Le Malvestite

Psychiatric help => Speakers' corner => Topic aperto da: Mattia - Maggio 14, 2008, 01:49:51 am

Titolo: Rom: che fare?
Inserito da: Mattia - Maggio 14, 2008, 01:49:51 am
ce l'abbiamo fatta. dopo mesi di caccia alle streghe, telegiornali che tra le tette dell'Arcuri e il nuovo film della Bellucci riportavano mezze verità e trasmissioni in cui vallette assolutamente incapaci facevano facce contrite ascoltando storie patetiche, l'odio è finalmente scoppiato.
a napoli hanno dato fuoco a diversi campi rom e hanno pure festeggiato coi fuochi d'artificio!
io sono SCONVOLTO.
non sono il protettore dei romeni, perché così come non andrebbe fatto di tutta l'erba un fascio in negativo, evito di farlo anche in positivo. ma tutto ciò è veramente barbaro. schifo. puh (sputo).
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Cettyola - Maggio 14, 2008, 03:31:52 am
Mattia si tratta di gente che oltre che essere martoriata dai problemi della spazzatura che conosciamo già, si vede entrare in casa delle ragazzine rom intente a rubare le neonate dalla culla.  Quando lo Stato non interviene si rischia di fare giustizia da soli e sommariamente. Come è appunto successo. 
Vogliono che quei campi spariscano e alla svelta.
Se avessero rapito mia figlia dalla culla non avrei esitato dal festeggiare all'incendio del campo nomadi.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: SaintJust - Maggio 14, 2008, 08:01:31 am
beh quelli che bruciano i campi nomadi (il che equivale a uno che ti entra in casa e gli da fuoco) sono delinquenti e incivili quanto e più dei nomadi. Li si potrebbe prendere (nomadi e bruciatori di nomadi) e sbatterli testa con testa.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Ghismunda - Maggio 14, 2008, 09:25:45 am
Citazione
ce l'abbiamo fatta. dopo mesi di caccia alle streghe, telegiornali che tra le tette dell'Arcuri e il nuovo film della Bellucci riportavano mezze verità e trasmissioni in cui vallette assolutamente incapaci facevano facce contrite ascoltando storie patetiche, l'odio è finalmente scoppiato.

Quoto benchè non abbia mai vissuto in una realtà come Napoli.
Il clima di caccia alle streghe l'ho percepito anch'io da un po' di tempo...delirio gotico appunto...
A fame, a peste a bello libera nos Domine?
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: I a liar - Maggio 14, 2008, 12:38:04 pm
Per quanto disapprovi il modo di vivere di alcuni ROM, chè a mio parere, se vogliono che vengano rispettate le trazioni del loro popolo, dovrebbero quanto meno adeguarle, se non alla legge in vigore nel paese ospitante, almeno alla Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo(!), la notizia dell'incendio del campo ROM mi ha profondamente sconvolta...
E' una barbarie che va oltre l'immaginabile (almeno per un paese che ha la faccia tosta di dichiararsi "civile") :'(

Non ci resta che aspettare l'arrivo dell'astronave Vogon... in fondo un'autostrada intergalattica è pur sempre di qualche utilità.


Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: crocodile - Maggio 14, 2008, 12:56:15 pm
mi fate venire voglia di rileggermi Adams (letto qualche secolo fa... sigh)
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Mattia - Maggio 14, 2008, 01:13:19 pm
ci sono bambini in quei campi.
molti di loro sono delinquenti, ma bruciare è una cosa inammissibile.
ribadisco, ci sono bambini (che già non hanno fatto una vita facile finora).
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: SaintJust - Maggio 14, 2008, 01:34:41 pm
ci sono bambini in quei campi.
molti di loro sono delinquenti, ma bruciare è una cosa inammissibile.
ribadisco, ci sono bambini (che già non hanno fatto una vita facile finora).
ben detto. Ma naturalmente per chi compie crimini del genere quelli son bambini di serie b.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Chicca - Maggio 14, 2008, 01:56:19 pm
Tutta questa storia mi ha fatto ritornare in mente quando al supermercato ( avevo 6-7 anni circa) due nomadi rapirono un bimbo dal carrello di una signora: ci rinchiusero con l'allarme dentro il centro commerciale,e il bimbo lo ritrovarono in bagno già avvolto di stracci e sporcato,"pronto" per essere portato via...Per quanto la madre fosse disperata e incazzata,e pure tutti quelli che avevano assistito alla scena,a nessuno saltò in testa di picchiarle o dare loro fuoco(ci mancherebbe altro),ci aspettavamo che venissero portate via dalla polizia etc etc invece un paio di giorni dopo,erano fuori dallo stesso supermercato,libere come uccel di bosco ??? Non è assolutamente giusto dare fuoco ai campi,nè fare di tutta un erba un fascio: come avete già detto,ci sono anche bambini in quei campi,è assurdo che debbano pagare tutti per l'errore di una persona!però capisco che questa gente sia stanca della situazione,prima di questa bimba avevano tentato di rapire un altro ragazzino che è riuscito a scappare nella stessa zona...lo stato non riesce a gestire la situazione dei rom,e l'unica cosa che sa fare è sgomberare i campi quando succedono casini...
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Macsibon - Maggio 14, 2008, 02:14:41 pm
Il popolo è bestia. L'emozione della bestia è subitanea ed immediata, passata l'emozione si dimentica l'azione. Chi era che lo diceva? Machiavelli? Quanto? Cinque secoli fa?
Certo che è più facile prendersela con un campo ROM piuttosto che con la Camorra, avessero dato fuoco alle ville dei camorristi, con loro e tutte le "famiglie" dentro già molti anni fa probabilmente  oggi sarebbero meno esasperati dai rifiuti e criminalità. Di certo c'è che è più facile prendersela con chi non si può difendere o genera minor paura. Per quanto aberrante sia il gesto di rapire un bambino, dar fuoco ad un accampamento non ha giustificazioni in un paese civile.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AnLi - Maggio 14, 2008, 02:16:24 pm
non sono il protettore dei romeni, perché così come non andrebbe fatto di tutta l'erba un fascio in negativo, evito di farlo anche in positivo. ma tutto ciò è veramente barbaro. schifo. puh (sputo).
A parte che i ROM sono una cosa diversa dai Romeni..anzi i ROM hanno origini indiane e i Romeni stessi non hanno molta simpatia per loro, i quali nel passato non hanno fatto altro che stanziarsi in Romania!
Io sono molto radicale verso i ROM..non al punto di essere favorevole al fuoco..ma comunque andrebbero presi dei seri provvedimenti!
Non mi stupisco dei fatti di Napoli..mi dispiace..ma capisco che arrivati ad un certo punto si è esasperati!
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Mattia - Maggio 14, 2008, 02:33:07 pm
ma anch'io sono d'accordo sui seri provvedimenti. io stesso ho subito dei furti. ma mai mi metterei a bruciar loro le baracche, tutto qua.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AnLi - Maggio 14, 2008, 02:45:15 pm
ma anch'io sono d'accordo sui seri provvedimenti. io stesso ho subito dei furti. ma mai mi metterei a bruciar loro le baracche, tutto qua.
Allora siamo d'accordissimo! ;D
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: SaintJust - Maggio 14, 2008, 02:53:37 pm
Il popolo è bestia. L'emozione della bestia è subitanea ed immediata, passata l'emozione si dimentica l'azione. Chi era che lo diceva? Machiavelli? Quanto? Cinque secoli fa?
Certo che è più facile prendersela con un campo ROM piuttosto che con la Camorra, avessero dato fuoco alle ville dei camorristi, con loro e tutte le "famiglie" dentro già molti anni fa probabilmente  oggi sarebbero meno esasperati dai rifiuti e criminalità. Di certo c'è che è più facile prendersela con chi non si può difendere o genera minor paura. Per quanto aberrante sia il gesto di rapire un bambino, dar fuoco ad un accampamento non ha giustificazioni in un paese civile.
Quoto. Deboli coi forti, forti coi deboli. Oltre che barbari son pure vigliacchi.
A me ste "spedizioni punitive" ad appiccare roghi ricordano tanto le "imprese" del KKK. Vergogna. Nessuna comprensione nè giustificazione. Sono delle merde. Punto.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Macsibon - Maggio 14, 2008, 03:09:34 pm
Senza disturbare il KKK ricordano le spedizioni squadriste del ventennio. Capitano proprio adesso, dice niente a nessuno?
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: ls - Maggio 14, 2008, 03:16:16 pm
Dice, dice, macs.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Valentinavale - Maggio 14, 2008, 04:17:56 pm
io non sono d'accordo con queste azioni di repressione, oltre al fatto che si son dimostrate già più volte inutili. é segno di inciviltà e basta.
Così davvero pagano tutti per gli errori di alcuni.
Ma allo stesso modo  non riesco a provare compassione. Ho assistito troppe volte a scene di mamme, che altro non erano che ragazzine, che sfruttavano i bambini appena nati per elemosinare. addirittura un bimbo in metropolitana per terra che al massimo aveva 3 mesi, al freddo in mezzo alla gente che passava. Stessa cosa sui treni della linea Milano-torino, ma credo sia così in tutte le città. Mi chiedo ma queste mamme vorranno bene ai loro bambini?
Capisco che ogni popolo abbia diritto di vivere secondo le proprie tradizioni ma quando vedo le scene dei campi rom sono sicura che quella non sia vita.
E ad ogni modo pagano solo i bambini che crescono senza alternative.
ovviamente non voglio dare un giudizio di valore alle persone prima di essere fraintesa.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AnLi - Maggio 14, 2008, 04:57:49 pm
ma è cultura o tradizione sfruttare i bambini, vivere di elemosina, rubare o vivere di espedienti!?
Non sono queste le usanze che vanno preservate! Non bisogna nascondersi dietro alla cultura e chiacchere varie! Bisogna difendendere preservare ciò che veramente è la cultura di un popolo (abiti, lingua ecc.) non tutto il resto!Queste persone vanno regolarizzate e aiutate se sono disposte a essere regolarizzate le altre no! Devono trovarsi un lavoro, mandare i figli a scuola ecc..! Visto che ormai non sono più un popolo nomade ma sono stanziati da un bel pezzo che diventino come tutti gli altri immigrati! In questo momento ci sono immigrati di serie A (i Rom che possono vivere come gli pare nella piena illegalità) e immigrati di serie Z (che lavorano in nero pulendo i culi dei vecchi ma che rischiano di ritrovarsi sbattuti fuori dal paese perchè non vengono regolarizzati).
A me sinceramente i Rom non fanno per niente pena!
Scusate ma io sono un pò stanca di questa situazione!
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: lisa - Maggio 14, 2008, 06:07:16 pm
ma è cultura o tradizione sfruttare i bambini, vivere di elemosina, rubare o vivere di espedienti!?
Non sono queste le usanze che vanno preservate! Non bisogna nascondersi dietro alla cultura e chiacchere varie! Bisogna difendendere preservare ciò che veramente è la cultura di un popolo (abiti, lingua ecc.) non tutto il resto!Queste persone vanno regolarizzate e aiutate se sono disposte a essere regolarizzate le altre no! Devono trovarsi un lavoro, mandare i figli a scuola ecc..! Visto che ormai non sono più un popolo nomade ma sono stanziati da un bel pezzo che diventino come tutti gli altri immigrati! In questo momento ci sono immigrati di serie A (i Rom che possono vivere come gli pare nella piena illegalità) e immigrati di serie Z (che lavorano in nero pulendo i culi dei vecchi ma che rischiano di ritrovarsi sbattuti fuori dal paese perchè non vengono regolarizzati).
A me sinceramente i Rom non fanno per niente pena!
Scusate ma io sono un pò stanca di questa situazione!
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: piperita patty - Maggio 14, 2008, 07:18:35 pm
Quelli che hanno bruciato il campo rom sono solo animali,ci scommetto quello che volete che alcuni di loro magari frequentano prostitute dell'est senza chiedersi se loro rapiscano i bimbi o no. Tutto ciò non giustifica il fatto che alcuni di loro compiano atti criminali ma io mi chiedo: loro sono venuti dalla Romania (o da qualunque altra parte del mondo vengano) fino qui in Italia solo per fare i criminali? Non penso. Forse sarebbe il caso che i politici si sedessero ad un tavolo e dicessero: "ok,questi fanno i criminali,una ragione ci sarà? Non sarebbe forse il caso di rendere più facile crearsi una vita onesta in  Italia?". Poi è chiaro che alcuni farebbero i criminali lo stesso,le merde ci sono in qualunque nazione ma non credo che la maggior parte di loro preferisca vivere in delle baraccopoli piuttosto che in una casa e avere un lavoro piuttosto che rubacchiare. Ma forse nutro troppe speranze nel genere umano...
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Valentinavale - Maggio 14, 2008, 07:31:31 pm
ma non credo che la maggior parte di loro preferisca vivere in delle baraccopoli piuttosto che in una casa e avere un lavoro piuttosto che rubacchiare. Ma forse nutro troppe speranze nel genere umano...

certo i criminali ci sono tra tutte le etnie e in tutte le nazioni Italia compresa, però visto che è probabilmente vero che la maggior parte di loro preferirebbe una vita normale perchè non iniziano  a mandar i bambini a scuola invece che mandarli ai semafori? Il primo passo per l'integrazione è tramite l'integrazione dei figli se non si vogliono creare delle generazioni sempre più emarginate. Si possono fare tanti bei discorsi ma è comprensibile poi anche la sfiducia  della gente nella giustizia sopratutto se queste persone non hanno una fissa dimora, diventano irreperibili quindi non sconteranno mai la loro pena dopo i processi.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Valentinavale - Maggio 14, 2008, 07:33:50 pm
Quelli che hanno bruciato il campo rom sono solo animali,ci scommetto quello che volete che alcuni di loro magari frequentano prostitute dell'est senza chiedersi se loro rapiscano i bimbi o no.

io scommetto anche che son gli stessi che quando la Polizia compie degli arresti di ladri e scippatori a Napoli assaltano la Polizia come spesso succede.
oppure che protestano perchè c'è immondizia per la strada e poi quando devon riaprire le discariche di nuovo contro la Polizia!
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AnLi - Maggio 14, 2008, 07:36:18 pm
Quelli che hanno bruciato il campo rom sono solo animali,ci scommetto quello che volete che alcuni di loro magari frequentano prostitute dell'est senza chiedersi se loro rapiscano i bimbi o no. Tutto ciò non giustifica il fatto che alcuni di loro compiano atti criminali ma io mi chiedo: loro sono venuti dalla Romania (o da qualunque altra parte del mondo vengano) fino qui in Italia solo per fare i criminali? Non penso. Forse sarebbe il caso che i politici si sedessero ad un tavolo e dicessero: "ok,questi fanno i criminali,una ragione ci sarà? Non sarebbe forse il caso di rendere più facile crearsi una vita onesta in  Italia?". Poi è chiaro che alcuni farebbero i criminali lo stesso,le merde ci sono in qualunque nazione ma non credo che la maggior parte di loro preferisca vivere in delle baraccopoli piuttosto che in una casa e avere un lavoro piuttosto che rubacchiare. Ma forse nutro troppe speranze nel genere umano...
Io credo che i Rom vogliano proprio fare quello che fanno! Se fosse solo questione di mancanza di opportunità tutti gli immigrati sarebbero in quelle condizioni!
Le opportunità ce l'hanno e come! Esempio: in una scuola elementare che conosco è stato preso un autobus di quelli grandi per andare a prendere direttamente al campo una decina di bambini Rom..il problema è che la maggior parte delle volte torna vuoto, ma soprattutto non esiste un servizio del genere per i bambini italiani o per i figli degli immigrati "comuni"!
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: angelwiththe - Maggio 15, 2008, 11:02:49 am
Il vero problema è che in Italia abbiamo le porte girevoli nelle galere. Ci stanno tutti tranne quelli che dovrebbero esserci.
Per forza poi raccogliamo tutti i delinquenti di tutte le nazionalità.  Ne è un esempio la storia raccontata da Chicca .
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: cristina - Maggio 15, 2008, 12:21:20 pm
loro sono venuti dalla Romania (o da qualunque altra parte del mondo vengano) fino qui in Italia solo per fare i criminali? Non penso. Forse sarebbe il caso che i politici si sedessero ad un tavolo e dicessero: "ok,questi fanno i criminali,una ragione ci sarà? Non sarebbe forse il caso di rendere più facile crearsi una vita onesta in  Italia?".

Lo credi davvero?io no. se facessero un lavoro onesto probabilmente non avrebbero la Mercedes.

Ricordo che mia nonna aveva fatto amicizia con una Rom, o come piaceva dire a lei stessa un ex-zingara,e le disse che la vita in una casa con un lavoretto, non rendeva come tutto quello che faceva la sua famiglia.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Belle - Maggio 15, 2008, 12:49:26 pm
A me sinceramente questa storia preoccupa, in questo paese non si fa altro che additare lo straniero e dare la colpa di tutti i mali a chi non è come noi. Il passo successivo quale sarà? Già siamo un paese arretrato per quanto riguarda i diritti civili ci mancano solo le leggi razziali.
La cosa che mi fa arrabbiare più di tutte però, a parte la massa forcaiola e stupida che non ha mai prodotto nulla di buono, è che le istituzioni se ne siano sempre fregate. Non hanno mai fatto nulla di concreto per l'integrazione, non hanno gestito l'immigrazione con cervello (anche perchè credo che alla camorra e alla mafia non convenga), nè poi si sono preoccupati di arginare la criminalità, il lavoro in nero e quant'altro derivi dall'immigrazione clandestina. Allora perchè si punta il dito solo contro un'etnia e non contro le istituzioni, contro noi stessi che abbiamo fatto finta di niente finchè improvvisamente non è scoppiata "l'emergenza sicurezza"?
Che poi l'emergenza sicurezza...bah...mi sembra una bufala buona solo per i telegiornali e distogliere la gente da problemi più pericolosi.
Come quando si afferma allarmati che 4 stupri su 10 vengono compiuti da stranieri e poi ci si dimentica invece di dire che i restanti sei invece avvengono in famiglia o per mano di un fidanzato...poi stranamente non si sente più parlare dell'immondizia, eppure è ancora tutta lì...
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bubu - Maggio 15, 2008, 01:07:18 pm
Anni fa lavoravo per una ONG, Manitese per la cronaca, e tra le altre cose seguimmo anche la vicenda dei Rom della nostra città. Ad un certo punto abbiamo dovuto smettere, o quasi.
Erano stati sfrattati dal campo e sistemati temporaneamente in un ex-ospedale che di lì a poco sarebbe stato ristrutturato. Ricordo perfettamente la fatica di trovare loro delle case vere, di trovargli dei lavoretti, di metterli in regola con i documenti. Non è facile riuscire a comunicare con loro credetemi: però ero gggiovane e idealista e lo facevo volentieri.
Alcuni  (pochi) si rimisero in regola, altri dopo un mese o due li rivedevi al semaforo a fare la questua. Ricominciammo a seguirli ad aiutarli, ma non ci fu niente da fare, sempre ai semafori. Lasciammo perdere i casi disperati anche perchè ne andava della nostra credibilità di associazione: con che faccia andare dalle stesse istituzioni a chiedere soldi, case, sapendo già che tra un mese saremmo stati da capo? Non ci avrebbero più preso sul serio, e abbiamo continuato a sostenere chi aveva scelto di costruirsi una vita. 
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Belle - Maggio 15, 2008, 03:09:40 pm
Io proprio non capisco perchè alcuni vogliano vivere così, a elemosinare o ai semafori. Forse li hanno sempre abituati così, non so, è un mondo che proprio non conosco. Però se alcuni di loro vogliono integrarsi e avere una vita normale è giusto che ci sia questa possibilità senza che vengano tutti ormai giudicati senza appello. Io ho conosciuto un ragazzo rom che veniva da un campo, lavorava come elettricista. Però per essere assunto non ha mai detto da dove veniva perchè sapeva che non lo avrebbero mai preso se no.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Lidalgirl - Maggio 15, 2008, 04:40:43 pm
Il popolo è bestia. L'emozione della bestia è subitanea ed immediata, passata l'emozione si dimentica l'azione. Chi era che lo diceva? Machiavelli? Quanto? Cinque secoli fa?
Certo che è più facile prendersela con un campo ROM piuttosto che con la Camorra, avessero dato fuoco alle ville dei camorristi, con loro e tutte le "famiglie" dentro già molti anni fa probabilmente  oggi sarebbero meno esasperati dai rifiuti e criminalità. Di certo c'è che è più facile prendersela con chi non si può difendere o genera minor paura. Per quanto aberrante sia il gesto di rapire un bambino, dar fuoco ad un accampamento non ha giustificazioni in un paese civile.
Quoto. Deboli coi forti, forti coi deboli. Oltre che barbari son pure vigliacchi.
A me ste "spedizioni punitive" ad appiccare roghi ricordano tanto le "imprese" del KKK. Vergogna. Nessuna comprensione nè giustificazione. Sono delle merde. Punto.

