Autore Topic: Le città visibili, vivibili, invisibili e invivibili  (Letto 17555 volte)

momo

  • 666tan
  • ***
  • Post: 1669
Re: Le città visibili, vivibili, invisibili e invivibili
« Risposta #165 il: Agosto 02, 2010, 06:32:39 pm »
un paese, leggo su Wiki, di 42000 abitanti.

Momo, intendevi 4.200 e ti è scappato uno zero, o hai una concezione di "paese" parecchio più generosa della mia?  :D

No, no, quarantaduemila, ma temo tu abbia ragione sul resto!  ;D

Il fatto è che lui abita molto vicino al centro storico, quindi la zona è ricolma di atmosfera da paese.  ;)
I know it looks like I'm insane, take a closer look I'm not to blame.

hallymay

  • Visitatore
Re: Le città visibili, vivibili, invisibili e invivibili
« Risposta #166 il: Giugno 23, 2011, 10:40:19 pm »
LO SANNO TUTTI QUAL E' LA CITTA' PIU' BELLA D'ITALIA
GELA!



mikyhell79

  • Carbonara stracciatella
  • *****
  • Post: 13570
Re: Le città visibili, vivibili, invisibili e invivibili
« Risposta #167 il: Giugno 24, 2011, 12:10:03 am »
TARANTO



Meravigliosa se non fosse che dietro l'angolo... :ohoh:

Segni particolari: \"omuncolo sessualmente insoddisfatto\" (cit.)  =___=<br />Malvestite... un puttanificio che ben rappresenta lo squallore che c\'è in Italia.<br />Taesticula tacta, omnia paericula iacta!   u.u

hallymay

  • Visitatore
Re: Le città visibili, vivibili, invisibili e invivibili
« Risposta #168 il: Giugno 24, 2011, 12:49:22 am »
ma parliamo dei monumenti di Giarre (CT), la città con più opere incompiute in Italia...
La Casa albergo

Le splendide case popolari

Il teatro

Lo stadio di polo (qui una visuale delle gradinate)

Per risparmiare sulla loro demolizione, il comune le ha dichiarate opere d'arte moderna, e adesso gli artisti ci fanno le installazioni :asd:

Chopper

  • Casio in pastelletto
  • *****
  • Post: 6729
Re: Le città visibili, vivibili, invisibili e invivibili
« Risposta #169 il: Giugno 25, 2011, 01:42:11 pm »
anche qua abbiamo posti "simili", nascosti IN PIENO CENTRO STORICO (vedi ex - cinema Apollo, via Nazionale, a 2 passi dalle cappelle medicee di San Lorenzo).  :facepalm:
"Sono il Dottore, e sono peggio di qualunque zia. E non è così che di solito mi presento."

"Un annuncio pubblicitario che fa finta di essere arte è quando va bene – come quando qualcuno vi sorride cordialmente solo perché vuole qualcosa da voi."

hallymay

  • Visitatore
Re: Le città visibili, vivibili, invisibili e invivibili
« Risposta #170 il: Giugno 25, 2011, 06:22:32 pm »
Chopper, come si vede che non siete terroni abituati ad arrangiarvi! quelle adesso sono tutte opere d'arte!
Ma parliamo di scempi edilizi, come il Palazzo Ina a ragusa, un palazzo merdavigliosamente anni settanta... messo in una piazza che più barocca non si può  :flush:

Teresa

  • Tortellyno
  • ****
  • Post: 4173
  • Il grande sogno dei Maya
Re: Le città visibili, vivibili, invisibili e invivibili
« Risposta #171 il: Giugno 25, 2011, 08:40:11 pm »
Myo Dyo.
Gatta morta sotto falso nome

Mirtillosa°

  • Visitatore
Re: Le città visibili, vivibili, invisibili e invivibili
« Risposta #172 il: Luglio 08, 2011, 11:15:29 am »
credo che un po' tutte le città italiane abbiano questi orrori. Anche a Firenze ce ne sono molti, per esempio la zona di ponte vecchio è piena di palazzi credo anni 60, per non parlare di questo, in pieno centro


Chopper

  • Casio in pastelletto
  • *****
  • Post: 6729
Re: Le città visibili, vivibili, invisibili e invivibili
« Risposta #173 il: Luglio 26, 2011, 08:40:30 pm »
ma è il meraviglioso palazzo delle poste in piazza salvemini?
"Sono il Dottore, e sono peggio di qualunque zia. E non è così che di solito mi presento."

