Autore Topic: Gastrosboronate - prelibatezze e alta cucina  (Letto 134767 volte)

Bellatrix

  • Casio in pastelletto
  • *****
  • Post: 6044
Re:Gastrosboronate - prelibatezze e alta cucina
« Risposta #2025 il: Giugno 17, 2018, 07:23:24 am »
Evvvvvvaiiiiii! Quindi tutto apposto? :)

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 57955
  • Socialista in cravatta bianca
Re:Gastrosboronate - prelibatezze e alta cucina
« Risposta #2026 il: Giugno 17, 2018, 07:24:39 am »
No.
Però era in programma.
Io sono un capibara e voi no.

Bellatrix

  • Casio in pastelletto
  • *****
  • Post: 6044
Re:Gastrosboronate - prelibatezze e alta cucina
« Risposta #2027 il: Giugno 17, 2018, 07:32:27 am »
Cerca di godertela.

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 57955
  • Socialista in cravatta bianca
Re:Gastrosboronate - prelibatezze e alta cucina
« Risposta #2028 il: Giugno 20, 2018, 01:15:01 am »
Bottura di nuovo primo al mondo secondo la 50 best.
Io sono un capibara e voi no.

Mixarchagevas

  • Semino oleoso
  • *****
  • Post: 25700
  • Time waits for no one
Re:Gastrosboronate - prelibatezze e alta cucina
« Risposta #2029 il: Luglio 16, 2018, 08:09:08 pm »
"Non fu per i 30 denari ma per la speranza che lui, quel giorno, aveva suscitato in me".

La radice vera del mio odio per Cracco è che ha prima vellicato poi offeso il mio campanilismo: intorno al 2005 speravo davvero che qui a Milano ci potesse essere il più bravo; poi quando, nel 2007, lo assaggiai fu una delusione. E da allora sempre peggio.

Leggevo i commenti a questa notiziola e mi è tornata in mente questa considerazione.
I cretini che vantano la propria solvenza e la poraccità degli avversari, senza rendersi conto di essere i primi tra i gonzi... privi di informazioni, conoscenza del mondo gastronomico e direttamente di discernimento.

https://touch.facebook.com/story.php?story_fbid=10156373464762530&id=284515247529
La vita incandescente

"Some living, some standing alone..."

À ton étoile

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 57955
  • Socialista in cravatta bianca
Re:Gastrosboronate - prelibatezze e alta cucina
« Risposta #2030 il: Luglio 16, 2018, 10:17:39 pm »
Sì, però... quei prezzi non sono tanto folli per la galleria.
(Ricordiamo comunque che qui non parliamo del ristorante gastronomico, ma del bar/caffetteria/piccola ristorazione).
Io sono un capibara e voi no.

Mixarchagevas

  • Semino oleoso
  • *****
  • Post: 25700
  • Time waits for no one
Re:Gastrosboronate - prelibatezze e alta cucina
« Risposta #2031 il: Luglio 16, 2018, 11:06:50 pm »
Sì, però... quei prezzi non sono tanto folli per la galleria.
(Ricordiamo comunque che qui non parliamo del ristorante gastronomico, ma del bar/caffetteria/piccola ristorazione).
Il punto non sono i prezzi ma l'esercito di pirla che va lì o afferma di poter andare lì disinvoltamente e si vanta di saperne (e goderne) del mondo e del lusso gastronomico quando, se non ho interpretato male il senso del tuo intervento là sopra citato, l'eccellenza gastronomica attuale è altrove (come altrove, aggiungo io autonomamente, sono i luoghi dove il denaro non è sufficiente a pagare l'accesso).
« Ultima modifica: Luglio 16, 2018, 11:11:38 pm da Mixarchagevas »
La vita incandescente

"Some living, some standing alone..."

À ton étoile

Mixarchagevas

  • Semino oleoso
  • *****
  • Post: 25700
  • Time waits for no one
Re:Gastrosboronate - prelibatezze e alta cucina
« Risposta #2032 il: Luglio 16, 2018, 11:09:44 pm »
Insomma, buoi che danno dei cornuti agli asini...
La vita incandescente

"Some living, some standing alone..."

À ton étoile

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 57955
  • Socialista in cravatta bianca
Re:Gastrosboronate - prelibatezze e alta cucina
« Risposta #2033 il: Luglio 16, 2018, 11:24:49 pm »
Beh no, non hai proprio interpretato correttamente quello che intendevo: Cracco è comunque ai livelli più alti, anche se magari non proprio tra i migliori dieci in Italia; il suo problema è sempre stato quello della costanza, sia a livello di un singolo pasto - con piatti molto buoni cui seguono altri mal riusciti - sia (a quel che mi è stato detto) a livello di visite diverse con livello di soddisfazione generale completamente differente.

