Autore Topic: Il salone di Kaer Morhen  (Letto 11322 volte)

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 55831
  • Socialista in cravatta bianca
Re:Il salone di Kaer Morhen
« Risposta #300 il: Aprile 13, 2018, 11:44:12 am »
Frivola, comunque?
Io sono un capibara e voi no.

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 55831
  • Socialista in cravatta bianca
Re:Il salone di Kaer Morhen
« Risposta #301 il: Aprile 24, 2018, 05:51:14 pm »
Prosegui, Betty?
Io sono un capibara e voi no.

Betty Moore

  • Administrator
  • Semino oleoso
  • *****
  • Post: 29917
Re:Il salone di Kaer Morhen
« Risposta #302 il: Aprile 25, 2018, 09:58:34 am »
Prosegui, Betty?

ehm.
mi sono fermata perché mi è stato regalato un altro romanzo che mi vergogno un po' dire non ho mai letto.
(cioè, a dire il vero, l'avevo iniziato e mai finito da adolescente)

e il nuovo romanzo mi sta prendendo di più.

no, insomma, i romanzi di sap non riescono a entusiasmarmi.
ed è strano perché i racconti, invece, li avevo divorati e mi erano piaciuti moltissimo.

(comunque lo riprendo appena ho finito questo)
Tutte le strade portano a Ro Pullo e Voreno (NC)

Chopper

  • Casio in pastelletto
  • *****
  • Post: 6419
Re:Il salone di Kaer Morhen
« Risposta #303 il: Maggio 03, 2018, 11:34:50 am »
Prosegui, Betty?

ehm.
mi sono fermata perché mi è stato regalato un altro romanzo che mi vergogno un po' dire non ho mai letto.
(cioè, a dire il vero, l'avevo iniziato e mai finito da adolescente)

e il nuovo romanzo mi sta prendendo di più.

no, insomma, i romanzi di sap non riescono a entusiasmarmi.
ed è strano perché i racconti, invece, li avevo divorati e mi erano piaciuti moltissimo.

(comunque lo riprendo appena ho finito questo)

eh ma ora si vuole sapere qual è il romanzo mai letto
"Sono il Dottore, e sono peggio di qualunque zia. E non è così che di solito mi presento."

"Un annuncio pubblicitario che fa finta di essere arte è quando va bene – come quando qualcuno vi sorride cordialmente solo perché vuole qualcosa da voi."

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 55831
  • Socialista in cravatta bianca
Re:Il salone di Kaer Morhen
« Risposta #304 il: Agosto 03, 2018, 01:54:30 pm »
Ieri sera ho prestato a Lurk il II e il III romanzo della saga.
E tu, Betty?
Io sono un capibara e voi no.

Betty Moore

  • Administrator
  • Semino oleoso
  • *****
  • Post: 29917
Re:Il salone di Kaer Morhen
« Risposta #305 il: Agosto 05, 2018, 02:38:25 pm »
Ieri sera ho prestato a Lurk il II e il III romanzo della saga.
E tu, Betty?

arenata a metà del secondo.
non credo li finirò mai. è proprio un tipo di narrazione, stiracchiata e senza una chiara direzione, che non mi piace.
e non mi piace nemmeno la caratterizzazione dei personaggi femminili: ciri piuttosto anonima, yennefer insopportabile nella sua strafottenza da empowered woman isterica. triss non male, ma anche lei, come ciri, non mi ha particolarmente colpito. mi sembra quasi che, da uomo, nel caratterizzare le donne cada spesso e volentieri negli stereotipi (in particolare umoralità e vanità).

tutti belli, invece, i personaggi maschili.

sarei potuta comunque passare sopra a questo aspetto se la narrazione mi avesse preso di più.

nota finale lieta: se dovesse pubblicare un altra raccolta di racconti la prenderò di sicuro, perché i racconti, a differenza dei romanzi, mi erano piaciuti molto.
Tutte le strade portano a Ro Pullo e Voreno (NC)

