Autore Topic: L'amore ai tempi del cellulare  (Letto 3885 volte)

Mixarchagevas

  • Semino oleoso
  • *****
  • Post: 25102
  • Time waits for no one
Re:L'amore ai tempi del cellulare
« Risposta #60 il: Luglio 03, 2018, 07:35:47 pm »
Io no

Ripeto sarò un'anomalia, non lo nego. Fortemente spostata verso la quota di popolazione algida.

Se non ho un solido coinvolgimento emotivo, intellettuale e sentimentale con una persona, preferisco passare il mio tempo con attività a me più congeniali. Fosse anche dormire.
Dell'esercizio ginnico puro non capisco il senso. Forse perché se manca quanto detto prima, non mi pesa vivere senza.
Quindi, tornando IT, con me quelle app fallirebbero miseramente.


Poi bon, si è fatti in modo diverso. Per fortuna delle app (per -di nuovo- tornare IT)


Qui in forum non c'è probabilmente una persona rappresentativa della media sociale. Panda.
Uomini e donne, di ogni età, per le donne specialmente nella fascia sotto i trenta, divulgano sia nel pubblico social che nelle frequentazioni dirette la loro sostenuta attività sessuale e il forte appetito. Talune ragazze che lo vestono da antidoto ad un "disagio interiore", talaltre lo utilizzano come clava, come pregio contundente. I maschi, generalmente, usano le forme e le formule descrittive più usuali.
La gente scopa tantissimo e vede come inferiori quelli che non scopano adeguatamente o non scopano punto.

La vita incandescente

"Some living, some standing alone..."

À ton étoile

Mixarchagevas

  • Semino oleoso
  • *****
  • Post: 25102
  • Time waits for no one
Re:L'amore ai tempi del cellulare
« Risposta #61 il: Luglio 03, 2018, 07:47:18 pm »
Scopare è potere...
Boh, mi fa sempre piu paura. Paura delle malattie, delle implicazioni, dei sentimenti, del disturbo che devo prendermi per tirarmi decente che boh...

Per me meno.

Per le malattie ci sono validi strumenti di prevenzione. L'HPV per esempio, per la sua insidiosa "normalità", mi preoccupa (preoccuperebbe, se fornicassi, con tutti gli addentellati).
Per le pene del cuore, probabilmente l'unica strada sarebbe una spassionata sincerità. Se una persona attira ma non si è certi del coinvolgimento, ok, lo si dice. All'altra persona la libertà di corrispondere o meno.
In ultimo. Il fatto di diversi tirare decenti è un altro segno della faccenda di cui dico sopra. Scopare come potere, come applicazione di rigidi criteri di governo delle relazioni.
Giunto alla mia età, una donna non deve essere tirata per scaldarmi il sangue.
(Di base considero ineludibili, nel caso si arrivasse al dunque, la pulizia e un po' di sensibilità e umorismo...)
La vita incandescente

"Some living, some standing alone..."

À ton étoile

Bellatrix

  • Casio in pastelletto
  • *****
  • Post: 6036
Re:L'amore ai tempi del cellulare
« Risposta #62 il: Luglio 03, 2018, 11:03:54 pm »
Neanche poi il solito coinvolgimento di cui parla Purple mi attira come catalizzatore sessuale. Anzi, è più l'avventura che mi stimola ma poi sorgono i problemi elencati. Un circolo.