Autore Topic: Peripatetismi - questioni spicciole di maschile, femminile, neutro.  (Letto 74408 volte)

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 57128
  • Socialista in cravatta bianca
Re: Peripatetismi - questioni spicciole di maschile, femminile, neutro.
« Risposta #585 il: Novembre 27, 2013, 01:12:38 am »
Comunque quando dicevamo che la divisione dei giocattoli per sesso è aumentata sempre di più... un motivo è chiaro: se i giocattoli sono differenti se ne venderanno di più; un bambino non giocherà con i giocattoli vecchi della sorella o viceversa.
Io sono un capibara e voi no.

Crocs

  • Tortellyno
  • ****
  • Post: 4253
Re: Peripatetismi - questioni spicciole di maschile, femminile, neutro.
« Risposta #586 il: Novembre 27, 2013, 08:33:44 am »
che tra l'altro ho dovuto regalarle io dietro espressa richiesta di sua madre,
"erano terminati, ho dovuto prendere il castello medievale"
trad: il lego di GOT :asd:  :assimila:

NC, era bellissimo, avresti dovuto vederlo! :commosso:
C'era anche Drogon!

Il mio perfido piano era proprio di fregarmente e comprarle quello (così poi ci potevamo giocare insieme :battipaglia: ) ma mio marito non ha voluto ("mia sorella ha detto che le piace quello della parrucchiera, perché vuoi prenderle qualcosa che poi non le piace"). Uffi.

Secondo me nel passato le lesbiche non venivano tanto considerato perché il sesso tra donne, in quanto privo della penetrazione classica, veniva considerato "non vero", quindi non una cosa pericolosa.
Parlavano quindi di "affettuose amicizie" e cose del genere, dando per scontato che poi si sarebbero comunque sposate e riprodotte, oppure sarebbero finite zitelle, ma quelle valevano meno di zero quindi non erano un problema.

Io non ho grandi esperienze con gruppi di bambini se non qualche estate passata a fare assistenza in colonia.
Una cosa che mi aveva stupito era che, rispetto alla nostra generazione, mi sembrava che avessero più difficoltà ad immaginare le cose.
Nel senso: una volta il gioco del giorno consisteva nell'inscenare "cappuccetto rosso", utilizzando come costumi e attrezzi di scena le cose che si trovavano lì per lì.
allora io ho detto qualcosa tipo "ecco facciamo che questo bastone è il fucile, e con la lana bianca facciamo la parrucca della nonna...", e i bambini erano sconvolti: "Ma i fucili non assomigliano ai bastoni, hanno il grilletto, e l'impugnatura, e le pallottole, e poi le nonne non hanno solo i capelli grigi, devono avere lo scialle, la gonna, gli occhiali da lettura, se no non sembra una nonna affatto, sembra solo una bambina con della lana in testa".
E io cercavo di dire "Sì, ok, ma devi fare finta" ma il concetto sembrava lasciarli perplessi.
Forse davvero sono più abituati di quanto eravamo noi ad avere un prodotto confezionato con tutti i crismi, perciò si perdono un po' più la dimensione dell'immaginazione.
Io mi ricordo che a casa dei miei nonni non c'erano molti giocattoli classici, quindi passavo dei pomeriggi ad inscenare complicate storie tra le mollette (che a seconda del colore e dello stato di usura avevano una loro precisa personalità) e le madonne, originariamente piene di acqua santa (ma svuotate), di mia nonna.
Ho l'impressione che questo succeda molto più di rado adesso.

Mixarchagevas

  • Semino oleoso
  • *****
  • Post: 25230
  • Time waits for no one
Re: Peripatetismi - questioni spicciole di maschile, femminile, neutro.
« Risposta #587 il: Novembre 27, 2013, 08:49:39 am »
...ma le attività omosessuali, maschili e femminili, avevano codici diversi e accoglienza differente nei diversi alvei di appartenenza sociale?
Si parla di antica Roma, si sarà sussurrato di Grecia, si parla di Medioevo, di epoca Vittoriana, tuttavia i soggetti di cui si parla, per ciascun perdiodo, sono l'indifferenziata presenza umana di quel periodo o precise classi, delle quali sono restate effettive e più o meno nutrite tesimonianze, in quanto in grado di "produrre passato" ed in grado di esprimere sé stesse?

La vita incandescente

"Some living, some standing alone..."