Qui però la cucina di Cracco non c'entra nulla: spremute e acqua minerale; quindi l'unico discorso è se quei prezzi abbiano senso e se abbia senso che si lamenti dei prezzi uno che si reca in un locale in galleria o in piazza S. Marco...
Io sono un capibara e voi no.

Mixarchagevas

  • Semino oleoso
  • *****
  • Post: 25700
  • Time waits for no one
Re:Gastrosboronate - prelibatezze e alta cucina
« Risposta #2034 il: Luglio 17, 2018, 12:48:32 am »
Beh no, non hai proprio interpretato correttamente quello che intendevo: Cracco è comunque ai livelli più alti, anche se magari non proprio tra i migliori dieci in Italia; il suo problema è sempre stato quello della costanza, sia a livello di un singolo pasto - con piatti molto buoni cui seguono altri mal riusciti - sia (a quel che mi è stato detto) a livello di visite diverse con livello di soddisfazione generale completamente differente.

Qui però la cucina di Cracco non c'entra nulla: spremute e acqua minerale; quindi l'unico discorso è se quei prezzi abbiano senso e se abbia senso che si lamenti dei prezzi uno che si reca in un locale in galleria o in piazza S. Marco...

Ho capito, io, neh, che il bar de quo non è il ristorante.
I non pochi commenti di quelli che parlano del posto mettendo dentro gastronomia e lusso non accessibile a tutti, quindi da riservare a chi può, come loro, sono quelli a sembrarmi stupidi. Mi sembra stupido "io posso permettermi quelle spremute e quell'acqua minerale, perché io so cos'è il lusso, l'eccellenza e io posso usufruirne normalmente".
Non me ne frega un tubo dell'episodio.
È dei commentatori, come ho premesso, che mi interessa.
Questi suppongo che Cracco sia il massimo in tutto senza conoscere con ogni probabilità nessuno dei dieci o più ristoranti migliori di Cracco, né hanno contezza che i loro soldi, con i quali si permettono quotidianamente le spremute e le acque, con ogni probabilità non aprono loro le porte del lusso effettivo, della esclusività vera che loro ritengono di raggiungere ogni volta che si siedono a quei tavoli.
Per questo li chiamo gonzi.
Benestanti ma gonzi.

Neppure mi sembra, a 'sto punto, di aver capito male, però, che il Cracco ristoratore (che i gonzi associano pure al bar) sia controverso (altrimenti espressioni come "mal riuscito", "problema della costanza", "livello di soddisfazione generale completamente differente" non avrebbero alcun senso, per descrivere il fenomeno... insomma, oggettivamente, e non per la mia esclusiva soggettività, queste valutazioni non indicano un livello di eccellenza... e sono perfettamente coerenti col tuo post sulla tua delusione seguita alla grande promessa... se tuttavia il tuo vecchio post sulla delusione era ironico, allora sì, non ho colto l'ironia).
La vita incandescente

"Some living, some standing alone..."

À ton étoile

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 57955
  • Socialista in cravatta bianca
Re:Gastrosboronate - prelibatezze e alta cucina
« Risposta #2035 il: Luglio 17, 2018, 02:50:50 am »
Il discorso potrebbe diventare lunghissimo, e non so nemmeno se ne varrebbe la pena.
Sgombriamo il campo dall'ipotesi che fossi ironico, non lo ero (a parte il tono, e la citazione della canzone da oratorio).

Però i punti fondamentali sui quali forse non ho espresso chiaramente come la penso sono due: 1) che l'eccellenza gastronomica è comunque in larghissima misura, anche se viene costantemente misurata con punteggi e classifiche, soggettiva, e quindi stavo esprimendo un parere personale, corroborato da altri ma sempre limitato; 2) che il livello di lusso e di eccellenza gastronomica, sebbene spesso viaggino accompagnati, non sono sempre strettamente correlati.

Iniziamo dal secondo punto: il nuovo locale di Cracco (nel quale non sono mai stato) è indiscutibilmente al vertice della piramide del lusso in Italia; questo vale principalmente per il ristorante gastronomico, ma in certa misura anche per il bar. Quindi, a prescindere dal livello attuale della cucina, dell'arte potremmo quasi dire, di Carlo (che io non conosco, avendo mangiato da lui una sola volta 11 anni fa) non è corretto dire che il vero lusso sia altrove: per quanto riguarda un locale aperto a tutto il pubblico, non c'è, in Italia, qualcosa che sia a un livello nettamente superiore.

