Autore Topic: Downton Abbey - s06e08  (Letto 105231 volte)

Fla

  • Tortellyno
  • ****
  • Post: 3009
Re: Downton Abbey - stagione cinque
« Risposta #75 il: Luglio 05, 2013, 03:16:19 pm »
E poi giustamente Allevi sottolineava, potevano essere molto più conservatori tra i domestici che tra i signori.

(E guardate che se ci pensate forse non è diversissimo neanche ora... leggere le statistiche socio-economiche delle tendenze elettorali nei paesi occidentali è piuttosto illuminante)

sì, questo sicuramente.
avete visto django unchained, vero?  ;D

Sì!
esempio molto azzeccato... poi tieni conto che in Django c'è anche la dicotomia schiavo di casa/ schiavo da fatica, che complica ancor di più le cose (differenza peraltro esistente da tempi antichissimi, non solo nel sud degli USA, si può rinvenire pure in epoca romana!)

Betty Moore

  • Administrator
  • Cecy
  • *****
  • Post: 30092
Re: Downton Abbey - stagione cinque
« Risposta #76 il: Luglio 05, 2013, 03:17:34 pm »
anche il tristissimo e prevedibilissimo ma allo stesso tempo non motivato ripensamento finale sul valletto zoppo.
ok, personaggio definitivamente in shit  :down:

Non sono d'accordo per niente: sappiamo che sua signoria è legato a Bates da quel profondo legame di cameratismo che si crea in guerra, sappiamo che egli l'ha voluto espressamente al suo servizio perché conscio delle sue difficoltà (magari più avanti scopriremo anche che ha una qualche responsabilità nella sua ferita, ma non è detto che sia necessario) e desideroso di aiutarlo.
Ha però ceduto alle insistentissime pressioni dei dirigenti della servitù (che si sono anche abilmente intortati sua moglie) in ossequio a quanto dicevo prima: chi comanda sulla casa non è il signore (è per lui che il meccanismo esiste, ma non lo controlla) ma maggiordomo e governante, entrambi uniti nel voler cacciare il povero valletto; all'ultimo momento però ha deciso di imporre la propria volontà, un gesto che è nel suo diritto ma in qualche modo è un terribile sgarro.

Guarda che i problemi dei signori nell'imporre la propria volontà ai domestici sono ben presenti negli scrittori dell'epoca.

ma sì, che lui voglia bene a Bates si vede.
ho scritto il commento un po' di getto, in realtà con "immotivato" intendevo dire non che non ci fosse sentimento di affetto per il valletto, nel padrone. era immotivata la poco dignitosa (per un nobile) rincorsa all'ultimo secondo "no! fermo! resta cummè!". era motivata soprattutto da esigenze emotive di sceneggiatura.
lo sapevamo tutti dal primo secondo in cui glielo dice che alla fine non l'avrebbe fatto fuori, ed era una scelta credibile. ma ovviamente hanno scelto il modo più enfatico e incredibile di risolvere la cosa.
(e, sia chiaro, io non ho nulla contro le scene enfatiche, se sono belle scene)
Tutte le strade portano a Ro Pullo e Voreno (NC)

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 56421
  • Socialista in cravatta bianca
Re: Downton Abbey - stagione cinque
« Risposta #77 il: Luglio 05, 2013, 03:17:51 pm »
e secondo te è verosimile che questo possa essere il primo pensiero che un riccone si fa venire in mente? è un'idea che anche il 99% delle persone oggidì ha in mente solo ed esclusivamente perché ha visto titanic con di caprio, figurati se poteva venire in mente
- a un riccone (pur progressista)
- di inizio secolo

Dimentichi una cosa: oggidì le persone lo sanno per il film all'epoca lo VEDEVANO di persona.
Sua signoria di sicuro ha fatto un viaggio in transatlantico, e per quanto cercassero di separare il più possibile le classi in certa misura era inevitabile che i signori si accorgessero di come si viaggiava in terza classe.
« Ultima modifica: Luglio 05, 2013, 03:21:16 pm da Allevi3MSC »
Io sono un capibara e voi no.

