Autore Topic: La rubrica dei necrologi  (Letto 263791 volte)

hans castorp

  • Visitatore
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #675 il: Novembre 03, 2009, 09:47:18 pm »
allora, mi sono ri-documentato: philippe daverio (fun di c l-s), da qualche parte, consigliava di leggere il suo "romanzo", ossia "Tristi tropici", che in realtà è un'opera a metà tra il saggio ed il diario. L'esatta qualificazione dell'opera è dibattuta: pare che il premio Goncourt non gli sia stato assegnato appunto perché trattavasi di non-fiction. Sia chiaro, non conosco una beata cippalippa di C L-S e dello strutturalismo! Ad ogni modo, questo è il libro che mi era stato consigliato (sulla scorta di quanto sentito da Daverio) da un'amica che studiava antropologia.

CloseTheDoor

  • Frittata con la marmellata
  • **
  • Post: 755
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #676 il: Novembre 03, 2009, 10:48:56 pm »
l'ho appena sentito al Tg..e la mia reazione è stata "Ma non era già morto???" , ne ero convinta.
ho letto qualche suo saggio e parecchi articoli o estratti dalle sue opere, ho sempre voluto approfondire ma poi mi sono lasciata vincere dalla pigrizia.

su Levi-StrAUsss, un video-omaggio ;D ;D ;D

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=yJw2lD0ONdk[/youtube]
"The future is unwritten" Joe Strummer

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 57305
  • Socialista in cravatta bianca
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #677 il: Novembre 03, 2009, 11:20:09 pm »
su Levi-StrAUsss, un video-omaggio ;D ;D ;D

Donde lo trai?

(Io comunque lo strutturalismo lo detesto con tutto me stesso, ma è sin banale; tuttavia qualche esponente di questa sciagurata corrente è stato migliore della propria stessa adesione ideologica... Claude era uno di questi).
Io sono un capibara e voi no.

Rita

  • Tortellyno
  • ****
  • Post: 2815
  • Stento a crederci
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #678 il: Novembre 04, 2009, 12:00:14 am »
Ma davvero si pronuncia StrOss? Io il nome l'ho sempre letto e mai sentito pronunziare.
Date a Dio quel che è di Dio e a San Giuseppe la tredicesima.

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 57305
  • Socialista in cravatta bianca
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #679 il: Novembre 04, 2009, 12:06:36 am »
Ma davvero si pronuncia StrOss? Io il nome l'ho sempre letto e mai sentito pronunziare.

Essendo lui franco-belga di lingua francese sì...
però volendo si potrebbe discutere: era un ebreaccio di origine tedesco-mitteleuropea, di partenza il nome dei suoi antenati si pronunciava chiaramente "sctrauss", come i compositori...
Ma teniamoci "stross".
Io sono un capibara e voi no.

nonsonougo

  • Visitatore
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #680 il: Novembre 04, 2009, 08:43:46 am »
su Levi-StrAUsss, un video-omaggio ;D ;D ;D

Donde lo trai?

(Io comunque lo strutturalismo lo detesto con tutto me stesso, ma è sin banale; tuttavia qualche esponente di questa sciagurata corrente è stato migliore della propria stessa adesione ideologica... Claude era uno di questi).

Ti quoto abbastanza, però è necessario almeno attraversarlo, lo strutturalismo. Io lo attraversai con dolore.

 ;D

hans castorp

  • Visitatore
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #681 il: Novembre 04, 2009, 09:31:04 am »
Chiedo lumi a voi eruditi, prima di imbarcarmi... Perché lo strutturalismo vi sta sui marones?  ;D

Allevi3MSC

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 57305
  • Socialista in cravatta bianca
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #682 il: Novembre 04, 2009, 10:09:05 am »
Chiedo lumi a voi eruditi, prima di imbarcarmi... Perché lo strutturalismo vi sta sui marones?  ;D

No, guarda... anni fa avrei potuto risponderti, adesso non più: ho dimenticato ciò che mi piaceva, figuriamoci quello che non sopportavo.

