Autore Topic: Personale sfogo da una mente ecologista  (Letto 5266 volte)

cristina

  • Gelato alla mandorla pizzuta d'avola
  • *****
  • Post: 19539
Re: Personale sfogo da una mente ecologista
« Risposta #30 il: Gennaio 05, 2009, 08:59:37 pm »
le ho lette....ma allora come si spiega che la  mia roba sia  stata pulita per bene?
« Ogni volta che vedo un adulto in bicicletta penso che per l'Uomo ci sia ancora speranza » (H.G. Wells)

Rita

  • Tortellyno
  • ****
  • Post: 2815
  • Stento a crederci
Re: Personale sfogo da una mente ecologista
« Risposta #31 il: Gennaio 05, 2009, 11:28:27 pm »
Bisognerebbe fare il controesperimento = bucato senza detersivo e senza palla!
Date a Dio quel che è di Dio e a San Giuseppe la tredicesima.

DDRD(evotchka)

  • Visitatore
Re: Personale sfogo da una mente ecologista
« Risposta #32 il: Gennaio 05, 2009, 11:59:49 pm »
troppo bello per essere vero! comunque 35 euro non sono un prezzo male se si pensa al detersivo risparmiato... e soprattutto allo sgravio che si fa all' ambiente!

edit:raggi infrarossi? ma siamo scemi? nono, allora mi ricredo.
« Ultima modifica: Gennaio 06, 2009, 12:06:27 am da DDRD(evotchka) »

lucia

  • Frittata con la marmellata
  • **
  • Post: 634
Re: Personale sfogo da una mente ecologista
« Risposta #33 il: Gennaio 06, 2009, 12:15:05 am »
Stavo giusto per postare anche io il link al blog di paolo attivissimo, ma ci ha già pensato pam ;-)
Le stesse cose che scrive lui le ho trovate anche sul mio librino "i detersivi bioallegri"; fondamentalmente le casalinghe che l'hanno provata e l'hanno paragonata ad un lavaggio senza detersivo non hanno riscontrato differenze. La sola acqua calda in realtà è in grado di lavare buona parte delle macchie che ci ritroviamo sui vestiti, soprattutto se consideriamo che il bucato di una persona adulta difficilmente comprete capi con macchie vere e proprie (intendo sporco sporco, molte cose le laviamo perchè le abbiamo indossate e quindi magari hanno preso odori di diversa natura).
A chi vuole cimentarsi in lavaggi quanto più eco possibili consiglio di pesare il bucato e dosare il detersivo di conseguenza secondo le indicazioni che si trovano sulle confezioni: già questo vi farà usare molto meno detersivo (non c'è bisogno di tanti prodotti diversi, ne basta uno, magari con il marchio ecolabel o altre certificazioni che ne garantiscano la provenienza e la formulazione) e i vostri vestiti ringrazieranno ;-) Inoltre potete cercare di usare alternative all'ammorbidente, come l'aceto o una soluzione di acido citrico (io ho intenzione di usare proprio questo sistema non appena finirò il mio flacone tradizionale, poi vi farò sapere com'è andata ;-)) e cercare di non lavare a temperature molto alte dal momento che la lavatrice scalda acqua con una resistenza, quindi consumando parecchia energia elettrica. Ovviamente lavare a pieno carico o a mezzo se la lavatrice ve lo permette.
Benvenuti nella mia firma

DDRD(evotchka)

  • Visitatore
Re: Personale sfogo da una mente ecologista
« Risposta #34 il: Gennaio 06, 2009, 12:44:40 am »
il bucato di una persona adulta difficilmente comprete capi con macchie vere e proprie (intendo sporco sporco

