Autore Topic: Gastrosboronate - prelibatezze e alta cucina  (Letto 100645 volte)

Mixarchagevas

  • Semino oleoso
  • *****
  • Post: 24830
  • Time waits for no one
Re:Gastrosboronate - prelibatezze e alta cucina
« Risposta #2040 il: Luglio 17, 2018, 09:45:51 am »
Da Cracco e da tutti gli altri, se prenoti per tempo e paghi, puoi andare.
Sono esercizi aperti al pubblico.
Per altro accessibili a chiunque abbia un normale introito.
Al massimo viene corrisposta una somma che, salvo uscite su vini straordinari, resta contenuta in uno stipendio o in una pensione frutto di reddito.
Quindi è lusso per l'ambiente, il servizio e la cucina (ciò li "distingue" dal normale ristorante) ma lusso per parecchi milioni di persone (ragazzi con un paio d'anni di contratto a termine in fabbrica che spendono cifre a tre zeri per attrezzature da pesca, per dire della mia esperienza limitata, si, ma a contatto con svariate decine di persone e riguardo a beni voluttuari). Poi si, puoi sederti in tutti e undici i ristoranti e non capire nulla di ciò che stai facendo ma non è quello il punto.
Nell'ottica dei gonzi quel lusso è esclusività e motivo di elevazione (social) sul resto della comunità umana non in linea con i loro orizzonti.
Il lusso su cui mi sono espresso prima, quello che esclude totalmente coloro che "escludono altri" nel mondo social, è quello che non permette neppure a chi paga di accedervi, perché il processo per accedere non contempla il mero pagamento di una cifra (per altro non comparabile alle centinaia di euro o qualcosa in più di un pasto di alta cucina).
Sono gonzi, inconsapevoli della complessità e tranquilla ferocia delle barriere, e non solo stronzi.
Spero di aver chiarito il senso del mio discorso.

Circa le qualità di Cracco (mi rendo conto che parlando di Cracco si parla sia della persona fisica che del ristorante, complesso di persone e cose, e ciò può generare confusioni), come ho scritto sopra, fatico sempre a elaborare il giudizio così netto nelle parole (es. "mal riuscito" + "ottovolante") di appassionati e conoscitori accompagnato poi dalla (comprensibile) contestualizzazione "pur restando a livello molto alto" (sempre tenuto conto della soggettività).
"Le parole sono importanti".

La vita incandescente

"Some living, some standing alone..."

À ton étoile

Mixarchagevas

  • Semino oleoso
  • *****
  • Post: 24830
  • Time waits for no one
Re:Gastrosboronate - prelibatezze e alta cucina
« Risposta #2041 il: Luglio 29, 2018, 12:12:04 pm »
Mi ha incuriosito un servizio sul ristorante El Molin di Cavalese...
La vita incandescente

"Some living, some standing alone..."

À ton étoile

Misia

  • Scalogno ciselée
  • *****
  • Post: 40782
«Sono la pietà, la compassione, il perdono che mi mancano...non la razionalità»

I'm fucking zen

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 55666
  • Socialista in cravatta bianca
Re:Gastrosboronate - prelibatezze e alta cucina
« Risposta #2043 il: Settembre 11, 2018, 02:54:30 pm »
Sì, avevo visto dei video. Magari si riesce a trarre qualcosa di buono persino dalle angurie.
Io sono un capibara e voi no.