 2018, 06:07:09 pm
Eh, boh... ormai ci vuole una cattedra universitaria per orientarsi nell'economia contemporanea...

Fin qui avevo sentito solo parlare di nuove bolle speculative pronte a esplodere.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Febbraio 16, 2018, 05:19:38 pm
Topi.

http://www.repubblica.it/economia/rapporti/osserva-italia/trend/2018/02/14/news/il_supermercato_specchio_della_societa_il_ceto_medio_sparisce_anche_dal_carrello_della_spesa-188811658/?ref=fbpr
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Aprile 22, 2018, 10:24:13 am
Interessante, almeno da lontano...

http://www.idiavoli.com/focus/gourmet-gentrification-mercato-centrale-roma/
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Maggio 20, 2018, 11:43:03 pm
http://mobile.ilsole24ore.com/solemobile/main/art/mondo/2018-05-20/usa-cina-prove-d-intesa-commercio-pechino-acquistera-piu-prodotti-americani-095548.shtml?uuid=AEBmaarE
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Maggio 24, 2018, 12:59:15 am
Ah... sembra una diretta dallo sci-fi...

https://it.businessinsider.com/leffetto-piu-tangibile-dei-bitcoin-linquinamento/?ref=fbpr
 
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Luglio 04, 2018, 11:33:06 am
https://it.businessinsider.com/2030-il-food-delivery-uccidera-i-ristoranti-e-nelle-case-spariranno-le-cucine/
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mae - Luglio 04, 2018, 04:11:37 pm
Mmmm... Non finché sarà più rapido ed economico farsi du'spaghi.

Però non so quanto costi il servizio. Davvero così poco?
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Luglio 04, 2018, 05:56:49 pm
Beh, di sicuro ci saranno ripercussioni serie.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Betty Moore - Luglio 05, 2018, 10:14:11 am
mah, io comunque non capisco tutto 'sta demonizzazione del food delivery.
cioè, sono lavori che sono sempre esistiti, sono sempre stati diretti a ragazzini che vogliono tirare su due spicci, e sono SEMPRE stati pagati poco. l'unica differenza è che un tempo erano in nero, quindi la situazione è migliorata, non peggiorata.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Luglio 05, 2018, 10:16:21 am
Uhm, non direi. L'entità del fenomeno è ben diversa.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Betty Moore - Luglio 05, 2018, 10:20:55 am
Uhm, non direi. L'entità del fenomeno è ben diversa.

nel senso che ora sono più diffusi? be', certo. perché qualcuno ha avuto la (bella e giusta) idea di creare delle reti organizzative. ma continua a essere un lavoro che un tempo esisteva in nero e ora esiste fatturato. i soldi e le sicurezze che questi lavoratori ricevono sono identiche a prima, ma ora è tutto alla luce del sole e lo stato riceve pure delle tasse, e il fatto di essere in regola offre comunque qualche minima tutela in più.
certo, la situazione è migliorabile, ma per me questo è già un miglioramento rispetto a prima.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Luglio 05, 2018, 10:24:14 am
Non so se lo sfruttamento indecoroso legalizzato sia peggio del nero assoluto. E poi, come dicevi tu stessa, prima erano principalmente ragazzini a farlo, e il più delle volte erano figli e nipoti dei ristoratori che consegnavano, si trattava più o meno di una forma di partecipazione all'impresa familiare.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Luglio 05, 2018, 10:29:51 am
Ora sono persone che nulla hanno a che fare con i ristoratori, il più delle volte giovani neo-laureati* (ma anche meno giovani), che fanno molte più consegne all'ora dei ragazzini di una volta, e guadagnano pochissimo.



*una decina di giorni fa ho sentito uno scampolo di conversazione a un nutrito capannello di questi galoppini e c'era l'unico evidentemente senza pezzo di carta che diceva "oh, ma siete tutti laureati, qui?".
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: purple - Luglio 05, 2018, 10:41:33 am
Sì, direi che il problema è in soldoni quello: prima erano ragazzini che volevano arrotondare nel fine settimana o durante l'estate. Per loro, il pagamento minimo resta lo stesso, ma almeno avrebbero una forma di contrattualizzazione legale.

Ora invece ad arrivare in bicicletta non sono più loro, nella maggioranza dei casi. Ma giovani adulti che si riducono a raccattare due spicci perché non riescono a trovare nessun altro tipo di impiego. Per loro, a mio avviso, non risolve quasi nulla la contrattualizzazione. Il nodo della questione è che non puoi trasformare un modo per arrotondare (senza alcuna prospettiva di evolvere in un altro tipo di lavoro) in un mestiere vero e proprio. Più tenti di farlo sembrare tale, più ingabbi quelle persone, in una condizione: tu puoi fare solo quello. Irrealistico; a partire dal livello di tenuta fisica per dei pagati - in concreto - a cottimo.


Detto ciò, ma davvero è così diffuso farsi consegnare la cena a casa? Sarà che io sto in campagna e il facchino neanche lo troverebbero in zona, ma anche fra le mie conoscenze che vivono in città non ho mai sentito nessuno che chiami più di una volta ogni 10-15gg. Direi, al contrario, che chi se lo può permettere preferisce uscire a mangiare, anziché chiedere la consegna a domicilio.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Luglio 05, 2018, 10:43:45 am
Purple, non hai idea di cosa sia qui a Milano: quasi 2 biciclette su 3* sono delle loro; e di biciclette in giro ce ne sono veramente tantissime.



*negli orari sensibili, principalmente per la pausa pranzo e ancor di più alla sera dalle 18:30 sino a molto tardi, ovviamente la mattina presto o nel pomeriggio la percentuale è minore.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: purple - Luglio 05, 2018, 10:49:58 am
Allora, sì. Come dicevo la mia prospettiva è sfasata dal fatto che qui il povero ciclista dovrebbe farsi 10km per arrivare a casa mia e (giustamente!) non verrebbe.
In provincia, intendo anche in città, deve essere decisamente meno diffuso. Se mi muovessi sia nella mia città che nelle due intorno più grandicelle, non avrei il numero di cui parli.