Concordo.
Per quanto nei cosiddetti campi nomadi ci sia sicuramente un'alta percentuale di delinquenza, non ha assolutamente senso bruciarli. Allora se tanto mi dà tanto andiamo a dar fuoco ai quartieri malfamati delle città.
Che poi sui rom c'è una disinformazione che metà basta, ma vabbé.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Valentinavale - Maggio 15, 2008, 07:01:29 pm
proprio oggi ho assistito per studio a delle udienze in tribunale per processi direttissimi in applicazione della Bossi-Fini.
La situazione brevemente era questa: clandestini senza lavoro e permesso di soggiorno con già decreto di espulsione emesso, vengono arrestati (|-) perchè dovevan andarsene e non l'hanno fatto.processo che si svolge in 10 minuti patteggiano la pena che viene sospesa quindi non si fanno neppure un giorno.emesso nulla osta per andarsene dall'Italia. e dopo? nulla. Lo Stato non ha soldi quindi questi clandestini non vengon accompagnati alla frontiera...e la storia finisce qui! dieci processi così in un ora. Lo Stato si ferma qui!
Ho già scritto sopra che son contraria a bruciare i campi perchè la giustizia deve fare il suo corso, ma se è questo il corso della giustizia sono un pò perplessa!
Poi sentire Maroni che fa grandi discorsi di espellere i Rom quando non ci son i fondi neppure per le espulsioni attuali mi rende ancora più perplessa! :bambambam:
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Belle - Maggio 15, 2008, 07:07:38 pm
E' tutta propaganda senza mezzi
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Mattia - Maggio 15, 2008, 07:09:10 pm
proprio oggi ho assistito per studio a delle udienze in tribunale per processi direttissimi in applicazione della Bossi-Fini.
La situazione brevemente era questa: clandestini senza lavoro e permesso di soggiorno con già decreto di espulsione emesso, vengono arrestati (|-) perchè dovevan andarsene e non l'hanno fatto.processo che si svolge in 10 minuti patteggiano la pena che viene sospesa quindi non si fanno neppure un giorno.emesso nulla osta per andarsene dall'Italia. e dopo? nulla. Lo Stato non ha soldi quindi questi clandestini non vengon accompagnati alla frontiera...e la storia finisce qui! dieci processi così in un ora. Lo Stato si ferma qui!
Ho già scritto sopra che son contraria a bruciare i campi perchè la giustizia deve fare il suo corso, ma se è questo il corso della giustizia sono un pò perplessa!
Poi sentire Maroni che fa grandi discorsi di espellere i Rom quando non ci son i fondi neppure per le espulsioni attuali mi rende ancora più perplessa! :bambambam:

Forum tutta la vita...
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Valentinavale - Maggio 15, 2008, 07:26:15 pm
proprio oggi ho assistito per studio a delle udienze in tribunale per processi direttissimi in applicazione della Bossi-Fini.
La situazione brevemente era questa: clandestini senza lavoro e permesso di soggiorno con già decreto di espulsione emesso, vengono arrestati (|-) perchè dovevan andarsene e non l'hanno fatto.processo che si svolge in 10 minuti patteggiano la pena che viene sospesa quindi non si fanno neppure un giorno.emesso nulla osta per andarsene dall'Italia. e dopo? nulla. Lo Stato non ha soldi quindi questi clandestini non vengon accompagnati alla frontiera...e la storia finisce qui! dieci processi così in un ora. Lo Stato si ferma qui!
Ho già scritto sopra che son contraria a bruciare i campi perchè la giustizia deve fare il suo corso, ma se è questo il corso della giustizia sono un pò perplessa!
Poi sentire Maroni che fa grandi discorsi di espellere i Rom quando non ci son i fondi neppure per le espulsioni attuali mi rende ancora più perplessa! :bambambam:

Forum tutta la vita...

Machhè Forum! sembrava di esser alle Poste!
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: chiarahhh - Maggio 16, 2008, 03:09:14 pm
proprio oggi ho assistito per studio a delle udienze in tribunale per processi direttissimi in applicazione della Bossi-Fini.
La situazione brevemente era questa: clandestini senza lavoro e permesso di soggiorno con già decreto di espulsione emesso, vengono arrestati (|-) perchè dovevan andarsene e non l'hanno fatto.processo che si svolge in 10 minuti patteggiano la pena che viene sospesa quindi non si fanno neppure un giorno.emesso nulla osta per andarsene dall'Italia. e dopo? nulla. Lo Stato non ha soldi quindi questi clandestini non vengon accompagnati alla frontiera...e la storia finisce qui! dieci processi così in un ora. Lo Stato si ferma qui!
Ho già scritto sopra che son contraria a bruciare i campi perchè la giustizia deve fare il suo corso, ma se è questo il corso della giustizia sono un pò perplessa!
Poi sentire Maroni che fa grandi discorsi di espellere i Rom quando non ci son i fondi neppure per le espulsioni attuali mi rende ancora più perplessa! :bambambam:

Che tu sappia, sono rimasti soldi per espellere almeno Maroni?
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Valentinavale - Maggio 16, 2008, 05:12:54 pm
Al massimo per quello organizziamo alla veloce una raccolta fondi!  :)
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Lidalgirl - Maggio 16, 2008, 05:53:58 pm

Che tu sappia, sono rimasti soldi per espellere almeno Maroni?
il famoso tesoretto...ahahahah.


La Giustizia in Italia...ah, problema assai gravoso.
consiglio a tutti la lettura di Toghe rotte (http://chiarelettere.go.ilcannocchiale.it/?r=85741) del procuratore aggiunto Bruno Tinti.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Elettra84 - Maggio 20, 2008, 11:46:29 pm
Un argomento spinoso e poliedrico... voi che ne pensate? Spagna e Europa ci stanno attaccando piú o meno velatamente e la gente brucia i campi Rom.

Ma possibile che in Italia sia cosí difficile far rispettare la legge? Davvero dobbiamo ricorrere ogni volta a sobillare le masse popolari parlando di fantomatici raid punitivi?


A volte mi viene da pensare che siamo un paese di buzziconi dal cervello piccolo e dalle menti pigre, senza alcuna coscienza civile e sociale. Mi sembra che la rispettabilissima intellighenzia italiana sia diventata piú una leggenda che una vera elite a cui le persone dovrebbero ispirarsi.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bubu - Maggio 21, 2008, 12:04:47 am
Credo ci sia già una discussione sull'argomento, mi pare: a Napoli bruciano i campi rom.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Belle - Maggio 21, 2008, 01:07:29 pm
A volte mi viene da pensare che siamo un paese di buzziconi dal cervello piccolo e dalle menti pigre, senza alcuna coscienza civile e sociale. Mi sembra che la rispettabilissima intellighenzia italiana sia diventata piú una leggenda che una vera elite a cui le persone dovrebbero ispirarsi.

Purtroppo la penso anch'io così.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Adriana - Settembre 07, 2010, 03:13:25 pm

Apro questa discussione (mi sembra che non ce ne sia una specifica sull'argomento) per riflettere dopo i rimpatri dei rom voluti da Sarkozy e gli sgomberi dei campi in varie parti d'Italia.

Confesso di conoscere solo l'opinione comune: che i rom vivono di espedienti, non vogliono davvero integrarsi con gli italiani e, pur definendosi 'nomadi', possono passare molti anni in un luogo senza spostarsi. Sono pregiudizi o c'è del vero?

Cosa si può fare per migliorare la situazione?
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 07, 2010, 03:41:03 pm
Sinceramente non riesco a pensare a una soluzione che non parta da uno sforzo di fiducia degli italiani non rom. In questo momento il loro e il "nostro" comportamento non può che portare avanti un circolo vizioso: qualche zingaro ha iniziato a rubare per andare avanti, quei pochi che osano cercare lavoro non lo trovano se non nascondendo le proprie origini per via dei furti degli altri, se non trovano lavoro sono costretti a procurarsi da vivere in qualche modo, e avanti così. Poi insomma, non sembra che si sbattano troppo per adattarsi al "nostro" sistema sociale: l'obbligo scolastico cercano di rispettarlo in pochi, e perdono le basi per l'integrazione.

A proposito della situazione attuale avevo seguito una puntata di Presa Diretta (http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-4a7c8533-7b4a-43c1-882e-b430d6cabfe1.html?p=1) che parlava dei rom del Testaccio di Roma, che dopo anni e anni erano stati cacciati in periferia, pur essendo ben integrati.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Mirtillosa° - Settembre 07, 2010, 03:46:36 pm
secondo me si dovrebbe smettere di chiamarli rom, o comunque fare delle distinzioni. Lo dico perchè molti zingari sono italianissimi, i rom invece vengono da alcuni paesi dell'est europa, inoltre un sacco di persone credono che rom sia sinonimo di rumeno e credono che tutti i rumeni siano zingari e questa cosa mi ha davvero scocciata
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: lucaluca - Settembre 07, 2010, 04:06:04 pm
la risposta è semplice come succedeva nella jugoslavia ai tempi di tito:
o lavori e rispetti le leggi o finisci a goli otok a spaccare pietre sotto il sole.
e la stessa cosa varrebbe per chi poi sfrutta la cosa per fini di propaganda poltica tipo i tizi verdani
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Mae - Settembre 07, 2010, 11:09:56 pm

Apro questa discussione (mi sembra che non ce ne sia una specifica sull'argomento) per riflettere dopo i rimpatri dei rom voluti da Sarkozy e gli sgomberi dei campi in varie parti d'Italia.

Confesso di conoscere solo l'opinione comune: che i rom vivono di espedienti, non vogliono davvero integrarsi con gli italiani e, pur definendosi 'nomadi', possono passare molti anni in un luogo senza spostarsi. Sono pregiudizi o c'è del vero?

Cosa si può fare per migliorare la situazione?
Da quanto ne so non è un pregiudizio, purché queste considerazioni non si estendano a tutti i nomadi. Una parte effettivamente non vuole integrarsi, altri invece lavorano o studiano, anche nei campi.

Non so come migliorare la situazione. Credo che un eccesso di assistenzialismo sia deleterio, ma che lo Stato debba offrire alternative (studio, lavoro, alloggio) e far rispettare delle regole, un po'come nei campi gestiti dalla Caritas.

Di sicuro gli sgomberi preelettorali non servono a un tubo, solo a distruggere il lavoro degli insegnanti che si impegnano per l'integrazione dei bambini.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: bzw. - Settembre 07, 2010, 11:42:40 pm
A Pescara gli zingari sono stanziali, hanno addirittura i loro quartieri. Non sono noti per la raffinatezza, ma dopotutto nessun terrone lo è. E Pescara non è l'unico luogo ad avere da secoli comunità zingare stanziali. Sia Rom che Sinti.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: cristina - Settembre 07, 2010, 11:43:11 pm
ma che lo Stato debba offrire alternative (studio, lavoro, alloggio)

Ma ti sembrano possibili le ultime due? Ti sembra realistico? A me sembra una gran stronzata, perchè ci sono moltissime persone che rischiano lo sfratto, fanno la fame (ne conosco) e la casa se la devono affittare o comprare da soli, che fanno le pulizie nei cessi quando li chiamano se no non si lavora. Se lo stato mette a disposizione appartamenti vanno assegnati ai bisognosi, non per risolvere una questione di emarginazione. Con questo non sto dicendo di non darli a loro in assoluto, ma credo che siano più meritevoli i cittadini, italiani e non, che pagano le tasse. I rom nomadi non lo fanno. Perciò una volta sistemati nei campi con camper e compagnia bella, si devono dar da fare loro per trovare casa e lavoro, come tutti.

Aggiungo: queste soluzioni che hai elencato tu sono quanto di più lontano dall'integrazione.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: bzw. - Settembre 08, 2010, 12:03:22 am
Ma io non credo che la maggioranza dei rom nomadi voglia diventare stanziale, eh.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: cristina - Settembre 08, 2010, 12:04:07 am
Tra l'altro.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Mae - Settembre 08, 2010, 12:23:46 am
ma che lo Stato debba offrire alternative (studio, lavoro, alloggio)

Ma ti sembrano possibili le ultime due? Ti sembra realistico? A me sembra una gran stronzata, perchè ci sono moltissime persone che rischiano lo sfratto, fanno la fame (ne conosco) e la casa se la devono affittare o comprare da soli, che fanno le pulizie nei cessi quando li chiamano se no non si lavora. Se lo stato mette a disposizione appartamenti vanno assegnati ai bisognosi, non per risolvere una questione di emarginazione. Con questo non sto dicendo di non darli a loro in assoluto, ma credo che siano più meritevoli i cittadini, italiani e non, che pagano le tasse. I rom nomadi non lo fanno. Perciò una volta sistemati nei campi con camper e compagnia bella, si devono dar da fare loro per trovare casa e lavoro, come tutti.

Aggiungo: queste soluzioni che hai elencato tu sono quanto di più lontano dall'integrazione.
È complicato, ma non intendevo dire che lo Stato potrebbe offrire appartamenti. Ho letto di un progetto (mi pare questo: http://operanomadipadova.blog.tiscali.it/2010/02/04/padova__inaugurato_il_progetto_sperimentale_autocostruito_dai_sinti_veneti_2033650-shtml/) in cui i "nomadi" ormai stanziali vengono aiutati a costruire da soli delle abitazioni e a produrre e vendere vino.
Ho detto che l'assistenzialismo mi sembra deleterio, e una cosa simile ci è comunque molto vicina. Però come lo Stato dovrebbe aiutare i cittadini, lo stesso andrebbe fatto con gli ex-nomadi. È necessario che ci siano delle regole, anche rigide (come nei campi della Caritas).
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 22, 2010, 09:33:04 pm
Io opto per l'espulsione di massa anche in Italia.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Allevi3MSC - Settembre 22, 2010, 09:34:25 pm
Cristo, ma sei serio?
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 22, 2010, 09:37:38 pm
Certo.
Io già non sopporto gli italiani, figurati i rom.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 22, 2010, 09:39:12 pm
Io già non sopporto gli italiani, figurati i rom.
Contraddizione in termini, gran parte dei rom sono italiani. ::)

No, dài, ma sei serio? :o :-X
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 22, 2010, 09:45:19 pm
Non credo.
Magari le nuove generazioni di rom sono italiane, ma quelle belle stagionate no.

In ogni caso...sì, sono serio. Non è che uno deve essere politically correct a tutti i costi.

Mi pare il colmo preoccuparsi di dare gli appartamenti ai rom, quando ci sono migliaia di famiglie italiane strozzate da affitti e mutui.

Poi vabbè...amo tutti, peace and love...anzi greenpeace and love, mettiamoci un acquario in casa per ospitare le foche e le balene, gli extracomunitari sono utili a tutti perchè fanno lavori di merda e tutte queste cose qui.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: lucaluca - Settembre 22, 2010, 09:51:34 pm
gli esperimenti spagnoli per renderli stanziali si sono rivelati in gran parte un disastro nonostante a granada da anni ed anni esista per esempio una "città" rom.
resto sempre del parere che  basterebbe far rispettare veramente le leggi, e comunque tenere conto che un cosentino da solo, per esempio,  fa più danni, anche se non così "visibili" al nostro portafogli che tutti i furti dei rom messi assieme. Dico cosentino ma potrei dire il figlio di bossi che prende millemila euro pubblici per essere un emerito testa di cazzo
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 22, 2010, 09:53:46 pm
Fàtti una bella disintossicazione di preconcetti con la puntata di Presa diretta che ho linkato nel secondo post di questo topic. Comunque io non sono per la politica della carità a tutti costi, anche quando i rom non rispondono con un miglioramento nei loro comportamenti. Ho espresso la mia opinione nello stesso post.

Per quanto riguarda il tuo parere: non si tratta di essere politicamente corretti o no, l'espulsione tout court è un atto assolutamente antidemocratico e razzista, si possono attuare linee politiche restrittive ma politically correct più sensate e legali dell'espulsione.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 22, 2010, 09:55:44 pm
gli esperimenti spagnoli per renderli stanziali si sono rivelati in gran parte un disastro nonostante a granada da anni ed anni esista per esempio una "città" rom.
resto sempre del parere che  basterebbe far rispettare veramente le leggi, e comunque tenere conto che un cosentino da solo, per esempio,  fa più danni, anche se non così "visibili" al nostro portafogli che tutti i furti dei rom messi assieme. Dico cosentino ma potrei dire il figlio di bossi che prende millemila euro pubblici per essere un emerito testa di cazzo
(a Castellón de la plana, vicino a Valencia, un rom si era bruciato vivo per denunciare la situazione di emarginazione dell'etnia)

Comunque benché abbia più o meno la tua opinione, la seconda parte del tuo post è molto benaltrista. Argomenta in altri modi. ;)
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 22, 2010, 09:58:48 pm
Con il governo che abbiamo, dire che un rom ruba sembra una battuta.
Quello di cui mi lamento è il volersi occupare di loro e ritenerli un problema, quando invece i problemi sono altri.

Dico, per esempio, che non mi interessa che questi vivano vicino al Tevere.
Poracci, c'è l'umidità.

Sti cazzi.

Invece si sprecano palate di soldi per spostarli nel campo di Salone e si lamentano perchè "stanno troppo lontani dal centro".

Ma limortacc :-X

Che volevano il campo al Colosseo?
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 22, 2010, 10:01:04 pm
(tutto spiegato nella puntata di cui sopra)
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: yao_chan - Settembre 22, 2010, 10:02:55 pm
Beh, AlePato, và che non è mica una battuta dire che sono italiani.
Tanti sono italiani per davvero, e pure da un bel po'.
Io non ho la soluzione, purtroppo. So che c'è chi vuole essere aiutato e chi no. Ci sono quelli che si integrano (magari possono essere persone che conosci che si vergognano di dire la loro provenienza, ce n'è molti), quelli che vogliono ma non possono, quelli a cui non frega niente.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: lucaluca - Settembre 22, 2010, 10:04:22 pm
non è benaltrista anzi, sui rom si rischia sempre la divisione razzista/volemose tuti ben.
1) vengono usati come comodo bersaglio per sviare l'attenzione dalle malefatte più grandi da un bel po' di tempo, da alemanno a sarkozy da bossi all'ultimo sindaco leghista
2) il loro comportamento si presta ad essere usati come bersagli
quelli che li "difendono" di solito cadono in contraddizioni incredibili e difendono l'indifendibile e lasciano tutto lo spazio possibile ai bossi di turno

penso che l'unico modo per venirne fuori sia da un lato fargli rispettare le leggi sino alle estreme conseguenze ergo se mandi i figli ad elemosinare e/o rubare, i figli li perdi, come succederebbe ad un italiano qualsiasi. e dall'altro facendo "vedere" alla gente che perdono molti più soldi a causa chessò di un leghista che mette il figlio incompetente in un posto di responsabilità che per qualsiasi furtarello di rom.

se tu hai soluzioni migliori ovviamente
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 22, 2010, 10:04:30 pm
Fàtti una bella disintossicazione di preconcetti con la puntata di Presa diretta che ho linkato nel secondo post di questo topic. Comunque io non sono per la politica della carità a tutti costi, anche quando i rom non rispondono con un miglioramento nei loro comportamenti. Ho espresso la mia opinione nello stesso post.

Per quanto riguarda il tuo parere: non si tratta di essere politicamente corretti o no, l'espulsione tout court è un atto assolutamente antidemocratico e razzista, si possono attuare linee politiche restrittive ma politically correct più sensate e legali dell'espulsione.

No, no, io non ho preconcetti. Se li avessi direi "i rom rubano e sporcano".
Io vado oltre. I rom sono un non-problema.
E se diventano un problema (irrisolvibile, non diciamoci puttanate con "facciamogli rispettare la legge") va eliminato.
Io vivo in una città che ha incasinata. Io, dopo essermi fatti il culo sui libri, devo pagare per lavorare.
Io devo pagare per la casa. Io devo pagare le tasse. Se poi io devo pagare anche il campo rom con i prefabbricati e le parabole...no.
Ma anche no.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 22, 2010, 10:08:59 pm
Fàtti una bella disintossicazione di preconcetti con la puntata di Presa diretta che ho linkato nel secondo post di questo topic. Comunque io non sono per la politica della carità a tutti costi, anche quando i rom non rispondono con un miglioramento nei loro comportamenti. Ho espresso la mia opinione nello stesso post.

Per quanto riguarda il tuo parere: non si tratta di essere politicamente corretti o no, l'espulsione tout court è un atto assolutamente antidemocratico e razzista, si possono attuare linee politiche restrittive ma politically correct più sensate e legali dell'espulsione.

No, no, io non ho preconcetti. Se li avessi direi "i rom rubano e sporcano".
Io vado oltre. I rom sono un non-problema.
E se diventano un problema (irrisolvibile, non diciamoci puttanate con "facciamogli rispettare la legge") va eliminato.
Io vivo in una città che ha incasinata. Io, dopo essermi fatti il culo sui libri, devo pagare per lavorare.
Io devo pagare per la casa. Io devo pagare le tasse. Se poi io devo pagare anche il campo rom con i prefabbricati e le parabole...no.
Ma anche no.
Allora avresti potuto spiegarti meglio, sembra volessi spedirli in sola andata in Romania. Anch'io francamente non capisco il perché di questo spostamento dei rom quando la situazione precedente era buona e se i politici sanno benissimo che mosse del genere sono impopolarissime e non fanno che peggiorare il circolo vizioso del non-problema, come lo definisci tu. (in realtà un problema decisamente, non sono immuni dal rispetto della legge e dalla legalità, checché si dica di sindaci leghisti e compagnia cantante)
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: lucaluca - Settembre 22, 2010, 10:09:37 pm
fare rispettare la legge non è una puttanata, nella ex jugoslavia rigavano dritto perchè appunto gli facevano rispettare la legge.
altrimenti la tua soluzione sono le deportazioni forzate in massa: oggi toccherebbe a loro magari domani a te, è già successo
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 22, 2010, 10:09:47 pm
Beh, AlePato, và che non è mica una battuta dire che sono italiani.
Tanti sono italiani per davvero, e pure da un bel po'.
Io non ho la soluzione, purtroppo. So che c'è chi vuole essere aiutato e chi no. Ci sono quelli che si integrano (magari possono essere persone che conosci che si vergognano di dire la loro provenienza, ce n'è molti), quelli che vogliono ma non possono, quelli a cui non frega niente.

