Autore Topic: Peripatetismi - questioni spicciole di maschile, femminile, neutro.  (Letto 84995 volte)

Rita

  • Tortellyno
  • ****
  • Post: 2815
  • Stento a crederci
Re: Peripatetismi - questioni spicciole di maschile, femminile, neutro.
« Risposta #120 il: Ottobre 28, 2009, 06:57:36 pm »
Questa cosa del lodare la moglie che si tiene il marito nonostante tutto non l'ho mai digerita.
Non è stata una scappatella o un innamoramento improvviso: questo qui, pur non essendo neanche da buttar via, pagava delle persone per incontrarsi con lui e si dava a sostanze illegali ben sapendo che, essendo in vista, sarebbe stato ricattabile e avrebbe messo in piazza tutta la famiglia.
Date a Dio quel che è di Dio e a San Giuseppe la tredicesima.

s

  • 666tan
  • ***
  • Post: 1005
  • brain damage
Re: Peripatetismi - questioni spicciole di maschile, femminile, neutro.
« Risposta #121 il: Novembre 11, 2009, 12:06:24 am »
scusate se intervengo un pò a cazzo ma potrei dare uno spunto di discussione?
avevo scritto questo sul forum relativo a uomini e donne e mi è stato ,giustamente , consigliato di riaffrontare l'argomento qui, quindi riporto la conversazione
 il titolo del forum era " Uomini (scemi) & Donne (zoccole) "
e io ho scritto:
"Ciao a tutti, mi sono appena iscritta, spero di non riprendere un argomento già trattato.
Il titolo di questo forum mi fa un pò incazzare: se non ho capito male "Uomini e Donne" è un programma in cui tipi e tipe in cerca di fama si corteggiano e si abbandonano a manifestazioni di cattivo gusto, idiozia , ignoranza pura, attingendo a tutto il repertorio della tv trash e del sesso da soft-core.
Se così è, perchè gli uomini sono "scemi" e le donne "zoccole"? Non è un tremendo luogo comune sessista giudicare gli uomini in base alla loro intelligenza/onestà/capacità e le donne solo in base alla loro vita sessuale?
Se questi fanno sesso o fingono di farlo o lo promettono o ammiccano, perchè il giudizio (ed è un giudizio, o no?) riguarda aspetti diversi? Ma saranno cretine anche le donne, o saranno (cazzo manca anche la parola, tanto è assurda la cosa) che ne so, "porci" gli uomini...
Mi pare la storia di Re Pirla Grillo che va in parlamento e dice che è pieno di ladri, inquisiti, corrotti e...zoccole.
La vita sessuale degli uomini non incide sul giudizio (tranne che questo non li renda ricattabili, o non promettano in cambio candidature, quindi per motivi non sessuali,tranne che non siano gay o simili, altro paradigma sessista di tampo patriarcale). La vita sessuale delle donne resta invece il primo criterio di giudizio.
Va bene, ste tipe col sesso vogliono far carriera...ma perchè i tronisti no? o vogliono far carriera con l'intelletto?
ciao"
Mi è stato risposto (ancora giustamente) di mettermi in ginocchio sui ceci per aver preso sul serio il titolo e io :
 "Dai miei ceci (che maleeee!!!!!) una risposta devo dartela comunque (almeno per principio...), anche se ho capito di non aver affrontato con la dovuta leggerezza il forum e di essermi lanciata un pò a gamba tesa:
secondo me (carampana femminista e comunista, quindi pesantuccia) certi luoghi comuni sono così perniciosi che non andrebbero mai usati.
Insomma, se avessi letto un titolo tipo "negri al rogo", conoscendo il sito "malvestite" ,sarei partita dall'idea che era uno sfottò feroce a ogni razzista e non avrei sollevato obiezioni (in altro contesto avrei replicato imbestialita o avrei semplicemento chiuso vomitando). In quel titolo invece mi è sembrato di cogliere il solito sottovalutare il sessimo, come se non esistesse o non fosse un vero problema.
Per spiegarmi ancora meglio così chiudo questo argomento, mentre a nessuno verrebbe in mente di dare alla Condoleeza Rice della "sporca negra" solo perchè è fascista, per molti (anche illuminatissimi) è normale dare alla Santanchè (che non tollero e ritengo il MALE) della troia, tanto è fascista. L'insulto razzista è bandito dal linguaggio dei più avveduti, libertari, sinistrorsi evoluti e via dicendo, quello sessista no.
Scusate se sono capitata un po' a cazzo nella conversazione, spero di essermi spiegata bene."
A quel punto sono stata invitata a riproporre la questione su questo topic.
Susate se ho riportato tutto in un messaggio lunghissimo ma sono una novellina dei forum, non vogliatemene.
Spero che l'argomento sia interessante.

