Autore Topic: Le città visibili, vivibili, invisibili e invivibili  (Letto 23793 volte)

DDRD(evotchka)

  • Visitatore
Re: Le città visibili, vivibili, invisibili e invivibili
« Risposta #60 il: Novembre 02, 2009, 09:40:19 pm »
io per ora ho inserito nella mia whishlist Padova, Trieste, Sydney e Costanza.
purtroppo non viaggio moltissimo (i miei hanno la casa al mare e preferiscono risparmiare) ma ho visto abbastanza città (solo in Europa)
Roma-è bella quanto stancante;D
Milano-purtroppo mi lascia fredda; :-\
Parigi-un momento molto particolare della mia vita, quindi ho guardato più i cazzi miei che non la città in sè
Genova-l'ho detto sopra
Palermo- non ho avuto abbastanza tempo per visitarla decentemente, peccato!!!
Danzica e Cracovia- due città favolose, sono delle miniature tuttavia non sono nemmeno delle quinte teatrali come diceva croco di Praga;
Poznan-il Tutto!! e non scherzo affatto!
Atene- a partire dai secoli di storia che ti circondano ovunque,mi ha fatto impazzire! è disordinatissima, piena di smog, però la gente è deliziosa e ti fa sentire una regina.

DDRD(evotchka)

  • Visitatore
Re: Le città visibili, vivibili, invisibili e invivibili
« Risposta #61 il: Novembre 02, 2009, 09:47:27 pm »
E poi dimenticavo Berlino. stavo in un postaccio a Pankow (Berlino est, per intenderci) però cazzo come era bella.  :'( :'( :'( :'( :'( :'(

Bubu

  • Visitatore
Re: Le città visibili, vivibili, invisibili e invivibili
« Risposta #62 il: Novembre 02, 2009, 10:00:48 pm »
Paris c'est Paris, inflazionata,banale, melensa, però a me piace. Ma non in top-ten
Pietroburgo me la sogno la notte, per colpa di  :occhicuore: Brodskij .
Poi Londra, io la trovo bella, ma non per lo shopping per la sua teatralità, gli edifici quando giri la notte..sembra di essere su un palcoscenico teatrale, e hai l'impressione che se li tocchi vanni giù.
E poi c'è Sarajevo, piccola piccola con i suoi edifici austriaci con le moschee accanto, la  :occhicuore: Bascarsija con i negozi, il caffè turco e le sevdalinke in sottofondo, e la voce del muezzin che intona le preghiere, e dopo pochi  passi nelle stradine e ti puoi imbattere nella biblioteca sulla riva della Miljacka, ancora devastata (spero non la ricostruiscano mai), distrutta per sempre, con tutto quello che c'era dentro. E poi le rose di cera rossa per terra a ricordare i morti lungo le strade, e il profumo di cevpacici e burek...

Melisande

  • Tortellyno
  • ****
  • Post: 3051
  • Omonima di Hallymay!
Re: Le città visibili, vivibili, invisibili e invivibili
« Risposta #63 il: Novembre 02, 2009, 10:16:00 pm »
Bubu mi hai fatto venire in mente un'altra città che porto nel cuore: Berat, in Albania. Triste e viva, con le sue mille finestre e il castello fortificato, i muezzin che si mettono a pregare e -almeno a me- causano ogni volta attacchi di panico per l'urlo inatteso.
Strana, diversa dalle bellissime capitali patinate, ma molto "vera". E lì sono entrata per la prima volta in una moschea: bellissima, sapeva tantissimo di un incenso particolare, il tappeto rosso per terra, grandissimo e soffice.
La somma dell'intelligenza sulla Terra è costante; la popolazione è in aumento.

crocodile

  • Frittura totale globbale
  • *****
  • Post: 7937
  • smile!!
Re: Le città visibili, vivibili, invisibili e invivibili
« Risposta #64 il: Novembre 02, 2009, 10:29:50 pm »
Londra era la capitale di un impero, e si vede. io la adoro a piccole dosi, ma non so se ci vivrei: se dovessi stare in UK preferirei un posto più piccolo e campagnolo... una volta sono stata qualche giorno per lavoro ad Harrogate, e me ne sono innamorata. ecco, mi piacerebbe un posto così, fare la signora di campagna in mezzo alle pecore tipo Shawn e meditare come assassinare il mio ricco consorte.  ::)
"la modestia è la qualità delle persone modeste"
(Crocodile)

ls

  • Visitatore
Re: Le città visibili, vivibili, invisibili e invivibili
« Risposta #65 il: Novembre 02, 2009, 10:38:44 pm »
Londra era la capitale di un impero, e si vede. io la adoro a piccole dosi, ma non so se ci vivrei: se dovessi stare in UK preferirei un posto più piccolo e campagnolo... una volta sono stata qualche giorno per lavoro ad Harrogate, e me ne sono innamorata. ecco, mi piacerebbe un posto così, fare la signora di campagna in mezzo alle pecore tipo Shawn e meditare come assassinare il mio ricco consorte.  ::)

