Autore Topic: La rubrica dei necrologi  (Letto 279512 volte)

Sybil Vane

  • Frittata con la marmellata
  • **
  • Post: 949
  • Ex absurdo sequitur quodlibet
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #1080 il: Giugno 29, 2010, 01:23:47 pm »
Mah, personalmente l'ho sempre trovato un ragazzotto simpatico. E se i giornali in qualche modo ne celebrano i (seppur miseri) fasti non lo trovo un male.
~ “When you have eliminated the impossible, whatever remains, however improbable, must be Nevruz.” ~ S.H.

NuovaCarne

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 51273
  • Io sugnu malacarne!
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #1081 il: Giugno 29, 2010, 01:24:33 pm »
Scusate ma a me è scappato da ridere quando in uno degli articoli di TGCom la Plevani, sua collega del Grande Fratello, l'ha ricordato tra le tante come "una persona di profonda cultura".
vabbè magari agli occhi della Plevani lo era davvero ;D

è tutto relativo Black
|||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||

Sybil Vane

  • Frittata con la marmellata
  • **
  • Post: 949
  • Ex absurdo sequitur quodlibet
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #1082 il: Giugno 29, 2010, 01:26:00 pm »
NC: stavo per dire lo stesso!

La cul-tura della Plevani  ::)
~ “When you have eliminated the impossible, whatever remains, however improbable, must be Nevruz.” ~ S.H.

fedevì

  • Frittura totale globbale
  • *****
  • Post: 7854
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #1083 il: Giugno 29, 2010, 01:26:07 pm »
Scusate ma a me è scappato da ridere quando in uno degli articoli di TGCom la Plevani, sua collega del Grande Fratello, l'ha ricordato tra le tante come "una persona di profonda cultura".

Chissà com'erano messi gli altri.

(il servizio più imbarazzante è opera di Studio Aperto, ma che ve lo dico affà?)
Io i bambini non li capisco. Mi ricordi di firmare la legge sull'aborto.

Misia

  • Scalogno ciselée
  • *****
  • Post: 41366
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #1084 il: Giugno 29, 2010, 01:27:11 pm »
io la smetto prima che diventi blasfema  :P
RIP
«Sono la pietà, la compassione, il perdono che mi mancano...non la razionalità»

I'm fucking zen

BlackQueen

  • Tortellyno
  • ****
  • Post: 3759
  • ...Trascende - Ogni - Mio - Controllo!!!
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #1085 il: Giugno 29, 2010, 01:30:48 pm »
Già mi immagino quando verrà a mancare Vittorio Sgarbi: "un grande oratore, che sapeva farsi da parte a favore delle opinioni altrui, sempre pacato nelle osservazioni e modesto nella vita quotidiana"  :D
"I'm a musical prostitute, my dear!"  (F.Mercury)

BlackQueen

  • Tortellyno
  • ****
  • Post: 3759
  • ...Trascende - Ogni - Mio - Controllo!!!
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #1086 il: Giugno 29, 2010, 01:32:06 pm »
Scusate ma a me è scappato da ridere quando in uno degli articoli di TGCom la Plevani, sua collega del Grande Fratello, l'ha ricordato tra le tante come "una persona di profonda cultura".
vabbè magari agli occhi della Plevani lo era davvero ;D

è tutto relativo Black

 :sisisi: 'Azz mica ci avevo pensato
"I'm a musical prostitute, my dear!"  (F.Mercury)

Oriane

  • Frittata con la marmellata
  • **
  • Post: 124
  • il calcio è un gioco pedestre
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #1087 il: Giugno 29, 2010, 01:42:07 pm »
Come è fuori luogo la beatificazione post mortem, così è grottesca la presa per il culo.

NuovaCarne

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 51273
  • Io sugnu malacarne!
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #1088 il: Giugno 29, 2010, 01:51:40 pm »
Come è fuori luogo la beatificazione post mortem, così è grottesca la presa per il culo.
qualcuno lo ha preso per il culo forse? mamma mia...
|||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||

BlackQueen

  • Tortellyno
  • ****
  • Post: 3759
  • ...Trascende - Ogni - Mio - Controllo!!!
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #1089 il: Giugno 29, 2010, 01:54:33 pm »
Come è fuori luogo la beatificazione post mortem, così è grottesca la presa per il culo.
qualcuno lo ha preso per il culo forse? mamma mia...
Queste non sono prese per il culo, sono verità: NON era un uomo di cultura; NON era un grandissimo attore, tra le tante. Così era prima, così rimane adesso.
"I'm a musical prostitute, my dear!"  (F.Mercury)

Adriana

  • Carbonara stracciatella
  • *****
  • Post: 14020
  • C'è un Templare in ognuno di noi
    • La lettrice felice
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #1090 il: Giugno 29, 2010, 02:04:16 pm »
Come è fuori luogo la beatificazione post mortem, così è grottesca la presa per il culo.

Eh? Ti riferisci a qualcosa che abbiamo scritto? A me non sembra che abbiamo detto qualcosa di offensivo, che Taricone non fosse un intellettuale era noto. E non lo trove offensivo, è un dato di fatto. Secondo me alla fine non era peggio di tanti altri attori italiani.
Sono la Barbie
Vivo nella vostra casa di bambole
Ogni giorno mi cambiate i vestiti.
Se ce la faccio a uscire di qua

Vi ammazzo tutti.

