Autore Topic: Fenomenologia del ragazzo facile  (Letto 53330 volte)

Theodorus

  • Carbonara stracciatella
  • *****
  • Post: 14616
  • Quarteroti e Madonnisi.
Re: Fenomenologia del ragazzo facile
« Risposta #1095 il: Agosto 20, 2015, 10:47:05 am »
Nor is there singing school but studying
Monuments of its own magnificence

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 58135
  • Socialista in cravatta bianca
Re: Fenomenologia del ragazzo facile
« Risposta #1096 il: Agosto 20, 2015, 11:45:32 pm »
Oggi siamo stati a Riccione.

Del resto nel gruppo c'erano due infanti e una donna incinta, quindi fare la passeggiata che fanno TUTTI era una scelta quasi obbligata; il fatto che fosse il primo giorno di indiscutibile bel tempo dopo molti ha aumentato però l'odioso affollamento.

Nel pomeriggio ho scoperto che degli odiosi lavori in corso bloccano, probabilmente per sempre, l'accesso a Mirtillonia.
In compenso abbiamo trovato alcuni porcini spettacolari, nonostante l'ora.
Io sono un capibara e voi no.

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 58135
  • Socialista in cravatta bianca
Re: Fenomenologia del ragazzo facile
« Risposta #1097 il: Agosto 21, 2015, 10:43:19 am »
Ieri, nel messaggio con cui mi diceva che andava a dormire presto e non usciva nella serata, er Dep mi ha detto che oggi pomeriggio forse ha un "incontro galante"; siccome mi ha confermato che attualmente sta vivendo il periodo più lungo di astinenza della sua vita da quando è sessualmente attivo deve essere pieno di aspettative.
Io sono un capibara e voi no.

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 58135
  • Socialista in cravatta bianca
Re: Fenomenologia del ragazzo facile
« Risposta #1098 il: Agosto 21, 2015, 10:48:18 am »
Io comunque questa mattina resto a casa perché E. e Ce. con relativi pargoli e compagni vanno a fare passeggiate restando fuori a pranzo, e io già l'ho fatto ieri, già oggi ceno con loro con i funghi, già domani a pranzo probabilmente andiamo a fare una grigliata, e forse dopodomani parto... insomma, non volevo scomparire del tutto per la mia ospite (che per fortuna da un paio di giorni ha anche un'amica, poco più giovane di lei, a tenerle compagnia).
Io sono un capibara e voi no.

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 58135
  • Socialista in cravatta bianca
Re: Fenomenologia del ragazzo facile
« Risposta #1099 il: Agosto 21, 2015, 10:55:01 am »
Per la verità potendo scegliere in assoluto io non tornerei a Milano già dopodomani, ma è il giorno in cui scende Ce. che è in camper e quindi ha posto... E. e compagno - che anche vanno a Milano* - pur avendo una macchina omologata per cinque posti mi hanno fatto capire che secondo loro io con la mia valigia non ci stiamo; sapete come sono questi genitori di oggi che si portano dietro il mondo intero quando viaggiano col pargolo.
Di mio tonerei volentieri martedì o mercoledì, ma risparmiare il prezzo di un biglietto di pullman e relativo, noiosissimo, viaggio è una priorità.




*anzi, loro abitano propriamente in città e non tanto lontano da casa mia, Ce. mi lascerà probabilmente in qualche stazioncina suburbana
Io sono un capibara e voi no.

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 58135
  • Socialista in cravatta bianca
Re: Fenomenologia del ragazzo facile
« Risposta #1100 il: Agosto 21, 2015, 04:00:13 pm »
In attesa che E. mi chiamivi comincerò a raccontare un po' di lei e di Ema.

Ordunque, nel fatidico 1993 in cui si è formata la banda Ema aveva 14 anni ed E. 13. Quell'estate tra i due non successe nulla di che, a quanto ricordo, ma durante l'anno si frequentarono... fatto sta che l'estate dopo (se ricordo bene) E. si era messa con G. G., uno dei migliori amici di Ema - amico che originariamente non faceva parte della banda perché non veniva qui in valle - e che aveva conosciuto tramite lui.
Ora, questa sarà una costante della vita di E.: da allora ha avuto relazioni con tre degli amici più intimi di Ema, lo stesso suo compagno attuale, il padre del suo bambino, è un suo storico amico del suo stesso paese della collina torinese e suo compagno di scuola.
« Ultima modifica: Agosto 21, 2015, 04:06:35 pm da Allevi3MSC »
Io sono un capibara e voi no.