Posso ricordare vaghe sensazioni: a contatto con lo strutturalismo mi mancava letteralmente l'aria, anche se con alcuni commentatori minori questa sensazione si stemperava nella compassione per il ridicolo cui giungevano.

In ogni caso per un certo periodo era il pensiero dominante se non unico, e da questo punto di vista nonugo ha dovuto soffrire moooolto più di me.
Io sono un capibara e voi no.

nonsonougo

  • Visitatore
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #683 il: Novembre 04, 2009, 10:27:22 am »
Chiedo lumi a voi eruditi, prima di imbarcarmi... Perché lo strutturalismo vi sta sui marones?  ;D

Proprio per quello che ha detto A3MSC. All'epoca era forse l'unico strumento che si aveva, in linguirstica,  per l'analisi del testo. Il "Corso di Linguistica generale" di De Saussure e le teorie di Chomsky, la scomposizione del testo sono state delle brutte gatte da pelare, il tutto condito dai formalisti russi  con la lettura obbligatoria dei saggi di Roland Bartes (elementi di semiologia e Sade Fourier, Loyola), Cesare Segre, Genette e Chomsky.

E' stata una sofferenza: il metodo di cercare di scomporre l'opera artistica in unità funzionali mi è rimasto. Mi piaceva la semiologia ma la dialettologia era più divertente. Guardatevi l'ALI (Atlante Linguistico Italiano) .
 ;D

CloseTheDoor

  • Frittata con la marmellata
  • **
  • Post: 755
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #684 il: Novembre 04, 2009, 11:22:50 am »
su Levi-StrAUsss, un video-omaggio ;D ;D ;D
Donde lo trai?

Il film s'intitola "Fortezza Bastiani"

(Io comunque lo strutturalismo lo detesto con tutto me stesso, ma è sin banale; tuttavia qualche esponente di questa sciagurata corrente è stato migliore della propria stessa adesione ideologica... Claude era uno di questi).

A me lo strutturalismo e il formalismo russo m'hanno sempre fatto godere come una furetta  ;D
"The future is unwritten" Joe Strummer

LouLou

  • Frittata con la marmellata
  • **
  • Post: 837
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #685 il: Novembre 04, 2009, 12:19:16 pm »
ah,hans , Tristi Tropici l'ho letto...sì,sì devi farlo anche tu :metallaro:

per lo strutturalismo,io lo conosco solo applicato alla disciplina antropologica (e all'analisi storico-sociale ,con qualche lavoro di Foucault),e in quell'ambito sono d'accordo con Close  :metallaro:
Il tuo viso è un profilo divorato dall’ombra, una mancanza di numeri striscianti tra lettere, un teorema d’arance graffiate da infanti

Misia

  • Scalogno ciselée
  • *****
  • Post: 41305
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #686 il: Novembre 04, 2009, 12:33:37 pm »
Non ho suggerimenti da dare a nessuno.
Mi limito a ricordare che esistono due grandi virtù: la tolleranza e il rispetto per la diversità.
È una lezione che abbiamo appreso a un prezzo molto alto e che non dovremmo mai dimenticare.
Claude Levi Strauss

R.I.P.  :'(
«Sono la pietà, la compassione, il perdono che mi mancano...non la razionalità»

I'm fucking zen

Makabe Rokurota

  • Visitatore
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #687 il: Novembre 20, 2009, 08:21:12 am »
oddio, si è suicidata la trans di marrazzo!

crocodile

  • Frittura totale globbale
  • *****
  • Post: 7937
  • smile!!
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #688 il: Novembre 20, 2009, 08:26:53 am »
oddio, si è suicidata la trans di marrazzo!

povera crista. la marilyn monroe che ci meritiamo.
"la modestia è la qualità delle persone modeste"
(Crocodile)

DDRD(evotchka)

  • Visitatore
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #689 il: Novembre 20, 2009, 08:56:54 am »
sì, come no, suicidata.
certo, e poi c'è la marmotta che incartava la cioccolata.. ::)