Le Malvestite

Psychiatric help => Malvahoo answers => Topic aperto da: angelwiththe - Luglio 07, 2008, 05:21:16 pm

Titolo: Bambini? No, grazie!
Inserito da: angelwiththe - Luglio 07, 2008, 05:21:16 pm
Ispirata da diversi commenti letti in giro, mi domando: è davvero tanto grave che a 26 anni non pensi nemmeno lontanamente a fare figli?
Tutti i colleghi o gli amici a cui dico che io odio i bambini e che, probabilmente (mai dire mai) non ne vorrò mai, mi danno del'insensibile egoista.
Non sono disposta a sacrificare la mia libertà per un bimbo, nè a farlo e per poi parcheggiarlo davanti la tv per non "averlo tra i piedi" come fanno molti (questo sì che è da egoisti).
Il mio ragazzo sostiene che la mia idiosincrasia per i nanetti sia imputabile al fatto che quelli che vedo intorno a me, compresi quelli delle mie amiche, sono maleducati e viziati a livelli incredibili e che il nostro ( :'( ) non crescerà così di sicuro!
Che poi io ai bambini piaccio pure...
Delle volte ho paura che se rimanessi incinta (ho pure dimenticato una pillola questo mese, cacchio) potrei arrivare anche odiare mio figlio e ad attribuirgli la colpa dei vari cambiamenti che sarei costretta ad apportare alla mia vita.
Forse non sono capace di amare incondizionatamente un essere vivente, nemmeno se l'ho portato in grembo per nove mesi. Voi che ne pensate?
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mattia - Luglio 07, 2008, 06:02:04 pm
Ispirata da diversi commenti letti in giro, mi domando: è davvero tanto grave che a 26 anni non pensi nemmeno lontanamente a fare figli?
Tutti i colleghi o gli amici a cui dico che io odio i bambini e che, probabilmente (mai dire mai) non ne vorrò mai, mi danno del'insensibile egoista.
Non sono disposta a sacrificare la mia libertà per un bimbo, nè a farlo e per poi parcheggiarlo davanti la tv per non "averlo tra i piedi" come fanno molti (questo sì che è da egoisti).
Il mio ragazzo sostiene che la mia idiosincrasia per i nanetti sia imputabile al fatto che quelli che vedo intorno a me, compresi quelli delle mie amiche, sono maleducati e viziati a livelli incredibili e che il nostro ( :'( ) non crescerà così di sicuro!
Che poi io ai bambini piaccio pure...
Delle volte ho paura che se rimanessi incinta (ho pure dimenticato una pillola questo mese, cacchio) potrei arrivare anche odiare mio figlio e ad attribuirgli la colpa dei vari cambiamenti che sarei costretta ad apportare alla mia vita.
Forse non sono capace di amare incondizionatamente un essere vivente, nemmeno se l'ho portato in grembo per nove mesi. Voi che ne pensate?

quella frase mi ha fatto troppo ridere. come dice Carrie in una puntata:
"Charlotte e Trey si guardarono e pensarono la bugia che si dicono tutti i futuri genitori: i nostri saranno diversi"


comunque non mi esprimo in materia perché sono maschio (più o meno) e penso che ne sappiate più voi. dico solo che credo che amare faccia sempre rima con viziare  :D
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Cettyola - Luglio 07, 2008, 06:05:36 pm
OT:Angel ma che firma hai messo?  ;D

Tenendo conto del fatto che i 26 anni di oggi non sono gli stessi di 30 anni fa, tenendo conto della speranza della vita che aumenta..ancora ce n'è di tempo! E' anche vero che andando più avanti con l'età si rischia in salute ad affrontare una gravidanza.
 
Sicuramente i bambini odiosi che conosci tu ti fan passare tutta la voglia(che hai già scarsa), ma dipende dagli educatori che si ritrovano.  Ci sono bambini fotocopia dei genitori sboroni che parlano di barche, mini moto, cellulari ipertecnologici e mutui( in un supermercato una volta ho sentito un bambino(alto 1 metro circa) che diceva al padre: " ma noooo, se prendi quello dobbiam fare un mutuo"  :o 
E poi ci sono quelli teneroni. Vale come per gli adulti, ci sono i belli e i brutti, i simpatici e gli antipatici.

Io ho un fratellinodi 7 anni (quando è nato, avevo compagne di classe che procreavano di già)che ovunque lo tocchi è morbido,sembra un peluche, mi fa morire da ridere. Divoratore di nutella, cartoni animati, e libri sugli animali.
Ecco: semmai avrò un figlio lo voglio come lui :D

Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mirtillosa° - Luglio 07, 2008, 06:07:06 pm
Non sei mica obbligata ad averne?
Odio però mi sembra una parola troppo grossa
Io ho la tua età e non mi ci vedo proprio con un figlio, anche se sono sicura che un giorno cambierò idea, non sono assolutamente pronta.  Sicuramente però lo/la educherò in modo molto diverso dalla media dei ragazzetti maleducati e viziati che si vedono in giro

A me fanno letteralmente schifo quei discorsi del tipo "l'istinto materno" "una donna si sente realizzata solo con un figlio" "il bambino all'inizio deve stare in simbiosi con la madre, il padre li deve lasciare soli"...che mentalità arretrata abbiamo in italia

A proposito, i ragazzini sono viziati dai genitori, non è che nascono così. Ho visto genitori che non si fanno assolutamente rispettare, una volta ho visto un ragazzetto sui 10 anni che starnutiva e si puliva sull maglietta del papà e lui non diceva nulla
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mattia - Luglio 07, 2008, 06:13:11 pm
Non sei mica obbligata ad averne?
Odio però mi sembra una parola troppo grossa
Io ho la tua età e non mi ci vedo proprio con un figlio, anche se sono sicura che un giorno cambierò idea, non sono assolutamente pronta.  Sicuramente però lo/la educherò in modo molto diverso dalla media dei ragazzetti maleducati e viziati che si vedono in giro

A me fanno letteralmente schifo quei discorsi del tipo "l'istinto materno" "una donna si sente realizzata solo con un figlio" "il bambino all'inizio deve stare in simbiosi con la madre, il padre li deve lasciare soli"...che mentalità arretrata abbiamo in italia


se devo essere sincero una delle cose che più invidio alle donne è il rapporto che instaurano automaticamente con il figlio. il padre potrà essere il papà più buono e amato del mondo, ma verso di lui i bambini non proveranno mai quello che provano per la madre, che giustamente è tutto. non ho mai sentito un bambino in difficoltà chiamare "papà", ma sempre e solo "mamma". ecco, credo che questo voglia dire molto.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: cristina - Luglio 07, 2008, 06:14:00 pm
Mirtillosa, la simbiosi non è da sottovalutare. Senza di essa in fase neonatale infatti, si rischiano più o meno gravi patologie a livello psicologico. Il bambino, diversamente da altri cuccioli, deve avere un profondo legame (e quindi un forte e assiduo contatto) con la madre almeno fino all'età pre-adolescenziale. Se non hai voglia di avere un marmocchio sul groppone per tantissimi lunghissimi infiniti anni, è logico pensarla come angel (sacrosanto pensiero, quello di non parcheggiarli davanti alla tv!).
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: I a liar - Luglio 07, 2008, 06:14:57 pm
Ispirata da diversi commenti letti in giro, mi domando: è davvero tanto grave che a 26 anni non pensi nemmeno lontanamente a fare figli?
Tutti i colleghi o gli amici a cui dico che io odio i bambini e che, probabilmente (mai dire mai) non ne vorrò mai, mi danno del'insensibile egoista.
Non sono disposta a sacrificare la mia libertà per un bimbo, nè a farlo e per poi parcheggiarlo davanti la tv per non "averlo tra i piedi" come fanno molti (questo sì che è da egoisti).
Il mio ragazzo sostiene che la mia idiosincrasia per i nanetti sia imputabile al fatto che quelli che vedo intorno a me, compresi quelli delle mie amiche, sono maleducati e viziati a livelli incredibili e che il nostro ( :'( ) non crescerà così di sicuro!
Che poi io ai bambini piaccio pure...
Delle volte ho paura che se rimanessi incinta (ho pure dimenticato una pillola questo mese, cacchio) potrei arrivare anche odiare mio figlio e ad attribuirgli la colpa dei vari cambiamenti che sarei costretta ad apportare alla mia vita.
Forse non sono capace di amare incondizionatamente un essere vivente, nemmeno se l'ho portato in grembo per nove mesi. Voi che ne pensate?

Io di anni ne ho quasi 32 ed ancora non ci penso a mettere al mondo un figlio.
Mi piacerebbe, come no, ma ancora non me la sento, non riesco nemmeno a ricordarmi di dare l'acqua alle piante, figuriamoci crescere un figlio!
In compenso intorno a me c'è una vera e propria epidemia di gravidanze.
Il Dipartimento dove lavoro è piccolissimo, ma quest'anno ci sono stati almeno 8 casi... le mie amiche sono tutte incinte o puerpere... dev'essere qualcosa nell'acqua...   ;D
Angelwiththe: scherzi a parte, nessuno ti corre appresso e nemmeno ti obbliga a fare un figlio.
Fortunatamente al giorno d'oggi una donna può sentirsi realizzata anche al di fuori della maternità ed in ogni caso, rispetto ad i tempi attuali, sei ancora abbondantemente in tempo per sviluppare un senso materno.
Pare che ad un certo punto l'istinto alla riproduzione prenda il sopravvento e che i cambiamenti connessi alla maternità, non siano poi così insopportabili... se e quando mi accadrà ti farò sapere...  ::)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mirtillosa° - Luglio 07, 2008, 06:17:03 pm
Ci sono padri che quando la moglie partorisce prendono 3 settimane di ferie per occuparsi anche loro del loro bambino. Ce ne sono altri che invece pensano che quello sia un lavoro da donne, che non sanno neanche fare il bagno e cambiare il loro figlio e quel che è peggio le loro mogli o compagne neanche vogliono che il padre si avvicini. così i padri continuano a fare la loro vita e le madri chiuse in case per mesi, sole e depresse. A questo io mi riferivo
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lara-v - Luglio 07, 2008, 06:17:33 pm
A 26 anni avevo ancora il terrore di rimanere incinta.
A 28 ho cominciato a desiderare un bambino, in modo altalenante.
Adesso ne ho 31 e continuo a desiderarlo, in modo altalenante.

Comunque anche io non sopporto quelle mamme e papà che non educano per nulla i loro figli, non esiste!
Non capisco se vogliono evitargli frustrazioni (ma tanto ce le avranno prima o poi nella vita), o semplicemente non hanno voglia di stare a contraddire il figlio e gliele danno tutte vinte.
Se sarò mai mamma, sarò dolce ma ferma.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Cettyola - Luglio 07, 2008, 06:19:09 pm

se devo essere sincero una delle cose che più invidio alle donne è il rapporto che instaurano automaticamente con il figlio. il padre potrà essere il papà più buono e amato del mondo, ma verso di lui i bambini non proveranno mai quello che provano per la madre, che giustamente è tutto. non ho mai sentito un bambino in difficoltà chiamare "papà", ma sempre e solo "mamma". ecco, credo che questo voglia dire molto.

é un pò come la storia che il maschietto è più legato alla mamma e la femminuccia al papà. Per me è stato ed è realmente così, anche se non c'è ovviamente una differenza tra i due genitori. 
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mattia - Luglio 07, 2008, 06:22:24 pm
A 26 anni avevo ancora il terrore di rimanere incinta.
A 28 ho cominciato a desiderare un bambino, in modo altalenante.
Adesso ne ho 31 e continuo a desiderarlo, in modo altalenante.

Comunque anche io non sopporto quelle mamme e papà che non educano per nulla i loro figli, non esiste!
Non capisco se vogliono evitargli frustrazioni (ma tanto ce le avranno prima o poi nella vita), o semplicemente non hanno voglia di stare a contraddire il figlio e gliele danno tutte vinte.
Se sarò mai mamma, sarò dolce ma ferma.

credimi, è molto difficile. in famiglia siamo 7 nipoti: io (21anni), mio cugino (17), mia sorella (12), mia cugina (11), mio cugino (10), mia cugina (9) e mia cuginetta (2). ecco, io ci sono cresciuto con loro e ti posso assicurare che pur essendo bambini più o meno bravi e intelligenti, quando ci si mettono è veramente difficile star loro dietro.
credo che ognuno vorrebbe essere dolce e fermo, ma dopo che tuo figlio piange da 3 ore ininterrotte solo per fare i capricci, penso che non dargliela vinta sia difficilissimo!
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mattia - Luglio 07, 2008, 06:24:02 pm

se devo essere sincero una delle cose che più invidio alle donne è il rapporto che instaurano automaticamente con il figlio. il padre potrà essere il papà più buono e amato del mondo, ma verso di lui i bambini non proveranno mai quello che provano per la madre, che giustamente è tutto. non ho mai sentito un bambino in difficoltà chiamare "papà", ma sempre e solo "mamma". ecco, credo che questo voglia dire molto.

é un pò come la storia che il maschietto è più legato alla mamma e la femminuccia al papà. Per me è stato ed è realmente così, anche se non c'è ovviamente una differenza tra i due genitori. 

lo so, ma anche se sei femmina comunque cominci ad attaccarti alla figura paterna verso i 2 anni, secondo me. prima sei comunque indissolubilmente legata alla mamma.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mirtillosa° - Luglio 07, 2008, 06:30:18 pm
Io sono dell'opinione che un figlio si faccia in due e che entrambi i genitori se ne debbano occupare, fin da subito. Ci sono molte madri che si sentono sole e tristi perchè il padre si disinteressa ai figli, li considera solo quando è il momento di giocare, poi se iniziano a piangere chiamano la moglie perchè non sanno che fare. Ne ho viste tante di queste scene
poi rispetto le vostre opinioni
Lo sapete che in Scandinavia anche il padre può prendere un periodio  di "paternità" dal lavoro?
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Cettyola - Luglio 07, 2008, 06:30:26 pm
é anche vero che la madre è fonte di nutrimento principale col latte materno( a chi viene).
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lara-v - Luglio 07, 2008, 06:51:53 pm
A 26 anni avevo ancora il terrore di rimanere incinta.
A 28 ho cominciato a desiderare un bambino, in modo altalenante.
Adesso ne ho 31 e continuo a desiderarlo, in modo altalenante.

Comunque anche io non sopporto quelle mamme e papà che non educano per nulla i loro figli, non esiste!
Non capisco se vogliono evitargli frustrazioni (ma tanto ce le avranno prima o poi nella vita), o semplicemente non hanno voglia di stare a contraddire il figlio e gliele danno tutte vinte.
Se sarò mai mamma, sarò dolce ma ferma.

credimi, è molto difficile. in famiglia siamo 7 nipoti: io (21anni), mio cugino (17), mia sorella (12), mia cugina (11), mio cugino (10), mia cugina (9) e mia cuginetta (2). ecco, io ci sono cresciuto con loro e ti posso assicurare che pur essendo bambini più o meno bravi e intelligenti, quando ci si mettono è veramente difficile star loro dietro.
credo che ognuno vorrebbe essere dolce e fermo, ma dopo che tuo figlio piange da 3 ore ininterrotte solo per fare i capricci, penso che non dargliela vinta sia difficilissimo!

stando alla mia esperienza con bambini di varie età, se piange per tre ore di seguito per me vuol dire che c'è qualcosa che non va. dargliela vinta ok, ma non tutte le volte.
poi bisognerà vedere quando ci sarò veramente dentro, ma la mia idea è questa!
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: KettiBoop - Luglio 07, 2008, 07:06:13 pm
piccola riflessione OT

"volere/avere" un figlio è secondo me una parola scorretta.
nel senso che se hai un figlio, non hai un bambolotto da vestire e scarrozzare per farti sentire importante/realizzato, e per di più, non puoi possederlo come una cosa, tenerlo come un oggetto.

a me piace il verbo "concepire" e "dare" alla luce. e secondo me per un figlio sacrifichi (non sempre ma abbastanza) almeno 20 anni della tua vita.

e capisco benissimo chi (per il momento o per sempre) non ne vuol sentir parlare.
il mio problema è che faccio più fatica a capire chi li vuole a tutti i costi, sti figli.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: angelwiththe - Luglio 07, 2008, 07:21:45 pm
Io di anni ne ho quasi 32 ed ancora non ci penso a mettere al mondo un figlio.
Mi piacerebbe, come no, ma ancora non me la sento, non riesco nemmeno a ricordarmi di dare l'acqua alle piante, figuriamoci crescere un figlio!
Ecco appunto! A me muoiono pure le piante grasse!!!

OT:Angel ma che firma hai messo?  ;D

Tenendo conto del fatto che i 26 anni di oggi non sono gli stessi di 30 anni fa, tenendo conto della speranza della vita che aumenta..ancora ce n'è di tempo! E' anche vero che andando più avanti con l'età si rischia in salute ad affrontare una gravidanza.
 
Sicuramente i bambini odiosi che conosci tu ti fan passare tutta la voglia(che hai già scarsa), ma dipende dagli educatori che si ritrovano.  Ci sono bambini fotocopia dei genitori sboroni che parlano di barche, mini moto, cellulari ipertecnologici e mutui( in un supermercato una volta ho sentito un bambino(alto 1 metro circa) che diceva al padre: " ma noooo, se prendi quello dobbiam fare un mutuo"  :o 
E poi ci sono quelli teneroni. Vale come per gli adulti, ci sono i belli e i brutti, i simpatici e gli antipatici.

Io ho un fratellinodi 7 anni (quando è nato, avevo compagne di classe che procreavano di già)che ovunque lo tocchi è morbido,sembra un peluche, mi fa morire da ridere. Divoratore di nutella, cartoni animati, e libri sugli animali.
Ecco: semmai avrò un figlio lo voglio come lui :D

OT: perché non ti piace (http://www.youtube.com/watch?v=QMfMJFqMxyQ)?  ;)

Il brutto è che i figli non li puoi scegliere, non li puoi cambiare nemmeno con lo scontrino...

E' vero che dipende molto dai genitori che permettono loro di tutto.
E poi io sono per la sculacciata educativa, nonostante la pedagogia moderna dica che non si fa, credo che sia la soluzione migliore in certi casi.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Cettyola - Luglio 07, 2008, 07:48:19 pm
 ;D Mi fa ridere!
Eh no..niente scontrino coi figli. Li tieni come ti vengono. E comunque non dimenticate che c'è una certa percentuale di "caso".
E' a fortuna insomma. Ogni bambino ha un carattere,ci sono i timidini e mansueti e le pesti.
A me danno fastidio i bambini che in casa loro stanno con 2 piedi in una scarpa e in quella degli altri distruggono. Lo trovo maleducato, io ho i cugini così, che fortunatamente adesso sono cresciuti. Ma quando venivano a trovarci erano una rottura di palle: creavano disordine.E i genitori a fregarsene.
Me ne viene in mente 2 particolarmente idioti. Si facevano comprare tutti i giocattoli super costosi e tecnologici(anche quando non potevano permetterseli,raccoglievano le paghette per mesi), come il robottino ... e poi lo tenevano imballato senza usarlo "sennò si rompe".
A casa mia problemi di rottura non se ne facevano.
Pazienza, era cafone l'ambiente di casa in cui crescevano che li ha tirati su egoisiti. puah!
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: pam - Luglio 07, 2008, 08:52:52 pm
Io non voglio avere figli, né tanto meno concepirli o darli alla luce. Non odio i bambini (tranne quelli maleducati, ma lo stesso dicasi per gli adulti), mi lasciano del tutto indifferente. I miei ogni tanto si lamentano che non diventeranno nonni, ma hanno il cane Tex che, parole loro, è meglio di un nipotino  ;D
Dipendesse da me, direi che sono a favore di una graduale e inesorabile estinzione della razza umana, e che io faccio la mia parte per raggiungere questo scopo  :ghignomalefico:, sta di fatto che se una persona vuole fare un figlio, benché sia un desiderio che io non sono in grado di capire, liberissima di farlo, ma con consapevolezza.
angelwiththe, c'è una parte del tuo discorso che non mi fila: quando dici che hai paura che finiresti per odiare tuo figlio per i cambiamenti che apporterebbe alla tua vita. Sei una donna intelligente, avrai anche dimenticato di prendere una pillola, ma questo non significa che resterai incinta. Credo che nel momento in cui succederà (se succederà) sarà per tua scelta, e sarai in grado in abbracciare e magari cercare i cambiamenti ( e la crescita) portati da questa scelta, quindi non fasciarti la testa prima di essertela rotta, ventisei anni sono troppo pochi per fare un figlio, hai un sacco di tempo ancora prima di dover fare una scelta definitiva.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: crocodile - Luglio 07, 2008, 09:12:27 pm
beh, io all'alba dei 43 non so se finirò per farne uno o no. non ne ho mai particolarmente desiderati, non mi mancano (per ora mi diverto abbastanza con la nipotina di 6 mesi): se il mio compagno ne volesse uno, non avrei problemi - biologia permettendo, sarà meglio che si sbrighi - ma per anni ho sempre pensato che ne avrei fatto volentieri a meno (e resto più o meno dell'idea)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Rita - Luglio 07, 2008, 10:32:32 pm
Ho quasi 37 anni e non ci penso proprio.
Il mondo è sovrappopolato, quindi penso che sia un bene che ci siano più tizie come me.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: crocodile - Luglio 07, 2008, 10:40:18 pm
Ho quasi 37 anni e non ci penso proprio.
Il mondo è sovrappopolato, quindi penso che sia un bene che ci siano più tizie come me.


sì, però il rischio è di finire così (http://en.wikipedia.org/wiki/The_Marching_Morons)

(uno dei più bei racconti di fantascienza, IMHO. in italiano mi pare l'avessero tradotto come "gli idioti in marcia")

“This damned mess is all your fault and the fault of people like you!....while you and your kind were being prudent and foresighted and not having children, the migrant workers, slum dwellers and tenant farmers were shiftlessly and shortsightedly having children—breeding, breeding. My God, how they bred!”
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Silviona - Luglio 07, 2008, 11:02:37 pm
Io credo sia naturale che una donna senta il bisogno di essere madre, dovrebbe essere un desiderio insito in ogni essere femminile, anzi vivente. Una donna che non ama i bambini è ben strana...vedrai che prima o poi anche tu avvertirai il famoso istinto materno...veniamo al mondo per cosa? Per dare vita, quando ci è possibile naturalmente.
Detto questo, io detesto i bambini. Mi fanno proprio senso, sto aspettando con ansia st'istinto materno......
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Wayne07 - Luglio 07, 2008, 11:25:28 pm
Beh, io ho ventinove anni. E sono diversi anni che non conosco una ragazza con cui non abbia un interesse che non sia solo vagamente ginnico e di stampo epicureo. Perciò l'idea di fare dei figli per tutto questo tempo l'ho vista più come un intoppo, un incidente di percorso, che come un progetto.

Ma in generale credo che sia un programma che ho, seppure a lungo termine.

Ho un sacco di incertezze: un lavoro che al momento mi permette di mantenermi ma non mi dà grandi prospettive e per il futuro ha grosse incognite. Una madre vedova a carico. Nessuna ragazza incontrata negli ultimi anni per cui valesse la pena investire in sentimenti e non solo investirla e basta. Eppure come idea c'è.

Boh, io la vedo molto come un fattore di crescita personale. Mi dico: ehi, ho quasi trent'anni, adoro essere me, mi piaccio, credo di aver raggiunto il genere di persona, come sicurezza e carattere, che volevo essere. Cosa mi resta? Cosa potrebbe rendermi migliore? Non lo so, forse una famiglia. Sono sempre stato una persona solitaria, autosufficiente, e ho sempre ritenuto la mia libertà il mio valore più grande. Ma ottenuto questo cosa rimane?

Un po' parzialmente la cosa l'ho già vista con i miei nipotini. Intendiamoci: a me i bambini, e pure tutt'ora, hanno sempre scassato l'anima. Fabbrichette ambulanti di merda, tutte frigne e piagnistei. Già quando avevo quattro anni non sopportavo quei mocciosi del cazzo, figuriamoci ora. Eppure, con il mio nipotame, non so perché, ma è diverso. Non pensavo di avere quella parte, fino a quando mia sorella non li ha scodellati fuori. è (dopo "le donne sono tutte stronze") il cliché più abusato e vero del mondo. Ma un figlio, un bambino, ti cambiano. Ti rendono migliore. Lo fanno semplicemente perché nessuno di noi è mai preparato all'arrivo di una nuova vita. E per forza di cose devi tirare fuori da te anche quello che non hai, se vuoi che, visto che non puoi dare ai tuoi figli un mondo migliore, quantomeno un padre e una madre che siano decenti.

Penso a Californication, il serial di Hank Moody. Quando lui, quarantenne separato dalla moglie, scrittore in crisi e uomo prossimo al fallimento, pensa guardando alla figlia adolescente "devo sbrigarmi a diventare una persona migliore, perché lei non mi vorrà bene incondizionatamente per sempre". Credo che sia questo. Il mettere al mondo un piccolo essere, nudo, rugoso e strillante, per cui vorremmo essere persone migliori. Non per noi stessi, per una volta tanto, ma per loro.

E comunque io avrò tre figli: due maschi (John Wayne e Elvis Presley), e una bambina (Maria Vergine Addolorata: non un nome, ma una dichiarazione di intenti: vivrà in casa col burka fino ai quarant'anni, quando finalmente si sposerà con l'uomo che io ho scelto per lei).

La cosa che mi fa paura è che come cartina tornasole per sapere se i miei figli crescono bene utilizzerò il metro dei miei amici per i maschi, e delle mie ex per le femmine: i maschietti dovranno venire con me allo stadio, giocare ai videogiochi, e quando a dieci anni saranno abbastanza grandi, essere dei degni compagni di bevute; le femmine invece mi basterà che non rompano troppo i coglioni, e che non sia così vacche da arrivare a mettermi in imbarazzo.

Sì, forse mi sa che non sono decisamente ancora pronto.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Rigel - Luglio 08, 2008, 12:09:27 am
Allo stato attuale delle cose non credo che avrò mai figli. Ok ok, ho 19 anni e moooolto tempo per cambiare idea, però davvero, ho sempre trovato i bambini insopportabili, talvolta anche quando ero una bambina io stessa (ero una bambina eccessivamente matura). Adesso non c'è proprio verso, con l'università e tutto e dover trovare lavoro ecc, se però dovesse capitare un "incidente di percorso" in un momento in cui economicamente e personalmente io e il mio compagno saremmo in grado di crescerlo ed educarlo responsabilemnte, credo accetterò la cosa senza recriminazioni del tipo "mi hai rovinato la vita". Altrimenti credo che al massimo adotterò, so che i bambini che vengono dati in adozione spesso hanno passati problematici però è una ragione in più per dare il mio affetto ad uno di loro che ad un figlio mio. Sono fatta così.  ;)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bubu - Luglio 08, 2008, 01:43:01 am
Wayne: è una verità universalmente riconosciuta che se chiami una figlia Maria Vergine Addolorata e per caso esce fuori un minimo carina, si sarà trombata tutto il quartiere sotto il tuo naso, prima che l'idea che la tua bambina possa vagamente pensare al sesso, sia passata per sbaglio nell'anticamera del tuo cervello  ;D
Io ho una nipotina di un anno e mezzo, detta "Il mostrino" ( a proposito ma cosa ci mettono negli omogeneizzati? No perché è iperattiva) ma sono e rimango per un Erode Bis o anche Tris. Quando sono in coda al supermercato soprattutto. O sotto Natale, ecco.
E poi c'è una cosa che odio: quelli/e che ti guardano dall'alto in basso perché sono sposati/e o "in procinto di" :furioso:
"Ma come non vuoi un bambino?"
La mia risposta di solito è: "No però sto pensando di comprarmi un altro cane, che almeno quando cresce non parla" :ghignomalefico:
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: cri golden brown - Luglio 08, 2008, 08:32:28 am
angel penso che tu non ti debba proprio preoccupare..se più avanti te la sentirai ne avrai, se non te la sentirai non ne avrai ma questo non sigifica che tu sia egoista!vuol solo dire che si hanno esigenze diverse rispetto a chi decide di avere figli,ma ciò non vuol dire che tu non sia una donna a tutti gli effetti!io non so se vorrò dei bambini, a 20 anni mi sembra ancora molto presto per decidere..mi piacerebbe averne un paio ma assolutamente non adesso, ci ripenserò tra almeno una quindicina d'anni!
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: pam - Luglio 08, 2008, 08:59:25 am
Io credo sia naturale che una donna senta il bisogno di essere madre, dovrebbe essere un desiderio insito in ogni essere femminile, anzi vivente. Una donna che non ama i bambini è ben strana...vedrai che prima o poi anche tu avvertirai il famoso istinto materno...veniamo al mondo per cosa? Per dare vita, quando ci è possibile naturalmente.

Non è amore per i bambini, quello si chiama istinto di riproduzione. Se non riusciamo ad andare oltre e a volere (o non volere) figli sulla base di un semplice istinto significa che abbiamo buttato al vento secoli e secoli di speculazione e di lotta per l'affermazione del libero arbitrio.
Non volere figli non significa non amare i bambini, anzi, a volte si decide di non averne proprio perché si amano  ;)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: caminni - Luglio 08, 2008, 09:40:43 am
piccola riflessione OT

"volere/avere" un figlio è secondo me una parola scorretta.
nel senso che se hai un figlio, non hai un bambolotto da vestire e scarrozzare per farti sentire importante/realizzato, e per di più, non puoi possederlo come una cosa, tenerlo come un oggetto.

a me piace il verbo "concepire" e "dare" alla luce. e secondo me per un figlio sacrifichi (non sempre ma abbastanza) almeno 20 anni della tua vita.

e capisco benissimo chi (per il momento o per sempre) non ne vuol sentir parlare.
il mio problema è che faccio più fatica a capire chi li vuole a tutti i costi, sti figli.

Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: caminni - Luglio 08, 2008, 09:44:14 am
tu non capisci chi li vuole a tutti i costi in che senso? Io li vorrei a tutti i costi ma non  ci riesco e ti posso assicurare che è un grande dolore con il quale devi convivere tutti i giorni. Non si può dire a 20 non voglio bambini, non li vuoi ora...forse li vorrai in seguito, purtroppo è semplice non capire chi li vuole a tutti i costi, sapendo che al momento che lo vorrai, lo potrai avere.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Edera - Luglio 08, 2008, 09:50:21 am
Io dico che è assolutamente normale non volerne, così come è normale desiderarne. Forse vado un po' OT, ma c'è una cosa che mi fa imbestialire. Al giorno d'oggi mi capita sempre più spesso di avere a che fare con donne che hanno avuto figli e si comportano con superiorità verso che non ne ha (magari per scelta!). Mi spiego meglio: vai in un negozio, piantano la carrozzina in mezzo alle palle e se dici qualcosa rispondono stizzosissime "Bè ma è il mio bambino"!, o quelle che fanno la stessa cosa sui bus, o quelle che in spiaggia li lasciano disturbare tutti i vicini d'ombrellone dicendo "Ma è solo un bambino!". Generalmente questi comportamenti, segno di un'evidente maleducazione, sono accompagnati da un feroce sguardo di superiorità della serie "Io sì che sono una donna completa!". Sicuramente queste mamme saranno una minoranza, ma quando mi capita (cioè sempre più di frequente), penso "Vedrai che fra qualche anno saranno le donne senza figli in maggioranza e allora ci sarà da divertirsi".
E poi perchè adesso girano carrozzine così grandi che sembrano UFO?? Il reparto carrozzine della Prenatal sembra l'area 51!!
Non avere figli non significa essere meno donne o persone egoiste: significa avere fatto scelte diverse (che comprendono la libertà  ;D)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Ghismunda - Luglio 08, 2008, 09:55:13 am
Discorso moolto moolto delicato...a me i bambini piacciono, eccome ma, purtroppo per ora voglio finire di realizzarmi...
(che magari con un pargolo stai 10 mesi al palo, senza guadagnare te lo devo spiegare io?)
Decisamente OT;
il mio attuale compagno ieri sera si è fatto 140 km in scooter perchè era preoccupato per me...(troppo caldo-bassa pressione sanguigna)
Io questo me lo sposo!!!!
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Trent - Luglio 08, 2008, 10:09:23 am
beh angelwithe, 26 anni mi sembrano un pò pochini per sentirsi in colpa per non volere un bambino  :D
siamo ragazzine insomma!!!! piccole!!!
io adoro i bambini, anche se loro mi sfruttano solo quando vogliono farsi fare i disegni dei pokemon  ;D
dai su, 26 anni cavolo, ne hai minimo altri 20 per PENSARE (e sottolineo pensare) alla procreazione, sempre se ne hai voglia... prima del tramonto...  ;)
e al termine se non hai combianto niente mal che vada verrai scomunicata e calciorotata  :messa:
(scherzo eh!)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: kelly - Luglio 08, 2008, 10:47:38 am
Ispirata da diversi commenti letti in giro, mi domando: è davvero tanto grave che a 26 anni non pensi nemmeno lontanamente a fare figli?
Tutti i colleghi o gli amici a cui dico che io odio i bambini e che, probabilmente (mai dire mai) non ne vorrò mai, mi danno del'insensibile egoista.
Mi sono letta tutta la discussione con molto interesse. Io ho 43 anni non ho avuto figli e non sono mai stata sposata. Nella mia vita ho avuto dei compagni per periodi più o meno lunghi ma non ho mai sentito il desiderio di avere figli nemmeno quando ero più giovane. Non è semplice parlarne serenamente perchè purtroppo ancora oggi si crede che la realizzazione vera per ogni donna sia essere madre quindi succede che spesso quella che non ha figli sia considerata una povera infelice con qualcosa che non va. Molte mie amiche con figli (non tutte per fortuna) quando viene fuori questo argomento a dir poco inorridiscono. Una di loro una volta disse che senza figli lei si sarebbe sentita un ramo secco. Poco tempo dopo suo figlio maggiore (3^ media) fu sospeso da scuola per atti di bullismo. (;D Dio esiste!) Comunque, tornando seria, quello che mi dispiace è che chi meno capisce queste scelte siano proprio le donne.
Io dico che è assolutamente normale non volerne, così come è normale desiderarne. Forse vado un po' OT, ma c'è una cosa che mi fa imbestialire. Al giorno d'oggi mi capita sempre più spesso di avere a che fare con donne che hanno avuto figli e si comportano con superiorità verso che non ne ha (magari per scelta!). Mi spiego meglio: vai in un negozio, piantano la carrozzina in mezzo alle palle e se dici qualcosa rispondono stizzosissime "Bè ma è il mio bambino"!, o quelle che fanno la stessa cosa sui bus, o quelle che in spiaggia li lasciano disturbare tutti i vicini d'ombrellone dicendo "Ma è solo un bambino!". Generalmente questi comportamenti, segno di un'evidente maleducazione, sono accompagnati da un feroce sguardo di superiorità della serie "Io sì che sono una donna completa!". Sicuramente queste mamme saranno una minoranza, ma quando mi capita (cioè sempre più di frequente), penso "Vedrai che fra qualche anno saranno le donne senza figli in maggioranza e allora ci sarà da divertirsi".
E poi perchè adesso girano carrozzine così grandi che sembrano UFO?? Il reparto carrozzine della Prenatal sembra l'area 51!!
Non avere figli non significa essere meno donne o persone egoiste: significa avere fatto scelte diverse (che comprendono la libertà  ;D)
Giustissimo. Una cosa che mi fa imbestialire è chi ti vuole IMPORRE a tutti i costi i propri figli come se ti dicessero "sono baaambini... a tutti piacciono i baaambini!... ma va va va...
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: resin - Luglio 08, 2008, 10:50:52 am
Angel, il tuo è un non-problema, nel senso che un figlio lo avrai SE e quando te la sentirai.
Per una pillola dimenticata niente paranoia, è un po' difficile che ipofisi ed ovaie si rimettano in moto al volo.
Io sono del parere di molte altre, nel senso che l'istinto materno c'è in chi ce l'ha, può venire dopo anni di 'io?? Un figlio?? Ma stai scherzando?!!', o non venire affatto, così come venire meno in persone che a 19 anni l'avrebbero voluto subito, un figlio.
Si cambia, non si resta mai uguali e le priorità variano col variare delle esperienze e delle convinzioni che via via acquisiamo.
Io detesto e manderei al diavolo chiunque ti guardi dall'alto in basso perchè non hai figli, e non capisce che un figlio si fa perchè si è intimamente convinte di farlo crescere bene ed amandolo perchè è lui, non il simbolo di una tappa raggiunta.
Però mi rendo conto che spesso queste persone ti fanno detestare i bambini di riflesso, quando loro non hanno colpe di quanto sono idioti i genitori.
Ecco, io a 7 anni ho cresciuto mia sorella, le ho insegnato a camminare e a parlare e da allora ho sempre avuto un legame fortissimo con lei, credo che se qualcuno osasse anche solo pensare di farle del male lo strangolerei a mani nude.
Una bimba meravigliosa com'era lei forse la vorrei, e vorrei che diventasse la persona meravigliosa che è in futuro.
Ed è la stessa cosa che penso quando parlo con certe amiche o con cugini e cugine che ho la fortuna di avere: che un tempo sono stati piccoli, rompevano giocattoli (anche i miei, argh! >:() e farcivano pannolini ogni ora, ma ora sono persone splendide.
Se avrò questo benedetto istinto materno sarò la madre migliore del mondo, magari non nei risultati, ma sicuramente nell'intento, e credo che questo valga per tutte quelle che non portano a spasso i figli a mò di trofeo ma li amano e tentano di dare loro un'educazione e degli affetti che li rendano persone degne di questo nome, quindi anche voi indecise o convinte. ;)
Ma non mi sentirò meno 'donna' se la voglia non ci sarà, non sono un coniglio e non accetto l'idea del 'sifa perchè è tempo'.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: LaVale - Luglio 08, 2008, 11:48:56 am
Il problema dei ragazzini viziati e prepotenti sono i genitori. Proprio ieri mi è capitata una cosa: una raggazzina di tre anni e mezza è venuta nel mio giardino ad infastidire i gatti randagi (a cui permetto di entrare, che volete, sono una gattara) Mio marito ha cercato di spiegare alla bimba che non si trattano così gli animali, bisogna rispettarli. In quel momento è arrivata la madre, e sapete cosa ha detto: la bambina vede me che caccio via i randagi quando entrano in casa, e mi imita.
Va bene, signora, ma sua figlia non è che può andare in giro a disturbare così...
Eh, dice lei, ma è troppo piccola per capire.

E' stata una fortuna che ci fosse mio marito. Io non avrei reagito con tanta calma, in fondo, a tre anni e mezzo capisce benissimo quando la madre caccia via i gatti da casa, può anche capire che quando sta a casa di qualcun altro dovrebbe comportarsi diversamente.

I figli sono lo specchio dei genitori. Mio marito vuole dei figli, e mi assicura che non saranno come quelli che conosciamo, se sapremo educarli...
C'è da dire che io sono molto severa, ho avuto in diverse occasioni modo di accorgermene.

Detto questo, non è che abbia chissà quale voglia di farne... Mah... Sono altalenante, come Lara.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Rita - Luglio 08, 2008, 01:58:30 pm
Aggiungo che mi riesce ancora più impossibile capire chi si ammazza di cure per riuscire ad avere figli naturali.
Il mondo è sovrappopolato e pieno di bambini abbandonati, non capisco che bisogno ci sia di sfornarne in proprio se la natura non ci assiste.
I genitori sono quelli che allevano i figli, non chi li partorisce.
Io voglio tantissimo bene a entrambi i mei genitori e di loro solo mia madre si è attivamente sacrificata per generarmi. Mio padre direi di no, visto che da ragazza mamma era bellissima  ;D.
Però si è sacrificato enormemente per crescermi e per questo non lo considero da meno rispetto a mia madre.
Se pensiamo che per dire proprio un figlio bisogni vederlo uscire dalla propria pisella, allora aboliamo i papà e buonanotte al secchio.

P.S.: a scanso di equivoci, ho preso da papà  :-\
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lara-v - Luglio 08, 2008, 02:20:48 pm
Anch'io non capisco le persone che vogliono assolutamente un figlio naturale.
Mi sembra un accanimento un po' ossessivo, non una vera scelta "d'amore".
Penso che mi piacerebbe adottare un bambino, ne ho già parlato con il mio fidanzato ed è d'accordo. Però è una scelta molto delicata, ci devo riflettere bene.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Suppish Queen - Luglio 08, 2008, 02:24:54 pm
Purtroppo spesso anche l'adottare un bambino diventa un calvario, ci si può mettere anche anni.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: LaVale - Luglio 08, 2008, 02:34:53 pm
Rita, hai ragione.
Il problema è che per gli orfanotrofi (non so ora come si chiamino, diversamente figli? mah...) prendono un sacco di soldi per ognuno dei bambini che ci stanno, ed è difficilissimo adottarne uno - e parlo prorpio del fatto di prendere un bimbo solo e fargli da mamma e papà.
E' molto più facile prenderli in affidamento, vuol dire avere dei bambini che NON sono orfani, ma vengono da famiglie disagiate, e gli affidatari devono sottostare a regole imposte e a visite continue dei genitori biologici, oltre al fatto che magari questi bambini sono  malati e richiedono cure costosissime che ricadono ovviamente sugli affidatari. E questi bambini non saranno mai figli tuoi.
conosco persone che avrebbero adottato dei bambini molto volentieri, che avevano tutti i requisiti (e non un pacco di soldi e fama come i malva vip) ma non glieli hanno dati.
Invece, hanno proposto di affidargli una ragazzina con madre vivente, che doveva fare non so che cure dall'altra parte della città quattro pomeriggi a settimana, che costavano un botto, e che avrebbe dovuto vedere la madre gli altri giorni. Comodo, eh?
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Rita - Luglio 08, 2008, 02:41:50 pm
Quello che dite voi è stra-vero ma anche le cure contro la sterilità non sono una passeggiata.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lara-v - Luglio 08, 2008, 02:42:06 pm
Lo so che è un calvario adottare, ma preferirei investire tempo e denaro in un'adozione piuttosto che in cure ormonali, inseminazioni artificiali o altro.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Rita - Luglio 08, 2008, 02:44:22 pm
 :D lara-v
l'abbiamo detto insieme: facciamo flic e floc?
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lara-v - Luglio 08, 2008, 02:49:58 pm
Oppure "toccati il naso se non non ti sposi"? :D
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: LaVale - Luglio 08, 2008, 02:50:25 pm
Rita, Lara, d'accordissimo con voi.
Anche io, piuttosto che farli, preferirei adottarli, ma so che non ce li darebbero mai, se ne chiedessimo.

Esperienza indiretta.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: I a liar - Luglio 08, 2008, 02:50:57 pm
Invece, hanno proposto di affidargli una ragazzina con madre vivente, che doveva fare non so che cure dall'altra parte della città quattro pomeriggi a settimana, che costavano un botto, e che avrebbe dovuto vedere la madre gli altri giorni. Comodo, eh?

No, per la ragazzina non è comodo per niente.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lara-v - Luglio 08, 2008, 02:51:47 pm
A volte bisogna provare a cercare all'estero (ben inteso, legalmente).
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Suppish Queen - Luglio 08, 2008, 02:54:19 pm
Lo so che è un calvario adottare, ma preferirei investire tempo e denaro in un'adozione piuttosto che in cure ormonali, inseminazioni artificiali o altro.

Sì sì sono della tua stessa opinione! Più che altro penso che se si facilitasse e velocizasse l'iter per le adozioni, magari ci sarebbero anche meno persone che si sottopongono all'inseminazione artificiale. Del resto se ci si trova davanti due strade entrambe con il filo spinato scegli quella che è meglio nella tua opinione, ma se invece una delle due fosse libera dagli intoppi sicuramente sarebbe più gettonata.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: LaVale - Luglio 08, 2008, 02:55:49 pm
I a liar:Nè per la povera bambina nè per i due affidatari, avrebbero dovuto smettere di fare la vita che facevano per eclissarsi in funzione di una bambina che non sarebbe stata neppure loro. Il bene della ragazzina veniva prima di tutto, va bene, ma non puoi proporre un impegno simile ad una coppia che in fondo voleva solo un figlio suo, che avrebbe accettato di averne uno non uscito dalla pisella di lei, ma che comunque aveva lo stesso valore.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: LaVale - Luglio 08, 2008, 02:56:41 pm
Lara v: mi sa che è l'unica soluzione, per chi davvero vuole adottare.
Qui non te li danno.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: LaVale - Luglio 08, 2008, 03:00:30 pm
penso che se si facilitasse e velocizasse l'iter per le adozioni, magari ci sarebbero anche meno persone che si sottopongono all'inseminazione artificiale. Del resto se ci si trova davanti due strade entrambe con il filo spinato scegli quella che è meglio nella tua opinione, ma se invece una delle due fosse libera dagli intoppi sicuramente sarebbe più gettonata.

Quando le persone che conoscevano volevano adottare un bimbo, era venuto fuori il discorso delle sovvenzioni: si parlava di soldi, del fatto che gli istituti prendono una certa quota mensile per ogni orfano, e che gli conviene, agli istituti, tenerseli i bambini, piuttosto che farli adottare.
E' il solito discorso di merce e guadagno, i bambini non sono esseri umani, ma fonte di reddito.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: angelwiththe - Luglio 08, 2008, 03:24:23 pm
Grazie a tutt* per le risposte, ho letto un po' di fretta, ma mi sono ripromessa di "studiare" meglio stasera a casa.


angelwiththe, c'è una parte del tuo discorso che non mi fila: quando dici che hai paura che finiresti per odiare tuo figlio per i cambiamenti che apporterebbe alla tua vita. Sei una donna intelligente, avrai anche dimenticato di prendere una pillola, ma questo non significa che resterai incinta. Credo che nel momento in cui succederà (se succederà) sarà per tua scelta, e sarai in grado in abbracciare e magari cercare i cambiamenti ( e la crescita) portati da questa scelta, quindi non fasciarti la testa prima di essertela rotta, ventisei anni sono troppo pochi per fare un figlio, hai un sacco di tempo ancora prima di dover fare una scelta definitiva.
Ho paura di farmi fregare dall'istinto di riproduzione (come l'hai chiamato tu nella risposta a Silviona).

resin spero che le mie ovaie e la mia ipofisi siano rincoglionite come tutto il resto del corpo. Mi tornerebbe davvero utile 'sta volta.

edera laVale credo che tutte le mie paranoie (perché in fondo sono convinta pure io che lo siano) siano dovute proprio al fatto che ultimamente tutti i bambini che conosco sono cafoni e maleducati e benché sotto sotto sappia che la colpa non è loro, temo di sbagliarmi e di ritrovarmi ad avere un giorno un figlio che fa il bullo con un ragazzino down, una ragazzina che la da via per un paio di jeans ecc...   :'(

Comunque noto che in questo blog, nonostante si coprano diverse fasce d'età,  non ci sono molte fanatiche dei bimbi.  ;)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bubu - Luglio 08, 2008, 03:28:51 pm
Purtroppo viviamo in un paese dove i diritti dei nascituri contano più di quelli dei bambini già nati.
L'iter per un'adozione internazionale è lungo e costoso:chi si può permettere di "perdere" un mese o anche più per sottoporsi ai controlli di psicologi, assistenti sociali ecc. che servono in questi casi?Solo le persone agiate possono permetterselo :'( :'(
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Rita - Luglio 08, 2008, 03:35:23 pm
Vuoi farti due risate (si fa per dire)?
Qui in Italia, per presentare la "dichiarazione di disponibilità" all'adozione, devi farti firmare il consenso dai genitori (se viventi) o portare i loro certificati di morte (se trapassati).
Dunque, se a 12 anni i tuoi genitori ti suggeriscono giustamente di abortire (sapendo che il fardello toccherebbe a loro) tuoni e fulmini; se a 40 vuoi adottare ci vuole il permesso di mammà.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bubu - Luglio 08, 2008, 03:51:28 pm
Rita: lo so, io sono stata adottata a pochi mesi, e mia sorella quando aveva 6 anni, l'iter lo conosco.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Wayne07 - Luglio 08, 2008, 04:03:26 pm
Anche io sono stato adottato a sei mesi (e pure mia sorella). Ma l'iter non me lo ricordo: ero piccolo.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bubu - Luglio 08, 2008, 04:12:07 pm
Mia sorella è stata adottata quando ero già grandicella, e ho conosciuto altri ragazzi adottati, da grande poi ho "studiato" le carte così, per curiosità  :)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lucia - Luglio 08, 2008, 04:15:31 pm
Di bambini nella mia vita ne ho visti davvero tanti, sono la prima di sei sorelle e di una ventina di cugini, sono stata capo scout per diversi anni e ho lavorato per un anno e mezzo in un museo didattico; i bambini che ho incontrato negli ultimi anni sono molto diversi da come vedevo le mie sorelle, è vero, molti sono viziati, irrispettosi delle figure "grandi" che li circondano (maestre, educatori, guide museali...) e a volte tremendamente soli. Della mia avventura al museo mio marito dice che potrei scriverci un libro, la migliore resta quella del bambino dell'asilo della Crocetta (quartiere residenziale di Torino popolato da "gente di un certo livello") che, dopo essermi presentata prima dell'inizio dell'attività da fare con loro, mi ha detto "ti chiami come la serva di mio fratello". LA SERVA??? La disarmante sincerità dei bambini, quello sente in casa e quello ripete... come quel bambino di 4 anni che mi ha detto "hai un culo grossissimo"  ;D Io gli ho detto che purtroppo aveva ragione, la maestra invece voleva scavarsi una fossa, ma non era mica colpa sua. Come recita la poesia che mia mamma ha appeso in corridoio a casa "i bambini imparano quello che vivono", e io non posso che dire di aver vissuto una meravigliosa infanzia. Tornano IT io voglio dei figli (magari non 6 come i miei genitori  ;D), ma adesso vorrei cercare di capire cosa potrei fare della mia vita, ho 26 anni, sono sposata da quasi 3 anni e mi sto godendo questi anni: prima dei 30 penso che arriverà anche il pargolo. Trovo normale il ragionamento fatto da angel, ma non escluderei a priori: quello che adesso ti sembra impossibile magari tra qualche anno non lo sarà più. Ah, e non è vero che le donne sono tutte delle mamme...
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: KettiBoop - Luglio 09, 2008, 11:05:05 am
tu non capisci chi li vuole a tutti i costi in che senso? Io li vorrei a tutti i costi ma non  ci riesco e ti posso assicurare che è un grande dolore con il quale devi convivere tutti i giorni. Non si può dire a 20 non voglio bambini, non li vuoi ora...forse li vorrai in seguito, purtroppo è semplice non capire chi li vuole a tutti i costi, sapendo che al momento che lo vorrai, lo potrai avere.

Non sono una che dice che non avrà mai figli, anzi io dico ok figli quando verrà il momento, se capiterà, ma non più di 3 (non voglio diventare una mitragliatrice di figli). Ma ti dico con serenità che se per me in quel momento scoprirò di non poterli avere, non mi sentirò una donna con qualcosa in meno, accetterò il mio limite e continuerò a cercare a dare un senso alla mia vita. Inoltre penso che il senso della vita non può risiedere solo nel mettere al mondo i figli.

A te auguro in bocca alla cicogna!
(mio cugino è nato dopo anni e anni, per caso, dato che mia zia non ci sperava neanche più)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: cri golden brown - Luglio 09, 2008, 01:22:47 pm
(non voglio diventare una mitragliatrice di figli). Ma ti dico con serenità che se per me in quel momento scoprirò


 ;D


(mio cugino è nato dopo anni e anni, per caso, dato che mia zia non ci sperava neanche più)

anch'io!sono nata dopo 9 anni di prove!
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: KettiBoop - Luglio 09, 2008, 02:28:43 pm

(non voglio diventare una mitragliatrice di figli).

 ;D


[/quote]

non so, deve essere un film che mi ha ispirato questa immagine,,, il senso della vita?
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: ls - Luglio 09, 2008, 04:27:57 pm
Vi butto lì la mia perla di saggezza popolare: si sa cosa significa avere un figlio solo quando ce lo si ha. Tutto quello che si dice e pensa prima (nel bene e nel male, di sè e dei figli) non vale una beata mazza. Io sono una persona estremamente razionale, ma per quanto riguarda questo discorso non finisco mai di stupirmi di quanto poco si possa essere obiettivi e razionali. Comunque un caposaldo dell'esistenza io ce l'ho: un essere umano è tale anche se non esercita le sue arti procreatorie. E basta.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Ghismunda - Luglio 09, 2008, 04:42:25 pm
Io sono nata dopo 6, dico 6 anni di prove...
Tecnicamente mia madre non ne poteva più (date le cure)
I miei cugini che si erano abituati alla mia casa... nonna a disposizione/affetto per i bambini degli altri non ti dico come mi hanno trattato durante l'adolescenza....
Sono disorsi delicati da fare a una madre...
( mia madre dopo tutto il lavoro sapendo che ero una donna...)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: ninfeaalba79 - Luglio 14, 2008, 11:53:49 am
invece io un figlio lo vorrei... e' mio marito che nicchia e si sa e' una cosa che va decisa e fatta in due... intanto sto applicando la tecnica del dirglielo ogni tanto per caso.. mi piacerebbe averlo adesso perche' sono giovane e quindi avrei tempo e voglia di corrergli dietro non vorrei aspettare tanto ma lui non e' per niente convinto...  :-\
intanto sfogo il mio istinto materno sui cani e sul gatto  :) sperando che il mio lui nel frattempo cambi idea....
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: divara - Luglio 14, 2008, 04:56:19 pm
Vi butto lì la mia perla di saggezza popolare: si sa cosa significa avere un figlio solo quando ce lo si ha. Tutto quello che si dice e pensa prima (nel bene e nel male, di sè e dei figli) non vale una beata mazza. Io sono una persona estremamente razionale, ma per quanto riguarda questo discorso non finisco mai di stupirmi di quanto poco si possa essere obiettivi e razionali. Comunque un caposaldo dell'esistenza io ce l'ho: un essere umano è tale anche se non esercita le sue arti procreatorie. E basta.

Sono del tutto d'accordo!
Angel, sei ancora una bambina tu... non farti influenzare da nessuno e vedrai che farai la scelta giusta. Ossia farne (tra millemila anni o quando ne avrai voglia) o non farne del tutto. ;)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: angelwiththe - Luglio 14, 2008, 04:59:04 pm
Angel, sei ancora una bambina tu...
Che Dio ti benedica  ;)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Vanilla_ - Luglio 14, 2008, 09:16:18 pm
Che dire ... 2 anni fa , a 26 anni , il pensiero di un figlio mi terrorizzava ...
Ora , a 28 , ci penso " ogni tanto " ma non la vedo una cosa molto vicina nel tempo ... ho ancora paura e non mi sento pronta ... A volte mi chiedo se sono normale o no , è come se mi sentissi ancora piccola  ??? .. poi , boh , vedo alcune che alla mia età hanno già un figlio ( a volte pure 2 ) e mi viene un gran mal di testa .
Ma in fondo , io ORA sto bene così ... e credo che questo sia l'importante ... poi quando ( e se , a questo punto ) mi sentirò pronta si vedrà  ;)

P.S . : Proprio stanotte ho sognato di partorire .. un parto difficile .. era una femmina .  :o
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Siminsen - Luglio 14, 2008, 10:09:13 pm
Per nessuna cosa come l'avere figli o meno si dovrebbe guardare quel che fanno gli altri.
Fare o non fare figli è una scelta che va ponderata. Da soli prima e con chi vogliamo o non vogliamo fare figli poi.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Vanilla_ - Luglio 14, 2008, 10:12:39 pm
Per nessuna cosa come l'avere figli o meno si dovrebbe guardare quel che fanno gli altri.
Fare o non fare figli è una scelta che va ponderata. Da soli prima e con chi vogliamo o non vogliamo fare figli poi.

Giustissimo ... mi danno solo fastidio le persone che chiedono : e alloraaa ?! quando ti sposerai ?? e un bel bambino quando lo facciamooo ?! ( aggiungere voce stridula e sorriso falso ) come fosse d'obbligo ... che nervi ! >:(
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Sian - Luglio 15, 2008, 05:42:16 am
Essere madre o meno... Una questione delicata, personale, che può avere diverse risposte a seconda dei periodi della vita.
Adesso, credo che sarei pronta e molto spaventata. Quattro o cinque anni fa, non lo sarei stata ed avrei fatto (ho fatto) di tutto per evitare una gravidanza.
Tralascio dei problemi di natura fisica, che renderebbero la gravidanza difficile; qualche anno fa non potevo e non volevo un figlio, ora penso di essere abbastanza matura per affrontare la situazione e per essere un genitore.
Detesto chi fa i figli e poi li scodella dai nonni per la settimana e se li ripiglia la domenica; mio figlio deve essere cresciuto da me.
Io sono nata dopo quattro anni di matrimonio. I miei genitori non facevano nulla per evitare o incentivare l'arrivo di un figlio.
La vivevano con una certa calma, avevano smesso di sperarci (perché, in genere, la coppia accoglie la notizia con gioia) e mia madre aveva la fregola di restare incinta, quando papà fece centro.
Figlia unica, fra l'altro.
Io la vedo come loro: se capita... Capita.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Flysch - Luglio 23, 2008, 02:27:07 pm
Uppo il thread per una cosetta che mi è capitata ieri.

Ieri sono andata a trovare una mia amica, incinta di 7 mesi, che non vedevo da un po’: particolare importante, la signora in questione è al primo figlio a 44 anni.  ::)
Considerando che si è sposata a 37 anni con suo marito (coetaneo) dopo 13 anni di fidanzamento e  che i piedi di entrambi al freddo non ci sono mai stati, io ho sempre pensato facesse parte della schiera child-free.
Visto che le possibilità di sposarsi e metter su famiglia ci sono sempre state, il fatto che abbiano fatto tutto così con mooolta calma, mi ha fatto supporre non ne volessero... Tuttavia nella casa nuova (acquistata poco prima delle nozze) mi aveva descritto una camera vuota come camera di un ipotetico erede, quindi suppongo che un desiderio di maternità ci fosse.
Dopo anni sterili è successo: regalo un po’ inaspettato vista l’età di lei, ma è arrivato questo famoso bimbo. La cosa che però mi ha lasciato un po’ interdetta è stato l’atteggiamento di lei.
Un fracco di pippe nell’ordine su:
1. rimarrò sformata (ridicolo, considerando che in 7 mesi di gravidanza ha preso 6,5 kg!  :o)
2. ci cambierà la vita
3. dovrò cambiare i miei orari
4. ci rivoluzionerà la casa…
5. rimarremo tappati in casa e perderemo le amicizie
Etc etc.

Mi avesse raccontato il tutto sorridendo non mi sarebbe scattato nulla, ma il tutto è stato detto con una punticina di fastidio… (pochissimo, ma c’era).
Mi verrebbe da chiederle, ma non posso:“Ma questo bimbo, lo vuoi o no?”  >:(
Se lo vuoi, accetta le conseguenze.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Vanilla_ - Luglio 23, 2008, 02:32:08 pm
Uppo il thread per una cosetta che mi è capitata ieri.

Ieri sono andata a trovare una mia amica, incinta di 7 mesi, che non vedevo da un po’: particolare importante, la signora in questione è al primo figlio a 44 anni.  ::)
Considerando che si è sposata a 37 anni con suo marito (coetaneo) dopo 13 anni di fidanzamento e  che i piedi di entrambi al freddo non ci sono mai stati, io ho sempre pensato facesse parte della schiera child-free.
Visto che le possibilità di sposarsi e metter su famiglia ci sono sempre state, il fatto che abbiano fatto tutto così con mooolta calma, mi ha fatto supporre non ne volessero... Tuttavia nella casa nuova (acquistata poco prima delle nozze) mi aveva descritto una camera vuota come camera di un ipotetico erede, quindi suppongo che un desiderio di maternità ci fosse.
Dopo anni sterili è successo: regalo un po’ inaspettato vista l’età di lei, ma è arrivato questo famoso bimbo. La cosa che però mi ha lasciato un po’ interdetta è stato l’atteggiamento di lei.
Un fracco di pippe nell’ordine su:
1. rimarrò sformata (ridicolo, considerando che in 7 mesi di gravidanza ha preso 6,5 kg!  :o)
2. ci cambierà la vita
3. dovrò cambiare i miei orari
4. ci rivoluzionerà la casa…
5. rimarremo tappati in casa e perderemo le amicizie
Etc etc.

Mi avesse raccontato il tutto sorridendo non mi sarebbe scattato nulla, ma il tutto è stato detto con una punticina di fastidio… (pochissimo, ma c’era).
Mi verrebbe da chiederle, ma non posso:“Ma questo bimbo, lo vuoi o no?”  >:(
Se lo vuoi, accetta le conseguenze.


Bah ... in effetti verrebbe da chiederle chi gliel'ha fatto fare , visto che sembra proprio infastidita ..  :-\
Bisogna pensarci mooolto bene ... un figlio deve essere una gioia , è un miracolo della vita ...
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: angelwiththe - Luglio 23, 2008, 02:35:10 pm
Ma dai... magari è solo panico pre-parto (esisterà?). Tipo i mille dubbi che ti vengono prima del matrimonio...
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Flysch - Luglio 23, 2008, 02:38:22 pm
Ma dai... magari è solo panico pre-parto (esisterà?). Tipo i mille dubbi che ti vengono prima del matrimonio...

Avrei capito la preoccupazione, il fastidio no. :(
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: angelwiththe - Luglio 23, 2008, 02:56:48 pm
Speravo avessi scambiato la paura per fastidio, se non è così... Che tristezza!
Oh poi io ci provo a trovar del buono negli altri, ma se non c'è non c'è!  ;)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: cecata - Luglio 30, 2008, 03:34:53 pm
non sono mamma e prego di non poterlo diventare mai, 24 primavere e nemmeno l'ombra del fidanzato/sposo
angelwiththe se prendono te x malata a me dovrebbero mettere la camicia di forza :-)
ora vado un po' offtopic: è mai capitato a nessuno di vedere "nati in casa" con Giuliana Musso?
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: BlackQueen - Agosto 05, 2008, 12:28:19 pm
Ormai l'avete detto tutte: avere un bambino è una scelta che va ponderata BENE.
Vedo, dalle esperienze indirette (amiche & parenti): che ti cambiano radicalmente la vita, che ti devi conformare ai loro orari, che il lavoro diventa un casino, spese terribili tra vestizione, pediatra ecc. .
Quando ancora ero sposata, sapete quante persone (sopratutto donne eh), mi esclamavano "Ma sei sposata da così tantooooo... BAMBINI NOOO?". Mah, forse avevo capito tutto, che il mio ex marito NON era in grado di crescere un figlio, perchè doveva crescere prima LUI, e quindi il mio sesto senso non mi ha permesso di fare una cappellata. Oppure quando timidamente a qualche mia amica-conoscente confidavo che con lui era maretta, con fare cospiratorio mi rispondevano (attenzione, questa è bella) "Fate un bimbo! Non sapete quanto un bimbo rinsaldi il rapporto e  l'amore tra due persone!" NO DICO; SIETE IMPAZZITE?  :o
Mah.
Ho attraversato un periodo che di bambini non volevo neppure sentirne parlare, e se vedevo una donna incinta mi veniva quasi l'orticaria, ma era lo specchio della mia relazione malata con il mio ex marito.
Senza fretta e spero tanto che sia con il mio  :occhicuore: favoloso ragazzone, adesso per la verità ci sto pensando. Ma è anche perchè il mio tesoro si occupa e si preoccupa di e per me, vedo che con i suoi due nipotini è un angelo, insomma, lo vedo un ottimo padre e compagno, anche questo quindi almeno per me conta.
Non ci pensavo prima perchè non avevo un UOMO al mio fianco. Adesso si.
Ma bisogna mettere in conto che è una scelta dalla quale non si torna indietro, non deve essere un capriccio oppure il pensiero "Oggesù ho quasi 40 anni, o ora o mai più". Quello MAI.
Che poi anche a me vengono dei dubbi, sopratutto quando vedi questi bambinetti di oggi come crescono male... Ma il desiderio c'è, è innegabile, ma non lo vedo come un punto di arrivo o una missione da compiere!
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bubu - Agosto 05, 2008, 02:08:25 pm
Qui sfondi una porta aperta in materia  ;D
Comunque sia fare figli per risanare il rapporto fra due persone è un atto di irresponsabilità totale. Conosco almeno un paio di donne che lo hanno fatto o ci stanno provando. Ma quando ho provato a dire anche "Ah" sull'argomento:
"ma tu che ne sai?Mica sei sposata?"
Essendo figlia di genitori separati qualcosina in materia penso proprio di saperlo  :-\
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: BlackQueen - Agosto 05, 2008, 03:01:40 pm
Una coppia che non conosco l'ha fatto. Il secondo figlio l'hanno avuto per tentare di risnare il loro rapporto.
Risultato?
Una mia conoscente si scopa il marito da un anno.
AH!
Lui non lascia la moglie e sai perchè? "eh sai, come faccio, CI SONO I BAMBINI...." Mavvaffanc...
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: ninfeaalba79 - Agosto 05, 2008, 03:17:47 pm
Qui sfondi una porta aperta in materia  ;D
Comunque sia fare figli per risanare il rapporto fra due persone è un atto di irresponsabilità totale. Conosco almeno un paio di donne che lo hanno fatto o ci stanno provando. Ma quando ho provato a dire anche "Ah" sull'argomento:
"ma tu che ne sai?Mica sei sposata?"
Essendo figlia di genitori separati qualcosina in materia penso proprio di saperlo  :-\
non bisogna essere sposate per avere buonsenso.... un figlio va fatto per desiderio di entrambi e non per ricucire un rapporto che se si deve sfasciare si sfascia comunque....
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mattia - Agosto 05, 2008, 03:26:11 pm
Qui sfondi una porta aperta in materia  ;D
Comunque sia fare figli per risanare il rapporto fra due persone è un atto di irresponsabilità totale. Conosco almeno un paio di donne che lo hanno fatto o ci stanno provando. Ma quando ho provato a dire anche "Ah" sull'argomento:
"ma tu che ne sai?Mica sei sposata?"
Essendo figlia di genitori separati qualcosina in materia penso proprio di saperlo  :-\

quando mia mamma spettegola sulle sue colleghe saltano fuori sempre delle storielle in stile soap opera che da un lato mi divertono e dall'altro mi scandalizzano.
l'ultima è stata quella di una tizia che in quanto amante di un uomo che la voleva lasciare si è fatta mettere incinta con l'inganno nella speranza di obbligarlo a non lasciarla. il risultato è stato che lui non ha riconosciuto il bambino e ora lei se lo cresce da sola. ciò che mi dispiace è che il bimbo pagherà per la deficienza di entrambi.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: BlackQueen - Agosto 05, 2008, 03:53:08 pm
Dio mio le "donne" che ricorrono a questi stratagemmi LE UCCIDEREI TUTTE  :ghignomalefico: ma come si fa ad incastrare o tentare di incastrare uno che se ne vuole andare? Ne conosco un paio che hanno fatto questa estrema bassezza, anche a loro è andata male. Purtroppo chi ne fa le spese è sempre il nascituro.
Che schifo mi fanno, dignità manco sanno come si scrive.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bubu - Agosto 05, 2008, 07:19:51 pm
Più che altro sono stratagemmi da Ottocento! Una mia amica -sua madre e sua sorella- sono state abbandonate dal padre a pochi mesi: aveva già dato segni di insofferenza con la nascita della prima figlia; la seconda arrivata ha fatto scattare la molla. Non l'ha visto per i successivi 39 anni.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mattia - Agosto 05, 2008, 07:55:22 pm
più che altro con che animo tu donna ti accontenti di stare con un uomo che sai che sta con te solo perché avete un figlio, ma senza ricambiare il tuo amore? bah...
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: BlackQueen - Agosto 06, 2008, 12:40:30 pm
Più che altro sono stratagemmi da Ottocento! Una mia amica -sua madre e sua sorella- sono state abbandonate dal padre a pochi mesi: aveva già dato segni di insofferenza con la nascita della prima figlia; la seconda arrivata ha fatto scattare la molla. Non l'ha visto per i successivi 39 anni.

