Autore Topic: Rom: che fare?  (Letto 18273 volte)

Bisca

  • Casio in pastelletto
  • *****
  • Post: 5264
  • Va pensiero sull'ali d'orate
Re: Rom: che fare?
« Risposta #180 il: Settembre 23, 2010, 06:42:48 pm »

Ale', il problema è che avallare/comportarsi di conseguenza ad affermazioni del genere non fa che alimentare la linea "mamma vedo banbini povri maddafacca" (cit.), sulla cui iniquità non credo ci sia da discutere.

Guarda Bi', l'ha detto il rom che non si sente italiano eh.
Sono i primi a non voler essere italiani e noi stiamo lì con il libricino della costituzione ad inseguirli per elencargli i loro diritti. Boh...

E fin qui ci arrivo, ma dato che l'espulsione è un gesto razzista (oggi i rom perché buona parte di loro è una manica di teste di cazzo, domani...), si cerca l'integrazione. E senza inventarsi progetti specifici ci si può limitare ad applicare la legge per la gente "normale".
[...] è uno de' vantaggi di questo mondo, quello di poter odiare ed esser odiati, senza conoscersi. (cit.)

AlePato

  • Visitatore
Re: Rom: che fare?
« Risposta #181 il: Settembre 23, 2010, 06:44:28 pm »
La dichiarazione di uno non è la dichiarazione di tutti.
Quello che mi fa girare i coglioni è generalizzare sempre e comunque.
E poi è possibile che non riesci a vedere com'è malato un QUALUNQUE provvedimento a sfondo razziale? Ma siamo pazzi?
Di solito io sono parecchio elastica, ma su ste cose no.
Sarò ingenua e quel cazzo che vuoi, ma se per me una cosa è abominevole lo resta.

E seguendo il tuo ragionamento: ciò che pensi sia giusto per te, non è detto che lo sia per tutti.
No, ma stai tranquilla...cioè siete un po' aggressive in questo forum.

potrebbe essere chiunque.


Non è chiunque, è un mediatore culturale. Rom.

DDRD(evotchka)

  • Visitatore
Re: Rom: che fare?
« Risposta #182 il: Settembre 23, 2010, 06:46:35 pm »
comunque persone rom che lavorano e che provano a cercare lavoro ne conosco.

quando sono andata in Romania (non parlo dei lenoni che si fanno la casa col tetto d'argento e sono pieni di oro, quelli sfruttano gli altri sinti) ne ho visto un bel po' che si sostentavano da sè, sicuramente persone più raccomandabili di certi rumeni o italiani.

DDRD(evotchka)

  • Visitatore
Re: Rom: che fare?
« Risposta #183 il: Settembre 23, 2010, 06:47:48 pm »
La dichiarazione di uno non è la dichiarazione di tutti.
Quello che mi fa girare i coglioni è generalizzare sempre e comunque.
E poi è possibile che non riesci a vedere com'è malato un QUALUNQUE provvedimento a sfondo razziale? Ma siamo pazzi?
Di solito io sono parecchio elastica, ma su ste cose no.
Sarò ingenua e quel cazzo che vuoi, ma se per me una cosa è abominevole lo resta.

E seguendo il tuo ragionamento: ciò che pensi sia giusto per te, non è detto che lo sia per tutti.
No, ma stai tranquilla...cioè siete un po' aggressive in questo forum.

potrebbe essere chiunque.


Non è chiunque, è un mediatore culturale. Rom.

bene, va' tra professori e assistenti sociali e salcazzo che votano Lega e poi chiedigli se si sentono italiani, mi raccomando.

AlePato

  • Visitatore
Re: Rom: che fare?
« Risposta #184 il: Settembre 23, 2010, 06:52:10 pm »
E fin qui ci arrivo, ma dato che l'espulsione è un gesto razzista (oggi i rom perché buona parte di loro è una manica di teste di cazzo, domani...), si cerca l'integrazione. E senza inventarsi progetti specifici ci si può limitare ad applicare la legge per la gente "normale".

