Autore Topic: La rubrica dei necrologi  (Letto 307449 volte)

Misia

  • Scalogno ciselée
  • *****
  • Post: 41426
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #465 il: Giugno 26, 2009, 09:53:48 am »
A me fa tristezza...sto bambino massacrato di botte dal padre,costretto a non avere un'infanzia e schiacciato poi dal peso del successo, dei media, paparazzi,etc... e botta finale accuse di pedofilia.
Artisticamente parlando è morto il re della musica pop e non si discute. Poi dal punto di vista della persona ne possiamo dire quante ne vgliamo.
Ma quoto lara-v: si ma quando muore berlusconi??????????????????????  >:(
«Sono la pietà, la compassione, il perdono che mi mancano...non la razionalità»

I'm fucking zen

Ghismunda

  • Frittura totale globbale
  • *****
  • Post: 7988
  • Spingitrice di OT
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #466 il: Giugno 26, 2009, 09:56:49 am »
A me dispiace perchè, nel bene e nel male, è un personaggio che ha riscritto la storia della musica pop.
Per le faccende in sospeso (pedofilia in primis)  preferisco non  pronunciarmi  :bleah:
Io e misia la pensiamo più o meno nella stessa maniera; artista impareggiabile, persona con un brutto  vissuto alle spalle e sulla quale incombeva un'accusa pesantissima.
« Ultima modifica: Giugno 26, 2009, 10:07:13 am da Ghismunda »
Ghismundon...Ghismundon...Sapevatelo! Che spinge una donna con un passato intenso ad esprimersi come il più complesso Italo Calvino ?
Spingitori di Ermetici, su rieducational channel! (Macsibon)

nonsonougo

  • Visitatore
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #467 il: Giugno 26, 2009, 10:04:07 am »
Sì, va bene, ma invece quand'è che muore berlusconi?

Caschi male, io quarant'anni fa mi chiedevo: "Sì vabbè ma quando muore Andreotti?"

Per Mr. Jackson... R.I.P. a me proprio non piaceva... odio quel genere di pop.. parlandone come vivo (frase pinissima e malvestitissima).

Valentinavale

  • Frittata con la marmellata
  • **
  • Post: 456
  • WAITING FOR NORMA
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #468 il: Giugno 26, 2009, 10:05:03 am »
Io ho pensato: ma è morto morto?!
Comunque rimarrà sempre il dubbio della sua colpevolezza, nonostante fosse stato prosciolto...

Bello il nuovo disegno sul blog. Era davvero un grande malvestito...
« Ultima modifica: Giugno 26, 2009, 10:10:25 am da Valentinavale »
LA FERRAGNA HA LA 500! RIPETO: LA FERRAGNA HA LA 500

Misia

  • Scalogno ciselée
  • *****
  • Post: 41426
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #469 il: Giugno 26, 2009, 10:11:22 am »
Esatto Ghismunda, nel bene e nel male, ricordiamoci che con Thriller resta in vetta alle vendite mondiali di tutti i tempi, mica pizza & fichi...i video clip e le coreografie nelle canzoni diciamo che li ha inventati lui o quasi!
Per me è come se si fosse chiusa un'era...e il testimone passa a una delle nostre malve preferite,AMEN  :messa:
«Sono la pietà, la compassione, il perdono che mi mancano...non la razionalità»

I'm fucking zen

Misia

  • Scalogno ciselée
  • *****
  • Post: 41426
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #470 il: Giugno 26, 2009, 10:14:37 am »
Mi riferivo alla Ciccone ovviamente  :D
«Sono la pietà, la compassione, il perdono che mi mancano...non la razionalità»

I'm fucking zen

nonsonougo

  • Visitatore
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #471 il: Giugno 26, 2009, 10:27:06 am »
Esatto Ghismunda, nel bene e nel male, ricordiamoci che con Thriller resta in vetta alle vendite mondiali di tutti i tempi, mica pizza & fichi...i video clip e le coreografie nelle canzoni diciamo che li ha inventati lui o quasi!
Per me è come se si fosse chiusa un'era...e il testimone passa a una delle nostre malve preferite,AMEN  :messa:

Questo, secondo me, non è che lo renda migliore. Sempre IMHO le sue qualità artistico-musicali-coreografiche non è che fossero eccelse. Certo, vendeva tanto, ma anche il riso ha un mercato mondiale floridissimo e questo non lo fa certo uno dei cibi più prelibati. Concordo con te che si è chiusa un'era...
Meno male... mi spiace per lui ma certo ha fatto una vita che noi mai ci sogneremo di fare (sì sonosoloinvidioso).

 :D

Ukki

  • Caramella Rossana
  • *
  • Post: 48
  • Mokona Modoki Mo Tokidoki ka-POOO!!!
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #472 il: Giugno 26, 2009, 10:35:47 am »
In fondo era come se fosse morto da tempo dai... vagava per le strade coi pezzi di pelle che gli cadevano e i lenzuoli in testa...
Ti vesti così che sembri un uomo ma un uomo non sei tu, sei solo un pollo Boo

ls

  • Visitatore
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #473 il: Giugno 26, 2009, 10:43:52 am »
La genialità di MJ è consistita nel fatto di saper cogliere l'onda, e di saperla calvalcare per tanto tempo. Per il resto, niente di che. E come persona è sempre stato rivoltante. Basta giustificarlo con queste cose dell'infazia infelice. Anche mio nonno ha avuto un'infanzia infelice, anche di più perché erano poveri miserandi contadini e i soldi non c'erano, non avevano da mangiare, i bambini lavoravano in campagna e nella stalla a partire dai sei anni e le botte erano all'ordine del giorno, altro che.