CVD

Ragazzi, ma sarà possibile? Lo ripeto, anche se sarà la classica retorica... Ma chi ci va di mezzo son sempre quelle povere creature.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: BlackQueen - Agosto 06, 2008, 12:50:37 pm
più che altro con che animo tu donna ti accontenti di stare con un uomo che sai che sta con te solo perché avete un figlio, ma senza ricambiare il tuo amore? bah...

Dovrebbe essere per questo, mi è parso di capire: tu donna lo ami lo ami lo ami (ueh), e la sola idea di perderlo ti fa impazzire... Allora che c'è di meglio della tecnica dell'incastro selvaggio? Eh, bah.
Lo vedi che è cambiato, che è più distante, insomma, le premesse per la disfatta ci sono tutte. Invece di parlarci, di tentare DIGNITOSAMENTE di recuperare il rapporto... ZAC.

Ne ho sentita una che mi ha fatto rabbrividire, molti anni fa. Una ragazza ha tentato il metodo anche detto "dell'incastroia", le è andata male ed era in ospedale accompagnata dal padre per abortire. Peccato che la signorina (all'epoca poco più che ventenne) fosse al terzo aborto con tre persone differenti, il padre aveva una faccia che non ti dico.
Come fare? Semplice, compri tu i preservativi e... Basta uno spillo. GRAN BASTARDA.
Fossi stata nel padre, le avrei fatto chiudere le tube, altrochè.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bellambriana - Agosto 06, 2008, 02:26:55 pm
Sono d'accordo con chi rileva che capita sempre più spesso di imbattersi in bambini arroganti, lagnosi, in una parola antipatici: non sarà politically correct ma è la verità. Per chi ha un desiderio di maternità a intermittenza, si tratta di deterrenti micidiali. Però, vorrei aggiungere che a me sembra un fenomeno molto italiano e poco europeo: all'estero è normale vedere coppie giovani con uno o due bambini che passeggiano tranquilli e sereni. Se il marmocchietto cade e si sbuccia il ginocchio, la mamma non si fa venire un coccolone e non emette urla disumane che sovrastano quelle del pargolo: semplicemente, si accerta che non sia successo niente di grave e la passeggiata prosegue. Certe mamme italiane fanno un casus belli di qualunque cavolata, magari anche perché sono stanche e/o vittime di retaggi familiari e culturali che vogliono la donna relegata a unica guardiana ufficiale della prole vita natural durante.
Tutto dipende da come si vive l'esperienza del diventare genitori: secondo me crescere un figlio è una faticaccia, ma può anche essere straordinariamente divertente. Non sta scritto da nessuna parte che si debba vivere tutto nevroticamente. L'importante è avere al fianco un compagno (o una compagna, se solo si potesse) che sia degno, capace e desideroso di fare la sua parte. E fare figli solo se DAVVERO li desideriamo.
W la libertà di scelta e abbasso la stupida idea che una donna è completa solo se è madre, e via blaterando.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bubu - Agosto 06, 2008, 02:41:05 pm
Più che altro mi sembra di vedere genitori sempre più in balìa dei bambini; completamente incapaci di "dire di no": che si tratti di un giocattolo, che si tratti di stare seduti al tavolo non ci riescono. Se provi a protestare vieni subito rimproverata: "ma sono bambini". Come se l'essere bambini fosse una giustificazione per il mancato lavoro di educatori che spetta ai genitori. A proposito di educazione: è di questi giorni che l'obesità infantile in Italia ha raggiunto le proporzioni di quella americana (http://video.corriere.it/?vxSiteId=404a0ad6-6216-4e10-abfe-f4f6959487fd&vxChannel=Salute&vxClipId=2524_9c42f28a-5f0b-11dd-89c2-00144f02aabc&vxBitrate=300) un qualche collegamento ci sarà?
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mirtillosa° - Agosto 07, 2008, 11:35:36 pm
Sono assolutamente d'accordo con te Bellambriana. Era proprio questo che avrei voluto dire.
Poi secondo me si dovrebbe decidere di fare un figlio in due appunto, usando il cervello, non per istinto
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Flysch - Agosto 08, 2008, 08:58:24 am
Un bimbo piccolo ti stravolge la vita: piange, non dorme, bisogna seguirlo, bisogna cambiargli il pannolino etc etc.
Non che questo sia un male, ma prosciuga il tempo e le forze di ENTRAMBI i genitori, spesso mettendoli allo stremo di sopportazione dei normalissimi difettucci del compagno/a.
Come può un terremoto del genere rinsaldare una coppia che si sta sfaldando?

Rimango dell'opinione che un figlio debba essere una scelta consapevole di tutte e due i genitori, in coppie stabili*. Se la coppia è ben rodata e l'erede è stato voluto da mamma e papà, allora sì che il rapporto a due ne giova.

*Nel caso dei single, la situazione è diversa, visto che si tratta di una scelta consapevole. Eri solo prima e sarai solo dopo.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Rigel - Agosto 09, 2008, 01:32:27 am
La settimana scorsa all'acquario di Genova ho visto una scena che mi ha sconvolta, ma in positivo.
In mezzo a tante famiglie con bambini maleducati, strillanti, che correvano da tutte le parti, ad un certo punto si è vista questa coppia, entrambi sulla trentina, con una bimba di 4-5. Lei si è messa a correre, è inciampata. Ha avuto la decenza di non lamentarsi visto che non si era fatta nulla, dopodichè il padre le ha spiegato che "a casa si corre, qua non è casa nostra quindi bisogna fare i bravi, stare tranquilli e rispettare le altre persone". La bimba ha annuito e da allora è stata un modello di educazione, godendosi l'acquario senza disturbare gli altri.

Ora, il fatto che mi sia stupita davanti ad un comportamento che dovrebbe essere normale mi sconforta un poco...
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: streghettamatta - Agosto 09, 2008, 11:19:18 am
Rigel la cosa che dici è sacrosanta....
l'altro giorno ero su una spiaggia croata piena di bambini croati/ teutonici/ olandesi... qualche urletto ma alla fine era come se non esistessero (anche se giocavano, correvano, si schizzavano)... eravamo sconvolti dal silenzio e dalla pace che comuqnue regnava, perchè questi bambini erano EDUCATI e appena alzavano leggerissimamente la voce venivano reguarditi dai genitori (ma anche qui senza sbraitare, piano e con fermezza) ad un certo punto arriva una coppia con 1 (e dico UNO gli altri avevano almeno 3 figli a testa), bhe dopo 3 secondi sto bambino ci ha riempito a me e al mio ragazzo l'asciugamano di sabbia, ci ha costruito praticamente un castello di sabbia sui piedi, ci ha tirato la palla addosso almeno 3 volte, urlava come un animale sgozzato e schizzava chiunque si avvicinasse al bagnoasciuga... il tutto nell'indifferenza dei genitori....
io e il mio ragazzo ci siamo vergognati di essere italiani.....o comunque della stessa patria di questi cafoni

inoltre ha dato una spinta al mio NON istinto materno (angel siamo nella stessa situazione) che è stato messo ancora di più a dura prova dopo il filmato sui ragazzini EMO di piazza del popolo inviato in qualche altra sezione del foorum
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lara-v - Agosto 20, 2008, 11:16:59 pm
A casa al mare eravamo circondati da famiglie con bambini. Erano tutti accomunati da una caratteristica: facevano un casino bestiale. Una mamma che chiamava per l'ennesima volta la figlia di 5 anni per cena: "Silvia, è pronto, dai vieni, per favore..", con voce supplicante e per niente convinta. Ovviamente la bimba ha continuato a giocare.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Crazy Simo - Agosto 21, 2008, 01:35:48 am
Uhmm strano a dirsi, ma persino in una mente malata come la mia risiede un briciolo d'istinto materno. La cosa buffa è che in genere io mi comporto sempre in maniera scontrosa e poco incline ai rapporti umani, però alla vista di un neonato non posso evitare di provare tenerezza e un malcelato istinto di maternità (che si manifesta soprattutto nei sogni; quanto volte ho sognato di essere incinta...). Ciononostante non posso dire di amare pazzamente i teneri pargoli, forse perchè quasi sempre me ne trovo davanti degli esemplari viziati e fastidiosi (insopportabili!  :bleah:). In conclusione credo di possedere un istinto materno, è nascosto ma c'è, ed in futuro è molto probabile che finisca col procreare. L'unico timore è che ho paura di cosa possa uscire fuori da una una come me, non sono nemmeno sicura di poter badare a me stessa. Ma considerando che non ho nemmeno 20 anni, mi auguro che il tempo possa rimediare a questa pecca. Una cosa è certa, se il pargolo arriverà non troverà il guanto di velluto, ma verrà educato con un pugno di ferro, il mio
:ghignomalefico: ahahahAHAHAHAHAHAHAH!
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bridget Jones - Agosto 22, 2008, 06:51:21 pm
Ah ecco ero sicurissima di aver visto questa discussione ma credevo fosse finita molte pagine più indietro...

Rispondo anch'io e vado decisamente in controtendenza: per me la cosa che desidero maggiormente in tutta la mia vita è avere dei figli, ho uno spiccatissimo istinto materno, adoro i bambini e i bambini mi adorano, forse perchè vedono in me una sorta di cartone animato vivente  ;D dato che rido sempre e sono molto più a mio agio tra i bambini che tra gli adulti.

E' da quando avevo 11 anni che sogno di avere un figlio, credo che se un giorno scoprissi di non poterne avere mi ucciderei...  Forse il motivo di tanto desiderio è che non avendo avuto sorelle o fratelli mi sono sentita sempre sola e quindi ora voglio avere tanti figli per non esserlo più, chissà...
Sogno spessissimo di essere incinta o di bambini che girano per casa mia o di tenere in braccio dei neonati, a volte ho anche giocato i numeri al lotto e sono pure usciti!!!  ;D

Sì vabbè lo so che essere madre è molto più che questo, però io credo che soltanto quando sarò diventata madre sarò davvero per la prima volta in vita mia FELICE... ne sono sicura... sarà stucchevole come ragionamento ma è così  :)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: crocodile - Agosto 22, 2008, 07:29:23 pm
beh, Bridget, ti auguro di cuore che non sia la prima volta in vita tua (cerca di essere davvero felice pure con il padre, no??)  ;)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bridget Jones - Agosto 22, 2008, 07:42:38 pm
beh, Bridget, ti auguro di cuore che non sia la prima volta in vita tua (cerca di essere davvero felice pure con il padre, no??)  ;)

grazie Croco  :-* :-* :-* ricambio l'augurio moltiplicato per 1000!!!
Beh ovviamente spero anche di trovare un uomo con cui stare per tutta la vita, ma oramai sono molto disillusa, non ci credo più all'amore...
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Siminsen - Agosto 22, 2008, 07:45:54 pm
...  Forse il motivo di tanto desiderio è che non avendo avuto sorelle o fratelli mi sono sentita sempre sola e quindi ora voglio avere tanti figli per non esserlo più, chissà...

Una mia amica che fa sempre il tuo ragionamento - ha sofferto il fatto di essere l'unica figlia - ne ha fatti tre (due casuali, uno mezzo voluto), poi si è separata.
Adesso che i figli sono grandi, continua a sentirsi figlia unica, cerca contunuamente un uomo che le stia vicino, litiga con l'ex sull'educazione e il mantenimento dei figli, coi genitori che vorrebbero che tornasse con l'ex e coi figli che cominciano a chiedere oggetti costosi e ne fanno di tutti i colori.
Dopo circa otto anni di psicanalisi prende ancora farmaci e ha attacchi di panico.

Bridget, ti auguro di cuore tutto quel che vuoi, ma pensaci bene.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bridget Jones - Agosto 22, 2008, 07:56:59 pm
Grazie Sim  :-* :-* :-*

Tranquilla i miei figli non mi chiederanno mai cose costose perchè ho intenzione di farli crescere come sono cresciuta io, senza vizi e senza capricci, la prima Barbie l'ho avuta a 12 anni e il primo cellulare dopo il diploma, e come sono stata educata io così educherò anche loro, pari pari.
Per la questione marito beh, lì sì è vero che serve tanta ma tanta fortuna visti gli uomini che girano al giorno d'oggi, immaturi e irresponsabili che pensano solo ai soldi e a divertirsi!  >:( Su certe cose sono molto intransigente. Bah, speriamo!  ;)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Siminsen - Agosto 22, 2008, 08:49:20 pm
Tranquilla i miei figli non mi chiederanno mai cose costose perchè ho intenzione di farli crescere come sono cresciuta io, senza vizi e senza capricci, la prima Barbie l'ho avuta a 12 anni e il primo cellulare dopo il diploma, e come sono stata educata io così educherò anche loro, pari pari.

Diciamo che sei ottimista, ed è già qualcosa.

Sull'educazione: tutte le mie amiche madri in teoria sono d'accordo con l'educazione senza vizi. Ti assicuro che sono donne intelligenti. Ma tutte - dico tutte - cedono ai compromessi, vengono a patti, se non viziano per qualcosa sono elastiche loro malgrado per altre.
Hai 23 anni: pensa a te stessa, prima di tutto. Studia, viaggia, leggi, cresci, conosci gente, ama, fa'. La vita offre tesori se li sappiamo scoprire.
E poi se ancora vorrai bambini, se la tua è, come credi, una vocazione, per lo meno non avrai rimpianti.
La mia amica con i tre figli si veste da adolescente e cerca di fare la vita di una ventenne. Solo che vent'anni si hanno a vent'anni.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bridget Jones - Agosto 22, 2008, 10:05:42 pm
Hai 23 anni: pensa a te stessa, prima di tutto. Studia, viaggia, leggi, cresci, conosci gente, ama, fa'. La vita offre tesori se li sappiamo scoprire.
E poi se ancora vorrai bambini, se la tua è, come credi, una vocazione, per lo meno non avrai rimpianti.

Grazie per i consigli Sim, si vede che sei una donna "che ne sa"  ;) :-*

E' vero la giovinezza non torna più e non bisogna sprecarla, e tenterò in tutti i modi di far fruttare al meglio i miei (pochi) talenti prima di mettere radici e di diventare "adulta". Sono responsabile e autonoma e questo è già tanto per una ragazza di oggi. Avrei potuto benissimo farmi mettere incinta dal primo idiota che passava quando ero al liceo, ma poi ho fatto questo tuo stesso ragionamento e ho deciso che era meglio non mettere al mondo un altro infelice, oltre al fatto che volevo andare all'università e con un figlio non dico sia impossibile ma diventa un po più complicato anche se lo lasci coi nonni (e vedo moltissime ragazze il giorno della laurea con passeggini e bambini anche grandicelli che però per laurearsi sono arrivate a 30 anni e più).
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Ghismunda - Agosto 22, 2008, 10:12:29 pm
Citazione
forse perchè vedono in me una sorta di cartone animato vivente   
...
Una mia battuta al problema...
tutti i bambini vengono attratti da me, male-educata e sarcastica, as you well know, ;)
°NON SONO MICA SBIRULINO... :P
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Ghismunda - Agosto 22, 2008, 10:15:18 pm
Non credo di essere nemmeno il Bobo cattivo, però e c'è sempre un però...
Tutte le mie conoscenti, che dovevano diventare le madri del secolo sono finite sotto pasticche...
Purtroppo :-X :-X :-X
 :desolazione:
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bridget Jones - Agosto 22, 2008, 10:55:44 pm
Pasticche??!?!?  ??? :o :o
Ma cavolo, un bambino non è mica la Stele di Rosetta??!!! Se addirittura arrivano a impasticcarsi o a fare la terapia psicologica perchè non riescono ad educare i propri figli... queste cose succedono solo in Occidente, nei paesi "ricchi" dove i bambini sono viziati e superficiali e i genitori deboli e asserviti ai loro capricci, e il caro vecchio schiaffone si è estinto insieme ai dinosauri. Nei paesi "non allineati" queste cose non succedono, i bambini sono ancora bambini, giocano nelle pozzanghere, si arrampicano sugli alberi e non vanno dallo psicologo a 10 anni, eppure sono felici (non sto parlando di situazioni estreme ovviamente) non pretendono niente visto che non possono ottenerlo, anzi a volte non sanno nemmeno che esiste. Chi ha troppo pretende sempre di più, chi ha poco si accontenta.
E se sei un bravo genitore non ti fai mettere i piedi in testa da tuo figlio. Fa i capricci? Un bello scappellotto, mezz'ora di pianto e la finisce. Non credo che muore se non gli compri la Playstation a 5 anni...
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Siminsen - Agosto 23, 2008, 03:11:09 pm
Se addirittura arrivano a impasticcarsi o a fare la terapia psicologica perchè non riescono ad educare i propri figli... queste cose succedono solo in Occidente, nei paesi "ricchi" dove i bambini sono viziati e superficiali e i genitori deboli e asserviti ai loro capricci, e il caro vecchio schiaffone si è estinto insieme ai dinosauri.

Io andrei cauta con gli schiaffoni. Chi ha visto volare schiaffoni e li ha presi tende a dare schiaffoni a chi per età scarsa ancora può prenderli. La nemesi non è un'invenzione letteraria dei Greci: il dolore passa da anello ad anello di una famiglia, la violenza anche.
Non è sempre così facile distinguere il cosiddetto ceffone correttivo dall'incapacità degli adulti di gestire i propri istinti, dal loro fallimento strutturale o dalla violenza pura e semplice.

Citazione
Nei paesi "non allineati" queste cose non succedono, i bambini sono ancora bambini, giocano nelle pozzanghere, si arrampicano sugli alberi e non vanno dallo psicologo a 10 anni, eppure sono felici (non sto parlando di situazioni estreme ovviamente) non pretendono niente visto che non possono ottenerlo, anzi a volte non sanno nemmeno che esiste. Chi ha troppo pretende sempre di più, chi ha poco si accontenta.

Nei Paesi non allineati i bambini sono bocche da sfamare quando non ancora autonomi, e forza lavoro appena possono esserlo.
E a volte ai soldatini ci giocano, ma ammazzano davvero.
Non torniamo al mito del buon selvaggio. L'infanzia in molti posti del mondo è sofferenza e morte.
I meninhos da rua brasiliani sono criminali né più né meno degli adulti, i bambini di Manila spacciano, rubano  e si prostituiscono, ma non per mangiare: per comprarsi vestiti ed oggetti.

Citazione
E se sei un bravo genitore non ti fai mettere i piedi in testa da tuo figlio. Fa i capricci? Un bello scappellotto, mezz'ora di pianto e la finisce. Non credo che muore se non gli compri la Playstation a 5 anni...

Un bravo genitore deve conquistarsi la sua autorevolezza giorno per giorno. Ha persino diritto di sbagliare, semplicemente perché è umano. Ma educare un figlio non dev'essere un gioco di potere.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Siminsen - Agosto 23, 2008, 03:38:23 pm
Un'altra cosa, Bridget. Essere simpatiche ai bambini non è condizione necessaria, e tantomeno sufficiente, per essere una buona madre. E non lo è neanche provare simpatia per loro.
Ho fatto la baby sitter e ho vissuto un po' del mio tempo accanto ai bambini. A parte il potere sedante che misteriosamente esercito mio malgrado su di loro (li rincoglionisco), con loro ho vissuto momenti bellissimi - in particolare uno wordsworthiano in cui ho scoperto un arcobaleno - ed ho intrecciato rapporti affettivi intensi, profondi e di grande valore.
Senza vanto, hanno continuato a chiedermi di fare la baby sitter anche dopo anni che avevo smesso.
Più volte mi hanno detto "Se non li fai tu, i bambini, chi dovrebbe farli (domanda che presupponeva che il mio potere rincoglionente si fosse trasferito ai genitori)?". Non ce l'ho con loro, ma mi riconoscevano una vocazione che non ho assolutamente solo perché i loro figli stavano bene con me.
Non è un po' poco, per definire una buona madre potenziale?


Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bridget Jones - Agosto 23, 2008, 06:15:31 pm
Io andrei cauta con gli schiaffoni. Chi ha visto volare schiaffoni e li ha presi tende a dare schiaffoni a chi per età scarsa ancora può prenderli. La nemesi non è un'invenzione letteraria dei Greci: il dolore passa da anello ad anello di una famiglia, la violenza anche. [...]
Beh adesso non è che i miei figli li crescerò a pane e cinghiate!!! Ma ci mancherebbe!! Però se tu gli dici di no 2 volte e alla terza ancora non capiscono, a quel punto il caro vecchio scappellotto o sculacciata penso che non li uccida no? Sto sbagliando? Io di scappellotti ne ho presi a valanghe ma eccomi qui, sana e mentalmente stabile! Almeno così spero...

Nei Paesi non allineati i bambini sono bocche da sfamare quando non ancora autonomi, e forza lavoro appena possono esserlo. [...] i bambini di Manila spacciano, rubano  e si prostituiscono, ma non per mangiare: per comprarsi vestiti ed oggetti.
Ma sì sì certo questo lo so benissimo, non credere che io viva in una nuvoletta rosa!! So benissimo che molti bambini rubano e spacciano per poter mangiare, e che nel mondo ci sono 300.000 bambini soldato che vengono impegnati nelle guerre in prima linea perchè sono incoscienti e si lanciano nella battaglia senza sapere che stanno andando a morire!! La mia tesi di maturità parlava anche di questo in un capitolo, quindi son cose che anche se non ho visto con i miei occhi comunque so che ci sono, e sapere di non poter far niente nel mio piccolo mi fa arrabbiare.
Per quanto riguarda la prostituzione minorile, secondo me bisognerebbe punire maggiormente i clienti: tu uomo europeo di 40 anni che vai in Thailandia per andare con le bambine di 11 anni, meriti la castrazione chimica e tutta la vita in galera! Ma purtroppo la prostituzione frutta tantissimi introiti ai paesi e non finirà mai...

Un bravo genitore deve conquistarsi la sua autorevolezza giorno per giorno. Ha persino diritto di sbagliare, semplicemente perché è umano. Ma educare un figlio non dev'essere un gioco di potere.
Invece secondo me il bambino almeno un minimo di concezione della disciplina lo dovrebbe avere. Perchè se io dico a mio figlio di star fermo e lui non mi rispetta, non starà mai fermo, perchè sa che è lui ad avere il potere tra noi due. I bambini non son mica così ingenui come sembrano...
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Siminsen - Agosto 23, 2008, 06:27:01 pm
I bambini fanno i bambini. Il loro muoversi è scoprire il mondo. Lo fanno con tutti i sensi e senza inibizioni, se qualcuno non li inibisce.
Le regole si insegnano, non si impongono. Educare vuol dire portar fuori, mai reprimere.
Lo scopo di un genitore è guidare i figli alla scoperta del mondo, e di far capire perché certe cose sono ammesse e certe altre no.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bridget Jones - Agosto 23, 2008, 06:31:36 pm
Sì sì certo, mica voglio crescere delle mummie?!??  ;D

Però tipo in chiesa o al ristorante o a casa degli altri, un sacco di volte mi è capitato di vedere bambini che toccavano tutto e facevano casino, e i genitori dopo il primo tentativo, non essendo stati cagati di pezza, rinunciavano e li lasciavano fare gli scostumati senza dir nulla. Ti pare una cosa normale? A me sinceramente no, poi magari sto sbagliando, mica ho la verità in tasca... però sull'educazione non sono una che transige
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: pam - Agosto 23, 2008, 06:53:07 pm
La disciplina e il senso di responsabilità non si insegnano a scapellotti o sculacciate, si insegnano con il rispetto.
Crescere degli individui che non fanno una cosa perché hanno paura della punizione, e non perché sanno di non doverla fare per vari motivi, è da irresponsabili.
Un bambino che non fa una cosa sotto minaccia dello sculaccione è un bambino che ne fa dieci quando il genitore non lo vede.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bridget Jones - Agosto 23, 2008, 07:14:51 pm
Aaaaaaaah!!! [sospirone di sconforto]

Pam, ovviamente prima al bambino gli si spiega che non deve mettere la mano sul fornello sennò si brucia.
Ma quando lui indefesso ce la mette comunque, impara che il fuoco brucia e a quel punto non ce la mette più.
Ma se dopo 3 minuti ce la rimette, che fai?? Se le parole e i fatti non sono abbastanza, non lo sculacci?
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Flysch - Agosto 23, 2008, 07:25:14 pm
Io sono cresciuta con il metodo se così si può chiamare del bastone e della carota: premietto quando facevo le cose bene (non parliamo di regaloni, ma di piccole cosette quotidiane, tipo la libertà di giocare un po' di più la sera) e punizione quando facevo qualcosa di sbagliato (ad esempio la sera a letto senza leggere Topolino - mi distruggeva!).
Picchiata mai, ma la tirata d'orecchi o lo scappellotto (senza parlare di violenza, un banalissimo scappellotto), si.
Sin da quand'ero piccola io ed i miei abbiamo sempre ricevuto i complimenti su quanto fossi educata e ora a 29 anni devo ammettere che nè lo scappellotto, nè la tirata d'orecchi, neanche le varie punizioni mi hanno segnato in negativo la vita.

Ho un rapporto con i miei genitori aperto, franco e sincero e li amo da morire: parlando con amici che hanno conosciuto me ed i miei ho scoperto che in tanti erano invidiosi della famiglia che eravamo diventati, tanto da definirla famiglia da Mulino Bianco.
Spero di avere anch'io una famiglia come quella che ho avuto io, col cuore.

PS per inciso, ora stiamo cercando un bimbo e oggi ho comprato i miei test di gravidanza, complice la nausea mattutina che mi attanaglia da 5 giorni a questa parte.  ;)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: iletta83 - Agosto 23, 2008, 07:33:09 pm
Flysch: non ci conosciamo, ma... incrocio le dita per te!!!  :metallaro: (immagina le corna che si trasformano in dita incrociate  ;D)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bridget Jones - Agosto 23, 2008, 07:34:01 pm
Grazie Fly  :-* finalmente qualcuno che ha capito cosa intendevo!!!  :'(

Daiii che bello volete avere un bimbocchio!!!  :clapclap: Te lo auguro con tutto il cuore!!!
Sai ho notato una cosa curiosa: che molte volte in gruppo di amiche/colleghe quando una rimane incinta poi a poco a poco rimangono incinte anche le altre, come se fosse contagiosa!!!  ;D ;D ;D A me è capitato diverse volte che qualche amica dell'università che voleva avere un figlio sfogandosi dicesse che tutte le sue amiche erano rimaste incinte una dopo l'altra e lei no, quindi le frequentava sperando che il "fluido" benefico si trasferisse anche su di lei!!!  ;D
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Flysch - Agosto 23, 2008, 07:38:03 pm
Aggiungo ancora un'altra cosa.

La figlia di mio cugino ha 4 anni ed è un'amore di bimba: educata, tranquilla e di ottimo carattere.
Se sulla tranquillità i genitori non hanno potuto influire, sulle altre due qualità si.

Sull'educazione sono sempre stati irreprensibili, sin da quando era piccola piccola: le punizioni ci sono state, ma a vedere Giulia con i suoi genitori non sembra ci saranno conseguenze. Sull'ottimo carattere ha inciso anche l'affetto che mamma e papà hanno riversato su di lei, in modo sano e non esagerato: si tratta di una bimba coccolatissima, ma assolutamente seguita e ovviamente anche con qualche raro scapaccione, che fa più male all'orgoglio che non al sedere.

Per me BJ ha ragione: lo dici una volta, lo dici due e se il bimbo continua a fare quello che non va fatto, prendi provvedimenti. Punizione, scappellotto (ovviamente non schiaffo), scapaccione leggero, ben vengano, purchè siano accompagnati da affetto e soprattutto presenza di entrambi i genitori.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Flysch - Agosto 23, 2008, 07:41:30 pm
Daiii che bello volete avere un bimbocchio!!!  :clapclap: Te lo auguro con tutto il cuore!!!

La cosa frustrante è che fino a domenica 31 (giorno di arrivo del presunto ciclo) non potrò provarlo. Azz! Perchè sono così sensibile agli stimoli che il mio corpo mi manda? Figurati che riesco sempre a sentire con precisione svizzera il giorno dell'ovulazione... ::)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: pam - Agosto 23, 2008, 08:23:03 pm
Aaaaaaaah!!! [sospirone di sconforto]

Pam, ovviamente prima al bambino gli si spiega che non deve mettere la mano sul fornello sennò si brucia.
Ma quando lui indefesso ce la mette comunque, impara che il fuoco brucia e a quel punto non ce la mette più.
Ma se dopo 3 minuti ce la rimette, che fai?? Se le parole e i fatti non sono abbastanza, non lo sculacci?

No, non lo sculaccio, glielo rispiego, e lo tengo lontano dai fornelli. Non alzerei mai le mani su un'altra persona, per nessun motivo.

Nota personale: i sospironi di sconforto tienteli per te, grazie.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Rita - Agosto 24, 2008, 05:51:54 pm
nel mondo ideale sarebbe bello educare i figli al rispetto con l'esempio, sono d'accordo. Ma una volta che il figlio c'è, e che i genitori non sono capaci di farsi rispettare né in grado di impararlo, sempre meglio che mollino un ceffone piuttosto che non lo facciano.
Il figlio forse non imparerà nulla lo stesso ma chi è presente non dovrà sciropparsi i suoi comportamenti maleducati e questo sarà comunque un bilancio positivo.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: cristina - Agosto 24, 2008, 09:06:17 pm
io non sono d'accordo con le sculacciate varie per un semplice motivo: quando parti con un gesto del genere, hai perso le staffe, e si vede. il bambino lo vede, e se è un po' furbo capisce che ti ha portato all'esasperazione e ciò dimostra che il potere maggiore lo ha lui. oppure, se è sensibile, rimane mortificato, e nessuna persona al mondo deovrebbe mortificarne un'altra. in ogni caso, alzare le mani non è risolutivo (e aggiungo che probabilmente anche chi lo fa poi si sente uno schifo).
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Siminsen - Agosto 24, 2008, 09:14:01 pm
io non sono d'accordo con le sculacciate varie per un semplice motivo: quando parti con un gesto del genere, hai perso le staffe, e si vede.

Si vede anche la differenza di comportamento tra chi le prende e chi no. Anche in classe, purtroppo.
Leggere qui (http://nospank.net/pcss.htm).

 
Citazione
(e aggiungo che probabilmente anche chi lo fa poi si sente uno schifo).

Vorrei fosse così. Ci spero, per lo meno.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: cristina - Agosto 24, 2008, 09:45:41 pm
interessante Siminsen, io la penso così. ma proviamo a farlo leggere a chi crede che la sculacciata sia educativa, risponderà: " sono tutte cazzate degli psicologi" (cit. paterna). è che le vecchie abitudini son dure a morire...
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Rita - Agosto 24, 2008, 09:49:52 pm
infatti io la penso così. E ho notato, tra parentesi, che spesso sono proprio gli psicologi ad avere figli caratteriali.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Siminsen - Agosto 24, 2008, 10:33:13 pm
Di tanti "caratteriali" si è scoperto che erano affetti da ADHD (http://www.educazione-emotiva.it/iperattivita.htm), che è più diffusa di quanto si creda.
A me non piace mettere etichette a creature che vedo tre ore a settimana ciascuna. E neanche se le vedessi più ore.  Né ho la competenza psicologica per farlo.
Ma a nessuno fa piacere essere schiaffeggiato o sculacciato: la psiche in qualche modo elabora la violenza e la frustrazione subite e le converte in qualche compensazione. Non si esce da questa ruota.
Persino le piante crescono male se l'ambiente esterno le vessa.
Sarebbe meglio crescere senza dover riparare al male che ci hanno fatto. Un fardello in meno da portare. E invece, consapevoli o meno, lo schiaffo ce lo portiamo dietro.
 

Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: cri golden brown - Agosto 31, 2008, 06:15:34 pm
La disciplina e il senso di responsabilità non si insegnano a scapellotti o sculacciate, si insegnano con il rispetto.
Crescere degli individui che non fanno una cosa perché hanno paura della punizione, e non perché sanno di non doverla fare per vari motivi, è da irresponsabili.
Un bambino che non fa una cosa sotto minaccia dello sculaccione è un bambino che ne fa dieci quando il genitore non lo vede.