Integrazione, stessi diritti stessi doveri.
Ok.


bene, va' tra professori e assistenti sociali e salcazzo che votano Lega e poi chiedigli se si sentono italiani, mi raccomando.

Quindi?
Quando mi hanno risposto che non si sentono italiani, ho risolto il problema rom?

Bisca

  • Casio in pastelletto
  • *****
  • Post: 5264
  • Va pensiero sull'ali d'orate
Re: Rom: che fare?
« Risposta #185 il: Settembre 23, 2010, 06:54:11 pm »
E fin qui ci arrivo, ma dato che l'espulsione è un gesto razzista (oggi i rom perché buona parte di loro è una manica di teste di cazzo, domani...), si cerca l'integrazione. E senza inventarsi progetti specifici ci si può limitare ad applicare la legge per la gente "normale".

Integrazione, stessi diritti stessi doveri.
Ok.
Alleluja! :D
[...] è uno de' vantaggi di questo mondo, quello di poter odiare ed esser odiati, senza conoscersi. (cit.)

Bisca

  • Casio in pastelletto
  • *****
  • Post: 5264
  • Va pensiero sull'ali d'orate
Re: Rom: che fare?
« Risposta #186 il: Settembre 23, 2010, 06:55:04 pm »

bene, va' tra professori e assistenti sociali e salcazzo che votano Lega e poi chiedigli se si sentono italiani, mi raccomando.

Quindi?
Quando mi hanno risposto che non si sentono italiani, ho risolto il problema rom?
Hai avuto la dimostrazione che risposte del genere sono all'ordine del giorno per molti italiani.
[...] è uno de' vantaggi di questo mondo, quello di poter odiare ed esser odiati, senza conoscersi. (cit.)

AlePato

  • Visitatore
Re: Rom: che fare?
« Risposta #187 il: Settembre 23, 2010, 07:00:27 pm »
E fin qui ci arrivo, ma dato che l'espulsione è un gesto razzista (oggi i rom perché buona parte di loro è una manica di teste di cazzo, domani...), si cerca l'integrazione. E senza inventarsi progetti specifici ci si può limitare ad applicare la legge per la gente "normale".

Integrazione, stessi diritti stessi doveri.
Ok.
Alleluja! :D

Quando ci riesci fammi un fischio eh!  :sisisi:
Intanto mi accendo una sigaretta.


bene, va' tra professori e assistenti sociali e salcazzo che votano Lega e poi chiedigli se si sentono italiani, mi raccomando.

Quindi?
Quando mi hanno risposto che non si sentono italiani, ho risolto il problema rom?
Hai avuto la dimostrazione che risposte del genere sono all'ordine del giorno per molti italiani.

E me la sbatto abbondantemente la dimostrazione...

AlePato

  • Visitatore
Re: Rom: che fare?
« Risposta #188 il: Settembre 23, 2010, 07:04:26 pm »


non ti passa per la testa che io mi sia già fatta la mia idea in merito perché di persone che parlano come te ne ho già incontrate e ho avuto modo di soppesare la loro visione?

E certo...conosci uno, conosci tutti...
Ma non ero io che generalizzavo?

Vabbè...

DDRD(evotchka)

  • Visitatore
Re: Rom: che fare?
« Risposta #189 il: Settembre 23, 2010, 07:08:41 pm »


non ti passa per la testa che io mi sia già fatta la mia idea in merito perché di persone che parlano come te ne ho già incontrate e ho avuto modo di soppesare la loro visione?

E certo...conosci uno, conosci tutti...
Ma non ero io che generalizzavo?

Vabbè...

 cosa c'è da generalizzare se dico che ho già sentito gli stessi ragionamenti da altre persone, uguali in ogni sillaba? ti ripeto,visto che la tua posizione non è per niente inusuale ho già avuto modo di ragionarci  sopra e no, non mi trova d'accordo. ma non perché l'abbia espressa X o Y, ma perché è un'idea che non mi sembra giusta. ho il permesso?

in ogni caso vedo che non hai capito il senso del mio ultimo post. ci rinuncio.


a lavà la capa al ciuccio...