"Un annuncio pubblicitario che fa finta di essere arte è quando va bene – come quando qualcuno vi sorride cordialmente solo perché vuole qualcosa da voi."

DDRD(evotchka)

  • Visitatore
Re: Le città visibili, vivibili, invisibili e invivibili
« Risposta #174 il: Luglio 26, 2011, 11:11:05 pm »
uppato all'uopo, torno ora da Losanna. è una citta molto vivibile per i trasporti, teribbile per il costo del mangiare :facepalm: poi si passa da dei quartieri che sembrano un suk ad altri che sembrano i campi elisei, la via di mezzo è difficile da trovare. non parliamo della qualità degli alloggi, per avere roba decente devi cominciare a sfiorare i 1000 franchi mensili :ohoh:

Bisca

  • Casio in pastelletto
  • *****
  • Post: 5264
  • Va pensiero sull'ali d'orate
Re: Le città visibili, vivibili, invisibili e invivibili
« Risposta #175 il: Luglio 26, 2011, 11:57:14 pm »
Ma hai un assegno di erasmus per l'alloggio? (per la cucina svizzera: AUGURI :asd:, ho ricordi terribili in cui mischiavo spezzatino colloso e riso per condire un minimo quest'ultimo nel piatto diviso in terzi con i piselli - presente? :-X)
[...] è uno de' vantaggi di questo mondo, quello di poter odiare ed esser odiati, senza conoscersi. (cit.)

DDRD(evotchka)

  • Visitatore
Re: Le città visibili, vivibili, invisibili e invivibili
« Risposta #176 il: Luglio 27, 2011, 12:34:48 pm »
HAHAHAHAHAH.

illuso. coi soldi dell'Erasmus in svizzera ti ci paghi forse forse solo il cibo (che poi fa schifo).

Bisca

  • Casio in pastelletto
  • *****
  • Post: 5264
  • Va pensiero sull'ali d'orate
Re: Le città visibili, vivibili, invisibili e invivibili
« Risposta #177 il: Luglio 27, 2011, 01:06:08 pm »
HAHAHAHAHAH.

illuso. coi soldi dell'Erasmus in svizzera ti ci paghi forse forse solo il cibo (che poi fa schifo).
Dovrai darti al traffico di beni alimentari come i fuorisede dal sud! ;D (non offendetevi, i fuorisede dal sud fissati ;))
[...] è uno de' vantaggi di questo mondo, quello di poter odiare ed esser odiati, senza conoscersi. (cit.)

DDRD(evotchka)

  • Visitatore
Re: Le città visibili, vivibili, invisibili e invivibili
« Risposta #178 il: Luglio 27, 2011, 01:14:37 pm »
no, penso mi troverò un lavoretto per il weekend, c'è di buono che la Svizzera ha molte opportunità lavorative eque e non lavori schiavili. la qualità del cibo per se è ottima, è che sono loro che non cucinano bene quanto noi, e andare anche in un bar a prendere un panino è un salasso. -.-'
l'unica cosa veramente buona che ho mangiato lì è l'omelette, credo la più buona mai mangiata nella vita, ma per il resto non è che sia tutta 'sta roba, anzi. non posso credere che esista un paese dove ti portano la birra e dentro ci galleggia solinga una mezza fettina di limone. :o

Mirtillosa°

  • Visitatore
Re: Le città visibili, vivibili, invisibili e invivibili
« Risposta #179 il: Luglio 27, 2011, 01:49:35 pm »
DDR, vai in una casa dello studente, giusto? In genere ci sono le cucine lì quindi potrai cucinare quello che vuoi, da quel poco che ho visto in Svizzera si trovano nei supermercati anche prodotti italiani quindi non dovresti avere problemi. Comunque la Svizzera è cara, ma lì anche gli stipendi sono molto molto più alti. Anche i treni sono piuttosto cari ma il servizio che offrono non è ottimo, di più, inoltre molte tratte sono coperte anche durante tutta la notte (almeno dove sono stata io)