Autore Topic: Il Ripostiglio del Malv-umore  (Letto 914685 volte)

M.

  • 666tan
  • ***
  • Post: 1138
Re: Il ripostiglio del malv-umore
« Risposta #975 il: Settembre 11, 2008, 03:44:10 pm »
...e mio padre che mi chiede come mai ho solo amici maschi!
"Le ragazze hanno...non so, una sensibilità diversa?"
Sì, infatti sono molto sensibili alla cattiveria!
Amiche ne ho, pochissime, ma più che amiche sono sorelle, e sto benissimo così, coi miei Ragazzi  :D

Nel caso delle donne spesso  la "cattiveria" è il risultato di una mentalità competitiva volta ad accaparrarsi i maschietti,
un condizionamento socioculturale, insomma.
Mai creduto che gli uomini siano migliori noi perché soffrono meno questo genere di condizionamento.
Ho avuto amici maschi, ho studiato in mezzo a una maggioranza di ragazzi all'Università, ho avuto diversi professori maschi - persino alle elementari avevo un maestro - ho colleghi, ho un fratello, diverse storie poco importanti e due serie: sono "cattivi" anche loro, anche se in modo diverso da noi. E non è vero che non colpiscono alle spalle, senza contare che i
non galletti si contano sulle dita di una mano.



Non dico che gli uomini siano migliori, è che io mi ci trovo meglio, mi sono semrpe trovata meglio. Ho frequentato due ragazze durante quest'ultimo anno, me ne dicevano di terribili, anche davanti agli amici che avevamo in comune!
Il fatto è che la presa in giro, il pettegolezzo, mi sembra sia fatto per goliardia, e non con malignità.
Su certe cose è più complicato capirci, e io mi ritrovo sempre a fare Wendy, però in fondo sono adorabili, ieri sera mi hanno portato in giro e risollevato un po' il morale senza manco accorgersene. E poi, mi hanno regalato questo vinile  :occhicuore:

Se un'amicizia femminile è forte ha una profondità incredibile e bastano davvero pochi istanti per stare bene.

Verissimo; purtroppo, per vari motivi (lavoro, università, trasferimenti), sento le mie amiche molto poco e le vedo ancora meno...quando le vedo però è come se ci fossimo lasciate il giorno prima  :D Però credo che questo dipenda dal fatto che ci conosciamo da dieci anni e abbiamo vissuto quasi gomito a gomito per molto tempo, e non dal fatto che siano donne
But the key to the city is in the sun that pins the branches to the sky.

Siminsen

  • Visitatore
Re: Il ripostiglio del malv-umore
« Risposta #976 il: Settembre 11, 2008, 03:48:43 pm »
Parlo sempre meno dei fatti miei con loro perché temo che prima o poi potrebbero usare le mie confidenze contro di me.

Cavolo! Io ho imparato a selezionare sulla base delle effettive affinità e sull'affetto reciproco.
Ma da nessuna mi aspetterei che usi le mie confidenze contro di me.
Se mi hanno fatto delle partacce, le ho semplicemente ridimensionate in termini di stima e frequentazione.
Se fanno giochetti le cancello.
E lo stesso vale per gli uomini.
« Ultima modifica: Settembre 11, 2008, 03:50:26 pm da Siminsen »

resin

  • 666tan
  • ***
  • Post: 1019
  • Learn to swim
Re: Il ripostiglio del malv-umore
« Risposta #977 il: Settembre 11, 2008, 03:59:45 pm »
Parlo sempre meno dei fatti miei con loro perché temo che prima o poi potrebbero usare le mie confidenze contro di me.

Cavolo! Io ho imparato a selezionare sulla base delle effettive affinità e sull'affetto reciproco.
Ma da nessuna mi aspetterei che usi le mie confidenze contro di me.
Se mi hanno fatto delle partacce, le ho semplicemente ridimensionate in termini di stima e frequentazione.
Se fanno giochetti le cancello.
E lo stesso vale per gli uomini.

Idem.
E onestamente, e non me l'aspettavo, ho conosciuto, a lavoro e grazie ad alcune amiche, altre persone che sono diventate mie amiche e che ora considero indispensabili. E alcune le conosco da due anni, non di più.
Credo ci voglia davvero, come ho già detto, fortuna ed un pizzico di fiuto (quello che non ho con gli uomini  :scapoccia:), nel senso che vado cauta con chi dalla prima volta mi chiama con appellativi ciccini caruccetti e sbandiera la parola amica alla prima occasione. Solitamente ha una costanza inversamente proporzionale all'iniziale entusiasmo.
Così la pigrizia è madre. Ha un figlio, il furto, e una figlia, la fame. Victor Hugo

Oliva

  • Frittata con la marmellata
  • **
  • Post: 145
Re: Il ripostiglio del malv-fossumore
« Risposta #978 il: Settembre 11, 2008, 04:23:09 pm »
Parlo sempre meno dei fatti miei con loro perché temo che prima o poi potrebbero usare le mie confidenze contro di me.
E' già successo ed è il tradimento più difficile da digerire.

come ti capisco,a me è successa una cosa simile con una mia ex amica che non contenta di ciò,simpatica come una vipera, è andata da una nostra amica comune dicendole, testuali parole, "stai attenta a Oliva,fossi in te io taglierei i rapporti perchè è una persona spregevole,non sai cosa dice di te". Dire che ci sono rimasta male è un eufemismo.

