Autore Topic: True detective: malvacronaca random  (Letto 32789 volte)

Betty Moore

  • Administrator
  • Cecy
  • *****
  • Post: 30379
Re: True detective: malvacronaca random
« Risposta #240 il: Marzo 11, 2014, 12:32:45 pm »
Più complesso il caso dei disegni sessuali, perché lì non si tratta di una cosa a mala pena intravista, ma di una precisa costruzione del personaggio.
Premessa: i disegni sessuosi li abbiamo fatti tutti... io che non ero bravo a disegnare facevo i pupazzetti di pongo; certo quelli sono un po' più inquietanti e per certi versi circostanziati. Il fatto però che quei disegni rappresentino uomini mascherati... beh, questo è un po' tirato per i capelli.
La cosa più probabile è che la bambina abbia assistito a qualche tipo di atto sessuale, e che la cosa l'abbia impressionata. Ma per quanto ne sappiamo potrebbero essere anche i suoi genitori, nella più banale situazione freudiana.

(click to show/hide)

è molto molto strana la faccia del tizio come l'ha disegnata: senza naso (tutti le altre facce ce l'hanno), senza collo (tutti gli altri personaggi che ha disegnato ce l'hanno) e con quello zig zag sotto il mento che sì, potrebbe essere una barba, ma a me sembra molto più verosimile l'interpretazione "maschera" o "sacco in testa", visti anche i primi due elementi (assenza di collo e naso).
Tutte le strade portano a Ro Pullo e Voreno (NC)

Betty Moore

  • Administrator
  • Cecy
  • *****
  • Post: 30379
Re: True detective: malvacronaca random
« Risposta #241 il: Marzo 11, 2014, 12:35:48 pm »
sì, i bambini che prendono per la prima volta in mano una matita, non una bambina di sei o di otto anni (le età delle due figlie).

È un disegno attaccato al muro: che ne sappiamo da quanto tempo è lì? Verosimilmente è uno dei primi disegni di una delle due bambine. No davvero, questo secondo me non è NEMMENO una RH, è proprio niente.

quindi secondo te agli sceneggiatori non è neanche venuto in mente che una spirale potesse richiamare il tema della spirale che è il tema della serie? non se ne sono accorti? non ci hanno pensato?
Tutte le strade portano a Ro Pullo e Voreno (NC)

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 57509
  • Socialista in cravatta bianca
Re: True detective: malvacronaca random
« Risposta #242 il: Marzo 11, 2014, 12:38:37 pm »
Per altro: i bambini di solito sono molto attenti alle differenze di dimensioni, e anzi le enfatizzano. Nella rappresentazione di un rituale di Carcosa avremmo probabilmente una vittima molto piccola e molestatori immensi.
Questi sono adulti grandi uguali. E le rappresentazioni nel foglio di sinistra sono di atti chiaramente consenzienti.
Quella incriminata, del sacchetto, assomiglia di più a una molestia... ma non del tipo carcosiano.
« Ultima modifica: Marzo 11, 2014, 12:42:00 pm da Allevi3MSC »
Io sono un capibara e voi no.

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 57509
  • Socialista in cravatta bianca
Re: True detective: malvacronaca random
« Risposta #243 il: Marzo 11, 2014, 12:39:35 pm »
quindi secondo te agli sceneggiatori non è neanche venuto in mente che una spirale potesse richiamare il tema della spirale che è il tema della serie? non se ne sono accorti? non ci hanno pensato?

Forse sì, forse no. Ma non è un elemento di una qualche importanza.
Io sono un capibara e voi no.

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 57509
  • Socialista in cravatta bianca
Re: True detective: malvacronaca random
« Risposta #244 il: Marzo 11, 2014, 12:41:28 pm »
Se mai quello che gli sceneggiatori possono voler suggerire (però è sottile) è che le molestie sessuali sono una cosa diffusissima e capillare, e che nel 99.999% dei casi non prendono la forma dei deliranti riti religiosi di Carcosa e non sfociano affatto nell'assassinio.

Il che, ripeto ripeto ripeto, significa che la ragazzina con il "caso", con Carcosa, NON c'entra.

Non hai fatto nessun commento a questo post, che per me rappresenta il modo più sensato di vedere la cosa.
« Ultima modifica: Marzo 11, 2014, 12:51:35 pm da Allevi3MSC »
Io sono un capibara e voi no.