 :-[ :-[ :-[ :-[ :-[

cristina

  • Gelato alla mandorla pizzuta d'avola
  • *****
  • Post: 19539
Re: Personale sfogo da una mente ecologista
« Risposta #35 il: Gennaio 06, 2009, 03:54:25 pm »
Ma che delusione....Cmq gli infrarossi sono indubbiamente una stronzata! Io pensavo che le palline di ceramica fossero state prodotte in modo da contenere additivi naturali..invece è solo ceramica. Ma forse ha ragione un commentatore di un articolo linkato da Pam: è una sfera Pokemon, da cui ne esce uno, e combatte lo sporco!  ;D
« Ogni volta che vedo un adulto in bicicletta penso che per l'Uomo ci sia ancora speranza » (H.G. Wells)

Siminsen

  • Visitatore
Re: Personale sfogo da una mente ecologista
« Risposta #36 il: Gennaio 06, 2009, 07:41:44 pm »
Ma che delusione....Cmq gli infrarossi sono indubbiamente una stronzata! Io pensavo che le palline di ceramica fossero state prodotte in modo da contenere additivi naturali..invece è solo ceramica. Ma forse ha ragione un commentatore di un articolo linkato da Pam: è una sfera Pokemon, da cui ne esce uno, e combatte lo sporco!  ;D

Attenta: se esce Picachu c'è il rischio di rimanere fulminati.  :-\

cristina

  • Gelato alla mandorla pizzuta d'avola
  • *****
  • Post: 19539
Re: Personale sfogo da una mente ecologista
« Risposta #37 il: Gennaio 07, 2009, 01:07:47 pm »
Ma che delusione....Cmq gli infrarossi sono indubbiamente una stronzata! Io pensavo che le palline di ceramica fossero state prodotte in modo da contenere additivi naturali..invece è solo ceramica. Ma forse ha ragione un commentatore di un articolo linkato da Pam: è una sfera Pokemon, da cui ne esce uno, e combatte lo sporco!  ;D

Attenta: se esce Picachu c'è il rischio di rimanere fulminati.  :-\

E poi non vorrei stingesse giallo!
« Ogni volta che vedo un adulto in bicicletta penso che per l'Uomo ci sia ancora speranza » (H.G. Wells)

mikyhell79

  • Carbonara stracciatella
  • *****
  • Post: 13570
Re: Personale sfogo da una mente ecologista
« Risposta #38 il: Novembre 12, 2011, 06:42:42 pm »
Siti contaminati: confermati gli impatti sulla salute
Sapevatelo   :-X

Citazione
I risultati dell’indagine, coordinata dall’Istituto superiore di sanità (Iss), sono stati presentati martedì scorso al Convegno dell'Associazione italiana di epidemiologia a Torino. Il team di epidemiologi ambientali di Sentieri ha analizzato i dati di mortalità in un arco di tempo che va dal 1995 al 2002. Nel complesso, queste aree sono caratterizzate da una mortalità in eccesso rispetto alle medie regionali. Sentieri ha definito le esposizioni ambientali sulla base dei decreti di perimetrazione di queste aree di bonifica, caratterizzate dalla presenza di impianti chimici, petrolchimici, raffinerie, industrie siderurgiche, centrali elettriche, miniere e cave di amianto e altri minerali, porti, discariche e inceneritori.
L’elenco completo dei 44 siti italiani a rischio tumore per i residenti
Segni particolari: \"omuncolo sessualmente insoddisfatto\" (cit.)  =___=<br />Malvestite... un puttanificio che ben rappresenta lo squallore che c\'è in Italia.<br />Taesticula tacta, omnia paericula iacta!   u.u

Cheeza

  • Visitatore
Re: Personale sfogo da una mente ecologista
« Risposta #39 il: Novembre 13, 2011, 11:10:57 am »
aree litorale vesuviano (Napoli)[...] litorale Domizio Flegreo (Caserta/Napoli)

praticamente io vivo al centro di un triangolo mortale, considerato che ho il vesuvio a destra, il litorale domizio a sinistra e l'eternit di bagnoli in testa, ovvero a pochi kilometri da casa.



