Autore Topic: Stupro: torna la mentalità del "se l'è cercata"  (Letto 160868 volte)

Cettyola

  • Carbonara stracciatella
  • *****
  • Post: 10182
  • Streusoland
Re: Stupro: torna la mentalità del "se l'è cercata"
« Risposta #30 il: Agosto 16, 2008, 06:44:45 pm »
Lo stupro non se lo cerca nessuno. Come le molestie e altri gesti invadenti e non richiesti.
Alla mia amica nel sottopassaggio della stazione alle 19 e 30 capitò la stessa cosa di Sim. Presa da dietro,buttata a terra e toccata lì. Aveva i pantaloni, non è riuscita a vedere chi fosse, ha emesso un flebile urlo e lo schifoso è scappato. Per oltre un anno non ha più preso il treno.Poi è dovuta tornare al mezzo che più le conveniva per il lavoro, nonostante tutto non bisogna permettergli di cambiarti la vita.
Ama chi ti ama, frequenta chi cerca la tua compagnia, offri doni a chi ti offre doni e a chi niente ti dà non dare niente. (Esiodo)

SaintJust

  • Visitatore
Re: Stupro: torna la mentalità del "se l'è cercata"
« Risposta #31 il: Agosto 16, 2008, 08:20:12 pm »
Non dimentichiamoci che i giudici sono maschi.
Non sempre per fortuna. http://lanazione.ilsole24ore.com/montecatini/2008/08/08/110332-indagati_hanno_avuto_condotta_umiliante.shtml

Speriamo che gli capiti un'altra donna al processo, così vediamo chi ride.

Cettyola

  • Carbonara stracciatella
  • *****
  • Post: 10182
  • Streusoland
Re: Stupro: torna la mentalità del "se l'è cercata"
« Risposta #32 il: Agosto 16, 2008, 08:54:42 pm »
Non dimentichiamoci che i giudici sono maschi.
Non sempre per fortuna. http://lanazione.ilsole24ore.com/montecatini/2008/08/08/110332-indagati_hanno_avuto_condotta_umiliante.shtml

Speriamo che gli capiti un'altra donna al processo, così vediamo chi ride.
Fosse stato un altro giudice li avrebbe già lasciati ai domiciliari, se non peggio:liberi.
I 4 furbi non hanno tenuto in considerazione che se una donna viene stuprata si creano delle lacerazioni vaginali che non lasciano dubbi sulla  natura violenta dell'atto. Gli è andata male la scusa "lei ci stava"
Ama chi ti ama, frequenta chi cerca la tua compagnia, offri doni a chi ti offre doni e a chi niente ti dà non dare niente. (Esiodo)

Wayne07

  • Visitatore
Re: Stupro: torna la mentalità del "se l'è cercata"
« Risposta #33 il: Agosto 17, 2008, 01:15:15 am »
Non dimentichiamoci che i giudici sono maschi.

Scusami se insisto, ma il problema non era che il giudice fosse maschio: è che il giudice era stupido. Mi pare una differenza abbastanza sostanziale.

Poi rispetto per il brutto fatto che ti è accaduto, e non ho la minima presunzione di potere giudicare o commentare un fatto di quelli che puoi capire quanto siano duri e difficili se non ci sei passato attraverso. Ma anche per noi uomini, e lo dico con sincera volontà di capire, non sempre è facile comprendere una situazione che, non vivendola praticamente mai, tendiamo a dare per scontata o trattare con sufficienza.

O quantomeno questo capita a me. Il solito adagio che non puoi capire la strada che ha percorso qualcun altro se non hai mai fatto un miglio nelle sue scarpe. Io non potrò mai capire dove ti ha portato quel bastardo. Ma mi dispiace. Per quanto poco possa valere la comprensione e la solidarietà di un estraneo con cui hai condiviso giusto qualche byte di testo nella vita.

pam

  • Visitatore
Re: Stupro: torna la mentalità del "se l'è cercata"
« Risposta #34 il: Agosto 17, 2008, 11:06:08 am »
Ha ragione Wayne: la maggiore condanna della vittima arriva spesso da parte di altre donne, ci sono avvocati donna che difendono gli stupratori, giudici donna che li assolvono. Non si tratta di genere maschile o femminile, ma di ignoranza e stupidità.

