Autore Topic: I miei primi trent'anni.  (Letto 4585 volte)

Mae

  • Frittura totale globbale
  • *****
  • Post: 8340
Re: I miei primi trent'anni.
« Risposta #75 il: Novembre 27, 2012, 01:00:42 pm »
Foreeeever youuuung, I wannabeeeeeee...!!!
"Il Darfur, è dentro di noi"

Archibald

  • Casio in pastelletto
  • *****
  • Post: 5030
Re: I miei primi trent'anni.
« Risposta #76 il: Novembre 27, 2012, 01:03:21 pm »
Hope I die before I get old (The Who), un tempo la sottoscrivevo, ora inizio a prendere cautamente le distanze ;)
Dire cose infondate in modo perentorio

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 56615
  • Socialista in cravatta bianca
Re: I miei primi trent'anni.
« Risposta #77 il: Novembre 27, 2012, 01:11:42 pm »
OT: ma davvero voi da giovani condividevate queste robe? Io a 20 anni volevo vivere fino a 150 almeno...
Io sono un capibara e voi no.

Archibald

  • Casio in pastelletto
  • *****
  • Post: 5030
Re: I miei primi trent'anni.
« Risposta #78 il: Novembre 27, 2012, 01:12:57 pm »
OT: ma davvero voi da giovani condividevate queste robe? Io a 20 anni volevo vivere fino a 150 almeno...
Per me la soglia dell'accettabilità erano i 35
Dire cose infondate in modo perentorio

purple

  • Carbonara stracciatella
  • *****
  • Post: 12052
  • mother of cats
Re: I miei primi trent'anni.
« Risposta #79 il: Novembre 27, 2012, 01:13:30 pm »
OT:  Io a 20 anni volevo vivere fino a 150 almeno...
:benebene:
"The crossing can be perilous in this season. One ship alone may founder, where three together may aid one another."

Home is where the cats are

Mae

  • Frittura totale globbale
  • *****
  • Post: 8340
Re: I miei primi trent'anni.
« Risposta #80 il: Novembre 27, 2012, 01:22:13 pm »
Mah, io veramente non l'ho mai pensata 'sta cosa. Avevo nonni in gamba (per tutta l'infanzia e l'adolescenza), e non mi sembrava una cosa da sfigati metter su famiglia e cose simili. Non è che avessi fretta, però non avevo ideali o fascinazioni da gioventù bruciata.
"Il Darfur, è dentro di noi"

Mirtillosa°

  • Visitatore
Re: I miei primi trent'anni.
« Risposta #81 il: Novembre 27, 2012, 02:10:36 pm »
Io da giuovincella pensavo che la vita finisse a 30 anni, in pratica, vedevo le mie cugine più grandi che si sposavano, facevano figli e si rinchiudevano in casa, diventando delle pine. Per fortuna col tempo mi sono ricreduta, però spesso mi sento in po' finita per così dire, oppure cado nel tunnel di "sono troppo vecchia per..."   

Archibald

  • Casio in pastelletto
  • *****
  • Post: 5030
Re: I miei primi trent'anni.
« Risposta #82 il: Novembre 27, 2012, 02:16:09 pm »
Io da giuovincella pensavo che la vita finisse a 30 anni, in pratica, vedevo le mie cugine più grandi che si sposavano, facevano figli e si rinchiudevano in casa, diventando delle pine. Per fortuna col tempo mi sono ricreduta, però spesso mi sento in po' finita per così dire, oppure cado nel tunnel di "sono troppo vecchia per..."   
Idem. Questo post avrei potuto scriverlo io con le stesse indentiche parole.
Dire cose infondate in modo perentorio

Mae

  • Frittura totale globbale
  • *****
  • Post: 8340
Re: I miei primi trent'anni.
« Risposta #83 il: Novembre 27, 2012, 02:17:36 pm »
Io da giuovincella pensavo che la vita finisse a 30 anni, in pratica, vedevo le mie cugine più grandi che si sposavano, facevano figli e si rinchiudevano in casa, diventando delle pine. Per fortuna col tempo mi sono ricreduta, però spesso mi sento in po' finita per così dire, oppure cado nel tunnel di "sono troppo vecchia per..."   

