Le Malvestite

Psychiatric help => Malvahoo answers => Topic aperto da: NuovaCarne - Agosto 12, 2012, 11:18:08 am

Titolo: Il libro dei perché
Inserito da: NuovaCarne - Agosto 12, 2012, 11:18:08 am
I grandi misteri della vita che non ci fanno dormire la notte.

Perchè quando fanno la prova microfono devono dire sempre "SA SA prova?"  :pippotto:
Me lo chiedevo ieri mentre assistevo mio malgrado al soundcheck di una coverband di Ligabue durato circa 5 ore  :asd:
Titolo: Re: Il libro dei perchè
Inserito da: MadDog - Agosto 12, 2012, 11:53:10 am
Ci vorrebbe Lucaluca per risolvere l'arcano.
A naso mi verrebbe da dire che la S dà luogo ad un suono sibilante ed acuto, la A un suono più ampio e basso.
Probabilmente regolano l'impianto su questa gamma di suoni per evitare che al pubblico arrivino solo fischi e distorsioni.
Titolo: Re: Il libro dei perchè
Inserito da: NuovaCarne - Agosto 12, 2012, 12:00:12 pm
Ci vorrebbe Lucaluca per risolvere l'arcano.
A naso mi verrebbe da dire che la S dà luogo ad un suono sibilante ed acuto, la A un suono più ampio e basso.
Probabilmente regolano l'impianto su questa gamma di suoni per evitare che al pubblico arrivino solo fischi e distorsioni.
ah ma guarda il motivo per cui pronunciano la S ci arrivavo pure io (e immagino pure la P che fa effetto sputacchiera), la parte sulla A invece mi perplime  :P
Secondo me SA SA è come lorem ipsum dolor ecc, potrebbero dire indifferentemente SA SA oppure SO SO o SE SE ma dicono tutti SA SA perchè "si usa così"  :sisisi:

Titolo: Re: Il libro dei perchè
Inserito da: MadDog - Agosto 12, 2012, 01:29:52 pm
Ah, beh..... forse la O e la E non riescono comunque a raggiungere l'"ampiezza sonora" della A (....... e l'ennesima cazzata della giornata è stata detta. Grazie. Prego.).
L'unica cosa di cui son certa è che il SI, SI, SI...... sia stato scartato per ovvi motivi......  ;D ;D ;D
Titolo: Re: Il libro dei perchè
Inserito da: NuovaCarne - Agosto 12, 2012, 01:36:14 pm
L'unica cosa di cui son certa è che il SI, SI, SI...... sia stato scartato per ovvi motivi......  ;D ;D ;D
:rotfl:
Titolo: Re: Il libro dei perchè
Inserito da: Adriana - Agosto 12, 2012, 10:40:38 pm

Una domanda che mi pongo sempre quando vado a fare la spesa: perché i carrelli del supermercato - anche vuoti - tirano da una parte?
Titolo: Re: Il libro dei perchè
Inserito da: Kro - Agosto 13, 2012, 12:42:31 am
A causa della supercazzola permaturata con scappellamento a destra.
Antani.
Titolo: Re: Il libro dei perchè
Inserito da: Betty Moore - Agosto 13, 2012, 02:06:44 am

Una domanda che mi pongo sempre quando vado a fare la spesa: perché i carrelli del supermercato - anche vuoti - tirano da una parte?

secondo me non è colpa del carrello ma della spinta non equilibrata (credo sia impossibile riuscire a bilanciare perfettamente la trazione).
Titolo: Re: Il libro dei perchè
Inserito da: NuovaCarne - Agosto 13, 2012, 09:06:21 am

Una domanda che mi pongo sempre quando vado a fare la spesa: perché i carrelli del supermercato - anche vuoti - tirano da una parte?

secondo me non è colpa del carrello ma della spinta non equilibrata (credo sia impossibile riuscire a bilanciare perfettamente la trazione).
secondo me dipende dal fatto che non sono lubrificati da millenni e quindi le rotelline si "piantano"  :sisisi:
Titolo: Re: Il libro dei perchè
Inserito da: Chopper - Agosto 13, 2012, 09:15:53 am

Una domanda che mi pongo sempre quando vado a fare la spesa: perché i carrelli del supermercato - anche vuoti - tirano da una parte?