Possono essere pure marocchini, americani o australiani. Il discorso non cambia.
Nemmeno io ho la soluzione del problema e nemmeno Sarkozy ce l'aveva.
Quindi se il problema non ha la soluzione: elimina il problema.
Vedi a che serve Carla Bruni?
Mentalità italiana.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 22, 2010, 10:14:52 pm
(È una soluzione vigliacchissima e inefficace, quella di scaricare a qualche altro stato il barile dei rom.)
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 22, 2010, 10:16:12 pm

Allora avresti potuto spiegarti meglio, sembra volessi spedirli in sola andata in Romania. Anch'io francamente non capisco il perché di questo spostamento dei rom quando la situazione precedente era buona e se i politici sanno benissimo che mosse del genere sono impopolarissime e non fanno che peggiorare il circolo vizioso del non-problema, come lo definisci tu. (in realtà un problema decisamente, non sono immuni dal rispetto della legge e dalla legalità, checché si dica di sindaci leghisti e compagnia cantante)

Forse avresti potuto chiedere, invece di avere dei preconcetti.
Non lo so.
Da una parte credo che i fuocherelli che si accendevano sulla Cristoforo Colombo creassero un po' di problemi alla circolazione.
Ecco il non rispetto della legge.

Dall'altra credo che il Casilino 900 fosse diventato una specie di far west in cui nemmeno la polizia osava andare.
Ed ecco l'immunità.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 22, 2010, 10:17:38 pm
fare rispettare la legge non è una puttanata, nella ex jugoslavia rigavano dritto perchè appunto gli facevano rispettare la legge.
altrimenti la tua soluzione sono le deportazioni forzate in massa: oggi toccherebbe a loro magari domani a te, è già successo

Va benissimo.
Mi deportano, mi danno una casa, da mangiare, una parabolona di sky e io me ne sto tutto il giorno a guardare la tv.
La sera metto incinta mia moglie.
Oh...una bella vita.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 22, 2010, 10:18:57 pm
(È una soluzione vigliacchissima e inefficace, quella di scaricare a qualche altro stato il barile dei rom.)

Barile? Questo è un preconcetto.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 22, 2010, 10:20:42 pm
:o Quanti preconcetti che avevo, eh?
Questo me lo sono sognato? ::)
 
Io opto per l'espulsione di massa anche in Italia.

(discorso sull'immunità: hai frainteso. Intendevo dire che non è che perché i rom sono povery&sfigaty non gli si deve rompere a norma di legge, non che in realtà ai rom viene fatta rispettare la legge attualmente. ;))
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: yao_chan - Settembre 22, 2010, 10:22:21 pm
Beh, AlePato, và che non è mica una battuta dire che sono italiani.
Tanti sono italiani per davvero, e pure da un bel po'.
Io non ho la soluzione, purtroppo. So che c'è chi vuole essere aiutato e chi no. Ci sono quelli che si integrano (magari possono essere persone che conosci che si vergognano di dire la loro provenienza, ce n'è molti), quelli che vogliono ma non possono, quelli a cui non frega niente.

Possono essere pure marocchini, americani o australiani. Il discorso non cambia.
Nemmeno io ho la soluzione del problema e nemmeno Sarkozy ce l'aveva.
Quindi se il problema non ha la soluzione: elimina il problema.
Vedi a che serve Carla Bruni?
Mentalità italiana.

Beh, se sono italiani non puoi prenderli e sbatterli fuori, eh.
Proprio per niente, hanno il diritto di stare qui come me e te.

non è benaltrista anzi, sui rom si rischia sempre la divisione razzista/volemose tuti ben.
1) vengono usati come comodo bersaglio per sviare l'attenzione dalle malefatte più grandi da un bel po' di tempo, da alemanno a sarkozy da bossi all'ultimo sindaco leghista
2) il loro comportamento si presta ad essere usati come bersagli
quelli che li "difendono" di solito cadono in contraddizioni incredibili e difendono l'indifendibile e lasciano tutto lo spazio possibile ai bossi di turno

penso che l'unico modo per venirne fuori sia da un lato fargli rispettare le leggi sino alle estreme conseguenze ergo se mandi i figli ad elemosinare e/o rubare, i figli li perdi, come succederebbe ad un italiano qualsiasi. e dall'altro facendo "vedere" alla gente che perdono molti più soldi a causa chessò di un leghista che mette il figlio incompetente in un posto di responsabilità che per qualsiasi furtarello di rom.

se tu hai soluzioni migliori ovviamente

Quoto. E aggiungo che però, comunque, bisogna anche dar loro le stesse possibilità che hanno tutti gli altri. Come vengono aiutati i poveri "italiani" anche i rom vanno aiutato allo stesso modo, se hanno problemi di povertà.

(Ho messo le virgolette perchè ribadisco che non c'è una netta distinzione, si può essere Rom E italiani)
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: lucaluca - Settembre 22, 2010, 10:22:49 pm
forse devo spiegare il sistema jugoslavo:
se i figli non erano mandati a studiare e nutriti e curati venivano tolti ai genitori
se i genitori non accettavano un lavoro venivano mandati a lavorare in bellissime isolette a spaccare le pietre sotto il sole
se i genitori mandavano figli a rubare o chiedere l'elemosina i figli gli venivano tolti
se i genitori rubavano finivano nelle carceri jugoslave in cui non si annoiavano perchè alla mattina alle 6 si alzavano a raccogliere patate ,ad esempio, per 10 ore al giorno

non deportazioni ma rispetto della legge, ovvio che la legge deve avere la forza di farsi rispettare il che non è il caso dell'italia come non di sicuro i rom sono il più grosso problema italiano ma nemmeno il decimo e forse nemmeno il centesimo


fare rispettare la legge non è una puttanata, nella ex jugoslavia rigavano dritto perchè appunto gli facevano rispettare la legge.
altrimenti la tua soluzione sono le deportazioni forzate in massa: oggi toccherebbe a loro magari domani a te, è già successo

Va benissimo.
Mi deportano, mi danno una casa, da mangiare, una parabolona di sky e io me ne sto tutto il giorno a guardare la tv.
La sera metto incinta mia moglie.
Oh...una bella vita.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 22, 2010, 10:22:57 pm
(È una soluzione vigliacchissima e inefficace, quella di scaricare a qualche altro stato il barile dei rom.)

Barile? Questo è un preconcetto.
(sì, barile, dall'espressione "scaricabarile". Banana!)

Preconcetto di 'sto cazzo, credi che lo stato che riceve i rom espulsi sia lì a far festa con la soluzione pronta? Tutta l'UE è più o meno in difficoltà, salvo tentativi in Spagna.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 22, 2010, 10:23:35 pm
:o Quanti preconcetti che avevo, eh?
Questo me lo sono sognato? ::)
 
Io opto per l'espulsione di massa anche in Italia.

(discorso sull'immunità: hai frainteso. Intendevo dire che non è che perché i rom sono povery&sfigaty non gli si deve rompere a norma di legge, non che in realtà ai rom viene fatta rispettare la legge attualmente. ;))

No, non te lo sei sognato, ma aveva appena segnato il Brescia e mi rodeva il culo.
Non vale.

Ah ok...bene.
Bella pe' te, fratè.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 22, 2010, 10:25:38 pm
Beh, tutti i rom può prenderli il Vaticano.

Solo che comunque me li ritrovo a Roma.

Niente, non c'è soluzione.
Non c'è soluzione per il non-problema. Quindi eliminiamo il problema.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 22, 2010, 10:29:16 pm
Beh, tutti i rom può prenderli il Vaticano.

Solo che comunque me li ritrovo a Roma.

Niente, non c'è soluzione.
Non c'è soluzione per il non-problema. Quindi eliminiamo il problema.
L'espulsione non è l'eliminazione del problema, è lo spostamento del (non?) problema da qualche altra parte, e nel contesto internazionale dell'UE una cosa del genere mi sembra mooolto miope.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: yao_chan - Settembre 22, 2010, 10:32:53 pm
Ma poi, ancora, non puoi espellerli! Al massimo puoi espellere gli stranieri! Ma quelli con cittadinanza italiana.
senti, te lo devo dire, una troiata peggio di questa non potevi spararla.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 22, 2010, 10:38:31 pm
Non vi scaldate.

Giusto. Non posso espellere gli italiani.
Ma se hanno gli stessi diritti che ho io, hanno anche gli stessi doveri.
Che so, pagare le tasse?

Io vivo da solo e pago, per dire, una tassa sui rifiuti che manco c'avessi villa Torlonia.
Allora.
Hanno solo diritti questi poveri rom?

Io non sparo troiate.
Al massimo le faccio.

L'UE non serve solo a fare la vacanzina senza passaporto.
Germania: i rom sono Kosovari?
E si rimandano in Kosovo.

Il Kosovo non può riprenderseli?
E sti cazzi.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Adriana - Settembre 22, 2010, 10:40:39 pm

Ecco, secondo me la questione dei diritti/doveri è interessante. Se i rom sono cittadini italiani, devono rispettare le leggi e pagare le tasse. O no?
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 22, 2010, 10:41:59 pm
Il Kosovo non può riprenderseli?
E sti cazzi.
Wow che ragionamento! ::)
Ma poi se compiono tutti questi reati esistono il carcere, i processi e tante altre cosine (sconosciute, evidentemente) che si chiamano giustizia. Perché bisogna ostinarsi con trattamenti speciali?
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 22, 2010, 10:42:33 pm

Ecco, secondo me la questione dei diritti/doveri è interessante. Se i rom sono cittadini italiani, devono rispettare le leggi e pagare le tasse. O no?

Eh... :adorazione:
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: yao_chan - Settembre 22, 2010, 10:43:54 pm
È stato detto più volte che la legge va fatta rispettare.
Non la fanno rispettare, perchè? Non ne ho la minima idea, sicuramente. Fatto sta che li vedo pure io, qua passano a mesi alterni, coi macchinoni e le roulotte scalcagnate.
Perchè nessuno fa niente?
Forse è comodo non fare niente e lasciarli girare, avere qualcuno da incolpare.
Non lo so.
Cominciamo a togliere i figli a quelli che non li mandano a scuola e che li mandano ad elemosinare, intanto. A dare la giusta punizione a chi ruba, e a dare il giusto posto nella società a chi se lo merita.

Ecco, secondo me la questione dei diritti/doveri è interessante. Se i rom sono cittadini italiani, devono rispettare le leggi e pagare le tasse. O no?

Eh... :adorazione:

Ale, qua qualcuno ha per caso detto "nooooo, lasciateli stare, poveri!" non mi sembra.
Diritti/doveri, proprio come tutti noi. Però non è che se tu vai di matto non paghi le tasse e ti metti a rubare ti spediscono a calci in culo chissà dove, eh.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 22, 2010, 10:44:25 pm
Il Kosovo non può riprenderseli?
E sti cazzi.
Wow che ragionamento! ::)
Ma poi se compiono tutti questi reati esistono il carcere, i processi e tante altre cosine (sconosciute, evidentemente) che si chiamano giustizia. Perché bisogna ostinarsi con trattamenti speciali?

Sconosciute a chi?
Io faccio un lavoro che si sposa perfettamente con la giustizia.
A me è l'ingiustizia che fa girare i coglioni.

Il carcere?
Parli del carcere italiano sovraffollato, mal gestito e pieno di suicidi?
Ottima soluzione.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Adriana - Settembre 22, 2010, 10:46:42 pm

Quello che mi (vi) chiedo è: sono state fatte delle politiche per l'integrazione? Forse non hanno funzionato?   ???
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 22, 2010, 10:48:22 pm
Il Kosovo non può riprenderseli?
E sti cazzi.
Wow che ragionamento! ::)
Ma poi se compiono tutti questi reati esistono il carcere, i processi e tante altre cosine (sconosciute, evidentemente) che si chiamano giustizia. Perché bisogna ostinarsi con trattamenti speciali?

Sconosciute a chi?
Io faccio un lavoro che si sposa perfettamente con la giustizia.
A me è l'ingiustizia che fa girare i coglioni.

Il carcere?
Parli del carcere italiano sovraffollato, mal gestito e pieno di suicidi?
Ottima soluzione.

Non sarà una soluzione fantastica (come non lo è per delinquenti di ogni sorta), ma almeno è la pena prevista normalmente dalla legislazione per tali reati. Quello che mi snerva è questa differenziazione forzata nel trattamento, quando per i reati di cui si tacciano i rom è già previsto un certo trattamento. >:(
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 22, 2010, 10:48:55 pm

Ale, qua qualcuno ha per caso detto "nooooo, lasciateli stare, poveri!" non mi sembra.
Diritti/doveri, proprio come tutti noi. Però non è che se tu vai di matto non paghi le tasse e ti metti a rubare ti spediscono a calci in culo chissà dove, eh.

Ripeto, perchè repetita iuvant: posso preoccuparmi del problema rom "dove li mando, cosa gli faccio fare, devono rispettare la legge, gli do un appartamentino vista mare" quando le famiglie italiane non riescono ad arrivare a fine mese strozzate dal mutuo, dall'affitto, dalle tasse, dai libri per la scuola, dai pannolini super assorbenti?

Con che coraggio investo dei fondi per risolvere "il problema rom"?

Io questo coraggio non ce l'ho.
E visto che dei rom non me ne frega una beneamata cippa, ripeto: sti cazzi.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 22, 2010, 10:50:02 pm

Quello che mi (vi) chiedo è: sono state fatte delle politiche per l'integrazione? Forse non hanno funzionato?   ???
Per quanto ne so in Italia si è fatto poco o niente, e il poco è stato fatto ad minchiam canis (vedi trasferimento rom del Testaccio a Roma). Poi soprattutto in confronto ad altri Paesi europei facciamo una figura barbina.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 22, 2010, 10:50:42 pm

Non sarà una soluzione fantastica (come non lo è per delinquenti di ogni sorta), ma almeno è la pena prevista normalmente dalla legislazione per tali reati. Quello che mi snerva è questa differenziazione forzata nel trattamento, quando per i reati di cui si tacciano i rom è già previsto un certo trattamento. >:(

Prima di diventare grande e guardare in faccia la realtà (e l'ingiustizia) anche io pensavo che ad ogni reato corrispondesse una pena, pensa un po' che coglione.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: yao_chan - Settembre 22, 2010, 10:51:28 pm
Per quello che vedo io sul mio territorio - provincia sud di Milano - non è stata fatta integrazione.
Tra l'altro qui vicino, a Opera, era successo un casino con un campo rom...ne hanno parlato ai tg nazionali, credo. mi pare avessero dato fuoco a qualcosa.

Oh, io sono la prima a dire che così le cose non vanno.
i miei facevano i vigili su strada, hanno beccato un sacco di borseggiatori rom. E in famiglia ci è stato fatto l'appartamento da loro per due volte.
Però, sti cazzi, mica possiamo buttarli fuori a calci.
Vediamo, magari, di educare sti cazzo di ragazzini (che mi fanno sempre una pena immensa) tanto per cominciare. Che mi sa non gliene frega a nessuno che vadano a scuola o meno)

Ale, qua qualcuno ha per caso detto "nooooo, lasciateli stare, poveri!" non mi sembra.
Diritti/doveri, proprio come tutti noi. Però non è che se tu vai di matto non paghi le tasse e ti metti a rubare ti spediscono a calci in culo chissà dove, eh.

Ripeto, perchè repetita iuvant: posso preoccuparmi del problema rom "dove li mando, cosa gli faccio fare, devono rispettare la legge, gli do un appartamentino vista mare" quando le famiglie italiane non riescono ad arrivare a fine mese strozzate dal mutuo, dall'affitto, dalle tasse, dai libri per la scuola, dai pannolini super assorbenti?

Con che coraggio investo dei fondi per risolvere "il problema rom"?

Io questo coraggio non ce l'ho.
E visto che dei rom non me ne frega una beneamata cippa, ripeto: sti cazzi.


Intanto, se i rom sono italiani, hanno gli stessi diritti di quelli che hanno i problemi finanziari.
Poi, sai, abbiamo in comune tipo che siamo esseri umani ::) Quello che stai proponendo è abominevole sotto ogni punto di vista, espelliamo gente su base razziale, tra quanto rimanderemo i "terroni" da dove sono venuti, ed espelleremo quelli con i capelli rossi perchè notoriamente sono demoniaci? ::)
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 22, 2010, 10:53:11 pm

Ale, qua qualcuno ha per caso detto "nooooo, lasciateli stare, poveri!" non mi sembra.
Diritti/doveri, proprio come tutti noi. Però non è che se tu vai di matto non paghi le tasse e ti metti a rubare ti spediscono a calci in culo chissà dove, eh.

Ripeto, perchè repetita iuvant: posso preoccuparmi del problema rom "dove li mando, cosa gli faccio fare, devono rispettare la legge, gli do un appartamentino vista mare" quando le famiglie italiane non riescono ad arrivare a fine mese strozzate dal mutuo, dall'affitto, dalle tasse, dai libri per la scuola, dai pannolini super assorbenti?

Con che coraggio investo dei fondi per risolvere "il problema rom"?

Io questo coraggio non ce l'ho.
E visto che dei rom non me ne frega una beneamata cippa, ripeto: sti cazzi.

Ma quello che io invece ripeto non lo si deve considerare un problema diverso dagli altri! Frega cazzi se vogliono starsene in una roulotte, quello che deve importare alla giustizia sono i reati per cui è perseguito il resto degli italiani, e come italiani devono essere trattati secondo la legislazione applicata agli altri. Devo fare un disegno?
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: yao_chan - Settembre 22, 2010, 10:57:41 pm
Bisca :-*
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 22, 2010, 10:57:53 pm

Intanto, se i rom sono italiani, hanno gli stessi diritti di quelli che hanno i problemi finanziari.
Poi, sai, abbiamo in comune tipo che siamo esseri umani ::) Quello che stai proponendo è abominevole sotto ogni punto di vista, espelliamo gente su base razziale, tra quanto rimanderemo i "terroni" da dove sono venuti, ed espelleremo quelli con i capelli rossi perchè notoriamente sono demoniaci? ::)

Doveri, yao_chan, doveri.
Che hanno diritti l'abbiamo capito.

E certo...il razzista stasera mi mancava.
Facciamo così: quanto tempo puoi stare negli Stati Uniti se non hai un lavoro?

Razzistoni americani!

ps: a me le rosse piacciono.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 22, 2010, 10:59:35 pm

Ma quello che io invece ripeto non lo si deve considerare un problema diverso dagli altri! Frega cazzi se vogliono starsene in una roulotte, quello che deve importare alla giustizia sono i reati per cui è perseguito il resto degli italiani, e come italiani devono essere trattati secondo la legislazione applicata agli altri. Devo fare un disegno?

Bene!
Io voglio la pace nel mondo e più figa per tutti!
Quando dormo.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: yao_chan - Settembre 22, 2010, 11:04:43 pm

Intanto, se i rom sono italiani, hanno gli stessi diritti di quelli che hanno i problemi finanziari.
Poi, sai, abbiamo in comune tipo che siamo esseri umani ::) Quello che stai proponendo è abominevole sotto ogni punto di vista, espelliamo gente su base razziale, tra quanto rimanderemo i "terroni" da dove sono venuti, ed espelleremo quelli con i capelli rossi perchè notoriamente sono demoniaci? ::)

Doveri, yao_chan, doveri.
Che hanno diritti l'abbiamo capito.

E certo...il razzista stasera mi mancava.
Facciamo così: quanto tempo puoi stare negli Stati Uniti se non hai un lavoro?

Razzistoni americani!

ps: a me le rosse piacciono.

Senti, uno che espelle su base RAZZIALE è RAZZISTA. Non ci vuole molto a coglierlo.
Non ho la soluzione per tutto, non sono onnisapiente, so che se si continua così non si va da nessuna parte. Ma NESSUNO si preoccupa di far rispettare la legge a questi qui, eh.
L'evasione delle tasse è l'ultimo dei problemi, quelle le evadono anche gli "italianissimi". Il problema è che se si ghettizzano (o si autoghettizzano) non se ne esce.
Il punto è che comunque ci SONO rom che si integrano, che non rubano. Quelli aiutati dalla caritas, se non rispettano gli accordi, vengono sbattuti fuori a calci nel culo. E li rispettano.
Non ci vuole molto a far tirare dritta la gente, questo è il risultato di ANNI di lassismo, che pagheremo noi stronzi che abbiamo avuto la grande idea di nascere dopo quelli che hanno fatto il macello.
Meglio, così?

EDIT: e non dico che tu voglia espellere altra gente (e ci mancherebbe!) ma che giustificando una cosa simile, si giustificano TUTTE le discriminazioni su base razziale.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 22, 2010, 11:09:50 pm

Intanto, se i rom sono italiani, hanno gli stessi diritti di quelli che hanno i problemi finanziari.
Poi, sai, abbiamo in comune tipo che siamo esseri umani ::) Quello che stai proponendo è abominevole sotto ogni punto di vista, espelliamo gente su base razziale, tra quanto rimanderemo i "terroni" da dove sono venuti, ed espelleremo quelli con i capelli rossi perchè notoriamente sono demoniaci? ::)

Doveri, yao_chan, doveri.
Che hanno diritti l'abbiamo capito.

E certo...il razzista stasera mi mancava.
Facciamo così: quanto tempo puoi stare negli Stati Uniti se non hai un lavoro?

Razzistoni americani!

ps: a me le rosse piacciono.
Benaltrismo pórtami via!


Ma quello che io invece ripeto non lo si deve considerare un problema diverso dagli altri! Frega cazzi se vogliono starsene in una roulotte, quello che deve importare alla giustizia sono i reati per cui è perseguito il resto degli italiani, e come italiani devono essere trattati secondo la legislazione applicata agli altri. Devo fare un disegno?

Bene!
Io voglio la pace nel mondo e più figa per tutti!
Quando dormo.
Allora, qua o è idiozia conclamata o non so. Ti faccio la dimostrazione come per i problemini di geometria:
- gli italiani sono soggetti a legislazione italiana
- rom=italiani
=>i rom sono soggetti a legislazione italiana per proprietà transitiva
MA secondo te i rom dovrebbero essere espulsi
MA l'espulsione non è contemplata nella legislazione italiana
=>espulsione non attuabile perché in contrasto con la legislazione italiana

Amen.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 22, 2010, 11:10:21 pm

Senti, uno che espelle su base RAZZIALE è RAZZISTA. Non ci vuole molto a coglierlo.
Non ho la soluzione per tutto, non sono onnisapiente, so che se si continua così non si va da nessuna parte. Ma NESSUNO si preoccupa di far rispettare la legge a questi qui, eh.
L'evasione delle tasse è l'ultimo dei problemi, quelle le evadono anche gli "italianissimi". Il problema è che se si ghettizzano (o si autoghettizzano) non se ne esce.
Il punto è che comunque ci SONO rom che si integrano, che non rubano. Quelli aiutati dalla caritas, se non rispettano gli accordi, vengono sbattuti fuori a calci nel culo. E li rispettano.
Non ci vuole molto a far tirare dritta la gente, questo è il risultato di ANNI di lassismo, che pagheremo noi stronzi che abbiamo avuto la grande idea di nascere dopo quelli che hanno fatto il macello.
Meglio, così?


Naa...io espellerei anche gli italiani che non pagano le tasse.
O quelli che hanno la residenza a Montecarlo ma, come dire, cagano nel nostro Paese.

yao_chan non ci vuole molto a far tirare la gente dritta, dici?
Non lo sapevo...
Ho imparato una cosa nuova, stasera...vado a dormire felice.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 22, 2010, 11:11:51 pm
Ale', vai a dormire TRISTE ma almeno non fare il finto tonto. Che nervoso! (ma cazzo, NC dov'è? Lei si prende benissimo con i flammoni!)
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 22, 2010, 11:13:17 pm

Senti, uno che espelle su base RAZZIALE è RAZZISTA. Non ci vuole molto a coglierlo.
Non ho la soluzione per tutto, non sono onnisapiente, so che se si continua così non si va da nessuna parte. Ma NESSUNO si preoccupa di far rispettare la legge a questi qui, eh.
L'evasione delle tasse è l'ultimo dei problemi, quelle le evadono anche gli "italianissimi". Il problema è che se si ghettizzano (o si autoghettizzano) non se ne esce.
Il punto è che comunque ci SONO rom che si integrano, che non rubano. Quelli aiutati dalla caritas, se non rispettano gli accordi, vengono sbattuti fuori a calci nel culo. E li rispettano.
Non ci vuole molto a far tirare dritta la gente, questo è il risultato di ANNI di lassismo, che pagheremo noi stronzi che abbiamo avuto la grande idea di nascere dopo quelli che hanno fatto il macello.
Meglio, così?


Naa...io espellerei anche gli italiani che non pagano le tasse.
O quelli che hanno la residenza a Montecarlo ma, come dire, cagano nel nostro Paese.

yao_chan non ci vuole molto a far tirare la gente dritta, dici?
Non lo sapevo...
Ho imparato una cosa nuova, stasera...vado a dormire felice.
E grazie al cazzo, se tutti gli stati usassero le nazioni confinanti come surrogati di carcere saremmo a posto. Poi non ha senso come pena giuridica.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 22, 2010, 11:14:23 pm

Allora, qua o è idiozia conclamata o non so. Ti faccio la dimostrazione come per i problemini di geometria:
- gli italiani sono soggetti a legislazione italiana
- rom=italiani
=>i rom sono soggetti a legislazione italiana per proprietà transitiva
MA secondo te i rom dovrebbero essere espulsi
MA l'espulsione non è contemplata nella legislazione italiana
=>espulsione non attuabile perché in contrasto con la legislazione italiana

Amen.


Evita di insultarmi, non mi pare che io l'abbia fatto con te.
Poi se questo ti fa sentire più intelligente, fai pure. Chi sono io per impedirtelo.

La legge Bossi/Fini ti dice niente?
Prima di parlare di legislazione con me, ti conviene studiare.

Buonanotte a tutti i rom e figli dei fiori.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: yao_chan - Settembre 22, 2010, 11:15:19 pm
Beh, sorpresa sorpresa, non puoi espellere nemmeno loro.
Non funziona che qualcuno decide chi può stare qui e chi no, eh. È una concezione un po' totalitaria dello stato.
E, sorpresa sorpresa, se la pena è certa e a chi trasgredisce fai un culo tanto, no, gli passa la voglia di rompere i coglioni.
Come in molti paesi l'evasione è combattuta come si deve, e sono pochissimi quelli che evadono si potrebbe fare qui.
Ma non si fa.
Quello sull'evasione è un discorso a parte, ma funziona così per TUTTO.
poi certo, è più facile agitare la clava e buttare fuori dalla caverna chi ti sta sulle palle, ovviamente.
Ma, ribadisco, un domani potrai trovare qualcuno che ti butta fuori di qui perchè gli gira così. Che bella concezione del mondo.
Io e Bisca saremo idealisti e ingenui, ma almeno non siamo così miopi da pensare che della gente, solo perchè è nata in un certo modo, sia completamente senza speranza.

EDIT: puoi espellere quelli che NON sono italiani. Gli italiani NO.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 22, 2010, 11:15:47 pm
Minchia, Ale', vai a dormire TRISTE ma almeno non fare il finto tonto. Che nervoso! (ma cazzo, NC dov'è? Lei si prende benissimo con i flammoni!)

Non te la prendere...si parla...tanto per passare il tempo, in attesa del sonno.

Buonanotte
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 22, 2010, 11:16:31 pm
Beh, sorpresa sorpresa, non puoi espellere nemmeno loro.
Non funziona che qualcuno decide chi può stare qui e chi no, eh. È una concezione un po' totalitaria dello stato.
E, sorpresa sorpresa, se la pena è certa e a chi trasgredisce fai un culo tanto, no, gli passa la voglia di rompere i coglioni.
Come in molti paesi l'evasione è combattuta come si deve, e sono pochissimi quelli che evadono si potrebbe fare qui.
Ma non si fa.
Quello sull'evasione è un discorso a parte, ma funziona così per TUTTO.
poi certo, è più facile agitare la clava e buttare fuori dalla caverna chi ti sta sulle palle, ovviamente.
Ma, ribadisco, un domani potrai trovare qualcuno che ti butta fuori di qui perchè gli gira così. Che bella concezione del mondo.
Io e Bisca saremo idealisti e ingenui, ma almeno non siamo così miopi da pensare che della gente, solo perchè è nata in un certo modo, sia completamente senza speranza.

EDIT: puoi espellere quelli che NON sono italiani. Gli italiani NO.

Stiamo dicendo la stessa cosa.

Notte
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: yao_chan - Settembre 22, 2010, 11:17:46 pm
Mah, io NON sto dicendo di espellere mezzo mondo perchè sì, tu no.
Fammici pensare... :sgratsgrat:
NO, non stiamo dicendo la stessa cosa.
Ma guarda.
Per favore, dai.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 22, 2010, 11:18:54 pm
Ma infatti la Bossi/Fini si basa su questo principio idiota della differenziazione.

Comunque mi dispiace se ti sei sentito insultato, nella foga mi sono espresso brutalmente. Intendevo contestare la tua opinione, non te. Scusami.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 22, 2010, 11:20:05 pm
yao_chan: AlePato si appella alle varie norme Bossi/Fini et similia, che ignorano l'ovvia equazione rom=italiano. ;)
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: yao_chan - Settembre 22, 2010, 11:21:10 pm
Sì sì, l'ho capito. Ho risposto nel messaggio ancora prima ^^
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: cristina - Settembre 22, 2010, 11:50:28 pm
Non cullatevi nell'idealismo, ragazzi. è tanto bello dire che hanno i nostri stessi doveri, che devono mandare la prole a scuola e che devono pagare le tasse, quindi di fatto il problema non c'è.

Focalizziamoci sul punto principale della questione: non rispettano la legge. A partire dalle loro dannate roulotte che nel 99% dei casi occupano suolo pubblico: lo sapete che se io piazzo un cavalletto con la macchina fotografica in piazza Castello per fotografare un monumento il vigile mi può multare? Occupo suolo pubblico abusivamente. Però perchè loro possono stare nel parcheggio abbandonato davanti alla fabbrica?

Voi dite: facciamo rispettare la legge. Allora com'è che non si levano dalle palle manco per il cazzo? In parte chi se ne dovrebbe occupare se ne frega, è vero, ma gli altri? Il fatto è che non si può, con queste persone è impossibile pretendere di instaurare un dialogo, figuriamoci imporgli delle leggi che possono tranquillamente ignorare. Con il loro menefreghismo e la loro prepotenza ci restano sul groppone e non solo, ci fanno venire anche delle idee che definire di merda è poco: costruiamo loro delle strutture vicino alla nuova residenza sabauda appena restaurata...cosacome??

E lo sapete benissimo che il fare le dovute differenze non è razzismo ma realismo.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: cristina - Settembre 22, 2010, 11:52:53 pm

 E aggiungo che però, comunque, bisogna anche dar loro le stesse possibilità che hanno tutti gli altri. Come vengono aiutati i poveri "italiani" anche i rom vanno aiutato allo stesso modo, se hanno problemi di povertà.


No.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: yao_chan - Settembre 23, 2010, 12:00:35 am
E perchè no?
Continuo a dire che sono italiani, alcuni.
Se nasci in mezzo a gente che ti manda a fare l'elemosina e ti insegna a rubare che fai?
Continuo a insistere: sti ragazzini mandiamoli a scuola. Portiamoli via alle famiglie se proprio, cazzo. E questa gente qui rispetta la legge, come fanno tutti gli altri, li incarceri.
Si dice che non funziona.
Eh, si è mai provato?
Non capisco come non facciate a vedere l'orrido che c'è dietro un'espulsione di stampo razziale.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: NuovaCarne - Settembre 23, 2010, 12:05:45 am
sti ragazzini mandiamoli a scuola. Portiamoli via alle famiglie se proprio, cazzo.
è sempre uno spettacolo vedere che il bimbetto di 7 anni se ne va a zonzo a elemosinare di mattina sotto gli occhi della pula che ovviamente non batte ciglio.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: yao_chan - Settembre 23, 2010, 12:07:47 am
Quello sì che mi fa accapponare la pelle e mi fa incazzare.
Poi ci credo che la gente arriva a dire "sbattiamoli fuori", non si fa niente per costringerli a rispettare la legge, cazzo. Diventano visibili quando scippano - se li prendono - oppure quando vogliono spostare i campi.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: NuovaCarne - Settembre 23, 2010, 12:10:19 am
L'altra cosa spettacolare è che la pula sa benissimo che sono i rom a rubare le macchine (almeno a reggio) ma non va a recuperarle o ad arrestare qualcuno manco se cala la madonna dalla montagna.

Diciamo che un buon 50% di responsabilità ce l'ha lo stato che non fa un cazzo di niente per riportare un minimo di ordine.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: cristina - Settembre 23, 2010, 12:11:49 am
Ci sarà un motivo se non possono fare niente, no?  ::)
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: NuovaCarne - Settembre 23, 2010, 12:12:24 am
Ci sarà un motivo se non possono fare niente, no?  ::)
no, non direi proprio.
Non "possono" poi?
1) li pagano per fare rispettare la legge
2) sono pure armati, non vedo la difficoltà
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: cristina - Settembre 23, 2010, 12:15:02 am
Riempi le carceri e riempi gli istituti di bambini, poi butta nella discarica le roulotte. E poi? Puoi tenerli in carcere per anni? No. Escono e figliano e non ci pensano manco per il cazzo ad andare via da qui, si ricostruiscono la baracchetta e via. Credo che con loro non valga proprio prenditi la punizione e impara la lezioncina.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: yao_chan - Settembre 23, 2010, 12:17:13 am
Scusa, eh, sti discorsi mi fanno incazzare.
"Loro" chi?
Hanno per nascita una conformazione mentale diversa? È una cultura, per noi dannosissima, ma non è una cosa "fisiologica".
È assurdo parlare di ste cose per etnia.
Anzi, direi che è TERRIFICANTE.
Perchè a sto punto un leghista può dire con serenità "i terroni sono così, la mafia ce l'hanno di natura, è una cosa congenita".
È identico.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: cristina - Settembre 23, 2010, 12:18:44 am
Loro che fanno parte delle comunità nomadi rom.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: NuovaCarne - Settembre 23, 2010, 12:19:28 am
Riempi le carceri e riempi gli istituti di bambini, poi butta nella discarica le roulotte. E poi? Puoi tenerli in carcere per anni? No. Escono e figliano e non ci pensano manco per il cazzo ad andare via da qui, si ricostruiscono la baracchetta e via. Credo che con loro non valga proprio prenditi la punizione e impara la lezioncina.
come fai a dirlo? io non ho MAI visto un intervento a tutela dei minori. MAI. MAi una cazzo di volta che a uno di questi che sistematicamente sfruttano il "lavoro" tra virgolette minorile gli abbiano tolto i figli. Voglio vedere se glieli togli e li mandi a scuola a calci nel sedere e li dai ad un'altra famiglia se la generazione successiva esce uguale ai padri o esce diversa. Ma siccome non si è MAI fatto un cazzo di niente è ovvio che non cambierà MAI niente
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: yao_chan - Settembre 23, 2010, 12:23:51 am
Grazie NuovaCarne. Quoto col sangue.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: cristina - Settembre 23, 2010, 12:24:54 am
Senti, guardiamo la realtà. Si dovrebbe praticamente togliere una marea di figli perchè solo le comunità stanziali* non lo fanno, per la mia esperienza. Ci servirebbe un dispiego di personale e un numero di istituti e assistenti sociali e compagnia bella che rasentebbero la follia. Non si tratta di casi isolati, ma di situazioni diffuse. Allora chi se la prende in carico la cosa? Siamo sicuri che non ci siano altre priorità?







*E ce ne fossero cazzo, sono ricchi e fanno girare il settore della mia famiglia (gioielleria) che è un piacere.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: NuovaCarne - Settembre 23, 2010, 12:29:52 am
Senti, guardiamo la realtà. Si dovrebbe praticamente togliere una marea di figli perchè solo le comunità stanziali* non lo fanno, per la mia esperienza. Ci servirebbe un dispiego di personale e un numero di istituti e assistenti sociali e compagnia bella che rasentebbero la follia. Non si tratta di casi isolati, ma di situazioni diffuse. Allora chi se la prende in carico la cosa? Siamo sicuri che non ci siano altre priorità?
questo è un altro discorso, ma allora non si può dire "ah è inutile fare perchè tanto non cambia gnente". Che non si è fatto e non si fa è un dato di fatto. Le leggi ci sono e nessuno si premura di farle rispettare. In questo modo non si fa altro che lasciare che la merda dei padri ricada sui figli, quindi alla fin fine per lo stato italiano i figli dei rom sono bambini di serie b, perchè se beccassero me a sfruttare il lavoro minorile i figli stai tranquilla che me li toglierebbero seduta stante.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: cristina - Settembre 23, 2010, 12:36:36 am
Io nella prima pagina di questo topic mi sono espressa così, ovvero prima c'è altro. Prima di passare anche io per razzista, che in questi discussioni è un gran bello stratagemma per mettere in difficoltà l'interlocutore, dico che a me non me ne interessa niente, non li schifo e nessuna di queste cazzate. Mi parte solo l'embolo quando quando sento dire "aiutiamo gli zingarelli poveri e sistemiamoli". No, dannazione no.
Prima accennavo alla stronzata immane venuta in mente all'imbecille dell'ex sindaco del mio paese: fare di una ex caserma un campo rom. A parte il fatto che volevano farlo accanto ad un bene architettonico e culturale, questa simpatica caserma è davanti a casa mia, che sono nel centro paese. Cazzo però, i miei c'han messo vent'anni a pagare sta casa. Pensa come ci rode il culo se si mettono a regalare case davanti alla nostra solo perchè, cito Bisca, sono povery e sfigaty (manco per il cazzo).
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: NuovaCarne - Settembre 23, 2010, 12:40:30 am
Cazzo però, i miei c'han messo vent'anni a pagare sta casa. Pensa come ci rode il culo se si mettono a regalare case davanti alla nostra solo perchè, cito Bisca, sono povery e sfigaty (manco per il cazzo).
potrà anche rodere, ma è stato fatto anche con le famiglie meno abbienti non rom con le case popolari. Se uno ci ha i soldi paga, se non ce li ha, quando lo stato è nelle condizioni di farlo, ti aiuta (giustamente).
Ad ogni modo io sono contaria a regalargli la casa perchè già non hanno la filosofia che devono lavorare, e non è certo così che gliela inculcherai. Quella di ficcarli nelle case invece che nelle roulotte è solo un modo per traslocare il problema come quando metti la polvere sotto il tappeto.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: yao_chan - Settembre 23, 2010, 12:42:17 am
Ma infatti non devono regalare case.
Agli "italiani" non mi sembra regalino case. Danno case popolari a chi ne ha bisogno.
Però non è che lo stato se ne lava le mani e poi dopo gente che non ha fatto niente ne paga le conseguenze.
A me fa sempre riflettere che in mezzo ci sono bambini che non hanno scelto di vivere in topaie, e di essere mandati ad elemosinare.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: cristina - Settembre 23, 2010, 12:44:30 am
Cazzo però, i miei c'han messo vent'anni a pagare sta casa. Pensa come ci rode il culo se si mettono a regalare case davanti alla nostra solo perchè, cito Bisca, sono povery e sfigaty (manco per il cazzo).
potrà anche rodere, ma è stato fatto anche con le famiglie meno abbienti non rom con le case popolari. Se uno ci ha i soldi paga, se non ce li ha, quando lo stato è nelle condizioni di farlo, ti aiuta (giustamente).

Allora finiranno in graduatoria con tutta i bisognosi. Non si devono fare robe apposta per i rom. Che poi era l'argomento del topic, ovvero: come si favorisce l'integrazione? Non così.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: NuovaCarne - Settembre 23, 2010, 12:45:51 am
Cazzo però, i miei c'han messo vent'anni a pagare sta casa. Pensa come ci rode il culo se si mettono a regalare case davanti alla nostra solo perchè, cito Bisca, sono povery e sfigaty (manco per il cazzo).
potrà anche rodere, ma è stato fatto anche con le famiglie meno abbienti non rom con le case popolari. Se uno ci ha i soldi paga, se non ce li ha, quando lo stato è nelle condizioni di farlo, ti aiuta (giustamente).

Allora finiranno in graduatoria con tutta i bisognosi. Non si devono fare robe apposta per i rom.
infatti è così che dovrebbe funzionare.

Che poi era l'argomento del topic, ovvero: come si favorisce l'integrazione? Non così.

su questo siamo d'accordo. (avevo editato sopra)
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: cristina - Settembre 23, 2010, 12:49:20 am
A me fa sempre riflettere che in mezzo ci sono bambini che non hanno scelto di vivere in topaie, e di essere mandati ad elemosinare.

Allora, mi spiace dirlo, ma qui il loro ci vuole, perchè questa è la loro cultura. Fanno l'elemosina, punto. Però entra in conflitto con la legge italiana. Ma loro continuano a fottersene e a farlo. Perchè? Cazzo, perchè? A me fa incazzare prima la loro non disponibilità ad adeguarsi alle leggi del posto in cui vivono che lo stato italiano che non fa un cazzo.
Bisogna prima avercela* con loro, perchè sono loro che non rispettano la legge, che con le forze dell'ordine.



* non odiarli, essere solo un pochetto incazzati.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: NuovaCarne - Settembre 23, 2010, 12:52:35 am
A me fa sempre riflettere che in mezzo ci sono bambini che non hanno scelto di vivere in topaie, e di essere mandati ad elemosinare.

Allora, mi spiace dirlo, ma qui il loro ci vuole, perchè questa è la loro cultura. Fanno l'elemosina, punto. Però entra in conflitto con la legge italiana. Ma loro continuano a fottersene e a farlo. Perchè? Cazzo, perchè? A me fa incazzare prima la loro non disponibilità ad adeguarsi alle leggi del posto in cui vivono che lo stato italiano che non fa un cazzo.
Bisogna prima avercela* con loro, perchè sono loro che non rispettano la legge, che con le forze dell'ordine.



* non odiarli, essere solo un pochetto incazzati.
puoi avercela con gli adulti ma i minorenni che spesso costituiscono il grosso della "manodopera" saresti obbligato a tutelarli, nel momento in cui tu tutore della legge vedi e non fai un cazzo per me sei complice come se ti stuprano una sotto il naso e ti giri dall'altra parte. Il bambino è VITTIMA dei genitori in quel caso, vogliamo mettercelo in testa? Mica intervenire è un optional
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: cristina - Settembre 23, 2010, 12:56:51 am
Si, ma ripeto. E la mole di lavoro che ci sarebbe da fare? Non sarebbe meglio inculcargli che qui non si può? Oppure glieli togli 'sti bambini, italiani, e loro via dalle palle, perchè secondo me anche se glieli porti via e a loro non li tocchi, non gliene fotte niente.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Sian - Settembre 23, 2010, 01:07:42 am
Discussione difficile, ma che merita di essere letta.
Cosa penso?
Non ci sono cittadini di serie A e cittadini di serie B. Non ci essere umani e esseri meno umani; qualche volta, nella foga siamo tutti dei razzisti e mica mi sottraggo o mi elevo.
Alcuni membri della comunità rom delinquono, la stessa comunità tende a nasconderli, le forze dell'ordine non fanno nulla: è un serpente che si morde la coda.
Nella mia città c'è un campo nomadi, non ho la certezza che sia legale (magari Jules lo sa) però è lì, ci sono state infinite polemiche: l'allacciamento per l'elettricità e l'acqua corrente sono stati travagli che hanno impegnato diversi sindaci, il tasso di borseggi e pure aggressioni quando a loro si uniscono i giostrai è altissimo per un paese come il nostro, quindi la pazienza la si perde e pure spesso.
Mi sono chiesta: “Ma a 'sti qui, che hanno sette figli, cosa gli costa spostare il culo in una dannata casa del Comune?” o “E se la piantassero di rompere con le loro tradizioni, che magari sono un paravento per farsi i comodi loro?” ma la risposta non è sempre semplice: alcuni sono criminali, altri non lo sono ma non voglio omologarsi e desiderano condurre un'esistenza nomade.
La loro è una comunità chiusa, le regole sono interne e raramente si aprono a quelle esterne: lo vedo io stessa, sono persone oneste ma credono di dover preservare la loro cultura da noi.
Lo Stato è colpevolmente assente, questo è il punto.
Io esigo che lo Stato pensi a chiunque è sul suolo italiano, che ne garantisca i diritti e che ne chiarisca i doveri: i rom devono avere l'adeguata assistenza sanitaria, l'istruzione obbligatoria (quindi, ci si accerta di dove sono i minori), devono poter vivere dove hanno deciso anche in un campo con le strutture igieniche adeguate dentro una roulotte; i rom se infrangono la legge devono essere considerati esattamente come qualsiasi altro cittadino italiano o straniero e giudicato in base a ciò che lo Stato ha legiferato in merito.
Nessuna deportazione di massa, nessun ghetto, nessun'altra soluzione.
Il problema è nello stabilire un sistema che permetta la libertà e la responsabilità che la condizione di cittadino nomade o straniero nomade include.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Mae - Settembre 23, 2010, 10:55:54 am
Oggi su Repubblica Jacques Le Goff propone di usare l'autonomia per l'integrazione di queste comunità. Cioè dare la possibilità ai Rom di costituire scuole (e poi parlava anche di sistemi di cure sanitarie, ma mi pare già più difficile...) per i loro bambini, chiaramente sottoposte a controlli da parte dello Stato.
Mi lascia perplessa.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: lucaluca - Settembre 23, 2010, 10:59:29 am
forse sarò ripetitivo ma il modello ex jugoslavo funzionava alla grande, se sanno di andare incontro a pene certe, e non parlo solo di galera, ma di confisca di beni, e dei figli tolti si adeguano eccome alla vita civile. Se provate ad andare in serbia la vivono in belle case, tendono a non rubare sia per il ricordo del passato regime sia perchè non sarebbero tollerati, e ti dicono chiaramente che in italia, e/o austria e germania vengono per farci "affari".
Non è una questione culturale alla fine ma di comodo.
 