 
 

 
 
 
« Ultima modifica: Novembre 11, 2009, 12:12:59 am da s »
Il lavoro mi piace, mi affascina. Potrei starmene seduta per ore a guardarlo.

LouLou

  • Frittata con la marmellata
  • **
  • Post: 837
Re: Peripatetismi - questioni spicciole di maschile, femminile, neutro.
« Risposta #122 il: Novembre 11, 2009, 02:31:05 am »
S...complimenti  :adorazione:
non ho letto cosa è stato scritto nell'altro topic, ma mi è piaciuto moltissimo il tuo discorso.
concordo, approvo, simpatizzo e mi commuovo  ;D su ogni tua parola.
il paragone con il razzismo , per chiunque abbia un sale di zucca,capacità di riflettere o semplicemente abbia vissuto in prima persona certe realtà, certi climi davvero pesanti, credo sia chiaro e logico, molto calzante...e ogni volta mi meraviglio di come sia lontano invece dal sentire comune, di come le persone possano ignorare questa analogia  ???

te l'ho già detto che mi sei simpaticissima  ;D ?

Il tuo viso è un profilo divorato dall’ombra, una mancanza di numeri striscianti tra lettere, un teorema d’arance graffiate da infanti

s

  • 666tan
  • ***
  • Post: 1005
  • brain damage
Re: Peripatetismi - questioni spicciole di maschile, femminile, neutro.
« Risposta #123 il: Novembre 11, 2009, 08:36:45 am »
sono felice, davvero, a volte fai questi discorsi e la reazione più raffinata è "sei una scassaballe", e non solo al bar, anche in luoghi in cui ti aspetteresti di trovare di meglio (che ne so, università, sedi di partito di sinistra, librerie fricchetto-chic che organizzano presentazioni di libri troooppooooo avanti....)...quindi anche tu mi sei simpaticissima !!!! :D
Il lavoro mi piace, mi affascina. Potrei starmene seduta per ore a guardarlo.

Crocs

  • Tortellyno
  • ****
  • Post: 4253
Re: Peripatetismi - questioni spicciole di maschile, femminile, neutro.
« Risposta #124 il: Novembre 11, 2009, 09:13:35 am »

Per spiegarmi ancora meglio così chiudo questo argomento, mentre a nessuno verrebbe in mente di dare alla Condoleeza Rice della "sporca negra" solo perchè è fascista, per molti (anche illuminatissimi) è normale dare alla Santanchè (che non tollero e ritengo il MALE) della troia, tanto è fascista. L'insulto razzista è bandito dal linguaggio dei più avveduti, libertari, sinistrorsi evoluti e via dicendo, quello sessista no.
Scusate se sono capitata un po' a cazzo nella conversazione, spero di essermi spiegata bene."
A quel punto sono stata invitata a riproporre la questione su questo topic.
Susate se ho riportato tutto in un messaggio lunghissimo ma sono una novellina dei forum, non vogliatemene.
Spero che l'argomento sia interessante.



Ti quoto.  ;)

Non per essere polemica, ma spesso noto che sono proprio le donne a scagliarsi di più, in modo palesemente sessista, verso le donne dell'altro "schieramento" (vedesi epiteti poco lusinghieri spesso ripetuti, proprio in questo forum, riguardo a una certa ministra).