Ghismunda

  • Frittura totale globbale
  • *****
  • Post: 8034
  • Spingitrice di OT
Re: Il ripostiglio del malv-umore
« Risposta #979 il: Settembre 11, 2008, 04:37:07 pm »
Citazione
Se fanno giochetti le cancello
...
Doloroso, ma rimane l'unica soluzione...
temo di essere anche io considerata amica dei maschi...quindi mal-vista dalla pretendenti donne...
Difficile se un ragazzo inazia a piacerti renderti conto che ti considera una sorella...

Ghismundon...Ghismundon...Sapevatelo! Che spinge una donna con un passato intenso ad esprimersi come il più complesso Italo Calvino ?
Spingitori di Ermetici, su rieducational channel! (Macsibon)

angelwiththe

  • Visitatore
Re: Il ripostiglio del malv-umore
« Risposta #980 il: Settembre 11, 2008, 04:37:52 pm »
Credo ci voglia davvero, come ho già detto, fortuna ed un pizzico di fiuto (quello che non ho con gli uomini  :scapoccia:),
Spesso, quando conosco una persona, sento a pelle che ha qualcosa che non mi convince. Poi però penso che sono una stronza io a giudicare male una persona senza conoscerla bene e mi fido. E' lì che prendo le batoste peggiori.
Ora ho imparato: meglio prevenuta che fregata.

La più grossa fregatura però la sto prendendo tuttora dalla mia migliore amica (o forse è meglio dire ex). Ci conosciamo da più di 10 anni, abbiamo passato tanto tempo insieme da essere considerata di casa dai miei genitori e condiviso tutte le esperienze significative dell'adolescenza, poi è partita per l'università, io ho iniziato a lavorare e ovviamente è cambiato tutto.
Sarebbe tutto ok se non fosse che non la sento da più di un anno. Quando ritorna a casa, chiama tutte le altre amiche, ma non me. Non mi ha fatto nemmeno gli auguri di compleanno.
E io che le avevo pure perdonato di averci provato con il mio ragazzo di allora...
Una amica in comune sostiene che sia soloinvidiosa di me e della mia vita. Cosa c'è da invidiare non lo so. Forse il fatto che io ho una vita "tranquilla", un lavoro stabile, un fidanzato bravo e serio, una macchina mia e lei invece sta ancora tentando di finire la triennale (ha 26 anni), non ha uno straccio di possbilità di trovare un lavoro attinente ai suoi studi e cambia ragazzo come le mutande (o forse più spesso).
Ma non è mica colpa mia se io ho deciso di "crescere" invece di prendere per culo i miei genitori fingendo di studiare per poi farmi un rave a serata con annessi e connessi...

Scusate il lungo sfogo ma, anche se può sembrare una cosa banale, io ci ho sofferto e ci soffro ancora tantissimo.

Siminsen

  • Visitatore
Re: Il ripostiglio del malv-umore
« Risposta #981 il: Settembre 11, 2008, 04:40:49 pm »
Difficile se un ragazzo inazia a piacerti renderti conto che ti considera una sorella...

Difficile, se cominci a piacere a un ragazzo, per lui rendersi conto che tu lo consideri come un fratello.
Allora parli chiaro, perdi un'amicizia e ci stai male.

sweetlookgirl

  • Frittata con la marmellata
  • **
  • Post: 642
Re: Il ripostiglio del malv-umore
« Risposta #982 il: Settembre 11, 2008, 04:53:49 pm »
Angel, ci stai male, però ti aiuta a capire quali rapporti sono da coltivare e quali no.
Io mi sono trasferita, sono venuta ad abitare a Milano. Quando torno dai miei mi organizzo per riuscire a vedere le mie amiche storiche, beh, una di queste ogni volta non poteva uscire, od aveva un altro impegno o chissà cosa, ci sono rimasta male, ma mi comporto di conseguenza, non la cerco più e non lo fa nemmeno lei, a dire il vero in due anni non l'ha mai fatto, prima la giustificavo, poi mi sono stancata ed ho tratto le mie conseguenze e cioè le vere amiche sono altre.
"A schiena alta e testa dritta!!" Simona Ventura

angelwiththe

  • Visitatore
Re: Il ripostiglio del malv-umore
« Risposta #983 il: Settembre 11, 2008, 05:21:13 pm »
Infatti faccio così, prendo atto che è un'amicizia finita e ciao.
La cosa che mi fa incavolare di più è che l'amica in comune, sicuramente con l'intento di riappacificarci, non fa altro che dire che devo capirla perché ha una famiglia del cavolo, perché lei è fatta così ecc...
Perché devo sempre essere io quella responsabile e ragionevole delle due?

sweetlookgirl

  • Frittata con la marmellata
  • **
  • Post: 642
Re: Il ripostiglio del malv-umore
« Risposta #984 il: Settembre 11, 2008, 05:33:34 pm »
Secondo me siete "cresciute" in modo diverso e le strade si sono divise.
"A schiena alta e testa dritta!!" Simona Ventura

lara-v

  • Visitatore
Re: Il ripostiglio del malv-umore
« Risposta #985 il: Settembre 11, 2008, 05:39:25 pm »
Angel: Io ormai ho smesso di cercare di riappacificare le amiche, non è mai servito, lo decidono loro quando e se vogliono farlo.