Misia

  • Scalogno ciselée
  • *****
  • Post: 41426
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #474 il: Giugno 26, 2009, 10:45:52 am »
No che non lo rende migliore il fatto delle vendite, volevo dire che come lui nessuno mai è stato conosciuto e popolare nel mondo. Il paragone si fa solo col re del rock Elvis.
Poi sulle doti artistiche perdonami, sarà anche questione di gusti, ma era riconosciuto da tutti come un genio bambino, uno creativo, un innovatore, etc. etc.
Ora non era un santo e neanche più un genio, ma a modo suo e per un certo periodo,forse breve,lo è stato eccome.
 
«Sono la pietà, la compassione, il perdono che mi mancano...non la razionalità»

I'm fucking zen

nonsonougo

  • Visitatore
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #475 il: Giugno 26, 2009, 11:03:38 am »
No che non lo rende migliore il fatto delle vendite, volevo dire che come lui nessuno mai è stato conosciuto e popolare nel mondo. Il paragone si fa solo col re del rock Elvis.
Poi sulle doti artistiche perdonami, sarà anche questione di gusti, ma era riconosciuto da tutti come un genio bambino, uno creativo, un innovatore, etc. etc.
Ora non era un santo e neanche più un genio, ma a modo suo e per un certo periodo,forse breve,lo è stato eccome.

Nel suo campo, il Jackson buonanima è stato certo uno dei migliori, ha venduto tanto, evvabbene anche questo. Per quanto riguarda le doti artistiche ognuno è naturalmente libero di pensarla come meglio crede però non lasciamoci imbrogliare dai criteri soggettivi (è questione di gusti, intendo) per giudicare un artista. Io adoro gli AC/DC mi piacciono e, per la cronaca, sono al secondo posto nella vendita dei dischi con Back in Black, ma da qui a considerarli dei genii, anche se qualcuno ha detto che per quanto riguarda l'Heavy Metal lo sono stati, bhe ce ne corre. Rokkettari che nulla hanno a che vedere con i grandi della musica Rock, quelli davvero creativi e innovatori.

Il paragone con Elvis è azzeccatissimo, anche costui non ha inventato nulla, si è limitato a cavalcare l'onda e a vendere dischi e in quanto a qualità siamo proprio sullo stesso livello. Sempre parere personale e opinabile.

Makabe Rokurota

  • Visitatore
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #476 il: Giugno 26, 2009, 11:13:29 am »
Strano, non si era capito che ti piacessero gli ac-dc!  ;)
 Comunque sono d'accordo con te: credo che se avesse fatto una vita più discreta probabilmente si sarebbe parlato in modo diverso anche della sua musica. Come Madonna, come Elvis lui è musica + una serie di altre cose (costume, impatto nell'immaginario collettivo etc.etc.).

ninfeaalba79

  • 666tan
  • ***
  • Post: 1897
  • è dura vivere nel covo dei leghisti...
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #477 il: Giugno 26, 2009, 11:18:02 am »
povero... a dormire in una camera iperbarica allora non si guadagna in salute. Che poi a differenza di Madonna lui non e' riuscito nemmeno a rinnovarsi quindi e' stato una fulgida stella nel panorama musicale degli anni 80 ma poi artisticamente non e' più riuscito a raggiungere quell'apice di successo...
poi ultimamente aveva gia' dato segni di instabilita' e molto probabilmente perdeva pezzetti di carne in giro per il mondo a me spiace per i suoi figli ma secondo la mia saggia madre per loro e' stato meglio così visto il padre che si ritrovano...
cmq se tutto va bene per alcuni funs MJ ha raggiunto Elvis in terra sconosciuta e gli altri si troveranno nel ranch di Neverland ogni anno a ricordarne la dipartita che poi se non sbaglio l'aveva messo in vendita ma qualcuno l'ha comprato? fortunato lui ora potrebbe aprire un Parco Giochi a tema e sai quattrini anche perche' se una pop star molto famosa da vivo non fa denaro da morto ne fa moltissimo  :predica:
cani e gatti, anche col mal de panza, non possono renderti peggio di quanto possa fare una donna (uomo).
sapevatevelo
(cit. vipero)

ideologie precotte per cervelli bolliti su rieduchescional channel

Misia

  • Scalogno ciselée
  • *****
  • Post: 41426
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #478 il: Giugno 26, 2009, 11:20:17 am »
Certo siamo qui e esprimere i nostri pareri è ovvio, ci mancherebbe altro.
Ora la come che scoccia più di tutte è che dal massacro e la crocifissione adesso si passerà alla beatificazione senza misura!
Certo che nel forum delle malvestite, uno che aveva reso di moda mocassini con i calzini di spugna meritaun posto d'onore  :adorazione:
«Sono la pietà, la compassione, il perdono che mi mancano...non la razionalità»

I'm fucking zen

ls

  • Visitatore
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #479 il: Giugno 26, 2009, 11:38:34 am »
Strano, non si era capito che ti piacessero gli ac-dc!  ;)
 Comunque sono d'accordo con te: credo che se avesse fatto una vita più discreta probabilmente si sarebbe parlato in modo diverso anche della sua musica. Come Madonna, come Elvis lui è musica + una serie di altre cose (costume, impatto nell'immaginario collettivo etc.etc.).

Eh, ma tutti questi personaggioni non son più personaggi in se, ma MULTINAZIONALI vere e proprie. Che ogni tanto tirano fuori il feticcio, ossia il pupazzetto in pelle e ossa, per rinverdire i fasti, un po' come si fa con il "sangue" (molto fra virgolette) di San Gennaro. E anche se il feticcio a un certo punto si rompe, poco importa. L'azienda continua a far soldi a prescindere, basta che il prodotto sia azzeccato. Elvis, appunto, insegna.