Sulla cucina, invece, il discorso è più complicato e anche, come accennavo, più soggettivo.
Però, la prima considerazione è che chi è andato a mangiare nel suo ristorante - non al bar, proprio al ristorante - difficilmente non ha provato altro, compresi alcuni di quelli che io e la critica generalmente consideriamo i migliori attualmente in Italia (per fare 5 nomi che sono in cima in tutte le guide: Alajmo, Bottura, Crippa, Romito e Uliassi; dal primo non sono mai stato, l'ultimo è l'unico del gruppo a non avere le tre stelle, tra l'altro - e qui ci riallacciamo all'altro punto - in buona misura questo è dovuto al fatto che il suo locale è un po' al di sotto del livello di lusso e opulenza che la Michelin pretende per assegnare la terza stella, nonostante il livello della sua cucina). Ci sarà qualcuno che è andato da Cracco solo per la fama televisiva, e non ha provato nessuno di quelli sopra citati... ma è un eccezione, di solito chi va in uno, per passione, semplice collezionismo o entrambi, gira... e se uno può permettersi Cracco difficilmente non si spinge da Bottura, tornato al vertice della (opinabilissima ma molto mediatica) classifica dei 50 migliori ristoranti al mondo,
Cracco non è attualmente sulla plateau più alto per nessuna delle guide maggiori (addirittura ha una sola stella Michelin, ma avendo cambiato locale avrebbero anche potuto togliergliele tutte), tuttavia è stato a lungo tra i massimi per il Gambero Rosso e parecchio vicino alla cima per l'Espresso, e probabilmente tra il nuovo locale e l'abbandono degli impegni televisivi per dedicarsi nuovamente in pieno alla sua cucina lo vedremo risalire non di poco nelle guide 2019.

Io sono un capibara e voi no.

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 57955
  • Socialista in cravatta bianca
Re:Gastrosboronate - prelibatezze e alta cucina
« Risposta #2036 il: Luglio 17, 2018, 02:51:21 am »
Io, e altri appassionati con cui ho discusso la cosa, persone anche molto diverse tra di loro per gusti, troviamo che ci sia una certa discontinuità nei suoi piatti, un mio conoscente ha usato l'espressione che trovo calzante di "ottovolante" emozionale e gustativo: a un piatto che porta in alto ne segue uno che ti porta precipitosamente più in basso, per poi risalire e ridiscendere, sempre in modo un po' brusco. Questo non è quello che io cerco da quel tipo di ristorante. Per fare esempi differenti, il figlio di Vissani mi diceva - utilizzando un po' maldestramente delle metafore musicali - che è proprio nella loro filosofia quella di proporre un crescendo costante, sino alle portate più complesse e ardite (che definiva, non capisco bene perché la suite del pasto); e io stesso, altro caso, per descrivere l'esperienza da Romito avevo utilizzato l'immagine della rapidissima corrente ascensionale che ti porta in alto, come per esempio accade alle volte a un aquilone che sale di botto quasi perfettamente in verticale, che ti rapisce al primo assaggio, e poi li seguito che riesce a mantenerti alla stessa altezza vertiginosa, senza perdere quota. Evidente che si tratta di esperienze in entrambi i casi più soddisfacenti... ma personalmente anche dall'acclamatissimo Crippa ho trovato alcuni piatti non all'altezza degli altri.

Insomma, Cracco non è controverso al punto di dire che c'è chi non lo considera un cuoco ai massimi livelli, se mai è lo standard del suo vecchio ristorante (sul nuovo ci sono solo singole recensioni, ma non ancora il sigillo di una delle grandi guide) che era altalenante... ma sempre su un livello molto alto, e massimo per quanto riguarda il livello di lusso.


Quindi, riassumendo: boh, direi che a parte quelli che credono di aver provato la cucina di Cracco essendo stati solo nel bistrot dove fa piccola ristorazione, che forse possono essere chiamati gonzi, gli altri commentatori gonzi non sono, e in linea di massima sanno di quello che parlano. Se mai sono stronzi.
Io sono un capibara e voi no.

Bellatrix

  • Casio in pastelletto
  • *****
  • Post: 6044
Re:Gastrosboronate - prelibatezze e alta cucina
« Risposta #2037 il: Luglio 17, 2018, 07:49:10 am »
Quindi il problema di Cracco  (come motivo per cui non è ai massimi livelli) è la costanza? Ma mi permetto di dire che penso sia una questione caratteriale cioè per quello che lo ho seguito ha un carattere particolare che può riflettersi sulle sue prestazioni? Può essere? Lo chiedo per mera curiosità

Bellatrix

  • Casio in pastelletto
  • *****
  • Post: 6044
Re:Gastrosboronate - prelibatezze e alta cucina
« Risposta #2038 il: Luglio 17, 2018, 07:53:53 am »
(addirittura ha una sola stella Michelin, ma avendo cambiato locale avrebbero anche potuto togliergliele tutte)

Potresti spiegare questa cosa per una profana. Perché avrebbero potuto toglierle?

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 57955
  • Socialista in cravatta bianca
Re:Gastrosboronate - prelibatezze e alta cucina
« Risposta #2039 il: Luglio 17, 2018, 09:41:44 am »
Perché si tratta di un altro locale; in teoria avrebbero dovuto giudicarlo da zero.
Io sono un capibara e voi no.