Autore Topic: Riforma della scuola... Perche' protestare??  (Letto 53338 volte)

Rita

  • Tortellyno
  • ****
  • Post: 2815
  • Stento a crederci
Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
« Risposta #180 il: Novembre 04, 2008, 11:50:21 pm »
Consolamose co' l' ...
Date a Dio quel che è di Dio e a San Giuseppe la tredicesima.


Siminsen

  • Visitatore
Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
« Risposta #182 il: Novembre 07, 2008, 02:11:46 pm »
Consolamose co' l' ...

Non l'avevo vista! Deliziosa la rivolta dei facinorosi quattrenni nella scuola materna di Sondrio!  :D

SaintJust

  • Visitatore
Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
« Risposta #183 il: Novembre 08, 2008, 08:00:52 pm »
http://www.repubblica.it/2008/11/sezioni/scuola_e_universita/servizi/scuola-2009-6/cossiga-consigli/cossiga-consigli.html

Citazione
ROMA - Aveva iniziato consigliando l'uso di infiltrati nei cortei ed evocando le maniere forti da parte delle forza dell'ordine. Oggi Francesco Cossiga torna a dispensare suggerimenti, non richiesti, al capo della polizia Antonio Manganelli. E sono di nuovo parole destinate ad alimentare polemiche. "Serve una vittima e poi si potranno usare le maniere forti", dice. [...]

Cossiga: "Per il consenso serve la paura". Il ragionamento dell'ex presidente è affidato a una lettera aperta: "Un'efficace politica dell'ordine pubblico deve basarsi su un vasto consenso popolare, e il consenso si forma sulla paura, non verso le forze di polizia, ma verso i manifestanti". Per Cossiga, che pensa alle tensioni che hanno segnato le manifestazioni degli studenti di questi giorni, è stato "un grave errore strategico" reagire con "cariche d'alleggerimento, usando anche gli sfollagente e ferendo qualche manifestante".

La "tattica cossighiana". In pratica si tratta di disporre "che al minimo cenno di violenze di questo tipo, le forze di polizia si ritirino". A questo punto, continua Cossiga, "l'ideale sarebbe che di queste manifestazioni fosse vittima un passante, meglio un vecchio, una donna o un bambino, rimanendo ferito da qualche colpo di arma da fuoco sparato dai dimostranti: basterebbe una ferita lieve, ma meglio sarebbe se fosse grave, ma senza pericolo per la vita".

"La gente deve odiare i manifestanti". Una situazione che farebbe crescere fra la gente "la paura dei manifestanti e con la paura l'odio verso di essi e i loro mandanti o chi da qualche loft, o da qualche redazione, ad esempio quella de L'Unità, li sorregge". Tra i danneggiamenti invocati, Cossiga si augura che possano accadere alla sede dell'arcivecovo di Milano o a qualche sede della Caritas o di Pax Christi.

I tempi dell'intervento. "Io aspetterei ancora un po' - continua Cossiga - e solo dopo che la situazione si aggravasse e colonne di studenti con militanti dei centri sociali, al canto di Bella ciao, devastassero strade, negozi, infrastrutture pubbliche e aggredissero forze di polizia in tenuta ordinaria e non antisommossa e ferissero qualcuno di loro, anche uccidendolo, farei intervenire massicciamente e pesantemente le forze dell'ordine contro i manifestanti".

SaintJust

  • Visitatore
Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
« Risposta #184 il: Novembre 08, 2008, 08:03:51 pm »
http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/politica/200811articoli/38011girata.asp

Citazione
«Un’efficace politica dell’ordine pubblico deve basarsi su un vasto consenso popolare, e il consenso si forma sulla paura, non verso le forze di polizia, ma verso i manifestanti». Ne è convinto il presidente emerito della Repubblica Francesco Cossiga, che, per questo, in una lettera aperta dà dei «consigli», sul filo del paradosso, al Capo della Polizia Antonio Manganelli. Per il senatore a vita è stato «un grave errore strategico» reagire con «cariche d’alleggerimento, usando anche gli sfollagente e ferendo qualche manifestante» ai cortei che si sono fatti più minacciosi. «A mio avviso - scrive Cossiga - dato che un lancio di bottiglie o insulti contro le forze di polizia, l’occupazione di stazioni ferroviarie, qualche automobile bruciata non è cosa poi tanto grave, il mio consiglio è che in attesa di tempi peggiori, che certamente verranno, Lei disponga che al minimo cenno di violenze di questo tipo, le forze di polizia si ritirino, in modo che qualche commerciante, qualche proprietario di automobili, e anche qualche passante, meglio se donna, vecchio o bambino, siano danneggiati e cresca nella gente comune la paura dei manifestanti e con la paura l’odio verso di essi e i loro mandanti o chi da qualche loft o da qualche redazione, ad esempio quella de L’Unità, li sorregge».