(José Padua)

E' solo guardando il tg1 che crediamo di vivere in un sogno (cit. 'Inception Berlusconi')

Errare è umano, perseverare è cretino.

NuovaCarne

  • Biscotto Gullon
  • *****
  • Post: 51273
  • Io sugnu malacarne!
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #1091 il: Giugno 29, 2010, 02:06:41 pm »
ma poi tra l'altro dovrebbe offendersi la plevani casomani
|||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||||||||| |||

ninfeaalba79

  • 666tan
  • ***
  • Post: 1897
  • è dura vivere nel covo dei leghisti...
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #1092 il: Giugno 29, 2010, 02:07:31 pm »
la presa per il culo e' per chi si sforza di trovargli qualita' solo per aprire la bocca ed avere un minimo di visibilita' sui media... lui e' morto amen personalmente non ne sentirò la mancanza
cani e gatti, anche col mal de panza, non possono renderti peggio di quanto possa fare una donna (uomo).
sapevatevelo
(cit. vipero)

ideologie precotte per cervelli bolliti su rieduchescional channel

Sian

  • Tortellyno
  • ****
  • Post: 3276
  • Sono colei che è
    • Caro Diario...
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #1093 il: Giugno 29, 2010, 07:18:36 pm »
Dico la mia: mi spiace per qualsiasi uomo che termina la propria vita in maniera brusca, non naturale e non serena. Il fatto che questo fosse un uomo (per svariati motivi) famoso ha reso pubblica la tragedia privata: i genitori che vanno al funerale del figlio, una bambina piccola che del padre avrà pochi ricordi da donna, una compagna rimasta senza la persona che amava.
Io non ne sentirò la mancanza, ma lo scrivo con rispetto per chi la mancanza la sentirà, insomma, siamo obiettivi ed evitiamo le frasi banali, pure grezze.
È morto a trentacinque anni, come oggi ne sono morti di più giovani e di più vecchi, ma non è che si sia stato uno spasso farsi nove ore di sala operatoria per poi sentirsi dire: “Mi spiace, è morto”.
È semplice Umanità, solidarietà verso altri che soffrono e mi spiace per chi piange il proprio figlio/padre/marito/nonno/fratello/nonno morto sul lavoro. Non ne conosco i nomi, se li conoscessi direi che è... Innaturale morire così presto.
Liberi di fare i cinici ma non è molto originale.
La soluzione originale è evitare di stare a guardare quel branco di avvoltoi che fanno la diretta dai funerali, giusto per piazzare un microfono davanti alla madre del defunto, alla figlia del defunto e cacciare il coltello nella LORO piaga per il NOSTRO ludibrio.
Evitare i programmi “vogliamo ricordarli così” con tanto di lacrime ottenute con sforzi epici.
Un lutto è un lutto che sia di una persona famosa o meno, quindi basta quel poco di rispetto che manca a chi applaude al passaggio di una bara.
«Conosco la metà di voi soltanto a metà; e nutro, per meno della metà di voi, metà dell'affetto che meritate.»

Oriane

  • Frittata con la marmellata
  • **
  • Post: 124
  • il calcio è un gioco pedestre
Re: La rubrica dei necrologi
« Risposta #1094 il: Giugno 29, 2010, 07:21:41 pm »
Dico la mia: mi spiace per qualsiasi uomo che termina la propria vita in maniera brusca, non naturale e non serena. Il fatto che questo fosse un uomo (per svariati motivi) famoso ha reso pubblica la tragedia privata: i genitori che vanno al funerale del figlio, una bambina piccola che del padre avrà pochi ricordi da donna, una compagna rimasta senza la persona che amava.
Io non ne sentirò la mancanza, ma lo scrivo con rispetto per chi la mancanza la sentirà, insomma, siamo obiettivi ed evitiamo le frasi banali, pure grezze.
È morto a trentacinque anni, come oggi ne sono morti di più giovani e di più vecchi, ma non è che si sia stato uno spasso farsi nove ore di sala operatoria per poi sentirsi dire: “Mi spiace, è morto”.
È semplice Umanità, solidarietà verso altri che soffrono e mi spiace per chi piange il proprio figlio/padre/marito/nonno/fratello/nonno morto sul lavoro. Non ne conosco i nomi, se li conoscessi direi che è... Innaturale morire così presto.
Liberi di fare i cinici ma non è molto originale.
La soluzione originale è evitare di stare a guardare quel branco di avvoltoi che fanno la diretta dai funerali, giusto per piazzare un microfono davanti alla madre del defunto, alla figlia del defunto e cacciare il coltello nella LORO piaga per il NOSTRO ludibrio.
Evitare i programmi “vogliamo ricordarli così” con tanto di lacrime ottenute con sforzi epici.
Un lutto è un lutto che sia di una persona famosa o meno, quindi basta quel poco di rispetto che manca a chi applaude al passaggio di una bara.

Ecco, mi scuso se sono stata un po' brusca. Questo è esattamente ciò che intendevo dire, espresso in modo impeccabile.