Autore Topic: PD: Partito Deprimente di Putridi Democristiani  (Letto 143866 volte)


Bubu

  • Visitatore
Re:PD: Partito Deprimente di Putridi Democristiani
« Risposta #16 il: Febbraio 17, 2009, 09:11:20 pm »
Ecco,prima che mi bastoni Robocop: Veltroni si è dimesso.

SaintJust

  • Visitatore
Re:PD: Partito Deprimente di Putridi Democristiani
« Risposta #17 il: Febbraio 17, 2009, 09:19:18 pm »

Rita

  • Tortellyno
  • ****
  • Post: 2815
  • Stento a crederci
Re:PD: Partito Deprimente di Putridi Democristiani
« Risposta #18 il: Febbraio 17, 2009, 10:30:22 pm »
si è reso conto velocemente  ::)
Date a Dio quel che è di Dio e a San Giuseppe la tredicesima.

Idraelen

  • Visitatore
Re:PD: Partito Deprimente di Putridi Democristiani
« Risposta #19 il: Febbraio 17, 2009, 11:20:49 pm »
Champagne!

In tutto questo, come al solito, l'unico sano di mente è Di Pietro:
Citazione
È il momento meno opportuno per le critiche, ma dico che chi vuole fare opposizione faccia opposizione

Gli altri li vedo a scartabellarsi da una parte e dall'altra come galline senza testa. Oppure, boh, non se ne fregano.

Sir_Perceval

  • Visitatore
Re:PD: Partito Deprimente di Putridi Democristiani
« Risposta #20 il: Febbraio 18, 2009, 02:12:27 am »
Ecco,prima che mi bastoni Robocop: Veltroni si è dimesso.

Sai che se dal di fuori sembro calmo, dentro di me c'è un orgasmo di sensazioni mai provate?

nonsonougo

  • Visitatore
Re:PD: Partito Deprimente di Putridi Democristiani
« Risposta #21 il: Febbraio 18, 2009, 08:49:18 am »

Più che quale PD io mi sto chiedendo: quale "classe dirigente"?

Questa volta non ci possono nemmeno accusare che "abbiamo la classe politica che ci meritiamo" perchè codesti individui non ce li siamo scelti noi ma ci sono stati imposti da loro stessi.

Io ho messo un segno su un simbolo ma chi e cosa c'era dietro questo simbolo non mi era dato saperlo. Se avessi votato PD avrei potuto contribuire ad eleggere un/una cattolica quasintegralista ma "di sinistra" che non rappresentava affatto le mie idee. Ma lo stesso sarebbe valso se, avendo picchiato la testa contro uno spigolo prima di entrare in cabina, avessi votato per il PDL. L'unica cosa certa sarebbe stata l'aver contribuito all'elezione del Molliccio o del Nano più alto del Mondo come Primo Ministro. Azzo, tutto qui? Tutto qui!

Ora ci troviamo con una classe dirigente fatta strane persone: alcune cresciute alla scuola di "politica" della fininvest, altre alla scuola di eversione del fucilatore Almirante, col condimento di Gladio e della P2, altre ancora cercano di nascondere la loro provenienza comunista (termine ormai diventato praticamente un insulto) e infine, per ultimi, ma non ultimi, coloro che sonio cresciuti alla scuola democristiana dalla quale sembrano aver imparato tutto tranne che la lezione di De Gasperi.

Il problema vero è che, oggi come oggi, ci è impossibile mandare a casa questi personaggi e sostituirli con persone di nostra fiducia.

Il problema vero è che la maggioranza relativa degli elettori ha detto che ha fiducia nei promotori finanziari, nelle soubrette, nei televenditori, nei post fascisti, nei Gladiatori (quelli della "Gladio": forse questo intendeva dire l'innominabile Ministra), nei Piduisti che ancora venerano il venerabile e negli integralisti cattolici.

Sono giunto alla conclusione che (parere personale) per far votare a sinistra gli italiani occorrano persone che abbiano una levatura morale e politica eccezionale, fuori dal comune e soprattutto che credano e portino avanti, senza compromessi, quei valori di eguaglianza e giustizia sociale che sono (oggi è meglio dire "dovrebbero essere") patrimonio della sinistra. Oggi abbiamo omuncoli e donnine che credono che essere di sinistra (sempre parere personale) sia scimmiottare la politica "liberal" dei conservatori e non farsi carico dei problemi e delle angoscie delle persone (stavo per scrivere "classi") che vivono nella precarietà e nel disagio.

