Autore Topic: Personale sfogo da una mente ecologista  (Letto 5227 volte)

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 56976
  • Socialista in cravatta bianca
Re:Personale sfogo da una mente ecologista
« Risposta #135 il: Marzo 23, 2019, 07:27:15 pm »
Non è questione di comprensibilità, è che non hai spiegato quasi per niente (se non forse accennando al fatto dell'asperger) perché Greta sarebbe un prodotto di questo tipo di mondo. Abbiamo capito che una certa visione contrabbandata del mondo non ti piace, ma che questo specifico fenomeno/persona vi rientri non è pacifico.
Io sono un capibara e voi no.

Misia

  • Scalogno ciselée
  • *****
  • Post: 41141
Re:Personale sfogo da una mente ecologista
« Risposta #136 il: Marzo 25, 2019, 09:54:59 am »

va be', lascia perdere i minus habens che le augurano di essere messa sotto da una macchina...
siccome esistono i violenti che la aggrediscono in modo indegno diventa tabù criticarla, perché automaticamente le critiche ragionate vengono accomunate a quelle violente. vedi allevi più sopra parlando con me: sì lo so che lo dicevi scherzando, ma un po' lo pensavi. non bisogna nemmeno cominciare a scherzarci, per me.

è lo stesso meccanismo su cui si basa qualsiasi tipo di propaganda sjw (nonché la reductio ad hitlerum): critichi questa cosa? allora sei racist - sexist, perché è una cosa con cui concorderebbero anche i racists e i sexists.
No certo, quelli li escludo totalmente perché sono gli haters del web.
Mi riferivo a questa narrazione
http://www.occhidellaguerra.it/tutti-i-dubbi-su-greta-thunberg-chi-lha-resa-celebre-e-perche/

In questo caso non è Greta il problema ma tutto ciò che eventualmente ruota intorno a lei
https://www.valigiablu.it/greta-complotto-clima/

bufale incluse, parecchio colorite  ;D
https://www.wired.it/attualita/media/2019/03/19/bufale-greta-thunberg/?refresh_ce=
« Ultima modifica: Marzo 25, 2019, 10:06:38 am da Misia »
«Sono la pietà, la compassione, il perdono che mi mancano...non la razionalità»

I'm fucking zen

Mixarchagevas

  • Semino oleoso
  • *****
  • Post: 25181
  • Time waits for no one
Re:Personale sfogo da una mente ecologista
« Risposta #137 il: Marzo 25, 2019, 11:51:50 am »
Mi sto facendo però l'idea che vi sia un grande sforzo non di indagare i fatti, con la conseguenza di trovarseli di fronte che piacciano o meno, ma di costruire rapidamente contro-narrazioni.
Quindi ecco come primissime bufale cose totalmente risibili come la rettilianità o l'appartenenza massonica e successivamente bufale su aspetti di minima pezzatura come gli imballi del pranzo in treno. Demolite in un amen e al massimo "vere", in particolare le prime due, per una persona su qualche migliaio.
Sulle questioni più corpose, come la gestione del fenomeno da parte di adulti non solo consapevoli delle dinamiche della visibilità ma anche specifici professionisti, le contro-narrazioni entrano in modalità di speculazione alternativa "si ma la mamma è ancora celebre", "il libro però non parla di Greta", etc. per controbattere invece fatti che, messi in fila, una certa "gravità, precisione e concordanza" ce l'hanno.


 
La vita incandescente

"Some living, some standing alone..."

À ton étoile

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 56976
  • Socialista in cravatta bianca
Re:Personale sfogo da una mente ecologista
« Risposta #138 il: Aprile 01, 2019, 12:40:02 pm »
Non avevo propriamente finito su Greta, ma per diversi motivi - tra cui il fatto che il dibattito su lei mi interessa marginalmente - non ho più approfondito.

Ma ecco invece un parere radicale sulla questione di fondo.

https://not.neroeditions.com/collasso-inevitabile-prepariamoci-al/?fbclid=IwAR3ZcI-78FACdrsxrBmyT_HMMXj6X9NuVlqJZWO0uySbGBcnKOZhiAOYtfk


(In fondo in fondo siamo sempre alla Ginestra leopardiana...)
Io sono un capibara e voi no.