SaintJust

  • Visitatore
Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
« Risposta #185 il: Novembre 08, 2008, 08:16:53 pm »
http://mobile.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Resaula&leg=16&id=00315053&part=doc_dc-ressten_rs-ddltit_sdddddl1108ieu-trattazione_dg-intervento_porettipd&parse=no&toc=no&mobile=si&index=si

Citazione
Un componente illustre di quest'Assemblea, il presidente emerito e senatore a vita Francesco Cossiga, suggerisce una risposta. Ce la suggerisce oggi attraverso un'intervista a "Quotidiano.net Il Giorno il Resto del Carlino La Nazione" e credo che non possiamo ignorare la gravità di queste parole e di questo intervento. Il titolo dell'intervista è: «Bisogna fermarli, anche il terrorismo partì dagli atenei».

Il testo è il seguente: «Presidente Cossiga, pensa che minacciando l'uso della forza pubblica contro gli studenti Berlusconi abbia esagerato? "Dipende, se ritiene d'essere il Presidente del Consiglio di uno Stato forte, no, ha fatto benissimo. Ma poiché l'Italia è uno Stato debole, e all'opposizione non c'è il granitico PCI ma l'evanescente PD, temo che alle parole non seguiranno i fatti e che quindi Berlusconi farà una figuraccia". Quali fatti dovrebbero seguire? "Maroni dovrebbe fare quel che feci io quand'ero Ministro dell'interno"». Giorgiana Masi?

«Ossia? "In primo luogo, lasciar perdere gli studenti dei licei, perché pensi a cosa succederebbe se un ragazzino rimanesse ucciso o gravemente ferito...". Gli universitari, invece? "Lasciarli fare. Ritirare le forze di polizia dalle strade e dalle università, infiltrare il movimento con agenti provocatori pronti a tutto, e lasciare che per una decina di giorni i manifestanti devastino i negozi, diano fuoco alle macchine e mettano a ferro e fuoco le città"». Quello che è ritratto nelle fotografie di quella manifestazione dove è rimasta uccisa Giorgiana Masi? Quello con la maglia a strisce? Questi agenti devono essere pronti a tutto?

«"Dopo di che, forti del consenso popolare, il suono delle sirene delle ambulanze dovrà sovrastare quello delle auto di polizia e carabinieri". Nel senso che... "Nel senso che le forze dell'ordine non dovrebbero avere pietà e mandarli tutti in ospedale. Non arrestarli, che tanto poi i magistrati li rimetterebbero subito in libertà, ma picchiarli e picchiare anche quei docenti che li fomentano". Anche i docenti? "Soprattutto i docenti". Presidente, il suo è un paradosso, no? "Non dico quelli anziani, certo, ma le maestre ragazzine sì. Si rende conto della gravità di quello che sta succedendo? Ci sono insegnanti che indottrinano i bambini e li portano in piazza: un atteggiamento criminale!". E lei si rende conto di quel che direbbero in Europa dopo una cura del genere? "In Italia torna il fascismo", direbbero. "Balle, questa è la ricetta democratica: spegnere la fiamma prima che divampi l'incendio". Quale incendio? "Non esagero, credo davvero che il terrorismo tornerà a insanguinare le strade di questo Paese"».