Richmond, allora, Croco. Ti piacerebbe. Più isolata, Norwich (che oltretutto ha dintorni inglesi inglesissimi, di quelli con le colline da pecora e gli alberelli solitari sul cocuzzolo della collina).

mikyhell79

  • Carbonara stracciatella
  • *****
  • Post: 13570
Re: Le città visibili, vivibili, invisibili e invivibili
« Risposta #66 il: Novembre 02, 2009, 11:51:03 pm »
Il mio prossimo viaggio (dicembre o gennaio) sarà a Budapest..io già la amo, qualcuno di voi ci è andato!?
Io Io sono stato a Budapest... Bellissima e un po' decadente. Praga forse sarà anche più bella (ancora non ci sono stato) ma Budapest ha un non so che di incredibilmente romantico. Mi raccomando girala con Lonely Planet alla mano.
Il ponte delle catene di notte  :occhicuore: :'(



« Ultima modifica: Novembre 02, 2009, 11:53:41 pm da mikyhell79 »
Segni particolari: \"omuncolo sessualmente insoddisfatto\" (cit.)  =___=<br />Malvestite... un puttanificio che ben rappresenta lo squallore che c\'è in Italia.<br />Taesticula tacta, omnia paericula iacta!   u.u

DDRD(evotchka)

  • Visitatore
Re: Le città visibili, vivibili, invisibili e invivibili
« Risposta #67 il: Novembre 02, 2009, 11:55:00 pm »
cattivi! e io che il 9 dovrei essere a Berlino per il ventennale e non ci sono.. :-\

mikyhell79

  • Carbonara stracciatella
  • *****
  • Post: 13570
Re: Le città visibili, vivibili, invisibili e invivibili
« Risposta #68 il: Novembre 03, 2009, 12:01:43 am »
anche io voglio andare a Budapest!!! ho letto un sacco di libri di Sàndor Màrai e me la sono sempre immaginata stupenda, Pest, l'isola Margherita...poi mi dici com'è!! ;)
Si si, spero proprio di andarci! Il problema sono gli aerei un pò cari!!!  :( :(
Allora prova un pacchetto volo+hotel su Lastminute, Expedia o Edreams (sono molto convenienti se parti da Roma o Milano).
Siamo partiti io ed il mio amore per sei giorni andata e ritorno da Fiumicino con Malev/Alitalia e siamo stati al Danubius Hotel Flamenco (un quattro stelle molto bello ed abbastanza comodo).
Costo 250 euri a testa a Luglio  ;D. I soldi meglio spesi della mia vita  ;)
Segni particolari: \"omuncolo sessualmente insoddisfatto\" (cit.)  =___=<br />Malvestite... un puttanificio che ben rappresenta lo squallore che c\'è in Italia.<br />Taesticula tacta, omnia paericula iacta!   u.u

mikyhell79

  • Carbonara stracciatella
  • *****
  • Post: 13570
Re: Le città visibili, vivibili, invisibili e invivibili
« Risposta #69 il: Novembre 03, 2009, 12:06:26 am »
Io adoro Torino...una delle città più sottovalutate d'Europa!
Torino, aahhhhh... Così bella le sere di inverno con il nebbiolino, così elegante.  :occhicuore:
Segni particolari: \"omuncolo sessualmente insoddisfatto\" (cit.)  =___=<br />Malvestite... un puttanificio che ben rappresenta lo squallore che c\'è in Italia.<br />Taesticula tacta, omnia paericula iacta!   u.u

mikyhell79

  • Carbonara stracciatella
  • *****
  • Post: 13570
Re: Le città visibili, vivibili, invisibili e invivibili
« Risposta #70 il: Novembre 03, 2009, 12:10:06 am »
ecco, mi piacerebbe un posto così, fare la signora di campagna in mezzo alle pecore tipo Shawn e meditare come assassinare il mio ricco consorte.  ::)
;D ;D ;D
Segni particolari: \"omuncolo sessualmente insoddisfatto\" (cit.)  =___=<br />Malvestite... un puttanificio che ben rappresenta lo squallore che c\'è in Italia.<br />Taesticula tacta, omnia paericula iacta!   u.u