Makabe Rokurota

  • Visitatore
Re: Peripatetismi - questioni spicciole di maschile, femminile, neutro.
« Risposta #125 il: Novembre 11, 2009, 10:17:10 am »
Però io non ho capito una cosa:
il discorso fino a Condoleeza Rice l'ho capito. Se uno le dice "sporca negra" (fascista o no), in pratica prende un carattere fisico (il fatto che sia nero), e lo distorce a motivo di offesa, no? Quindi è razzista.
E' come se uno dicesse a  me, che sono alta un metro e un cazzo: "sporca tappaccia". Non è razzista ma fa discriminazioni rispetto alla mia altezza (a meno che per non si divida il mondo in alti e bassi, e allora l'offesa sarebbe razzista) E fin qui ci siamo.
Ma se io dico "sporca troia" alla Santanché in realtà sto sottilmente facendo riferimento al fatto che sia donna perché "troia" è un qualificativo femminile e non maschile (perché ci sono le troie e non i troi)?
E quindi se la chiamo "cagna", "stronza", "cogliona", "mentecatta", sono nel giusto, perché si tratta di aggettivi unisex e potrei liberamente rivolgerli anche a un uomo ("cane", "stronzo", "mentecatto"), senza fare sottili riferimenti al sesso?

CloseTheDoor

  • Frittata con la marmellata
  • **
  • Post: 755
Re: Peripatetismi - questioni spicciole di maschile, femminile, neutro.
« Risposta #126 il: Novembre 11, 2009, 11:00:08 am »
S, il tuo spunto di discussione è MOLTO interessante e intelligente (cazzo avrei voluto pensarci io ! :D )

L'asimmetria c'è ed è rivelatrice, tanto più che insulti equivalenti per un uomo potrebbero essere
- puttaniere
- cornuto

che comunque, guarda caso, fanno COMUNQUE riferimento al comportamento di una DONNA che sta loro accanto.

A pensarci bene, forse l'unico insulto "veramente" equivalente per un uomo potrebbe essere "porco", dato che la "troia" come si sa, è la femmina del maiale. E "porco" vuol dire oltre che "sessualmente attivo", anche bastardo, sleale, ecc. ecc. ecc., più o meno come "troia". ;)
"The future is unwritten" Joe Strummer

ls

  • Visitatore
Re: Peripatetismi - questioni spicciole di maschile, femminile, neutro.
« Risposta #127 il: Novembre 11, 2009, 11:03:10 am »
Oggi ho emesso un'interiezione sessista invocativa di parte personale corporea: una signora in macchina ha iniziato a fare retromarcia mentre io passavo dietro alla macchina, sulle strisce pedonali. Questa signora praticamente non ha voltato il suo collo da gallina (senza offese per le galline) e mi stava per stirare la gonna. Allora le ho mollato una botta sulla carrozzeria (molto maschia, la botta, e quindi sessualmente denotata) e le ho detto: "Si guarda mentre si fa retromarcia", seguito da un'ulteriore botta (maschia, maschissima, peccato che non ho fatto alcun tipo di danno, altrimenti sarebbe diventata macha) e dall'appellativo espletivo di indignazione  "Cogliona". Cioè, vedete com'è facile cadere nella discriminazione su base gonadica?

Resta il fatto che io la Sant. non la chiamerei mai prostituta perché è troppo generico (la maggior parte delle prostitute non è demente, ignorante, piena di preconcetti, intollerante, maleducata, egocentrica e umanamente orrenda) e soprattutto per rispetto nei confronti delle prostitute.

CloseTheDoor

  • Frittata con la marmellata
  • **
  • Post: 755
Re: Peripatetismi - questioni spicciole di maschile, femminile, neutro.
« Risposta #128 il: Novembre 11, 2009, 11:10:33 am »
Oggi ho emesso un'interiezione sessista invocativa di parte personale corporea: una signora in macchina ha iniziato a fare retromarcia mentre io passavo dietro alla macchina, sulle strisce pedonali. Questa signora praticamente non ha voltato il suo collo da gallina (senza offese per le galline) e mi stava per stirare la gonna. Allora le ho mollato una botta sulla carrozzeria (molto maschia, la botta, e quindi sessualmente denotata) e le ho detto: "Si guarda mentre si fa retromarcia", seguito da un'ulteriore botta (maschia, maschissima, peccato che non ho fatto alcun tipo di danno, altrimenti sarebbe diventata macha) e dall'appellativo espletivo di indignazione  "Cogliona". Cioè, vedete com'è facile cadere nella discriminazione su base gonadica?