Sarebbe meglio crescere senza dover riparare al male che ci hanno fatto. Un fardello in meno da portare. E invece, consapevoli o meno, lo schiaffo ce lo portiamo dietro.  




io sono cresciuta con genitori poco presenti che cercavano di rimediare a questa cosa con regali, giocattoli e ninnoli vari e i ceffoni che ti alzano la pelle e i calci nel sedere che mia mamma o mio papà mi davano quando sbagliavo me li ricordo ancora.con questo non voglio assolutamente dire che sono cresciuta in una famiglia violenta perchè le realtà violente sono ben altre ma volevo confermare ciò che siminsen ha detto nel suo ultimo commento.
concordo al 100% anche con il commento di pam perchè le volte che non avevo intorno i miei una ne facevo e dieci ne pensavo(come si dice da queste parti)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Vanilla_ - Agosto 31, 2008, 09:09:28 pm
Non alzerò mai una mano su nessuno, nè tantomeno su un figlio. Mia madre non mi ha mai dato uno schiaffo, si è fatta rispettare senza il bisogno di sculacciate e schiaffi ed io non potrei che fare lo stesso.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: I a liar - Agosto 31, 2008, 11:45:54 pm
Aaaaaaaah!!! [sospirone di sconforto]

Pam, ovviamente prima al bambino gli si spiega che non deve mettere la mano sul fornello sennò si brucia.
Ma quando lui indefesso ce la mette comunque, impara che il fuoco brucia e a quel punto non ce la mette più.
Ma se dopo 3 minuti ce la rimette, che fai?? Se le parole e i fatti non sono abbastanza, non lo sculacci?

No, non lo sculaccio, glielo rispiego, e lo tengo lontano dai fornelli. Non alzerei mai le mani su un'altra persona, per nessun motivo.

Nota personale: i sospironi di sconforto tienteli per te, grazie.

Ero in Inghilterra, ospite di amici con due bimbi di 2 e 4 anni).
Apro un mobile per prendere i piatti ed apparecchiare e lo lascio aperto il tempo di sistemare le cose sul tavolo.
Beh, non mi arriva questo bimbetto (4 anni) che prima mi rimprovera con calma e serietà perchè lui potrebbe farsi male sbattendo la testa contro lo spigolo dell'anta e poi la chiude.
 :o
Si, si può far capire ai bambini quello che devono e non devono fare, e soprattutto il perchè.  :D
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Flysch - Settembre 01, 2008, 11:18:02 am
I fattori da considerare sono due.

1. l’indole della persona. Educazione a parte, ci sono persone più agitate e turbolente e persone più tranquille e pacate. Lo spiegone su perché non si fa attecchisce prima su un bimbo tranquillo, che non con uno che corre, salta, si agita etc etc. Lì devi utilizzare anche altri sistemi (prima lo tranquillizzi in qualche modo, poi glielo spieghi).

2. La presenza dei genitori sin dall’infanzia. Così come raddrizzare una pianta storta è molto più facile quando è ancora un germoglio, è molto più proficuo educare un bambino sin dalla più tenera età che non da adolescente.
Già intorno all’anno si possono insegnare le cose al bimbo: magari non ne capisce il motivo, ma non lo fa. Crescendo poi gli spiegherai perché non va fatto.
Le dissuasioni che si possono adottare quando il bimbo è piccolino sono minime (es: non ti do la caramella), ma funzionano molto di più che i manrovesci a 10 anni.

Continuo però a propendere per il metodo di "bastone" e carota… Per bastone intendo dissuasioni piccole ed indolori (la caramella che non arriva), ma di tanto in tanto servono, che se usate bene portano ad avere solo carote successive.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bubu - Settembre 01, 2008, 11:30:47 am
Allora: io ho una nipotina di un anno e mezzo, a sentire la madre, aka mia sorella, è un vulcano: magari è vero corre dappertutto, sta imparando a parlare e gioca con la sua voce, non è esattamente tranquilla, ma secondo me è vitale e basta. Mia sorella è isterica di conseguenza quando sta con lei la bimba si agita. Quando la teniamo io e mio babbo non si sente neanche, e non perché io sia quella grande intrattenitrice di bambini, ma perché ho un'indole talmente calma da rasentare il coma: e sono riuscita a farmi obbedire parlandole SOTTOVOCE, visto che sua madre tende ad alzarla molto spesso. Un bambino di un anno e mezzo capisce già molte cose: se gioca con i gancini e li sparpaglia per tutta casa, il modo di farglieli rimettere a posto si trova.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Flysch - Settembre 05, 2008, 11:22:12 am
Sono capitata su questo link (http://www.duggarfamily.com/) e mi sono inorridita da sola. Ok che vorrei dei pupi, ma così mi sembra troppo.

Però almeno questi sono benestanti, hanno una casa adeguata alla tribù, hanno comunque i mezzi di sostentamento per reggere tale orda!. Dal parrucchiere l'altro giorno ho letto di questi qui (http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=279855): si lamentano di non ricevere aiuti economici, ma ad una chiusura delle tube oppure alla vasectomia non ci pensano!  Nessuno li ha obbligati a fare tutti sti figli e non si tratta neanche di quelle gravidanze multiple con 5, 6 o 7 feti. Pensarci prima no?

Un'altra cosa che mi lascia sconvolta, soprattutto per la famiglia americana è la condizione di lei. Fortuna che il fisico tiene, ma qual è la differenza tra la signora in questione ed una cagna-fattrice in un allevamento canino?
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Ghismunda - Settembre 05, 2008, 11:34:31 am
cri..
Citazione
io sono cresciuta con genitori poco presenti che cercavano di rimediare a questa cosa con regali, giocattoli e ninnoli vari e i ceffoni che ti alzano la pelle e i calci nel sedere che mia mamma o mio papà mi davano quando sbagliavo me li ricordo ancora.con questo non voglio assolutamente dire che sono cresciuta in una famiglia violenta perchè le realtà violente sono ben altre
...
Io figlia unica...mi riconosco in questo profilo...

Concordo con chi ha detto che ci vuole rispetto per i bambini...perchè lo sentono prima se c'è un problema...
Però, come dice Siminsen ...appellandosi a questioni pedagogiche molto serie, non si può sempre e continuamente delegare l'educazione alla scuola, alla società e quant'altro...
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: iletta83 - Settembre 05, 2008, 11:37:25 am
Dal parrucchiere l'altro giorno ho letto di questi qui (http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=279855): si lamentano di non ricevere aiuti economici, ma ad una chiusura delle tube oppure alla vasectomia non ci pensano!  Nessuno li ha obbligati a fare tutti sti figli e non si tratta neanche di quelle gravidanze multiple con 5, 6 o 7 feti. Pensarci prima no?

L'ho letto anche io. Secondo me questo è un puro atto di egoismo. Sfornare figli a go-go sapendo che non potrai mantenerli. A che pro? Gli aiuti economici vengono dopo (se vengono). Prima bisogna pensare: è il caso di farne 13 sapendo che non ve lo potere permettere??? Davvero, non lo concepisco!
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Flysch - Settembre 05, 2008, 11:50:15 am
Almeno i tizi americani hanno una signora casa ed evidentemente un certo reddito per potersi permettere di sfamare in toto 20 bocche (loro compresi).

Questi non hanno soldi, non hanno una casa loro, si lamentano ch non riescono a tirare avanti, ma continuano a fare figli. La cosa che mi lascia sconvolta e che lei ha solo 36 anni: quanti altri eredi prima della menopausa? :o
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Makabe Rokurota - Settembre 05, 2008, 11:50:50 am
Citazione
Sono capitata su questo link e mi sono inorridita da sola. Ok che vorrei dei pupi, ma così mi sembra troppo.

Ma cosa sono, quaccheri (no, non avrebbero il microonde), mormoni (no, starebbero tutti in costume col cravattino e il badge sul taschino)?
L'header (http://www.duggarfamily.com/navbar/images/header.gif) fa paura. Sento puzza di repubblicani neo-conservatori.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Flysch - Settembre 05, 2008, 12:07:18 pm
Makabe: bastasse quello! Se hai il pelo sullo stomaco, leggiti la loro routine quotidiana, infarcita di letture comunitarie di salmi e passi della bibbia.

Comunque alla tua domando trova risposta la santa Wikipedia (http://en.wikipedia.org/wiki/Duggar_family). Battisti conservatori.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: BlackQueen - Settembre 05, 2008, 12:21:24 pm
"E allora perché non fermarsi prima? «I nostri non sono motivi religiosi. Semplicemente abbiamo tolto ogni freno alla natura. Per noi ogni figlio è una gioia immensa». Nessun rimpianto allora, nessun ripensamento? «Stamattina ho incontrato una mia vicina di casa che ha avuto due figlie. Vent’anni la prima e sedici la seconda e mi ha detto: se tornassi indietro non lo farei più. Io invece no. "

OKK. Dalle mie parti si dice "ULLI ULLI, CHI LI FA SE LI TRASTULLI ! "

SCONIGLIOLANO* FIGLI ALLA VELOCITA' DELLA LUCE... E POI VOGLIONO GLI AIUTI... SESE  :'(

*Ho coniato questo modo di dire... Insomma dai, come i conigli...
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: cecata - Settembre 05, 2008, 01:31:17 pm
Comunque alla tua domando trova risposta la santa Wikipedia (http://en.wikipedia.org/wiki/Duggar_family). Battisti conservatori.

il primo nome di ogni figlio comincia con la J (che vogliano andare a tentativi sperando di chiamarne uno Jesus?)
e se volessero tutti 'sti figli perché infastidite dalle mestruazioni? non devono averci a che fare granché, tra gravidanza e allattamento... in ogni caso la mooncup è assai meno inquinante e più economica
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lara-v - Settembre 05, 2008, 09:14:05 pm
Questo "coso" appena ho un bimbo me lo compro! Secondo me è utilissimo!
http://www.busetti-garuti.it/html/news/news-02.htm
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: BlackQueen - Settembre 08, 2008, 10:20:56 am
"E' provato che il bambino maturi la consapevolezza di essere individuo indipendente, soltanto dopo i due anni di vita."
...ARGH.  :o

E' vero, però... Ottima invenzione questo lettino!
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: pam - Settembre 08, 2008, 10:24:29 am
Se avessi una cosa del genere attaccata al letto, a quell'altezza, ci sbatterei sicuramente testa e ginocchia.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: angelwiththe - Settembre 08, 2008, 05:17:52 pm
SCONIGLIOLANO* FIGLI ALLA VELOCITA' DELLA LUCE... E POI VOGLIONO GLI AIUTI... SESE  :'(

*Ho coniato questo modo di dire... Insomma dai, come i conigli...
Bello questo neologismo.  :D :D :D
Seriamente. Gli aiuti ai genitori conigli no, ma nemmeno far pagare 14.00 € una confezione di pillola anticoncezionale, ca..o! Che poi se un mese non fai quel TOT di zozzerie ti pare di averli sprecati  ;)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: crocodile - Settembre 08, 2008, 05:19:44 pm
angelwiththe, ma la tua pillola non la passa la mutua? la mia sì... pago solo il ticket (4 euro 2 scatole)
prova a chiedere al tuo medico!
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: angelwiththe - Settembre 08, 2008, 05:20:34 pm
Questo "coso" appena ho un bimbo me lo compro! Secondo me è utilissimo!
http://www.busetti-garuti.it/html/news/news-02.htm
Lo voglio!!! Il mio comodino non basta per: la bottiglia d'acqua, gli occhiali, il cellulare, il libro, la sveglia. il telecomando, il posacenere (eh lo so fa un po' schifo, ma sono una maledetta tabagista)...
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: angelwiththe - Settembre 08, 2008, 05:20:51 pm
angelwiththe, ma la tua pillola non la passa la mutua? la mia sì... pago solo il ticket (4 euro 2 scatole)
prova a chiedere al tuo medico!
No. La Jasmine se la tira ecco!!!
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: BlackQueen - Settembre 09, 2008, 10:03:42 am
angelwiththe, ma la tua pillola non la passa la mutua? la mia sì... pago solo il ticket (4 euro 2 scatole)
prova a chiedere al tuo medico!
No. La Jasmine se la tira ecco!!!

Io uso il cerotto (EVRA) e me lo fan pagare bello pieno... 12 Euri & qualcosa  >:(
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: angelwiththe - Settembre 09, 2008, 10:30:46 am
Il cerotto... Una ginecologa me ne diede una confezione campione-gratuito da provare. Ho messo il primo e dopo circa un'ora s'era staccato così ho buttato tutta la scatola e ho ripiegato sulla classica pillola.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: TefnutLaGatta - Settembre 09, 2008, 10:43:47 am
Comunque Angel ha ragione a dire che ancora si subiscono delle pressioni per figliare, e che se vai a dire in giro che preferisci realizzarti professionalmente che avere un figlio te mozzicano (in particolare le donne, poi. Che io potrei capire se te lo dicesse un uomo con delle idee un po' antiquate, uno che non lo sa ma è la reincarnazione di un gerarca fascista eccetera. Ma una donna?!). Io, per esempio, ho una MADRE che continua a ricordarmi che sono zittellla (cit.) e che taaante ragazze alla mia età già sono accasate e con figli, non come te, ingrata!
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: pam - Settembre 09, 2008, 10:53:26 am
Sabato ho incontrato la madre di una mia compagna di classe delle elementari, e qual'è stata la prima cosa che mi ha chiesto? Come stai? Che lavoro fai? Come stanno i tuoi? Ovviamente no! Ti sei sposata? Per un attimo ho pensato di risponderle di farsi i cazzi suoi, poi ho ripiegato su un: "ma per carità, non sono mica scema!" che l'ha zittita subito.  ;D
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: cecata - Settembre 09, 2008, 11:00:42 am
Sabato ho incontrato la madre di una mia compagna di classe delle elementari, e qual'è stata la prima cosa che mi ha chiesto? Come stai? Che lavoro fai? Come stanno i tuoi? Ovviamente no! Ti sei sposata? Per un attimo ho pensato di risponderle di farsi i cazzi suoi, poi ho ripiegato su un: "ma per carità, non sono mica scema!" che l'ha zittita subito.  ;D

non è che hai implicitamente insultato la figlia?  ;D
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: TefnutLaGatta - Settembre 09, 2008, 11:07:19 am

non è che hai implicitamente insultato la figlia?  ;D

Sì, infatti...io se a mia madre rispondo così automaticamente la insulto (visto che alla mia età era già sposata da tre anni e si disperava perché non riusciva ad avere un bambino)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: pam - Settembre 09, 2008, 11:10:55 am
Sabato ho incontrato la madre di una mia compagna di classe delle elementari, e qual'è stata la prima cosa che mi ha chiesto? Come stai? Che lavoro fai? Come stanno i tuoi? Ovviamente no! Ti sei sposata? Per un attimo ho pensato di risponderle di farsi i cazzi suoi, poi ho ripiegato su un: "ma per carità, non sono mica scema!" che l'ha zittita subito.  ;D

non è che hai implicitamente insultato la figlia?  ;D

Beh, non è mai stata una cima... ;)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: cecata - Settembre 09, 2008, 11:13:35 am
Beh, non è mai stata una cima... ;)

il che spiega perché sia sposata  :ghignomalefico: (e magari abbia pargoli)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: pam - Settembre 09, 2008, 11:15:33 am
Beh, non è mai stata una cima... ;)

il che spiega perché sia sposata  :ghignomalefico: (e magari abbia pargoli)

Non ne ho idea, non mi interesso di questo genere di cose. Non so nemmeno quale sia lo stato civile dei miei cugini o se abbiano procreato  ???
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: angelwiththe - Settembre 09, 2008, 11:16:57 am
Io, per esempio, ho una MADRE che continua a ricordarmi che sono zittellla (cit.) e che taaante ragazze alla mia età già sono accasate e con figli, non come te, ingrata!
Mia madre è tutto l'opposto per fortuna. Si è sposata a 32 anni e dice sempre che per lei era "prestino".
Sostiene anche che gli uomini siano quasi tutti idioti e mi ha trasmesso questa cosa fin dalla più tenera età. E' combattuta tra la voglia di un nipotino e le sue solide convinzioni.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Siminsen - Settembre 09, 2008, 11:28:39 am
Sostiene anche che gli uomini siano quasi tutti idioti

Perché le api lo hanno capito e noi no?
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: angelwiththe - Settembre 09, 2008, 11:52:52 am
Sostiene anche che gli uomini siano quasi tutti idioti

Perché le api lo hanno capito e noi no?
Ci arriveremo pure noi prima o poi.
Alle api continuo a preferire le mantidi religiose.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Siminsen - Settembre 09, 2008, 12:02:31 pm
Ci arriveremo pure noi prima o poi.
Alle api continuo a preferire le mantidi religiose.

Adoro il verde.  :ghignomalefico:
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: TefnutLaGatta - Settembre 09, 2008, 12:49:10 pm
Ci arriveremo pure noi prima o poi.
Alle api continuo a preferire le mantidi religiose.

Adoro il verde.  :ghignomalefico:

 :D
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: angelwiththe - Settembre 09, 2008, 04:09:37 pm
Ci arriveremo pure noi prima o poi.
Alle api continuo a preferire le mantidi religiose.

Adoro il verde.  :ghignomalefico:
Tra l'altro è anche molto di moda quest'anno!!!  :ghignomalefico: :ghignomalefico: :ghignomalefico:
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: caminni - Settembre 09, 2008, 04:38:05 pm
non vorrei sembrare poco carina ma, forse io dovrei stare in silenzio ma non posso, proprio non posso...ma come si fà a parlare di figli in questa maniera? non è obbligatorio averne e sono daccordo, bisogna realizzarsi e sono daccordo ma se sapeste che castrazione per tante donne non poterne avere, non parlereste così. Voi chiacchierate di questo argomento senza avere cognizione di causa, consapevoli che nel momento in cui deciderete di averne... così sarà.
 Ma non è sempre così, si, si, c'è l'adozione però prima passate il calvario della pma poi ne riparliamo. A leggere " io non comprendo quelle che si riempione di punture.... ". ma che ne sapete, le avete fatte, allora prima di scrivere pensate.
Scusate le sfogo
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Rita - Settembre 09, 2008, 08:26:06 pm
Io non ci ho mai provato perché non voglio averne, quindi per quanto ne so potrei anche essere sterile.
Ho 37 anni quindi non penso di farne dopo: non penso di farne e basta.
Mi spiace per chi pensa che sia una cosa irrinunciabile, per me non lo è di certo: e auguro a chi si ammazza di cure di cambiare presto idea.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: M. - Settembre 09, 2008, 08:41:53 pm
Io ho solo vent'anni, non ho mai pensato seriamente di metter su famiglia e sfornare dei marmocchi. Anzi.
Eppure ultimamente, ascoltando un mio amico che era partito per la tangente come suo solito a parlare della figlia che avrà, mi sono ritrovata a pensare che, sì, al momento, penso che sarebbe davvero grandioso avere dei figli, prima o poi. Non so e non voglio immaginare quando e con chi, anzi in realtà non immagino neanche una "famiglia", ma mi piace l'idea di avere dentro di me uno che un po' è come me e raccontargli come sono adesso, nella vana speranza che impari dagli errori di sua madre.  ;D
Detto questo, è molto probabile che tra un mese io cambi idea, però questo pensiero di quanto possa essere fico avere dei bambini m'è venuto all'improvviso e in maniera del tutto naturale; altrettanto naturale mi sembrerà non volerne quando passerò la fase "marmocchi mai".
Non riesco a capire l'accanimento né di una parte né dell'altra. C'è chi vuole bambini, e chi no; nessuna delle due parti reca danno all'altra, e dall'altra parte però non sopporto né la donna in carriera che tratta con superiorià chi invece ha scelto di dedicarsi ai figli, né tantomeno chi dedica loro la vita e pretende che gli altir facciano lo stesso. ma na bella via di mezzo, no, eh? Sarà che mia mamma lavora e ha sempre lavorato e di marmocchie ne ha sfornate ben due...e anche piuttosto ben riuscite (una almeno, l'altra è M-alaticcia)  ;D
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: angelwiththe - Settembre 09, 2008, 08:44:30 pm
C'è chi vuole bambini, e chi no; nessuna delle due parti reca danno all'altra, e nessuna delle due è la migliore e la più "naturale".
La penso esattamente così.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: M. - Settembre 09, 2008, 08:46:27 pm
Scusami, angel, ho modificato per ampliare il discorso e ho cancellato la parte quotata da te  ::)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: angelwiththe - Settembre 09, 2008, 08:53:00 pm
Il succo del discorso tanto è sempre lo stesso.  ;)
Vuoi figli, va bene. Non vuoi figli, va bene. Fai quello che ti pare, ma non giudicare chi la pensa diversamente.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Siminsen - Marzo 24, 2009, 07:45:56 pm
Provocatorio e radicale, ma tutt'altro che scemo.

Les Knight (http://www.msnbc.msn.com/id/10339030/).
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: koji - Marzo 24, 2009, 07:56:39 pm
Provocatorio e radicale, ma tutt'altro che scemo.

Les Knight (http://www.msnbc.msn.com/id/10339030/).

Tutte cose che ho sempre pensato, dette più chiaramente e con più classe di come le direi io.  :sisisi:

Citazione
It's not a really complicated thing to realize that Earth's biosphere is being disrupted by one species, and that one species is us.

Grazie per la segnalazione, Siminsen.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bubu - Marzo 24, 2009, 08:53:04 pm
E' quello che dice sempre la mia dolce metà, più o meno con questi termini "non possiamo continuare a moltiplicarci su di un pianeta finito" (inteso con le risorse limitate).

Citazione
How can we, in good conscience, create more children when so many are dying of preventable cause?

 Mi sembra un'ottima risposta a chi più indietro, e  tempo fa ci bacchettava per il nostro prendercela contro quelle che pur di avere un figlio si farebbero iniettare qualsiasi cosa  ::)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Blue Hawaii - Marzo 24, 2009, 09:29:38 pm
è quello che ho pensato anch'io a lungo (e in parte continuo a pensare)!
ora però purtroppo non sono così contraria all'idea di avere un figlio, anzi... :-[
forse perchè ho trovato una persona che potrebbe ricoprire bene il ruolo di padre (ma mai dirlo troppo forte, non si sa mai!!!)
cmq, tra il nn avere figli, e avere pargoli viziati secondo me ne corre.
e se avrò dei figli, voglio essere giovane (under30 almeno!), e prenderla con "leggerezza" (per intenderci, ho vissuto in scandinavia, là ci sono molte più coppie giovani con figli, ma hanno tutto un'altro spirito rispetto alle famiglie tristi italiane)
sarà che i miei genitori sono abbastanza giovani, e con loro ho sempre avuto un rapporto diretto, diverso da quello di amiche o compagne di classe, fra loro e i loro genitori c'era un muro di incomunicabilità... (poi però l'età anagrafica nn sempre corrisponde all'età mentale)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: DDRD(evotchka) - Marzo 24, 2009, 10:18:06 pm
E' quello che dice sempre la mia dolce metà, più o meno con questi termini "non possiamo continuare a moltiplicarci su di un pianeta finito" (inteso con le risorse limitate).

Citazione
How can we, in good conscience, create more children when so many are dying of preventable cause?

 Mi sembra un'ottima risposta a chi più indietro, e  tempo fa ci bacchettava per il nostro prendercela contro quelle che pur di avere un figlio si farebbero iniettare qualsiasi cosa  ::)
mah. non ho letto la discussione precedente però mi pare,ma è mia personalissima opinione  che di tutti i desideri umani che potrebbero danneggiare il pianeta, quello di avere un figlio non sia poi così allucinantemente condannabile. c' è chi vuole il suv, per farsi figo, c' è chi per risparmiare continua a tenere in funzione impianti industriali non propriamente sani, chi riversa petrolio in mare, chi altera cibo. c' è chi ama mangiare carne a gogò (ahimè sono una carnivora anche io) , chi è pigro e non differenzia o ricicla i rifiuti, oppure prende l' auto per andare a pochi metri da casa.
per chi vuole una maternità non riuscire ad avere un figlio non dev' essere propriamente divertente, leggo di donne che si sentono profondamente svilite da questo fatto,  e che in più si sentono abbandonate a leggi idiotamente oscurantiste. e  le adozioni sono dei calvari perchè si sa che ci vogliono l' età giusta, il parere dei nonni (eeeh? ma dde che?) e un sacco di altri requisiti. anche io penso che sia meglio accogliere chi è già nato e ha bisogno, ma non sempre è facile/possibile a meno di esser un vip_ madonna docet_ e comunque, adozione o no, rimane una sorta di senso di impotenza. quindi da parte mia non mi sento di giudicare queste donne. in fondo l' infertitlità è una malattia come un' altra e in alcuni casi può esser curata...

(avanti dai demolitemi... ::) )
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bubu - Marzo 24, 2009, 11:59:51 pm
Non si può paragonare la raccolta differenziata o la macchina ad un bambino. :desolazione:
C'è poco da parlare di desideri, o sentirsi svilite, il dato di fatto incontrovertibile è che la terra è un pianeta finito non ci sono né spazio, né risorse per consentire la riproduzione infinita della nostra specie. Da un punto di vista logistico lo capisce chiunque: non puoi riprodurti all'infinito in un luogo che infinito non è, ne consegue che volersi riprodurre a tutti i costi è un atto egoista: tu metti al mondo un'altra persona sapendo che non puoi garantirgli un futuro perchè le risorse sono esaurite,o in procinto di esaurirsi.
E con le stesse migliaia di  soldi che una coppia disperata spende  nel tentativo inutile di concepire potrebbe adottare un figlio, o battersi per migliorare le leggi in materia, invece di far drogare la moglie, sarò crudele ma è selezione naturale: madre natura non prevede che tutte le donne possano procreare.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: DDRD(evotchka) - Marzo 25, 2009, 08:18:50 am
beh, scusa ma lo vedo un po' come dire a chi è cieco/zoppo /menomato " sei nato così, ...zzi tuoi,  non hai diritto a curarti, mentre noi siamo sani e facciamo come ci pare" sì, io lo trovo crudele. non so se madre natura abbia veramente predisposto un tasso di donne infertitli, a me pare solo che rendano infertili altre cose come l'intossicazione da metalli nocivi e per gli uomini la quantità allucinante di ormoni presenti nella carne d' allevamento. tutte cose dipendenti da noi.
non voglio litigare, però conoscendo delle persone con questo problema l' argomento mi interessa.
ps: ho paragonato le due cose perchè voi per primi ne avete parlasto in termini di SOSTENIBILITA'.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: DDRD(evotchka) - Marzo 25, 2009, 08:43:13 am
e comunque: sì c' è sempre chi vuole avere un figlio, ma coll' aumentare del benessere e della possibilità di scelta e di autodeterminazione sul proprio corpo sempre meno persone vogliono averne. in altri paesi dove si danno input positivi la natalità è più alta, ma qui in Italia sinceramente non vedo tutta questa esplosione demografica (se si escludono le nascite da genitori immigrati), così come in giappone.
invece, in paesi a mortalità altissima, con speranza di vita ridicola, si fanno figli su figli nel timore che muoiano in tenera età, o forse solo per mancanza di informazione sui contraccettivi, io rifletterei anche su  questo.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: ninfeaalba79 - Marzo 25, 2009, 09:55:19 am
ora io parlo con ruolo da mammina working-progress ho desiderato un figlio ed ho avuto la fortuna di riuscire a restare incinta quasi subito.... ci sono donne che non vogliono figli, ci sono donne che li vogliono e non li possono avere e queste hanno sempre quel velo di tristezza negli occhi quando guardano i figli altrui.... io non mi sento di condannare chi con iniezioni prova a restare incinta... c'e' l'adozione ma per adottare ci vogliono lo stesso tempo e danaro e ti analizzano come cavie per darti il patentino di 'genitore ideale' per adottare....
so solo che l'emozione di avere un cosino di 7 mm col cuore che batte nella pancia e' una cosa indescrivibile....
sono felice perche' io un figlio l'ho sempre voluto...
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Crocs - Marzo 25, 2009, 11:23:14 am
Sinceramente sono un po' perplessa dalla piega che sta prendendo questa discussione.
Ci sono molte donne che non vogliono sposarsi e/o avere figli? Perfetto!
Mica c'è bisogno di trovare giustificazioni o considerarsi superiori di quelle povere sceme che invece lo vogliono.
Ognuno ha diritto a scegliere quello che ritiene più corretto per sé, e giudicarle è una cosa secondo me sbagliatissima sia da una parte che dall'altra.
Non credo davvero che qualcuna qui abbia deciso di non mettere al mondo figli a causa "dell'ambiente"  ::) quindi non mi sembra proprio il caso di trincerarsi dietro queste argomentazioni sempre più fantasiose per giustificare una scelta più che legittima.

Ho poi visto l'esperienza di una persona che mi è molto vicina e che per anni ha tentato senza successo di avere figli.. passare attraverso il calvario di gravidanze e successivi aborti è una cosa che non auguro davvero a nessuno, e sono sicura che chi l'ha vissuta direttamente o "da vicino" non ne parlerebbe con la stessa leggerezza.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Ghismunda - Marzo 25, 2009, 11:54:41 am
Citazione
Ho poi visto l'esperienza di una persona che mi è molto vicina e che per anni ha tentato senza successo di avere figli.. passare attraverso il calvario di gravidanze e successivi aborti è una cosa che non auguro davvero a nessuno, e sono sicura che chi l'ha vissuta direttamente o "da vicino" non ne parlerebbe con la stessa leggerezza.
...un vero e proprio calvario...
Nessuno sottovaluta il problema, premesso che ognuno è libero di fare quello che vuole credo nel caso dell'inseminazione ci sia una carenza di leggi ed assistenza enorme e patologica, indegna di un paese civile
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: DDRD(evotchka) - Marzo 25, 2009, 11:56:55 am
Citazione
ci sia una carenza di leggi ed assistenza enorme e patologica, indegna di un paese civile
ù
come fare a non quotarti?
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: TarataTarantino - Marzo 25, 2009, 05:39:42 pm
io e mio marito ci siamo sposati non perchè pensassimo che fosse una buona idea ma per il gusto di scioccare i nostri parenti (ci siamo riusciti, ancora non si riprendono dal colpo)...siamo una coppia estremamente improbabile e passiamo metà del nostro tempo a ridere e dire-fare ogni sorta di cazzata divertente ci passi per la testa  ;D (il resto a lavorare per poter andare avanti a fare cazzate divertenti nel resto del tempo).
Dubito fortemente che avremo dei figli, metti caso ci nasce un figlio serio e razionale...un disastro  :D
Bastiamo già noi come bambini, e credo che per molti sia così, solo che non se ne rendono conto  ;)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Blue Hawaii - Marzo 25, 2009, 06:06:36 pm
[...] la maggior parte delle persone che hanno fatto un figlio si sono trovate, in un determinato momento, a dover rivalutare la validità di questo loro gesto, di cui, ai tempi, si erano dichiarati certi al 100%. Un gesto definitivo dal quale, ovviamente, non si può tornare indietro.

ricordo un articolo che parlava della percezione della felicità, riportandolo in malo modo, dalla ricerca svolta da un gruppo di psicologi era emerso, tra l'altro, che mentre quasi tutti i genitori dicevano che i figli sono la felicità più grande, analizzando la loro vita, in realtà i momenti più felici li avevano vissuti prima della nascita dei figli o dopo che questi se n'erano andati fuori casa. (ora non state a chiedermi il metro di misura per la felicità..)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: DDRD(evotchka) - Marzo 25, 2009, 06:12:54 pm
koji: è verissimo quello che dici tu. ricordo mia madre che era sola con me piccola e mi sorella neonata, che non smetteva mai di piangere, talmente tanto che lei l' avrebbe potuta buttar giù da una finestra. :o la sindrome di medea, per fare un esempio, è molto più frequente di quanto si pensi ed è ottovalutata, perchè il buonpensare vuole che avere un figlio sia un avvenimento rose e fiori.
però il  fatto è che se io mi scazzassi a ogni sobbalzo che prendo nella mia carriera scolastica , a quest' ora avrei già cambiato 10 facoltà... bisogna vedere di che tipo sono questi ripensamenti. se un rapporto è malato allora meglio finirla lì, se si tratta di sporadici sbattimenti sono fisiologici, per come la vedo io (oddio, sono solo ventenne) sono normali altri lati della medaglia. nulla nella vita di bello e o di "profondo" (nel senso di fatto che arriva a toccarci dentro molto più di quanto noi volessimo) viene senza dei lati difficili. se vuoi avere un buon matrimonio devi lavorare, idem con i figli. per questo non ho mai pensato che sia facile, o non ne ho mai avuto una visione edulcorata come molti hanno, la cosa che mi attrae è la sfida che è in sè generare un altro essere e fare in modo che sia autonomo e felice.. non è facile, richiede attenzione, pazienza infinita, amore incondizionato. e sti cazzi direte voi ;D
in ogni caso, il figlio crescerà e diventerà un "a sè" dai genitori.
per questo ben venga chi non vuole aver figli perchè si sente ancora bambino, vuole godersi la vita, o perchè non ne sente il bisogno. e chi rompe le palle a questi ultimi con manie procreative e il solito tic-tac d' accatto per me può solo andar a spigolare  ;D
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: fedevì - Marzo 25, 2009, 07:08:41 pm
Mi sento vicina al pensiero di Crocs: non credo che sia necessario tirare in ballo il problema del sovraffollamento (nel NOSTRO caso) per giustificare il rifiuto di procreare. Semplicemente c'è chi non sente il desiderio di avere un bambino (per vari motivi,tutti legittimi) come chi invece affronta un calvario per averlo,e non mi sento di condannare nessuna delle due scelte perchè le ritengo degne di rispetto entrambe.