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 55831
  • Socialista in cravatta bianca
Re:Il salone di Kaer Morhen
« Risposta #306 il: Agosto 07, 2018, 01:42:52 pm »
Pensa che io nei giorno scorsi ho riletto quasi interamente il IV romanzo; la vicenda è talmente complessa che ogni volta scopro qualcosa. Senza una chiara direzione... chissà cosa diresti leggendo i romanzi successivi, per esempio quando Geralt e il suo party (nel senso dei giochi di ruolo, la compagnia della zuppa, più propriamente) viaggiano veramente a caso, senza una direzione e tutto sembra una girare senza senso, o nell'ultimo la frammentarietà, la confusione dei piani spazio-temporali, e la troppa repentina conclusione (che non è la fine del libro, quella arriva un centinaio di pagine dopo), che lascia spiazzati per la repentinità e per lo stratagemma ben poco convincente con cui ci si arriva.
Eppure no: è tutto il contrario, più si rilegge la saga più ci si rende conto che la mancanza di chiara direzione è apparenza e tutto conduce in maniera sin troppo precisa là dove si doveva arrivare. Da questo punto di vista, anzi, la cosa mi può dare quasi fastidio a livello ideologico: vorrei che ci fosse più una mancanza di direzione, una casualità, un disordine totale, e invece sembra quasi la storia di una conversione verso il credere nel destino*...

Al di là del mio disprezzo per Triss - quella infame manipolatrice ipocrita, vigliacca, traditrice e nemmeno capace di accettare se stessa, di ammettere di essere una stronza - mi spieghi esattamente cosa avrebbe di isterico Yennefer? Di sicuro il mio è un punto di vista di un uomo, anche piuttosto vecchiotto, che probabilmente ha gli stessi pregiudizi e le stesse limitazioni di Sap nel concepire una personaggio femminile.
Ciri poi... cambierà più volte nel corso dei romanzi, ma è più che normale, è un'adolescente; mi interesserebbe un punto di vista femminile sulla rappresentazione estrema e fantastica di una crisi adolescenziale quale quella che attraversa Ciri nel terzo e quarto romanzo (e come si vede che è una saga degli anni '90 ed est europea... certe cose non sarebbero molto accettate dalla mentalità sjw oggi).







*d'altra parte Ranuncolo, interrogato, dice chiaramente che nel destino ci crede, al contrario di Geralt - o almeno di Geralt sino a un certo punto - e Ranuncolo, tolti gli aspetti più esteriori, è certamente un autoritratto di Sap più di quanto non lo sia lo strigo (anche se alle volte mi chiedo se non ci sia da parte dello scrittore un gioco Eusebio/Florestano)
Io sono un capibara e voi no.

Mixarchagevas

  • Semino oleoso
  • *****
  • Post: 24893
  • Time waits for no one
Re:Il salone di Kaer Morhen
« Risposta #307 il: Agosto 07, 2018, 02:49:54 pm »
Ci sarà un giorno in cui comprerò e rileggerò in fila...
La vita incandescente

"Some living, some standing alone..."

À ton étoile

Mixarchagevas

  • Semino oleoso
  • *****
  • Post: 24893
  • Time waits for no one
Re:Il salone di Kaer Morhen
« Risposta #308 il: Agosto 07, 2018, 03:50:46 pm »
Adolescenza sotto spoiler...

(click to show/hide)
La vita incandescente

"Some living, some standing alone..."

À ton étoile

Betty Moore

  • Administrator
  • Semino oleoso
  • *****
  • Post: 29917
Re:Il salone di Kaer Morhen
« Risposta #309 il: Agosto 07, 2018, 05:28:57 pm »
Al di là del mio disprezzo per Triss - quella infame manipolatrice ipocrita, vigliacca, traditrice e nemmeno capace di accettare se stessa, di ammettere di essere una stronza - mi spieghi esattamente cosa avrebbe di isterico Yennefer? Di sicuro il mio è un punto di vista di un uomo, anche piuttosto vecchiotto, che probabilmente ha gli stessi pregiudizi e le stesse limitazioni di Sap nel concepire una personaggio femminile.

il fatto che con geralt abbia un rapporto (per quanto visto sin ora) completamente idiota, irrazionale, ti prendo e ti mollo a seconda di come mi gira, e lui ci sta in un modo che sembra quasi voler dire "eh va be', è femmina". il fatto che faccia la gran figacciona sexy ma con orgoglio indipendente e un pizzico femminista (alla beyoncè, atteggiamento che ho sempre trovato sciocco e paradossale). il fatto che spesso sembri comportarsi secondo umore, più che secondo ragione. il fatto che oltre a tutto questo ci sia poco altro.