secondo me non è colpa del carrello ma della spinta non equilibrata (credo sia impossibile riuscire a bilanciare perfettamente la trazione).
secondo me dipende dal fatto che non sono lubrificati da millenni e quindi le rotelline si "piantano"  :sisisi:



Una domanda che mi pongo sempre quando vado a fare la spesa: perché i carrelli del supermercato - anche vuoti - tirano da una parte?

secondo me non è colpa del carrello ma della spinta non equilibrata (credo sia impossibile riuscire a bilanciare perfettamente la trazione).

un po' dell'uno, (spingere con la stessa identica intensità di forza da due parti non è così banale come sembra) e un po' dell'altro (spesso nei carrelli c'è il sudicio incastrato di millenni, oppure hanno diverse ere geologiche sulle spalle e una delle due ruote davanti non gira come dovrebbe.  :)
Titolo: Re: Il libro dei perchè
Inserito da: Allevi3MSC - Agosto 13, 2012, 10:09:22 am
Sj, scusa, ma potresti mettere l'accento acuto nel titolo?
Ogni volta che vedo il topic aggiornato sento un piccolo vuoto allo stomaco...
Titolo: Re: Il libro dei perchè
Inserito da: NuovaCarne - Agosto 13, 2012, 10:12:07 am
Sj, scusa, ma potresti mettere l'accento acuto nel titolo?

(http://www.aqualcunopiacecinema.it/joomla/images/stories/a-b-c/furio.jpg)

Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: Chopper - Agosto 13, 2012, 10:13:17 am
Sj, scusa, ma potresti mettere l'accento acuto nel titolo?

(http://www.aqualcunopiacecinema.it/joomla/images/stories/a-b-c/furio.jpg)



 ahahahah

:rotfl:
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: NuovaCarne - Agosto 13, 2012, 10:14:33 am
fatto (diomio ma sono l'unica a non distinguerli totalmente accento acuto e grave?  :asd:)
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: Allevi3MSC - Agosto 13, 2012, 10:15:37 am
Grazie.

Ehi mi sono reso conto che devo darmi da fare poiché mi hai quasi raggiunto nel numero di post. Dramma.
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: NuovaCarne - Agosto 13, 2012, 10:18:33 am
Grazie.

Ehi mi sono reso conto che devo darmi da fare poiché mi hai quasi raggiunto nel numero di post. Dramma.
sarò io l'unico e solo Gesu Crì  :giesu:  :preteincazzato:
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: Allevi3MSC - Agosto 13, 2012, 10:30:38 am
Non posso mica perdere dei post...
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: anne boleyn - Agosto 13, 2012, 01:58:28 pm
sj è in vantaggio di uno eh.
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: Allevi3MSC - Agosto 13, 2012, 03:50:38 pm
Perché scrive compulsivamente da sola in questi giorni estivi.
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: NuovaCarne - Agosto 13, 2012, 04:01:21 pm
Perché scrive compulsivamente da sola in questi giorni estivi.

approfitto della tua distrazione per scavalcarti  8)
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: Allevi3MSC - Agosto 13, 2012, 04:06:17 pm
 :sciuretta:

E del mio obnubilamento alcolico...
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: NuovaCarne - Agosto 24, 2012, 09:25:02 pm
scusate eh, devo prendere spunto

ah, per ripulirmi esco in giardino e vado di canna dell'acqua così non intaso il bagno;
beata te che ce l'hai  :sisisi:

mi sento un po' un'esibizionista perché praticamente esco in mutande, ma sono pur sempre a casa mia e conto molto sulla protezione delle piante
io esco sempre al balcone in mutanbde anche senza protezione delle piante, del resto se lo fa il vecchio cadente e panzone del palazzo di fronte perchè non posso farlo io?  ;D

se lo facessi io avrei tutto il vicinato a guardarmi con faccia disgustata, si affacciano a guardarmi anche se esco vestita, figuriamoci!