Betty Moore

  • Administrator
  • Cecy
  • *****
  • Post: 30379
Re: True detective: malvacronaca random
« Risposta #245 il: Marzo 11, 2014, 12:45:09 pm »
sulla dimensione delle persone hai ragione, ma
- anche no, non sempre succede come dici tu (ho proprio degli esempi in mente)
- potrebbe essere, questo sì, un errore di quelli che hanno realizzato il prop

poi tutto andrebbe anche perfettamente d'accordo con la frase che ripete sempre marty sulla maledizione del detective: gli indizi più importanti stanno sotto il tuo naso e tu non li vedi.
Tutte le strade portano a Ro Pullo e Voreno (NC)

Betty Moore

  • Administrator
  • Cecy
  • *****
  • Post: 30379
Re: True detective: malvacronaca random
« Risposta #246 il: Marzo 11, 2014, 12:57:13 pm »
Se mai quello che gli sceneggiatori possono voler suggerire (però è sottile) è che le molestie sessuali sono una cosa diffusissima e capillare, e che nel 9.999% dei casi non prendono la forma dei deliranti riti religiosi di Carcosa e non sfociano affatto nell'assassinio.

Il che, ripeto ripeto ripeto, significa che la ragazzina con il "caso", con Carcosa, NON c'entra.

Non hai fatto nessun commento a questo post, che per me rappresenta il modo più sensato di vedere la cosa.

scusa.
è un'interpretazione sensata, è vero. ma gli indizi che portano sulla strada carcosiana ci sono e sono espliciti:
- la spirale, che tu continui a snobbare, ok, eliminiamola (anche se per me non è da eliminare)(anche perché se la guardi non sembra un disegnino fatto da un bambino alle prime armi, sembra un disegnino fatto bene, è colorato in modo abbastanza preciso, ci sono delle righe a raggiera che si dipanano dal centro della spirale, e i bambini imparano a disegnare angoli diversi dai 90° solo dopo una certa età)
- il fatto che i ken siano cinque
- il tizio che sembra mascherato

poi anche diversi indizi simbolici, che non vogliono dire niente dal punto di vista della psicologia della bambina, ma il fatto che li abbiano inseriti significa che volevano suggerire quella cosa in modo metaforico, come la scena della bambina che lancia la coroncina tra i rami degli alberi e poi la coroncina rimane lì per sempre.

ripeto: per me gli sceneggiatori volevano suggerire che la bambina o è stata molestata da qualcuno del culto o ha assistito a delle molestie legate al culto o a dei racconti di molestie (io direi che queste ultime due sono più probabili, ma sono congetture mie).
anche la teoria che il suocero stronzo riccone di marty fosse in qualche modo legato alla ghenga non è male. questa è davvero una teoria senza fondamento, non c'è alcun indizio che lo faccia intuire, sono pipponi da fan. però potrebbe spiegare come la bambina sia entrata in contatto con la cosa (ha trovato una videocassetta a casa del nonno?). te la butto lì solo per fare un'ipotesi di come sarebbe potuto succedere, di possibilità simili ce ne sono infinite.
Tutte le strade portano a Ro Pullo e Voreno (NC)

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 57509
  • Socialista in cravatta bianca
Re: True detective: malvacronaca random
« Risposta #247 il: Marzo 11, 2014, 01:04:13 pm »
La storia della videocassetta in casa del nonno è interessante... ma veramente fondata sul niente: il personaggio si vede UNA volta e si sente al telefono un'altra; basta. È stronzo, sì, e ricco, ma non ci sono altre basi per sostenere una cosa del genere.

Mi chiedo se la sceneggiatura originale non avesse delle sottotrame che sono state eliminate perché troppo estreme nella critica alla società e anche troppo dispersive. Questi potrebbero essere dei rimasugli.
Io sono un capibara e voi no.

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 57509
  • Socialista in cravatta bianca
Re: True detective: malvacronaca random
« Risposta #248 il: Marzo 11, 2014, 01:11:12 pm »
La domanda resta comunque una: perché nell'ultimo episodio non c'è NESSUN rimando a questi temi?
Magari i setacci dei fan arriveranno dopo, ma direi che non ci sono nemmeno a livello nascosto.
Io sono un capibara e voi no.