Ridatemi Pajetta, Berlinguer ma anche Fanfani e Nenni... o almeno qualcosa che si avvicini...


Makabe Rokurota

  • Visitatore
Re:PD: Partito Deprimente di Putridi Democristiani
« Risposta #22 il: Febbraio 18, 2009, 09:42:42 am »

Sono giunto alla conclusione che (parere personale) per far votare a sinistra gli italiani occorrano persone che abbiano una levatura morale e politica eccezionale, fuori dal comune e soprattutto che credano e portino avanti, senza compromessi, quei valori di eguaglianza e giustizia sociale che sono (oggi è meglio dire "dovrebbero essere") patrimonio della sinistra. Oggi abbiamo omuncoli e donnine che credono che essere di sinistra (sempre parere personale) sia scimmiottare la politica "liberal" dei conservatori e non farsi carico dei problemi e delle angoscie delle persone (stavo per scrivere "classi") che vivono nella precarietà e nel disagio.

Ridatemi Pajetta, Berlinguer ma anche Fanfani e Nenni... o almeno qualcosa che si avvicini...



guarda posso dirti solo che per quello che ho potuto vedere io nella mia regione, i criteri di selezione del personale politicante comunale, provinciale e regionale sono stati e resteranno un incredibile arcano.
Per non parlare poi di posti pubblici all'amministrazione assegnati ad amici, senza bandi o con bandi farlocchi (cioè creati ad hoc). O di triste figure pubbliche che: sono a capo di associazioni culturali prezzemoline, società di comunicazione per la simpaticissima propaganda e contemporaneamente amministrano commissioni pubbiche di gestione di finanziamenti.
Non faccio nomi, posso dire che il nome questo partito è formato da due parole: Rifondazione C. , anzi meglio, R. Comunista.

Poi la gente che li ha votati e che ha organizzato aggratis la campagna elettorale non ha il coraggio di lamentarsi perché, e l'assunto è sempre quello: "mo ci sono loro, teniamoceli, sempre meglio di Fitto".
Vualà.


Eva Duarte

  • Frittata con la marmellata
  • **
  • Post: 995
  • Liquirizia? Si, grazie!
Re:PD: Partito Deprimente di Putridi Democristiani
« Risposta #23 il: Febbraio 18, 2009, 09:59:13 am »

Il problema vero è che la maggioranza relativa degli elettori ha detto che ha fiducia nei promotori finanziari, nelle soubrette, nei televenditori, nei post fascisti, nei Gladiatori (quelli della "Gladio": forse questo intendeva dire l'innominabile Ministra), nei Piduisti che ancora venerano il venerabile e negli integralisti cattolici.

Sono giunto alla conclusione che (parere personale) per far votare a sinistra gli italiani occorrano persone che abbiano una levatura morale e politica eccezionale, fuori dal comune e soprattutto che credano e portino avanti, senza compromessi, quei valori di eguaglianza e giustizia sociale che sono (oggi è meglio dire "dovrebbero essere") patrimonio della sinistra. Oggi abbiamo omuncoli e donnine che credono che essere di sinistra (sempre parere personale) sia scimmiottare la politica "liberal" dei conservatori e non farsi carico dei problemi e delle angoscie delle persone (stavo per scrivere "classi") che vivono nella precarietà e nel disagio.

Ridatemi Pajetta, Berlinguer ma anche Fanfani e Nenni... o almeno qualcosa che si avvicini...



RIVOGLIO GRAMSCIIIII
« Ultima modifica: Febbraio 18, 2009, 10:16:09 am da Eva Duarte »
Nessuno ha mai visto la forfora votare a favore dello shampoo (cit.)

Makabe Rokurota

  • Visitatore
Re:PD: Partito Deprimente di Putridi Democristiani
« Risposta #24 il: Febbraio 18, 2009, 10:31:43 am »

Il problema vero è che la maggioranza relativa degli elettori ha detto che ha fiducia nei promotori finanziari, nelle soubrette, nei televenditori, nei post fascisti, nei Gladiatori (quelli della "Gladio": forse questo intendeva dire l'innominabile Ministra), nei Piduisti che ancora venerano il venerabile e negli integralisti cattolici.