perchè ci vergognamo di uscire in mutande e non ci vergognamo di andare al mare in costume da bagno? Il costume non è sempre una mutanda?
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: purple - Agosto 24, 2012, 09:35:46 pm
Suppongo perchè, come un bravo gregge, quando siamo tutti in mutande va bene esserlo.
A dare fastidio è l'essere fuori dal mucchio e per questo essere osservati.
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: NuovaCarne - Agosto 24, 2012, 09:39:07 pm
Suppongo perchè, come un bravo gregge, quando siamo tutti in mutande va bene esserlo.
A dare fastidio è l'essere fuori dal mucchio e per questo essere osservati.
anche secondo me.  :sisisi:
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: Allevi3MSC - Agosto 24, 2012, 09:49:41 pm
Non è solo questione di vergogna: se esci in mutande in città ti arrestano...
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: NuovaCarne - Agosto 24, 2012, 09:51:17 pm
se esco in mutande sul balcone di casa mi arrestano? comunque se le pudenda sono coperte non credo che ci siano gli estremi per arrestarti
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: Allevi3MSC - Agosto 24, 2012, 09:59:57 pm
No, dicevo nella via.
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: Bellatrix - Agosto 24, 2012, 10:18:27 pm
Certe culotte che ho mi arrivano alla stessa altezza dei pantaloncini che metto per il tennis.
Quindi in mutande si può anche uscirci, basta che non sembrino delle mutande. Che controsenso!
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: Mirtillosa° - Agosto 24, 2012, 10:20:21 pm
NC, anch'io me lo sono chiesto tante volte, e in effetti, siccome vado molto poco in spiaggia, ogni volta che ci vado, almeno all'inizio, mi fa strano vedere tutta quella gente praticamente in mutande ;D

comunque visto che hai citato il mio post lì non si tratta di vergogna, ma proprio di sguardi insistenti che mi becco ogni volta che esco in giardino o di casa
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: NuovaCarne - Agosto 24, 2012, 10:20:41 pm
Certe culotte che ho mi arrivano alla stessa altezza dei pantaloncini che metto per il tennis.
Quindi in mutande si può anche uscirci, basta che non sembrino delle mutande. Che controsenso!
eh ma infatti
Ora mi cucio sulla mutanda la scritta "questo è un pantaloncino" e ci esco, vediamo se mi arrestano  :asd:
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: Mirtillosa° - Agosto 24, 2012, 10:22:44 pm
Certe culotte che ho mi arrivano alla stessa altezza dei pantaloncini che metto per il tennis.
Quindi in mutande si può anche uscirci, basta che non sembrino delle mutande. Che controsenso!

le mutande di jeans! certi pantaloncini arrivano all'inguine
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: NuovaCarne - Agosto 24, 2012, 10:23:08 pm
NC, anch'io me lo sono chiesto tante volte, e in effetti, siccome vado molto poco in spiaggia, ogni volta che ci vado, almeno all'inizio, mi fa strano vedere tutta quella gente praticamente in mutande ;D

comunque visto che hai citato il mio post lì non si tratta di vergogna, ma proprio di sguardi insistenti che mi becco ogni volta che esco in giardino o di casa
l'ho citato solo perchè mi ha fatto riaffiorare questa profonda riflessione sulla vita, non voleva esere una domanda rivolta a te in particolare ma più ampia e di carattere sociologggico  :asd:  :detective:
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: NuovaCarne - Agosto 24, 2012, 10:23:54 pm

le mutande di jeans! certi pantaloncini arrivano all'inguine
(http://boyculture.typepad.com/.a/6a00d8341c2ca253ef013487220673970c-400wi)
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: Mirtillosa° - Agosto 24, 2012, 10:26:16 pm
Citazione
Quindi in mutande si può anche uscirci, basta che non sembrino delle mutande. Che controsenso!

comunque credo che la risposta sia questa. in effetti anche il costume da bagno sembra una mutanda ma non lo è

(che cosa terribile mi è tornata in mente, una volta da piccola, primo giorno di colonia, ci hanno portati al mare e siccome non avevamo il costume, tutti in mutande! avrò avuto 7 anni ma mi sono vergognata tanto!)
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: sopia - Agosto 24, 2012, 10:27:57 pm
mirtilla, perché dici che ti guarderebbero disgustati?
mentre assistevo mio malgrado al soundcheck di una coverband di Ligabue durato circa 5 ore
il Maestro sarebbe giustificato per ovvi motivi, tu che scusa hai?
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: NuovaCarne - Agosto 24, 2012, 10:29:38 pm
mirtilla, perché dici che ti guarderebbero disgustati?
mentre assistevo mio malgrado al soundcheck di una coverband di Ligabue durato circa 5 ore
il Maestro sarebbe giustificato per ovvi motivi, tu che scusa hai?
mi ero impossessata di preziosa panchina in luogo fresco & asciutto, ambita e contesa da orde di vecchi e famigliole. Mica potevo alzarmi e andarmene!
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: Mirtillosa° - Agosto 24, 2012, 10:31:04 pm
perchè mi guardano come se fossi un fenomeno da baraccone quando sono vestita, figuriamoci se uscissi in mutande! (non credo che ce l'abbiano con me, è proprio il modo di fare della gente, guarda insistentemente, anche se me ne accorgo loro continuano a fissarmi con lo sguardo torvo e disgustato, quando è così mi allontano perchè mi fanno anche un po' paura)
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: NuovaCarne - Agosto 24, 2012, 10:43:14 pm
perchè mi guardano come se fossi un fenomeno da baraccone quando sono vestita, figuriamoci se uscissi in mutande! (non credo che ce l'abbiano con me, è proprio il modo di fare della gente, guarda insistentemente, anche se me ne accorgo loro continuano a fissarmi con lo sguardo torvo e disgustato, quando è così mi allontano perchè mi fanno anche un po' paura)
la cosa più bella quando la gente ti fissa è quando li fissi pure tu e allora distolgono lo sguardo  :asd:
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: NuovaCarne - Agosto 24, 2012, 10:44:05 pm
(http://www.billfrymire.com/blog/wp-content/uploads/2008/06/eyes-great-horned-owl-intense.jpg)
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: Bellatrix - Agosto 24, 2012, 10:45:19 pm
La genti mi fissa perchè sono bella, lo so     ( :asd:)
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: Mirtillosa° - Agosto 24, 2012, 11:08:56 pm
perchè mi guardano come se fossi un fenomeno da baraccone quando sono vestita, figuriamoci se uscissi in mutande! (non credo che ce l'abbiano con me, è proprio il modo di fare della gente, guarda insistentemente, anche se me ne accorgo loro continuano a fissarmi con lo sguardo torvo e disgustato, quando è così mi allontano perchè mi fanno anche un po' paura)
la cosa più bella quando la gente ti fissa è quando li fissi pure tu e allora distolgono lo sguardo  :asd:

ecco, questo è un comportamento normale. invece qui la gente ti fissa, tu ti senti osservata e ti giri , e loro continuano a fissarti con uno sguardo inquietante. Credo che sia una cosa di questa zona perchè altrove non mi era mai successo
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: NuovaCarne - Agosto 24, 2012, 11:14:04 pm
Mirt dove vivi, nel villaggio dei dannati?  ;D

(http://cdn.ilcinemaniaco.com/wp-content/uploads/2010/07/village-damned-cinematography.jpg)
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: Mirtillosa° - Agosto 24, 2012, 11:23:20 pm
sembra che vivete nel mondo delle fate. io ho visto anche scoppiare litigi per questo motivo, gente che si guardava in cagnesco per strada finchè uno dei due non è scoppiato e sono venuti quasi alle mani, risse che scoppiano perchè per sbaglio si urtano o si scontrano, risse perchè qualcuno si ferma a chiacchierare sul marciapiede. non avete idea quanta aggressività c'è in giro, io mi faccio gli affari miei e non guardo in faccia nessuno. A casa chiudo sempre le tende perchè ho i dirimpettai maniaci del pulito che guardano sempre dentro casa se apro la finestra, faccio finta di niente, di non pensarci, però è stressante lo stesso
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: PiantaGrassa - Agosto 25, 2012, 11:14:21 am
mirtilla, una volta vengo a trovarti e mi ospiti a casa tua.
non per diletto, sia chiaro, voglio fare un'indagine sociologica :sisisi:
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: Allevi3MSC - Agosto 25, 2012, 11:26:02 am
In effetti il vicinato di Mirtilla inquieta e affascina...
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: anne boleyn - Agosto 25, 2012, 02:05:35 pm
mirt, vivi in un paesino o in un complesso di gente con troppo tempo libero?
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: NuovaCarne - Agosto 25, 2012, 02:41:03 pm
sembra che vivete nel mondo delle fate. io ho visto anche scoppiare litigi per questo motivo, gente che si guardava in cagnesco per strada finchè uno dei due non è scoppiato e sono venuti quasi alle mani, risse che scoppiano perchè per sbaglio si urtano o si scontrano, risse perchè qualcuno si ferma a chiacchierare sul marciapiede.
situazioni del genere da me si vedono soprattutto il sabato quando aprono le gabbie, in prossimità dei locali frequentati dal peggiore zarrume represso dei paesi
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: Theodorus - Agosto 26, 2012, 12:54:02 pm
Il condominio di Mirtilla:

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=k6NAwTJolnY[/youtube]


(cazzo cosa ho ritirato fuori...)
Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: Dark Star - Marzo 02, 2014, 02:56:28 am
(non credo che ce l'abbiano con me, è proprio il modo di fare della gente, guarda insistentemente, anche se me ne accorgo loro continuano a fissarmi
la cosa più bella quando la gente ti fissa è quando li fissi pure tu e allora distolgono lo sguardo  :asd:
Una volta questo forum era veramente un bel posto. E' per quello che mi sono iscritta.
Ma ho sbagliato tempi, modi, luoghi e tutto.

(anche per rovinarlo)


In tema, "persone che ti fissano, ma poi le fissi anche tu e non si sa cosa cazzo sta succedendo".


Ieri mattina sono uscita alle 7 perché dovevo attraversare in lungo e in largo la città e finire entro mezzogiorno per godermi un pranzo fuori, pranzo di due o tre ore...
Ho preso all' incirca ventiquattro mezzi, tra cui la 61, un autobus, su cui, ad un certo punto, è salito un ragazzino, biondino, Woolrich o simile carta da zucchero chiaro, lungo, jeans beige scuro, capelli scombinati al naturale, corti, NO BARBA. Ma, soprattutto, piercing al sopracciglio, due coni molto piccoli molto all' esterno, sopra e sotto. Quindi: un fighetto fatto e vestito, e biondino, ma, ad un' obbligatoria occhiata- mi stava di fronte, in piedi- una vertigine che turbava la potenziale spocchia del decoro. No, non era il piercing. Di quello ho detto così, perché l' ho notato, bello. Era una decisa aura di lato oscuro.
In quel mentre, io ero intenta, nella mia nuvola di sonno, a formulare un piano per cercare di ricavare una foto da qualcosa che avevo con me, essendomi resa conto da dieci minuti di averla dimenticata a casa: pensavo alla carta d' identità e alla sequenza di operazioni che avrei dovuto compiere per non strappare la foto davanti alla segretaria di quell' ufficio ("AH, l' ho dimenticata! Accipicchia, ora vado a prenderla e torno"- tanto cosa ne sa, le dico che abito vicino, poi vado dovunque, chiedo delle forbici, distruggo la carta d' identità ed ho una foto nuova di pacca. Tutto questo per non scendere in metro a fare una foto. O meglio, per questione di principio, poiché l' avevo dimenticata a casa e questo non doveva crearmi danni di nessun tipo).
Finito di elaborare il piano, guardo di fronte, scuotendomi dal torpore della concentrazione estrema , e mi trovo sotto lo sguardo fisso del ragazzino. Distolgo lo sguardo dal suo. Non sfrontato, non penetrante, fisso come chi aspetta che tu gli dica qualcosa, o che lo guardi perchè siete usciti insieme. Come se dovesse succedere, ma non perché te lo sta chiedendo.
Passano cinque minuti durante i quali architetto complotti segreti ai danni della mia proprietaria da attuarsi quando un amico che non so neanche se tornerà a Mi mi proporrà di convivere per il tempo che desidero prima di trasferirmi in un' altra città nella sua mansarda dai soffitti alti e dalla vista spettacolare.
Riapro gli occhi sul mondo, nella figura dell' autobus, e appena io guardo lui, perché mi sta di fronte, lui torna a guardarmi, esattamente come prima. Comincio a pensare che sia il fratello più piccolo, ormai ventenne, di un' amica che ho dimenticato.
Ma non ha quell' espressione tonta di chi ti vuol chiedere "Ah, ma tu sei...?". Tutt' altro, anzi...comincio a notare i lembi che separano i due coni del piercing dal sopracciglio. Così, lo guardo negli occhi alla fine. Ci siamo guardati da un metro di distanza, senza mutare espressione, senza un accenno di sorriso\risata di ogni tipo\chiusura\voglia di fare altro, per un minuto, credo. Non era nemmeno come quando sembra di conoscere qualcuno da blabla tanto tempo blabla, "come se ci conoscessimo da sempre", etc, era proprio guardarsi come se non ci fosse bisogno di fare nient' altro ed allora perché non farlo se piace.
Ciak: "Si Scende".






 






Titolo: Re: Il libro dei perché
Inserito da: Mixarchagevas - Marzo 02, 2014, 04:04:32 am
Interessante