Adesso che ci penso però: ho vissuto 2 anni in una città decisamente ricca e sufficientemente popolosa. Eppure niente. Oltretutto, a dispetto delle mie finanze, il mio cubicolo era in un quartiere abbastanza benestante, avevo l'appartamento finestrato vista strada, ma erano apparizioni rare.
Mi avete incuriosita. Farò una ricerca per vedere che regolamentazione c'era là. Perché delivery c'era, ma molto contenuta. Dovrei guardare i prezzi. So solo quelli per la consegna della spesa a casa (venivano con la bicicletta cargo), che era circa 38-40€ per la consegna a domicilio di una spesa medio-piccola. (Da allora ho sempre fatto la spesa a rate tornando dall'ufficio)
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Luglio 05, 2018, 11:15:20 am
Tanto per aiutarsi con le lingue straniere: come qualcuno di voi saprà in giapponese ci sono due parole distinte, shigoto e arubaito (sì, il calco è proprio da quello che macht frei); lo shigoto è il lavoro/professione, il "posto", il lavoro di una vita - che in una società rigida come quella nippa definisce quasi interamente chi sei e la tua posizione sociale - e l'arubaito è il lavoretto, tipicamente quello degli studenti (non solo universitari, ma già del liceo).

Nell'attuale fase economica, qui da noi si cerca di trasformare un tipico arubaito, le consegne di cibo, in uno shigoto, e ciò non è bene.


Poi ovviamente in Giappone già gli arubaito spesso non sono in nero (a meno che non sia l'impresa di famiglia... ma anche fuori da quei casi l'irregolarità è più presente di quanto siamo portati a credere), quindi le distinzioni da fare sono molte, ma a mio avviso questo salto linguistico aiuta a pensare.




(Infine ci sono quelli come me che rifiutano del tutto lo shigoto, e campano di arubaito sino alla fine... ma nel mio caso è - non completamente ma in buona misura - una scelta; nella stragrande maggioranza dei galoppini del cibo no)
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Luglio 05, 2018, 12:32:39 pm
Sarà che vivo in un territorio devastato e non in una grande città né all'estero ma i discorsi sul bloccare i lavoratori nella condizione lo vedo come la più naturale delle conseguenze della assenza di shigoto, se non per tecnici e informatici e... beh, pochissimi altri. Poi si, ci sono gli studiosi con le loro peripezie in giro per il mondo o nelle università italiane ma, numericamente, quanto incidono?
Lo shigoto, qui, non c'è più fuori da quelle due o tre categorie appetite dal mercato. L'arubaito degli studiosi è un lusso ma molto faticoso.
Ragionare di gabbie è ragionare con la mentalità degli anni novanta, ancora nutrita dell'orizzonte della realizzazione personale attraverso le proprie forze.
È morto, quel tempo.
Un arubaito che viene trattato come uno shigoto in termini economici, un arubaito che permette di avere alla fine del mese tanto di cui vivere con un po' di dignità e qualche protezione, che permette dunque di quadrare i conti, è già qualcosa, rispetto all'impossibilità di realizzazione che c'è di fronte.
Un arubaito col quale ti puoi anche ritrovare dei contributi che non hai possibilità, in altro modo, di versare in quantità sufficiente.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: purple - Luglio 05, 2018, 01:09:22 pm
A me sembra molto più mentalità precedente pensare che intanto fai un lavoretto per non crepare (ovviamente iper sottopagato, quindi essere sempre vicino all'indigenza appena lo perdi o non hai il fisico per continuare, nello specifico di quei settori) e poi o sei "figo" e diventi imprenditore di te stesso (come se tutti, uno per uno, potessero farlo) o sei destinato a vivere con la prospettiva massima di un mese alla volta. E vari buchi in mezzo. Diciamo 6-7 mesi l'anno medi. Banderuola nelle mani delle riforme attuate di volta in volta. Se sei raccomandato, beh non preoccuparti ci sarà l'altra categoria umana a sbattersi, tu avrai porte aperte grazie ai tuoi agganci sociali. E scelta immediata.

Tanto adesso, mai paura, rimetteranno i voucher. Prima per qualche settore, poi li allargheranno perché "bisogna". Del resto viva il neoliberismo trasversale (trasversale!).


Il problema si acuisce quando a forza di lavoretti li puoi anche versare dei contributi, ma da fame. (tipo i miei, visto che l'ipotetica sociale sarebbe una pensione ben più ricca di quanto otterrò col mio contributivo). Problema rimandato a 20-30 anni. Nel frattempo ti puoi illudere che la condizione da lavoratore di lavoretti migliorerà e vai avanti. Certo, come no.

Non puoi costruire niente. Niente mutuo, niente finanziamenti. Niente imprevisti sostenibili.