Betty Moore

  • Administrator
  • Cecy
  • *****
  • Post: 30092
Re: Downton Abbey - stagione cinque
« Risposta #78 il: Luglio 05, 2013, 03:19:24 pm »
e secondo te è verosimile che questo possa essere il primo pensiero che un riccone si fa venire in mente? è un'idea che anche il 99% delle persone oggidì ha in mente solo ed esclusivamente perché ha visto titanic con di caprio, figurati se poteva venire in mente
- a un riccone (pur progressista)
- di inizio secolo

Dimentichi una cosa: oggidì le persone lo sanno per il film all'epoca lo VEDEVANO di persona.
Sua signoria di sicuro ha fatto un viaggio in transatlantico, e per quanto cercassero di separare il più possibile le cassi in certa misura era inevitabile che i signori si accorgessero di come si viaggiava in terza classe.

ammetto che a questo non avevo pensato.
Tutte le strade portano a Ro Pullo e Voreno (NC)

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 56421
  • Socialista in cravatta bianca
Re: Downton Abbey - stagione cinque
« Risposta #79 il: Luglio 05, 2013, 03:20:55 pm »
Beh, guarda che se trovi enfatica quella scena vuol dire solo che la serie centra perfettamente l'obbiettivo ;D.

Di fatto non è molto enfatica ma giustamente giudichi come inaudito che un lord scatti in una breve corsetta e prenda in mano la valigia di un domestico; questo perché sono riusciti già in un episodio a farti capire quali siano le convenzioni.
Io sono un capibara e voi no.

Betty Moore

  • Administrator
  • Cecy
  • *****
  • Post: 30092
Re: Downton Abbey - stagione cinque
« Risposta #80 il: Luglio 05, 2013, 03:22:34 pm »
Beh, guarda che se trovi enfatica quella scena vuol dire solo che la serie centra perfettamente l'obbiettivo ;D.

Di fatto non è molto enfatica ma giustamente giudichi come inaudito che un lord scatti in una breve corsetta e prenda in mano la valigia di un domestico; questo perché sono riusciti già in un episodio a farti capire quali siano le convenzioni.

mi stai rigirando la frittata, maledetto :radar:
Tutte le strade portano a Ro Pullo e Voreno (NC)

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 56421
  • Socialista in cravatta bianca
Re: Downton Abbey - stagione cinque
« Risposta #81 il: Luglio 05, 2013, 03:23:39 pm »
 :asd: he he he.
Io sono un capibara e voi no.

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 56421
  • Socialista in cravatta bianca
Re: Downton Abbey - stagione cinque
« Risposta #82 il: Luglio 05, 2013, 03:28:04 pm »
Poi resta da vedere se si rivelerà un personaggio di sostanza o no, ma già solo come ha trattato quel pessimo duca al momento del porto&sigari, veramente il massimo di strappo possibile al velo dell'ipocrisia cortese, me lo fa apprezzare.
Io sono un capibara e voi no.

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 56421
  • Socialista in cravatta bianca
Re: Downton Abbey - stagione cinque
« Risposta #83 il: Luglio 05, 2013, 03:31:08 pm »
Ah, devo dire che per ora trovo un po' inquietante come è presentata l'omosessualità, i due personaggi gay che si sono visti sin ora sono entrambi spregevoli.
Certo, il problema della segretezza aveva inevitabilmente delle conseguenze spiacevoli sul carattere, ma che siano tutti e due così cinici, calcolatori e spietati è un po' troppo.
Io sono un capibara e voi no.