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Mae - Settembre 23, 2010, 11:39:41 am
Infatti sono perplessa perché non conosco bene l'origine e l'importanza della cultura nomade, per cui non mi è chiaro come una scuola possa preservarla (se sono nomadi, come fanno a seguire un maestro? Se non lo sono, come lo conciliano con la cultura nomade?).

Però mi sembra che si consideri troppo facile togliere un figlio alla famiglia. Non è semplice né veloce, e credo che per genitori stranieri sia anche più complicato.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: lucaluca - Settembre 23, 2010, 11:41:58 am
Infatti sono perplessa perché non conosco bene l'origine e l'importanza della cultura nomade, per cui non mi è chiaro come una scuola possa preservarla (se sono nomadi, come fanno a seguire un maestro? Se non lo sono, come lo conciliano con la cultura nomade?).

Però mi sembra che si consideri troppo facile togliere un figlio alla famiglia. Non è semplice né veloce, e credo che per genitori stranieri sia anche più complicato.


il problema non è essere nomadi o meno, mica contravvieni alle legge perchè nomade ma perchè rubi e/o mandi bimbi ad elemosinare, fai vivere persone sotto gli standard minimi igienici. I rom sono italiani e come a dei genitori italiani che mandassero dei bimbi per stada per leemosinare i figli verrebbero tolti così deve essere anche per loro ti pare?
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 23, 2010, 12:16:06 pm
Non cullatevi nell'idealismo, ragazzi.

Non ho più ideali dal 1995.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 23, 2010, 12:19:16 pm
Lo Stato è colpevolmente assente, questo è il punto.

Lo Stato non è più presente in Italia dal 1945.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 23, 2010, 12:22:03 pm
Oggi su Repubblica Jacques Le Goff propone di usare l'autonomia per l'integrazione di queste comunità.

Jacques Le Goff deve parlare solo del suo adorato medioevo.

forse sarò ripetitivo ma il modello ex jugoslavo funzionava alla grande, se sanno di andare incontro a pene certe, e non parlo solo di galera, ma di confisca di beni, e dei figli tolti si adeguano eccome alla vita civile. Se provate ad andare in serbia la vivono in belle case, tendono a non rubare sia per il ricordo del passato regime sia perchè non sarebbero tollerati, e ti dicono chiaramente che in italia, e/o austria e germania vengono per farci "affari".
Non è una questione culturale alla fine ma di comodo.
 

Totalitarismo. Questo ci vuole.


Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Melisande - Settembre 23, 2010, 12:28:22 pm
Ne discutevo con degli amici l'altra sera.
Espellerli è inutile, hanno detto i rom stessi che tanto poi ritornerebbero.
E, anche se è forse un po'dura come visione, sono d'accordo con luca: puoi stare qui, ma le leggi sono queste. Sgarri? Pugno di ferro: pene severissime, confisca di beni e figli, e vediamo come va.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 23, 2010, 12:38:02 pm
E, anche se è forse un po'dura come visione, sono d'accordo con luca: puoi stare qui, ma le leggi sono queste. Sgarri? Pugno di ferro: pene severissime, confisca di beni e figli, e vediamo come va

Sì...mi ricorda quella zingara che sta sempre fuori dal tabaccaio.
Quando vado a comprare le sigarette mi fa: "Mi dai il resto?"
Insomma in questo scambio piacevolissimo, una volta le ho chiesto quanti anni aveva.
20.
Quanti figli?
10.
Apperò...non c'avete la tv in quel campo eh?

Quando a Roma il buon Alemanno ha inoltrato il divieto di rovistare nei cassonetti, le associazioni di volontariato hanno così risposto: "Allora si trovi il modo per dare cibo a chi non ne ha!"

A meno che la dieta zingaresca non preveda ombrelli vecchi, scarpe, divani e tv...direi che questi non rovistano nei cassonetti alla ricerca di cibo.

Quindi, ogni volta che c'è una legge, si trova l'inganno, come dire.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Allevi3MSC - Settembre 23, 2010, 01:26:36 pm
Pato, dieci figli a vent'anni non è proprio completamente impossibile dal punto di vista biologico ma quasi: ha raccontato balle a un gaggio.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 23, 2010, 01:29:07 pm
Non ho detto che è impossibile, ho detto che non hanno la tv e per passare il tempo fanno solo una cosa.

Gaggio?
Lascio perdere va'...
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Allevi3MSC - Settembre 23, 2010, 01:32:21 pm
No, sono io che dico che è sostanzialmente impossibile.

Tutti i non zingari sono gaggi, per definizione del termine gaggio.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 23, 2010, 01:40:48 pm
Con i parti multigemellari, nulla è impossibile.
Sì, certo...il gaggio va a mangiare.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: cristina - Settembre 23, 2010, 02:09:56 pm
Ripeto: se gli togli i figli non gliene frega niente.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 23, 2010, 02:29:25 pm
Lo Stato è colpevolmente assente, questo è il punto.

Lo Stato non è più presente in Italia dal 1945.
(http://www.galbiaflex.com/mariko/marmotta.gif)

@cristina: tu parti dal presupposto secondo cui io sostengo che i rom necessitino un aiuto statale in quanto rom, mentre ho ripetuto allo sfinimento che no, i politici si mettono a fare trasferimenti e mille cazzi altre cose solo perché evidentemente allo Stato pesa troppo il culo dà troppa fatica far rispettare le normali leggi (tempo di estirpamento dei cattivi comportamenti rom: 2 generazioni), e al contrario è utilissimo per l'area xenofoba (che manco è il termine adatto, non sono stranieri in questo caso) parlare di brutty&cattivy salvo poi non avere risoluzioni che siano contemporaneamente legali e coerenti con la loro idea politica (ah ah ah).
Togli loro i figli e non gliene frega niente? Come ho detto prima non sarà questo gran metodo moderno di soluzione, ma carcere, come ci si comporta per ogni altro italiano nel caso dei diversi reati. Se ti comporti diversamente come puoi dare un segnale di comportamento "buono" E risolutivo?
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: cristina - Settembre 23, 2010, 02:33:25 pm
Io non sono per niente persuasa che si spaventino con un po' di loro colleghi messi in prigione. Anche perchè da quello che leggo, a differenze del Piemonte, in buona parte d'italia le comunità rom sono tantissime e siccome tutti delinquono (si, tutti delinquono) quali carceri si prendono questo carico? Saranno sufficientemente grandi?  Diciamo la verità, il nomadismo è di un'arroganza intollerabile.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 23, 2010, 02:38:01 pm
Io non sono per niente persuasa che si spaventino con un po' di loro colleghi messi in prigione. Anche perchè da quello che leggo, a differenze del Piemonte, in buona parte d'italia le comunità rom sono tantissime e siccome tutti delinquono (si, tutti delinquono) quali carceri si prendono questo carico? Saranno sufficientemente grandi?  Diciamo la verità, il nomadismo è di un'arroganza intollerabile.
Be', è una (l'unica?) soluzione che evita trattamenti speciali spesso al limite della legalità e contemporaneamente fa rispettare la legge, come è dovuto a ogni cittadino italiano.
Poi, se come si dice spesso, sono tutti delinquenti, non saprei bene chi dovrebbe spaventarsi fuori dalla prigione.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: cristina - Settembre 23, 2010, 02:43:10 pm
Non ho capito l'ultima frase.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: yao_chan - Settembre 23, 2010, 02:45:39 pm
Scusate, eh, la soluzione forse non sarà facile, messa così.
Ma vi sembra una cosa intelligente e sensata sbattere fuori una popolazione su base ETNICA? Non vi fa accapponare la pelle?
se permetti una cosa simile apri la strada a provvedimenti sempre peggiori...se sostieni un'espulsione di massa dei rom, come ti potrai opporre ad un espulsione di massa dalla "padania" dei "terroni"?
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 23, 2010, 02:51:01 pm
Non ho capito l'ultima frase.
Se sono tutti dei delinquenti come sembra, dovrebbero stare tutti ar gabbio, e il problema non si porrebbe.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: cristina - Settembre 23, 2010, 03:00:43 pm
Non ho capito l'ultima frase.
Se sono tutti dei delinquenti come sembra, dovrebbero stare tutti ar gabbio, e il problema non si porrebbe.

Ma allora vivi sulle nuvole. Dove cazzo la metti tutta 'sta gente?
Ma parliamo in generale, ti sembra logico occupare abusivamente suolo pubblico? Senza pagare. Se non pagano le tasse pur potendolo fare, secondo me, non hanno diritti.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: cristina - Settembre 23, 2010, 03:02:51 pm
se sostieni un'espulsione di massa dei rom, come ti potrai opporre ad un espulsione di massa dalla "padania" dei "terroni"?


Intanto questa è una affarmazione incorretta, perchè i "terroni" - ma veramente ne stiamo parlando?- come hai detto tu, non sono parte di comunità chiuse e impermeabili alle leggi. Poi la Padania non è un territorio, è un concetto astratto, quindi qui ci sta come i cavoli a merenda.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: yao_chan - Settembre 23, 2010, 03:05:56 pm
Non sto dicendo che vuoi farlo tu, sto dicendo che è sullo stesso piano.
Se permetti una discriminazione su piano razziale, allora siamo rovinati perchè si può fare di TUTTO.

(Ah, è chiaro che ho usato le virgolette perchè per me sono concetti assurdi, vero? Non vorrei essere fraintesa)
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 23, 2010, 03:09:01 pm
Non ho capito l'ultima frase.
Se sono tutti dei delinquenti come sembra, dovrebbero stare tutti ar gabbio, e il problema non si porrebbe.

Ma allora vivi sulle nuvole. Dove cazzo la metti tutta 'sta gente?
Ma parliamo in generale, ti sembra logico occupare abusivamente suolo pubblico? Senza pagare. Se non pagano le tasse pur potendolo fare, secondo me, non hanno diritti.
Lo so che è una soluzione più difficile, ma più GIUSTA. Poi questa cosa stronzi=no diritti è nuovamente un trattamento differenziato, mica facciamo così con assassini e ladri "qualsiasi".
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: cristina - Settembre 23, 2010, 03:13:04 pm
No, per me anche gli assassini e gli evasori e i truffatori  e i pedofili e gli stupratori, ecc  non si meritano alcuni diritti. In linea teorica eh, non sto dicendo che li metterei ai lavori forzati.

E comunque ripeto, io non ho mai sopportato l'arroganza con cui impongono la loro presenza ovunque.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 23, 2010, 03:17:46 pm
No, per me anche gli assassini e gli evasori e i truffatori  e i pedofili e gli stupratori, ecc  non si meritano alcuni diritti. In linea teorica eh, non sto dicendo che li metterei ai lavori forzati.

E comunque ripeto, io non ho mai sopportato l'arroganza con cui impongono la loro presenza ovunque.
Se proprio assassini, evasori, ecc. CONDANNATI, che comunque è un'idea molto giustizialista. Esiste anche la presunzione d'innocenza.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Colui che lurka - Settembre 23, 2010, 03:19:16 pm
Lo so che è una soluzione più difficile, ma più GIUSTA. Poi questa cosa stronzi=no diritti è nuovamente un trattamento differenziato, mica facciamo così con assassini e ladri "qualsiasi".
Invece facciamo esattamente così eh!
E' la legge stessa che prevede la sospensione (più o meno lungo) di alcuni diritti nel momento in cui vieni riconosciuto colpevole di un reato (diritto di voto, di essere eletto, della propria libertà personale etc etc).
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 23, 2010, 03:21:55 pm
Lo so che è una soluzione più difficile, ma più GIUSTA. Poi questa cosa stronzi=no diritti è nuovamente un trattamento differenziato, mica facciamo così con assassini e ladri "qualsiasi".
Invece facciamo esattamente così eh!
E' la legge stessa che prevede la sospensione (più o meno lungo) di alcuni diritti nel momento in cui vieni riconosciuto colpevole di un reato (diritto di voto, di essere eletto, della propria libertà personale etc etc).
Sì, ma rarissimamente si condanna all'esilio.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: cristina - Settembre 23, 2010, 03:23:47 pm
Ma rispondetemi, i rom ce li hanno i documenti, sono in regola? Quelli nati qui, non in ospedale quindi, sono registrati all'anagrafe?
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 23, 2010, 03:25:05 pm
Non lo so. Che sappiate quella proposta per le impronte digitali era giustificata dalla mancanza di dati?
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Colui che lurka - Settembre 23, 2010, 03:30:22 pm
Ma rispondetemi, i rom ce li hanno i documenti, sono in regola? Quelli nati qui, non in ospedale quindi, sono registrati all'anagrafe?
Definisci "Rom".
Perchè la nazione "Rom" è composta da diverse sotto-nazioni/etnie/famiglie. Ognuna con le proprie leggi, le proprie tradizioni e il proprio grado di integrazione.

Tanto per dire che non sono "I Rom" il problema
http://www.rai.tv/dl/tg3/articoli/ContentItem-97e15fdd-c03c-4287-8ac6-1c92e60611da.html (http://www.rai.tv/dl/tg3/articoli/ContentItem-97e15fdd-c03c-4287-8ac6-1c92e60611da.html)
http://cavallinidandalusia.blogspot.com/2010/05/sinti-e-rom-in-spagna-e-in-italia.html (http://cavallinidandalusia.blogspot.com/2010/05/sinti-e-rom-in-spagna-e-in-italia.html)
http://www.presseurop.eu/it/content/article/332231-il-paese-dei-gitani-felici (http://www.presseurop.eu/it/content/article/332231-il-paese-dei-gitani-felici)
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Misia - Settembre 23, 2010, 03:31:25 pm
Non lo so. Che sappiate quella proposta per le impronte digitali era giustificata dalla mancanza di dati?

quello è giustificato per non far vendere passaporti e permessi di soggiorno
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: cristina - Settembre 23, 2010, 03:35:25 pm
La mia è una semplice domanda, senza la cui risposta non ci si schioda.

Colui non definisco io rom, non l'ho dato io il titolo al topic. Io parlo dei nomadi (occhio a non dire zingari, che poi sei razzista!)
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: cristina - Settembre 23, 2010, 03:39:08 pm
Ma rispondetemi, i rom ce li hanno i documenti, sono in regola? Quelli nati qui, non in ospedale quindi, sono registrati all'anagrafe?
Definisci "Rom".
Perchè la nazione "Rom" è composta da diverse sotto-nazioni/etnie/famiglie. Ognuna con le proprie leggi, le proprie tradizioni e il proprio grado di integrazione.

Tanto per dire che non sono "I Rom" il problema
http://www.rai.tv/dl/tg3/articoli/ContentItem-97e15fdd-c03c-4287-8ac6-1c92e60611da.html (http://www.rai.tv/dl/tg3/articoli/ContentItem-97e15fdd-c03c-4287-8ac6-1c92e60611da.html)
http://cavallinidandalusia.blogspot.com/2010/05/sinti-e-rom-in-spagna-e-in-italia.html (http://cavallinidandalusia.blogspot.com/2010/05/sinti-e-rom-in-spagna-e-in-italia.html)
http://www.presseurop.eu/it/content/article/332231-il-paese-dei-gitani-felici (http://www.presseurop.eu/it/content/article/332231-il-paese-dei-gitani-felici)

Gli articoli che hai linkato non solo non sono pertinenti, ma dimostrano che non hai colto il punto. Questi avranno messo mano al portafoglio comprandosi una casa e via dicendo. Qui parliamo dei nomadi che arrivano e si piazzano dove non possono, senza pagare e senza rispettare niente e nessuno.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Colui che lurka - Settembre 23, 2010, 03:44:36 pm
La mia è una semplice domanda, senza la cui risposta non ci si schioda.

Colui non definisco io rom, non l'ho dato io il titolo al topic. Io parlo dei nomadi (occhio a non dire zingari, che poi sei razzista!)
La mia risposta non cambia: definisci "Rom", ci sono diverse tipologie.
Conosco un Rom, Sinti, i cui bisnonni erano già italiani. Lui ha una società di bodyguard e security, è italiano e sinti (come io italiano e bergamasco), ha passaporto, carta d'identità codice fiscale, tessera sanitaria. Così come suo padre e come i suoi nonni.
Paga le tasse, ha il fratellino a scuola, ha fatto le scuole e si è diplomato.

Quindi la risposta è "sì, hanno i documenti in regola".
Ma non è vero per tutti :)
Per quello dico che parlare di rom, di zingari (questo ragazzo lo dice senza problemi, è un gitano, uno zingaro) in modo generico non ha senso.
Così come la tua domanda non ha senso in quest'ottica.
I Sinti tendenzialmente sono l'etnia più integrata in Italia, son qui da 100 anni circa e si distinguono tra di loro per le regioni di origine.
Le altre famiglie non le conosco (ma so che ci sono), parlo di Sinti per via di questo ragazzo con cui ho avuto a che fare.

Nomadi? La Orfei è nomade e non Rom (mi sembra), visto che non ha una dimora fissa :D

Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Colui che lurka - Settembre 23, 2010, 03:46:03 pm
Ma rispondetemi, i rom ce li hanno i documenti, sono in regola? Quelli nati qui, non in ospedale quindi, sono registrati all'anagrafe?
Definisci "Rom".
Perchè la nazione "Rom" è composta da diverse sotto-nazioni/etnie/famiglie. Ognuna con le proprie leggi, le proprie tradizioni e il proprio grado di integrazione.

Tanto per dire che non sono "I Rom" il problema
http://www.rai.tv/dl/tg3/articoli/ContentItem-97e15fdd-c03c-4287-8ac6-1c92e60611da.html (http://www.rai.tv/dl/tg3/articoli/ContentItem-97e15fdd-c03c-4287-8ac6-1c92e60611da.html)
http://cavallinidandalusia.blogspot.com/2010/05/sinti-e-rom-in-spagna-e-in-italia.html (http://cavallinidandalusia.blogspot.com/2010/05/sinti-e-rom-in-spagna-e-in-italia.html)
http://www.presseurop.eu/it/content/article/332231-il-paese-dei-gitani-felici (http://www.presseurop.eu/it/content/article/332231-il-paese-dei-gitani-felici)

Gli articoli che hai linkato non solo non sono pertinenti, ma dimostrano che non hai colto il punto. Questi avranno messo mano al portafoglio comprandosi una casa e via dicendo. Qui parliamo dei nomadi che arrivano e si piazzano dove non possono, senza pagare e senza rispettare niente e nessuno.
Certo, i miliardi di euro spesi in spagna ce li han messi "i rom", non la U.E.
Gli articoli linkati erano per dimostrare che non sono "i rom" (di nuovo, quale cazzo di famiglia/sottoetnia intendi!?) il problema.
Ma come si gestisce la cosa.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: cristina - Settembre 23, 2010, 04:02:02 pm
E io ti dico di nuovo, che non parlo per etnia. Io non so di che etnia siano quelli stanziali nelle campagne piemontesi, ma mi piace che abbiano deciso di vivere secondo il modello proposto dallo stato in cui si sono stabiliti (e senza perdere la loro identità culturale eh!).

La Orfei ha certamente un domicilio e paga sicuramente tutto quello che deve (spero!)  ::)


Citazione
Quindi la risposta è "sì, hanno i documenti in regola".
Ma non è vero per tutti Sorriso

E allora parliamo di questi, che bisogno c'è di distinguere per etnia? Se io parlo di gente che non paga le tasse, chemmifrega se sono torinesi o milanesi?


Quindi il problema per te, chi è? Qual è?
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Colui che lurka - Settembre 23, 2010, 04:14:57 pm
Cosa ci azzecca il discorso tasse ora? Pure il bauscia milanese con la fabbrichetta di punti per spillatrici (10 punti simpatia a chi riconosce la citazione) non paga le tasse.

Il problema quale è? L'illegalità generalizzata che c'è in Italia, aldilà di rom, bergamaschi, napoletani, piemontesi, siciliani, romani.