Trallallazzz

  • Frittata con la marmellata
  • **
  • Post: 571
  • Incazzata di default.
Re: Le città visibili, vivibili, invisibili e invivibili
« Risposta #71 il: Novembre 03, 2009, 12:53:59 am »
Io a Budapest ci sono stata, è una bella città, però per me c'è talmente tanta desolazione intorno che non me la sono goduta molto.
Non mi ha fatto impazzire alla fine.
Forse la colpa è stata del viaggio in pullman (era una gita scolastica) che ci ha permesso di vedere il resto del paese: una desolazione totale, poche case lungo le strade, piene di rottami e fatiscenti.
Non so, forse anche il fatto che abbia percepito moltissimo la sensazione di repressione che purtroppo ancora aleggia nell'aria.
O forse sono semplicemente io che non sono riuscita a cogliere la sua bellezza!
Prendi la palla al balzo, come fanno quelli che castrano i canguri.

Crocs

  • Tortellyno
  • ****
  • Post: 4253
Re: Le città visibili, vivibili, invisibili e invivibili
« Risposta #72 il: Novembre 03, 2009, 09:10:38 am »
Torino è meravigliosa, sì sì.
mi prendete per il culo?

No no, è davvero meravigliosa!
ah, quel sì sì mi sapeva di seee come nooo! comunque la trovo stupenda pure io, ma son troppo di parte per essere obiettiva! ;D ;D mia madre ci ha vissuto anche lei, ma negli anni 80, e mi ha detto che un tempo era molto più cupa e seria... ora è sbocciata, anche in confronto a quando ci andavo io da piccola (metà anni novanta).

Anche io adoro Torino, anche se devo ammettere che preferisco il lato "più cupo e serio", perchè è quello dei miei nonni, dei miei genitori... insomma della mia infanzia.
Tutta sta roba delle olimpiadi, del design etc non ha molto a che fare con l'immagine di "casa" che ho ancora (nonostante non ci abiti più da anni).
In particolare adoro il modo in cui può essere malinconica e spettrale quando è nuvolo e nebbioso e poi il giorno dopo regalarti una giornata di sole meravigliosa in cui tutto sembra "accendersi".
Non è un posto da mezze misure!  :D

Genova mi spiace ma proprio non fa per me.  :-\
Non credo che vivrei a Milano (un po' troppo "metropoli" per me), però mi piace andarci ogni tanto e poi, alla faccia della fama di bauscia, i milanesi mi sono sempre stati simpatici.
A Londra ci ho abitato, bellissima ma è un posto che alla lunga può essere davvero stancante.
Parigi è  :occhicuore: :occhicuore: :occhicuore:
Roma la trovo bellissima da turista ma non ci vivrei (forse perchè ci ho sperimentato solo disservizi, ma mi dà l'idea di un posto da incubo se devi muoverti coi mezzi o parcheggiare o cose di questo genere).
Praga mi ha incantata, ma ci sono stata una 15ina di anni fa, mi hanno detto che ora è molto più turistica e "finta"... io invece me la ricordo magica!
Una menzione speciale per Mantova: ci sono stata qualche anno fa e mi ricordo di aver pensato che è un posto in cui proprio mi piacerebbe vivere.


elfofemmina

  • 666tan
  • ***
  • Post: 1216
Re: Le città visibili, vivibili, invisibili e invivibili
« Risposta #73 il: Novembre 03, 2009, 02:53:12 pm »
Praga ormai è diventata una quinta teatrale...

quoto e straquoto come non ho mai quotato qualcosa in vita mia!!! è la stessa impressione che ha dato a me...il centro è completamente finto e turistico, i praghesi non ci sia avvicinano neanche per sbaglio.

Banalmente amo Amsterdam e l'Olanda in generale...non tanto per la ganja (che comunque) ma per i panini all'aringa :D
guardavo al futuro con l'inguaribile ottimismo di un dodo

Fitz

  • 666tan
  • ***
  • Post: 1577
  • Più Mammifero di quel che sembri
Re: Le città visibili, vivibili, invisibili e invivibili
« Risposta #74 il: Novembre 03, 2009, 02:57:34 pm »
Dovrò andare a vedere Thun. Anche se é in territorio ostile ma pare che é bella.
Indove trovansi le Selvagge Cose