À ton étoile

lucaluca

  • Visitatore
Re: Peripatetismi - questioni spicciole di maschile, femminile, neutro.
« Risposta #588 il: Novembre 27, 2013, 10:50:30 am »
Secondo me nel passato le lesbiche non venivano tanto considerato perché il sesso tra donne, in quanto privo della penetrazione classica, veniva considerato "non vero", quindi non una cosa pericolosa.
Parlavano quindi di "affettuose amicizie" e cose del genere, dando per scontato che poi si sarebbero comunque sposate e riprodotte, oppure sarebbero finite zitelle, ma quelle valevano meno di zero quindi non erano un problema.
 
Esatto.
Per i giocattoli sono già soddisfatto che ettore bene o male sta tra due mondi, mi sfracassa i maroni con i bei bleid e ha già cominciato a nominarmi i temibili gormiti, vuol vedere le pubblicità dalla prima all'ultima, tranne quelle degli schifosi giochi per femmine.
Poi però gioca con la cerbottana, sa inventarsi un sacco di storie, fin troppo magari, persino filo-pallina di carta più gatto dei nonni si diverte un sacco.
La cosa che mi perplime di più è che purtroppo bisogna sempre "portarlo" a giocare dagli amici, già alla sua età eravamo molto più indipendenti, eravamo di più, e i grandi stavano più fuori dalle scatole, ora sembra non sia proprio possibile.

Che vuol dire che diventerà profumiera?

NuovaCarne

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 51273
  • Io sugnu malacarne!
Re: Peripatetismi - questioni spicciole di maschile, femminile, neutro.
« Risposta #589 il: Novembre 27, 2013, 10:56:39 am »
Il mio perfido piano era proprio di fregarmente e comprarle quello (così poi ci potevamo giocare insieme :battipaglia: ) ma mio marito non ha voluto

who do you truly serve?

|||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||

Misia

  • Scalogno ciselée
  • *****
  • Post: 41218
Re: Peripatetismi - questioni spicciole di maschile, femminile, neutro.
« Risposta #590 il: Novembre 27, 2013, 10:59:50 am »
The realm, my Lord. Someone must  :commosso:
«Sono la pietà, la compassione, il perdono che mi mancano...non la razionalità»

I'm fucking zen

Crocs

  • Tortellyno
  • ****
  • Post: 4253
Re: Peripatetismi - questioni spicciole di maschile, femminile, neutro.
« Risposta #591 il: Novembre 27, 2013, 11:20:20 am »

who do you truly serve?


Valar Dohaeris!


Vabè, ho capito che la prossima volta è meglio se vado da sola a fare i regali.

Crocs

  • Tortellyno
  • ****
  • Post: 4253
Re: Peripatetismi - questioni spicciole di maschile, femminile, neutro.
« Risposta #592 il: Novembre 27, 2013, 12:22:31 pm »
Ho appena aggredito su Facebook uno che ha postato questo articolo:
http://violenzafamiliare.wordpress.com/2013/08/19/la-calunnia-del-femminicidio/
con il commento "Discriminazione al contrario: solo noi potevamo riuscirci".
:facepalm:

Archibald

  • Casio in pastelletto
  • *****
  • Post: 5030
Re: Peripatetismi - questioni spicciole di maschile, femminile, neutro.
« Risposta #593 il: Novembre 27, 2013, 12:39:13 pm »
Il trattoricidio. Questa è arte. Chapeau.
Dire cose infondate in modo perentorio

Archibald

  • Casio in pastelletto
  • *****
  • Post: 5030
Re: Peripatetismi - questioni spicciole di maschile, femminile, neutro.
« Risposta #594 il: Novembre 27, 2013, 12:44:22 pm »
Secondo me nel passato le lesbiche non venivano tanto considerato perché il sesso tra donne, in quanto privo della penetrazione classica, veniva considerato "non vero", quindi non una cosa pericolosa.
Parlavano quindi di "affettuose amicizie" e cose del genere, dando per scontato che poi si sarebbero comunque sposate e riprodotte, oppure sarebbero finite zitelle, ma quelle valevano meno di zero quindi non erano un problema.
Secondo me è ancora in larga parte così nell'immaginario comune.
Dire cose infondate in modo perentorio