Citazione
Ciri poi... cambierà più volte nel corso dei romanzi, ma è più che normale, è un'adolescente; mi interesserebbe un punto di vista femminile sulla rappresentazione estrema e fantastica di una crisi adolescenziale quale quella che attraversa Ciri nel terzo e quarto romanzo (e come si vede che è una saga degli anni '90 ed est europea... certe cose non sarebbero molto accettate dalla mentalità sjw oggi).

in ciri, ogni tanto, c'è qualche elemento interessante di caratterizzazione. c'era soprattutto quando era più bambina. certi sprazzi un po' capricciosi gli sono riusciti molto bene.
Tutte le strade portano a Ro Pullo e Voreno (NC)

Betty Moore

  • Administrator
  • Semino oleoso
  • *****
  • Post: 29917
Re:Il salone di Kaer Morhen
« Risposta #310 il: Agosto 07, 2018, 05:33:59 pm »
molto rivelatrice la scena, nel secondo romanzo, in cui ciri e ranuncolo assistono alla discussione tra geralt e yennefer, e quando vedono yennefer sbroccare a geralt, ranuncolo dice a ciri: "gli sta dicendo che lo ama" (parafraso a memoria). non ricordo come, ma poco prima geralt, invece, dimostrava amore in modo molto più normale.
doveva essere una scena buffa, credo, ma ciò che passa a me è: è così che amano le femmine. come in un qualunque romanzetto chick lit in cui alla femminella isterica viene perdonato tutto in quanto femmina, perché gli sbrocchi femminili, si sa, non si devono mai prendere sul serio (questi no, concordo).
Tutte le strade portano a Ro Pullo e Voreno (NC)

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 55831
  • Socialista in cravatta bianca
Re:Il salone di Kaer Morhen
« Risposta #311 il: Agosto 07, 2018, 06:18:27 pm »
Adolescenza sotto spoiler...

(click to show/hide)

(click to show/hide)
Io sono un capibara e voi no.

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 55831
  • Socialista in cravatta bianca
Re:Il salone di Kaer Morhen
« Risposta #312 il: Agosto 07, 2018, 06:19:29 pm »
in ciri, ogni tanto, c'è qualche elemento interessante di caratterizzazione. c'era soprattutto quando era più bambina. certi sprazzi un po' capricciosi gli sono riusciti molto bene.

La Ciri di Brokilon è deliziosa, provo un vero amore paterno per lei.
Io sono un capibara e voi no.

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 55831
  • Socialista in cravatta bianca
Re:Il salone di Kaer Morhen
« Risposta #313 il: Agosto 07, 2018, 06:27:41 pm »
Io voglio ricordati tutto il casino della situazione affettiva: il primo a rompere è stato Geralt, non lo "vediamo", accade tra la prima e la seconda raccolta ma sappiamo che è lui. Dopodiché, dopo che si rimettono assieme, è Geralt a essere innamorato e lei a non essere sicura, per vari motivi. È un meccanica che posso capire, che mi è anche capitata.

A comportarsi secondo umore anziché secondo ragione è molto più spesso Geralt... lì la cosa non ti infastidisce?
Non capisco poi cosa ci sia di strano nell'essere al contempo figacciona e orgogliosamente indipendente...

Ma il discorso sarebbe molto lungo, e verrebbe meglio a voce.
Io sono un capibara e voi no.

Mixarchagevas

  • Semino oleoso
  • *****
  • Post: 24893
  • Time waits for no one
Re:Il salone di Kaer Morhen
« Risposta #314 il: Agosto 07, 2018, 08:31:12 pm »
Adolescenza sotto spoiler...

(click to show/hide)

(click to show/hide)

(click to show/hide)
La vita incandescente

"Some living, some standing alone..."

À ton étoile