NuovaCarne

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 51273
  • Io sugnu malacarne!
Re: True detective: malvacronaca random
« Risposta #249 il: Marzo 11, 2014, 01:26:38 pm »
ahah, questo è vero, io non ne avevo neanche uno  :asd:
io avevo il ben più figo Derek con la banana rockabilly, del resto la mia barbie era punk e non si sarebbe mai scopata uno coi capelli con la riga di lato

|||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||

Betty Moore

  • Administrator
  • Cecy
  • *****
  • Post: 30379
Re: True detective: malvacronaca random
« Risposta #250 il: Marzo 11, 2014, 02:38:42 pm »
ahah, questo è vero, io non ne avevo neanche uno  :asd:
io avevo il ben più figo Derek con la banana rockabilly, del resto la mia barbie era punk e non si sarebbe mai scopata uno coi capelli con la riga di lato



forse nella gangbang della figlia futura goth c'era anche qualche derek  :sisisi:
Tutte le strade portano a Ro Pullo e Voreno (NC)

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 57509
  • Socialista in cravatta bianca
Re: True detective: malvacronaca random
« Risposta #251 il: Marzo 11, 2014, 02:39:59 pm »
Io però non mi ricordo bene: era chiaramente determinato quale delle due figlie avesse fatto quella scenetta?
Io sono un capibara e voi no.

Betty Moore

  • Administrator
  • Cecy
  • *****
  • Post: 30379
Re: True detective: malvacronaca random
« Risposta #252 il: Marzo 11, 2014, 02:45:34 pm »
La domanda resta comunque una: perché nell'ultimo episodio non c'è NESSUN rimando a questi temi?
Magari i setacci dei fan arriveranno dopo, ma direi che non ci sono nemmeno a livello nascosto.

ne ho visto uno, ieri, che però non so quanto sia intenzionale, mi sembra un'interpretazione esagerata in questo caso. la bambina aveva disegnato dei fiori in zona gonna/mutanda a una figura femminile e lo paragonavano all'eufemismo usato dal tagliaerba per i ditalini (make flowers). non riesco a trovare la foto in giro.
però questo mi pare davvero una cazzata tirata per i capelli.
Tutte le strade portano a Ro Pullo e Voreno (NC)

Betty Moore

  • Administrator
  • Cecy
  • *****
  • Post: 30379
Re: True detective: malvacronaca random
« Risposta #253 il: Marzo 11, 2014, 02:46:02 pm »
Io però non mi ricordo bene: era chiaramente determinato quale delle due figlie avesse fatto quella scenetta?

non mi pare, ma si intuisce che sia quella delle due che fa anche i disegnini porno.
Tutte le strade portano a Ro Pullo e Voreno (NC)

Archibald

  • Casio in pastelletto
  • *****
  • Post: 5030
Re: True detective: malvacronaca random
« Risposta #254 il: Marzo 11, 2014, 06:15:32 pm »
Se poi parli di "unico scopo"... non capisci proprio niente.

lo scopo era quello, il fatto che a lei rust piacesse era SOLO un incentivo, non uno scopo. lei voleva trombare qualcuno per ferire il marito: ci prova con lo sconosciuto al bar la sera prima ma rinuncia all'ultimo perché la cosa le sembra squallida, perché il tipo non le piace, mettici tutti i motivi che vuoi. solo allora decide di buttarsi su rust, perché lui in fondo le piace e la cosa sarebbe stata più facile. inoltre (secondo incentivo, forse anche più forte del primo) Rust era amico del marito e questo avrebbe ferito il marito cento volte tanto (rispetto alla trombata con lo sconosciuto). lo scopo era ferire il marito, non cedere alla tentazione di trombarsi rust. lo dimostra anche la freddezza con cui poi se ne va da casa sua.
Io ci ho visto in effetti un modo per raffinare rendere più dolorosa la vendetta: non tanto il dire "sono stata con un altro", cosa che lui dopo il momento di annebbiamento causa rabbia poteva in qualche modo non dico accettare, ma insomma venirci a patti, considerato anche tutto quel che ha combinato.
E' che Marty sembra non avere nessun amico, al di là di qualche bevuta o uscita di quelle insignificanti non coltiva rapporti umani. Non ama la presenza di altre persone in casa. I familiari della moglie lo disprezzano, le figlie crescendo si stanno allontanando. Rust è l'unico con cui sembra avere qualcosa che sfiora l'amicizia, un dialogo, un interesse non finto. E' come se Maggie gli avesse detto: ecco cosa ti ha fatto quello che consideravi quasi un amico insieme a me che ti amavo, figuriamoci cosa conti per il resto del mondo, io non ti rispetto più, ergo non sei più nulla per nessuno.
In Maggie però non vedo la banalità della moglie ferita, più la disperazione della persona che ha puntato tutto su qualcosa di sbagliato, ne ha sempre avuto il sospetto e all'ennesima conferma decide che deve morire Sansone con tutti i filistei.
Dire cose infondate in modo perentorio