Autore Topic: La cucina esotica di prima mano  (Letto 32876 volte)

jules-

  • Casio in pastelletto
  • *****
  • Post: 5444
  • La mente giuridica
    • L'Infelice Jules Dufresne e la Redenzione di Shawshank
Re: La cucina esotica di prima mano
« Risposta #30 il: Ottobre 13, 2010, 01:17:34 pm »
Se era buona, scrivi pure! :D
I'm on a Highway to Hell.

Mirtillosa°

  • Visitatore
Re: La cucina esotica di prima mano
« Risposta #31 il: Ottobre 13, 2010, 01:39:08 pm »
ok, stasera controllo la ricetta e domani te la scrivo.
me ne è anche venuta in mente una di "prima mano"! devo controllare gli ingredienti però

DDRD(evotchka)

  • Visitatore
Re: La cucina esotica di prima mano
« Risposta #32 il: Ottobre 13, 2010, 05:16:31 pm »
DDR voler fare la Dobos in casa è pura ubris.


prrrrr.

senza hubris non si va da nessuna parte però ;D (e scrivilo con la h che ci ha lo spirito aspro :P :))

AlePato

  • Visitatore
Re: La cucina esotica di prima mano
« Risposta #33 il: Ottobre 13, 2010, 05:21:48 pm »
Queen cakes, mangiati in Irlanda e cucinati dalla signora Niamh.

Ricetta per 24

175 gr di margarina
225 gr di farina
3 uova
175 gr di zucchero
1 cucchiaino di lievito
1/2 cucchiaino di sale
125 gr di uva sultanina

Mescolare margarina e zucchero, aggiungere uova, farina, sale, uva e lievito.
Mettere il composto nei pirottini (24). Infornare a 220° per 20 minuti.

 :-*

jules-

  • Casio in pastelletto
  • *****
  • Post: 5444
  • La mente giuridica
    • L'Infelice Jules Dufresne e la Redenzione di Shawshank
Re: La cucina esotica di prima mano
« Risposta #34 il: Ottobre 13, 2010, 05:31:15 pm »
Grazie! :)
I'm on a Highway to Hell.

Melisande

  • Tortellyno
  • ****
  • Post: 3051
  • Omonima di Hallymay!
Re: La cucina esotica di prima mano
« Risposta #35 il: Ottobre 13, 2010, 05:58:58 pm »
Per i dolci: io faccio spesso gli scones

-250 grammi farina (circa)
-mezza tazza di latte (dovrebbero essere più o meno 100-150 ml)
-una cucchiaiata bella grossa di burro
-1 bustina di lievito per dolci
-uvetta a profusione
-una cucchiaiata di zucchero (sarebbero due ma li perferisco poco dolci)
-il solito pizzico di sale

Intanto scalda il forno a 200°. Poi mescoli farina, sale, zucchero e lievito.  Poi fai a pezzettini il burro e lo "sbricioli" nel composto di farina etc., devono uscire un sacco di bricioline unte. Poi aggiungi l'uvetta non ammollata e impasti tutto col latte. Quando hai una palla di una consistenza accettabile la stendi a uno spessore di un cm e mezzo o due. Poi ti ci vorrebbe un tagliapasta di diametro circa 4 cm, io uso i bicchierini da vodka XD
Fai tutti gli scones che riesci, li metti su una placca con carta da forno, spennelli con un uovo sbattuto e metti in forno per circa un quarto d'ora. Bisogna farli raffreddare perché dentro rimangono comunque un po' "umidi" appena sfornati.

Sarebbero da servire con l'introvabile clotted cream, sostituibile con mascarpone mescolato con zucchero (assaggia e vedi tu) e un paio di albumi montati a neve fermissima. E poi marmellata, meglio se di mirtilli *ç* e ovviamente con del tè caldo^^

Sono velocissimi da fare, si conservano a lungo se li metti in una scatola di latta e chiudi bene.
La somma dell'intelligenza sulla Terra è costante; la popolazione è in aumento.

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 58136
  • Socialista in cravatta bianca
Re: La cucina esotica di prima mano
« Risposta #36 il: Luglio 07, 2011, 03:38:38 pm »
Lo dicevo io che c'era.
Io sono un capibara e voi no.

Cettyola

  • Carbonara stracciatella
  • *****
  • Post: 10182
  • Streusoland
Re: La cucina esotica di prima mano
« Risposta #37 il: Luglio 07, 2011, 05:48:00 pm »
Qui c'è di tutto sul cibo. Ma voi i noodles come preferite cucinarli in casa?
Ama chi ti ama, frequenta chi cerca la tua compagnia, offri doni a chi ti offre doni e a chi niente ti dà non dare niente. (Esiodo)

Fraulein Claire

  • Tortellyno
  • ****
  • Post: 3553
  • Mi glittero d'immenso. Team Irina
Re: La cucina esotica di prima mano
« Risposta #38 il: Luglio 07, 2011, 11:51:12 pm »
Io li faccio in due modi:
o con zucchine e gamberetti o pollo e un ovetto sbattuto, saltati in padella con salsa di soia, oppure in brodo (usando il cuor di brodo knorr come dado) usando i mix di verdure per i minestroni (oh, mi piace, sono buoni!)
Radical-Kitsch.
Il Gotico Internazionale: un mostro Emo/Dark poliglotta.
You're an apple.

Cettyola

  • Carbonara stracciatella
  • *****
  • Post: 10182
  • Streusoland
Re: La cucina esotica di prima mano
« Risposta #39 il: Luglio 08, 2011, 12:36:07 am »
:up: domani vediamo quale m'ispira di più
Ama chi ti ama, frequenta chi cerca la tua compagnia, offri doni a chi ti offre doni e a chi niente ti dà non dare niente. (Esiodo)

Bellatrix

  • Visitatore
Re: La cucina esotica di prima mano
« Risposta #40 il: Luglio 08, 2011, 12:18:02 pm »
In Malvaricettario ho postato la mia ricetta dello hummus.

 :slurp: Consigliata da me a tutto il forum  ;D

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 58136
  • Socialista in cravatta bianca
Re: La cucina esotica di prima mano
« Risposta #41 il: Luglio 08, 2011, 04:19:30 pm »
Sono pochissimi i ristoranti giapponesi gestiti da giapponesi, ce ne sono alcuni solo nelle grandi città.
Io sono un capibara e voi no.

PiantaGrassa

  • Gelato alla mandorla pizzuta d'avola
  • *****
  • Post: 17430
  • Divyna Veggente
Re: La cucina esotica di prima mano
« Risposta #42 il: Luglio 08, 2011, 04:37:39 pm »
Sono pochissimi i ristoranti giapponesi gestiti da giapponesi, ce ne sono alcuni solo nelle grandi città.

Io li trovo con personale misto
"Quando io uso una parola, essa significa esattamente ciò che io voglio che significhi"

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 58136
  • Socialista in cravatta bianca
Re: La cucina esotica di prima mano
« Risposta #43 il: Luglio 08, 2011, 04:38:00 pm »
Dove?
Io sono un capibara e voi no.

PiantaGrassa

  • Gelato alla mandorla pizzuta d'avola
  • *****
  • Post: 17430
  • Divyna Veggente
Re: La cucina esotica di prima mano
« Risposta #44 il: Luglio 08, 2011, 04:46:39 pm »
Dalle mie parti, e in qualche posto a milano (non ricordo i nomi)
"Quando io uso una parola, essa significa esattamente ciò che io voglio che significhi"