Betty Moore

  • Administrator
  • Cecy
  • *****
  • Post: 30092
Re: Downton Abbey - stagione cinque
« Risposta #84 il: Luglio 05, 2013, 03:32:11 pm »
Poi resta da vedere se si rivelerà un personaggio di sostanza o no, ma già solo come ha trattato quel pessimo duca al momento del porto&sigari, veramente il massimo di strappo possibile al velo dell'ipocrisia cortese, me lo fa apprezzare.

be', sì, quella è stata una bella scena, l'unico momento in cui l'ho apprezzato davvero  :asd:
Tutte le strade portano a Ro Pullo e Voreno (NC)

Fla

  • Tortellyno
  • ****
  • Post: 3009
Re: Downton Abbey - stagione cinque
« Risposta #85 il: Luglio 05, 2013, 03:32:43 pm »
Ah, devo dire che per ora trovo un po' inquietante come è presentata l'omosessualità, i due personaggi sono entrambi spregevoli.
Certo, il problema della segretezza aveva inevitabilmente delle conseguenze spiacevoli sul carattere, ma che siano tutti e due così cinici, calcolatori e spietati è un po' troppo.
no no, come ho detto sopra, Thomas è il personaggio tra i più sfaccettati, pur coi limiti di sceneggiatura. Io lo apprezzo molto
(l'ho chiamato lo Shylock dei poveri!)

Betty Moore

  • Administrator
  • Cecy
  • *****
  • Post: 30092
Re: Downton Abbey - stagione cinque
« Risposta #86 il: Luglio 05, 2013, 03:32:53 pm »
Ah, devo dire che per ora trovo un po' inquietante come è presentata l'omosessualità, i due personaggi gay che si sono visti sin ora sono entrambi spregevoli.
Certo, il problema della segretezza aveva inevitabilmente delle conseguenze spiacevoli sul carattere, ma che siano tutti e due così cinici, calcolatori e spietati è un po' troppo.

ma si sono trovati!
chi si somiglia si piglia  ;D
Tutte le strade portano a Ro Pullo e Voreno (NC)

Dark Star

  • Casio in pastelletto
  • *****
  • Post: 5884
  • leisure
Re: Downton Abbey - stagione cinque
« Risposta #87 il: Luglio 05, 2013, 03:33:55 pm »
Considera infine che all'epoca in UK c'erano di sicuro più socialisti tra i "signori" che tra la loro servitù: operai e altre figure di proletariato si stavano emancipando, ma tutta la casta dei domestici era il bastione del conservatorismo (anche perché avvertivano, più o meno consapevolmente, che scomparsi i priviligei sarebbero scomparsi anche i loro posti di lavoro e la loro identità).
Questa è realtà storica. In termini da specificare. Poiché il socialismo marxiano era poco più di un vezzo intellettuale per teorici sublimatori(lett.) del già invecchiato liberalismo industriale, e, checché ne volesse il demiurgo della sua declinazione "scientifica", hegelianamente, Aufhebung del processo storico deterministico di superamento inglobante dell' estremo à la Cobden , estensione delle 'verità' precedenti, (in salsa utilitaristica o di dialettica storica poco cambia), non soppressione. Pertanto, i risvolti comportamentali mi si configurano come mera entomologia.
Il resto è constatazione di fenomeno simbiotico. (Curiosità: in biologia vi sono dei simbionti che si vengono chiamati 'commensali'. Mi sembra in tema.).
mary jane girl

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 56421
  • Socialista in cravatta bianca
Re: Downton Abbey - stagione cinque
« Risposta #88 il: Luglio 05, 2013, 03:35:04 pm »
Sì, immagino che sia uno che non accetta la divisione quasi "razziale" tra signori e servi... però per ora sembra solo un arrampicatore pronto a fare le scarpe agli altri e a usare il ricatto, più che uno che abbia sviluppato una coscienza di classe.
Io sono un capibara e voi no.

Fla

  • Tortellyno
  • ****
  • Post: 3009
Re: Downton Abbey - stagione cinque
« Risposta #89 il: Luglio 05, 2013, 03:38:04 pm »
3- cameriere emo gay

Eh, ma è stronzo forte...

Thomas il cameriere gay è il personaggio che alla fine della terza serie apprezzo di più! (anche se la sua evoluzione poteva essere maneggiata molto meglio dagli sceneggiatori).
Comunque già iniziava a piacermi dalla prima serie: è il personaggio su cui si gioca di più il livello di Value Dissonance
(pensatelo come una specie di Shylock dei poveri)
E a proposito di conservatorismo: Thomas è il personaggio con maggior coscienza di classe, in senso marxista, tra la servitù! :metallaro:
Team Thomas!