Autore Topic: 1992 - la serie tivvù  (Letto 4130 volte)

Dark Star

  • Casio in pastelletto
  • *****
  • Post: 5884
  • leisure
Re: 1992 - la serie tivvù
« Risposta #30 il: Aprile 27, 2015, 08:24:35 pm »
ma proprio per questo, dicevo...cioè, sarebbe stato perfetto se avessero arricchito pure di quell' elemento più politico oltre che...antropologico. ahah, ma davvero ;D la scena ultras in treno secondo me è plausibile assai, considerando che i leghisti che ho "conosciuto" anni fa non andavano sotto firenze, e già dovevano lamentarsi sempre riportando tutto a una questione di 'civiltà' diverse già a bologna; quelle convinzioni che penso ricordiamo tutti, da uomini delle caverne, prima erano radicatissime. quindi rende. la sua vicenda interiore è sviluppata bene, infatti sottolineavo il rapporto con il democristiano, che è la chiave di volta per tutto, superamento dei pregiudizi, acquisizione dell' uomodimondismo e deriva nella piccola corruttela.
ah, poi, anne, secondo me è azzeccata anche la caratterizzazione come ex militare senza più scopo: non mi vorrei sbagliare, ma ad esempio quando ero al liceo, negli anni della guerra del kosovo, l' immagine di questi soldati veniva proposta ancora con grandi onori sociali, presso genti anche solo democristiane (senza arrivare al destrorso). erano davvero ammirati da quelle parti. era una buona carta, garanzia di tutti quei bei valori italofascio (senza, ripeto, dover essere della destra nazionale), solidi, anzi granitici. oggi, parliamoci chiaro, dei marò non gliene importerebbe neanche alla giorgia meloni, se stesse al bar della garbatella sua e non dovesse fare campagna elettorale.

mary jane girl

anne boleyn

  • Gelato alla mandorla pizzuta d'avola
  • *****
  • Post: 16755
  • one true queen of the narrow sea
Re: 1992 - la serie tivvù
« Risposta #31 il: Aprile 27, 2015, 09:33:46 pm »
ma infatti tutto questo è preso in considerazione, anzi è proprio sviluppato bene ed è l'unica storia che apprezzo, anche se umanamente bosco e i suoi amici verdi mi stanno sul culo.
figlia del sacro triangolo multicolore del cristallo magico delle sette porte dell'eterna saggezza

Misia

  • Scalogno ciselée
  • *****
  • Post: 41034
«Sono la pietà, la compassione, il perdono che mi mancano...non la razionalità»

I'm fucking zen

anne boleyn

  • Gelato alla mandorla pizzuta d'avola
  • *****
  • Post: 16755
  • one true queen of the narrow sea
Re: 1992 - la serie tivvù
« Risposta #33 il: Aprile 29, 2015, 02:29:41 pm »
niente, manco se si prende per il culo riesce a essere simpatica. scusa se hai evidenti problemi di dizione e fai l'attrice, i metodi per rimediare ci sono.
figlia del sacro triangolo multicolore del cristallo magico delle sette porte dell'eterna saggezza

Betty Moore

  • Administrator
  • Cecy
  • *****
  • Post: 30096
Re: 1992 - la serie tivvù
« Risposta #34 il: Aprile 29, 2015, 04:50:18 pm »
avevate visto il "cross-over" con boris, sì?  ;D



i sottotitoli sono  :rotfl: e su "CARPOCCIO" sono morta.
Tutte le strade portano a Ro Pullo e Voreno (NC)

anne boleyn

  • Gelato alla mandorla pizzuta d'avola
  • *****
  • Post: 16755
  • one true queen of the narrow sea
Re: 1992 - la serie tivvù
« Risposta #35 il: Aprile 29, 2015, 09:10:10 pm »
cagnaaaaaa XD
figlia del sacro triangolo multicolore del cristallo magico delle sette porte dell'eterna saggezza

Archibald

  • Casio in pastelletto
  • *****
  • Post: 5030
Re: 1992 - la serie tivvù
« Risposta #36 il: Maggio 05, 2015, 03:52:39 pm »
ma infatti tutto questo è preso in considerazione, anzi è proprio sviluppato bene ed è l'unica storia che apprezzo, anche se umanamente bosco e i suoi amici verdi mi stanno sul culo.
E, giusto per non trascurare per troppo tempo la mia ossessione linguistica, Bosco è interpretato da Guido Caprino, siciliano (capito, parenti di Tea Falco? Basta saper fare il proprio mestiere).
Dire cose infondate in modo perentorio

anne boleyn

  • Gelato alla mandorla pizzuta d'avola
  • *****
  • Post: 16755
  • one true queen of the narrow sea
Re: 1992 - la serie tivvù
« Risposta #37 il: Maggio 07, 2015, 02:11:53 pm »
ma è evidente che caprino è un attore e la falco un quadrupede.
figlia del sacro triangolo multicolore del cristallo magico delle sette porte dell'eterna saggezza

Selma

  • Frittata con la marmellata
  • **
  • Post: 747
Re: 1992 - la serie tivvù
« Risposta #38 il: Maggio 07, 2015, 06:54:40 pm »
Comunque m'avete incuriosito sicché ho provato a vederla.
Sono stata risucchiata dal blob trash e risputata fuori dopo i tre giorni che ci ho messo a vederla tutta. :patpat:
Dovrò farmi vedere da uno bravo.