So che c'e' una professoressa credo di Bologna che si fa notare perche' anziche' dire come quasi tutti "Questo/questa persona mi sta sul cazzo", dice "mi sta sul clitoride". In effetti non è italiana ma vive e lavora in Italia ;D
"The future is unwritten" Joe Strummer

Bubu

  • Visitatore
Re: Peripatetismi - questioni spicciole di maschile, femminile, neutro.
« Risposta #129 il: Novembre 11, 2009, 12:26:22 pm »
Se dobbiamo arrovellarci sul(lA) clitoride e la discriminazione su base gonadica, passo al nemico e divento maschilista.
« Ultima modifica: Novembre 11, 2009, 12:29:34 pm da Bubu »

ls

  • Visitatore
Re: Peripatetismi - questioni spicciole di maschile, femminile, neutro.
« Risposta #130 il: Novembre 11, 2009, 12:30:41 pm »
Se dobbiamo arrovellarci sul(lA) clitoride passo al nemico e divento maschilista.

Basta chiamarlo/a grilletto e tagliamo la testa al toro (giustamente).

Bubu

  • Visitatore
Re: Peripatetismi - questioni spicciole di maschile, femminile, neutro.
« Risposta #131 il: Novembre 11, 2009, 12:34:14 pm »
Ma è maschile!  ;D.

ls

  • Visitatore
Re: Peripatetismi - questioni spicciole di maschile, femminile, neutro.
« Risposta #132 il: Novembre 11, 2009, 12:36:40 pm »
Ma è maschile!  ;D.

Come dice un mio saggio amico, gira e rigira lo zucchino, è sempre la stessa cosa.

Lo

  • Frittata con la marmellata
  • **
  • Post: 864
  • "Bird is the Word!"
Re: Peripatetismi - questioni spicciole di maschile, femminile, neutro.
« Risposta #133 il: Novembre 11, 2009, 12:55:09 pm »
Non per essere polemica, ma spesso noto che sono proprio le donne a scagliarsi di più, in modo palesemente sessista, verso le donne dell'altro "schieramento" (vedesi epiteti poco lusinghieri spesso ripetuti, proprio in questo forum, riguardo a una certa ministra).

Parto da me per prima: alcune volte l'ho appellata come Carfregna, ma poiché lei per prima ce l'ha mostrata sul calendario!, e quella che uso qui è una frase alla cacchio di cane, è un modo per riderci sopra su una questione che se analizzata bene è terribilmente seria. E molto, molto umiliante non solo per lei, ma per tutte le donne che ogni volta devono farsi il mazzo per dimostrare di valere senza anticipare scempi di bagiane al vento o altro essere rappresentati da una persona che ha dei risvolti molto tristi e oscuri.
Non ho mai detto che questo personaggio è al pari di una prostituta, se sembrava così, me ne scuso, ma sinceramente non lo penso.

Parto dalla sua immagine pubblica, quella che nessuno può smentire, è sotto gli occhi di tutti.
Io non mi sento più femminile se sbandiero le mie chiappe al vento (sebbene signora mia, chiappe di marmo, cioè stiamo parlando di sedere puro, robba d'alta quali...ok la smetto), il ministro in questione all'epoca fece la scelta di realizzare un calendario (oh, permettetemelo: secondo me è di un cheap assurdo), non ho nulla da obiettare, scelte sue, non è perché una ha fatto un calendario che non può intraprendere la carriera politica, ci mancherebbe.

Quello che mi fa specie sono le dichiarazioni di questo ministro: sembra sempre che reciti un copione, non porta avanti idee sue, ha sempre un'aria come dire “dov'è il foglietto dove c'era scritto tutto?”, sembra una bambola di quelle usate dai ventriloqui.

Quanto esterna regala sempre delle perle meravigliose: da “«non c'è nessuna ragione per la quale lo Stato debba riconoscere le coppie omosessuali, visto che costituzionalmente sono sterili» a «Il patrocinio al Gay Pride? Non sono orientata a darlo. Non servono i Gay Pride». (qui su wikipedia trovi anche i vari riferimenti e le occasioni in cui ha pronunciato codeste parole, poiché sul sito del ministero non vi è la minima traccia di questi comunicati).