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 58135
  • Socialista in cravatta bianca
Re: Fenomenologia del ragazzo facile
« Risposta #1101 il: Agosto 21, 2015, 04:11:43 pm »
Io non so cosa esattamente sia successo durante l'anno scolastico 1993-4, personalmente vidi Ema ed E. forse solo un paio di volte a Milano, e credo fu invece a Torino che E. conobbe G.G.; Ema immagino che a quel punto fosse già innamorato di E., solo che non si era mai fatto avanti, cosa che invece fece l'amico, con successo.
Io sono un capibara e voi no.

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 58135
  • Socialista in cravatta bianca
Re: Fenomenologia del ragazzo facile
« Risposta #1102 il: Agosto 21, 2015, 04:21:34 pm »
Forse già alla fine dell'estate del 1994 G. G. si era messo a trascurare E., se non addirittura a trattarla male... la ragazza ne soffriva, e se ne lamentava con Ema, arrivando al classico "se lui fosse come te".
Ma Ema non ne approfittò: in quel momento era la ragazza del suo amico e lui non tradiva gli amici.
Anche se la conseguenza fu che l'amicizia si ruppe; a quanto ne so non in maniera irreparabile, ma comunque sostanziale per gli anni successivi.
Ema ci perse quindi un amico senza aver goduto del frutto proibito.
Io sono un capibara e voi no.

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 58135
  • Socialista in cravatta bianca
Re: Fenomenologia del ragazzo facile
« Risposta #1103 il: Agosto 21, 2015, 04:38:57 pm »
Vado per funghi.
Io sono un capibara e voi no.

Mixarchagevas

  • Semino oleoso
  • *****
  • Post: 25838
  • Time waits for no one
Re: Fenomenologia del ragazzo facile
« Risposta #1104 il: Agosto 21, 2015, 04:53:26 pm »
Io l'avrei mandata a estrudere.
La vita incandescente

"Some living, some standing alone..."

À ton étoile

NuovaCarne

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 51273
  • Io sugnu malacarne!
Re:
« Risposta #1105 il: Agosto 21, 2015, 09:02:22 pm »
Questi microcosmi dove ci si fidanza a turno tra le solite 10 persone sono teVVibili.
|||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 58135
  • Socialista in cravatta bianca
Re: Fenomenologia del ragazzo facile
« Risposta #1106 il: Agosto 22, 2015, 12:20:51 am »
Più che raccontarvi di questa sera o andare avanti con Ema ed E. ho da aggiornarvi su un tema pienamente IT, cioè il ragazzo facile per eccellenza, er Dep. Ma domani.
Io sono un capibara e voi no.

Theodorus

  • Carbonara stracciatella
  • *****
  • Post: 14616
  • Quarteroti e Madonnisi.
Re: Fenomenologia del ragazzo facile
« Risposta #1107 il: Agosto 22, 2015, 12:50:20 am »
Questi microcosmi dove ci si fidanza a turno tra le solite 10 persone sono teVVibili.

Anche perché dopo un po' escono figli con tre occhi, se non si sta attenti.

Ma poi soprattutto: ma che supremo imbarazzo a sapere che tutti hanno interagito con i genitali di tutti?
Nor is there singing school but studying
Monuments of its own magnificence

Mixarchagevas

  • Semino oleoso
  • *****
  • Post: 25838
  • Time waits for no one
Re: Fenomenologia del ragazzo facile
« Risposta #1108 il: Agosto 22, 2015, 01:12:09 am »
E via con l'orgione liberatorio...
La vita incandescente

"Some living, some standing alone..."

À ton étoile

Mixarchagevas

  • Semino oleoso
  • *****
  • Post: 25838
  • Time waits for no one
Re: Fenomenologia del ragazzo facile
« Risposta #1109 il: Agosto 22, 2015, 01:14:11 am »
(Un tempo, comunque, sentivo definire questo scambio intracomunitario: "sistema usato sicuro" :ohoh:)
La vita incandescente

"Some living, some standing alone..."

À ton étoile