Iris Q

  • Casio in pastelletto
  • *****
  • Post: 6983
  • There isn't tripe for cats.
Re: Peripatetismi - questioni spicciole di maschile, femminile, neutro.
« Risposta #595 il: Novembre 27, 2013, 02:21:02 pm »
Io volevo fare una domanda scema: c'è un'età in cui i bambini smettono di giocare a "facciamo finta che" o è una cosa che se sono predisposti o stimolati portano avanti per tutta l'età del gioco?
Mi spiego: ho una nipotina di cinque anni. E' assolutamente "femmina": le piacciono le principesse, Hello Kitty, le bambole e tutte quelle robette rosa. Però se ci giochi assieme è un continuo "facciamofintache". Smetterà o posso nutrire qualche speranza che resti così ancora per qualche anno?
Portaborse del P.G.T. (Partito Gatti TONDI)

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 57128
  • Socialista in cravatta bianca
Re: Peripatetismi - questioni spicciole di maschile, femminile, neutro.
« Risposta #596 il: Novembre 27, 2013, 02:30:35 pm »
Che vuol dire che diventerà profumiera?

Che diventerà una che la fa annusare e non la dà e userà il potere che ne deriva per tenere legati a sé dei poveri infelici.
Io sono un capibara e voi no.

Mixarchagevas

  • Semino oleoso
  • *****
  • Post: 25230
  • Time waits for no one
Re: Peripatetismi - questioni spicciole di maschile, femminile, neutro.
« Risposta #597 il: Novembre 27, 2013, 02:39:29 pm »
Secondo me nel passato le lesbiche non venivano tanto considerato perché il sesso tra donne, in quanto privo della penetrazione classica, veniva considerato "non vero", quindi non una cosa pericolosa.
Parlavano quindi di "affettuose amicizie" e cose del genere, dando per scontato che poi si sarebbero comunque sposate e riprodotte, oppure sarebbero finite zitelle, ma quelle valevano meno di zero quindi non erano un problema.
 
Esatto.
Per i giocattoli sono già soddisfatto che ettore bene o male sta tra due mondi, mi sfracassa i maroni con i bei bleid e ha già cominciato a nominarmi i temibili gormiti, vuol vedere le pubblicità dalla prima all'ultima, tranne quelle degli schifosi giochi per femmine.
Poi però gioca con la cerbottana, sa inventarsi un sacco di storie, fin troppo magari, persino filo-pallina di carta più gatto dei nonni si diverte un sacco.
La cosa che mi perplime di più è che purtroppo bisogna sempre "portarlo" a giocare dagli amici, già alla sua età eravamo molto più indipendenti, eravamo di più, e i grandi stavano più fuori dalle scatole, ora sembra non sia proprio possibile.

Che vuol dire che diventerà profumiera?

Il teorico Allevi ha detto.

Per quanto riguarda il portare i figli, dipende anche dal contesto... nel paesello si andava di certo a zonzo tranquilli e paciosi, oggi di meno ma qualche bambinetto in giro c'è. Certo, alle scuole li portano spesso in macchina, per fare 300 m e poi rientrare in garage...
Tuttavia, qui, le differenze tra il mondo trent'anni fa e questo non sono iperuraniche.

Non so nelle grandi città o nei centri medi...

Peraltro, una madre coetanea di centro medio piccolo trasla la figlia ai vari appuntamenti privati o mondani, le fa fare un sacco di attività, già inserendola in un certo contesto sociale (nel quale è inserita a sua volta) con regole precise, esibizione delle dimore, selezione dei partecipanti o degli interagenti tra in e meno in...

La vita incandescente

"Some living, some standing alone..."

À ton étoile

lucaluca

  • Visitatore
Re: Peripatetismi - questioni spicciole di maschile, femminile, neutro.
« Risposta #598 il: Novembre 27, 2013, 04:11:59 pm »
Le differenze qui sono notevoli rispetto a quando ero piccolo io

lucaluca

  • Visitatore
Re: Peripatetismi - questioni spicciole di maschile, femminile, neutro.
« Risposta #599 il: Novembre 27, 2013, 04:17:54 pm »
Ho appena aggredito su Facebook 

Attenzione che o è già o sta per diventare reato aggredire su facebook: si chiama stalking.
Aggiungilo al fatto che porti bambini a vedere film violenti come iron man beh se fossi in te comincerei a preoccuparmi: potresti essere segnalato come persona pericolosa.
Ah no scusa dimenticavo sei una donna non un uomo.