SaintJust

  • Visitatore
Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
« Risposta #186 il: Novembre 08, 2008, 08:17:39 pm »
per chi avesse ancora qualche dubbio sull'accaduto, eh

Qualcuno spieghi a questo imbecille arteriosclerotico che la sua "efficace politica dell’ordine pubblico" risulterebbe assai più efficace se evitasse di dichiarare pubblicamente queste losche e illecite macchinazioni. Magari facendolo di nascosto qualche coglione che ci casca lo trova ancora, ma così... bisogna essere proprio microcefali!
« Ultima modifica: Novembre 08, 2008, 08:42:33 pm da SaintJust »

Rita

  • Tortellyno
  • ****
  • Post: 2815
  • Stento a crederci
Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
« Risposta #187 il: Novembre 08, 2008, 08:20:36 pm »
Non riesco ancora a capire il motivo per il quale questo qui si esponga a rendere pubbliche certe sue pensate... non riesco a farmi un'idea, qualcosa mi sfugge.
Posso facilmente immaginare una mente criminale che progetta e mette in atto una simile tattica ma non una che poi la va a svelare.
Temo che questa sia la facciata e che dietro ci sia qualcosa di peggio.
Date a Dio quel che è di Dio e a San Giuseppe la tredicesima.

SaintJust

  • Visitatore
Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
« Risposta #188 il: Novembre 08, 2008, 08:24:24 pm »
Non riesco ancora a capire il motivo per il quale questo qui si esponga a rendere pubbliche certe sue pensate... non riesco a farmi un'idea, qualcosa mi sfugge.
Posso facilmente immaginare una mente criminale che progetta e mette in atto una simile tattica ma non una che poi la va a svelare.
Temo che questa sia la facciata e che dietro ci sia qualcosa di peggio.
tipo?

Rita

  • Tortellyno
  • ****
  • Post: 2815
  • Stento a crederci
Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
« Risposta #189 il: Novembre 08, 2008, 08:27:31 pm »
non lo so, non riesco a immaginare niente di peggio di quello che hai riportato tu, almeno applicato alla nostra società: ed è proprio questo che mi inquieta.
Date a Dio quel che è di Dio e a San Giuseppe la tredicesima.

Makabe Rokurota

  • Visitatore
Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
« Risposta #190 il: Novembre 08, 2008, 08:30:14 pm »
E' un pazzo.
Più che altro c'è da chiedersi perchè lo lasciano parlare. Non ho seguito la faccenda, ma qualcuno ha reagito? Hanno avuto un peso politico le sue affermazioni?
Tutto questo è tragicomico, a me pare davvero un cane sciolto, le cose che dice fanno solo indignare (noi) e quando c'è da darne conto lo prendono tutti per un farneticante, il giocondo del villaggio, al limite ci sorridono su. Come funziona?

E Napolitano è morto?

SaintJust

  • Visitatore
Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
« Risposta #191 il: Novembre 08, 2008, 08:30:57 pm »
non lo so, non riesco a immaginare niente di peggio di quello che hai riportato tu, almeno applicato alla nostra società: ed è proprio questo che mi inquieta.
infatti è troppo stupida come mossa, talmente stupida da risultare strana, oserei dire "sospetta". Però non riesco proprio ad immaginare che tipo di vantaggio "strategico" possa portare una dichiarazione del genere. Forse siamo noi che non siamo abbastanza maliziose  :sisisi:

...O è lui che è DAVVERO arteriosclerotico  ;D

Makabe Rokurota

  • Visitatore
Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
« Risposta #192 il: Novembre 08, 2008, 08:34:51 pm »
Il massimo di strategia che posso vedere dietro tutto questo è che lo lasciano parlare: al limite dice pure la verità, ma è così spudorato, così iperbolico che la cosa più semplice da fare è prendere le cose che dice e negarle in blocco tutte quante.
E' la verità al quadrato: talmente assurda che per reazione non ci vuole credere nessuno.

SaintJust

  • Visitatore
Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
« Risposta #193 il: Novembre 08, 2008, 08:37:26 pm »
Il massimo di strategia che posso vedere dietro tutto questo è che lo lasciano parlare: al limite dice pure la verità, ma è così spudorato, così iperbolico che la cosa più semplice da fare è prendere le cose che dice e negarle in blocco tutte quante.
E' la verità al quadrato: talmente assurda che per reazione non ci vuole credere nessuno.
hahaha molto berlusconiana questa strategia, rientra nella filosofia del "tutto quello che avete sentito non è vero, non è mai successo, è un parto della vostra mente oppure avete frainteso"  ;D  ;D  ;D

SaintJust

  • Visitatore
Re: Riforma della scuola... Perche' protestare??
« Risposta #194 il: Novembre 08, 2008, 08:41:24 pm »
...oppure tutto questo fa parte di un grande esperimento di pinotizzazione