Non c'è una vera lotta all'illegalità (in primis quella spicciola tipo parcheggiare fuori dalle strisce) ne una politica a lungo termine per eliminarla.

Ecco il problema.

Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: lucaluca - Settembre 23, 2010, 06:08:29 pm
1) il problema rom che vivono al di fuori delle leggi si potrebbe risolvere facilmente come da esempi storici
2) i rom così come sono gestiti fanno comodissimo a bossi berlusca e c. parlano di quello li spostano di qua e di la , fanno la faccia cattiva e tutto resta tale e quale e peggio
3) i danni fatti all'economia italiana e alla qualità della vita italiana dai rom anche allo stato dei fatto sono in scala 1 a 1000 rispetto ai danni fatti da un figlio di bossi a decine di migliaia di eruo pubblici al  mese , alla gestione clientelare di qualsiasi cosa in italia sud e nord e centro, solo che la gente non lo sa o fa finta di non saperlo, iin fin dei conti un calcio in culo allo zingaro si riesce a darlo a cosentino no!
4) il problema non è il nomadismo, ci sono  un sacco di popoli nomadi o seminomadi perfettamente integrati nel loro stato, mica bisogna rubare perchè nomadi !
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: cristina - Settembre 23, 2010, 06:11:57 pm
Come al solito qui si legge quel che si vuole leggere. Bon.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: DDRD(evotchka) - Settembre 23, 2010, 06:18:37 pm
Beh, tutti i rom può prenderli il Vaticano.

Solo che comunque me li ritrovo a Roma.

Niente, non c'è soluzione.
Non c'è soluzione per il non-problema. Quindi eliminiamo il problema.
Il problema---> la soluzione,i forni.

l'ha già pensata hitler, va' a chiedere agli ebrei e anche agli stessi tzigani se non è vero.

non capisco perché coprirsi con la foglia di fico della espatriazione/deportazione,quando li si vorrebbe far semplicemente al rogo.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 23, 2010, 06:20:13 pm
Riporto le parole di tale Nazzareno Guarnieri appartenente alla "grande stirpe dei rom abruzzesi":

"E non mi dicessero che siamo italiani" afferma "ho perso alcune caratteristiche della mia cultura, ma altre le ho conservate. Sono rom e fiero di esserlo! L'integrazione non è questa?"

(http://www.myemoticons.com/images/work-school/office/drinking-coffee.gif)


Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: DDRD(evotchka) - Settembre 23, 2010, 06:21:48 pm
chi tace acconsente.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 23, 2010, 06:25:33 pm
Beh, tutti i rom può prenderli il Vaticano.

Solo che comunque me li ritrovo a Roma.

Niente, non c'è soluzione.
Non c'è soluzione per il non-problema. Quindi eliminiamo il problema.
Il problema---> la soluzione,i forni.

l'ha già pensata hitler, va' a chiedere agli ebrei e anche agli stessi tzigani se non è vero.

non capisco perché coprirsi con la foglia di fico della espatriazione/deportazione,quando li si vorrebbe far semplicemente al rogo.

Vi capita mai di pensare che c'è tutto un mondo di persone che non la pensa come voi?
Vi svelo un segreto: chi ha un'opinione diversa dalla vostra non è automaticamente un pezzo di merda.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: DDRD(evotchka) - Settembre 23, 2010, 06:28:19 pm
Beh, tutti i rom può prenderli il Vaticano.

Solo che comunque me li ritrovo a Roma.

Niente, non c'è soluzione.
Non c'è soluzione per il non-problema. Quindi eliminiamo il problema.
Il problema---> la soluzione,i forni.

l'ha già pensata hitler, va' a chiedere agli ebrei e anche agli stessi tzigani se non è vero.

non capisco perché coprirsi con la foglia di fico della espatriazione/deportazione,quando li si vorrebbe far semplicemente al rogo.

Vi capita mai di pensare che c'è tutto un mondo di persone che non la pensa come voi?
Vi svelo un segreto: chi ha un'opinione diversa dalla vostra non è automaticamente un pezzo di merda.




il fatto che tutto un mondo di persone la pensa diversamente da me non mi influenza. non sono mica una pecora. e mi riservo il  diritto di pensare di te quello che voglio.

Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 23, 2010, 06:30:46 pm
Quando si parla di razzismo tendenzialmente sì. (È una questione etica, mica pizza e fichi). Sarò limitato io.

Riporto le parole di tale Nazzareno Guarnieri appartenente alla "grande stirpe dei rom abruzzesi":

"E non mi dicessero che siamo italiani" afferma "ho perso alcune caratteristiche della mia cultura, ma altre le ho conservate. Sono rom e fiero di esserlo! L'integrazione non è questa?"

(http://www.myemoticons.com/images/work-school/office/drinking-coffee.gif)
Ale', il problema è che avallare/comportarsi di conseguenza ad affermazioni del genere non fa che alimentare la linea "mamma vedo banbini povri maddafacca" (cit.), sulla cui iniquità non credo ci sia da discutere.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 23, 2010, 06:36:10 pm

il fatto che tutto un mondo di persone la pensa diversamente da me non mi influenza. non sono mica una pecora. e mi riservo il  diritto di pensare di te quello che voglio.

Influenzare no, ma essere un po' più elastici magari...
Pensa pure di me quello che vuoi...


Ale', il problema è che avallare/comportarsi di conseguenza ad affermazioni del genere non fa che alimentare la linea "mamma vedo banbini povri maddafacca" (cit.), sulla cui iniquità non credo ci sia da discutere.

Guarda Bi', l'ha detto il rom che non si sente italiano eh.
Sono i primi a non voler essere italiani e noi stiamo lì con il libricino della costituzione ad inseguirli per elencargli i loro diritti. Boh...
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: yao_chan - Settembre 23, 2010, 06:39:00 pm
La dichiarazione di uno non è la dichiarazione di tutti.
Quello che mi fa girare i coglioni è generalizzare sempre e comunque.
E poi è possibile che non riesci a vedere com'è malato un QUALUNQUE provvedimento a sfondo razziale? Ma siamo pazzi?
Di solito io sono parecchio elastica, ma su ste cose no.
Sarò ingenua e quel cazzo che vuoi, ma se per me una cosa è abominevole lo resta.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: DDRD(evotchka) - Settembre 23, 2010, 06:40:13 pm
La dichiarazione di uno non è la dichiarazione di tutti.
Quello che mi fa girare i coglioni è generalizzare sempre e comunque.
E poi è possibile che non riesci a vedere com'è malato un QUALUNQUE provvedimento a sfondo razziale? Ma siamo pazzi?
Di solito io sono parecchio elastica, ma su ste cose no.
Sarò ingenua e quel cazzo che vuoi, ma se per me una cosa è abominevole lo resta.

potrebbe essere chiunque.

in fondo anche se chiedi a un leghista non si sente italiano.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: DDRD(evotchka) - Settembre 23, 2010, 06:41:58 pm
Influenzare no, ma essere un po' più elastici magari...
Pensa pure di me quello che vuoi...


non ti passa per la testa che io mi sia già fatta la mia idea in merito perché di persone che parlano come te ne ho già incontrate e ho avuto modo di soppesare la loro visione?
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 23, 2010, 06:42:48 pm

Ale', il problema è che avallare/comportarsi di conseguenza ad affermazioni del genere non fa che alimentare la linea "mamma vedo banbini povri maddafacca" (cit.), sulla cui iniquità non credo ci sia da discutere.

Guarda Bi', l'ha detto il rom che non si sente italiano eh.
Sono i primi a non voler essere italiani e noi stiamo lì con il libricino della costituzione ad inseguirli per elencargli i loro diritti. Boh...

E fin qui ci arrivo, ma dato che l'espulsione è un gesto razzista (oggi i rom perché buona parte di loro è una manica di teste di cazzo, domani...), si cerca l'integrazione. E senza inventarsi progetti specifici ci si può limitare ad applicare la legge per la gente "normale".
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 23, 2010, 06:44:28 pm
La dichiarazione di uno non è la dichiarazione di tutti.
Quello che mi fa girare i coglioni è generalizzare sempre e comunque.
E poi è possibile che non riesci a vedere com'è malato un QUALUNQUE provvedimento a sfondo razziale? Ma siamo pazzi?
Di solito io sono parecchio elastica, ma su ste cose no.
Sarò ingenua e quel cazzo che vuoi, ma se per me una cosa è abominevole lo resta.

E seguendo il tuo ragionamento: ciò che pensi sia giusto per te, non è detto che lo sia per tutti.
No, ma stai tranquilla...cioè siete un po' aggressive in questo forum.

potrebbe essere chiunque.


Non è chiunque, è un mediatore culturale. Rom.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: DDRD(evotchka) - Settembre 23, 2010, 06:46:35 pm
comunque persone rom che lavorano e che provano a cercare lavoro ne conosco.

quando sono andata in Romania (non parlo dei lenoni che si fanno la casa col tetto d'argento e sono pieni di oro, quelli sfruttano gli altri sinti) ne ho visto un bel po' che si sostentavano da sè, sicuramente persone più raccomandabili di certi rumeni o italiani.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: DDRD(evotchka) - Settembre 23, 2010, 06:47:48 pm
La dichiarazione di uno non è la dichiarazione di tutti.
Quello che mi fa girare i coglioni è generalizzare sempre e comunque.
E poi è possibile che non riesci a vedere com'è malato un QUALUNQUE provvedimento a sfondo razziale? Ma siamo pazzi?
Di solito io sono parecchio elastica, ma su ste cose no.
Sarò ingenua e quel cazzo che vuoi, ma se per me una cosa è abominevole lo resta.

E seguendo il tuo ragionamento: ciò che pensi sia giusto per te, non è detto che lo sia per tutti.
No, ma stai tranquilla...cioè siete un po' aggressive in questo forum.

potrebbe essere chiunque.


Non è chiunque, è un mediatore culturale. Rom.

bene, va' tra professori e assistenti sociali e salcazzo che votano Lega e poi chiedigli se si sentono italiani, mi raccomando.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 23, 2010, 06:52:10 pm
E fin qui ci arrivo, ma dato che l'espulsione è un gesto razzista (oggi i rom perché buona parte di loro è una manica di teste di cazzo, domani...), si cerca l'integrazione. E senza inventarsi progetti specifici ci si può limitare ad applicare la legge per la gente "normale".

Integrazione, stessi diritti stessi doveri.
Ok.


bene, va' tra professori e assistenti sociali e salcazzo che votano Lega e poi chiedigli se si sentono italiani, mi raccomando.

Quindi?
Quando mi hanno risposto che non si sentono italiani, ho risolto il problema rom?
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 23, 2010, 06:54:11 pm
E fin qui ci arrivo, ma dato che l'espulsione è un gesto razzista (oggi i rom perché buona parte di loro è una manica di teste di cazzo, domani...), si cerca l'integrazione. E senza inventarsi progetti specifici ci si può limitare ad applicare la legge per la gente "normale".

Integrazione, stessi diritti stessi doveri.
Ok.
Alleluja! :D
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 23, 2010, 06:55:04 pm

bene, va' tra professori e assistenti sociali e salcazzo che votano Lega e poi chiedigli se si sentono italiani, mi raccomando.

Quindi?
Quando mi hanno risposto che non si sentono italiani, ho risolto il problema rom?
Hai avuto la dimostrazione che risposte del genere sono all'ordine del giorno per molti italiani.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 23, 2010, 07:00:27 pm
E fin qui ci arrivo, ma dato che l'espulsione è un gesto razzista (oggi i rom perché buona parte di loro è una manica di teste di cazzo, domani...), si cerca l'integrazione. E senza inventarsi progetti specifici ci si può limitare ad applicare la legge per la gente "normale".

Integrazione, stessi diritti stessi doveri.
Ok.
Alleluja! :D

Quando ci riesci fammi un fischio eh!  :sisisi:
Intanto mi accendo una sigaretta.


bene, va' tra professori e assistenti sociali e salcazzo che votano Lega e poi chiedigli se si sentono italiani, mi raccomando.

Quindi?
Quando mi hanno risposto che non si sentono italiani, ho risolto il problema rom?
Hai avuto la dimostrazione che risposte del genere sono all'ordine del giorno per molti italiani.

E me la sbatto abbondantemente la dimostrazione...
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 23, 2010, 07:04:26 pm


non ti passa per la testa che io mi sia già fatta la mia idea in merito perché di persone che parlano come te ne ho già incontrate e ho avuto modo di soppesare la loro visione?

E certo...conosci uno, conosci tutti...
Ma non ero io che generalizzavo?

Vabbè...
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: DDRD(evotchka) - Settembre 23, 2010, 07:08:41 pm


non ti passa per la testa che io mi sia già fatta la mia idea in merito perché di persone che parlano come te ne ho già incontrate e ho avuto modo di soppesare la loro visione?

E certo...conosci uno, conosci tutti...
Ma non ero io che generalizzavo?

Vabbè...

 cosa c'è da generalizzare se dico che ho già sentito gli stessi ragionamenti da altre persone, uguali in ogni sillaba? ti ripeto,visto che la tua posizione non è per niente inusuale ho già avuto modo di ragionarci  sopra e no, non mi trova d'accordo. ma non perché l'abbia espressa X o Y, ma perché è un'idea che non mi sembra giusta. ho il permesso?

in ogni caso vedo che non hai capito il senso del mio ultimo post. ci rinuncio.


a lavà la capa al ciuccio...
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 23, 2010, 07:12:40 pm
Ancora con gli insulti.
Va bene, voi avete ragione e io ho torto.

Continuate a confrontarvi con chi la pensa come voi e datevi il cinque a vicenda facendovi l'occhiolino.

Ciao
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: DDRD(evotchka) - Settembre 23, 2010, 07:14:09 pm
Ancora con gli insulti.
Va bene, voi avete ragione e io ho torto.

Continuate a confrontarvi con chi la pensa come voi e datevi il cinque a vicenda facendovi l'occhiolino.

Ciao
sai, è anche brutto venire insultati nella propria intelligenza.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 23, 2010, 07:22:00 pm
Io ho fatto questo semplice discorso: stessi diritti e stessi doveri.
Ma senza che questo diventi un problema per gli altri e considerando che in Italia ci sono altre priorità.
Ti sembra tanto orribile come pensiero?

Sto offendendo la tua intelligenza?

E' da ieri sera che tra razzista, deficiente , nazista, asino, non si sa chi me l'ha detta più grossa.
Perchè?
Perchè non la penso come voi.
Questo è razzismo, non il mio.

Per cui, vi lascio tranquillamente qui a discutere su come integrare al meglio i rom.

Io vado a cazzeggiare da un'altra parte.
Perchè io, al contrario di voi, sto cercando solo di parlare, senza pontificare o volere per forza aver ragione.
Non me ne faccio niente di queste cose su un forum.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: yao_chan - Settembre 23, 2010, 07:23:27 pm
Ale, và che se noi siamo aggressivi tu ci tratti con condiscendenza. Preferisco l'aggressività. Anche perchè non fai che ripete le STESSE cose, dicendo che quello che diamo noi sono impossibili e stop.
No, grazie al cazzo, eh.
Io sono aperta verso certe cose,ma se uno mi dice che la deportazione è cosa buona e giusta permetti che mi girino i maroni? Abbiam fatto mille volte le stesse obiezioni e tu non hai risposto.
poi, se vuoi fare la vittima offesa fai pure.

EDIT: non è che ho dato del razzista, le cose che DICI sono razziste. È un fatto, eh. No, dimmi se la deportazione è un discorso non razzista.
Mah.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: DDRD(evotchka) - Settembre 23, 2010, 07:29:42 pm
Io ho fatto questo semplice discorso: stessi diritti e stessi doveri.
Ma senza che questo diventi un problema per gli altri e considerando che in Italia ci sono altre priorità.
Ti sembra tanto orribile come pensiero?

Sto offendendo la tua intelligenza?

E' da ieri sera che tra razzista, deficiente , nazista, asino, non si sa chi me l'ha detta più grossa.
Perchè?
Perchè non la penso come voi.
Questo è razzismo, non il mio.

Per cui, vi lascio tranquillamente qui a discutere su come integrare al meglio i rom.

Io vado a cazzeggiare da un'altra parte.
Perchè io, al contrario di voi, sto cercando solo di parlare, senza pontificare o volere per forza aver ragione.
Non me ne faccio niente di queste cose su un forum.
scusa, chi ha esordito qui dicendo che tu li espelleresti tutti? io ti ho risposto a tono. è inutile che lanci il sasso e poi nascondi la mano.  e sottolineo che non sono responsabile IO delle risposte degli altri,tra le altre cose.

comunque, rispetto al sentirsi insultati nella propria intelligenza, mi riferisco alla storia del non sentirsi italiani. tu dici che giustamente ti ci fai la birra con il fatto che numerosi cittadini non rom e con cittadinanza italiana  non lo si sentono, però l'opinione di un unico rom non ti ci fai la birra, anzi, la usi a paradigma di un'intero gruppo.

boh?
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 23, 2010, 07:30:26 pm
Ale, và che se noi siamo aggressivi tu ci tratti con condiscendenza. Preferisco l'aggressività. Anche perchè non fai che ripete le STESSE cose, dicendo che quello che diamo noi sono impossibili e stop.
No, grazie al cazzo, eh.
Io sono aperta verso certe cose,ma se uno mi dice che la deportazione è cosa buona e giusta permetti che mi girino i maroni? Abbiam fatto mille volte le stesse obiezioni e tu non hai risposto.
poi, se vuoi fare la vittima offesa fai pure.

EDIT: non è che ho dato del razzista, le cose che DICI sono razziste. È un fatto, eh. No, dimmi se la deportazione è un discorso non razzista.
Mah.

Sono semplicemente calmo.
Se ti dico che io deporterei anche gli italiani che non pagano le tasse e tu mi rispondi che non si può!, ne deduco che ci sia un limite dell'ironia insuperabile.

Io ripeto le stesse cose?
Mi avete detto che loro sono italiani, che devono rispettare la legge, che si devono integrare a ripetizione.
Io vi ho portato l'esempio di uno che se ne strafega di integrarsi.

Parlaimm e non ce capaimm [cit.]

Non faccio la vittima, mi sono solo rotto le palle di questa discussione.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 23, 2010, 07:38:02 pm

scusa, chi ha esordito qui dicendo che tu li espelleresti tutti? io ti ho risposto a tono. è inutile che lanci il sasso e poi nascondi la mano.  e sottolineo che non sono responsabile IO delle risposte degli altri,tra le altre cose.

comunque, rispetto al sentirsi insultati nella propria intelligenza, mi riferisco alla storia del non sentirsi italiani. tu dici che giustamente ti ci fai la birra con il fatto che numerosi cittadini non rom e con cittadinanza italiana  non lo si sentono, però l'opinione di un unico rom non ti ci fai la birra, anzi, la usi a paradigma di un'intero gruppo.

boh?

Ripeto: espellerei anche gli italiani che non pagano le tasse.
Non nascondo la mano, non ci penso proprio.
Io ho parlato dei problemi che la maggior parte di noi (non lo so, dipende dall'età) deve affrontare ogni cazzo di giorno che nostro Signore ha creato.
Io ho parlato di mutui e affitti, di libri per la scuola e pannolini.
La nostra realtà, la nostra vita.

E cosa mi è stato risposto?
I rom hanno gli stessi diritti di chi ha problemi finanziari.

Vabbè dai.

Allora ti dico sti cazzi dei rom.

Questa è la sintesi del mio pensiero.
Con cortesia e rispetto.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: NuovaCarne - Settembre 23, 2010, 07:49:29 pm
espellerei anche gli italiani che non pagano le tasse.

ahahaha diocristo  :asd:
Espellere per mandare dove? Per espellere uno devi sapere dove cazzo devi rimandarlo cioè deve avere un passaporto straniero, così lo rimandi al suo paese. Se è italiano come lo espelli? Dove lo mandi? Chi se lo prende? Magari chi se lo becca a sua volta giustamente lo espelle e te lo rispedisce al mittente (in italia) :asd:

sono curiosissima anche di sapere queste fantomatiche espulsioni di rom come dovrebbero concretizzarsi, fattivamente (ipotesi mia: in barzelletta?)
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: DDRD(evotchka) - Settembre 23, 2010, 07:57:29 pm
Nuova Carne: in Francia Funziona che danno 300 euro ad ogni adulto e tornano o in Romania o in Bulgaria  o Ungheria o saildiavolo (la  maggior parte in romania).

poi dopo qualche mese (tieni conto che trecento euro in romania non saranno una forutna ma non sono nemmeno pochi ) nessuno gli impedisce di ritornare... :asd: e hai buttato nel cesso 300 Eurozzi a cranio.

vorrei sapere anche io dove si metterebbero questi italiani che non pagano le tasse. In madagascar? ci inventiamo che hanno un nonno ebreo e li spediamo in Israele?  ;D
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: NuovaCarne - Settembre 23, 2010, 08:01:03 pm
Nuova Carne: in Francia Funziona che danno 300 euro ad ogni adulto e tornano o in Romania o in Bulgaria  o Ungheria o saildiavolo (la  maggior parte in romania).
"tornano"? per "tornarci" devono esserci nati, se non ci sono nati sei tu che ce li stai MANDANDO, quindi se non c'è un accordo col governo ungherese o rumeno (e figuriamoci se c'è, con la disoccupazione che c'è pure là) mi sa che te li rimandano indietro.

La maggior parte dei rom la romania non l'ha mai vista manco col cannocchiale, sono nati qua, sono italiani. Non vedo perchè la romania dovrebbe essere disposta a fare da ricettacolo.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 23, 2010, 08:01:55 pm
espellerei anche gli italiani che non pagano le tasse.

ahahaha diocristo  :asd:
Espellere per mandare dove? Per espellere uno devi sapere dove cazzo devi rimandarlo cioè deve avere un passaporto straniero, così lo rimandi al suo paese. Se è italiano come lo espelli? Dove lo mandi? Chi se lo prende? Magari chi se lo becca a sua volta giustamente lo espelle e te lo rispedisce al mittente (in italia) :asd:

sono curiosissima anche di sapere queste fantomatiche espulsioni di rom come dovrebbero concretizzarsi, fattivamente (ipotesi mia: in barzelletta?)