Perchè hai messo un avviso,Koji? Non trovo nulla di sconvolgente in quello che dici (mi riferisco al ripensamento di taluni genitori): sono d'accordo,certe persone si pentono di aver generato un figlio ma le difficoltà nel crescere un bambino devono metterle in conto già prima della nascita,dato che non si sta parlando di un bambolotto.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lara-v - Marzo 26, 2009, 10:05:27 am
Ho visto tante persone intorno a me che si sono sposate perchè era il momento giusto per farlo, e fare figli perchè era il momento di farli. I risultati sono stati disastrosi per i bambini in questione. Scriteriati, egoisti e disumani, secondo me, questi genitori. Mi permetto di giudicarli perchè di mezzo c'è la vita di un individuo.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: angelwiththe - Marzo 26, 2009, 10:47:21 am
Ho visto gente fare figli con la persona sbagliata, nel momento sbagliato solo perché VOLEVANO fare un figlio da giovani. Il risultato? Un bimbo che a 4 anni ragiona così: faccio i capricci per rimanere con papà anche se è finito il week end perché se torno dalla mamma magari lui la picchia perché vuole stare con me. Tutto questo è incredibilmente ingiusto.
(questo è un caso limite, sia chiaro, ma purtroppo è un caso)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: ninfeaalba79 - Marzo 26, 2009, 12:41:34 pm
I figli non vanno fatti con chiunque perche' lo dice l'orologio biologico... un figlio e' un progetto a lungo termine che spaventa e che divide se non si e' uniti anche prima del concepimento... per nostra fortuna ora e' possibile decidere se e quando fare un figlio.... io sono stata fortunata ho trovato l'uomo della mia vita e avremo un bambino saremo due genitori anche un pò bislacchi però credo che alla fine nostro figlio ci vorra' bene perche' qualsiasi sia la strada che prendera' noi gli saremo vicini....
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Adriana - Gennaio 24, 2010, 04:47:22 pm

Recentemente ho letto questo libro (http://www.lafeltrinelli.it/products/9788856603767/A_prova_di_baby/Emily_Giffin.html?prkw=emily%20giffin&srch=10&cat1=1&prm=&Cerca.x=31&Cerca.y=18) e mi sto ponendo un po' di domande (il romanzo non è un capolavoro, però è gradevole). Cosa pensate delle donne che non sono interessate ad avere bambini? Ho venticinque anni e in me l'istinto materno non si è (ancora) manifestato. La cosa non mi crea nessun problema, ma se lo dico in giro la gente mi guarda come se fossi un po' matta o dice cose del tipo 'Fra qualche anno cambierai idea'.

Per favore, se potete evitate di dare giudizi del tipo 'le donne che non vogliono avere figli sono egoiste / le madri sono noiose perchè parlano solo dei loro bambini'. Mi è parso di capire che su questo argomento ci siano pareri discordanti, ma se è possibile vorrei ottenere un sereno scambio di opinioni  :)

Se siete interessat* all'argomento, vi consiglio anche questo. (http://www.lafeltrinelli.it/products/9788850206087/Donne_senza_figli/Susie_Reinhardt.html?prkw=donne%20senza%20figli&srch=1&cat1=1&prm=&Cerca.x=47&Cerca.y=14)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: s - Gennaio 24, 2010, 05:01:13 pm
Io ho 36 anni e non ho mai voluto figli. Il famoso desiderio di maternità non mi ha mai sfiorato.
Ho avuto storie lunghe ("quando avrai accanto la persona giusta cambierai idea"), ho superato la goivinezza egoista ("ora dici così, ma tra qualche anno..."), ho una nipotina che amo("Eh, adesso quando nasce la figlia di tua sorella vedrai: ne vorrai una tutta per te!").
Nonostante questo, molta gente continua a considerare "strana" la mia mancanza di istinto materno (che a quanto pare consiste solo nel voler fare figli, cosa che mi pare riduttiva ), o peggio, un atteggiamento wannabe originale/emancipata/donnadimondo.
C'è ancora qualcuno che mi dice che col tempo cambierò idea e, a questo punto lo vedo come una maledizione tipo:
"Tra poco sarà troppo tardi e te ne pentirai!".
Il vero problema sorge con il mio ragazzo, ma ne riparleremo, non voglio scrivere un romanzo.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Melisande - Gennaio 24, 2010, 05:07:09 pm
Mah, io di figli per ora non ne voglio, mi terrorizzano e mi angoscia solo l'idea. Non escludo di cambiare idea proprio perché non ci ho mai pensato seriamente. Però detesto quelle che accusano, più o meno velatamente, le donne che non desiderano diventare mamme di essere "meno donne", non ha alcun senso. Semplicemente non mi piacciono le posizioni "talebane" da entrambe le parti: ci sono mamme felici e capaci di far conversazione anche senza parlare della cacchina del pargolo, e persone che non hanno figli, non ne vogliono e stanno bene così... non c'è una ragione e un torto, semplicemente il vivere e lasciar vivere.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: CrawlingChaos - Gennaio 24, 2010, 05:17:10 pm
Ho venticinque anni e in me l'istinto materno non si è (ancora) manifestato. La cosa non mi crea nessun problema, ma se lo dico in giro la gente mi guarda come se fossi un po' matta o dice cose del tipo 'Fra qualche anno cambierai idea'.

Io ne ho quasi trenta, i bambini non suscitano il mio interesse se non in senso negativo (a parte rarissime eccezioni che non fanno media) e il mio presunto istinto materno si sfoga sui gatti (con tanto di versi idioti quando mi trovo in presenza di micini piccini); il mio ragazzo la pensa allo stesso modo e nessuno dei due ha intenzione di contribuire ad aumentare la quantità di infelicità umana sul pianeta.
 Le scassapalle che devono farsi gli affari altrui esistono sempre, ma vabbé, c'è di peggio  :)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: il Robocop - Gennaio 24, 2010, 06:38:28 pm
La discussione aperta questa mattina, Donne senza figli, è stata accorpata con la sua più antiqua versione.
Si invitano gli utenti, vecchi e nuovi, a controllare l'esistenza di topic dedicati all'argomento desiderato.
 :robocop:
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lara-v - Gennaio 24, 2010, 07:04:33 pm
Giusto ieri sera un mio conoscente misogino mi ha detto: "Ti prego, fai figli prima dei 35 anni! Devi fare dei figli, e falli prima dei 35!", con una nota di disgusto nella voce.

In questa affermazione ci sono due stereotipi:

1) la donna deve fare figli
2) la donna che fa figli dopo i 35 anni è una sfigata
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bubu - Gennaio 24, 2010, 07:09:56 pm
Una delle persone più incredibili che io conosca, ha figliato alla bellezza di 39 anni.
Era una persona incredibile prima e lo è ancora adesso.
Quando mi ha annunciato la nascita (per niente facile, sanità inglese del caxxo) lo ha fatto con la grazia che la contraddistingue,e mi sono rallegrata pensando che a volte, raramente, non sono solo i cretini che procreano.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: s - Gennaio 24, 2010, 07:16:10 pm
Giusto ieri sera un mio conoscente misogino mi ha detto: "Ti prego, fai figli prima dei 35 anni! Devi fare dei figli, e falli prima dei 35!", con una nota di disgusto nella voce.

In questa affermazione ci sono due stereotipi:

1) la donna deve fare figli
2) la donna che fa figli dopo i 35 anni è una sfigata

Mia sorella è diventata mamma a 37 anni. Che sfigata! ;D
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Allevi3MSC - Gennaio 24, 2010, 07:18:17 pm
2) la donna che fa figli dopo i 35 anni è una sfigata

Sfigata no di certo, però non bisogna nascondersi non solo i rischi per la salute di entrambi, ma anche poi gli svantaggi che essere genitori "attempati" comporta, io figlio di una madre trentaseienne alla prima e unica gravidanza li ho vissuti, compreso quello di rimanere orfano presto.

Per quanto mi riguarda, da uomo, ho in teoria ancora molto tempo per riprodurmi, ma molto probabilmente non lo farò, e non l'ho scelto davvero.
C'è differenza tra non avere voglia di fare un figlio e voler non far figli, io sono sempre stato nella prima, più pavida e indecisa posizione.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lara-v - Gennaio 24, 2010, 07:23:18 pm
2) la donna che fa figli dopo i 35 anni è una sfigata

Sfigata no di certo, però non bisogna nascondersi non solo i rischi per la salute di entrambi, ma anche poi gli svantaggi che essere genitori "attempati" comporta, io figlio di una madre trentaseienne alla prima e unica gravidanza li ho vissuti, compreso quello di rimanere orfano presto.


Su questo ti posso dare parzialmente ragione, ma non puoi negare che per come è la situazione attuale non è facile metter su famiglia prima dei 26-28 anni (almeno se vuoi una laurea).
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: piperita patty - Gennaio 24, 2010, 07:40:52 pm
Ovviamente dall'alto della mia giovine età (17 anni e mezzo) non credo di poter parlare di gravidanza con cognizione di causa,ma io non voglio figli,mai. Giusto l'altro giorno affermando ciò ho profondamente sconvolto una mia coetanea che mi ha definito "poverina".La cosa mi ha mandato fuori dai gangheri,perchè ad una donna non dovrebbe essere concesso di essere felice senza per forza dover figliare? Non ho mai amato i bambini e soprattutto ho sempre amato troppo la mia indipendenza per potermi immaginare con un frugoletto a casa.
Detto ciò,non sono d'accordo con Allevi3MSC,io sono nata da madre trentaseienne come te ma credo che sia stato molto meglio per me avere una madre "matura",penso abbia influito in maniera positiva sulla mia personalità.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: ls - Gennaio 24, 2010, 07:44:53 pm
Sì, però esistono tantissime cose e circostanze che ti fanno cambiare idea da un istante con l'altro. E questa cosa è molto positiva, altrimenti sai che pizza mostruosa i percorsi già decisi.

Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Allevi3MSC - Gennaio 24, 2010, 07:46:14 pm
Su questo ti posso dare parzialmente ragione, ma non puoi negare che per come è la situazione attuale non è facile metter su famiglia prima dei 26-28 anni (almeno se vuoi una laurea).

Non lo nego affatto, e anzi trovo strano, al giorno d'oggi, fare figli molto presto, ma appunto credo che per una donna il momento migliore sia grosso modo tra il 26 e i 34.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: nonsonougo - Gennaio 24, 2010, 07:51:28 pm
Bisogna solo rendersi conto di una cosa: una volta che il figlio c'è la vita di chi l'ha messo al mondo (o l'ha adottato) cambia radicalmente. Il ruolo che si ha rispetto alla società, a chi ti sta attorno cambia. Poi questo cambiamento si può vivere responsabilmente o irresponsabilmente, si può esserne coscienti o meno, accettarlo o no,  ma qualcosa è cambiato e non si può tornare indietro.

Biologia? Psicologia? Non lo so non ho le competenze per dirlo, ma secondo me  c'è. In cosa consiste è un discorso lungo e si può affrontare... a rate.  ;)

Parere mooooolto personale.

 :)

Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Crazy Simo - Gennaio 24, 2010, 09:39:23 pm
Io probabilmente avrò figli perchè nonostante la mia misantropia mostruosa non posso negare di desiderare della prole. Però adesso è l'ultimo dei miei pensieri, ci penserò seriamente quando ci saranno le condizioni per figliare (per esempio una voglia decisa di avere figli).
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Adriana - Gennaio 24, 2010, 10:02:04 pm
La discussione aperta questa mattina, Donne senza figli, è stata accorpata con la sua più antiqua versione.
Si invitano gli utenti, vecchi e nuovi, a controllare l'esistenza di topic dedicati all'argomento desiderato.
 :robocop:

Chiedo scusa!
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: vipero - Gennaio 25, 2010, 12:08:26 pm
cacchio, l'ho visto solo ora 'sto post...
vabbè, da mammo di due birbe delinquenti di 3 e quasi 5 anni, non posso dire altro che:
è una delle esperienze più meravigliose, devastanti, massacranti ed appaganti che ci siano.
altro che boungee jumpig, il coraggio vero è entrare al supermercato con quei due.
e ve lo dice uno che ha fatto motocross e gare illegali sulla Roma-L'Aquila, impennando a 180km/hr senza casco.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: RoryLou - Gennaio 25, 2010, 10:31:37 pm
AHHHH
Vipero beato te!
io adoro i bambini!  :)

Ho sempre avuto un pessimo rapporto cn mia madre ma comunque penso che diventare genitori sia una cosa bellissima :)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Iris Q - Settembre 15, 2010, 09:18:49 pm
Continuiamo da qui (http://forum.malvestite.net/index.php?topic=267.585)

Io lo vorrò il mio XY in sala parto quando sarà il momento. Invece ai miei penso che non dirò niente, meno ansiosi sono loro e meno ansia mi trasmettono (e in quella situazione sarò molto ansiosa di mio).
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Cheeza - Settembre 15, 2010, 09:27:37 pm
riporto de qua quello che ho commentato dellà  ;D

Così come nessuna macchina fotografica o telecamera.

"reparto maternità" su sky non ti ha insegnato niente su quanto possa essere affascinante farsi riprendere con la zinzina al vento mentre urli "fatemi una epidurale, cazzo!!" con la stessa delicatezza della bambina dell'esorcista  ;D ??

io spero di avere un parto naturale quando sarà il momento, ma vi dico onestamente che preferirei essere sola. sono abbastanza restia ad esprimere i miei sentimenti, a maggior ragione quando non ho il pieno controllo della situazione divento ansiosa. E sarei capace di mordermi le labbra per non urlare, e non mi pare il caso  ;D
quindi una squadra di "estranei" (medici, infermiere et similia, peraltro ben abituati a prendere i parti) mi darebbe più serenità di tutto il parentado messo insieme  ::)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: angie - Settembre 15, 2010, 09:32:32 pm
Continuiamo da qui (http://forum.malvestite.net/index.php?topic=267.585)

Io lo vorrò il mio XY in sala parto quando sarà il momento. Invece ai miei penso che non dirò niente, meno ansiosi sono loro e meno ansia mi trasmettono (e in quella situazione sarò molto ansiosa di mio).
:sisisi:
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Allevi3MSC - Settembre 15, 2010, 09:33:40 pm
A ogni modo, no, grazie.

(Ma nel malaugurato caso sarei lì)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Pierpaolo - Settembre 15, 2010, 09:42:47 pm
mah... io ho sempre pensato che non avrei MAI avuto il coraggio di essere presente; ora che sono innamorato marcio e vorrei un figlio, penso che riterrei del tutto ovvio essere lì con lei, a tenerle la mano.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: cristina - Settembre 15, 2010, 09:48:56 pm
Anche a me pare una cosa del tutto ovvia, trovo che ci sia tutta una serie di donne che ritiene il parto un'esperienza sua, così come poi riterrà il bambino molto più suo che della coppia: è profondamente sbagliato. Se escludiamo il lato fisico, il parto è un momento dei genitori, non solo della madre.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: DDRD(evotchka) - Settembre 15, 2010, 09:56:20 pm
Anche a me pare una cosa del tutto ovvia, trovo che ci sia tutta una serie di donne che ritiene il parto un'esperienza sua, così come poi riterrà il bambino molto più suo che della coppia: è profondamente sbagliato. Se escludiamo il lato fisico, il parto è un momento dei genitori, non solo della madre.
nono, secondo me è giusto che alcune cose siano SOLO della madre, ovvero di chi ti ha portato in sè per nove mesi

(Crysto, scusate la retorica) :P ;D
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mae - Settembre 15, 2010, 10:23:40 pm
Anche a me pare una cosa del tutto ovvia, trovo che ci sia tutta una serie di donne che ritiene il parto un'esperienza sua, così come poi riterrà il bambino molto più suo che della coppia: è profondamente sbagliato. Se escludiamo il lato fisico, il parto è un momento dei genitori, non solo della madre.

Sono d'accordo con te, soprattutto sul concetto "lui si è preso solo la parte divertente, dopo nove mesi gli toccano almeno le urla e gli insulti".

Però mi farebbe impressione l'idea che possa fargli impressione... Cioè, dev'essere un'esperienza forte vedere la pisella trasformarsi durante il parto. Spero che abbia abbastanza stomaco.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: cristina - Settembre 15, 2010, 10:27:03 pm
Mah, io non credo che si sia obbligati a star lì davanti. Mettendosi accanto alla partoriente non si vedrebbe nulla se non un telo sopra le gambe (credo ci sia per far si che neanche la donna sia costretta a vedere) e in seguito il neonato.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mae - Settembre 15, 2010, 10:27:44 pm
Mah, io non credo che si sia obbligati a star lì davanti. Mettendosi accanto alla partoriente non si vedrebbe nulla se non un telo sopra le gambe (credo ci sia per far si che neanche la donna sia costretta a vedere) e in seguito il neonato.
Eh, lo spero.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Iris Q - Settembre 15, 2010, 10:28:43 pm
Potrà anche stare lì a tenermi la mano e a farmi i massaggini e a beccarsi tutti gli insulti senza per forza fissarmi la patata, se gli fa impressione. Basta che stia lì. Possibilmente senza svenire, e senza filmare.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Pierpaolo - Settembre 15, 2010, 10:29:36 pm
Mah, io non credo che si sia obbligati a star lì davanti. Mettendosi accanto alla partoriente non si vedrebbe nulla se non un telo sopra le gambe (credo ci sia per far si che neanche la donna sia costretta a vedere) e in seguito il neonato.

infatti, anche per evitare svenimenti & traumi, ti fanno stare accanto a lei
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Allevi3MSC - Settembre 15, 2010, 10:29:51 pm
Posizione sensata, Iris.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Adriana - Settembre 15, 2010, 10:30:59 pm

Sono d'accordo con cri. Ritenere che certe cose siano dominio esclusivo della madre mi lascia perplessa  ???  Anche perchè temo che di questo passo molte cose diventino solo della madre: i biberon, il cambio dei pannolini, il gioco.. e allora il padre che ci sta a fare?
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Adriana - Settembre 15, 2010, 10:31:50 pm
Potrà anche stare lì a tenermi la mano e a farmi i massaggini e a beccarsi tutti gli insulti senza per forza fissarmi la patata, se gli fa impressione. Basta che stia lì. Possibilmente senza svenire, e senza filmare.

Eh, sì, intendevo una cosa di questo tipo.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Iris Q - Settembre 15, 2010, 10:41:02 pm
Se non è svenuto mio padre se-non-ti-spiace-non-entro-mentre-partorisci quando è nato mio fratello c'è speranza per tutti. A lui semplicemente l'ostetrica non ha chiesto di uscire. Almeno ha fatto uscire me.  ::)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Colui che lurka - Settembre 16, 2010, 09:37:27 am
Io ho assistito alla nascita della mia primogenita e col secondo farò lo stesso.
Ho ancora le ossa della mano fratturate, ma ne è valsa la pena.
Mi sono tirato indietro quando l'ostetrica mi ha chiesto se volevo toccare la testa della bimba prima che uscisse <.<
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: jules- - Settembre 16, 2010, 09:49:57 am
Potrà anche stare lì a tenermi la mano e a farmi i massaggini

Mia madre, quando sono nata io, ha cacciato fuori mio padre perché era irritata dal suo mellifluo tamponarle delicatamente la fronte con una pezzuola. A distanza di vent'anni lo sta ancora raccontando.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: DDRD(evotchka) - Settembre 16, 2010, 10:55:51 am
Potrà anche stare lì a tenermi la mano e a farmi i massaggini

Mia madre, quando sono nata io, ha cacciato fuori mio padre perché era irritata dal suo mellifluo tamponarle delicatamente la fronte con una pezzuola. A distanza di vent'anni lo sta ancora raccontando.
mamma di jules roolz.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lucaluca - Settembre 16, 2010, 11:04:39 am
nemmeno sotto tortura sarei andato in sala parto!
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Adriana - Settembre 16, 2010, 03:29:57 pm

Ti posso chiedere perchè? Ti avrebbe fatto impressione? Ritenevi che la tua presenza non fosse necessaria?

Non lo chiedo per fare polemica, vorrei solo capire.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lucaluca - Settembre 16, 2010, 05:02:29 pm
mi avrebbe fatto impressionissima e la mia presenza nella stessa stanza non sarebbe stata necessaria . Comunque il destino poi mi ha evitato  il problema
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Ghismunda - Settembre 17, 2010, 05:37:17 pm
http://www.corriere.it/cronache/10_settembre_17/iodonna_figli_raffaelli_e70263d8-c25e-11df-a515-00144f02aabe.shtml (http://www.corriere.it/cronache/10_settembre_17/iodonna_figli_raffaelli_e70263d8-c25e-11df-a515-00144f02aabe.shtml)

Purtroppo a volta non è solo egoismo, ma buon senso

(anche se sono sempre più convinta che i figli a volte si facciano anche per egoismo di lasciare qualcosa di "grande" nel mondo ::)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bellatrix - Settembre 17, 2010, 05:47:50 pm
Purtroppo a volta non è solo egoismo, ma buon senso

Parole sante  :adorazione:

Poi il mondo per non è per nulla un bel posto  :-\
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: AlePato - Settembre 17, 2010, 07:48:09 pm
Io entrerei, ma ho semplicemente posto questo limite: "Non darmi dello stronzo davanti a tutte quelle persone."

Ma visto che lo fa in sindrome premestruale e nel primo e secondo giorno del ciclo in preda a dolori "inenarrabili" a suo dire, immagino che tutto il Fatebenefratelli saprà che io sono uscito dalla prate sbagliata.  :flush:
 
Cosa non si fa per amore.

ps: ne voglio 3, un maschio teppista e due femmine che vivranno in una bolla con vetri offuscati fino alla maggiore età.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lucaluca - Settembre 18, 2010, 08:14:45 am
al maschio teppista , se ti nasce per primo, ti fermi di sicuro
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: AlePato - Settembre 18, 2010, 08:29:33 am
al maschio teppista , se ti nasce per primo, ti fermi di sicuro


 ;D
Deve nascere per primo, per proteggere le sue bellissime sorelle... :mitra:
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: elfofemmina - Settembre 18, 2010, 12:40:34 pm
;D
Deve nascere per primo, per proteggere le sue bellissime sorelle... :mitra:

molti miei amici sostengono questa tesi, non capendo che le belle bambine si difendono da sole!
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: cristina - Settembre 18, 2010, 12:45:11 pm
Anzi, secondo me un fratello più grande è utile solo se non rompe le palle e ti fa conoscere i suoi amici  ::)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: erbagatta - Settembre 18, 2010, 12:51:53 pm
http://www.vhemt.org/iaboutvhemt.htm

Movimento per l’Estinzione Volontaria dell'Umanità
aderite numerosi  ::)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: AlePato - Settembre 18, 2010, 01:08:21 pm
;D
Deve nascere per primo, per proteggere le sue bellissime sorelle... :mitra:

molti miei amici sostengono questa tesi, non capendo che le belle bambine si difendono da sole!

Ne sono sicuro, ma io un bodyguard glielo metto lo stesso.  :jedi:
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lucaluca - Settembre 18, 2010, 01:51:03 pm
http://www.vhemt.org/iaboutvhemt.htm

Movimento per l’Estinzione Volontaria dell'Umanità
aderite numerosi  ::)

vai avanti tu a me vien da ridere
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: yao_chan - Settembre 19, 2010, 10:10:31 pm
Oh, avanti, siete tutti lì a far la posta alle sorelle minori degli altri, e quando tocca alla vostra bimba...::)
Tanto più che più le si tengono lontane dal mondo e si cerca di mantenerle vergini, più la danno via! ;D
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bellatrix - Settembre 19, 2010, 10:13:24 pm
Che voi sappiate i vostri padri hanno assistito alla vosta nascita?

Il mio no: ho fatto lagna anche in quel momento e hanno dovuto estrirparmi sezionando il grembo materno  :sisisi:
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: cristina - Settembre 19, 2010, 10:15:32 pm
Quando siamo nate noi non era diffusa come abitudine, in alcuni ospedali neanche permesso.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: PuzzoDiMorto - Settembre 19, 2010, 10:17:29 pm
mio padre è stato fatto gentilmente accomodare fuori dai coglioni perchè stava per svenire
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bellatrix - Settembre 19, 2010, 10:17:53 pm
Appunto perchè so che allora non era una pratica diffusa chiedevo di qualche eccezione  ;)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Cheeza - Settembre 19, 2010, 10:18:14 pm
anche io sono nata col cesareo, quindi niente.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Allevi3MSC - Settembre 19, 2010, 10:18:55 pm
C'era MIO padre, parecchi lustri prima che nasceste voi...
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: yao_chan - Settembre 19, 2010, 10:20:24 pm
...io ho il FILMATO. Invidiatemi numerose.
Ho impedito di guardarlo, non lo guarderò mai, cristo mi fa accapponare la pelle il pensiero.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bellatrix - Settembre 19, 2010, 10:20:33 pm
Davvero Allevi?
Ma forse non dovrei neanche essere sorpesa: uomo barocco fino al midollo  :sisisi:


Yao  :o :o
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Cheeza - Settembre 19, 2010, 10:23:28 pm
...io ho il FILMATO. Invidiatemi numerose.
Ho impedito di guardarlo, non lo guarderò mai, cristo mi fa accapponare la pelle il pensiero.

io quando vedo "reparto maternità" su sky chiudo gli occhi al momento topico perchè davvero non ce la faccio. eppure non mi impressiona il sangue, adoro i bambini....ma proprio non riesco a stare lì a vederli uscire....
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: PuzzoDiMorto - Settembre 19, 2010, 10:25:14 pm
lo credo, è disgustoso.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bellatrix - Settembre 19, 2010, 10:28:23 pm
Su MTV c'era il programma delle adolescenti incinte e a volte mostravano, non dico la pancalda, ma insomma....


Comunque ho visto la testa di un bambino che usciva da li in uno di quei programmi Cheeza: non per il sangue ma mi chiedo: "Come cazzo fa ad uscire da li?" anche se so benissimo che si dilata...ma  :-X
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Allevi3MSC - Settembre 19, 2010, 10:30:32 pm
Ma il finale di Il dottor T e le donne, allora?
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bellatrix - Settembre 19, 2010, 10:31:12 pm
Ma il finale di Il dottor T e le donne, allora?

Si, ho visto anche quello.
Li si vedeva tutto in modo inequivocabile  :sisisi:
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: yao_chan - Settembre 19, 2010, 10:43:39 pm
Noooo, mi fa troppo schifo! ç_ç Ho intravisto - mi hanno messa lì davanti a tradimento - un pezzettino qualche anno fa...sono scappata urlando =_=
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bellatrix - Settembre 19, 2010, 10:59:20 pm
L'unica cosa è che vorrei non dover partorire con trecento persone che mi guardano la pancalda.

Per il resto si può fare tutto...
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Adriana - Settembre 20, 2010, 01:35:19 am
Su MTV c'era il programma delle adolescenti incinte e a volte mostravano, non dico la pancalda, ma insomma....


Comunque ho visto la testa di un bambino che usciva da li in uno di quei programmi Cheeza: non per il sangue ma mi chiedo: "Come cazzo fa ad uscire da li?" anche se so benissimo che si dilata...ma  :-X

Eh, fa male, ma è comunque il punto più elastico del corpo femminile  ;)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: angie - Settembre 20, 2010, 01:39:39 am
Su MTV c'era il programma delle adolescenti incinte e a volte mostravano, non dico la pancalda, ma insomma....


Comunque ho visto la testa di un bambino che usciva da li in uno di quei programmi Cheeza: non per il sangue ma mi chiedo: "Come cazzo fa ad uscire da li?" anche se so benissimo che si dilata...ma  :-X

Eh, fa male, ma è comunque il punto più elastico del corpo femminile  ;)
sì, però resta una cosa iperstrana, se ci pensi. come può "una cosa grande quanto un cocomero passare da un buco grande quanto un limone"? (cito da senti chi parla, film malvo per ragazzini malvi che diventeranno adulti malvi  ;))
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Adriana - Settembre 20, 2010, 01:41:46 am

Anch'io penso a quella citazione lì  :D

Eh, è strano sì. Miracoli della natura.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Misia - Settembre 20, 2010, 01:42:17 am
aiuto  :-X
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: cristina - Settembre 20, 2010, 01:46:06 am
Menomale che io ho l'istinto materno di un kraken (http://it.wikipedia.org/wiki/Kraken).
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Cheeza - Settembre 20, 2010, 01:53:01 am
ricordate che una buona dose di epidurale può fare miracoli  ::)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lucaluca - Settembre 20, 2010, 06:17:44 pm
una cosa grande quanto un cocomero


un neonato è molto più piccolo di un cocomero comunque
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Adriana - Settembre 20, 2010, 06:36:31 pm

Forse la citazione precisa diceva 'grande quanto un melone'.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lucaluca - Settembre 20, 2010, 06:39:30 pm

Forse la citazione precisa diceva 'grande quanto un melone'.
allora è più realistica, comunque direi come un 'arancia
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Adriana - Settembre 20, 2010, 06:43:08 pm

Ma poi, se ci passa una banana volete che non ci passi un'arancia?

(Scusate, so che è brutta, ma non ho resistito  :-[   :-[)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lucaluca - Settembre 20, 2010, 06:45:05 pm
non l'ho capita...
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Allevi3MSC - Settembre 20, 2010, 08:06:51 pm
Dove le compri le arance, lucaluca?
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lucaluca - Settembre 20, 2010, 10:08:01 pm
Dove le compri le arance, lucaluca?
da Lando
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bellatrix - Settembre 20, 2010, 10:09:59 pm
Dove le compri le arance, lucaluca?
da Lando

All'Iper Lando?  ;D
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lucaluca - Settembre 20, 2010, 10:11:39 pm
Dove le compri le arance, lucaluca?
da Lando

All'Iper Lando?  ;D

si quello di conselve sulla monselice mare
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Cettyola - Settembre 20, 2010, 10:45:40 pm
ricordate che una buona dose di epidurale può fare miracoli  ::)

Non la fanno ovunque. Una mia amica aveva firmato e pagato per l'epidurale. Al momento del parto..non gliel'hanno fatta, quel giorno non le facevano  >:(
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Cheeza - Settembre 20, 2010, 10:59:29 pm
peccato che in quel momento manchi giusto la lucidità per chiamare il 113...vedi poi come salta fuori l'anestesista.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Cheeza - Settembre 20, 2010, 10:59:53 pm
peccato che in quel momento manchi giusto la lucidità per chiamare il 113...vedi poi come salta fuori l'anestesista.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Melisande - Settembre 22, 2010, 11:31:26 am
La pubblicità parzialmente la giustifico, in effetti il cesareo in Italia è di moda e spesso viene richiesto dalla partoriente per pura paura.
D'altro canto, comunque, io detesto le talebane del parto naturale a tutti i costi. Quelle per il parto in casa, contro gli ospedali e per carità non si parli neanche di epidurale!
Quando verrà il mio momento voglio essere in un posto in cui, per ogni emergenza, c'è subito un medico pronto. Senza contare che non potrei mai partorire in casa, un po'mi farebbe schifo e soprattutto non vorrei mai associare la mia tana a un evento, per quanto bello, traumatico come il parto.
(Che poi, tipo, mia nonna ai tempi ha partorito in casa perché non ha fatto in tempo a mettersi neanche le scarpe e salire in macchina, ma vabbe')
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: ninfeaalba79 - Settembre 22, 2010, 11:50:39 am
questa è una cosa che a me manca... un vero parto... Come diceva Bellatrix il pupo mi e' stato estirpato col cesareo troppo presto rispetto a ciò che prevede la natura ed io ho sul serio mostrato la pancalda a una ventina di medici diversi anche se la loro attenzione era più nel salvarci la pellaccia che altro...
questa è una cosa che purtroppo mi mancherà...
ci avrei messo la firma per un parto naturale e purtroppo e' andata così.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Melisande - Settembre 22, 2010, 11:52:51 am
Però vedi, nel tuo caso era inevitabile, e anzi meno male che c'erano i medici ad assisterti!
Leggiucchiando qua e là mi sembra proprio invece che tanta gente si faccia cesareizzare giusto per comodità e per far prima, senza reale necessità.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mirtillosa° - Settembre 22, 2010, 11:57:35 am
a me non importa se lo fanno anche se non c'è una reale necessità, l'importante è che lo facciano a loro spese. Non so se avviene in questo modo però, almeno lo spero perchè non ho voglia di pagare loro il cesareo.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: ninfeaalba79 - Settembre 23, 2010, 03:01:42 pm
che poi dopo aver provato il cesareo non è mica vero che non faccia male eh... col parto naturale soffri prima però dopo che il pupo è nato ti rimetti subito in piedi col cesaro invece ti tocca come minimo un giorno di letto col catetere (wow) e poi un dolore lancinante al basso ventre ogni volta che ti alzi, ti siedi, cammini, vai in bagno... a un anno di distanza ancora non ho sensibilità sulla cicatrice (che però è diventata bianca)... è sempre un intervento cribbio!
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: yao_chan - Settembre 23, 2010, 03:10:44 pm
Sì, infatti, mi sembra stupido fare il cesareo se non se ne ha bisogno (anche se capisco il terrore fulminante del parto naturale, ce l'ho pure io)
Alla fine il nostro corpo è fatto anche per quello, farà male ma dopo appunto ti rimetti su e ti riprendi, col cesareo ti rimane la cicatrice, già quello dovrebbe essere un deterrente.
E comunque ti aprono, i tessuti ci mettono tempo a riprendersi.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Cheeza - Settembre 23, 2010, 03:24:47 pm
e non c'è da sottovalutare il fatto che con il parto naturale il corpo rilascia automaticamente ormoni, endorfine e tutto quello che serve al corpo della madre.
Il cesareo, soprattutto quelli programmati, sono come levarsi il dente : stai lì, ti fanno anestesia, estraggono il bambino,poi l'anestesia finisce e arrivano tutti i dolori di un "taglio" che pur se chirurgico, è sempre un taglio.
e cmq nessuno riesce a levarmi dalla testa che sul cesareo molti medici ci speculano allegramente.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Cettyola - Settembre 23, 2010, 09:06:24 pm
C'è anche chi, ad ogni cambio di stagione, sente pizzichi alla cicatrice.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: yao_chan - Settembre 23, 2010, 09:53:17 pm
Scusate l'OT, ma io ho una cicatrice in fronte, da una parte, e mi fa male quando cambia stagione-tempo eccetera.
E ogni tanto quindi porto la mano alla fronte e dico "ahi, la cicatrice!"
Porto gli occhiali.
Da qui il soprannome Harry Potter ;D

(Gomunque non so se mi fa più terrore l'idea di un intervento o quella del parto cesareo :ghismundicon:)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Adriana - Settembre 23, 2010, 10:34:37 pm
e non c'è da sottovalutare il fatto che con il parto naturale il corpo rilascia automaticamente ormoni, endorfine e tutto quello che serve al corpo della madre.
Il cesareo, soprattutto quelli programmati, sono come levarsi il dente : stai lì, ti fanno anestesia, estraggono il bambino,poi l'anestesia finisce e arrivano tutti i dolori di un "taglio" che pur se chirurgico, è sempre un taglio.
e cmq nessuno riesce a levarmi dalla testa che sul cesareo molti medici ci speculano allegramente.