AlePato

  • Visitatore
Re: Rom: che fare?
« Risposta #190 il: Settembre 23, 2010, 07:12:40 pm »
Ancora con gli insulti.
Va bene, voi avete ragione e io ho torto.

Continuate a confrontarvi con chi la pensa come voi e datevi il cinque a vicenda facendovi l'occhiolino.

Ciao

DDRD(evotchka)

  • Visitatore
Re: Rom: che fare?
« Risposta #191 il: Settembre 23, 2010, 07:14:09 pm »
Ancora con gli insulti.
Va bene, voi avete ragione e io ho torto.

Continuate a confrontarvi con chi la pensa come voi e datevi il cinque a vicenda facendovi l'occhiolino.

Ciao
sai, è anche brutto venire insultati nella propria intelligenza.

AlePato

  • Visitatore
Re: Rom: che fare?
« Risposta #192 il: Settembre 23, 2010, 07:22:00 pm »
Io ho fatto questo semplice discorso: stessi diritti e stessi doveri.
Ma senza che questo diventi un problema per gli altri e considerando che in Italia ci sono altre priorità.
Ti sembra tanto orribile come pensiero?

Sto offendendo la tua intelligenza?

E' da ieri sera che tra razzista, deficiente , nazista, asino, non si sa chi me l'ha detta più grossa.
Perchè?
Perchè non la penso come voi.
Questo è razzismo, non il mio.

Per cui, vi lascio tranquillamente qui a discutere su come integrare al meglio i rom.

Io vado a cazzeggiare da un'altra parte.
Perchè io, al contrario di voi, sto cercando solo di parlare, senza pontificare o volere per forza aver ragione.
Non me ne faccio niente di queste cose su un forum.

yao_chan

  • Visitatore
Re: Rom: che fare?
« Risposta #193 il: Settembre 23, 2010, 07:23:27 pm »
Ale, và che se noi siamo aggressivi tu ci tratti con condiscendenza. Preferisco l'aggressività. Anche perchè non fai che ripete le STESSE cose, dicendo che quello che diamo noi sono impossibili e stop.
No, grazie al cazzo, eh.
Io sono aperta verso certe cose,ma se uno mi dice che la deportazione è cosa buona e giusta permetti che mi girino i maroni? Abbiam fatto mille volte le stesse obiezioni e tu non hai risposto.
poi, se vuoi fare la vittima offesa fai pure.

EDIT: non è che ho dato del razzista, le cose che DICI sono razziste. È un fatto, eh. No, dimmi se la deportazione è un discorso non razzista.
Mah.

DDRD(evotchka)

  • Visitatore
Re: Rom: che fare?
« Risposta #194 il: Settembre 23, 2010, 07:29:42 pm »
Io ho fatto questo semplice discorso: stessi diritti e stessi doveri.
Ma senza che questo diventi un problema per gli altri e considerando che in Italia ci sono altre priorità.
Ti sembra tanto orribile come pensiero?

Sto offendendo la tua intelligenza?

E' da ieri sera che tra razzista, deficiente , nazista, asino, non si sa chi me l'ha detta più grossa.
Perchè?
Perchè non la penso come voi.
Questo è razzismo, non il mio.

Per cui, vi lascio tranquillamente qui a discutere su come integrare al meglio i rom.

Io vado a cazzeggiare da un'altra parte.
Perchè io, al contrario di voi, sto cercando solo di parlare, senza pontificare o volere per forza aver ragione.
Non me ne faccio niente di queste cose su un forum.
scusa, chi ha esordito qui dicendo che tu li espelleresti tutti? io ti ho risposto a tono. è inutile che lanci il sasso e poi nascondi la mano.  e sottolineo che non sono responsabile IO delle risposte degli altri,tra le altre cose.

comunque, rispetto al sentirsi insultati nella propria intelligenza, mi riferisco alla storia del non sentirsi italiani. tu dici che giustamente ti ci fai la birra con il fatto che numerosi cittadini non rom e con cittadinanza italiana  non lo si sentono, però l'opinione di un unico rom non ti ci fai la birra, anzi, la usi a paradigma di un'intero gruppo.

boh?