Ironia...portami via...
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: NuovaCarne - Settembre 23, 2010, 08:03:43 pm
espellerei anche gli italiani che non pagano le tasse.

ahahaha diocristo  :asd:
Espellere per mandare dove? Per espellere uno devi sapere dove cazzo devi rimandarlo cioè deve avere un passaporto straniero, così lo rimandi al suo paese. Se è italiano come lo espelli? Dove lo mandi? Chi se lo prende? Magari chi se lo becca a sua volta giustamente lo espelle e te lo rispedisce al mittente (in italia) :asd:

sono curiosissima anche di sapere queste fantomatiche espulsioni di rom come dovrebbero concretizzarsi, fattivamente (ipotesi mia: in barzelletta?)

Ironia...portami via...
ah meno male, quindi non lo pensi davvero che vuoi espellere i rom. Effettivamente mi pareva TROPPO una cazzata.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: DDRD(evotchka) - Settembre 23, 2010, 08:08:12 pm
Nuova Carne: in Francia Funziona che danno 300 euro ad ogni adulto e tornano o in Romania o in Bulgaria  o Ungheria o saildiavolo (la  maggior parte in romania).
"tornano"? per "tornarci" devono esserci nati, se non ci sono nati sei tu che ce li stai MANDANDO, quindi se non c'è un accordo col governo ungherese o rumeno (e figuriamoci se c'è, con la disoccupazione che c'è pure là) mi sa che te li rimandano indietro.
parlo di quelli nati lì, ovviamente, anche se il 99% della gente non accetta che ci siano rom italiani.
il governo ungherese è sicuramente molto più avanti rispetto a quello rumeno, lì i rom sono istruiti e sono considerati cittadini come tutti gli altri. in Romania invece la situazione è a dir poco tragica, ed è  ancora una volta colpa di Ceaucescu, come è colpa sua per gli orfani e le miriadi di cani randagi, quindi figurati ( ho detto una cazzata includendo l'Ungheria, perché credo che la maggioranza di rom di recente migrazione sia di nazionalità rumena e dalla zona ex-jugoslavia, dove dopo anni di tranquillità stanno cominciando ad aver seri problemi).
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 23, 2010, 08:18:06 pm
Gli italiani li mandiamo nei paradisi fiscali in cui rintanavano i loro capitali, per pagare le stesse tasse di un operaio.
Carina come idea?

Sì, è carina...

I rom che non sono in regola e non ci si vogliono nemmeno mettere: fuori dall'Italia.

Li mettiamo su un gommone e li mandiamo in Libia, dall'amico del nano.

Ah...fammi mettere la faccina, altrimenti non si coglie l'ironia.... :asd:
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: DDRD(evotchka) - Settembre 23, 2010, 08:22:25 pm
sinceramente non capisco a che pro far ironia, sarà che sono una fallita che guarda la vita che le scorre blabla.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 23, 2010, 08:28:27 pm
Ecco, quoto NC: premesso che la deportazione blablabla (già affrontato il tema in millemila altri post di questo topic), su che base si dovrebbe decidere un posto dove mandare tale minoranza con biglietto di sola andata? Facciamo un totoimmondiziaio? Se sono italiani da un secolo risaliamo alla n generazione come quando i tedeschi dovevano dichiarare le eventuali ascendenze ebraiche?

Notate facilmente che se si tenta di dare una parvenza di legalità all'operazione tutto l'ambaradan cade ridicolmente su se stesso.


PS: qua aggiungo il bannerino se sembra che faccia cadere le opinioni dall'alto in nome di una qualche autorità di cui sono investito (???).

QUESTA È UNA MIA OPINIONE, NON È UNA LINEA DI PENSIERO CHE IO VOGLIA IMPORRE A UN QUALSIVOGLIA UTENTE
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 23, 2010, 08:29:37 pm
sinceramente non capisco a che pro far ironia, sarà che sono una fallita che guarda la vita che le scorre blabla.
DDR, è triste rivelartelo così: sei una gattara che guarda i banbini povri negli uochi.

:P
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 23, 2010, 08:29:47 pm
Non so perchè se tu ti senta una fallita che guarda la vita che scorre...
Però ti dico che a me questo dei rom sembra l'ultimo dei problemi...ma vedo che per voi è un argomento infuocato...che ne so, mi dispiace...

Io volevo prendere tutto con ironia.
Un'ironia che non è una presa per il culo, ma è un'ironia amara.
L'ironia di uno che guarda i rom e li vede che si lamentano perchè il campo rom si Salone è lontano dal centro di Roma e loro devono prendere i mezzi per andarci.

L'ironia di uno che vede gente fare i salti mortali per comprarsi un buco nelle borgate perchè le case costano di meno.
L'ironia di uno che vede gente fare i salti mortali per mandare i figli all'asilo privato perchè in quello pubblico "i figli degli extracomunitari stanno prima".

Questa è la mia ironia.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 23, 2010, 08:33:17 pm
L'ironia di uno che vede gente fare i salti mortali per mandare i figli all'asilo privato perchè in quello pubblico "i figli degli extracomunitari stanno prima".
Me la spieghi? Qual è il problema? (se mai ci spostiamo in/apriamo altri topic)
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 23, 2010, 08:35:20 pm
Non c'è problema.
Peace and love.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: yao_chan - Settembre 23, 2010, 08:36:01 pm
un'ironia che non si coglie perchè non sembra che tu faccia ironia. Stiamo scrivendo.
potevi dire subito che stavi facendo ironia, quando abbiamo ribattuto che stavi scrivendo una cazzata. Per noi il tenore del discorso era serissimo, mi sembra fosse pacifico ed evidente.
Se poi eri ironico, meglio per te.
E se fai ironia non vedo nemmeno a che pro risponderti, dato che appunto stiamo facendo un discorso serio.

Per in Francia hanno fatto la peggio boiata che potessero fare :facepalm: hanno buttato via un sacco di soldi e poi se li ritroveranno di nuovo lì. E adesso sarà pieno così di leghisti che non vedono l'ora di fare la stessa cosa :facepalm:
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 23, 2010, 08:36:51 pm
Non c'è problema.
Peace and love.
:sciuretta:

No, dico che non ho proprio capito perché ci si deve porre il problema dell'asilo privato. ???
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 23, 2010, 08:38:19 pm
Cogliere l'ironia è di solito sinonimo di intelligenza.

Buon proseguimento... ;)
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: yao_chan - Settembre 23, 2010, 08:39:12 pm
No, tra parentesi io ancora non ho capito perchè neghi di trattarci con condiscendenza. Così hai fatto, poche pagine fa, e così stai facendo ora.
Avrò le traveggole ::)

(E l'ironia, scrivendo, non si coglie manco per il cazzo a meno che tu non la faccia notare.)

(Poi, capirai la portata ironica del "deportiamoli". che ti aspettavi? Una bella risata? Ma per favore...)
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: DDRD(evotchka) - Settembre 23, 2010, 09:17:26 pm
Cogliere l'ironia è di solito sinonimo di intelligenza.

Buon proseguimento... ;)

mi scuso e rispiego meglio, non ha molto senso dirti "a che pro l'ironia" , perché anche io quando mi davo della fallita ovviamente ero ironica. il fatto è che  però tu hai iniziato il tuo intervento in questo topic DIRETTAMENTE con questa ironia, e non sapendo le tue posizioni, scusa ma sembrava palese che eri a favore di rimpatri/deportazioni.


Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 23, 2010, 09:37:58 pm
No, tra parentesi io ancora non ho capito perchè neghi di trattarci con condiscendenza. Così hai fatto, poche pagine fa, e così stai facendo ora.
Avrò le traveggole ::)
Non voglio avere per forza ragione non voglio avere per forza ragione non voglio avere per forza ragione non voglio avere per forza ragione

MA

devo quotare.
Non tacciarci della presunta volontà di imporci se poi ci tratti come dei bambini.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Sian - Settembre 23, 2010, 09:48:54 pm
Citazione
Un'ironia che non è una presa per il culo, ma è un'ironia amara.
L'ironia di uno che guarda i rom e li vede che si lamentano perchè il campo rom si Salone è lontano dal centro di Roma e loro devono prendere i mezzi per andarci.

L'ironia di uno che vede gente fare i salti mortali per comprarsi un buco nelle borgate perchè le case costano di meno.
L'ironia di uno che vede gente fare i salti mortali per mandare i figli all'asilo privato perchè in quello pubblico "i figli degli extracomunitari stanno prima".

Questa è la mia ironia.
Sì, ma non è che noi altri (io, almeno) si vive in una villa con piscina e si fa la carità pelosa o si espongono teorie radical chic.
Non sono di Roma, ma ho scritto che ho un campo nomadi – forse abusivo – nella mia città, ad una mia vicina sono entrati in casa manco fosse la loro e sono usciti perché ci teniamo d'occhio fra noi.
Io non credo che dargli un calcio in culo sia la soluzione, perché tanto tornano e perché ti ci consumi le suole prima che ne mandi fuori un quarto.
Bisogna far sì che ci sia una convivenza, lo Stato è colpevolmente assente ed è una grave lacuna ma non autorizza l'estradizione di massa pure di chi in Italia ci è nato.
Sugli asili privati, la crisi e blabla: ne abbiamo tutti da dire, quindi non si piglia 'sto paravento per aver scelto i rom piuttosto che i marocchini (mo' che i neri van di moda, son santi e ci si passa per razzisti) come caus belli e/o sfogo davanti al TG: “Andate a lavorare!”
Ah... Sì, dire cose razziste indica propensione al razzismo. Si può essere razzisti verso un'etnia, ma anche verso un certo tipo di persone come gli omosessuali oppure gli obesi o chiunque ti faccia credere che debba guadagnarsi i diritti ed i doveri che si garantiscono ad un essere umano.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: yao_chan - Settembre 23, 2010, 09:50:22 pm
Bisca: :-*
Allora non sono pazza! ::)
Citazione
Un'ironia che non è una presa per il culo, ma è un'ironia amara.
L'ironia di uno che guarda i rom e li vede che si lamentano perchè il campo rom si Salone è lontano dal centro di Roma e loro devono prendere i mezzi per andarci.

L'ironia di uno che vede gente fare i salti mortali per comprarsi un buco nelle borgate perchè le case costano di meno.
L'ironia di uno che vede gente fare i salti mortali per mandare i figli all'asilo privato perchè in quello pubblico "i figli degli extracomunitari stanno prima".

Questa è la mia ironia.
Sì, ma non è che noi altri (io, almeno) si vive in una villa con piscina e si fa la carità pelosa o si espongono teorie radical chic.
Non sono di Roma, ma ho scritto che ho un campo nomadi – forse abusivo – nella mia città, ad una mia vicina sono entrati in casa manco fosse la loro e sono usciti perché ci teniamo d'occhio fra noi.
Io non credo che dargli un calcio in culo sia la soluzione, perché tanto tornano e perché ti ci consumi le suole prima che ne mandi fuori un quarto.
Bisogna far sì che ci sia una convivenza, lo Stato è colpevolmente assente ed è una grave lacuna ma non autorizza l'estradizione di massa pure di chi in Italia ci è nato.
Sugli asili privati, la crisi e blabla: ne abbiamo tutti da dire, quindi non si piglia 'sto paravento per aver scelto i rom piuttosto che i marocchini (mo' che i neri van di moda, son santi e ci si passa per razzisti) come caus belli e/o sfogo davanti al TG: “Andate a lavorare!”
Ah... Sì, dire cose razziste indica propensione al razzismo. Si può essere razzisti verso un'etnia, ma anche verso un certo tipo di persone come gli omosessuali oppure gli obesi o chiunque ti faccia credere che debba guadagnarsi i diritti ed i doveri che si garantiscono ad un essere umano.


Ecco, ti straquoto.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 23, 2010, 10:43:23 pm
Mi tocca ancora rispondere. Poi vado a letto, eh.

DDR-Д(евушка)
Ok, hai ragione.  Ora sono io a sentire la mia vita scorrere come granuli… ::)

La strana coppia Bi&yao
E’ il mio modo di pormi. Non lo faccio con cattiveria. Quindi evitate le paranoie da perseguitati. Take it easy.  ;)

Sian
Lo Stato è colpevolmente assente in tutto. Non vedo perché debba cominciare ad essere presente proprio adesso e su questo argomento.  Oddio, sarò mica razzista?  ???

Non uso nessun paravento né con la crisi né con gli asili. Dico che quelli sono i miei problemi, perché sono io che pago il mutuo, non il rom. E sono io che manderò i miei figli all’asilo, non il rom. Dio, sono razzista.  ???

Ci sono problemi più importanti da risolvere, ma evidentemente fate finta di niente. Cazzo, di nuovo razzista.  ???

Sminuire il pensiero di una persona solo perché diverso dal proprio, indica la propensione alla chiusura mentale che sfocia nel razzismo che tanto disprezzate. Ah, non sono il solo razzista, qui.  :D

Diritti e doveri sono un bel binomio, ma è da ieri sera che cerco di spiegare che non c’è nessun binomio.  :D

Vi saluto, le discussioni serie mi mettono sonno e domani si lavora, per chi ha un lavoro.
Ah già, ma che ci importa del 27% dei giovani disoccupati. Pensiamo ai diritti dei rom. Quello sì che è un problema. Cazzo, ancora  razzista.  ???
Ah ma no, sono solo problemi paravento.

Buonanotte e sogni d’oro, gente…

ps: la principessa azzurra non esiste. :'(
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 23, 2010, 11:07:51 pm
Doveri, doveri e, indovina?, doveri dei rom che lo Stato non fa rispettare, e allora si cercano altre non-soluzioni. Più di così non so che dire. Amen!
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: NuovaCarne - Settembre 23, 2010, 11:18:49 pm
Ci sono problemi più importanti da risolvere, ma evidentemente fate finta di niente. Cazzo, di nuovo razzista.  ???
i problemi più importanti sono sempre i propri
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: yao_chan - Settembre 24, 2010, 12:14:44 am
Bisca, siamo una strana coppia. È il destino. ;D

(Dio, mi sento un po' pedofila :facepalm:)
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Sian - Settembre 24, 2010, 06:36:58 am
Ci sono problemi più importanti da risolvere, ma evidentemente fate finta di niente. Cazzo, di nuovo razzista.  ???
i problemi più importanti sono sempre i propri

quoto.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 24, 2010, 08:45:49 am

Vai con Dio. Ti benedico.  :messa:

NuovaCarne
Eh...e io non mi sento un essere mostruoso perchè la mattina quando mi sveglio non penso: "Ah oggi devo risolvere il problema dei rom, nun ce so' cazzi."
Poi se tu ci riesci, ti ammiro.
Ciao, ti voglio bene.  :-*

yao_chan
Addirittura pedofila?

Bene, buona giornata a tutti.
Ciao ciao
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Colui che lurka - Settembre 24, 2010, 09:46:29 am
Come al solito qui si legge quel che si vuole leggere. Bon.
Non ho capito questo tuo intervento O.o
Mi sembra di aver spiegato quale è il problema e chi è il problema PER ME: l'illegalità diffusa, dal gettare la cartaccia a terra al rubare miliardi di euro allo stato e chi permette (noi, io, te, DDR, chiunque) questo e in primis non si opera per cambiare le cose.

Nel momento in cui c'è un sistema funzionante (non parlo di Utopia: l'illegalità ci sarà sempre, ma si può ridurre a livelli minimi), è molto, molto più facile integrare "gli altri", perchè giocoforza DEVONO adeguarsi al sistema o rimanere schiacciati.

Nella società italiana attuale (io, te, il vicino di casa, chiunque) è possibile? No. Perchè siamo una società ormai basata su "frega il prossimo" (tu ad esempio citi le roulotte che occupano suolo pubblico: come puoi da italiana lamentarti quando lo stato condona abusi edilizi in aree protette (aka suolo pubblico pure loro? ) ).
E non ha senso lamentarsi se sono "gli altri" a fregare "noi".

Iniziamo una seria politica di legalità e poi ne riparliamo.


N.B.
Il "Tu" è generico eh.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Colui che lurka - Settembre 24, 2010, 09:47:39 am
Ci sono problemi più importanti da risolvere, ma evidentemente fate finta di niente. Cazzo, di nuovo razzista.  ???
i problemi più importanti sono sempre i propri

Con tutto il rispetto: sì.
Prima penso a lavorare e portare a casa il pane e dopo penso al resto.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: cristina - Settembre 24, 2010, 03:07:03 pm
La mia frase era riferita ad un intervento precedente di Luca, mi sembra. Credimi, anche io detesto profondamente la cultura del frega il prossimo, mi incazzo col sindaco del mio paese che appalta la raccolta differenziata a sua moglie sicuramente senza un regolare concorso, mi incazzo con chi edifica sulle coste e mi incazzo anche con i miei amici che buttano dal finestrino il pacchetto di sigarette. Però il topic non è "Riflettiamo sull'inciviltà di chi ci vive attorno" ma parla di questa non ben specificata questione rom.

Citazione
Iniziamo una seria politica di legalità e poi ne riparliamo.

Ma che discorso è? Solo perchè alcuni italiani (intendo di origine italiana) si danno all'illegalità e lo Stato si dimostra assente, noi ci si può porre questa questione?
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Colui che lurka - Settembre 24, 2010, 04:05:19 pm
No, Cristina, per me non si possono scindere i due problemi: dove manca una cultura della legalità, non hai margini di manovra per eliminare sacce di illegalità e di ingiustizia sociale.

Non sto dicendo "visto che c'è una fetta di italiani delinquenti, allora non facciamo nulla".
Sto dicendo che ripristinare (o instaurare visto che solo per brevi istanti mi sa c'è stata questa cultura da noi) una situazione di legalità, di cultura della legalità E' un modo molto più sicuro per risolvere questo genere di problemi (perchè il discorso che si sta facendo attorno ai Rom lo farei, che so, su Scampia? Su alcune enclave montane della bergamasca?).

Questa è la condizione prima per poter agire in modo ragionato e non ad minchiam, sull'onda dell'emozione o dell'emergenza.
Altrimenti siamo i Calderoli/Borghezio di turno.

Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: NuovaCarne - Settembre 24, 2010, 05:32:56 pm
Ci sono problemi più importanti da risolvere, ma evidentemente fate finta di niente. Cazzo, di nuovo razzista.  ???
i problemi più importanti sono sempre i propri

Con tutto il rispetto: sì.
Prima penso a lavorare e portare a casa il pane e dopo penso al resto.

e quindi? tutti, pure io, pensiamo prima a noi stessi. La mia osservazione era rivolta a chi, puerilmente, pensa che lo stato debba avere la sua stessa scala delle priorità.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Colui che lurka - Settembre 24, 2010, 05:57:44 pm
Ci sono problemi più importanti da risolvere, ma evidentemente fate finta di niente. Cazzo, di nuovo razzista.  ???
i problemi più importanti sono sempre i propri

Con tutto il rispetto: sì.
Prima penso a lavorare e portare a casa il pane e dopo penso al resto.

e quindi? tutti, pure io, pensiamo prima a noi stessi. La mia osservazione era rivolta a chi, puerilmente, pensa che lo stato debba avere la sua stessa scala delle priorità.
Non è puerile.
Credo che uno Stato debba occuparsi per prima cosa del benessere di tutti i suoi cittadini e, una volta messo in sistema quello, pensare al resto.

Non per altro, ma altrimenti, estremizzando il concetto, pure il Burkina Faso dovrebbe pensare agli altri e non ai suoi abitanti.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Crocs - Settembre 24, 2010, 06:26:31 pm
Sinceramente mi sento abbastanza vicina al pensiero di Cristina, probabilmente anche per una questione geografica: anche vicino a dove abito io c'è un campo nomadi: i furti di macchine e nelle case sono all'ordine del giorno, e ovviamente i carabinieri allargano le braccia.
Credo che la gente alla fine sia proprio esasperata!
Forse non sarà il problema principale della nazione, ma almeno qui sistemare un po' le cose migliorerebbe la qualità della vita per molti... insomma, non credo che ci si accanisca per razzismo, ma proprio perchè per molti è un problema quotidiano.
Non so di che etnia siano ma sinceramente non credo che sia quello il punto: nessuno ce l'ha con il cittadino italiano sinti che lavora, paga le tasse e vive nella sua casetta.
Quando diciamo nomadi parliamo tutti di quelli che vivono nei campi, non mandano i figli a scuola, non pagano l'occupamento del suolo pubblico etc etc...

Comunque io sto discorso del "ci sono problemi più gravi" non lo capisco tanto: magari un problema più grande non ha una soluzione, ma se se ne trova una per un problema più piccolo perché non iniziare da quello?


Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Adriana - Settembre 24, 2010, 06:45:22 pm

Quando ho aperto il topic forse sono stata troppo generica. In effetti volevo semplicemente stimolare un dibattito civile sull'argomento, non avevo degli obiettivi specifici. Faccio alcune precisazioni:

Ale, se non ci metti un'emoticon l'ironia non si capisce. E' normale, non siamo tonti noi.

'Ci sono problemi più grandi': questo mi pare benaltrismo. Non nego che ci siano problemi peggiori, ma qui stiamo parlando di questo, non dei massimi sistemi che regolano l'universo. E' possibile affrontare una questione per volta?

Non prendete le cose sul personale, se possibile, se no va a finire come dice NC, il dibattito muore e rimangono solo persone che la pensano tutte allo stesso modo. Limitiamo l'aggressività, ok? 
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: NuovaCarne - Settembre 24, 2010, 06:47:57 pm
Non è puerile.
Credo che uno Stato debba occuparsi per prima cosa del benessere di tutti i suoi cittadini e, una volta messo in sistema quello, pensare al resto.