Ecco, come posso io riconoscermi nelle pari opportunità promosse da questo individuo se è il ministro stesso che per primo discrimina altri umani? 

E ora lo scandalo di cui tutti sussurrano.

Io personalmente mi infervoro ogni volta che un mio amico dice “Oh ma che puttana!” a una mia amica solo perché questa la pensa/agisce diversamente da lui/come lui vorrebbe. E per quanto riguarda cosa fai nella tua camera da letto da 1 a 10  a me frega -15.

Per fare un esempio attuale, a me personalmente che Marrazzo andasse a trans non frega nulla. Della vicenda mi interessa molto di più la questione degli Angelucci e i vari finanziamenti, oltre all'oscuro gioco di potere per cui tutti sapevano, ma nessuno diceva.

Della vicenda di codesto ministro si sviluppa un filone simile: escono indiscrezioni, vengono subito affossate, si tenta un dibattito che tuttavia viene soffocato sul  nascere, la Guzzanti fa una battuta tirando in ballo non una diceria ma un articolo uscito sul El Clarin e scoppia la denuncia civile.

Quest'ultima parte della vicenda è molto interessante: non la denuncia penale, che prevede che i soggetti debbano in qualche modo giustificare il perché e il per come del dibattito, portando prove e contro prove, bensì quella civile, dove un giudice deve stabilire se c'è stata offesa o meno (e in base a quali elementi? Purtroppo in questo caso in base al giudizio personale, ovvero un giudice dovrà appurare se le parole della Guzzanti -sia che esse fossero vere o meno non verrà appurato in questa sede – abbiano leso in qualche modo l'immagine del ministro in questione).

Quindi se tu, ministro, non hai nulla da nascondere perché non parti con un procedimento penale?
Il sussurrio, il fatto che “si, va be', ma sai come ha fatto a fare carriera”, danneggia per prima cosa LEI, e finché tale dubbio non verrà dissipato, chiunque si sentirà in dovere di sghignazzare alle sue spalle.

Detto molto brutalmente, se venisse fuori che questo aneddoto fosse una panzana, sarei la prima a chiederle scusa, a mettermi sui ceci (magari cotti e con un filo di olio, boni), ma finché ciò non verrà fuori e rimarrà solo un dubbio, perdonami, ma non mi sembra che le stia dicendo che è né una ladra né una picchiatrice selvaggia di nutrie, sto solo portando avanti il mio diritto di sapere cosa stia realmente succedendo in Italia, lo faccio tramite battute, ci si ride sopra, ma la mia domanda è:
siamo peggio noi che facciamo battute o lei che non fa nulla per dissipare tali battute?  ;)

(Scusate il post lungo!)
Miss Eleganza della Favella 2009

mikyhell79

  • Carbonara stracciatella
  • *****
  • Post: 13570
Re: Peripatetismi - questioni spicciole di maschile, femminile, neutro.
« Risposta #134 il: Novembre 11, 2009, 01:01:44 pm »
Quanto esterna regala sempre delle perle meravigliose: da “«non c'è nessuna ragione per la quale lo Stato debba riconoscere le coppie omosessuali, visto che costituzionalmente sono sterili» a «Il patrocinio al Gay Pride? Non sono orientata a darlo. Non servono i Gay Pride». (qui su wikipedia trovi anche i vari riferimenti e le occasioni in cui ha pronunciato codeste parole, poiché sul sito del ministero non vi è la minima traccia di questi comunicati).
Ecco, come posso io riconoscermi nelle pari opportunità promosse da questo individuo se è il ministro stesso che per primo discrimina altri umani? 
Quoto, quoto tutto col sangue e non penso che ci sia altro da aggiungere...
Ah si... ti Lovvo  :-*
Segni particolari: \"omuncolo sessualmente insoddisfatto\" (cit.)  =___=<br />Malvestite... un puttanificio che ben rappresenta lo squallore che c\'è in Italia.<br />Taesticula tacta, omnia paericula iacta!   u.u