Mia mamma mi ha detto che il cesareo, in quanto intervento chirurgico, è pagato di più. Non so però quale sia la fonte.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: NuovaCarne - Settembre 23, 2010, 10:37:35 pm
e non c'è da sottovalutare il fatto che con il parto naturale il corpo rilascia automaticamente ormoni, endorfine e tutto quello che serve al corpo della madre.
Il cesareo, soprattutto quelli programmati, sono come levarsi il dente : stai lì, ti fanno anestesia, estraggono il bambino,poi l'anestesia finisce e arrivano tutti i dolori di un "taglio" che pur se chirurgico, è sempre un taglio.
e cmq nessuno riesce a levarmi dalla testa che sul cesareo molti medici ci speculano allegramente.

Mia mamma mi ha detto che il cesareo, in quanto intervento chirurgico, è pagato di più. Non so però quale sia la fonte.
i cesarei li fanno perchè il parto naturale è più traumatico per il bambino e siccome nessun medico vuole guai (vito che ormai scatta la denuncia per un nonnulla) ti fanno il cesareo anche quando non ce ne sarebbe bisogno, e lo fanno per cautelarsi e non avere grane. Nessuna speculazione che io sappia.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Cheeza - Settembre 23, 2010, 10:57:46 pm
costa di più semplicemente perchè richiede una intera equipe (chirurgo, anestesisti, infermieri etc etc) , la sala operatoria, la degenza più lunga etc etc. Ovvio che in ospedale non paghi niente, il SSN copre tutte le spese, e tieni presente che spesso i chirurghi lo considerano "operazione d'urgenza" per farsi rimborsare spese maggiori.

Qua in MediaTerronia, parto cesareo programmato in clinica privata, può costare sugli 8mila euro (fonte: figlia dell'amica di mamma, ha partorito 4 mesi fa)
i cesarei li fanno perchè il parto naturale è più traumatico per il bambino e siccome nessun medico vuole guai (vito che ormai scatta la denuncia per un nonnulla) ti fanno il cesareo anche quando non ce ne sarebbe bisogno, e lo fanno per cautelarsi e non avere grane. Nessuna speculazione che io sappia.
il parto, proprio perchè è un processo naturale, non è classificabile come un trauma nè per la madre nè per il bambino. Sono eventuali complicanze (posizione podalica, cordone ombelicale attorcigliato, assenza di dilatazione della cervice, problemi alla placenta giusto per citarne qualcuno) a renderlo potenzialmente pericoloso. Ma ciò non toglie che del cesareo se ne fa un uso troppo "allegro", sia per interesse del medico sia per il terrore che certe donne hanno di partorire.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: mikyhell79 - Novembre 03, 2011, 03:28:35 pm
Stamattina in campagna, bambino che urlava nel giardino del condominio vicino...

Bambino: "Patrizia è zoccola, Patrizia è zoccolaaaa!!!"

A un certo punto esce Patrizia....la madre.... :-X
Patrizia:  "(http://tecnoblog.girlpower.it/wp-content/gallery/emoticon-msn/1206806328.gif)"

Bambino: "Ooooh no 't pighh 'na bustin?!!"  (Trad.  "Perchè non prendi un calmante in bustina?")


Mia mamma mi avrebbe polverizzato il culo a calci per una roba del genere!  O_o'     
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: hallymay - Novembre 03, 2011, 03:40:26 pm
cioè il bambino chiamava la madre con il nome di battesimo e le dava financo della zoccola?
Ah bé, stiamo messi bene!
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Demart81 - Novembre 03, 2011, 03:42:05 pm
Mi ricorda quel film con Sergio Rubini coi bambini che chiamano zoccola la madre e Rubini dice "Ma due schiaffi no?" e poi i bambini vanno a disturbare il neonato e vengono menati dai genitori mentre Rubini dalla radiolina dice "Ma due schiaffi no?".
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: mikyhell79 - Novembre 03, 2011, 03:52:08 pm
Ero allibito, quella scena non mi faceva neanche ridere  :P
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lucaluca - Novembre 03, 2011, 04:11:27 pm
ettorino è molto più avanti.
Tu gli dici una cosa tipo "non stare vicino al fornello che schizza l'olio e ti bruci"
ovviamente finchè non lo minacci di pene corporali tremendissime non si sposta di un millimetro se non per avvicinarsi ulteriormente all'olio bollente.
Qualche giorno dopo, se per caso passo davanti al fornello, lui con la faccia e la voce da angiolino, ma con un tono di fermo rimprovero "papà non stare vicino al fornello ci sta l'olio che ti bruci". E mi tocca reprimere l'istinto di buttarlo dentro all'olio bollente e ringraziarlo del consiglio.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: mikyhell79 - Novembre 03, 2011, 04:12:40 pm
 :asd:
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Allevi3MSC - Novembre 03, 2011, 04:34:30 pm
cioè il bambino chiamava la madre con il nome di battesimo e le dava financo della zoccola?
Ah bé, stiamo messi bene!

No scusa, perché non si può chiamare la propria madre per nome?
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bellatrix - Novembre 03, 2011, 06:05:15 pm
A volte chiamo DesdyFather con il nome di battesimo.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Demart81 - Novembre 03, 2011, 06:15:57 pm
Questo spiega molte cose.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bellatrix - Novembre 03, 2011, 06:22:49 pm
"Papà!" è per le grandi occasioni:  quando nella frase c'è la parola "borsetta"  :P
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: hallymay - Novembre 03, 2011, 06:28:10 pm
cioè il bambino chiamava la madre con il nome di battesimo e le dava financo della zoccola?
Ah bé, stiamo messi bene!

No scusa, perché non si può chiamare la propria madre per nome?
a me fa un filo impressione perché mi dà l'idea che tra figlio e genitore c'è un rapporto paritario, non di autorità. Ma è un mio punto di vista, so bene che in altre famiglie questa cosa accade e si fila d'amore e d'accordo più che in famiglie dalla nomenclatura tradizionale  ;)
EDIT
ho modificato il messaggio
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: angie - Novembre 03, 2011, 06:30:33 pm
io chiamo spesso mia mamma per nome (col diminutivo) e babbo per cognome (come lo chiamano i suoi amici o al lavoro). è sempre stata una cosa di cui ridere, e non ha mai messo in dubbio l'autorità di nessuno.
resta il fatto che quel bambino è  :o :o :o
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bellatrix - Novembre 03, 2011, 06:32:38 pm
Questo spiega molte cose.

In effetti non spiega niente.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: mikyhell79 - Novembre 03, 2011, 09:28:35 pm
"Papà!" è per le grandi occasioni:  quando nella frase c'è la parola "borsetta"  :P
:asd:
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: BlackQueen - Novembre 04, 2011, 07:22:00 pm
Per la verità, anche la mia amica de Roma chiama i genitori per nome, ed a me sembra strano perchè io non l'ho mai fatto. Ma è una questione di abitudini!
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: hallymay - Novembre 05, 2011, 07:16:05 pm
io ne avevo uno che chiamava i genitori per nome, ma i genitori erano i classici finti ggiovani che blateravano sul fatto che i rapporto devono essere paritari tra padre e figlio.
Ovviamente lui era un viziato di merda e adesso sta con una truzza che lo comanda a bacchetta
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: yao_chan - Novembre 06, 2011, 01:30:12 pm
Ricordiamoci che i genitori fricchettoni tirano su dei Flanders ;D
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Allevi3MSC - Novembre 06, 2011, 02:54:16 pm
Yao, stai insistendo su una delle grandi contraddizioni dei Simpson, prima hanno detto che Ned ha i genitori fricchettoni, poi che ha più di 60 anni, e questo già quasi dieci anni fa...
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: yao_chan - Novembre 06, 2011, 03:22:43 pm
Che ha più di 60 anni? Chi, Flanders?
Questo mica lo sapevo.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Allevi3MSC - Novembre 06, 2011, 03:23:16 pm
Eh sì.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: hallymay - Novembre 06, 2011, 06:37:08 pm
si è un pensionato, solo che siccome non ha mai avuto vizi sembra un quaratenne e per svegliarlo un po' homer pensa di portarlo con sè a Las Vegas.
Penso che non debba aggiungere che quella puntata non fa nemmeno tanto ridere, per me Ned è un 40enne figlio di hippy che ha imparato a reprimersi dopo una cura psichiatrica a base di sculaccioni
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Allevi3MSC - Novembre 06, 2011, 06:42:07 pm
Ha più senso.

Però il fatto che si over 60 è stato ribadito in altre puntate.


Stiamo comunque facendo una figura da
(http://media.tumblr.com/2UZ4WDQq4dr7vj3zBal8cIr9_500.png)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: yao_chan - Novembre 06, 2011, 08:20:22 pm
Flanders figlio di fricchettoni mi piace troppo.
È la puntata in cui si sposano a las vegas con delle prostitute?

Io sono una donna fumetto, solo che sono bella, magra intelligente e simpatica. ;D
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Allevi3MSC - Novembre 06, 2011, 08:24:51 pm
E' vero, sei magnifica.  :-*
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Camelia - Novembre 07, 2011, 03:35:54 pm
Ho fatto caso solo io a queste due cose?  ;D

-bambine di 6-7 anni con baffi, basette e sopracciglione che neanch'io (troppa carne troppi ormoni?)

-bambinoni di 5-6 anni portati ancora col passeggino  :o (questa cosa la vedo spessissimo)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lucaluca - Novembre 07, 2011, 03:58:18 pm
i bambini di 5 6 anni col passeggino notati purtroppo e ce ne sono tanti
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mixarchagevas - Novembre 07, 2011, 03:59:27 pm
Ce ne sono col ciuccio, a quell'età...
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lucaluca - Novembre 07, 2011, 04:01:43 pm
col ciuccio così grandi mai visti
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mixarchagevas - Novembre 07, 2011, 04:03:14 pm
Ho assistito all'orrida epifania.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lucaluca - Novembre 07, 2011, 04:07:20 pm
oltretutto gli fa anche male ai denti e al palato dopo i due anni o forse anche meno mi pare
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mixarchagevas - Novembre 07, 2011, 04:12:04 pm
Infatti gli han rancato i dentini sennò era male.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Camelia - Novembre 07, 2011, 04:16:32 pm
Io ho ciucciato il dito fino ai 9 anni  ;D però solo nell'intimità della mia cameretta  ;D mai fuori
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lucaluca - Novembre 07, 2011, 04:21:14 pm
evito la battuta che ho sulla punta della lingua
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Camelia - Novembre 07, 2011, 04:50:32 pm
Beh sì immagino la battuta  ;D
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: yao_chan - Novembre 07, 2011, 06:42:34 pm
E' vero, sei magnifica.  :-*
:imbarazzo: :ihih:


La cosa che mi sconvolge di solito sono sti poveri bambini educati come selvaggi, lasciati allo stato brado, che corrono ovunque urlano e piangono...poi ci credo che vengono su come dei piccoli mostri!
Che viene un po' da dire: ma se non hai voglia di crescerti sta povera creatura che la fai a fare?
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mae - Novembre 07, 2011, 07:38:25 pm
i bambini di 5 6 anni col passeggino notati purtroppo e ce ne sono tanti
Io credo che il genitore lo faccia perché ha fretta e non vuole stare al passo del bimbetto.  :(
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: DDRD(evotchka) - Novembre 07, 2011, 08:23:13 pm
E' vero, sei magnifica.  :-*
:imbarazzo: :ihih:


La cosa che mi sconvolge di solito sono sti poveri bambini educati come selvaggi, lasciati allo stato brado, che corrono ovunque urlano e piangono...poi ci credo che vengono su come dei piccoli mostri!
Che viene un po' da dire: ma se non hai voglia di crescerti sta povera creatura che la fai a fare?
fidati che in Italia i genitori non sono così assenti e lassisti come in Svizzera.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lucaluca - Novembre 07, 2011, 08:26:49 pm
i bambini di 5 6 anni col passeggino notati purtroppo e ce ne sono tanti
Io credo che il genitore lo faccia perché ha fretta e non vuole stare al passo del bimbetto.  :(

veramente io faccio fatica a stare al suo di passo
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lucaluca - Novembre 07, 2011, 08:27:26 pm
[bambini educati come selvaggi, lasciati allo stato brado, che corrono ovunque urlano e piangono.
azz il mio ideale educativo!
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: BlackQueen - Novembre 07, 2011, 09:21:25 pm
i bambini di 5 6 anni col passeggino notati purtroppo e ce ne sono tanti
Io credo che il genitore lo faccia perché ha fretta e non vuole stare al passo del bimbetto.  :(

Si, oppure son dei viziatelli che dopo trecento metri rompono i cojoni che non ce la fanno a camminare, ed allora per avere una mezz'oretta di passeggiata i genitori si portano dietro l'immancabile passeggino.
Che puntualmente ti investono dietro, in passeggiata per il corso, ed il bambinetto stronzetto ti scalcia anche. Ti giri incazzata e la mamma/babbo "Uh, scusi", la situazione si ripresenta dopo neppure mezzo minuto. Si, li ammazzerei TUTTI.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bellatrix - Gennaio 27, 2012, 06:25:47 pm
Non mi piacciono nel modo più assoluto i bambini però ai bambini piaccio io  :o In modo allarmante.
Oggi in posta una nanna di 50 cm ha cominciato a mandarmi bacini, ballare davanti a me (e presumibilmente per me), a raccattare foglietti volanti e portarmeli. Mi ha seguito anche durante il pagameno e urlava come una piccola indemoniata quando la mamma ha certo di portarsela via.
E non è la prima volta che accadono simili fatti oscuri: ma i bambini non dovrebbero percepire la mia intolleranza nei loro confronti? Si può essere masochisti fin da piccoli?

(Che poi quando si avvicinano codesti bambini e mi tocca toccarli per scansarli gli do le pacchette sulle spalle della serie: "vai vecchio, spostati dalla mia strada")
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Allevi3MSC - Gennaio 27, 2012, 06:28:14 pm
Un po' come per me e i cani...
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bellatrix - Gennaio 27, 2012, 06:32:03 pm
Che bel collegamento considerato che in effetti tollero i bambini come potrei tollerare un cagnolino (5 minuti di "oh, che bello. Che cariiiino" e poi ognuno per la sua strada).

Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mbee - Gennaio 27, 2012, 06:43:53 pm
Io sono una calamita per bambini di 2-3 anni, ma in effetti l'attenzione è ricambiata ;D

Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Cheeza - Gennaio 27, 2012, 10:53:39 pm
io ho sempre avuto un ottimo rapporto con i bambini, ne ho incontrati pochi che mi hanno in qualche modo infastidito ma credo dipendesse semplicemente dall'antipatia che provavo per i loro genitori.
ho imparato a gestire quelli più grandicelli quando lavoravo come aiuto istruttrice, grazie al fatto che il mio "capo" mi ha dato poche e semplici regole basilari che non hanno mai fallito :)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Demart81 - Gennaio 27, 2012, 11:08:44 pm
Qui nel rione circolano da giugno scorso 4 bambini, due maschietti e due femminucce, una delle quali avrà tipo 4 anni, gli altri mi sa che non superano gli 8 anni. Giocano, non sono cattivi, carezzano i gatti, non fanno manco tanto chiasso e quando si beccano qualche cazziatone se lo tengono (tipo quando uno di loro voleva pisciare contro la ruota della mia macchina o quando si tiravano le pietre vicino alle macchine, che culo che non ce le hanno sfondate).
Il fatto però è che in tutti questi mesi non ho MAI visto un genitore. MAI. Circolano tranquillamente 4 bambini da soli, senza un papà o una mamma che gli dia un occhio o che li venga a prendere. Una volta stavano inseguendo un topo. Per dire.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Teresa - Gennaio 27, 2012, 11:23:39 pm
ho imparato a gestire quelli più grandicelli quando lavoravo come aiuto istruttrice, grazie al fatto che il mio "capo" mi ha dato poche e semplici regole basilari che non hanno mai fallito :)

Elencare regole pliiz!
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: NuovaCarne - Gennaio 27, 2012, 11:26:04 pm
ho imparato a gestire quelli più grandicelli quando lavoravo come aiuto istruttrice, grazie al fatto che il mio "capo" mi ha dato poche e semplici regole basilari che non hanno mai fallito :)

Elencare regole pliiz!
eccole http://www.tuttocani.it/ad1.htm  :asd:
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Adriana - Gennaio 27, 2012, 11:28:50 pm

Sai che secondo me queste regole possono davvero essere usate anche con i bambini?  :sgratsgrat:
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bellatrix - Gennaio 27, 2012, 11:28:55 pm
Che poi, pure odiando i nani, per anni ho ""educato" bambini ai centri estivi e all'A.C.R.  Nel primo caso ero pagata quindi il tutto avveniva con una mente da mercante(cioè: "ok questi mi frantumano i cojoni e devo organizzare la festa per mostare i lavoretti a genitori indifferenti ma mi faccio la borsa nuova yeah") . Nel secondo caso ho mollato perchè non riuscivo psicologicamente a barattare i miei noiosi sabato sera con i bambini.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: DDRD(evotchka) - Gennaio 28, 2012, 12:11:09 am
a me sinceramente tutto 'sto fastidio mi lascia perplessa. in fondo siamo tutti stati bambini no?
un conto sono i bambini maleducati, un conto sono i bambini tout-court.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Adriana - Gennaio 28, 2012, 10:29:16 am

Vero, solo che io ho l'impressione che in giro ci siano molti più bambini maleducati che bambini educati. Non pretendo che un bambino non sia vivace, ma c'è modo e modo. Poi so che i bambini sono maleducati perché i genitori non riescono a controllarli, quindi non è colpa dei marmocchi.. però sempre rompicoglioni restano.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: DDRD(evotchka) - Gennaio 28, 2012, 10:41:28 am

Vero, solo che io ho l'impressione che in giro ci siano molti più bambini maleducati che bambini educati. Non pretendo che un bambino non sia vivace, ma c'è modo e modo. Poi so che i bambini sono maleducati perché i genitori non riescono a controllarli, quindi non è colpa dei marmocchi.. però sempre rompicoglioni restano.
a me invece dà molto più fastidio un adulto maleducato perché significa che ormai non c'è più speranza di ricuperarlo :sisisi:

anche se ovviamente i bambini maleducati sono fastidiosi pure loro, in maniera a volte ossessiva
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: PiantaGrassa - Gennaio 28, 2012, 12:19:01 pm

Vero, solo che io ho l'impressione che in giro ci siano molti più bambini maleducati che bambini educati. Non pretendo che un bambino non sia vivace, ma c'è modo e modo. Poi so che i bambini sono maleducati perché i genitori non riescono a controllarli, quindi non è colpa dei marmocchi.. però sempre rompicoglioni restano.

Ci sono dei bambini che sono uno spettacolo, mi fanno morire dal ridere per le cose che dicomno, come le dicono e soprattutto quando le dicono. Ad esempio la figlia di mia cugina che in presenza di una tipa barbosissima che si crede brillante ma pure bruttarella e che se la tira, dopo averla ascoltata blaterare per un po' le ha detto : "Basta parlare adesso che noia, mi stai sputazzando tutta la mamma"
Mito!
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Adriana - Gennaio 28, 2012, 02:51:35 pm

 :rotfl:
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Camelia - Giugno 11, 2013, 10:28:41 pm
http://www.corriere.it/cronache/13_giugno_11/famiglia-con-sedici-figli_fbf92b74-d254-11e2-8fb9-9a7def6018a2.shtml

:brrr: :brrr: :brrr:

Ho già scritto in un altro topic cosa penso di queste allegre famigliole eroiche che fanno 20 figli e poi "adesso lo Stato ci aiuti"

nei commenti impazza la polemica, nessuno ha ancora fatto notare questa cosa però: se sono tanto religiosi, chiesaroli e Dio e la Provvidenza e hanno tanto amore da dare perchè non adottavano qualche bambino sfortunato invece che spararne 16 propri?
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Iris Q - Giugno 11, 2013, 10:32:40 pm
Un mio contatto ha condiviso la notizia su Fb con un commento tipo "Che bell'esempio di famiglia, Dio li protegga sempre".

Comunque non è così facile adottare, purtroppo.  :(
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Camelia - Giugno 11, 2013, 10:36:51 pm


Comunque non è così facile adottare, purtroppo.  :(

vero, assurdo :(
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Iris Q - Giugno 11, 2013, 10:40:40 pm
Tra l'altro io mi ricordo che tempo fa una di queste famiglie numerosissime compariva spesso in una delle riviste che compra mia madre. Chiedevano sempre aiuti, un articolo diceva qualcosa come "Al posto di adottare a distanza bambini africani perché non aiutate noi?" e un Natale i ragazzini avevano scritto una lettera chiedendo ai lettori i regali che avrebbero desiderato: console per i videogiochi, cellulari, cose così.  :-\
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mae - Giugno 12, 2013, 11:49:13 am


Comunque non è così facile adottare, purtroppo.  :(

vero, assurdo :(

Non è neanche la stessa cosa che generare un bambino. Al di là del caso di questi fanatici.
D'altra parte, come si fa ad "arginare" queste tendenze senza fare un'ingiustizia gravissima?
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Theodorus - Giugno 12, 2013, 11:53:53 am
Con la vasectomia.

Questa scelta di cagare figli per dyo chiedendo poi aiuto allo Stato è mostruosamente diffusa a livelli insospettabili.
Quando lavoravo ai Fori Imperiali ero in squadra con una ragazza neocatecumenale che si sposò dopo pochi mesi dagli inizi degli scavi. Una volta, mentre parlavamo del suo matrimonio, disse una cosa come: "Sì, poi se riusciamo a fare almeno due o tre figli nei primi due anni e mezzo di matrimonio, forse possiamo richiedere la casa e il sussidio statale".

Alla faccia della rinuncia dei beni.
Ma vaffanculo, va.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mae - Giugno 12, 2013, 12:06:39 pm
Con la vasectomia.

Questa scelta di cagare figli per dyo chiedendo poi aiuto allo Stato è mostruosamente diffusa a livelli insospettabili.
Quando lavoravo ai Fori Imperiali ero in squadra con una ragazza neocatecumenale che si sposò dopo pochi mesi dagli inizi degli scavi. Una volta, mentre parlavamo del suo matrimonio, disse una cosa come: "Sì, poi se riusciamo a fare almeno due o tre figli nei primi due anni e mezzo di matrimonio, forse possiamo richiedere la casa e il sussidio statale".

Alla faccia della rinuncia dei beni.
Ma vaffanculo, va.

Due o tre figli.

Due o tre figli.

nei primi due anni e mezzo


O_O
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: purple - Giugno 12, 2013, 12:08:19 pm
Con la vasectomia.

Questa scelta di cagare figli per dyo chiedendo poi aiuto allo Stato è mostruosamente diffusa a livelli insospettabili.
Quando lavoravo ai Fori Imperiali ero in squadra con una ragazza neocatecumenale che si sposò dopo pochi mesi dagli inizi degli scavi. Una volta, mentre parlavamo del suo matrimonio, disse una cosa come: "Sì, poi se riusciamo a fare almeno due o tre figli nei primi due anni e mezzo di matrimonio, forse possiamo richiedere la casa e il sussidio statale".

Alla faccia della rinuncia dei beni.
Ma vaffanculo, va.
Deve essere di quelle/i che fanno anche il computo figli/annata in base ai punteggi concorsuali.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mae - Giugno 12, 2013, 12:15:02 pm
Forse sarebbe troppo statalista, ma quando la famiglia arriva a richiedere una certa quota di aiuti, o una certa percentuale sul suo reddito (quindi non in base al numero dei figli), si potrebbe affiancarle un assistente sociale con la calcolatrice in mano. Una figura che spieghi i limiti del sistema e da un lato orienti nella richiesta degli strumenti del welfare, dall'altro controlli come vengono usati.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Iris Q - Giugno 12, 2013, 02:27:19 pm
Sono d'accordo, io penso che sia giusto aiutare le famiglie con figli, ma con un numero UMANO e non da conigli. Ho più rispetto per i poveretti che finiscono a Extreme Makeover Home Edition perché avevano due o tre figli loro e poi muoiono i parenti improvvisamente per cui ne ereditano altri tre o quattro.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Adriana - Giugno 12, 2013, 02:36:42 pm

Io ragiono in modo molto semplice (forse semplicistico): se fai dei figli tu devi essere in grado di garantire loro un tenore di vita decoroso. Fatti due conti prima.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mae - Giugno 12, 2013, 02:43:55 pm
Ecco, io volevo spostare l'attenzione dal numero dei figli, che deve restare una scelta dei genitori e che non è giusto discutere. Però la famiglia deve anche dimostrare una certa consapevolezza economica. Poi l'aiuto arriva lo stesso, perché l'assistenza sociale serve a chi ne ha bisogno, e chi ne ha bisogno ne ha diritto.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Iris Q - Giugno 12, 2013, 02:45:34 pm

Io ragiono in modo molto semplice (forse semplicistico): se fai dei figli tu devi essere in grado di garantire loro un tenore di vita decoroso. Fatti due conti prima.

Questo è certo. Però ci possono essere eventi non prevedibili (perdita del lavoro, malattie) e lì ci deve essere un aiuto. Non il contrario: non posso fare figli sperando che qualcun altro provveda. Io sono rimasta sconvolta, parlando con una conoscente con il desiderio di maternità ma nemmeno uno stipendio a tempo indeterminato in casa che mi ha detto: "Oh, ma tanto ci sono i nonni: sono sicura che ci aiuterebbero!".  :o
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Adriana - Giugno 12, 2013, 02:47:58 pm

Sì, però secondo me ci vorrebbe anche un po' di buonsenso, visto poi che i metodi contraccettivi sono alla portata di tutti. Capisco l'amore per i bambini, ma se in famiglia il denaro è poco decidere di avere tanti figli a me sembra un po' da irresponsabili.

Iris: sugli eventi non prevedibili sono d'accordo con te, ma credo che avere figli oggi ricada invece nella categoria 'eventi pianificabili' (se non ci si affida al Persona, ovviamente).
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Iris Q - Giugno 12, 2013, 02:52:21 pm
Sì, certo. Però posso potermi permettere due o tre figli oggi e poi succede qualche cosa che non me li fa mantenere più come avevo pianificato. Due o tre figli, non TREDICI O QUATTORDICI.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mae - Giugno 12, 2013, 02:53:00 pm

Io ragiono in modo molto semplice (forse semplicistico): se fai dei figli tu devi essere in grado di garantire loro un tenore di vita decoroso. Fatti due conti prima.

Questo è certo. Però ci possono essere eventi non prevedibili (perdita del lavoro, malattie) e lì ci deve essere un aiuto. Non il contrario: non posso fare figli sperando che qualcun altro provveda. Io sono rimasta sconvolta, parlando con una conoscente con il desiderio di maternità ma nemmeno uno stipendio a tempo indeterminato in casa che mi ha detto: "Oh, ma tanto ci sono i nonni: sono sicura che ci aiuterebbero!".  :o
È sconvolgente, ma per via del fatto che un lavoro a tempo indeterminato è difficile da trovare prima della menopausa. Ad aspettare si rischia di non poterli fare, i figli. È una situazione assurda.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Iris Q - Giugno 12, 2013, 02:54:21 pm
Ne basterebbe uno. A quel che ne so, lui è a tempo e lei casalinga. Non farei un figlio così.  :-\
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mae - Giugno 12, 2013, 03:02:15 pm
Ne basterebbe uno. A quel che ne so, lui è a tempo e lei casalinga. Non farei un figlio così.  :-\

Eh.  ::) MiniMae è frutto di una certa incoscienza da parte mia (che sono l'apoteosi del precariato e guadagno noccioline). Mio marito è l'asino che paga, per fortuna.
Però quante coppie si reggono su lavori precari? Se il lavoro fisso non c'è più, non si può smettere di procreare.

(Casalinga nel senso che non le interessa lavorare, nemmeno cerca? In effetti è strano.)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Adriana - Giugno 12, 2013, 03:09:33 pm

Questo purtroppo è vero, però in queste circostanze magari si opta per avere un figlio o al massimo due, non dieci. Mi rendo conto che non è giusto, ma che tipo di vita si potrebbe garantire a tanti bambini? Sarebbero felici? Credo che le famiglie molto numerose funzionino nelle comunità tipo Amish dove la cura dei bambini è condivisa da molti, non solo dai familiari più stretti.

L'idea 'Tanto ci sono i nonni' secondo me è poco rispettosa, tutto sommato i nonni potrebbero volersi godere la pensione senza la responsabilità di un bambino piccolo, imporlo mi pare sbagliato.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Theodorus - Giugno 12, 2013, 03:10:09 pm

Io ragiono in modo molto semplice (forse semplicistico): se fai dei figli tu devi essere in grado di garantire loro un tenore di vita decoroso. Fatti due conti prima.

.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Iris Q - Giugno 12, 2013, 03:10:41 pm
Sì, ma capiamoci. Non sto criticando tutte le coppie che hanno lavori precari e decidono di procreare prima della fine del tempo massimo (non è detto che non toccherà anche a me). Mi fa impressione voler figliare sapendo già che ci dovranno pensare i nonni a pagare.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mixarchagevas - Giugno 12, 2013, 03:15:08 pm
se i nonni sono d'accordo...
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mae - Giugno 12, 2013, 03:20:02 pm

Questo purtroppo è vero, però in queste circostanze magari si opta per avere un figlio o al massimo due, non dieci. Mi rendo conto che non è giusto, ma che tipo di vita si potrebbe garantire a tanti bambini? Sarebbero felici? Credo che le famiglie molto numerose funzionino nelle comunità tipo Amish dove la cura dei bambini è condivisa da molti, non solo dai familiari più stretti.

L'idea 'Tanto ci sono i nonni' secondo me è poco rispettosa, tutto sommato i nonni potrebbero volersi godere la pensione senza la responsabilità di un bambino piccolo, imporlo mi pare sbagliato.

Sono due argomenti diversi.

Fare figli senza sicurezza economica per molti sta diventando una necessità, e il welfare dovrebbe adattarsi a questo cambiamento sociale.

Fare una caterva di figli senza pianificazione economica, basandosi sull'assistenza sociale, è in un certo senso un abuso. Da una lato le famiglie numerose vengono tutelate, dall'altro il criterio è che nasce un bisogno e lo Stato provvede, non far nascere il bisogno apposta tanto poi l'assegno arriva. In questo caso, siccome per me è aberrante imporre limiti al numero di figli, potrebbe essere più sensato affiancare alle famiglie che fanno ricorso a una notevole percentuale di aiuti rispetto al reddito qualcuno che controlli le spese. Rischia di essere un costo in più e basta, anche perché non credo che i problemi del bilancio statale siano dovuti alle famiglie giganti.

Di fatto c'è una scappatoia nel sistema e c'è chi se ne approfitta, per quanto dare braccia alla Patria sia cosa nobile.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mixarchagevas - Giugno 12, 2013, 03:23:20 pm
Qui, in contesti non urbani, pressoché tutti i soggetti che hanno sviluppato un nucleo familiare (quindi, ciò che si chiamava "progetto" e non "un incidente") potevano contare sull'impegno, e spesso la dote, genitoriale...

Il resto non accede alla stabilità familiare e, sempre spesso, neppure sentimentale; il contesto sociale prevede termini precisi nella selezione del possibile partnerariato, specialmente in età matura.

La riproduzione, diversamente che in passato, è affare di denaro e servizi disponibili.

La dote familiare è il grande discrimine di queste terre.

Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: NuovaCarne - Giugno 12, 2013, 03:23:50 pm
http://www.corriere.it/cronache/13_giugno_11/famiglia-con-sedici-figli_fbf92b74-d254-11e2-8fb9-9a7def6018a2.shtml

:brrr: :brrr: :brrr:


“I need to get rid of sons and daughters, you've seen how they pile up?”  :asd:
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mae - Giugno 12, 2013, 03:25:29 pm
Sì, ma capiamoci. Non sto criticando tutte le coppie che hanno lavori precari e decidono di procreare prima della fine del tempo massimo (non è detto che non toccherà anche a me). Mi fa impressione voler figliare sapendo già che ci dovranno pensare i nonni a pagare.

Certo, ma senza i miei (e se mio marito non avesse un lavoro fisso) non mi sarei sposata, e chissà quando - e se - avrei mai potuto farlo. Lo stesso vale per mio fratello.
Non mi fa piacere, ma è così. E mi fa più impressione pensare che per mio figlio non potrò fare lo stesso.
La mia è anche una scelta di comodo, ma per quanti è l'unica possibilità? È proprio il concetto di "sicurezza economica" ad essersi polverizzato.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Adriana - Giugno 12, 2013, 03:25:57 pm

Sono d'accordo sul fatto che siano argomenti diversi e sul punto che il welfare si dovrebbe adeguare. Girando per una qualsiasi città d'arte è comune vedere famiglie straniere con tre o quattro figli, perché in altri paesi il welfare funziona molto meglio che in Italia. Detto questo, per me è assurdo fare sette bambini pensando che lo Stato provvederà, perché purtroppo per ora non funziona così. L'idea di affiancare qualcuno che controlli le spese mi sembra interessante.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Betty Moore - Giugno 12, 2013, 03:26:32 pm
Fare figli senza sicurezza economica per molti sta diventando una necessità, e il welfare dovrebbe adattarsi a questo cambiamento sociale.

necessità?
ma perchè, figliare è un dovere?
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Adriana - Giugno 12, 2013, 03:28:16 pm

Un dovere no, ma non mi sembra assurdo voler avere figli con la persona che si ama. E' vero che soprattutto per le donne ci sono ancora dei condizionamenti, ma è un altro discorso.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mae - Giugno 12, 2013, 03:29:42 pm
Qui, in contesti non urbani, pressoché tutti i soggetti che hanno sviluppato un nucleo familiare (quindi, ciò che si chiamava "progetto" e non "un incidente") potevano contare sull'impegno, e spesso la dote, genitoriale...

Il resto non accede alla stabilità familiare e, sempre spesso, neppure sentimentale; il contesto sociale prevede termini precisi nella selezione del possibile partnerariato, specialmente in età matura.

La riproduzione, diversamente che in passato, è affare di denaro e servizi disponibili.

La dote familiare è il grande discrimine di queste terre.


Secondo me anche in contesti urbani i nonni fanno la differenza (anche come baby sitter).
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Betty Moore - Giugno 12, 2013, 03:30:29 pm
no che non è assurdo, ma se vuoi figli te li mantieni da solo.
se non hai soldi non li fai, mi sembra mostruosamente egoista pretendere il contrario.
e questo anche se si tratta di un solo bambino.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Theodorus - Giugno 12, 2013, 03:30:58 pm

Sono d'accordo sul fatto che siano argomenti diversi e sul punto che il welfare si dovrebbe adeguare. Girando per una qualsiasi città d'arte è comune vedere famiglie straniere con tre o quattro figli, perché in altri paesi il welfare funziona molto meglio che in Italia. Detto questo, per me è assurdo fare sette bambini pensando che lo Stato provvederà, perché purtroppo per ora non funziona così. L'idea di affiancare qualcuno che controlli le spese mi sembra interessante.

Per me è l'ASPETTATIVA che lo Stato debba provvedere a famiglie di 12 figli cagati per ragioni religiose ad essere abominevole.
Perché è di aspettativa che si parla qui. Questa è gente che produce figli in modo "scientifico" allo scopo di ottenere certi vantaggi. Schifo.

no che non è assurdo, ma se vuoi figli te li mantieni da solo.
se non hai soldi non li fai, mi sembra mostruosamente egoista pretendere il contrario.
e questo anche se si tratta di un solo bambino.

Ecco, appunto.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Iris Q - Giugno 12, 2013, 03:31:12 pm

Certo, ma senza i miei (e se mio marito non avesse un lavoro fisso) non mi sarei sposata, e chissà quando - e se - avrei mai potuto farlo. Lo stesso vale per mio fratello.
Non mi fa piacere, ma è così. E mi fa più impressione pensare che per mio figlio non potrò fare lo stesso.
La mia è anche una scelta di comodo, ma per quanti è l'unica possibilità? È proprio il concetto di "sicurezza economica" ad essersi polverizzato.

Io le vedo come cose diverse. Un conto è un aiuto ai figli perché diventino autonomi, un'altra cosa è fare figli senza avere i soldi per comprare loro il latte tanto ci sono i nonni. Non saprei spiegarlo più dettagliatamente.  :-\
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mae - Giugno 12, 2013, 03:32:54 pm
Fare figli senza sicurezza economica per molti sta diventando una necessità, e il welfare dovrebbe adattarsi a questo cambiamento sociale.

necessità?
ma perchè, figliare è un dovere?

Dal punto di vista biologico sì, ma da quello romantico-culturale mi risulta che molti sentano la costruzione di una famiglia come un forte desiderio.
Il concetto è "molti di coloro che vogliono procreare si trovano necessariamente a farlo in condizioni economiche precarie", non il contrario.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mae - Giugno 12, 2013, 03:34:50 pm

Certo, ma senza i miei (e se mio marito non avesse un lavoro fisso) non mi sarei sposata, e chissà quando - e se - avrei mai potuto farlo. Lo stesso vale per mio fratello.
Non mi fa piacere, ma è così. E mi fa più impressione pensare che per mio figlio non potrò fare lo stesso.
La mia è anche una scelta di comodo, ma per quanti è l'unica possibilità? È proprio il concetto di "sicurezza economica" ad essersi polverizzato.

Io le vedo come cose diverse. Un conto è un aiuto ai figli perché diventino autonomi, un'altra cosa è fare figli senza avere i soldi per comprare loro il latte tanto ci sono i nonni. Non saprei spiegarlo più dettagliatamente.  :-\
Ma ho capito... È una questione di priorità.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Allevi3MSC - Giugno 12, 2013, 03:35:17 pm
L'altro giorno mi chiedevo se siano aggiornate le statistiche su quante sono le persone che non procreano.
Perché forse non sono così in minoranza.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Betty Moore - Giugno 12, 2013, 03:37:54 pm
Fare figli senza sicurezza economica per molti sta diventando una necessità, e il welfare dovrebbe adattarsi a questo cambiamento sociale.

necessità?
ma perchè, figliare è un dovere?

Dal punto di vista biologico sì, ma da quello romantico-culturale mi risulta che molti sentano la costruzione di una famiglia come un forte desiderio.
Il concetto è "molti di coloro che vogliono procreare si trovano necessariamente a farlo in condizioni economiche precarie", non il contrario.

eh, ma allora qualsiasi cosa una persona desideri dovrebbe dargliela lo stato se non se la può permettere? ma no!
e i figli, per giunta, non sono una qualsiasi cosa, sono una persona umana, cazzo, che se la metti al mondo in una situazione precaria condannerai all'infelicità.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Betty Moore - Giugno 12, 2013, 03:43:27 pm
ma poi perché figliare dovrebbe essere un dovere dal punto di vista biologico?
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Theodorus - Giugno 12, 2013, 03:45:30 pm
ma poi perché figliare dovrebbe essere un dovere dal punto di vista biologico?

Probabilmente per quella perversa abitudine a considerare l'essere umano ANCORA come un animale. Da cui deriva l'idea che i maschi debbano fare a pugni e le femmine avere l'istinto materno.
Niente di male, ma a chi mi dice queste cose in genere rispondo che il pacchetto va preso completo.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Ser_Ena - Giugno 12, 2013, 03:47:19 pm
Nella sanità non è auspicabile uno stato che paghi le operazioni di chirurgia estetica, ma  è auspicabile sia garantita la salute di tutti in special modo di chi non può pagarsi le cure.
Nello stesso modo uno dei "migliori" modi in cui uno stato deve allocare le proprie risorse è proprio quello di permettere ai propri cittadini di avere e crescere figli.
Del resto è una delle differenze maggiori tra i paesi "civili" e l'Italia, in cui si parla tanto di famiglia e si fa molto meno per la famiglia della maggioranza dei paesi europei.
Inserire nella discussione il proprio personale desiderio o meno di avere figli credo la falsi.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mae - Giugno 12, 2013, 03:48:11 pm
ma poi perché figliare dovrebbe essere un dovere dal punto di vista biologico?

Per l'egoismo genetico.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Camelia - Giugno 12, 2013, 03:49:34 pm
Io non ho nessun desiderio di maternità ma comprendo benissimo il desiderio di creare una famiglia con la persona amata malgrado l'instabilità economica, non penso che sia sbagliato volere un figlio anche se non guadagni tot euro al mese... Ma se ne vuoi fare 16 e guadagni 2000 euro al mese è assurdo che poi pretendi che lo Stato ti aiuti (nell'articolo ci gira intorno "Arriva la Provvidenza, ci aiuta la Provvidenza..." manco fosse Manzoni)  :o altro che eroi, altro che "dovrebbero fare tutti così"  :o

Però un po' invidio l'assoluta tranquillità, placidità di queste persone, loro li fanno e poi boh chissà, in qualche modo faremo... 'Azzo nel mondo reale appunto due trentenni se ne fanno uno e riescono a saltarci fuori ogni mese è un miracolo, tanti non li possono fare, rimandano aspettando tempi migliori... Loro invece imperturbabili, li fanno e poi qualcuno ci aiuterà.

E poi nell'articolo parla solo il padre e sua moglie dopo 16 gravidanze e 16 parti? Ma soprattutto i figli?!
Io penso che se avessi vissuto con 15 fratelli sarei tranquillamente diventata un serial killer.

Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Allevi3MSC - Giugno 12, 2013, 03:49:55 pm
Dai Mae, che a Betty già piace troppo Dawkins.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mixarchagevas - Giugno 12, 2013, 03:50:59 pm
il fat(t)o che il pianeta sia ancora popolato di esseri umani resta dunque un mistero
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Theodorus - Giugno 12, 2013, 03:51:31 pm
Io non ho nessun desiderio di maternità ma comprendo benissimo il desiderio di creare una famiglia con la persona amata malgrado l'instabilità economica, non penso che sia sbagliato volere un figlio anche se non guadagni tot euro al mese... Ma se ne vuoi fare 16 e guadagni 2000 euro al mese è assurdo che poi pretendi che lo Stato ti aiuti (nell'articolo ci gira intorno "Arriva la Provvidenza, ci aiuta la Provvidenza..." manco fosse Manzoni)  :o altro che eroi, altro che "dovrebbero fare tutti così"  :o

Però un po' invidio l'assoluta tranquillità, placidità di queste persone, loro li fanno e poi boh chissà, in qualche modo faremo... 'Azzo nel mondo reale appunto due trentenni se ne fanno uno e riescono a saltarci fuori ogni mese è un miracolo, tanti non li possono fare, rimandano aspettando tempi migliori... Loro invece imperturbabili, li fanno e poi qualcuno ci aiuterà.

E poi nell'articolo parla solo il padre e sua moglie dopo 16 gravidanze e 16 parti? Ma soprattutto i figli?!
Io penso che se avessi vissuto con 15 fratelli sarei tranquillamente diventata un serial killer.



Posso dire che 'sta "tranquillità" a me suona di un perverso allucinante?
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mae - Giugno 12, 2013, 03:58:06 pm
Fare figli senza sicurezza economica per molti sta diventando una necessità, e il welfare dovrebbe adattarsi a questo cambiamento sociale.

necessità?
ma perchè, figliare è un dovere?

Dal punto di vista biologico sì, ma da quello romantico-culturale mi risulta che molti sentano la costruzione di una famiglia come un forte desiderio.
Il concetto è "molti di coloro che vogliono procreare si trovano necessariamente a farlo in condizioni economiche precarie", non il contrario.

eh, ma allora qualsiasi cosa una persona desideri dovrebbe dargliela lo stato se non se la può permettere? ma no!
e i figli, per giunta, non sono una qualsiasi cosa, sono una persona umana, cazzo, che se la metti al mondo in una situazione precaria condannerai all'infelicità.
Il desiderio di avere figli è abbastanza forte da far ignorare le obiezioni logiche. Non per tutti, ma per qualcuno sì. Di fatto, ci saranno famiglie con bambini e senza stabilità economica. Sarebbe schifoso proibire alla gente di avere figli, almeno quanto lo è il mercato del lavoro adesso.
Non dico mica che mi sta bene così.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Iris Q - Giugno 12, 2013, 04:05:09 pm

Il desiderio di avere figli è abbastanza forte da far ignorare le obiezioni logiche. Non per tutti, ma per qualcuno sì. Di fatto, ci saranno famiglie con bambini e senza stabilità economica. Sarebbe schifoso proibire alla gente di avere figli, almeno quanto lo è il mercato del lavoro adesso.
Non dico mica che mi sta bene così.

Uno, due, tre figli. Ma quindici?
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mixarchagevas - Giugno 12, 2013, 04:07:43 pm
beh, se sopravvivono,  nell'ambiente in cui vivono, anche a spese dello Stato, per i riproduttori è un successo...
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Theodorus - Giugno 12, 2013, 04:17:12 pm
Meglio se non sopravvivono, meno cattolici neocatecumenali in giro.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mae - Giugno 12, 2013, 04:18:55 pm

Il desiderio di avere figli è abbastanza forte da far ignorare le obiezioni logiche. Non per tutti, ma per qualcuno sì. Di fatto, ci saranno famiglie con bambini e senza stabilità economica. Sarebbe schifoso proibire alla gente di avere figli, almeno quanto lo è il mercato del lavoro adesso.
Non dico mica che mi sta bene così.

Uno, due, tre figli. Ma quindici?

Secondo me sono due discorsi diversi. E gli manderei il controllore, come ho scritto prima, anche solo per dargli fastidio.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Theodorus - Giugno 12, 2013, 04:25:44 pm
Ste scene sono simili a quelle famiglie giappe del dopoguerra ben rappresentate dalla famiglia di Simon Holden in Tommy la Stella dei Giants:

(http://i2.ytimg.com/vi/antVhVoKatU/hqdefault.jpg)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Archibald - Giugno 12, 2013, 04:41:58 pm
In effetti è impossibile impedire a qualcuno di procreare, ed è d'altra parte inumano lasciare che dei bambini non abbiano da mangiare né assistenza medica, come accadeva un tempo.
In Cina hanno tentato di ovviare a tutto ciò imponendo delle penali, ma sappiamo già a cosa si va incontro: infanticidi, soprattutto di bambine.
Non credo si possa fare molto ma non sarebbe male l'educazione sessuale a manetta nelle scuole, insistere sulla consapevolezza e responsabilità delle scelte riproduttive, eliminare la presenza di figure religiose nella scuola pubblica.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mixarchagevas - Giugno 12, 2013, 04:45:10 pm
il problema riproduttivo è universale e trascende le confessioni
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mae - Giugno 12, 2013, 04:47:40 pm
In effetti è impossibile impedire a qualcuno di procreare, ed è d'altra parte inumano lasciare che dei bambini non abbiano da mangiare né assistenza medica, come accadeva un tempo.
In Cina hanno tentato di ovviare a tutto ciò imponendo delle penali, ma sappiamo già a cosa si va incontro: infanticidi, soprattutto di bambine.
Non credo si possa fare molto ma non sarebbe male l'educazione sessuale a manetta nelle scuole, insistere sulla consapevolezza e responsabilità delle scelte riproduttive, eliminare la presenza di figure religiose nella scuola pubblica.
Per quanto valido, non mi sembra attinente.

Ho sempre fatto Religione a scuola, alle elementari andavo pure dalle suore, e non mi pare che nessuno mi abbia mai suggerito di sfondarmi l'utero come non ci fosse un domani a forza di sparar fuori figli.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Archibald - Giugno 12, 2013, 05:57:34 pm
In effetti è impossibile impedire a qualcuno di procreare, ed è d'altra parte inumano lasciare che dei bambini non abbiano da mangiare né assistenza medica, come accadeva un tempo.
In Cina hanno tentato di ovviare a tutto ciò imponendo delle penali, ma sappiamo già a cosa si va incontro: infanticidi, soprattutto di bambine.
Non credo si possa fare molto ma non sarebbe male l'educazione sessuale a manetta nelle scuole, insistere sulla consapevolezza e responsabilità delle scelte riproduttive, eliminare la presenza di figure religiose nella scuola pubblica.
Per quanto valido, non mi sembra attinente.

Ho sempre fatto Religione a scuola, alle elementari andavo pure dalle suore, e non mi pare che nessuno mi abbia mai suggerito di sfondarmi l'utero come non ci fosse un domani a forza di sparar fuori figli.
Nemmeno a me, ma non è necessario arrivare a tanto: mi riferisco al tipo di cultura che promuovono, quella del "avere molti figli è un fatto positivo a prescindere".
Credo che molte persone, anche senza essere praticanti, interiorizzino l'idea che sei fai un figlio fai una bella cosa, la società deve essertene grata, una "mamma" è più che una semplice donna, e compagnia cantante.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Betty Moore - Giugno 12, 2013, 06:40:44 pm

Il desiderio di avere figli è abbastanza forte da far ignorare le obiezioni logiche. Non per tutti, ma per qualcuno sì. Di fatto, ci saranno famiglie con bambini e senza stabilità economica. Sarebbe schifoso proibire alla gente di avere figli, almeno quanto lo è il mercato del lavoro adesso.
Non dico mica che mi sta bene così.

Uno, due, tre figli. Ma quindici?

ma anche uno!
un bambino povero non è che soffre meno perché è uno solo.
uno è già troppo, se non puoi mantenerlo. chi te lo fa fare? il tuo egoismo, punto.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Kro - Giugno 12, 2013, 06:47:05 pm
[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=fUspLVStPbk[/youtube].
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mixarchagevas - Giugno 12, 2013, 06:55:45 pm
...e se la non procreazione responsabile aumentasse l'incidenza, nel contesto, dei procreatori irresponsabili e delle loro caratteristiche...?! Contando che oggi non muoiono come prima...

Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: NuovaCarne - Giugno 12, 2013, 06:57:49 pm
...e se la non procreazione responsabile aumentasse l'incidenza nel mondo dei procreatori irresponsabili e delle loro caratteristiche...?! Contando che oggi non muoiono come prima...
infatti, ormai sono i geni peggiori quelli che si tramandano  :asd:
Meglio estinguerci  :sisisi:
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mixarchagevas - Giugno 12, 2013, 06:58:39 pm
non è possibile... ci si estingue per effetto di fattori non governabili...

l'estinzione responsabile è un mito... ;D
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: NuovaCarne - Giugno 12, 2013, 07:01:45 pm
non è possibile... ci si estingue per effetto di fattori non governabili...

l'estinzione responsabile è un mito... ;D
tutta colpa dei dannati crumiri tipo Mae!
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mae - Giugno 12, 2013, 09:09:08 pm
Apparte che i miei geni sono la crèm della crèm.

Io sono irresponsabile solo per metà (quella che riguarda me).

Una volta fare figli era un bene per la società, perché i contributi dei giovani pagavano le pensioni per i vecchi. Adesso...  :facepalm:
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mae - Giugno 12, 2013, 09:19:07 pm

Il desiderio di avere figli è abbastanza forte da far ignorare le obiezioni logiche. Non per tutti, ma per qualcuno sì. Di fatto, ci saranno famiglie con bambini e senza stabilità economica. Sarebbe schifoso proibire alla gente di avere figli, almeno quanto lo è il mercato del lavoro adesso.
Non dico mica che mi sta bene così.

Uno, due, tre figli. Ma quindici?

ma anche uno!
un bambino povero non è che soffre meno perché è uno solo.
uno è già troppo, se non puoi mantenerlo. chi te lo fa fare? il tuo egoismo, punto.
Sì, ma non poui impedire che li facciano, puoi solo metterci una pezza dopo.
Forse si può prevenire con l'educazione sessuale fatta in modo da comprendere affettività e... boh? economia domestica?
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: MadDog - Giugno 12, 2013, 10:43:48 pm
Visita fiscale obbligatoria da parte del dr. Ramsay Bolton Snow.
Vi verrà a trovare direttamente a casa.  ;D ;D

Resta il fatto che, personalmente, quelli che scodellano miriadi di marmocchi salvo poi lamentarsi che "qualcuno ci DEVE dare una mano"  li piglierei tranquillamente a legnate.
Li han fatti? E mò se li cuccano. Senza rompere i coglioni agli altri.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Archibald - Giugno 13, 2013, 08:57:26 am
Visita fiscale obbligatoria da parte del dr. Ramsay Bolton Snow.
Vi verrà a trovare direttamente a casa.  ;D ;D

Resta il fatto che, personalmente, quelli che scodellano miriadi di marmocchi salvo poi lamentarsi che "qualcuno ci DEVE dare una mano"  li piglierei tranquillamente a legnate.
Li han fatti? E mò se li cuccano. Senza rompere i coglioni agli altri.
Sì, ma più che cercare di insegnare questo principio di responsabilità non si può fare. Credo che nessuno di noi sarebbe a suo agio con l'idea di un bambino senza sussistenza minima, fosse anche figlio di due cretini.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Betty Moore - Giugno 13, 2013, 10:05:01 am

Il desiderio di avere figli è abbastanza forte da far ignorare le obiezioni logiche. Non per tutti, ma per qualcuno sì. Di fatto, ci saranno famiglie con bambini e senza stabilità economica. Sarebbe schifoso proibire alla gente di avere figli, almeno quanto lo è il mercato del lavoro adesso.
Non dico mica che mi sta bene così.

Uno, due, tre figli. Ma quindici?

ma anche uno!
un bambino povero non è che soffre meno perché è uno solo.
uno è già troppo, se non puoi mantenerlo. chi te lo fa fare? il tuo egoismo, punto.
Sì, ma non poui impedire che li facciano, puoi solo metterci una pezza dopo.
Forse si può prevenire con l'educazione sessuale fatta in modo da comprendere affettività e... boh? economia domestica?

puntare sull'educazione è molto sensato.
il problema della pezza è che finisce per essere un incentivo (v. discorsi citati da Theo e da altri).
avevo scritto una pappardella infinita ma lasciamo stare, non mi va più di discuterne, sono discorsi che mi fanno salire il sangue alla testa.
(e non contro di te, mae, contro la gente di merda)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Betty Moore - Luglio 23, 2013, 10:37:21 am
mae, devi comprare questo!

(http://24.media.tumblr.com/8da1461b19cf0dec435a93ce813c8289/tumblr_mqdpiqlhpn1rqlwmxo1_500.jpg)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mae - Luglio 23, 2013, 02:32:09 pm
Aaaaaawww!!!!  :occhicuore:

Se non fosse di pessimo auspicio, sarebbe stato già mio! Cioè suo.  :fischietta:
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: sopia - Ottobre 12, 2013, 05:34:30 pm
il topic forse non è proprio quello giusto, ditemi dove posso spostare nel caso.

Ieri mi sono trovata a discutere di educazione di figli vari ed eventuali con una persona con la quale (solitamente :basito: ) vado molto d'accordo.
Sono rimasta scioccata sentendolo dire che sarebbe più restrittivo con una figlia piuttosto che con un figlio. Del genere "Non può uscire coi ragazzi finché non lo dico io". Dice che è normale che i padri siano gelosi delle figlie, perché non c'è da fidarsi dei ragazzi blablabla  :predica: Roba già sentita un milione di volte, ma che da lui non mi sarei mai aspettata.

Secondo voi sono io che esagero con la parità di diritti? Si devono effettivamente fare delle distinzioni del genere tra figli di sesso diverso? Che poi i miei genitori mi hanno sempre "controllata" pochissimo eppure io ho sempre rigato dritto :basito: ma vabe lui dice che sono stata fortunata :basito:
ancora mi rode il culo, non avete idea.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Theodorus - Ottobre 12, 2013, 05:38:50 pm
No, non stai esagerando.
Il tuo amico ha semplicemente torto.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Crocs - Ottobre 12, 2013, 05:44:43 pm
No, non stai esagerando.
Il tuo amico ha semplicemente torto.

:sisisi:

Quando sono diventata adolescente mio papà mi ha insegnato dove tirare calci e pestare doveva faceva più male ai ragazzi, e quando sono andata a vivere da sola mi ha regalato uno spray al peperoncino.
Secondo me questo è "fidarsi della figlia ma non degli altri" in modo non ipocrita.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Kro - Ottobre 12, 2013, 05:45:24 pm
http://www.youtube.com/watch?v=2NU91nB0_bg
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: NuovaCarne - Ottobre 12, 2013, 05:51:15 pm
il topic forse non è proprio quello giusto, ditemi dove posso spostare nel caso.

Ieri mi sono trovata a discutere di educazione di figli vari ed eventuali con una persona con la quale (solitamente :basito: ) vado molto d'accordo.
Sono rimasta scioccata sentendolo dire che sarebbe più restrittivo con una figlia piuttosto che con un figlio. Del genere "Non può uscire coi ragazzi finché non lo dico io". Dice che è normale che i padri siano gelosi delle figlie, perché non c'è da fidarsi dei ragazzi blablabla  :predica: Roba già sentita un milione di volte, ma che da lui non mi sarei mai aspettata.

Secondo voi sono io che esagero con la parità di diritti? Si devono effettivamente fare delle distinzioni del genere tra figli di sesso diverso? Che poi i miei genitori mi hanno sempre "controllata" pochissimo eppure io ho sempre rigato dritto :basito: ma vabe lui dice che sono stata fortunata :basito:
ancora mi rode il culo, non avete idea.

questi genitori si meritano la figlia che scappa con un drogato vestito di nero con la motocicletta (e spesso la ottengono)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mixarchagevas - Ottobre 12, 2013, 05:54:26 pm
La motocicletta
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Crocs - Ottobre 12, 2013, 05:56:22 pm

questi genitori si meritano la figlia che scappa con un drogato vestito di nero con la motocicletta (e spesso la ottengono)

Secondo me spesso quelle represse dai genitori da gggiovani poi si rifanno con gli interessi, però più tardi, quando finalmente sono uscite di casa.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Theodorus - Ottobre 12, 2013, 05:57:19 pm
Fare distinzioni di genere con i figli significa perpetrare inconsciamente la mentalità paleozoica e trombona che vede la donna come una creatura indifesa a prescindere, e l'uomo come una specie di animale a prescindere.

Che il mondo esterno sia una merda siamo d'accordo, ma è in casa che si deve insegnare alle prossime generazioni a ridurre la merda. Che altrimenti si fa come quelli che dicono che gli omosessuali non dovrebbero adottare perché se no, poverini, i bambini verrebbero presi in giro.

Quelli che affermano che "è normale e GIUSTO che i padri siano gelosi con le figlie femmine" inconsciamente ammettono di aver perpetrato da giovani i comportamenti maschilisti di merda nei confronti delle loro coetanee. Mi pare un'affermazione da società animalesca e pre-umana, di quelle in cui i maschi difendono le femmine dagli altri maschi. Orrore.

A parte, va fatto un altro discorso: il rapporto tra sessi in età adolescenziale non è un fiore che sboccia in mezzo a un deserto psicologico, alimentato solo dagli ormoni. Una ragazza e un ragazzo arrivano a quella fase con un preciso background educativo, che condiziona enormemente anche il modo di relazionarsi e di autoproteggersi. Una bambina educata a essere autonoma e indipendente (ovviamente in proporzione alla sua età) sarà certamente conscia di ciò che la circonda, e saprà difendersi. Altrimenti ti ritrovi quei casi grotteschi di ragazze ventenni e trentenni cresciute in gabbia e incapaci di fare un bollettino alla posta da sole, o di esprimere un'opinione indipendente da quella del pisello con cui si accompagnano.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: NuovaCarne - Ottobre 12, 2013, 05:58:56 pm
Fare distinzioni di genere con i figli significa perpetrare inconsciamente la mentalità paleozoica e trombona che vede la donna come una creatura indifesa a prescindere, e l'uomo come una specie di animale a prescindere.

Che il mondo esterno sia una merda siamo d'accordo, ma è in casa che si deve insegnare alle prossime generazioni a ridurre la merda. Che altrimenti si fa come quelli che dicono che gli omosessuali non dovrebbero adottare perché se no, poverini, i bambini verrebbero presi in giro.

Quelli che affermano che "è normale e GIUSTO che i padri siano gelosi con le figlie femmine" inconsciamente ammettono di aver perpetrato da giovani i comportamenti maschilisti di merda nei confronti delle loro coetanee. Mi pare un'affermazione da società animalesca e pre-umana, di quelle in cui i maschi difendono le femmine dagli altri maschi. Orrore.

A parte, va fatto un altro discorso: il rapporto tra sessi in età adolescenziale non è un fiore che sboccia in mezzo a un deserto psicologico, alimentato solo dagli ormoni. Una ragazza e un ragazzo arrivano a quella fase con un preciso background educativo, che condiziona enormemente anche il modo di relazionarsi e di autoproteggersi. Una bambina educata a essere autonoma e indipendente (ovviamente in proporzione alla sua età) saprà certamente conscia di ciò che la circonda, e saprà difendersi. Altrimenti ti ritrovi quei casi grotteschi di ragazze ventenni e trentenni cresciute in gabbia e incapaci di fare un bollettino alla posta da sole, o di esprimere un'opinione indipendente da quella del pisello con cui si accompagnano.
amen.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: sopia - Ottobre 12, 2013, 06:35:17 pm
parole sante.
in particolare
Citazione
A parte, va fatto un altro discorso: il rapporto tra sessi in età adolescenziale non è un fiore che sboccia in mezzo a un deserto psicologico, alimentato solo dagli ormoni. Una ragazza e un ragazzo arrivano a quella fase con un preciso background educativo, che condiziona enormemente anche il modo di relazionarsi e di autoproteggers

che questo mio amico non riusciva proprio a concepire.
Per lui i genitori devono comportarsi quasi come carcerieri, altrimenti le figlie vanno in giro a darla a destra e a manca, così, automaticamente :basito:
Un'altra cosa allucinante il fatto che proibirebbe ad una ragazzina di uscire con il fidanzatino a 13 anni, perché a 13 anni gli ormoni etc :basito: sono rimasta davvero basita. I miei amichetti delle medie potevano essere alle prese con la scoperta della sessualità, ma erano innocui e ci scherzavamo infantilmente insieme. A 13 anni io e il mio fidanzatino ci vergognavamo anche a prenderci per mano :basito: MAH
Comunque GUARDA CASO lui ha una di quelle madri ansiose a bestia, cosa che lo ha reso complessato a livelli kafkiani :basito:
Ne approfitto per un piccolo sfogo: sono davvero contenta che esista questo forum, non avete idea di quanto sia raro incontrare persone decenti come voi <3 :spiaggiato:
me ne rendo conto in particolare dopo certe delusioni
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: MadDog - Ottobre 12, 2013, 07:19:55 pm
Quando sono diventata adolescente mio papà mi ha insegnato dove tirare calci e pestare doveva faceva più male ai ragazzi, e quando sono andata a vivere da sola mi ha regalato uno spray al peperoncino.
Secondo me questo è "fidarsi della figlia ma non degli altri" in modo non ipocrita.

Mio padre m'ha insegnato ad essere totalmente autonoma, del tipo t'è partito un pneumatico e devi cambiare una ruota? Ti spiego come si fa e poi arrangiati che mica puoi sempre aspettare che siano gli altri a toglierti le castagne dal fuoco.
Mio nonno era muratore/carpentiere/piastrellista, m'ha sempre detto, cito testuali parole: "impara l'arte e mettila da parte che sei una ragazza mica un' handicappata", mi portava in giro per cantieri (ai tempi non ti rompevano le palle con la sicurezza) e mi spiegava come si lavorava con tanto di "esamino" finale per vedere se ero una tonta integrale oppure no.
Oppure no.  Dyo bono, quante carriole di malta che mi son portata in giro. ;D
Non mi hanno mai proibito nulla, a 6 anni avevo le chiavi di casa ed andavo e venivo a mio piacimento, ma mi hanno sempre messa di fronte al fatto che per ogni scelta ci sono delle conseguenze (chiaramente in proporzione alle mie varie età).
Una roba tipo "patti chiari e amicizia lunga", però si è sempre discusso di tutto.
Mi tenevano d'occhio, ovvio, con discrezione, ma senza mai neanche lontanamente pensare di tarparmi le ali.
Tutto questo tipo più di trent'anni fa.
Guardandomi intorno, però, ho come la sensazione che si sia andati indietro invece che avanti.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Allevi3MSC - Ottobre 12, 2013, 07:36:32 pm
I miei amichetti delle medie potevano essere alle prese con la scoperta della sessualità, ma erano innocui e ci scherzavamo infantilmente insieme. A 13 anni io e il mio fidanzatino ci vergognavamo anche a prenderci per mano :basito: MAH

Però pare che gli scambi di tipo sessuale tra giovanissimi siano in grande aumento...
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: sopia - Ottobre 12, 2013, 07:46:24 pm
sì, ma che background culturale hanno certi ragazzini?
Io non credo che sia una tendenza indiscriminata
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Allevi3MSC - Ottobre 12, 2013, 07:49:42 pm
Non saprei.

In ogni caso non un motivo per fare differenze tra maschi e femmine.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mae - Ottobre 17, 2013, 10:13:53 am
Io non faccio distinzioni: chiuderò nella torre più alta del castello MiniMae tanto quanto un'eventuale sorellina.

Mia mamma era (ed è) più contenta sapendo che non sarei tornata a casa da sola, e francamente, invecchiando, è una cosa che apprezzo sempre più. Di fatto ho girato da sola lo sresso, necessariamente, su percorsi noti.

Un po'di timore in più l'avrei, a crescere una femmina. Le brutte cose si possono fare a tutti, ma le femmine corrono dei rischi in più.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Archibald - Ottobre 17, 2013, 11:30:39 am
Io non faccio distinzioni: chiuderò nella torre più alta del castello MiniMae tanto quanto un'eventuale sorellina.

Mia mamma era (ed è) più contenta sapendo che non sarei tornata a casa da sola, e francamente, invecchiando, è una cosa che apprezzo sempre più. Di fatto ho girato da sola lo sresso, necessariamente, su percorsi noti.