Non per altro, ma altrimenti, estremizzando il concetto, pure il Burkina Faso dovrebbe pensare agli altri e non ai suoi abitanti.
mi sfugge il motivo della tua polemichetta visto che non sto mandando gli aiuti ai paesi stranieri trascurando i poveri itagliani. Ti ricordo che, nel caso ti sia sfuggito, i rom nati su territorio italiano sono cittadini italiani, e quindi visto che lo Stato come dici tu stesso dovrebbe "occuparsi per prima cosa del benessere di tutti i suoi cittadini", sarebbe tenuto a far rispettare le leggi laddove ci sono palesi e protratti reati contro minorenni che vengono sfruttati come manovalanza e mandati a delinquere invece che andare a scuola. E sarebbe tenuto a farlo con la stessa solerzia con cui lo farebbe per mio figlio o per tuo figlio se noi facessimo loro le cose elencate sopra. Comprì?
Ma come ho già detto prima, i bambini rom non hanno gli stessi diritti degli altri bambini perchè sono figli di rom e quindi sono cittadini i serie b.

E comunque sì, è puerile eccome, il post a cui mi riferivo.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: cristina - Settembre 24, 2010, 07:08:53 pm
Io continuo a battere sullo stesso punto: se gli porti via un figlio, gliene fotte? Smettono di farlo? No. Io non dico che non bisogna eh, almeno si "salva" un bambino. Però non è portando via i figli a tappeto che si risolve la questione, IMHO.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: NuovaCarne - Settembre 24, 2010, 07:16:28 pm
Io continuo a battere sullo stesso punto: se gli porti via un figlio, gliene fotte? Smettono di farlo? No. Io non dico che non bisogna eh, almeno si "salva" un bambino. Però non è portando via i figli a tappeto che si risolve la questione, IMHO.
se gliene fotte qualcosa è secondario, intanto però lo stato dovrebbe tutelare i minori che non hanno colpe di sorta se non la sfiga di essere nati nella famiglia sbagliata, ma invece non lo fa anzi la pula vede e si gira dal'altra parte.

Ad ogni modo secondo me ha ragione lucaluca che se gli togli i figli qualcosa gli fotte eccome, se non altro perchè gli togli tutta la manodopera, e non è che se fai altri figli tempo 1 mese sono già pronti per essere buttati in strada pure loro. Ci vuole un bel pò per "rimpiazzarli", e questo è un danno economico.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Crocs - Settembre 24, 2010, 07:51:40 pm
Infatti. Inoltre a furia di togliere figli, si andranno a esaurire? :)

Più che altro il problema è: dove si mettono tutti questi bambini? Adesso come adesso non so se lo stato è pronto a fronteggiare così tanta assistenza.

Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: cristina - Settembre 24, 2010, 07:54:59 pm

Più che altro il problema è: dove si mettono tutti questi bambini? Adesso come adesso non so se lo stato è pronto a fronteggiare così tanta assistenza.



Lo dicevo qualche post fa: ci vogliono luoghi dove metterli, soldi per mantenerli, una marea di assistenti sociali e forze dell'ordine che vadano a far irruzione nei campi e che seguano i bambini. Insomma, sarebbero richieste ingenti risorse.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 24, 2010, 08:04:42 pm

Quando ho aperto il topic forse sono stata troppo generica. In effetti volevo semplicemente stimolare un dibattito civile sull'argomento, non avevo degli obiettivi specifici. Faccio alcune precisazioni:

Ale, se non ci metti un'emoticon l'ironia non si capisce. E' normale, non siamo tonti noi.

'Ci sono problemi più grandi': questo mi pare benaltrismo. Non nego che ci siano problemi peggiori, ma qui stiamo parlando di questo, non dei massimi sistemi che regolano l'universo. E' possibile affrontare una questione per volta?

Non prendete le cose sul personale, se possibile, se no va a finire come dice NC, il dibattito muore e rimangono solo persone che la pensano tutte allo stesso modo. Limitiamo l'aggressività, ok? 


Mi dispiace, Adriana. Sono bannato dai forum di mezzo mondo proprio per questo.
Se scrivo che “chiederei in prestito il cannone alla donna cannone, lo piazzerei sul faro del porto di Bari e mi farei passare gli zingari uno ad uno per spararli in Albania” senza faccine, qualcuno può prendermi sul serio. 
Ok.
Ho detto che ci sono altri problemi, perché per me questo non è un problema.
E per quel che riguarda il far morire la discussione…beh…nei forum succede sempre così. Non si cerca mai il confronto con chi la pensa diversamente, si vuole l’omologazione. Si cerca lo scontro e si prosegue con questa sorta di isterismo collettivo finchè uno, stremato, non gli dice che hanno ragione. Questo forum non fa eccezione.
Permettimi di lasciarti con questa poesia di Bertold Brecht per farmi perdonare il mio odioso fancazzismo.

Prima di tutto vennero a prendere gli zingari
e fui contento, perché rubacchiavano.
Poi vennero a prendere gli ebrei
e stetti zitto, perché mi stavano antipatici.
Poi vennero a prendere gli omosessuali,
e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi.
Poi vennero a prendere i comunisti,
ed io non dissi niente, perché non ero comunista.
Un giorno vennero a prendere me,
e non c'era rimasto nessuno a protestare.


Un abbraccio
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 24, 2010, 09:20:53 pm
(vista la sua opinione, io eleggo NC mia portavoce in questo topic, ché tanto chi mi accusa di ignorare la sua opnione fa la stessa cosa, e poi mi sono già sbattuto per varie pagine, adesso delego ad altre tastiere affilate ;D)
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 24, 2010, 09:21:24 pm

Vai con Dio. Ti benedico.  :messa:
(Condiscenza portami via!)
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Adriana - Settembre 24, 2010, 11:41:41 pm

Conoscevo la poesia di Brecht.

Non potremmo sforzarci tutti di discutere in modo civile?  :(
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Misia - Settembre 24, 2010, 11:46:09 pm
(vista la sua opinione, io eleggo NC mia portavoce in questo topic, ché tanto chi mi accusa di ignorare la sua opnione fa la stessa cosa, e poi mi sono già sbattuto per varie pagine, adesso delego ad altre tastiere affilate ;D)

bisca oh, ma mica deve essere un lavoro eh?
mi fai morire :D
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Cettyola - Settembre 25, 2010, 01:18:50 am
Bisca ma..ma...quante volte hai scritto la parola "cazzo" in questa discussione??  :o :o  Parla pulito!! :predica:

Ho letto tutte le pagine adesso, devo dire che vi siete incazzati tutti con AlePato, bisca e yao hanno creato un'accoppiata abbastanza aggressiva, accomunati da idee molto simili, ma soprattutto dalla visione favoleggiante DELLO Stato che potrebbe sistemare tutto e che ad ogni dovere spetta un diritto(cosa riservata realmente a pochi).

NC ovviamente che sa come funzionano le cose, forse dell'ordine che se ne sbattono altamente.... Perchè arrestare rom non fa notizia, loro vogliono fare il colpaccio ed apparire sui giornali per i soliti articoli di droga e prostituzione.


La Francia ha risolto il problema momentaneamente e lo sanno. Ma probabilmente si assumono il rischio pensando che:
-la prossima volta toccherà ad un altro paese riprendere quella gente
-gli va bene se il 10% se ne sta nel paese in cui è stato rispedito


Dalle mie parti nessuno fa nulla in merito, ci sono ormai da anni gli stessi bambini a chiedere l'elemosina, e li vedi diventare ragazzini e non cambia mai nulla. Vengono ignorati, per chi ci amministra, i Rom non sono un problema.

Se invece ci fosse una politica dedita all'integrazione, si dovrebbe per prima cosa:
-recuperari i bambini trovati a chiedere l'elemosina e metterli iin pari con le vite degli altri ragazzini, garantendogli istruzione, assistenza alla salute e tutto ciò di cui ha bisogno e diventerà un adulto migliore di quello che è stato il padre che mandava ad elemosinare la prole.


Sarò pessimista, ma non credo si interesseranno mai a questo aspetto.



Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Misia - Settembre 25, 2010, 01:48:33 am
si anche io quando ho letto la discussione ho trovato certe espressioni e certi atteggiamenti un po' aggressivi nei confronti di Ale, era l'enfasi ok, ma non mi è molto piaciuta se posso dire la mia.

Parolacce a non finire poi  :P

per tanti aspetti dicevate la stessa cosa: dovrebbero far rispettare le leggi ai rom come a qualunque altro cittadino presente sul suolo italiano e tutelare i minori che sono le prime vittime  :-\
Poi da qui a toccare con mano i risultati ce ne passa:
niente fondi, niente strutture, niente sicurezza, etc.

Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: cristina - Settembre 25, 2010, 02:16:00 am
Però sbaglia Ale a pensare che qui vogliamo l'omologazione delle opinioni, anzi, tutto il contrario!
è normale che uno scontro sia acceso, specialmente su temi spinosi come questo, che coinvolgono le idee politiche e l'esperienza sensibile quotidiana.

Certo, qualche nome di troppo è volato, ma Bis e Yao sono giovani e affontano le discussioni mettendo in primo piano i loro sacrosanti ideali e questo li spinge ad affrontare la cosa in modo focoso.

Niente di grave, niente di imperdonabile :)
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Misia - Settembre 25, 2010, 02:22:07 am
no ma ci mancherebbe altro!
non ho detto che è grave, dico solo che infarcire di parolacce un post non aiuta a renderlo più incisivo ma solo più aggressivo se l'uso è reiterato.
ci sta, ripeto, che nell'enfasi la cosa si sia scaldata oltre misura, a me è risultato solo un po' fastidioso leggere certe espressioni più e più volte.

se le usi troppo poi perdono di efficacia

 :predica:
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Cettyola - Settembre 25, 2010, 02:22:52 am
Però sbaglia Ale a pensare che qui vogliamo l'omologazione delle opinioni, anzi, tutto il contrario!
è normale che uno scontro sia acceso, specialmente su temi spinosi come questo, che coinvolgono le idee politiche e l'esperienza sensibile quotidiana.

Certo, qualche nome di troppo è volato, ma Bis e Yao sono giovani e affontano le discussioni mettendo in primo piano i loro sacrosanti ideali e questo li spinge ad affrontare la cosa in modo focoso.

Niente di grave, niente di imperdonabile :)

So ragazzzzzzzzzzi...Mi ricordano quando ero giovane anch'io... :predica:
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: cristina - Settembre 25, 2010, 02:26:42 am
Ah, per me ne è passato di tempo...
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Misia - Settembre 25, 2010, 02:30:10 am
possiamo lasciar perdere i tempi andati che qui rischio il suicidio?
 :tze:
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Bisca - Settembre 25, 2010, 02:12:17 pm
Cettyola: mi sono espresso come avrei fatto live*: sul forum non mi sembra necessario un linguaggio così formale, che ingessa le discussioni in un contesto in cui non mi sembra necessario.

*Sì, live sarei un attimino sboccato.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Adriana - Settembre 25, 2010, 02:17:06 pm

Ragazzi, niente di grave, però teniamo conto del fatto che molti non si conoscono dal vivo e che scrivendo si perdono il tono, l'inflessione, la mimica facciale che aiuterebbero a capirsi meglio  ;)
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: DDRD(evotchka) - Settembre 25, 2010, 02:18:47 pm
sarebbe anche il caso di non entrare a gamba tesa con messaggi appositamente fraintendibili, però.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Cettyola - Settembre 25, 2010, 02:38:12 pm
Cettyola: mi sono espresso come avrei fatto live*: sul forum non mi sembra necessario un linguaggio così formale, che ingessa le discussioni in un contesto in cui non mi sembra necessario.

*Sì, live sarei un attimino sboccato.


Invece secondo me quando si limita l'uso delle parolacce QUI si fa una figura migliore, soprattutto perchè quando scrivi qui hai qualche secondo in più rispetto a quando esprimi un pensiero a voce preso dalla foga della discussione. Non dico che non si debbano scrivere affatto, ma ho letto un sacco di CAZZO anche quando il concetto era espresso benissimo senza.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Misia - Settembre 25, 2010, 02:51:27 pm
si infatti, alcune volte un po' si è esagerato, bisca non è questione di discussioni ingessate, le parolacce a voce sono più spontanee certo, ma quando scrivi risultano un po' fastidiose se sono tante e non servono a migliorare l'esposizione  ;)
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Colui che lurka - Settembre 27, 2010, 09:49:15 am
Non è puerile.
Credo che uno Stato debba occuparsi per prima cosa del benessere di tutti i suoi cittadini e, una volta messo in sistema quello, pensare al resto.

Non per altro, ma altrimenti, estremizzando il concetto, pure il Burkina Faso dovrebbe pensare agli altri e non ai suoi abitanti.
mi sfugge il motivo della tua polemichetta visto che non sto mandando gli aiuti ai paesi stranieri trascurando i poveri itagliani. Ti ricordo che, nel caso ti sia sfuggito, i rom nati su territorio italiano sono cittadini italiani, e quindi visto che lo Stato come dici tu stesso dovrebbe "occuparsi per prima cosa del benessere di tutti i suoi cittadini",
E chi ha mai detto il contrario, scusa? O.o
Ho  chiesto "di che ROM parliamo?" non so quante volte, perchè non è banale la questione (E no, non tutti i nati su suolo italiano sono italiani, c'è anche la possibilità per i genitori di mantenere la nazionalità di origine, tra le altre cose): non tutti i ROM sono nomadi, non tutti i ROM non sono italiani, non tutti i ROM hanno le stesse tradizioni.

Citazione
sarebbe tenuto a far rispettare le leggi laddove ci sono palesi e protratti reati contro minorenni che vengono sfruttati come manovalanza e mandati a delinquere invece che andare a scuola. E sarebbe tenuto a farlo con la stessa solerzia con cui lo farebbe per mio figlio o per tuo figlio se noi facessimo loro le cose elencate sopra. Comprì?
Ehm quale punto dei miei post in cui chiedo una legalità diffusa (ergo applicata a tutti) non ti è chiaro?
L'ho detto e ribadito più volte, comprì? Vuoi un disegnino? (visto che giochiamo a "sei un coglione, non capisci un cazzo della vita", ci metto il carico da 90 pure io)

Citazione
Ma come ho già detto prima, i bambini rom non hanno gli stessi diritti degli altri bambini perchè sono figli di rom e quindi sono cittadini i serie b.
MA CHI CAZZO HA MAI DETTO QUESTO?
Cacchio, adesso voglio il punto preciso in cui avrei anche solo accennato a una cosa simile.
Perchè col cazzo che questo è un confronto civile, è semplicemente un "tu sei un cretino, questo è 'benaltrismo', questo è.." (tra parentensi, benaltrismo che? Ho sempre spiegato perchè reputo la soluzione di un problema migliore se applicata in altra ottica. La risposta? Benaltrismo. Cazzo, argomentami il perchè sono puttanate quello che dico!).
A quando passiamo a "c'hai le tue cose?" e "Ragioni con l'uccello"? Così, tanto per capire se è il caso che lasci anche questa discussione come quella sulla religione, perchè il livello è deprimente.


Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: NuovaCarne - Settembre 27, 2010, 09:54:52 am
ripeto: mi sfugge il motivo della tua polemica, visto che stiamo sostanzialmente dicendo la stessa cosa e di palo in frasca ti sei sentito chiamato in causa per nonsisabenechecosa. Stai facendo tutto da solo, contento te...

Poi mi spieghi (TU A ME) che cazzo hai da scattare in quel modo se non si parlava nè con te, nè di te.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Colui che lurka - Settembre 27, 2010, 11:16:07 am
Oh, hai detto tu che la mia soluzione ideale è "benaltrismo", che sono "questioni puerili".
Mica io.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: NuovaCarne - Settembre 27, 2010, 11:19:23 am
Oh, hai detto tu che la mia soluzione ideale è "benaltrismo"
eeeeeeeeeeeh??  ???
te lo sei sognato

, che sono "questioni puerili".
Mica io.
già peccato che il messaggio che quotavo e a cui mi riferivo non fosse tuo

Ci sono problemi più importanti da risolvere, ma evidentemente fate finta di niente. Cazzo, di nuovo razzista.  ???
i problemi più importanti sono sempre i propri

Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Adriana - Settembre 27, 2010, 11:42:34 am

Ho parlato io di benaltrismo: mi sembrava che tu dicessi 'Ci sono problemi ben più gravi, è inutile parlare di questo'. (Riflettendoci meglio, non so se è precisamente benaltrismo). Se ho capito male quello che hai scritto, per favore, spiegalo di nuovo.

Ah, chiedo scusa per l'appellativo generico di 'Rom': quando ho aperto questa discussione (che poi è stata unita ad altre) non conoscevo tutte le varie differenze. Uno dei motivi per cui ho creato questo topic è stata anche la speranza di avere maggiori informazioni.
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: lucaluca - Settembre 27, 2010, 04:01:04 pm
sono sensibbille e tutti questi vostri scannamenti mi danno i brividi.
1) la soluzione deportazione non è tanto "razzista" è idiota semplicemente. Punto primo deportare delle persone costa e tanto .Per esempio il buon adolfo come prima idea aveva quella di deportare gli ebrei in madagascar ma i costi rispetto alla soluzione finale erano troppo alti. Teniamo conto che noi siamo bbuoni e quindi i metodi nazisti di deportazione non li possiamo usare e quindi una deportazione ci costerebbe di più che quella scartata al suo tempo dal signor hitler. Tipo sarkozy deve pagare i deportati perchè si facciano deportare. A parte che legalmente non si possono deportare cittadini comunitari come la stragrande maggioranza dei rom sono ( sono italiani o appartenenti a paesi ue, tranne i kossovari diciamo). E dove li deportiamo? nell'isola che non c'è? Quanto credete che ci metteranno i rom bulgari o rumeni a tornare in francia con in tasca gli euro donati da sarkozy? 
Non avendo una siberia in cui mandare gente a lavorare che si fa
2) mi si dice che togliergli i figli non servirebbe a nulla e / o costerebbe troppo. a parte che i costi si possono coprire con le confische mica si deve tenere solo in conto i costi per fare una cosa. Quanto costa la situazione attuale?
3) sono stato ospite in una bellissima casa zingara in serbia, a parte il kitch marmiovunque alla silvio b. era tutto in ordine, pulito , e si mangiava bene. Quando ho chiesto ai serbi come mai loro andassero tanto d'accordo con i rom e non ci fossero i  problemi che abbiamo noi con loro  la risposta è stata: beh se rubano qui finiscono in carcere a lavorare duro , gli affari possono andarli a fare in italia o in austria.
4) comunque o pretendere in italia il rispetto della legge dagli zingari quando il nostro capo che ha millemila società offshore è da due mesi che fa il culo ad un ex servo perchè il cognatino ha comprato una casa , forse, come furbetto
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Settembre 30, 2010, 12:49:13 pm
E calò il silenzio...(http://www.calshop.biz/smiles/pisolo54.gif)
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Novembre 07, 2011, 01:14:24 pm
Lega shock: "Grazie a pioggia sgomberati campi rom a Torino" (http://torino.repubblica.it/cronaca/2011/11/07/news/cavallotto_lega_grazie_a_pioggia_sgomberati_campi_rom_a_torino-24579763/?ref=HRER3-1)
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: Mixarchagevas - Novembre 07, 2011, 01:18:49 pm
Lega basic...
Titolo: Re: Rom: che fare?
Inserito da: AlePato - Novembre 07, 2011, 01:28:48 pm
Eppure io me li immagino tutti insieme mentre cercano di vincere la gara a chi la spara più grossa...

(http://www.mondonews24.com/wp-content/uploads/Pontida.jpg)

Le loro origini, in fondo, parlano più di mille parole... ;D
Titolo: Re:Rom: che fare?
Inserito da: Misia - Aprile 03, 2019, 10:12:23 am
https://www.ilpost.it/2019/04/03/proteste-torre-maura-contro-i-rom/

Citazione
circa 60 persone che avrebbero dovuto essere accolte nel centro ci sono 33 bambini e 22 donne, delle quali tre sono incinte

Citazione
CasaPound, Forza Nuova e Azione Frontale hanno incitato alle barricate contro la “sostituzione etnica”.

Ho concluso.

 :desolazione:
Titolo: Re:Rom: che fare?
Inserito da: Theodorus - Aprile 03, 2019, 03:20:05 pm
Io abito lì
Titolo: Re:Rom: che fare?
Inserito da: Allevi3MSC - Aprile 03, 2019, 04:14:17 pm
Ah ecco perché mi suonava familiare...
Titolo: Re:Rom: che fare?
Inserito da: Allevi3MSC - Aprile 07, 2019, 02:30:26 pm
https://notizie.tiscali.it/cronaca/articoli/arrestato-uomo-rivolte-anti-migranti/?fbclid=IwAR2BCYofRXoP7jDgYATX-eIxSiyDiJCfKQsB9UEv40PBCnrKUbiPtHZuKnM

Ha paura che gli rubino il lavoro.
Titolo: Re:Rom: che fare?
Inserito da: Allevi3MSC - Luglio 18, 2019, 01:18:19 pm
https://www.farodiroma.it/vergognarsi-di-essere-italiani-a-guidonia-unauto-falcia-una-piccola-nomade-a-guidonia-ma-le-voci-ingenerano-un-equivoco-cosi-un-gruppo-di-xenofobi-facinorosi-tenta-lassalto-al-campo-rom/?fbclid=IwAR2HyKCQ3j98kGQLb-wq7aOmUnnZ8HjeAMATda-l0JV_baLM2qk6x4SDamA

Ovviamente se c'è un caso di pirateria della strada e c'è coinvolto qualche rom non può che essere dalla parte del torto... e ovvviamente in quel caso è cosa opportuna prendersela con la comunità intera.
Titolo: Re:Rom: che fare?
Inserito da: Misia - Luglio 18, 2019, 02:33:20 pm
Madonna che malati di mente invasati  :malaticcio: