Autore Topic: Bambini? No, grazie!  (Letto 31509 volte)

Edera

  • Frittata con la marmellata
  • **
  • Post: 138
Re: Bambini? No, grazie!
« Risposta #30 il: Luglio 08, 2008, 09:50:21 am »
Io dico che è assolutamente normale non volerne, così come è normale desiderarne. Forse vado un po' OT, ma c'è una cosa che mi fa imbestialire. Al giorno d'oggi mi capita sempre più spesso di avere a che fare con donne che hanno avuto figli e si comportano con superiorità verso che non ne ha (magari per scelta!). Mi spiego meglio: vai in un negozio, piantano la carrozzina in mezzo alle palle e se dici qualcosa rispondono stizzosissime "Bè ma è il mio bambino"!, o quelle che fanno la stessa cosa sui bus, o quelle che in spiaggia li lasciano disturbare tutti i vicini d'ombrellone dicendo "Ma è solo un bambino!". Generalmente questi comportamenti, segno di un'evidente maleducazione, sono accompagnati da un feroce sguardo di superiorità della serie "Io sì che sono una donna completa!". Sicuramente queste mamme saranno una minoranza, ma quando mi capita (cioè sempre più di frequente), penso "Vedrai che fra qualche anno saranno le donne senza figli in maggioranza e allora ci sarà da divertirsi".
E poi perchè adesso girano carrozzine così grandi che sembrano UFO?? Il reparto carrozzine della Prenatal sembra l'area 51!!
Non avere figli non significa essere meno donne o persone egoiste: significa avere fatto scelte diverse (che comprendono la libertà  ;D)
Edera

Ghismunda

  • Frittura totale globbale
  • *****
  • Post: 7763
  • Spingitrice di OT
Re: Bambini? No, grazie!
« Risposta #31 il: Luglio 08, 2008, 09:55:13 am »
Discorso moolto moolto delicato...a me i bambini piacciono, eccome ma, purtroppo per ora voglio finire di realizzarmi...
(che magari con un pargolo stai 10 mesi al palo, senza guadagnare te lo devo spiegare io?)
Decisamente OT;
il mio attuale compagno ieri sera si è fatto 140 km in scooter perchè era preoccupato per me...(troppo caldo-bassa pressione sanguigna)
Io questo me lo sposo!!!!
Ghismundon...Ghismundon...Sapevatelo! Che spinge una donna con un passato intenso ad esprimersi come il più complesso Italo Calvino ?
Spingitori di Ermetici, su rieducational channel! (Macsibon)

Trent

  • 666tan
  • ***
  • Post: 2325
Re: Bambini? No, grazie!
« Risposta #32 il: Luglio 08, 2008, 10:09:23 am »
beh angelwithe, 26 anni mi sembrano un pò pochini per sentirsi in colpa per non volere un bambino  :D
siamo ragazzine insomma!!!! piccole!!!
io adoro i bambini, anche se loro mi sfruttano solo quando vogliono farsi fare i disegni dei pokemon  ;D
dai su, 26 anni cavolo, ne hai minimo altri 20 per PENSARE (e sottolineo pensare) alla procreazione, sempre se ne hai voglia... prima del tramonto...  ;)
e al termine se non hai combianto niente mal che vada verrai scomunicata e calciorotata  :messa:
(scherzo eh!)

kelly

  • The Gravy
  • *
  • Post: 59
Re: Bambini? No, grazie!
« Risposta #33 il: Luglio 08, 2008, 10:47:38 am »
Ispirata da diversi commenti letti in giro, mi domando: è davvero tanto grave che a 26 anni non pensi nemmeno lontanamente a fare figli?
Tutti i colleghi o gli amici a cui dico che io odio i bambini e che, probabilmente (mai dire mai) non ne vorrò mai, mi danno del'insensibile egoista.
Mi sono letta tutta la discussione con molto interesse. Io ho 43 anni non ho avuto figli e non sono mai stata sposata. Nella mia vita ho avuto dei compagni per periodi più o meno lunghi ma non ho mai sentito il desiderio di avere figli nemmeno quando ero più giovane. Non è semplice parlarne serenamente perchè purtroppo ancora oggi si crede che la realizzazione vera per ogni donna sia essere madre quindi succede che spesso quella che non ha figli sia considerata una povera infelice con qualcosa che non va. Molte mie amiche con figli (non tutte per fortuna) quando viene fuori questo argomento a dir poco inorridiscono. Una di loro una volta disse che senza figli lei si sarebbe sentita un ramo secco. Poco tempo dopo suo figlio maggiore (3^ media) fu sospeso da scuola per atti di bullismo. (;D Dio esiste!) Comunque, tornando seria, quello che mi dispiace è che chi meno capisce queste scelte siano proprio le donne.
Io dico che è assolutamente normale non volerne, così come è normale desiderarne. Forse vado un po' OT, ma c'è una cosa che mi fa imbestialire. Al giorno d'oggi mi capita sempre più spesso di avere a che fare con donne che hanno avuto figli e si comportano con superiorità verso che non ne ha (magari per scelta!). Mi spiego meglio: vai in un negozio, piantano la carrozzina in mezzo alle palle e se dici qualcosa rispondono stizzosissime "Bè ma è il mio bambino"!, o quelle che fanno la stessa cosa sui bus, o quelle che in spiaggia li lasciano disturbare tutti i vicini d'ombrellone dicendo "Ma è solo un bambino!". Generalmente questi comportamenti, segno di un'evidente maleducazione, sono accompagnati da un feroce sguardo di superiorità della serie "Io sì che sono una donna completa!". Sicuramente queste mamme saranno una minoranza, ma quando mi capita (cioè sempre più di frequente), penso "Vedrai che fra qualche anno saranno le donne senza figli in maggioranza e allora ci sarà da divertirsi".
E poi perchè adesso girano carrozzine così grandi che sembrano UFO?? Il reparto carrozzine della Prenatal sembra l'area 51!!
Non avere figli non significa essere meno donne o persone egoiste: significa avere fatto scelte diverse (che comprendono la libertà  ;D)
Giustissimo. Una cosa che mi fa imbestialire è chi ti vuole IMPORRE a tutti i costi i propri figli come se ti dicessero "sono baaambini... a tutti piacciono i baaambini!... ma va va va...

resin

  • 666tan
  • ***
  • Post: 1019
  • Learn to swim
Re: Bambini? No, grazie!
« Risposta #34 il: Luglio 08, 2008, 10:50:52 am »
Angel, il tuo è un non-problema, nel senso che un figlio lo avrai SE e quando te la sentirai.
Per una pillola dimenticata niente paranoia, è un po' difficile che ipofisi ed ovaie si rimettano in moto al volo.
Io sono del parere di molte altre, nel senso che l'istinto materno c'è in chi ce l'ha, può venire dopo anni di 'io?? Un figlio?? Ma stai scherzando?!!', o non venire affatto, così come venire meno in persone che a 19 anni l'avrebbero voluto subito, un figlio.
Si cambia, non si resta mai uguali e le priorità variano col variare delle esperienze e delle convinzioni che via via acquisiamo.
Io detesto e manderei al diavolo chiunque ti guardi dall'alto in basso perchè non hai figli, e non capisce che un figlio si fa perchè si è intimamente convinte di farlo crescere bene ed amandolo perchè è lui, non il simbolo di una tappa raggiunta.
Però mi rendo conto che spesso queste persone ti fanno detestare i bambini di riflesso, quando loro non hanno colpe di quanto sono idioti i genitori.
Ecco, io a 7 anni ho cresciuto mia sorella, le ho insegnato a camminare e a parlare e da allora ho sempre avuto un legame fortissimo con lei, credo che se qualcuno osasse anche solo pensare di farle del male lo strangolerei a mani nude.
Una bimba meravigliosa com'era lei forse la vorrei, e vorrei che diventasse la persona meravigliosa che è in futuro.
Ed è la stessa cosa che penso quando parlo con certe amiche o con cugini e cugine che ho la fortuna di avere: che un tempo sono stati piccoli, rompevano giocattoli (anche i miei, argh! >:() e farcivano pannolini ogni ora, ma ora sono persone splendide.
Se avrò questo benedetto istinto materno sarò la madre migliore del mondo, magari non nei risultati, ma sicuramente nell'intento, e credo che questo valga per tutte quelle che non portano a spasso i figli a mò di trofeo ma li amano e tentano di dare loro un'educazione e degli affetti che li rendano persone degne di questo nome, quindi anche voi indecise o convinte. ;)
Ma non mi sentirò meno 'donna' se la voglia non ci sarà, non sono un coniglio e non accetto l'idea del 'sifa perchè è tempo'.
Così la pigrizia è madre. Ha un figlio, il furto, e una figlia, la fame. Victor Hugo

LaVale

  • Frittata con la marmellata
  • **
  • Post: 110
    • valentinamente
Re: Bambini? No, grazie!
« Risposta #35 il: Luglio 08, 2008, 11:48:56 am »
Il problema dei ragazzini viziati e prepotenti sono i genitori. Proprio ieri mi è capitata una cosa: una raggazzina di tre anni e mezza è venuta nel mio giardino ad infastidire i gatti randagi (a cui permetto di entrare, che volete, sono una gattara) Mio marito ha cercato di spiegare alla bimba che non si trattano così gli animali, bisogna rispettarli. In quel momento è arrivata la madre, e sapete cosa ha detto: la bambina vede me che caccio via i randagi quando entrano in casa, e mi imita.
Va bene, signora, ma sua figlia non è che può andare in giro a disturbare così...
Eh, dice lei, ma è troppo piccola per capire.

E' stata una fortuna che ci fosse mio marito. Io non avrei reagito con tanta calma, in fondo, a tre anni e mezzo capisce benissimo quando la madre caccia via i gatti da casa, può anche capire che quando sta a casa di qualcun altro dovrebbe comportarsi diversamente.

I figli sono lo specchio dei genitori. Mio marito vuole dei figli, e mi assicura che non saranno come quelli che conosciamo, se sapremo educarli...
C'è da dire che io sono molto severa, ho avuto in diverse occasioni modo di accorgermene.