PiantaGrassa

  • Gelato alla mandorla pizzuta d'avola
  • *****
  • Post: 17381
  • Divyna Veggente
Re: Personale sfogo da una mente ecologista
« Risposta #40 il: Settembre 07, 2012, 03:15:09 pm »
http://brescia.corriere.it/brescia/notizie/cronaca/12_settembre_7/20120907BRE05_11-2111724614855.shtml

Se ne parla da tanti anni, ma la cosa che mette più amarazza è che chi dovrebbe vigilare e cercare di risolvere gioca al rimpallarsi le responsabilità.
E intanto sono dieci anni che in quelle zone vige l'assoluto divieto di coltivarsi anche solo una piantina di basilico. Quando passo di lì e vedo i pensionati che raccolgono i pomodori dal loro orto mi fermo e glielo dico, ma mi rispondono che tanto loro sono vecchi, che problema c'è?
Certo, che problema c'è? Intanto analisi effettuate sul latte materno di alcune donne vissute in quell'area hanno mostrato concentrazioni di diossina da pcb spaventose: 147 picogrammi per grammo di grasso, quando il limite stabilito dall'OMS è 6.

Citazione
Se il picco massimo di diossine all'interno dell'Ilva arriva a 351 nanogrammi per ogni chilo di terra, sotto la Caffaro le diossine arrivano a 325 mila nanogrammi. La musica cambia solo qualche nota se si prende in considerazione il territorio circostante le due aziende. A Taranto (quartiere di Statte) le diossine arrivano a poco più di 10 nanogrammi; nell'area inquinata del sito Caffaro (200 ettari a sud ovest di via Milano) le concentrazioni di diossine sono trecento volte superiori.
"Quando io uso una parola, essa significa esattamente ciò che io voglio che significhi"

Dark Star

  • Casio in pastelletto
  • *****
  • Post: 5884
  • leisure
Re: Personale sfogo da una mente ecologista
« Risposta #41 il: Ottobre 06, 2015, 10:32:26 pm »
Parliamo qui di contaminazione dei terreni, quindi. Guardate che bella notizia:

http://www.cell.com/current-biology/abstract/S0960-9822%2815%2900988-4
mary jane girl

Betty Moore

  • Administrator
  • Cecy
  • *****
  • Post: 30219
Re: Personale sfogo da una mente ecologista
« Risposta #42 il: Ottobre 06, 2015, 10:57:49 pm »
Parliamo qui di contaminazione dei terreni, quindi. Guardate che bella notizia:

http://www.cell.com/current-biology/abstract/S0960-9822%2815%2900988-4

mmh, mi chiedo se saranno animali con una spiccata resistenza all'avvelenamento da radiazioni.
Tutte le strade portano a Ro Pullo e Voreno (NC)

Dark Star

  • Casio in pastelletto
  • *****
  • Post: 5884
  • leisure
Re: Personale sfogo da una mente ecologista
« Risposta #43 il: Ottobre 06, 2015, 11:04:54 pm »
Vuoi dire "se sono", cioè costitutivamente, per proprietà tissutali, o "se saranno", nel senso che nel prossimo decennio compariranno danni non osservati sinora? Può darsi che le curve epidemiologiche, in questi casi, siano degli 'esponenziali traslati', in effetti. Però mi ha fatto molto piacere per queste famigliole di alci.
mary jane girl

Mixarchagevas

  • Semino oleoso
  • *****
  • Post: 25183
  • Time waits for no one
Re: Personale sfogo da una mente ecologista
« Risposta #44 il: Ottobre 06, 2015, 11:35:41 pm »
La fonte non è granché, un programma di intrattenimento Discovery, ma ricordo un pescatore/conduttore intervistare un biologo locale che conduceva studi sulla fauna. Questi indicava che la varietà e la presenza era apparentemente positiva ma lo sviluppo dei soggetti era ridotto e in particolare l'aviofauna aveva decurtate pesanti percentuali di speranza di vita, per una crisi della popolazione di insetti e altre fonti di nutrimento animale.
La vita incandescente

"Some living, some standing alone..."

À ton étoile