SaintJust

  • Visitatore
Re: Stupro: torna la mentalità del "se l'è cercata"
« Risposta #35 il: Agosto 17, 2008, 11:48:23 am »
Sì concordo anch'io con Wayne.

Siminsen

  • Visitatore
Re: Stupro: torna la mentalità del "se l'è cercata"
« Risposta #36 il: Agosto 17, 2008, 12:28:42 pm »
Scusami se insisto, ma il problema non era che il giudice fosse maschio: è che il giudice era stupido. Mi pare una differenza abbastanza sostanziale.

Hai ragione. Sono stata affrettata. E non sarò abbastanza cattiva da dire che maschio e stupido spesso sono la stessa cosa. :ghignomalefico:
Però concedimelo: la mentalità da predatore tra gli uomini è diffusa. E un predatore se ne frega di fare un miglio nelle scarpe della preda.
Un giudice - maschio o femmina - applica una legge. Ma quando la legge è interpretabile (la giurisprudenza è un mastodonte) entra in gioco la sensibilità dell'interprete, quando la legge stessa non è minata alla fonte da pregiudizi. E un uomo nato da una donna e da un altro uomo che l'hanno allevato per essere il padrone del mondo ragiona da padrone del mondo, che sia legislatore, giudice o coltivatore diretto.

Citazione
Ma mi dispiace. Per quanto poco possa valere la comprensione e la solidarietà di un estraneo con cui hai condiviso giusto qualche byte di testo nella vita.

Vale, credimi. Anche quella delle altre ragazze che me l'hanno espressa prima di te. Ve ne ringrazio.  :-*
Ci sono due cose che ti rimangono addosso per molto tempo, come accennava Cettyiola a proposito della sua amica: la paura di tornare dove è avvenuto il fatto e il senso di sporco. La seconda sensazione è peggiore della prima, perché è interiorizzata. Ma poi si supera, e poi noi streghe ne sappiamo una più del diavolo.  ;)



Cettyola

  • Carbonara stracciatella
  • *****
  • Post: 10182
  • Streusoland
Re: Stupro: torna la mentalità del "se l'è cercata"
« Risposta #37 il: Agosto 17, 2008, 01:44:01 pm »
Riporto 2 episodi che seppur non abbiano portato a conseguenze gravi mi hanno lasciato una sensazione di schifo.
Il primo risale a quando avevo 18 anni, ultimo anno di scuola,c'era stata assemblea d'istituto e una volta finito io e la mia amica pensammo di andare in centro. Sul bus un viscido si incollò dietro a me. Iniziò ad incollarsi "un pò troppo". Prima non ci feci caso,poi sentivo che lo faceva apposta a farmi sentire il fagiolo che aveva tra le gambe. Il bus non era pieno come quando si sta attaccati come sardine per forza. Io indossavo pantaloni e maglietta a maniche lunghe. Non vedevo l'ora di scendere e non ebbi il coraggio nemmeno di girarmi per guardarlo in faccia ma ricordo che aveva pantaloni e una camicia bianca(non era un ragazzo ma un uomo adulto), quando tentai di spostarmi mi bloccò e  mi disse se dovevo scendere.  Nonostante i miei sguardi l'amica che era con me non capì un tubo.Appena scesa dal bus mi veniva da vomitare. Rimasi come di ghiaccio,se mi accadesse adesso lo sputtanerei.

Il secondo risale a 2 anni fa, la notte di ferragosto, l'unica volta che feci il bagno di notte mi capitò un ragazzo-mai visto- ubriaco cotto(che puzza di vino che faceva) che in acqua iniziò a tirarmi secchiate d'acqua(manco respiravo a momenti), nel frattempo si avvicinava e mi spostava verso il largo cercando un approccio con me(aveva già aperto la bocca-che schifo-per baciarmi). Prima gli dissi di non esagerare ed allontanarsi, ma non capiva e continuava a spingermi e ad avvicinarsi toccandomi il fianco con la mano, a quel punto gli ho urlato "basta!" e sono riuscita a tornare a riva.

Ama chi ti ama, frequenta chi cerca la tua compagnia, offri doni a chi ti offre doni e a chi niente ti dà non dare niente. (Esiodo)

Rita

  • Tortellyno
  • ****
  • Post: 2815
  • Stento a crederci
Re: Stupro: torna la mentalità del "se l'è cercata"
« Risposta #38 il: Agosto 17, 2008, 02:20:50 pm »
Dite quello che vi pare ma quando sento queste cose vorrei tanto avere una pistola.
Date a Dio quel che è di Dio e a San Giuseppe la tredicesima.

SaintJust

  • Visitatore
Re: Stupro: torna la mentalità del "se l'è cercata"
« Risposta #39 il: Agosto 17, 2008, 02:22:40 pm »
Dite quello che vi pare ma quando sento queste cose vorrei tanto avere una pistola.
Io un trinciapollo (a voi immaginare cosa ci farei  ;D )

Mattia

  • 666tan
  • ***
  • Post: 1222
  • In The Evidence Of Its Brilliance
Re: Stupro: torna la mentalità del "se l'è cercata"
« Risposta #40 il: Agosto 17, 2008, 02:27:49 pm »
Riporto 2 episodi che seppur non abbiano portato a conseguenze gravi mi hanno lasciato una sensazione di schifo.
Il primo risale a quando avevo 18 anni, ultimo anno di scuola,c'era stata assemblea d'istituto e una volta finito io e la mia amica pensammo di andare in centro. Sul bus un viscido si incollò dietro a me. Iniziò ad incollarsi "un pò troppo". Prima non ci feci caso,poi sentivo che lo faceva apposta a farmi sentire il fagiolo che aveva tra le gambe. Il bus non era pieno come quando si sta attaccati come sardine per forza. Io indossavo pantaloni e maglietta a maniche lunghe. Non vedevo l'ora di scendere e non ebbi il coraggio nemmeno di girarmi per guardarlo in faccia ma ricordo che aveva pantaloni e una camicia bianca(non era un ragazzo ma un uomo adulto), quando tentai di spostarmi mi bloccò e  mi disse se dovevo scendere.  Nonostante i miei sguardi l'amica che era con me non capì un tubo.Appena scesa dal bus mi veniva da vomitare. Rimasi come di ghiaccio,se mi accadesse adesso lo sputtanerei.

Il secondo risale a 2 anni fa, la notte di ferragosto, l'unica volta che feci il bagno di notte mi capitò un ragazzo-mai visto- ubriaco cotto(che puzza di vino che faceva) che in acqua iniziò a tirarmi secchiate d'acqua(manco respiravo a momenti), nel frattempo si avvicinava e mi spostava verso il largo cercando un approccio con me(aveva già aperto la bocca-che schifo-per baciarmi). Prima gli dissi di non esagerare ed allontanarsi, ma non capiva e continuava a spingermi e ad avvicinarsi toccandomi il fianco con la mano, a quel punto gli ho urlato "basta!" e sono riuscita a tornare a riva.



la tua disavventura sul pullman mi ha fatto venire in mente una cosa. un giorno ero in metropolitana a milano. il treno si ferma a una stazione e la gente scende. a un certo punto sento una donna che urla. ascolto meglio: era una tipa che, scesa dal treno, urlava a squarciagola a un tipo rimasto sul vagone SEI UN PORCOOOO PORCOOOO MAIALEEEE PORCOOOOO
insomma, lui ha fatto una gran figura di emme.