Ma l'apice si raggiunge quando quel tipo di lavori verrà considerato una macchia indelebile nel tuo cv. Se sei stato disoccupato hai la macchia. Se hai lavorato con certi tipi di contratto e/o attività hai una macchia altrettanto impossibile da aggirare. Soprattutto sei si è costretti ad arrabattarsi per anni. Perché chi valuta ha la mentalità ben spiegata dall'esempio di Allevi e ti categorizza all'istante. Cambiare settore è semi-impossibile. Tu sei quello e non puoi ambire a niente di diverso perché "dovevi pensarci prima".
Salvo le conoscenze, ovvio. Ma quelle non fanno testo, funzionano sempre e comunque. A prescindere. Al di là del singolo. Al di là del piano A; del piano B; del piano C o Z.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Luglio 05, 2018, 02:12:36 pm
Tutto corretto fino a una considerazione finale... non c'è più lavoro come un tempo. Ce ne sarà sempre meno.
La disoccupazione o la sottoccupazione non è più una macchia per chi non leggerà comunque più il tuo curriculum perché non cerca più quelle figure.
Non c'è per nulla e purtroppo la percezione che non si tornerà ad avere opportunità; sono finite, chiuse, morte. Salvo i settori sulle dita di una mano. Se non appartieni a quei settori, il lavoretto è la vita, non ci si può reinventare informatici e ingegneri. Punto. Rendere il lavoretto in grado di produrre una dignità corrente è un obiettivo molto razionale. Finché puoi tornare a lavorare, mangiare, curarti e avere un tetto anche in locazione sei vivo. In due ci può scappare anche un terzo. Oltre questo, sempre se non sei nei settori di mercato, non esistono altre opportunità, non ci sono, non esiste un aldilà terreno.
Non c'è spazio per le riforme. Il tempo è finito. L'impresa ha dettato le regole e nessun altro ha la potestà di cambiarle.
I raccomandati, che in realtà più che raccomandati in senso spregiativo sono semplicemente i figli e i parenti di chi ha un portato economico e sociale, sono oggi i favoriti tra i favoriti nell'imbuto sociale. Tuttavia, come sempre è stato e sarà, non ci si può fare nulla. Avranno sempre più opportunità. Il dramma di oggi è che queste opportunità non sono più quelle di ottenere in scioltezza il successo e il benessere, tipo Ovosodo, ma il fatto di sottrarre sic et simpliciter il pane agli altri, data la tremenda scarsità del bene lavoro.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Luglio 05, 2018, 02:23:47 pm
Partendo dalle considerazioni dell'articolo, e restando lì nell'ambito, il settore si espanderà enormemente. Dunque per funzionare avrà richiesta di manovalanza e molto meno di impiegati di concetto.
Quanto è irrazionale mirare a rendere quella massa di manovalanza richiesta in grado di viverci, di quel lavoro disponibile?
Comunque non sarebbero assorbiti nei pochissimi posti di concetto che si verrebbero ad aprire.
Un settore che ha bisogno è più incentivato a concedere qualcosa, mentre sta andando bene.
Fra quanti anni arriveranno i doni non si sa.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Luglio 05, 2018, 02:26:01 pm
Droni
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Luglio 05, 2018, 02:57:31 pm
Un argomento trasversale, non è certo una considerazione nuovissima e nemmeno mia: sappiamo che informatici e ingegneri (specie nel senso anglosassone, per cui un engineer è un tecnico diplomato ma non laureato) sono fondamentali, ma se alcuni di essi arrivano per questo a credersi i nuovi padroni del mondo, altri affermano che più propriamente sono la nuova "servitù" del XXI secolo; ma proprio nel senso dei domestici alla Downton Abbey, sono quelli che sanno fare e far andare tutte le attività fondamentali alla vita degli altri, ma così come i padroni vittoriani non sapevano cucinare, lavarsi gli abiti o caricare la stufa e tuttavia restavano i padroni, altrettanto i potenti di oggi non sono meno padroni anche se non sanno aggiustarsi gli oggetti computerizzati necessari per vivere.
E il parallelo regge perché anche all'epoca chi aveva la formazione necessaria a essere un buon domestico aveva solitamente la carriera assicurata. Ricordiamo poi che un bravo maggiordomo, specie se un po' disinvolto sui conti, poteva incamerare una discreta fortuna; ma sempre un servo rimaneva.

Se poi vogliamo tirare in ballo la dialettica servo/padrone di Hegel, il discorso si fa più lungo e complesso, ma non per questo gli informatici diventano di colpo i padroni del mondo.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Betty Moore - Luglio 05, 2018, 03:13:15 pm
sono d'accordo con tutto quello che scrivete, ma il probelma non sono appunto le società che si sono inventate i siti che organizzano le consegne, ma il "sistema lavoro globale" (lo metto tra virgolette perché sembra una frase presa da uno slogan cinque stelle e mi fa ridere)
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Luglio 05, 2018, 04:45:18 pm
Un argomento trasversale, non è certo una considerazione nuovissima e nemmeno mia: sappiamo che informatici e ingegneri (specie nel senso anglosassone, per cui un engineer è un tecnico diplomato ma non laureato) sono fondamentali, ma se alcuni di essi arrivano per questo a credersi i nuovi padroni del mondo, altri affermano che più propriamente sono la nuova "servitù" del XXI secolo; ma proprio nel senso dei domestici alla Downton Abbey, sono quelli che sanno fare e far andare tutte le attività fondamentali alla vita degli altri, ma così come i padroni vittoriani non sapevano cucinare, lavarsi gli abiti o caricare la stufa e tuttavia restavano i padroni, altrettanto i potenti di oggi non sono meno padroni anche se non sanno aggiustarsi gli oggetti computerizzati necessari per vivere.
E il parallelo regge perché anche all'epoca chi aveva la formazione necessaria a essere un buon domestico aveva solitamente la carriera assicurata. Ricordiamo poi che un bravo maggiordomo, specie se un po' disinvolto sui conti, poteva incamerare una discreta fortuna; ma sempre un servo rimaneva.

Se poi vogliamo tirare in ballo la dialettica servo/padrone di Hegel, il discorso si fa più lungo e complesso, ma non per questo gli informatici diventano di colpo i padroni del mondo.

Ne parlava l'amatissssimo Edward Luttwak quindici/vent'anni fa, in termini generali, quando imperversava in tivù e sulle riviste di economia.

Considerazione correlata, il ritorno in un orizzonte già visibile al rischio della questione di vita o di morte, prima di quella di essere servo di qualcuno o meno.
Chi può servire vive e non solamente nel senso di poter esprimere la propria personalità in modo complessivamente dignitoso all'interno del contesto storico e sociale in cui egli esiste.
 
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Luglio 05, 2018, 05:07:06 pm
sono d'accordo con tutto quello che scrivete, ma il probelma non sono appunto le società che si sono inventate i siti che organizzano le consegne, ma il "sistema lavoro globale" (lo metto tra virgolette perché sembra una frase presa da uno slogan cinque stelle e mi fa ridere)

Infatti trovo che se il fenomeno esiste e si espande non sia cosa stolta approfittare della spinta e della relativa elasticità della condizione di espansione per migliorare lo stato vitale di chi sarà costretto dalla realtà a lavorare in quei contesti, ritrovandosi privo di ogni possibile alternativa.
Operare in modo da produrre, finché la spinta c'è, un rafforzamento delle posizioni. Fare di quel lavoro la cosa più simile al Lavoro, almeno fino alla prossima evoluzione. Perché altro non c'è.
In quei grossi hub del cibo lavoreranno pochissime persone ai flussi di dati, alla logistica, alla amministrazione, etc. Il grosso, la massa, saranno fattorini.
Se i fattorini in attività, altrimenti sicuri disoccupati, non hanno modo di vivere dignitosamente e riprodursi c'è un problema.
Così in molti altri settori.

Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Chopper - Luglio 05, 2018, 05:16:13 pm
mah, io comunque non capisco tutto 'sta demonizzazione del food delivery.
cioè, sono lavori che sono sempre esistiti, sono sempre stati diretti a ragazzini che vogliono tirare su due spicci, e sono SEMPRE stati pagati poco. l'unica differenza è che un tempo erano in nero, quindi la situazione è migliorata, non peggiorata.

da qui a dire che sia giusto, ce ne corre...
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Chopper - Luglio 05, 2018, 05:20:12 pm
confermo l'impressione di allevi su tecnici/ingegneri.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Betty Moore - Luglio 05, 2018, 11:17:32 pm
mah, io comunque non capisco tutto 'sta demonizzazione del food delivery.
cioè, sono lavori che sono sempre esistiti, sono sempre stati diretti a ragazzini che vogliono tirare su due spicci, e sono SEMPRE stati pagati poco. l'unica differenza è che un tempo erano in nero, quindi la situazione è migliorata, non peggiorata.

da qui a dire che sia giusto, ce ne corre...

né giusto né sbagliato.
ulteriormente migliorabile, sicuramente (come ho già detto).
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Bellatrix - Luglio 06, 2018, 12:47:55 pm
Direi, al contrario, che chi se lo può permettere preferisce uscire a mangiare, anziché chiedere la consegna a domicilio.
Ma infatti, se io devo spendere per mangiare vado direttamente fuori. Se voglio la pizza davanti alla tv, me la prendo surgelata
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Luglio 06, 2018, 12:53:08 pm
Uhm no, su questo le cose stanno cambiando, e per molti fattori. E tenete presente che la consegna costa molto meno che mangiare fuori.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Bellatrix - Luglio 06, 2018, 12:56:40 pm
Si, ok. Ma è una idea mia. Vale anche per le feste e il Capodanno in casa. Perché devo vestirmi decente come se uscissi, ma senza uscire, per passare da una casa all'altra quando potrei stare comodamente nella mia? Per me è lo stesso per il mangiare fuori. Non so se si capisce la connessione.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Luglio 06, 2018, 01:14:53 pm
Ma il punto è che per mangiare a casa con il delivery mica devi vestirti e truccarti...
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Bellatrix - Luglio 06, 2018, 01:27:15 pm
Ma il punto è che per mangiare a casa con il delivery mica devi vestirti e truccarti...
No, chiaro. Però il succo è lo stesso: perché devo mangiare cose fatte da altri a casa mia? Vado direttamente alla fonte se devo pure spendere
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Bellatrix - Luglio 06, 2018, 01:28:30 pm
E comunque sono fisse mie, eh. Una delle tante.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Luglio 06, 2018, 02:01:16 pm
È tanto bello uscire di casa... questa autosufficiente e integrata versione dei reclusi in casa mi lascia sempre perplesso... film, in casa; cibo, a casa; spesa, a casa... il resto è lavoro, o anche quello da casa (e lì la differenza col neet la fa solo lo stipendio che si guadagna al posto della paghetta) o nella dependance che è l'ufficio.

Reclusione.

Brrrr...
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: purple - Luglio 06, 2018, 04:46:09 pm
Ma il punto è che per mangiare a casa con il delivery mica devi vestirti e truccarti...
No, chiaro. Però il succo è lo stesso: perché devo mangiare cose fatte da altri a casa mia? Vado direttamente alla fonte se devo pure spendere
Io e Bella ci capiamo.

Se non ho voglia di fare niente, di sicuro c'è qualcosa di preparato troppo abbondante (o cucinato in anticipo) e surgelato che mi aspetta in freezer.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Bellatrix - Luglio 06, 2018, 04:52:18 pm
Poi quando sono a casa tendo a mangiare ignorando le più basiche regole della decenza. Veloce, male, con il telefono in mano o davanti la tv. Questo va bene per la roba zozza, surgelata, vecchia o per la cucina che faccio io (che è un mix dei tre aggettivi precedenti), ma non per cose comprate e che costano più del prodotto basico comprato al super
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Betty Moore - Luglio 06, 2018, 06:07:21 pm
io ogni tanto la pizza da asporto la prendo.
fuori a mangiare non ci vado quasi mai (se avessi più soldi mi piacerebbe).
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Luglio 06, 2018, 06:17:46 pm
Io non esco che col contagocce esclusivamente per indigenza ma con un introito base uscirei a ciclo continuo, per mille attività. A casa resterei quei giorni in cui mi sentissi d'essere appagato dal girovagare precedente.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Bellatrix - Luglio 06, 2018, 06:28:37 pm
Io sto uscendo tantissimo da sola e per bar. Ormai riconosco la fauna del mio preferito. Ci salutiamo, scambiamo i giornali e sappiamo chi legge cosa.... meno mangio fuori perché è una attività spesso legata al lavoro  (post concerto/spettacolo) e onestamente spesso non pago perché fa parte del rimborso spese. Cene in compagnia mai amate particolarmente, in due meglio. Ma non ho fidanzati e pretendenti  (e non me ne lamento troppo perchè ho orrore di quella specie di aspettativa sull'uscita che rende la cena uno slalom continuo).
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Luglio 21, 2018, 12:21:07 pm
Marchionne tira le cuoia?! :sgratsgrat:
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Luglio 22, 2018, 12:50:20 am
Eh, ormai è certo.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Luglio 22, 2018, 12:52:09 am
Se ne va il prototipo del "vincente distruttore".

Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Luglio 22, 2018, 12:57:51 am
Cercherò di evitare le adamantine e elisie celebrazioni mediatiche il più possibile, quando accadrà.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Kro - Luglio 22, 2018, 08:48:07 am
Son già partite
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Luglio 22, 2018, 10:16:29 am
Schivo...
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Misia - Luglio 23, 2018, 10:07:01 am
Diciamo che ce n'è per tutti i gusti.

(http://is5.mzstatic.com/image/thumb/Music115/v4/9b/c5/7e/9bc57e2c-85ec-51c5-dadf-e5b4cee20ee6/source/100000x100000-999.jpg)
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: purple - Luglio 23, 2018, 03:08:18 pm
Siamo di fronte ad un caso di santificazione pre-morte.

Di solito almeno aspettano l'ufficializzazione del trapasso. (a meno che non sia già avvenuto, ma non si possa dire sennò le borse e i derivati piangono)




L'ipocrisia del "non si deve dire niente, se non belle parole" di un uomo morente, è abbastanza avvilente.

Più avvilente che se ne parli come di uno con una visione globale alla Olivetti, e non di un semplice amministratore il cui modello era spianare tutto ciò che non rispondesse alla sua visione ideologica-cultuale (prima che culturale) neolib.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Luglio 23, 2018, 03:36:38 pm
Siamo di fronte ad un caso di santificazione pre-morte.

Di solito almeno aspettano l'ufficializzazione del trapasso. (a meno che non sia già avvenuto, ma non si possa dire sennò le borse e i derivati piangono)




L'ipocrisia del "non si deve dire niente, se non belle parole" di un uomo morente, è abbastanza avvilente.

Più avvilente che se ne parli come di uno con una visione globale alla Olivetti, e non di un semplice amministratore il cui modello era spianare tutto ciò che non rispondesse alla sua visione ideologica-cultuale (prima che culturale) neolib.

Eh.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Luglio 23, 2018, 03:39:51 pm
Chiamparino: "era attentissimo agli operai; un giorno eravamo in visita in uno stabilimento e vide durante il giro un mucchietto di calcinacci lasciato per terra e mi disse che non è possibile che vi siano calcinacci per terra dove si lavora!".

:facepalm:
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Luglio 23, 2018, 03:43:17 pm
Episodi degni della vita dei beati durante il catechismo.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Luglio 23, 2018, 08:49:31 pm
"Per me Marchionne è stato un gigante: ha salvato la Fiat quando sembrava impossibile farlo. E ha creato posti di lavoro, non chiacchiere. Una parte del Pd lo identificava come il 'padrone', ma il lavoro si crea con l'impresa, non con l'assistenzialismo. Se l'Italia avesse avuto altri Marchionne oggi avremmo l'Alitalia competitiva o qualche banca italiana forte in giro per il mondo. Parte dell'odio contro di lui deriva dall'invidia. E sull'invidia per le persone di talento non si costruisce un Paese, come ogni giorno più chiaro anche nell'Italia grillina"

https://m.huffingtonpost.it/2018/07/23/renzi-parla-di-marchionne-un-gigante-ha-cambiato-la-storia-industriale-del-paese_a_23487403/




Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Misia - Luglio 24, 2018, 11:31:14 am
Senza cliccare so già che è Renzi  :gattoincazzoso: :cacca:
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Misia - Luglio 24, 2018, 11:32:44 am
Episodi degni della vita dei beati durante il catechismo.

Eccone un altro  :nanna:

Citazione
Mia moglie di cognome fa Landini. Lui era in forte contrasto con l'omonimo capo della Fiom, prima di salutarci ci disse: 'Ma non è che sua è parente, vero?'"
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: purple - Luglio 25, 2018, 03:02:24 pm
Altri 2-3gg di santificazione e poi per domenica, se siamo fortunati, se lo sono dimenticato e le aureole tornano nell'armadio.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Luglio 26, 2018, 04:00:06 pm
http://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2018/07/26/marchionne-il-compagno-di-banco-mi-faceva-copiare_71c78203-e66f-4b51-9107-8b390fbb5481.html
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Luglio 26, 2018, 06:41:16 pm
(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/37821910_822157544656106_7685900652580438016_n.jpg?_nc_cat=1&oh=71059f62e93f43c3e3e877068b35fa31&oe=5BDC3021)

Questa volta la giravolta completa di Salvini è avvenuta nello stesso anno.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: purple - Luglio 27, 2018, 11:42:02 am
Ah, il guru economico di Salvyni: un uomo al cui confronto 3Monti aveva una visione fiscalmente equa.

Di tutti i leghisti alla corte del loro idolo sbraitante è quello che preferisco: è l'epitome perfetta di quello che penso di loro. Di quale sono convinta sia la loro vera natura ed il loro vero obiettivo.

Ex craxiano di provata fede, faceva passare d'avere una laurea a dargli autorevolezza intellettuale e competenza in materia finché non l'hanno costretto ad ammettere che non si è mai laureato (a confronto Giannini era un pivello), patteggiatore per bancarotta fraudolenta... e non continuo per evitare querele.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Luglio 28, 2018, 02:37:04 pm
https://notizie.tiscali.it/interviste/articoli/marchionne-intervista-a-cobianchi-aiuti-stato-manley/
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Misia - Settembre 19, 2018, 12:44:37 pm
C'è anche qualche retroscena sul passaggio Berlusconi/Monti
 :facepalm:

https://www.ilpost.it/2018/09/15/crisi-economica-italia/

Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: purple - Settembre 19, 2018, 01:02:12 pm
Solo due OT

Citazione
Era difficile immaginare che il fallimento di una banca dall’altra parte del mondo avrebbe innescato queste conseguenze
come mi disse un allievo alla fine del corso sulle banche medievali: "ma perché non c'è bibliografia più aggiornata?", risposta "perché questa materia non è di moda".