Cettyola

  • Carbonara stracciatella
  • *****
  • Post: 10182
  • Streusoland
Re: Il ripostiglio del malv-umore
« Risposta #986 il: Settembre 11, 2008, 06:01:09 pm »
Ho avuto amici maschi, ho studiato in mezzo a una maggioranza di ragazzi all'Università, ho avuto diversi professori maschi - persino alle elementari avevo un maestro - ho colleghi, ho un fratello, diverse storie poco importanti e due serie: sono "cattivi" anche loro, anche se in modo diverso da noi. E non è vero che non colpiscono alle spalle, senza contare che i
non galletti si contano sulle dita di una mano.

Eccome se lo sono! Mi è tornato in menete un episodio: 2 anni fa un ragazzo in facoltà osò dire ad una mia amica  che io e un'altra amica comune parlavamo male di lei. Il che sembrò molto strano perchè noi non solo non conoscevamo il cretino in questione, ma non c'avevamo  proprio mai parlato. Quindi non capivamo perchè dicesse queste cose.
Poi scoprimmo che lo fece per dispetto perchè gli piaceva una di noi due ma non era preso in considerazione, quindi cercava di rivalersi mettendo pettegolezzi in giro. Era anche più grande.Infantile
Ama chi ti ama, frequenta chi cerca la tua compagnia, offri doni a chi ti offre doni e a chi niente ti dà non dare niente. (Esiodo)

Siminsen

  • Visitatore
Re: Il ripostiglio del malv-umore
« Risposta #987 il: Settembre 11, 2008, 07:11:17 pm »
Concordo con monica, angel. Scegliendo vite diverse tu e la tua amica siete cambiate.
Non credo che lei sia invidiosa di te: probabilmente vede la tua vita troppo tranquilla; d'altra parte tu vedi la sua un po' sopra le righe.
Se c'è affetto sincero tra voi, prima o poi tornerà fuori e magari l'amicizia potrà continuare.
Se no, considera quest'esperienza un capitolo della tua vita e leggilo con il maggior distacco possibile.

cristina

  • Gelato alla mandorla pizzuta d'avola
  • *****
  • Post: 19539
Re: Il ripostiglio del malv-umore
« Risposta #988 il: Settembre 11, 2008, 11:43:01 pm »
Angel se t'ha detto che è invidiosa della tua vita, credici. Io esattamente un anno fa ho rotto con 2 mie amiche, eravamo considerato uno splendido terzetto, amiche da 7 anni, eccetera. Crescendo abbiamo fatto percorsi diversi, loro due fidanzate da anni, ed io no, ed i nostri amici  portavano molto più rispetto a loro che a me (non so perchè, lealtà verso i fidanzati, immagino). Io ho iniziato a scazzare, e sono diventata distante dal gruppo, e quindi più libera, e ciò si è tradotto in un pizzico di fascino in più. Ecco, come ho detto abbiamo rotto perchè erano invidiose di me. La mia reazione è stata questa:  :o Dopo anni di amicizia, non sopportavano che io mi sentissi bella, e che la cosa si notasse. Il mio nuovo modo d'essere e la loro invidia valeva più di 7 anni.
Di conseguenza non ti stupire, a volte ti vorrebbero com'eri, a costo di sacrificare la tua felicità.
.
p.s. ho avuto la fortuna di poter leggere il blog di una di loro, ancora mesi dopo rimpiangeva "errori gravissimi fatti nei confronti di una persona a me molto cara"(---->io ;D)
« Ogni volta che vedo un adulto in bicicletta penso che per l'Uomo ci sia ancora speranza » (H.G. Wells)

angelwiththe

  • Visitatore
Re: Il ripostiglio del malv-umore
« Risposta #989 il: Settembre 12, 2008, 10:12:13 am »
monica-siminsen siamo sempre state molto diverse l'una dall'altra, ma fino a poco tempo fa ci siamo "compensate".

Se c'è affetto sincero tra voi, prima o poi tornerà fuori e magari l'amicizia potrà continuare.
Se no, considera quest'esperienza un capitolo della tua vita e leggilo con il maggior distacco possibile.
Sarebbe bello ritornare ad essere amiche, nonostante tutto, io le voglio un bene dell'anima e gliene vorrò sempre, ma se ciò non dovesse succedere, amen.
Chi ci perde di più è lei.  ;) (lo detto io che spesso pecco di superbia)