Un po'di timore in più l'avrei, a crescere una femmina. Le brutte cose si possono fare a tutti, ma le femmine corrono dei rischi in più.
Non è così, Mae. A dirla tutta, i rischi di un maschio fra i 18 e i 35 sono superiori, proprio perché ci incappa più facilmente dato che è stato cresciuto con una maggior propensione al rischio. Tuttavia nessuno di sognerebbe di dire a un giovane maschio di non uscire solo o di tornare presto o di non fare sesso. E le aggressioni a sfondo sessuale, che tipicamente vedono le donne come vittime (ma non sempre e non solo) sono infinitesimali nel contesto dei rischi "fuori casa": semmai bisognerebbe educarle a fare attenzione al partner che scelgono, più che a chi possono incontrare per strada.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Crocs - Ottobre 17, 2013, 11:52:05 am
Secondo me è anche perché il rischio è diverso: ai ragazzi può capitare molto più facilmente di essere coinvolti in una rissa o di essere aggrediti da dei bulli (questo capita soprattutto in una fascia di età più giovane) o che vengano derubati, e la cosa succede molto più spesso di eventuali aggressioni a sfondo sessuale a ragazze.
Credo che il ragionamento dei genitori sia che da una rissa di solito ti riprendi senza particolari conseguenze (a meno che non ti abbiano proprio accoltellato o pestato selvaggiamente), mentre un'aggressione a sfondo sessuale si porta dietro delle conseguenze ben più gravi a livello psicologico.
Questo ovviamente non per dire "ma sì lasciamo che si picchino, so' ragazzi", ma immagino che un genitore lo trovi più preoccupante.
Senza parlare del fatto che in questi casi le istituzioni raramente intervengono in modo soddisfacente (specialmente se gli aggressori sono minorenni, come purtroppo sempre più spesso capita), e anzi ancora purtroppo si mette sotto esame più la vittima che gli aggressori.
 
Poi i rischi del "fuori casa" non sono così remoti: non da parte di sconosciuti che la aggrediscono per strada, ma per esempio da conoscenti che approfittano della vulnerabilità data dall'aver bevuto troppo o cose del genere.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mae - Ottobre 17, 2013, 03:39:01 pm
Io non faccio distinzioni: chiuderò nella torre più alta del castello MiniMae tanto quanto un'eventuale sorellina.

Mia mamma era (ed è) più contenta sapendo che non sarei tornata a casa da sola, e francamente, invecchiando, è una cosa che apprezzo sempre più. Di fatto ho girato da sola lo sresso, necessariamente, su percorsi noti.

Un po'di timore in più l'avrei, a crescere una femmina. Le brutte cose si possono fare a tutti, ma le femmine corrono dei rischi in più.
Non è così, Mae. A dirla tutta, i rischi di un maschio fra i 18 e i 35 sono superiori, proprio perché ci incappa più facilmente dato che è stato cresciuto con una maggior propensione al rischio. Tuttavia nessuno di sognerebbe di dire a un giovane maschio di non uscire solo o di tornare presto o di non fare sesso. E le aggressioni a sfondo sessuale, che tipicamente vedono le donne come vittime (ma non sempre e non solo) sono infinitesimali nel contesto dei rischi "fuori casa": semmai bisognerebbe educarle a fare attenzione al partner che scelgono, più che a chi possono incontrare per strada.
Io pensavo davvero a MiniMae, che realisticamente non verrà cresciuto con una particolare propensione al rischio.
E non fare sesso in giro mi sembra una buona (cioè che io darei) indicazione per figli di qualsiasi orientamento sessuale, anche se mi parrebbe strano arrivare a raccomandarlo.
In effetti mio fratello ha avuto qualche problema di bullismo (io appena appena) e di risse, non per colpa sua.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Camelia - Ottobre 27, 2013, 05:14:30 pm
L'altro giorno sono andata a vedere l'allenamento di calcio di un bimbo di cui conosco i genitori, me l'avevano chiesto loro e ci ero già andata una volta (e quello che racconto è successo entrambe le volte).
Il bambino ha pochi anni, ha appena cominciato e insomma è un bambino e neanche Pelè è nato imparato no? E' stato interessante vedere la tensione, i pugni stretti e la mascella serrata del padre ogni volta che il figlio sbagliava (spesso) e l'allenatore lo riprendeva; si vedeva proprio che gli provocava una fitta al cuore e una frustrazione incredibile credo resa ancora peggiore dal fatto che c'ero io, per tutto il tempo ha ripetuto "Di solito non fa così, le altre volte è bravo, non capisco perché oggi fa cosi e... Da dai cosa fai?! Corri! Corri! Tira forte!!". Alla fine i bimbi si sono divisi in squadre e hanno fatto una partita tra loro, più o meno tutti hanno fatto gol tranne lui. L'incazzatura del padre era ai massimi livelli, quando il bimbo ci ha raggiunto ha continuato nello stesso tono in parte rivolgendosi al bambino in parte a me tra lo scherzoso e l'incazzato "Ma che hai combinato oggi? Non hai fatto neanche un gol!! L'altra volta ne hai fatti due! Camelia penserà che sei un imbranato, diglielo che sei bravo invece e che i gol li fai!"
E io  :o ma no sei stato bravissimo ecc...
Poi tra un discorso (sempre perché continuava "Ma non devi essere imbranato, devi andarci addosso agli altri") e l'altro viene fuori che all'asilo c'è un bulletto che gli da il tormento e lo pesta e il padre tutto infervorato "Perché tu ti fai pestare!! Gliene devi dare tu più forte capito? Ma papà non ti ha fatto vedere come si danno i pugni?" e poi mi dice che hai intenzione di toglierlo da calcio e iscriverlo a un corso di ...non ricordo il nome comunque a dar botte, forse judo non mi ricordo "Così impara a dare calci e pugni".

Ecco in un topic tra i tanti luoghi comune sul perché "è meglio un maschio che una femmina" c'era il -un maschio è più facile di una femmina ecco col cavolo soprattutto per i padri (non per tutti ovviamente ma questo che ho visto mi sembra un buon caso e abbastanza diffuso) che appena il bimbo impara a camminare hanno le seguenti ossessioni
-sarà un vero uomo? sarà quello che picchia e non quello picchiato? sarà un incapace? Un deboluccio? e oddio non sarà mica finocchio, effeminato ecc...?
Tra l'altro il padre non è John McClane ma una mezza sega.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Dark Star - Ottobre 27, 2013, 05:25:36 pm
comunque a dar botte, forse judo non mi ricordo "Così impara a dare calci e pugni".
NON SONO BOTTE   >:(
Proprio i Kata del Judo sono particolarmente incentrati sull' uso della forza dell' avversario.
(Diglielo! Anzi no, così il bambino avrà un' arma in più per sopportarlo  :()

Citazione
Tra l'altro il padre non è John McClane ma una mezza sega.
Giuro che avevo letto Troy McClure ( :rotfl:)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Camelia - Ottobre 27, 2013, 05:33:48 pm
Eh ho detto judo per ignoranza ma era un altro nome ma non lo ricordo, comunque il principio era quello! Fai un corso di arti marziali così diventi un violento.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Dark Star - Ottobre 27, 2013, 05:43:32 pm
Mamma, spero che lo faccia davvero. Il corso. E che diventi un sesto dan.
'sti genitori monomaniaci...
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Crocs - Ottobre 27, 2013, 05:56:48 pm
Spero che lo faccia il corso, spesso queste arti marziali sono molto incentrate sull'autocontrollo, cosa che gli servirà per sopportare il padre.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lucaluca - Ottobre 27, 2013, 06:00:35 pm
Per la serie parità di condizioni, avendo assistito per motivi lavorativi ad innumerevoli saggi di danza e similia, in cui erano coinvolte mamme e figli/e, posso dire di aver visto molto ma molto di peggio a livello di isteria genitoriale.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Dark Star - Ottobre 27, 2013, 06:09:16 pm
Spero che lo faccia il corso, spesso queste arti marziali sono molto incentrate sull'autocontrollo, cosa che gli servirà per sopportare il padre.
Certo, era quello che intendevo dall' inizio. Un sesto dan è un sesto dan interiormente, anzitutto. La forza, occidentalmente intesa, non c' entra nulla. Se pensi che tra i pochissimi che sono giunti al decimo dan vi è una donna di 98 anni...(non so se è ancora in vita).
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lucaluca - Ottobre 27, 2013, 06:15:27 pm
Mio cuggino è arrivato al 20simo dan e ti uccide con la sola imposizione delle mani, poi ovviamente risorgi.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Dark Star - Ottobre 27, 2013, 06:17:44 pm
Ma tuo cuggino ha 196 anni!
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lucaluca - Ottobre 27, 2013, 06:24:27 pm
e non può morire ed indossa una pelle di leopardo nero
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Dark Star - Ottobre 27, 2013, 06:28:55 pm
 :nonono: una pelle di pantera albina con cintura nera, di leopardo
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lucaluca - Ottobre 27, 2013, 06:39:54 pm
una pantera con cintura nera mi sembra eccessiva persino per mio cuggino
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: sir_perceval - Ottobre 27, 2013, 09:14:32 pm
Le arti marziali insegnano la dominazione degli istinti violenti, non la violenza. Io non sono un violento, sono cresciuto in una famiglia dove mi sono stati messi in mano testi sulla non violenza più o meno da quando sono stato in grado di leggere.
Però.
Mio padre è cresciuto nel quartiere milanese dove oggi è avvenuto un doppio omicidio.
Mi ha mandato a karate da piccolo, perché sosteneva che dovevo essere in grado di andare in giro da solo.
Quando l'anno scorso mi hanno aggredito in due per portarmi via il portafoglio, è finita che non mi hanno preso niente perché sono stato in grado di difendermi.
In più, ogni volta che mi becco il coglionazzo omofobo di turno che prova a venirmi addosso, ringrazio mio padre per avermi mandato a karate perché è il modo in cui ho imparato a gestire la situazione. Con questo non intendo che picchio l'omofobo (anche se ne sarei in grado), ma che capisco come evitare gli scontri gestendo esattamente quel tipo di aggressività che lui non domina, ma io sì.

Le arti marziali insegnano soprattutto questo.

Quanto al fanatismo degli adulti per lo sport dei bambini, mi viene in mente una cosa divertente.
Conosco almeno tre insegnanti elementari che consigliano ai genitori di mandare a calcio i ragazzi particolarmente effemminati, "così non vengono su froci".
A me fa ridere il fatto che esista ancora gente convinta dell'efficacia di certi rimedi. Per dire, metà dei ragazzi che ho conosciuto in Arcigay faceva calcio...
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Crocs - Ottobre 27, 2013, 09:39:40 pm

Conosco almeno tre insegnanti elementari che consigliano ai genitori di mandare a calcio i ragazzi particolarmente effemminati, "così non vengono su froci".


Che poi io mi chiedo come ragionino... al di là dell'intrinseca idiozia del concetto che uno sport possa cambiare l'orientamento sessuale, è proprio un ragionamento che fa acqua da tutte le parti.
A tuo figlio forse piacciono i ragazzi? Fagli praticare uno sport dove sarà sempre a contatto con altri maschi che corrono sudati in mutande dietro ad una palla, in cui si faranno la doccia tutti insieme e gireranno mezzi nudi in spogliatoio... :sisisi:
Metodo foolproof, proprio.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Allevi3MSC - Ottobre 27, 2013, 09:50:27 pm
[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=R0JK45--sbw[/youtube]
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: sir_perceval - Ottobre 27, 2013, 09:52:28 pm

Conosco almeno tre insegnanti elementari che consigliano ai genitori di mandare a calcio i ragazzi particolarmente effemminati, "così non vengono su froci".


Che poi io mi chiedo come ragionino... al di là dell'intrinseca idiozia del concetto che uno sport possa cambiare l'orientamento sessuale, è proprio un ragionamento che fa acqua da tutte le parti.
A tuo figlio forse piacciono i ragazzi? Fagli praticare uno sport dove sarà sempre a contatto con altri maschi che corrono sudati in mutande dietro ad una palla, in cui si faranno la doccia tutti insieme e gireranno mezzi nudi in spogliatoio... :sisisi:
Metodo foolproof, proprio.

Esatto! Ma credo riguardi un fondamentale errore che si fa tra ruolo di genere (cioè tutti quegli attributi che vengono attaccati al sesso biologico) e orientamento sessuale.
Per cui se a un ragazzo piacciono le barbie e il rosa, diventerà sicuramente omosessuale.
All'inverso, dunque, se gli fai fare attività che sono "naturalmente" da maschio - come se esistessero attività "naturalmente" fatte per un maschio o una femmina, perlomeno tra quelle praticabili da un bambino- allora sicuramente questo avrà ricadute sul suo orientamento sessuale.

Comunque l'unico effetto che si può ottenere menandola su questo "essere uomini a tutti i costi" è il seguente. Se per caso il bimbo è veramente omosessuale (cosa che comunque non è provata dalle sue preferenze: uno può benissimo essere etero e anche "effemminato"), interiorizzerà molta omofobia, avrà più problemi ad accettarsi e magari finirà come il tizio che si è buttato dal balcone oggi a Roma.
Punto. Questo è il massimo che si può fare.


In ogni caso mi è anche venuto in mente un trucco che uso quando lavoro nelle colonie estive. Se mi rendo conto che i livelli di aggressività tra i maschietti sono troppo alti, la prima cosa che faccio è eliminare il calcio dalle attività giornaliere. In genere, noto che quello per i bambini non è tanto uno sport quanto un "teatro" dove mettere in scena e risolvere la conflittualità. Se l'aggressività aumenta, però, il calcio si trasforma in un mezzo per acuire quelle conflittualità. In genere, quando lo elimino, i ragazzi trovano altri modi per confrontarsi e finiscono per risolvere velocemente molte questioni.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Dark Star - Ottobre 28, 2013, 12:39:04 am
La prima volta che approcciai bene il punto fu dopo la lettura di "Middlesex"- l' intersessualità offre spunto perfetto per riflessione su identità, ruolo e orientamento.

Non so come sarebbe leggerlo oggi, un' altra me lesse ed era troppo tabula rasa in confronto ad ora.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lucaluca - Ottobre 28, 2013, 02:15:10 pm
Secondo me la maggioranza dei calciatori è uomasessuala, oppure sono come balotelli.
Mi chiedo sempre se temo più che mio figlio diventi ghei o si faccia la cresta come balottelli.
Però lo penso a voce bassa non vorrei che mi accusassero di ballotellofobia, in fondo mica è colpa di ballottelli se è così.

Sulle arti marziali non ho mai visto nessuno che non fosse aggressivo a praticarle, la cosa dell'autocontrollo l'ha pure il pugile di periferia a cui insegnano a stare calmo altrimenti muovendosi scompostamente fa il gioco dell'avversario, credo alla terza lezione.
Non mi è mai capitato di vedere uno che continua ad eludere all'infinito i colpi di qualcuno inferocito, a meno che per sfruttare la forza dell'avversario intendiate trucchi tipo "uno tenta di darmi una testata sul volto ed allora io alzo il gomito e lui si spacca la faccia da solo sul mio gomito".
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Dark Star - Ottobre 28, 2013, 02:22:46 pm
Non posso rispondere, non ho autocontrollo  ;D
T' inviterò ad una gara di Karate. Mio cuggino mio cuggino è talmente serafico che mi sento aggressiva solo a dirgli "ciao".

P.S. La forza dell' avversario si sfrutta con le leve...(ritiro la somiglianza attribui-ta-ti: ora sei solo nell' universo).
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Dark Star - Ottobre 28, 2013, 02:24:07 pm
(comunque è bello che sei qui, anche se nell' universo sei solo)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lucaluca - Ottobre 28, 2013, 02:26:34 pm
Mi spiace a me piace solo guardare il pugilato, non guardo gente che non si toglie l'accapatoio per combattere.

Curiosità personale, perchè non mi ricordo il tuo nomignolo, dark star è dal film dark star?
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Dark Star - Ottobre 28, 2013, 02:38:54 pm
Non ti ricordi perché non c' ero.
No.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: NuovaCarne - Ottobre 28, 2013, 02:45:57 pm
No.
ah
Pure io pensavo he era preso da lì
Ti avevo pure assegnato anche dei punti pizza sulla fiducia, te li devo ritirare!  ;D
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Dark Star - Ottobre 28, 2013, 02:49:46 pm
Ma cosa ne sai? Magari viene anche da qualcosa di meglio.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Dark Star - Ottobre 28, 2013, 02:50:52 pm
(ragazzi, il film mi piace moltissimo, ma perché dovrei scegliere di chiamarmi come una nave?!?)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mixarchagevas - Ottobre 28, 2013, 04:30:52 pm
c'era un gruppo, anni fa, nemmeno male
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Dark Star - Ottobre 28, 2013, 04:47:36 pm
Ma hai letto me?
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Dark Star - Ottobre 28, 2013, 06:55:24 pm
La vita che imita l' arte che imita le scenggiature

http://bari.repubblica.it/cronaca/2013/10/28/news/non_passi_la_palla_a_mio_figlio_bimbo_schiaffeggiato_in_campo-69657650/?ref=HREC1-9

http://www.youtube.com/watch?v=I0n73UtDsGM
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: NuovaCarne - Ottobre 28, 2013, 08:03:06 pm

Il bambino ha pochi anni, ha appena cominciato e insomma è un bambino e neanche Pelè è nato imparato no?
Oliver Atton sì però!

(http://31.media.tumblr.com/4e0f0de2477a1bfa0c143e8fa81b6f3b/tumblr_mpvt331lug1rmisibo1_400.gif)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Camelia - Ottobre 28, 2013, 09:01:34 pm
E io che credevo che lo sport servisse per sfogare l'aggressività, evidentemente esaspera quella dei genitori (scemi).

L'ho così disprezzato vedendo la preoccupazione che il figlio gli facesse fare brutta figura e la meschinità a insegnargli "Se ti danno una botta tu dalla più forte, devi essere tu quello che picchia". Bell'insegnamento e la legge della giungla no?
E come ho scritto nell'altro post è un ometto isterico col mestruo, tutt'altro che virile.
Non ho scritto che comunque il bambino è già sulla buona strada visto che strappa le cose dalle mani degli estranei, mostra un'aggressività fuori dal normale se gli tolgono o spengono i videogiochi, e molla calci e pugni con disinvoltura per rapportarsi con gli adulti, anche a me che esitavo a dargli il mio cellulare me ne ha date un bel po' sulle braccia con quella forza che hanno i bambini di oggi ipernutriti. Non viene neanche ripreso "Eh sai i maschi fan così" detto con un po' di orgoglio.
Ah posso dire che il discorso bambino timido e imbranato = futuro gay è una cagata pazzesca visto che ne conosco 2-3 per cui è stato esattamente il contrario?
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mae - Ottobre 30, 2013, 12:20:12 pm
(I bambini hanno molta più forza di quanta gliene si attribuisca.  :ohoh:)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Misia - Ottobre 30, 2013, 12:24:05 pm
C'hai un piccolo Ercole in casa?  :ohoh:
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mixarchagevas - Ottobre 30, 2013, 01:10:03 pm
Un amico ingegnere ne teme le imprevedibili qualità vettoriali (degli infanti)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Camelia - Ottobre 30, 2013, 03:48:18 pm
(I bambini hanno molta più forza di quanta gliene si attribuisca.  :ohoh:)

me ne sono accorta :basito:

è tutta quella roba che gli danno da mangiare in quantità industriale, non ho conosciuto un solo genitore che non fosse mortalmente preoccupato dagli interrogativi "Assumerà abbastanza ferro? Assumerà abbastanza calcio?" e vengono fuori questi piccoli mostri violenti.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lucaluca - Ottobre 30, 2013, 03:56:50 pm
Un bambino non sarai mai abbastanza forte finchè non sarà più forte di papà.

II legge di bambinodinamica secondo lucaluca.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mae - Ottobre 30, 2013, 07:17:37 pm
(I bambini hanno molta più forza di quanta gliene si attribuisca.  :ohoh:)

me ne sono accorta :basito:

è tutta quella roba che gli danno da mangiare in quantità industriale, non ho conosciuto un solo genitore che non fosse mortalmente preoccupato dagli interrogativi "Assumerà abbastanza ferro? Assumerà abbastanza calcio?" e vengono fuori questi piccoli mostri violenti.

Piacere, sono Mae.  :)

Il mio bimbo non è ipernutrito, credo, visto che secondo le statistiche è molto piccino. Al mare voleva prendere i sassolini e mangiarli, così gli ho offerto un grosso sasso per distrarlo, pensando che non sarebbe riuscito a sollevarlo e metterlo in bocca. Be', mi sbagliavo.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Camelia - Ottobre 30, 2013, 07:42:49 pm
Citazione
Piacere, sono Mae
   
???

non tutti ok  ;D però la maggior parte mi sembra di sì, mangioni orgoglio di mamma e papà.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Crocs - Ottobre 31, 2013, 09:46:48 am
(I bambini hanno molta più forza di quanta gliene si attribuisca.  :ohoh:)

Sì è vero, si tende a pensare "aaah un bambino indifeso che carino, che può fare?"... invece hanno una forza proporzionata alla loro stazza, che è vero, è minore di quella di un adulto, ma non è neanche che siano fatti di burro.
Insomma se un bambino di sette anni ti tira un calcione ben piazzato può farti ben male.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mae - Ottobre 31, 2013, 04:29:05 pm
Citazione
Piacere, sono Mae
   
???

non tutti ok  ;D però la maggior parte mi sembra di sì, mangioni orgoglio di mamma e papà.
Sì, poi diventano bovi enormi. È anche vero che si subisce molto terrorismo psicologico.
Però in un forum di mamme pazze c'era chi si bullava del peso del proprio bimbo, il doppio del normale (bimbo di sei mesi o giù di lì).  :ohoh:
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: NuovaCarne - Ottobre 31, 2013, 07:16:06 pm
drrrrin! dolcetto o scherzetto?
tieni bambino, mi sono giusto avanzate le caramelle drogate da stamattina
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Betty Moore - Novembre 01, 2013, 01:54:46 pm
drrrrin! dolcetto o scherzetto?
tieni bambino, mi sono giusto avanzate le caramelle drogate da stamattina


 :rotfl:
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Allevi3MSC - Novembre 01, 2013, 01:58:51 pm
Ieri, mentre andavo in birreria con un porta-bicchiere (http://www.pr64.it/porta_bicchiere.gif) al collo pieno di dolcetti, ho incontrato un gruppo di ragazzine vestite da streghe che andavano in giro con le loro sportine a forma di zucca... stavo per fermare la bicicletta e distribuire torroncini, gelatine e gianduiotti... poi sono stato trattenuto dalla cultura del sospetto.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Betty Moore - Novembre 01, 2013, 02:02:10 pm
ma allevi è un tenerone  :commosso: :vojo:
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mixarchagevas - Novembre 01, 2013, 02:08:48 pm
Potevi tirarglieli dietro urlando, preventivamente, di non avvicinarsi per nessun motivo
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Allevi3MSC - Novembre 01, 2013, 02:09:13 pm
Potevi tirarglieli dietro urlando, preventivamente, di non avvicinarsi per nessun motivo

 :rotfl:
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: NuovaCarne - Novembre 01, 2013, 02:12:24 pm
Ieri, mentre andavo in birreria con un porta-bicchiere (http://www.pr64.it/porta_bicchiere.gif) al collo pieno di dolcetti, ho incontrato un gruppo di ragazzine vestite da streghe che andavano in giro con le loro sportine a forma di zucca... stavo per fermare la bicicletta e distribuire torroncini, gelatine e gianduiotti... poi sono stato trattenuto dalla cultura del sospetto.
(http://i1.ytimg.com/vi/v7FfRtKnoZ4/hqdefault.jpg)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mae - Novembre 01, 2013, 04:24:16 pm
Erano dolcetti per uso personale? Eri vestito da peccati capitali (invidia, gola, e avarizia)?
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Allevi3MSC - Novembre 01, 2013, 04:40:33 pm
Erano dolcetti per chiunque, me compreso.
Ero vestito normalmente.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mae - Novembre 01, 2013, 04:42:21 pm
Be', è alquanto incoerente girare con dei dolcetti da distribuire e diffidare di ragazzine in cerca di dolcetti. Ma in effetti potevano anche essere streghe vere, se non avevi dell'aglio o almeno una scopa di saggina con te, sei stato prudente.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Allevi3MSC - Novembre 01, 2013, 04:44:15 pm
;D
Ovviamente la diffidenza sarebbe stata loro nei miei confronti.

Poi in birreria i dolcetti li ho distribuiti, intendiamoci. A gente che più o meno conosco di vista e adulta.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mae - Novembre 01, 2013, 04:49:16 pm
Allora sarebbero incoerenti loro! Mah.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: PiantaGrassa - Novembre 02, 2013, 11:56:40 am
ma vivete in grandi città? da me non è passato nessuno, e non ho mai sentito nessuno da ci sono passati ragazzini
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: NuovaCarne - Novembre 02, 2013, 12:02:58 pm
ma vivete in grandi città? da me non è passato nessuno, e non ho mai sentito nessuno da ci sono passati ragazzini
da me (che non vivo certo in una grande città) i bambini vanno a scampanellare limitatamente al loro condominio, probabilmente perchè i genitori non si fidano molto di mandarli a zonzo da soli la sera.
Magari non vivi in un condominio, o nel tuo condominio non ci sono mocciosi?
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Allevi3MSC - Novembre 02, 2013, 12:08:54 pm
Si tratta di un'usanza che funziona bene nel contesto suburbano degli Stati Uniti... non mi è mai stato troppo chiaro cosa facciano i bambini di NY City, forse vanno nel New Jersey.

Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: NuovaCarne - Novembre 02, 2013, 12:10:07 pm
Si tratta di un'usanza che funziona bene nel contesto suburbano degli Stati Uniti...  non mo è mai stato troppo chiaro cosa facciano i bambini di NY City,
eh
forse pure loro rompono i cojoni solo nel loro condominio  ;D
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lucaluca - Novembre 02, 2013, 12:10:26 pm
Per scherzetto hanno la pistola, per bambini, carica e il dito sul grilletto.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: sopia - Novembre 02, 2013, 12:10:33 pm
ma vivete in grandi città? da me non è passato nessuno, e non ho mai sentito nessuno da ci sono passati ragazzini
da me (che non vivo certo in una grande città) i bambini vanno a scampanellare limitatamente al loro condominio, probabilmente perchè i genitori non si fidano molto di mandarli a zonzo da soli la sera.
Magari non vivi in un condominio, o nel tuo condominio non ci sono mocciosi?
ma accompagnarli no? :basito:

qui da me l'usanza si è diffusa da un po', confesso che alle elementari l'ho fatto anch'io :basito:
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: sopia - Novembre 02, 2013, 12:11:26 pm
ma una cosa organizzata eh, tipo la gente che voleva essere importunata alle 10 di sera metteva una candela fuori casa o giù di lì
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: NuovaCarne - Novembre 02, 2013, 12:12:27 pm
ma accompagnarli no? :basito:
forse si vergognano di andare a scassare la uallera ai vicini, giustamente :asd:
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: PiantaGrassa - Novembre 02, 2013, 12:14:54 pm
ma vivete in grandi città? da me non è passato nessuno, e non ho mai sentito nessuno da ci sono passati ragazzini
da me (che non vivo certo in una grande città) i bambini vanno a scampanellare limitatamente al loro condominio, probabilmente perchè i genitori non si fidano molto di mandarli a zonzo da soli la sera.
Magari non vivi in un condominio, o nel tuo condominio non ci sono mocciosi?

sì abito in un condominio e ce ne sono altri attorno. qualche bambino c'è ma non ho mai visto nessuno girare.
comunque non aprirei :asd:
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: NuovaCarne - Novembre 02, 2013, 12:15:49 pm
comunque non aprirei :asd:
:asd:
io faccio finta di non essere in casa

(http://www.wupr.org/wp-content/uploads/2013/01/scrooge1.jpg)
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mixarchagevas - Novembre 02, 2013, 01:26:58 pm
Per scherzetto hanno la pistola, per bambini, carica e il dito sul grilletto.
In effetti i secondi che sono passati in azienda, respinti, hanno avanzato un "noi entriamo a prenderceli in ogni caso"; resi edotti di essere stati preceduti di un soffio da concorrenti, si sono congedati chiedendo "da quanti minuti e verso dove?"...
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Kro - Novembre 02, 2013, 01:55:43 pm
Per scherzetto hanno la pistola, per bambini, carica e il dito sul grilletto.
In effetti i secondi che sono passati in azienda, respinti, hanno avanzato un "noi entriamo a prenderceli in ogni caso"; resi edotti di essere stati preceduti di un soffio da concorrenti, si sono congedati chiedendo "da quanti minuti e verso dove?"...

missione punitiva ;D
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mae - Novembre 02, 2013, 04:56:17 pm
Io (a Milano) ho visto un paio di gruppi di mamma+bimbi travestiti dirigersi verso una festicciola.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Crocs - Novembre 02, 2013, 05:07:38 pm
Da me sono passati, ma noi non avevamo dolcetti in casa (lo so, siamo tristi)...
Ho chiesto quindi uno scherzetto e una bambina mi ha sgonfiato in faccia un palloncino tipo scoreggia.

Credo che negli Stati Uniti, nelle città, ci sia un adulto o due che accompagna ogni gruppetto.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: fedevì - Novembre 02, 2013, 05:16:28 pm
L'ho fatto anch'io, alle elementari e alle medie, con gli altri bambini del condominio. Due o tre giorni prima di Halloween attaccavamo nelle varie portinerie un biglietto, per avvisare che saremmo passati ed evitare che le persone molto anziane si "spaventassero"; comunque non citofonavamo mai dopo le 21:30, in modo da non rompere troppo le scatole.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Dark Star - Novembre 02, 2013, 05:46:10 pm
In generale, io faccio quasi sempre finta di non essere in casa.
A volte non apro nemmeno agli amici, se non eravamo d' accordo per quell' ora.
Forse avrei potuto farmi dare dai bambini i dolci che avevano ricevuto.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: sir_perceval - Novembre 02, 2013, 05:54:29 pm
Da me sono passati ma io ero fuori a festeggiare.
Ero sui navigli (per i non pratici, è un luogo pieno di locali) e i bambini passavano pure lì... la cosa strana è che i baristi, organizzatissimi, avevano preparato i dolcetti.
Ho l'impressione che questa pratica si sia diffusa molto più di quanto pensassi.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Dark Star - Novembre 02, 2013, 06:26:25 pm
Anche io ero sul Naviglio nel pomeriggio, ed era pieno di bambini scorrazzanti.
Quando sono andata a bere una birra abbastanza presto con un amico effettivamente era pieno di dolcetti anche lì, ma non avevo associato, pensavo fosse un aperitivo origgginale in preparazione (e stavo per prenderne uno con nonchalance, non fosse che la birra era amara e salata e avrebbe cozzato).
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: mirtillosa* - Novembre 02, 2013, 06:31:48 pm
Io non so neanche che tipo di dolcetto sia quello di halloween, vivo proprio in un mondo a parte!
Da me hanno bussato giovedì pomeriggio, io non ho aperto perchè non avevo niente da dare e non volevo subire scherzi, la mia vicina ha aperto, credo che abbia dato loro delle caramelle o cioccolatini, non so
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Allevi3MSC - Novembre 02, 2013, 07:22:18 pm
evitare che le persone molto anziane si "spaventassero"

Ricordo la nonna della mia ex, in un piccolo e deprimente paesino lombardo, una sera di qualche anno fa, terrorizzata da questi ragazzini; per prenderla in giro le era stato detto che erano "strolag" (zingari).
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Allevi3MSC - Novembre 02, 2013, 07:23:28 pm
La moda delle Gose ha preso anche Dark Stark.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Allevi3MSC - Giugno 08, 2014, 04:22:05 pm
Un altro mio amico d'infanzia aspetta un figlio.
Non ti puoi più fidare di nessuno.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Impenitente - Giugno 08, 2014, 07:08:02 pm
Ultimamente tendo a pensare siano pressappoco degli aguzzini che si divertono a giocare con le vite altrui.
Dei nazisti
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Mixarchagevas - Giugno 08, 2014, 09:01:44 pm
Basta averci i soldi dei genitori e la collocazione sociale... (c'é chi può organizzare una famiglia anche se la azienda di proprietà va male... per dire... o chi ha genitori con pensioni solide e buone uscite da pensione consistenti, anche se la professione, da sola, non consentirebbe...)

Io ho smesso di pensarci ma se avessi avuto migliore fortuna avrei considerato la questione con favore
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Allevi3MSC - Giugno 08, 2014, 09:05:19 pm
Questo è arrivato alla soglia dei 41, senza figliare... uno cominciava a sperare di essere al sicuro.
Ma non veramente, visto che lei è parecchio più giovane.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: lucaluca - Giugno 10, 2014, 04:18:41 pm
Veramente un uomo biologicamente può far figli fino ai 60 eh
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Allevi3MSC - Giugno 10, 2014, 04:29:40 pm
Anche oltre, ma normalmente se uno oltre una certa età non ha avuto il primo non comincia.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bellatrix - Giugno 11, 2014, 09:52:15 pm
Non sono d'accordo. Quelli che ce li hanno già, difficile che li facciano con la nuova compagna. Sentono di aver già dato. Quello più anziano e senza figli, si fa fregare più facilmente
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Archibald - Giugno 12, 2014, 08:54:09 am
Io di primipari attempati ne vedo tanti.
Titolo: Re: Bambini? No, grazie!
Inserito da: Bellatrix - Giugno 12, 2014, 10:55:03 am
Infatti Arch, quello che dicevo anche io