Citazione
L’occupazione è tornata ai livelli ante crisi se la misuriamo in numero di occupati, ma le statistiche considerano occupato anche chi lavora un’ora a settimana. Se andiamo a guardare le unità di lavoro, siamo a più di un milione sotto al livello raggiunto prima della crisi».
se Renzy e tutta la gentaccia che ha eseguito politiche neolib negli anni avesse mai lavorato un giorno in vita sua senza raccomandazioni e capito la situazione, non saremmo nelle mani di chi siamo
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Misia - Settembre 19, 2018, 01:04:49 pm
Nelle mani non più dei raccomandati, ma dei miracolati  :-X (oggi è san gennaro)  ;D

(http://cdn3.unionesarda.it/foto/previewfoto/2017/09/20/di_maio_il_bacio_alla_teca_di_san_gennaro-550-340-631386.jpg)
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: purple - Settembre 19, 2018, 01:06:04 pm
Confermano il mio ateismo
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Chopper - Settembre 19, 2018, 02:13:00 pm
anche quest'anno? c'è andato anche l'anno scorso giggino
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: purple - Settembre 19, 2018, 03:08:01 pm
(OT e non dimenticate che il facente funzione PdC è fervente devoto di Padre Pyo :asd:)
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Chopper - Settembre 19, 2018, 03:33:04 pm
ci mancava pure il devoto di padre pyo
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Misia - Settembre 20, 2018, 09:10:55 am
anche quest'anno? c'è andato anche l'anno scorso giggino

Non lo so. Questa foto è dell'anno scorso.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Chopper - Settembre 20, 2018, 09:49:44 am
L'anno scorso gli ha portato bene, sarà tornato.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Settembre 28, 2018, 12:31:25 pm
Mi sono appena svegliato e non ho capito bene... ma in pratica l'Italia è completamente fallita?
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Misia - Settembre 28, 2018, 01:18:44 pm
No, siamo solo all'inizio.
 :malaticcio:
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: purple - Settembre 28, 2018, 01:25:34 pm
Mi sono appena svegliato e non ho capito bene... ma in pratica l'Italia è completamente fallita?
Sì.

Per fortuna sono disoccupata e quindi ho tempo per coltivare l'orto. Dovrò far diventare vegetariani i gatti, però.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Misia - Settembre 28, 2018, 01:29:41 pm
 :o

(https://www.miciogatto.it/new/wp-content/uploads/2015/08/wpid-Photo-20150805204510724.jpg)
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Chopper - Settembre 28, 2018, 01:32:47 pm
in che senso è fallita?
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Settembre 28, 2018, 01:54:28 pm
Ah, lo sapete che io d'economia non ci capisco una verza, ma ho aperto fb ed era un florilegio di inviti a spararsi tutto in una notte perché da domani saremo tutti sotto i ponti.
Poi a apro Rep e vedo che lo spread sale e la borsa crolla, e sotto - ancora più inquietante - di maio che festeggia da un balcone. Ero ancora assonnato ma mi si è gelato il sangue.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Settembre 28, 2018, 02:27:50 pm
Boh.
Seguire lo strepito ininterrotto delle fazioni in lotta non mi offre nulla di davvero concreto per una anche superficiale comprensione della questione. Lo stato di alterazione tra il gruppo di governo e l'asse PD-Forza Italia (intesa FI come soggetto residuo referente di una fetta non indifferente di mentalità politico economica, in cerca di un nuovo rappresentante) è tale da impedire la risalita in superficie della ragione.
Sto a guardare. Di mio ormai posso perdere solo la vita ;D
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Ottobre 24, 2018, 07:17:32 pm
Tria al popolo: La Patrimoniale no, perché scatenerebbe la fuga dei capitali che contano...
Segnamo l'affermazione per quando al governo ci verrà riproposta ancora, per l'ennesima volta, con aria di innocente competenza, dal centro-sindestra.
La redistribuzione non sarà mai in agenda.


Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: purple - Ottobre 24, 2018, 07:31:06 pm
Ho letto ieri la classifica delle regioni per evasione fiscale: quanto bel verde padano.

Ovviamente, quando - se mai - ri-toccherà agli altri: sempre alla stessa fascia di elettori punteranno.

Quindi dovremmo aspettarci redistribuzione?
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Ottobre 24, 2018, 07:48:42 pm
Infatti.
Solo per tenerlo a mente bene quando sarà il loro turno.
Oggi vincono facile nell'informazione, con la sinergia schierata in battaglia tra fronte mediatico FI e lunga tradizione di comunicazione "PD".
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Chopper - Ottobre 25, 2018, 08:03:37 pm
Virgolette doverose
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Misia - Febbraio 01, 2019, 10:03:38 am
Amen
https://www.linkiesta.it/it/article/2019/02/01/niente-ipocrisie-litalia-e-in-recessione-da-30-anni-di-maio-e-salvini-/40949/
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Febbraio 01, 2019, 01:25:21 pm
Citazione
Tagliare la spesa pubblica e quella pensionistica in particolare per poter ridurre drasticamente il carico fiscale sulle imprese ed i lavoratori, riformare la scuola da capo a piedi per creare forza lavoro produttiva e non chiacchieroni alla ricerca del posto di lavoro garantito a due passi da casa, togliere lo stato ed il suo soffocante controllo burocratico dalla vita economica delle persone e delle aziende. Soprattutto, creare concorrenza, concorrenza e poi ancora concorrenza ad ogni livello perché emerga il merito ed arrivino alla guida del Paese – sia nell’economia che nella politica – i capaci ed i meritevoli invece dei mediocri e dei furbi.

Non c’è assolutamente altra via d’uscita dalla recessione strutturale punteggiata da espansioni tecniche che quella appena riassunta: per massimalista che essa possa apparire a troppe anime pie questo è oggi l’unico realismo possibile. Chiunque s’illuda di “sfangarla” una volta ancora quando verrà primavera è solo un illuso destinato a ripetere gli errori degli ultimi trent’anni ed a sorprendersi delle recessioni prossime venture. Tecniche, ovviamente.

Quel profumo di revival '80s...
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Chopper - Febbraio 01, 2019, 02:18:47 pm
madonna Ronald Reagan
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: purple - Febbraio 02, 2019, 07:47:31 pm
(https://i.postimg.cc/G2G0pkmL/meteorite-1030x615.jpg)

Quando vi chiedono perché l'umanità dovrebbe estinguersi, voi sapete già la risposta, vero? I neolib.