Detto questo, non è che abbia chissà quale voglia di farne... Mah... Sono altalenante, come Lara.
A veces me pierdo.

Rita

  • Tortellyno
  • ****
  • Post: 2815
  • Stento a crederci
Re: Bambini? No, grazie!
« Risposta #36 il: Luglio 08, 2008, 01:58:30 pm »
Aggiungo che mi riesce ancora più impossibile capire chi si ammazza di cure per riuscire ad avere figli naturali.
Il mondo è sovrappopolato e pieno di bambini abbandonati, non capisco che bisogno ci sia di sfornarne in proprio se la natura non ci assiste.
I genitori sono quelli che allevano i figli, non chi li partorisce.
Io voglio tantissimo bene a entrambi i mei genitori e di loro solo mia madre si è attivamente sacrificata per generarmi. Mio padre direi di no, visto che da ragazza mamma era bellissima  ;D.
Però si è sacrificato enormemente per crescermi e per questo non lo considero da meno rispetto a mia madre.
Se pensiamo che per dire proprio un figlio bisogni vederlo uscire dalla propria pisella, allora aboliamo i papà e buonanotte al secchio.

P.S.: a scanso di equivoci, ho preso da papà  :-\
Date a Dio quel che è di Dio e a San Giuseppe la tredicesima.

lara-v

  • Visitatore
Re: Bambini? No, grazie!
« Risposta #37 il: Luglio 08, 2008, 02:20:48 pm »
Anch'io non capisco le persone che vogliono assolutamente un figlio naturale.
Mi sembra un accanimento un po' ossessivo, non una vera scelta "d'amore".
Penso che mi piacerebbe adottare un bambino, ne ho già parlato con il mio fidanzato ed è d'accordo. Però è una scelta molto delicata, ci devo riflettere bene.

Suppish Queen

  • Visitatore
Re: Bambini? No, grazie!
« Risposta #38 il: Luglio 08, 2008, 02:24:54 pm »
Purtroppo spesso anche l'adottare un bambino diventa un calvario, ci si può mettere anche anni.

LaVale

  • Frittata con la marmellata
  • **
  • Post: 110
    • valentinamente
Re: Bambini? No, grazie!
« Risposta #39 il: Luglio 08, 2008, 02:34:53 pm »
Rita, hai ragione.
Il problema è che per gli orfanotrofi (non so ora come si chiamino, diversamente figli? mah...) prendono un sacco di soldi per ognuno dei bambini che ci stanno, ed è difficilissimo adottarne uno - e parlo prorpio del fatto di prendere un bimbo solo e fargli da mamma e papà.
E' molto più facile prenderli in affidamento, vuol dire avere dei bambini che NON sono orfani, ma vengono da famiglie disagiate, e gli affidatari devono sottostare a regole imposte e a visite continue dei genitori biologici, oltre al fatto che magari questi bambini sono  malati e richiedono cure costosissime che ricadono ovviamente sugli affidatari. E questi bambini non saranno mai figli tuoi.
conosco persone che avrebbero adottato dei bambini molto volentieri, che avevano tutti i requisiti (e non un pacco di soldi e fama come i malva vip) ma non glieli hanno dati.
Invece, hanno proposto di affidargli una ragazzina con madre vivente, che doveva fare non so che cure dall'altra parte della città quattro pomeriggi a settimana, che costavano un botto, e che avrebbe dovuto vedere la madre gli altri giorni. Comodo, eh?
A veces me pierdo.

Rita

  • Tortellyno
  • ****
  • Post: 2815
  • Stento a crederci
Re: Bambini? No, grazie!
« Risposta #40 il: Luglio 08, 2008, 02:41:50 pm »
Quello che dite voi è stra-vero ma anche le cure contro la sterilità non sono una passeggiata.
Date a Dio quel che è di Dio e a San Giuseppe la tredicesima.

lara-v

  • Visitatore
Re: Bambini? No, grazie!
« Risposta #41 il: Luglio 08, 2008, 02:42:06 pm »
Lo so che è un calvario adottare, ma preferirei investire tempo e denaro in un'adozione piuttosto che in cure ormonali, inseminazioni artificiali o altro.

Rita

  • Tortellyno
  • ****
  • Post: 2815
  • Stento a crederci
Re: Bambini? No, grazie!
« Risposta #42 il: Luglio 08, 2008, 02:44:22 pm »
 :D lara-v
l'abbiamo detto insieme: facciamo flic e floc?
Date a Dio quel che è di Dio e a San Giuseppe la tredicesima.

lara-v

  • Visitatore
Re: Bambini? No, grazie!
« Risposta #43 il: Luglio 08, 2008, 02:49:58 pm »
Oppure "toccati il naso se non non ti sposi"? :D

LaVale

  • Frittata con la marmellata
  • **
  • Post: 110
    • valentinamente
Re: Bambini? No, grazie!
« Risposta #44 il: Luglio 08, 2008, 02:50:25 pm »
Rita, Lara, d'accordissimo con voi.
Anche io, piuttosto che farli, preferirei adottarli, ma so che non ce li darebbero mai, se ne chiedessimo.

Esperienza indiretta.
A veces me pierdo.