Siminsen

  • Visitatore
Re: Stupro: torna la mentalità del "se l'è cercata"
« Risposta #41 il: Agosto 17, 2008, 02:32:43 pm »
Due parole prendendo spunto da quel che esponeva Cettyola.
Nessuno ci educa a reagire agli abusi da parte degli uomini. Il "se l'è cercata" si può leggere anche in senso passivo. Sono molte - troppe - le donne che non denunciano le violenze fisiche e psicologiche da parte di compagni, mariti e violentatori in genere. Si proteggono dei delinquenti perché il mondo è sempre stato così, per vergogna, per amor di pace, per i figli.
Non si spiega che quando ci toccano ci sentiamo sporche noi, proviamo vergogna noi, mentre chi ci tocca si senta soddisfatto, non si spiega che diventiamo complici di chi ci fa del male se non con la convinzione di valere poco, di meritare in fondo in fondo le botte e lo stupro - la madre di una mia amica appoggiava il genero che picchiava sua figlia. Se gli uomini sono predatori le donne hanno la mentalità da preda: io stessa, pur con una coscienza femminista, al momento di denunciare uno che gratuitamente e senza alcun permesso mi aveva toccata, mi sono confusa, ho perso lucidità, non capivo cosa fosse giusto fare. Un comportamento irrazionale, forse atavico, forse indotto da una lunga tradizione culturale, si sostituiva alla mia razionalità e al sacrosanto diritto di avere giustizia.
Dovremmo imparare a conoscere le nostre emozioni e i nostri istinti, a gestirli per non far del male agli altri, ma anche per non fare del male a noi stessi.  

Cettyola

  • Carbonara stracciatella
  • *****
  • Post: 10182
  • Streusoland
Re: Stupro: torna la mentalità del "se l'è cercata"
« Risposta #42 il: Agosto 17, 2008, 02:46:19 pm »
Siminsen è tutto vero. Io addirittura mi sentivo a disagio a parlarne, perchè penso che forse non è nulla di che. Ma le cose che mi hanno lasciato più perplessa è stata la reazione degli altri. Sul bus la mia amica non capì e una volta a terra  non mi sentì consolata, ne avevo bisogno. Al mare invece c'erano 2 della comitiva che guardavano da riva fermi. E se mi fossi lamentata si sarebbero pure incazzati perchè avevamo deciso di entrare in acqua  senza aspettare gli altri(c'erano mille persone in acqua),quindi colpa mia.

Ama chi ti ama, frequenta chi cerca la tua compagnia, offri doni a chi ti offre doni e a chi niente ti dà non dare niente. (Esiodo)

Rita

  • Tortellyno
  • ****
  • Post: 2815
  • Stento a crederci
Re: Stupro: torna la mentalità del "se l'è cercata"
« Risposta #43 il: Agosto 17, 2008, 04:53:35 pm »
Dite quello che vi pare ma quando sento queste cose vorrei tanto avere una pistola.
Io un trinciapollo (a voi immaginare cosa ci farei  ;D )

Io dico sul serio. Se a un orefice concedono il porto d'armi penso che dovrebbero concederlo a ogni donna, visto che se non sei una vippese multiscortata rischi quanto un gioielliere.
Date a Dio quel che è di Dio e a San Giuseppe la tredicesima.

Siminsen

  • Visitatore
Re: Stupro: torna la mentalità del "se l'è cercata"
« Risposta #44 il: Agosto 17, 2008, 05:07:03 pm »
Io dico sul serio. Se a un orefice concedono il porto d'armi penso che dovrebbero concederlo a ogni donna, visto che se non sei una vippese multiscortata rischi quanto un gioielliere.

Alle armi sono contraria per principio. Ma uno spray antistupro dovrebbe essere permesso, i corsi di difesa personale gratuiti e forniti dallo Stato a tutte le donne. E personalmente consiglierei la frequentazione di qualche bel collettivo femminista, tanto per non abbassare la guardia in generale.