Specifichiamo, peraltro: i loro 'capaci e meritevoli' sono esattamente 'i mediocri e furbi'. Furbi nel senso deteriore.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Febbraio 13, 2019, 02:49:20 pm
In morte della tecnica, oggettiva, e della sua infallibilità fin qui dichiarata, ecco la forza senza confini dell'economia (... dell'interesse...) e della politica... ;D

Come lo spieghiamo adesso, ai maniaci dei dati brutali e della libertà della scienza e delle sue regole e metodologie, che la committenza fa dire al tecnico ciò che essa vuole?
Se il tecnico è dunque entità funzionale al committente dello studio, perché mai devo credere a una relazione tecnica?
"La  m i a  TAV è differente".
E tanti auguri...

http://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2019/02/13/tav-ue-litalia-chiarisca-sullanalisi-costi-benefici_0027f99d-e00b-49d6-a098-1b08f1175266.html
 
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Chopper - Febbraio 13, 2019, 03:22:47 pm
In morte della tecnica, oggettiva, e della sua infallibilità fin qui dichiarata, ecco la forza senza confini dell'economia (... dell'interesse...) e della politica... ;D

Come lo spieghiamo adesso, ai maniaci dei dati brutali e della libertà della scienza e delle sue regole e metodologie, che la committenza fa dire al tecnico ciò che essa vuole?
Se il tecnico è dunque entità funzionale al committente dello studio, perché mai devo credere a una relazione tecnica?
"La  m i a  TAV è differente".
E tanti auguri...

http://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2019/02/13/tav-ue-litalia-chiarisca-sullanalisi-costi-benefici_0027f99d-e00b-49d6-a098-1b08f1175266.html
 

Aspè però, non è (in generale, non in questo caso particolare) esattamente così. OGNI studio che sia vagamente più complesso di 2+2=4 porta una tesi confutabile discutibile e variabile a seconda dei contesti e delle scelte.

Parlando di infrastrutture e opere pubbliche, NON esiste una scelta tecnica che non sia politica, e sed essere pro o contro una tesi - semplificando - significa avere un'idea diversa dello stato attuale delle cose e di cosa significhi, banalmente "futuro migliore" e anche "per chi".

Credo che questo sia il primo passo per poter fare QUALUNQUE analisi tecnica in modo sereno trasparente e rispettabile. "Propongo A perché la mia idea è che... e quindi seguendo questa linea potremo avere..." etc.etc.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Febbraio 13, 2019, 03:42:53 pm
In morte della tecnica, oggettiva, e della sua infallibilità fin qui dichiarata, ecco la forza senza confini dell'economia (... dell'interesse...) e della politica... ;D

Come lo spieghiamo adesso, ai maniaci dei dati brutali e della libertà della scienza e delle sue regole e metodologie, che la committenza fa dire al tecnico ciò che essa vuole?
Se il tecnico è dunque entità funzionale al committente dello studio, perché mai devo credere a una relazione tecnica?
"La  m i a  TAV è differente".
E tanti auguri...

http://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2019/02/13/tav-ue-litalia-chiarisca-sullanalisi-costi-benefici_0027f99d-e00b-49d6-a098-1b08f1175266.html
 

Aspè però, non è (in generale, non in questo caso particolare) esattamente così. OGNI studio che sia vagamente più complesso di 2+2=4 porta una tesi confutabile discutibile e variabile a seconda dei contesti e delle scelte.

Parlando di infrastrutture e opere pubbliche, NON esiste una scelta tecnica che non sia politica, e sed essere pro o contro una tesi - semplificando - significa avere un'idea diversa dello stato attuale delle cose e di cosa significhi, banalmente "futuro migliore" e anche "per chi".

Credo che questo sia il primo passo per poter fare QUALUNQUE analisi tecnica in modo sereno trasparente e rispettabile. "Propongo A perché la mia idea è che... e quindi seguendo questa linea potremo avere..." etc.etc.

Infatti è così, tuttavia l'opposizione scopre oggi che è così.
Siamo stati ammorbati anni con la narrazione della infallibilità oggettiva della scienza e della tecnica, espungendo dal discorso la scelta politica.
Torniamo all'esempio madre o padre, i vaccini... una volta che è chiaro che il vaccino funziona, il problema di come farlo arrivare alla maggior parte delle persone è politico... poi la politica potrà essere supportata da opzioni di azione tecnico/scientifiche. È politica scegliere tra una obbligatorietà brutale, una obbligatorietà persuasiva e incentivante, una pura incentivazione non obbligatoria, etc., etc.
Di queste opzioni, tuttavia, non era più dato discutere, in quanto si poneva una indebita relazione tra dato scientifico, misurabile, e politica di vaccinazione, la cui efficacia non è misurabile a priori. Tra obbligatorietà bruta, obbligatorietà persuasivo/incentivante, incentivazione massiccia non si può dire se non a cose fatte quale sia stata la più efficace e con il miglior rapporto tra costi e benefici (in senso ampio e non solo soldi spesi/vaccini somministrati).

Con questa relazione, a mio parere, torna finalmente in campo il discorso della politica e degli interessi come motori delle scelte, ossia la soggettività che guida le sorti anche della oggettività.


Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Febbraio 14, 2019, 09:33:25 am
http://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2019/02/14/airbus-flop-a380-stop-dal-2021_6eab09f3-d531-4244-a7f6-e339ef00ca00.html
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Chopper - Febbraio 14, 2019, 11:24:37 am
non so mai come prendere queste notizie... cioè a caldo dico mi dispiace perché speravo in biglietti più economici, ma boh.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Misia - Aprile 10, 2019, 11:44:58 am
Citazione
Def approvato, ma il Governo non va in sala stampa
Lungo pre-vertice e poi Cdm lampo:
Pil 2019 a +0,2%, nessuna manovra correttiva, nessuna nuova tassa.
Flat tax "sui ceti medi"

Sarà un anno bellissimo (cit.)