Io faccio una vita da pantofolaia, in generale, da sempre - e mi piace. Ma conosco una coppia sposata con figli che la sua serata settimanale "se la prende". Posso capire che una sera a settimana sia poco per alcuni.  :) Ma a volte la sera si vedono anche bimbi piccini (in discoteca non so perché non ci vado, ma in pizzeria, a fiere o rassegne enogastronomiche, sì). Certo, ci vuole attenzione per le esigenze del bymbyno.
In buona parte la vita ce la si gestisce come si vuole, chi non vuole il pinismo può evitarlo.  :)
"Il Darfur, è dentro di noi"

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 56615
  • Socialista in cravatta bianca
Re: I miei primi trent'anni.
« Risposta #84 il: Novembre 27, 2012, 02:19:18 pm »
Forse la discussione su "la vita finisce/comincia a 40 anni" potremmo splittarla.
Io sono un capibara e voi no.

Mirtillosa°

  • Visitatore
Re: I miei primi trent'anni.
« Risposta #85 il: Novembre 27, 2012, 02:19:56 pm »
Sentirsi sempre troppo vecchia non è mai una bella cosa, ci si priva di un sacco di esperienze, io praticamente mi sento troppo vecchia da quando avevo 18 anni, forse perchè i miei me lo ripetevano sempre, in ogni occasione. Col tempo per fortuna ho imparato a ragionare con la mia testa ma ogni tanto ci ricado

Mirtillosa°

  • Visitatore
Re: I miei primi trent'anni.
« Risposta #86 il: Novembre 27, 2012, 02:23:46 pm »
Io da giuovincella pensavo che la vita finisse a 30 anni, in pratica, vedevo le mie cugine più grandi che si sposavano, facevano figli e si rinchiudevano in casa, diventando delle pine. Per fortuna col tempo mi sono ricreduta, però spesso mi sento in po' finita per così dire, oppure cado nel tunnel di "sono troppo vecchia per..."   


Io faccio una vita da pantofolaia, in generale, da sempre - e mi piace. Ma conosco una coppia sposata con figli che la sua serata settimanale "se la prende". Posso capire che una sera a settimana sia poco per alcuni.  :) Ma a volte la sera si vedono anche bimbi piccini (in discoteca non so perché non ci vado, ma in pizzeria, a fiere o rassegne enogastronomiche, sì). Certo, ci vuole attenzione per le esigenze del bymbyno.
In buona parte la vita ce la si gestisce come si vuole, chi non vuole il pinismo può evitarlo.  :)

Eh lo so, ma io a 20 anni pensavo che il pinismo fosse inevitabile, pur provenendo da una famiglia per niente Pina, abbiamo sempre viaggiato e fatto di tutto insieme

Mae

  • Frittura totale globbale
  • *****
  • Post: 8340
Re: I miei primi trent'anni.
« Risposta #87 il: Novembre 27, 2012, 02:24:42 pm »
Forse la discussione su "la vita finisce/comincia a 40 anni" potremmo splittarla.

Ho trovato questa.

http://forum.malvestite.net/index.php?topic=273.0
"Il Darfur, è dentro di noi"

Archibald

  • Casio in pastelletto
  • *****
  • Post: 5030
Re: I miei primi trent'anni.
« Risposta #88 il: Novembre 27, 2012, 02:28:33 pm »
Io da giuovincella pensavo che la vita finisse a 30 anni, in pratica, vedevo le mie cugine più grandi che si sposavano, facevano figli e si rinchiudevano in casa, diventando delle pine. Per fortuna col tempo mi sono ricreduta, però spesso mi sento in po' finita per così dire, oppure cado nel tunnel di "sono troppo vecchia per..."  


Io faccio una vita da pantofolaia, in generale, da sempre - e mi piace. Ma conosco una coppia sposata con figli che la sua serata settimanale "se la prende". Posso capire che una sera a settimana sia poco per alcuni.  :) Ma a volte la sera si vedono anche bimbi piccini (in discoteca non so perché non ci vado, ma in pizzeria, a fiere o rassegne enogastronomiche, sì). Certo, ci vuole attenzione per le esigenze del bymbyno.
In buona parte la vita ce la si gestisce come si vuole, chi non vuole il pinismo può evitarlo.  :)

Eh lo so, ma io a 20 anni pensavo che il pinismo fosse inevitabile, pur provenendo da una famiglia per niente Pina, abbiamo sempre viaggiato e fatto di tutto insieme
Di più, io vedevo il pinismo pure nelle compagne di liceo fidanzate sempre con lo stesso fin dalle medie. Tipo che a San Valentino ricevevano fiori in classe da sti fidanzati max 18enni, e loro in estasi, certe amiche che dicevano "oh, che cosa carina! la invidio" e io pensavo "oddio, che cosa triste". Non conoscevo la parola pinismo ma intendevo quello.
Dire cose infondate in modo perentorio