anne boleyn

  • Gelato alla mandorla pizzuta d'avola
  • *****
  • Post: 16755
  • one true queen of the narrow sea
Re: 1992 - la serie tivvù
« Risposta #39 il: Maggio 08, 2015, 10:15:17 pm »
dai selma dicci le tue impressioni.
figlia del sacro triangolo multicolore del cristallo magico delle sette porte dell'eterna saggezza

Archibald

  • Casio in pastelletto
  • *****
  • Post: 5030
Re: 1992 - la serie tivvù
« Risposta #40 il: Maggio 11, 2015, 11:04:47 am »
Ho finito di vederla ieri.
Per quanto promettesse male fin dalla prima puntata, mi ha stupito la tenacia con cui gli autori si sono tuffati nel  maelstrom di ogni possibile luogo comune narrativo e nella tipizzazione più a buon mercato di quasi tutti i personaggi.
Ad esempio il personaggio del leghista un po' naif sta percorrendo tutte le tappe necessarie per una futura metamorfosi in incattivito dalla vita, scommettiamo che presto sarà lui a fottere tutto e tutti; già il modo in cui hanno rappresentato la sua rabbia verso l'aspirante showscema che lo umilia e
(click to show/hide)
E che dire delle protagoniste: alla disposta a tutto hanno deciso di dare proprio la parte della cattivona utilizzando quello che dai tempi dei fotoromanzi è l'emblema della malvagità muliebre,
(click to show/hide)
Il personaggio della Falco continua a non avere senso, un biascichio continuo di "no mai quèsto non lo faccio no ma io quèsto non la sapevo" e grandi limonate con Accorsi che si è preso a cuore il suo caso umano.
Il poliziotto con l'HIV preso per sangue infetto che fa tutto per cazzi suoi, mette microspie, ha informatori improbabili ed è comunque la vittima, il buono, con tutto quelle che ne consegue.
Accorsi che indulge in sorrisi mefistofelici e deliri strani che gli fanno immaginare un futuro politico per Berlusconi. Il fatto che sia successo davvero non lo rende meno improbabile.
Dire cose infondate in modo perentorio

Selma

  • Frittata con la marmellata
  • **
  • Post: 747
Re: 1992 - la serie tivvù
« Risposta #41 il: Maggio 11, 2015, 04:29:16 pm »
dai selma dicci le tue impressioni.

Quoto parola per parola quello che ha detto Archibald!
Oltre all'evidente incapacità degli attori (l'unico che si salva è giusto Guido Caprino, che per altro recita un personaggio che prenderei a sganassoni dalla mattina alla sera) ci han dato dentro con i peggiori cliché appiccicandoli però ad evoluzioni caratteriali improbabili o, al contrario, del tutto assenti. Dalla figlia di papà drogatella e perdigiorno a rampante donna in carriera in gonna pantalone che non gli scappa manco una cannetta per sbaglio. Da odioso yuppie col cuore ancora rivoluzionario, tormentato dai sensi di colpa per la morte della fidanzatina rivoluzionaria pure lei a assassino a sangue freddo. La zoccoletta e il poliziotto incazzato invece non si smuovono di una virgola in dieci puntate. Il leghista incattivito dalla vita è l'unico che ha un evoluzione che sia tale, ma come dice giustamente Archibald, si capisce dove si va a parare immediatamente.
L'unica cosa che per me ha funzionato è stato il giochino dell'amarcord, tra canzoni del festivalbar (ci avevo la cassetta!) e filmati di repertorio piazzati strategicamente per ricordare al telespettatore che si parla di tangentopoli, che nel mezzo a tutte 'ste caSSAte senno se lo dimentica. Se l'amarcord non ci fosse e avessero chiamato Di Pietro e Colombo e Borrelli con altri nomi, nessuno si sarebbe reso conto di che si sta parlando. Il che mi pare il peccato più grande di una serie che è stata pubblicizzata come un tuffo nel nostro passato recente...
(Però mi è piaciuto Di Pietro-Tyrion che dice a Varys, Ditocorto e Pycelle delle cose diverse per scoprire chi è la talpa in procura!  :asd:)

anne boleyn

  • Gelato alla mandorla pizzuta d'avola
  • *****
  • Post: 16755
  • one true queen of the narrow sea
Re: 1992 - la serie tivvù
« Risposta #42 il: Maggio 11, 2015, 09:35:19 pm »
il fatto che abbia più valore come techetechete che come telefilm la dice lunga sulla qualità del prodotto.
figlia del sacro triangolo multicolore del cristallo magico delle sette porte dell'eterna saggezza

Dark Star

  • Casio in pastelletto
  • *****
  • Post: 5884
  • leisure
Re: 1992 - la serie tivvù
« Risposta #43 il: Ottobre 15, 2015, 02:21:46 pm »
non mi ricordo neanche come si era chiusa questa saison en enfer
mary jane girl

Dark Star

  • Casio in pastelletto
  • *****
  • Post: 5884
  • leisure
Re: 1992 - la serie tivvù
« Risposta #44 il: Ottobre 15, 2015, 02:25:51 pm »
cioè, la leone s'era redenta? non me lo ricordo. il leghista s'era venduto? il pool di tonino era arrivato a craxi? ma che tea falco comandi da 'cè, presidente', inspiegabilmente, me lo ricordo.
mary jane girl