(https://o.aolcdn.com/images/dims?crop=865%2C371%2C0%2C0&quality=85&format=jpg&resize=630%2C270&image_uri=https%3A%2F%2Fs.yimg.com%2Fos%2Fcreatr-uploaded-images%2F2019-04%2Fb17034d0-5afc-11e9-bf7f-bee5fa12ba1f&client=a1acac3e1b3290917d92&signature=e700cb30daf09abfef8bb9b05419570ad7abe3f6)
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: purple - Aprile 10, 2019, 07:52:30 pm

Citazione
Sarà un anno bellissimo (cit.)

Tutto sta sempre nei punti di vista. :nanna:
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Maggio 30, 2019, 02:43:43 pm
Non si parla abbastanza, qui in Italia, di cosa sta accadendo nel mondo dell'industria automobilistica.

Questo titolo mi pare significativo: Fca-Renault = Fine della Fiat (https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/05/27/fca-renault-fine-della-fiat/5211284)
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Luglio 29, 2019, 08:08:38 pm
Un po' tirata come collocazione ma credo possa rientrare... bell'articolo:

https://www.ilfoglio.it/cultura/2019/07/28/news/contro-la-meritocrazia-meglio-entrare-nel-merito-266580/?fbclid=IwAR2GZi_aNgn0PO_AEiCOV0b4RUxMwV4bjHdfTzRn_Abb9Iif4Keyb_KxZ18
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Novembre 05, 2019, 11:33:40 am
E via a scardinare i fondamenti della civiltà... altrove sarei anche più puntuale, nella definizione di questa azione, ma oggi la possibilità di manifestare il pensiero va, nella generale incoscienza, contraendosi e riempiendosi di rischi.

http://www.ansa.it/sito/notizie/flash/2019/11/04/-a.-mittal-notifica-a-commissari-volonta-di-ritirarsi-_da9b7cfc-0e00-4b70-813d-fc404879ea9b.html
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Novembre 05, 2019, 11:35:35 am
Prova ad articolare un po'; io ovviamente non ci capisco nulla.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Novembre 05, 2019, 12:03:11 pm
Diciamo, in ipotesi e senza specifici riferimenti al caso di cui parla l'articolo, quando un gruppo di persone, organizzato e dotato di mezzi, guidato da intento comune, agente in via privata per il proprio interesse, opera per modificare aspetti della struttura portante di uno stato, anche per alterare specifici ordinamenti, con ricadute sugli equilibri fondamentali, utilizzando persone, stabilità di contesti ecomomici e sociali, sui quali può esercitare un diretto potere, in posizione di supremazia di fatto, dunque di forza, come fattore di negoziazione con il predetto stato, che subirebbe anch'esso un danno grave, sta agendo molto similmente ad altre situazioni più definite a livello filosofico (e in parte normativo) ma che tendenzialmente sono considerate da espellere dal contesto civile.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Novembre 05, 2019, 11:10:47 pm
Ovviamente, apprendo da Cartabianca, si sta operando, a firma PD, per lo "scudo penale" generalizzato. Astuto.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Novembre 06, 2019, 01:49:40 pm
L'ho sentito in almeno 6 gr di tre radio diverse, ma ci fosse UNO che avesse spiegato cosa cazzo è lo scudo penale.
Io non ne ho idea.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Novembre 06, 2019, 02:10:51 pm
L'ho sentito in almeno 6 gr di tre radio diverse, ma ci fosse UNO che avesse spiegato cosa cazzo è lo scudo penale.
Io non ne ho idea.


https://www.cittanuova.it/esperto/2019/9/9/cose-lo-scudo-penale/
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Novembre 06, 2019, 02:14:28 pm
Le implicazioni di una estensione generalizzata sono intuibili. Altro che piano di rinascita democratica, per dirne una tra le tante.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: MadDog - Novembre 06, 2019, 02:18:17 pm
Non si parla abbastanza, qui in Italia, di cosa sta accadendo nel mondo dell'industria automobilistica.

Questo titolo mi pare significativo: Fca-Renault = Fine della Fiat (https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/05/27/fca-renault-fine-della-fiat/5211284)

Da aggiornare con FCA - PSA.
Se st'ennesima pagliacciata andrà in porto come sembra, quarto mega gruppo al mondo per la produzione di inutili tombini.
Va da sè che saranno i marchi italiani a pigliarsela in culo, chiaramente considerando che Alfa e Lancia son già morte da un bel pò.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Novembre 06, 2019, 04:19:39 pm
L'ho sentito in almeno 6 gr di tre radio diverse, ma ci fosse UNO che avesse spiegato cosa cazzo è lo scudo penale.
Io non ne ho idea.


https://www.cittanuova.it/esperto/2019/9/9/cose-lo-scudo-penale/

A dire il vero neanche questo risponde alla domanda, disquisisce sul quando e sul come ma ancora una volta dà per scontato cosa sia.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Allevi3MSC - Novembre 06, 2019, 04:45:37 pm
Poi a furia di leggere credo di aver capito un po' (solo un po') cosa sia, ma non viene chiaramente e prima di tutto spiegato cosa sia.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Novembre 06, 2019, 05:34:55 pm
Mmmmm... si potrebbe dire... una interpretazione di una scriminante ("il fatto, che sarebbe antigiuridico, non è antigiuridico se...") tolta alla giurisprudenza, che guarda al caso concreto da analizzare, a valle, e fissata come norma, a monte. Circa quello che succederebbe con le estremizzazioni della legittima difesa.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Novembre 06, 2019, 05:36:56 pm
Vuoi eliminare il ruolo della magistratura, standarizzando a priori eventi, che dovrebbero essere specifici, concreti, in modo generale e astratto.
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Novembre 07, 2019, 01:14:54 pm
Ma il direttore di Radio Popolare è la quinta colonna di Renzi?
Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Novembre 07, 2019, 05:48:27 pm
http://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2019/11/06/linea-dura-conte-con-arcelormittal-pd-vuole-scudo-m5s-divisi-_0b1e3eee-df12-4804-a31c-0be45b418cd0.html

Titolo: Re:ah, l'economia
Inserito da: Mixarchagevas - Novembre 07, 2019, 09:28:51 pm
Calenda che da penitente torna capitano della finanza mi commuove...