Sono giunto alla conclusione che (parere personale) per far votare a sinistra gli italiani occorrano persone che abbiano una levatura morale e politica eccezionale, fuori dal comune e soprattutto che credano e portino avanti, senza compromessi, quei valori di eguaglianza e giustizia sociale che sono (oggi è meglio dire "dovrebbero essere") patrimonio della sinistra. Oggi abbiamo omuncoli e donnine che credono che essere di sinistra (sempre parere personale) sia scimmiottare la politica "liberal" dei conservatori e non farsi carico dei problemi e delle angoscie delle persone (stavo per scrivere "classi") che vivono nella precarietà e nel disagio.

Ridatemi Pajetta, Berlinguer ma anche Fanfani e Nenni... o almeno qualcosa che si avvicini...



RIVOGLIO GRAMSCIIIII

He's turning in his grave.

Crocs

  • Tortellyno
  • ****
  • Post: 4253
Re:PD: Partito Deprimente di Putridi Democristiani
« Risposta #25 il: Febbraio 18, 2009, 10:33:23 am »
Champagne!

In tutto questo, come al solito, l'unico sano di mente è Di Pietro:
Citazione
È il momento meno opportuno per le critiche, ma dico che chi vuole fare opposizione faccia opposizione

Gli altri li vedo a scartabellarsi da una parte e dall'altra come galline senza testa. Oppure, boh, non se ne fregano.

Ah beh se il migliore è Di Pietro anduma bin!!!  ::)

Mayrosa

  • The Gravy
  • *
  • Post: 98
  • impippatrice mentale
Re:PD: Partito Deprimente di Putridi Democristiani
« Risposta #26 il: Febbraio 18, 2009, 11:31:20 am »
secondo me di pietro cavalca l'onda e brilla della luce che gli altri dell'opposizione non sono in grado d'emanare, ma di qui a considerarlo un politico, ad affidargli le mie speranze di un futuro migliore... non scordiamoci che non più di qualche anno fa elemosinava una candidatura da berlusca e proclamava come il suo cuore battesse a destra! alcune delle sua battaglie sono ampiamente condivisibili, come quella sui parlamentari pregiudicati, ma questo non deve distoglierci dal fatto che la questione morale è comunque un problema di forma, e io vorrei una politica di contenuto che non si limitasse a starnazzare accuse applaudite dai più esagitati grillo & travaglio, ma che facesse proposte costruttive, che avesse una visione d'insieme sull'economia, che parlasse di diritti... bah, utopie!
"chacun appelles idées claires celles que sont au mème degré de confusion que les siennes propres\\\" (Marcel... oh, Marcel!)

Blue Hawaii

  • 666tan
  • ***
  • Post: 1049
Re:PD: Partito Deprimente di Putridi Democristiani
« Risposta #27 il: Febbraio 18, 2009, 11:35:33 am »
...non scordiamoci che non più di qualche anno fa elemosinava una candidatura da berlusca e proclamava come il suo cuore battesse a destra!

infatti ricordo un commentatore politico che sosteneva che se nn ci fosse Berlusconi, Di Pietro starebbe a destra, perchè le sue idee e il suo giustizialismo apparterrebbero alla "destra"

io ora come ora non so più che pesci pigliare...  :-[

Makabe Rokurota

  • Visitatore
Re:PD: Partito Deprimente di Putridi Democristiani
« Risposta #28 il: Febbraio 18, 2009, 12:28:30 pm »
In ogni caso, davvero, è la cronaca di una figura di merda annunciata. Che credeva? E ha pure lasciato Roma ai fascisti.
 :clapclap: :clapclap: :clapclap: :clapclap:

Bubu

  • Visitatore
Re:PD: Partito Deprimente di Putridi Democristiani
« Risposta #29 il: Febbraio 18, 2009, 12:38:05 pm »
Io comunque lo dicevo fin dall'inizio Veltroni è il nulla incartato.
Di Pietro... :desolazione: